intervista

[COMUNICATO STAMPA] FABRIZIO CORONA: SALVINI E LA ISOARDI STANNO ANCORA INSIEME. IL 17 ESCE MIO NUOVO GIORNALE CON SCOOP STREPITOSO SU DI LUI (VIDEO)


Corona a ruota libera ospite di Un Giorno da Pecora: Tra 3 o 4 anni faccio mio movimento politico, lo chiamerò ‘Corona List’. Non sono molto diverso da Saviano 

Il 16 dicembre presenterò da Giletti il mio giornale, un mensile online che si chiamerà ‘Corona Magazine‘, ed il 17 avrò uno scoop strepitoso su Matteo Salvini”. A Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, Fabrizio Corona ha rivelato l’imminente nuovo progetto editoriale ed il suo punto di vista su Matteo Salvini e, in generale, sulla situazione politica del Paese.

Lo scoop del suo giornale sarà sul Salvini uomo o sul Salvini politico?Su Salvini uomo che è uguale a dire Salvini politico: le due cose coincidono”.

Salvini e la Isoardi si sono davvero lasciati o sono ancora insieme?Stanno ancora insieme, si”.

Non si sono mai lasciati quindi?Li ci sono tutta una serie di gelosie dovute al lavoro che fa lui e alla vita che fa lei: vorrebbe stare più tempo con Salvini ma lui non c’è mai”.

Salvini l’ha inserita nella lista dei ‘testimonial al contrario’ che non saranno presenti alla manifestazione leghista dell’8 dicembre. “Salvini nella comunicazione è il più bravo. Ha messo nomi de mondo dello spettacolo, come Salmo, il cui disco è in cima alle classifiche. Ha messo quelle persone influenti nei loro campi, così fanno parlare, fanno notizia e comunicazione. Lui mette una foto invece di investire sulla pubblicità: è un grande genio della comunicazione”.

Lei conferma, comunque, alla manifestazione non ci sarà…Non lo so, faccio una capatina magari se il magistrato mi dà il permesso…”

E la scelta di inserirla tra gli ‘indesiderati’ porterà più gente in piazza?No, ma è una cosa che fa parlare”. Scusi – ha incalzato il conduttore – ma se basta far parlare avrebbe potuto mettere anche la foto di uno come Totti.Ma Totti chi se lo caga ora”. Prego? “Con tutto il rispetto per il capitano ovviamente, io parlo a livello di comunicazione, non è una roba che fa parlare”.

Insieme a lei, tra gli ‘sgraditi’ alla manifestazione di sabato c’è anche Roberto Saviano. “Io non mi sento molto differente da Saviano – ha detto Corona a Rai Radio1 – soprattutto da un profilo culturale”.

Qual è la cosa che le piace meno di Salvini?Fa solo populismo e non ha contenuti. Troppo facile andare in un campo con la ruspa e farsi la foto oppure annunciare una flat tax e non farla mai. Sono robe troppo scontate”.

Se potesse, per chi voterebbe oggi?Per nessuno. Voterò per me stesso quando comincerò a fare politica tra 3 o 4 anni”.

Si candiderà?Farò un movimento ideologico dove porterò le mie idee”.

E come si chiamerà?Corona List”, ha concluso l’ex paparazzo a Un Giorno da Pecora.

VIDEO / CLICCA QUI PER F. CORONA A UN GIORNO DA PECORA: 

https://wetransfer.com/downloads/

cfaf5032c15f0fc46181b8a4e81d437420181204153803/

950914046f01669d4aa160ab7fe6478920181204153803/681fbf

da Redazione Un giorno da pecora 

TV, ANTONIO RICCI: VORREI RENZI E BERLUSCONI A STRISCIA. FIORELLO? VOLEVO PORTARLO, MA… IO IN RAI? NON HO ESCLUSIVA, INNAMORATO DI TECHETECHETE’ E MIGLIOR PROGRAMMA MIKA.


ungiornodapecora2017

“Se dovessi scegliere due politici a condurre Striscia la Notizia? Prenderei Renzi e Berlusconi, insieme. Sono due tipi di comicità diverse, uno è più un classico, da barzelletta, l’altro è più da ‘battuta’”. A parlare è Antonio Ricci, mente di Striscia la Notizia, che oggi è stato ospite del programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Chi è quello più ‘da battuta’ tra i due? “Da barzelletta classico è Berlusconi, Renzi ha una comicità più moderna”. Quali dei conduttori storici di Striscia le potrebbero ricordare il leader del Pd e quello di Fi? “Renzi – ha spiegato Ricci a Rai Radio1 – potrebbe ricordarmi Ficarra&Picone, Berlusconi più Ric o Raffaele Pisu”. Ha mai pensato di chiederglielo veramente. Magari – lo hanno stuzzicato i conduttori – accetterebbero…”E’ un terrore. Poi come me li levo di torno. Gli ascolti sarebbero altissimi la prima puntata. La seconda, poi, ne parliamo…” Chi le piacerebbe avere come conduttore? “Abbiamo un’antica promessa con Fiorello, con cui eravamo quasi lì per concludere tutto, in coppia con Staffelli. Erano parecchi anni fa, quando Fiorello stava passando a Sky”. Antonio Ricci tornerebbe mai in Rai? “Per mia natura, non ho mai avuto un contratto di esclusiva con nessuno. Ho avuto degli abboccamenti con la Rai ma non si sono mai spinti oltre il ‘petting’. Erano i tempi di Guglielmi e, per ultimo, ho avuto un contatto con Zaccaria”. Quali programmi tv le piacciono di più? “Sono innamorato di Techetechete’ e mi piace tantissimo Mika – ha concluso a Un Giorno da Pecora – che è nuovo, fresco, colorato, intelligente. Mi piace molto”.

