indagini

CS_Il lungo omaggio del Tg2 a Paolo Borsellino


(none)

L’uomo e il magistrato, il suo esempio e la sua eredità: a trent’anni dalla strage di via d’Amelio, il Tg2 ricorda Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta, uccisi in quell’attentato, con servizi e approfondimenti nelle edizioni delle 13.00 e delle 20.30 su Rai 2. Il ricordo, con la ricostruzione di quanto accadde quel 19 luglio 1992, culminerà domani con i servizi in onda nelle edizioni del giorno e della sera, che comprendono anche un’intervista a Luca Tescaroli, pubblico ministero al processo per la strage di Capaci, le immagini dell’ultimo discorso di Borsellino a Marsala e le parole di Agnese Borsellino, la moglie del magistrato, scomparsa nel 2013.
Ma fin dal 15 luglio scorso, il Tg2 ha ripercorso la vita di Paolo Borsellino: dal rapporto con gli uomini della scorta all’esperienza di Marsala, dove fu procuratore capo. Tra le testimonianze raccolte dal Tg2 anche quella dell’ex commissario Rino Germanà, che aveva lavorato a stretto contatto con il magistrato, e di Ezia Gianquinto, che nel 1989 – all’età di 8 anni – si trovò a essere l’unica testimone di un incidente aereo e che con Paolo Borsellino strinse un rapporto diventato di amicizia. 
Trent’anni fa, le stragi di Capaci e via D’Amelio, una profonda lacerazione della coscienza civica e morale del Paese. In occasione di questo importante anniversario, il 23 maggio scorso il Tg2 è andato in onda da Palermo con le edizioni principali del telegiornale, trasferendo per un giorno la sua produzione nel capoluogo siciliano nel solco della tradizione che vede da sempre il Tg2 in prima linea nella lotta alla mafia. “La redazione del Tg2 dedica questa iniziativa a tutte le vittime delle mafie. La memoria di questi fatti è doverosa e fondamentale”, dice il direttore Gennaro Sangiuliano. E a Paolo Borsellino, inoltre, è stata dedicata la puntata di Tg2 Post di martedì 12 luglio scorso nel giorno in cui è stata emessa la sentenza sul depistaggio della strage di Via D’Amelio.

A “Chi l’ha visto?” il fidanzato di Saman| Su Rai3, con Federica Sciarelli, documenti inediti sul caso.


(none)

Si torna a parlare del caso di Saman nella puntata di “Chi l’ha visto?” in onda mercoledì 7 luglio alle 21.20 su Rai3. In studio il fidanzato della ragazza pachistana scomparsa ormai da due mesi e che si presume sia stata uccisa per aver rifiutato di sposare un cugino. “Chi l’ha visto?” è andato in Pakistan a cercare i genitori di Saman, fuggiti dall’Italia, e dal paese di origine della famiglia arriveranno le ultime notizie con documenti inediti. Inoltre, tutti gli aggiornamenti sul caso di Denise Pipitone e la misteriosa scomparsa di Marina Castangia: il suo compagno è stato indagato per omicidio, ma secondo una testimone la donna sarebbe viva. Infine, come sempre gli appelli, le richieste di aiuto e le segnalazioni di persone in difficoltà. 

Redazione

C.S._Torna su Retequattro l’appuntamento con “Quarto Grado”


 
Venerdì 20 settembre, in prima serata, su Retequattro, torna l’atteso appuntamento con “Quarto Grado”, arrivato quest’anno all’11° edizione.

Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero, e la storica squadra del programma in onda sulla rete diretta da Sebastiano Lombardi, riprendono ad indagare su episodi di nera del momento ed i cold case che attendono ancora la verità.

Al centro della prima puntata dell’approfondimento a cura di Siria Magri, il delitto di Elisa Pomarelli, 28enne di Piacenza uccisa dall’amico reo confesso Massimo Sebastiani lo scorso 7 settembre, e la vicenda di Bibbiano.

In studio, Angela Lucanto: la giovane, all’età di 7 anni, nel 1995, è stata allontanata dalla famiglia e il padre accusato di abusi nei suoi confronti.
Un fatto drammatico, che ha ispirato la fiction L’amore strappato.

“Quarto Grado” conferma l’intervento di esperti ed ospiti fissi: tra gli altri, Luciano Garofano, Alessandro Meluzzi, Massimo Picozzi, Carmelo Abbate, Grazia Longo e Sabrina Scampini.

Si rinnova, infine, anche lo stretto rapporto che lega “Quarto Grado” ai suoi telespettatori: una community online molto attiva – i quartograders – che ogni venerdì posta in diretta via Facebook, Messenger e Twitter.