i sociopatici

WEB, RICCARDO LUNA:  RENZI ANNUNCERA’ DOMANI O DOPODOMANI L’ INTERNET DAY ITALIANO PER I TRENT’ANNI DELLA RETE


i sociopatici

Ospite di oggi ai Sociopatici di Rai Radio2 è stato Riccardo Luna, Digital Champion per l’Italia, il profilo ideale per il programma condotto da Andrea Delogu, Francesco Taddeucci e Edoardo Ferrario, che tratta tutti i giorni il tema dell’alfabetizzazione digitale. In occasione dei 30 anni di Internet, Luna ha spiegato che verrà istituita una giornata dedicata: “tra breve, domani o dopodomani, il presidente del Consiglio Renzi annuncerà il primo Internet day italiano. Per dire al paese che in 30 anni siamo arrivati fino a qui, ma nei prossimi tre anni  dobbiamo chiudere la partita con Internet in Italia, e portare la banda ultralarga a tutti. Per questo ci aspettiamo che la Rai si impegni sul piano delle competenze digitali”. In che modo? “Siamo uno degli ultimi paesi nel mondo per Internet perché gli italiani non lo sanno usare o pensano di poterne fare a meno. Negli anni ’60 la Rai si impegnò molto per insegnare agli italiani a leggere e scrivere, oggi dovremmo rifare una cosa analoga, chiaramente con mezzi contemporanei, per alfabetizzare in questo senso”. Luna, ospite di Rai Radio2, ha proseguito: “l’ occasione di questo 30ennale ci può portare a dire: banda ultra-larga a tutti entro 3 anni e la Rai, che ad aprile approverà il suo piano industriale, finalmente un impegno vero, come fanno I Sociopatici, d’altronde”. Quale? “Volete il canone in bolletta? Aiutateci con Internet!”, ha concluso il giornalista a Radio2. Per riascolta l’intervista completa a Riccardo Luna, basta cliccare sul sito su www.sociopatici.rai.it.

 Redazione

OLIVIERO TOSCANI:  I SOCIAL NETWORK? HANNO MESSO GLI IMBECILLI IN ORDINE ALFABETICO; GIANFRANCO ROSI E’ L’UNICO CHE POTREBBE FARE UN FILM SU DI ME


ol

La cosa che hanno fatto i Social Network? Mettere gli imbecilli in ordine alfabetico“. Ha esordito così Oliviero Toscani durante l’intervista ai Sociopatici di Rai Radio2, sul tema della globalizzazione digitale e dei social.Il social doveva rendere la nostra società più interessante, e invece no, è veramente primordiale, tutto uguale, volgare”. Non ha risparmiato nessuno Toscani, pluriblasonato maestro dell’immagine che, negli anni, ha ideato campagne pubblicitarie per grandi griffe e che vedremo presto in televisione nel talent “Master Of Photography” – una sfida tra 12 fotografi – un talent certo, ma anche un modo per educare al linguaggio visivo.

​”​La fotografia è come il jogging: ci sono quelli che lo fanno senza andare da nessuna parte, e quelli che invece vanno da qualche parte”.​ Oliviero Toscani, “anti – social network” per definizione, ha qualcosa da dire anche sul social che più gli compete, Instagram, il social network fotografico: “Non si possono trovare talenti su Instagram. O meglio, si può trovar tutto, ma non è così che si fa. Tutti sappiamo fotografare, però per dire cosa? Tutta la fotografia è instant. Tutto è una documentazione di ciò che ci circonda, mi va benissimo che tutti scattino o tutti cantino – purtroppo ci sono anche tanti stonati, li sopporteremo. Ma per capire chi canta bene ci tocca sentire anche tanta di quella merda. Chi ha voglia di andare a cercare nella spazzatura se c’è qualcosa di interessante?”

E dopo aver commentato molto positivamente la “sociopatica” Andrea Delogu come possibile soggetto per la sua macchina fotografica, e aver detto di aver scoperto Monica Bellucci, ha continuato: “A scuola ti insegnano a leggere e a scrivere, ma nessuno ti insegna a leggere le immagini. Da quando c’è la fotografia esiste la storia dell’umanità, prima erano solo parole, forse anche la bibbia e il vangelo sono stati scritti con tanta fantasia, sono due libri di marketing, forse i migliori libri di marketing. “. Se dovessero scrivere un film su di Oliviero Toscani, chi potrebbe essere il regista?  “Non c’è più Fellini, quindi Rosi, lui è fantastico, è bravo. Doveva vincere molto prima“.

Redazione

ELISABETTA CANALIS A RADIO2: IO UNA MILF? RIENTRO PERFETTAMENTE NELLA CATEGORIA


elica

Elisabetta Canalis, il web, i social network e…le milf. Oggi ai Sociopatici, il programma – community di Rai Radio2 che analizza la realtà attraverso social network e web, condotto Andrea Delogu, Francesco Taddeucci e Fabrizio Biggio​ una simpaticissima Elisabetta Canalis​, molto disponibile al gioco degli irriverenti conduttori.  “Ormai sei una milf!”, ha detto scherzando Biggio alla showgirl, che, ascoltate queste parole, è stata al gioco e ha risposto: “ormai rientro perfettamente nella categoria, vero? Però di solito alle milf piacciono i giovanissimi, mio marito invece ha 11 anni in più di me!“.

Ai microfoni dei Sociopatici Radio2, la Canalis ha raccontato della sua esperienza con Social Network negli Usa, dove vive: “gli americani sono più sociopatici degli italiani. Quello che temo è che adesso vada troppo un social media che non amo, Snapchat.  Anche io ​a​vevo fatto un profilo Snapchat, ma c’era gente strana, anche che conoscevo, che mi contattava“. E cosa hai fatto? “Ho chiuso il profilo“. Riguardo la sua esperienza su Twitter, a sostegno dell’Unicef, la Canalis ha spiegato: “uso molto twitter per U​nicef, ma anche Instagram,​ per documentare i campi profughi. Non ho grandi pretese, la mia politica è stata sempre comunicare quello che faccio.Ho notato che le persone a cui mi rivolgo si sensibilizzano e a volte mi ringraziano”​, ha spiegato la Canalis a Radio2 .

La redazione

SANREMO, CONTI: SARA’ FESTIVAL SUPER SOCIAL, CON PUBBLICO PRESENTE ATTRAVERSO SOCIAL NETWORK


i sociopatici

C’è un pezzettino di Andrea Delogu nelle scelte di questa edizione del festival di Sanremo“. Così Carlo Conti, oggi al programma I Sociopatici, su Rai Radio2, reduce dalla conferenza stampa di presentazione della  66esima edizione della manifestazione.  Ai microfoni della community di Rai Radio2, condotta da Andrea Delogu, Franceso Taddeucci e, da ieri, Fabrizio Biggio, il conduttore del prossimo festival di Sanremo ha sottolineato l’aspetto tecnologico di questa edizione: “sarà un Sanremo super social, il pubblico sarà presente attraverso l’uso dei social network“. E a proposito di Biggio, Conti a Radio2 ha detto: “Dopo la bella esperienza dello scorso anno, si sentirà la mancanza di Biggio e Mandelli. Con la scelta di Vita d’inferno mi sono regalato un sogno”.

Redazione