Redazione

GHEMON – oggi in edicola una lunga INTERVISTA sul CORRIERE DELLA SERA – DATE TOUR


GHEMON “Mezzanotte”
Il nuovo album ha esordito alla posizione numero 3 della classifica FIMI dei dischi più venduti in Italia

Oggi in edicola una lunga intervista sul CORRIERE DELLA SERA

Leggi l’intervista anche su Corriere.it

 ghemon

“Un Temporale”
VIDEO YOUTUBE

“Mezzanotte” è il nuovo album di GHEMON, disponibile da venerdì 22 settembre per Macro Beats e distribuito da A1 Entertainment. Il disco è disponibie su iTunesSpotify, in tutti i digital store e in versione cd e doppio vinile 180 gr.

A due settimane dalla pubblicazione “Mezzanotte” sta ricevendo ottimi riscontri di critica e pubblico, e sta ottenendo inoltre grande visibilità su molti media mainstream e di settore. Oggi in edicola una lunga e intima intervista sul CORRIERE DELLA SERA.


GHEMON è tornato dopo il grande successo di critica e pubblico del suo ultimo disco “ORCHIdee”, un album interamente suonato che ha cambiato il modo di intendere il rap e la musica black in Italia, con una ricchezza musicale e lessicale caratterizzata da una forte parte melodica che ha portato l’artista di Avellino sempre più verso il cantato. GHEMON ha lavorato duramente in studio insieme alla sua band e nel nuovo album “Mezzanotte”, oltre che nella stesura dei testi e delle melodie, si è cimentato anche nella composizione delle musiche, un lavoro che lo ha portato alla creazione di un suono unico e assolutamente inedito senza termini di paragone in Italia. 
GHEMON continua così a percorrere la sua strada con un album sempre più cantato che ha l’immediatezza per essere capito da tutti e una profondità capace di coinvolgere ascoltatori più adulti e attenti alle sfumature.

GHEMON porterà in TOUR il nuovo album “Mezzanotte” insieme alla sua band Le Forze del Bene, ecco le prime date confermate con tutte le prevendite disponibili:

30/11 – Santeria Social Club – MILANO — SOLD OUT —-
01/12 Santeria Social Club – MILANO — SOLD OUT —-
02/12 – TPO – BOLOGNA (prevendite:http://bit.ly/2xVD4vh)
07/12 – Afterlife – PERUGIA (prevendite:http://bit.ly/2yDr5Q0)
08/12 – Auditorium Flog – FIRENZE (prevendite:http://bit.ly/2ypAIAY)
09/12 – Monk – ROMA (prevendite: http://bit.ly/2xzvyDr)
15/12 – Hiroshima Mon Amour – TORINO (prevendite:http://bit.ly/2yEZy0y)
16/12 – New Age Club – Roncade – TREVISO (prevendite:http://bit.ly/2yhEXyE)
20/12 – Mame – PADOVA (prevendite:http://bit.ly/2fnheW6)
21/12 – Casa delle Arti – Conversano – BARI (prevendite:http://bit.ly/2fuI4j2)
22/12 – SMAV – Santa Maria a Vico – CASERTA – (prevendite:http://bit.ly/1tQStpx)
23/12 – Tilt – AVELLINO (prevendite:http://bit.ly/2hws90m)
29/12 – Latteria Molloy – BRESCIA (prevendite:http://bit.ly/2yidGvP )
Redazione

AMICI16: MARIA DE FILIPPI INTERVISTA RAZ DEGAN “…Il vero te, lo puoi vedere anche ad occhi chiusi”.


raz-degan-1-770x430

Sabato 22 aprile Raz Degan è stato ospite e quinto giudice della quinta puntata di Amici16 . L’attore israeliano, è apparso molto interessato e concentrato sulle  esibizioni degli ragazzi emozionandosi in particolare per Sebastian e Andreas (rispettivamente ballerini della squadra bianca e blu) e per Thomas (cantante  della squadra bianca) che l’ha letteralmente strabiliato per completezza artistica e bravura nonostante la giovanissima età (17 anni) tanto da definirlo già un “professionista”. L’ex modello oggi attore e produttore è stato poi eccezionalmente  intervistato da Maria De Filippi in maniera insolita e originale semplicemente sottoponendogli all’attenzione alcuni oggetti riguardanti la sua vita, ne è venuta fuori una intervista, per niente banale ma profonda nella semplicità delle sue risposte. Eccola:

Maria D.F. gli mostra una Clessidra e Raz dice:

Il tempo è prezioso. Siamo nati in un mondo in cui il tempo è già sacrificato dalla nascita. Io sono Nato per Vivere. Come mai non ho più tempo per me? Dobbiamo rinnovare il tempo, il mondo.

Si passa al cellulare:

Nei vecchi tempi la comunicazione era qualcosa di più telepatico. Questo oggetto ci assorbe tutto il tempo, dobbiamo saperlo usare. Non essere suoi schiavi.

Si continua con una bambolina vestita da sposa:

Il matrimonio può essere anche una galera. La persona non è un oggetto. Appartiene alla mia anima, viva la libertà delle donne.

Si va avanti con un trullo, tipica abitazione pugliese(in cui Raz vive)

Adoro il mio trullo, per chè trovo pace e serenità. E’ il mio rifugio e mi viene in mente il mio cane Max, ormai non c’è più. Forse un giorno lo rivedrò

E’ la volta del Biberon:

Siamo nati tutti della stessa sostanza. La madre divina di tutti noi. Il latte rappresenta la vita. Diamo forza a tutti i bambini che non hanno Latte in questo mondo.

Arriva lo Specchio:

Lo specchio preferisco guardalo il meno possibile. Perché vedi solo il riflesso di te. Il  vero te,  lo puoi vedere  anche ad occhi chiusi.

Due oggetti fondadamentali per Raz, la Bandana e la Valigia

Per la prima dice:

Rappresenta la libertà. Non voglio dimenticare il dolore che ho provato facendo il militare, dove non avevo libertà di niente. Io non volevo farlo. Mettere la bandana mi ricorda che sono LIBERO.

La valigia, infine rappresenta la voglia di esplorare il mondo, di visitarlo, di viverlo.

Redazione

MUSICA, AL BANO: OGGI STO BENE GRAZIE A DIO, HO PRESO DUE BOTTARELLE.  MI DEVO RIPOSARE TRENTA GIORNI SARO’ A CASA CON LOREDANA E FIGLI


un

Montecatini (PT), Al Bano Carrisi. 2013-04-03. © Massimo Sestini

“Come sto oggi? Sto bene grazie a Dio, il mio cuore ha fatto i suoi capricci, il cervello, per non farlo sentire da solo, ha fatto lo stesso. Ma ho resistito bene a queste due bottarelle e mi sto riprendendo”. A parlare è Al Bano Carrisi, che oggi è stato ospite di Un Giorno da Pecora, il programma di Rai Radio1 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Come sta andando la sua canzone sanremese, intitolata ‘Di Rose e di Spine’? “Ci sono più spine che rose, nel senso che mi aspettavo molto di più da questo brano, che è di una musicalità eccezionale”. Dal primo giugno partirà il suo tour? “Si, è confermato. Avrei iniziato il 22 aprile, con un concerto a Zurigo, ma mi hanno detto di cancellare tutto per trenta giorni, è la prima volta che mi succede”. Fino a quando dovrà stare fermo? “Fino al giorno del mio compleanno, il 20 maggio, quando mi esibirò in Bulgaria”. Come si riposerà? “Sarò a casa con Loredana e con i miei figli, e mio occuperò intensamente del mio vino e dei miei terreni”, ha spiegato a Rai Radio1 Al Bano Carrisi.

Da Redazione1giornodapecora

MILLY CARLUCCI:”Il nostro concorrente non è C’è Posta o Amici ma i dodici anni alle nostre spalle, dobbiamo sempre rinnovarci”.


milly-carlucci-2.jpg

Milly Carlucci in una intervista rilasciata a Il Giornale, arrivata alla quarta puntata del suo show Ballando con le stelle traccia un pò un bilancio, riprendendo il tema delle polemiche tra giuria e ballerini vip, indicando nella serata del venerdì la collocazione ideale per il suo programma. Ma dice la sua anche sulla partecipazione della De Filippi a Sanremo e altro ancora.

Sulle polemiche tra i giudici e i ballerini vip, dichiara:

“Abbiamo fatto scelte legate a forti personalità e poi le abbiamo lasciate libere nella totale imprevedibilità delle loro esternazioni. Preferisco i programmi non indotti dagli autori.”

La Carlucci però, nel complesso è soddisfatta degli ascolti (lo show ha registrato sinora un più che sufficiente 19-20% di share medio) ma preferirebbe andare in onda di venerdì, ecco perchè:

“L’Italia ha sei milioni di praticanti di ballo, più del calcio. Solo che chi balla solitamente lo fa di sabato. Molti spettatori registrano il programma e lo guardano dopo, magari la domenica (…) Comunque preferirei andare in onda di venerdì.”

A proposito dei recenti tagli ai compensi Rai  questo il suo pensiero:

“Cerchiamo di rendere la scena il più elegante possibile pur con mezzi ridotti. Temo che l’impoverimento della parte spettacolare porterà ad un impoverimento della grande fiction, degli eventi e anche dell’informazione. Rimane il talk con la gente comune e magari con storie finte, con il rischio di trash dietro l’angolo.”

Milly Carlucci si è anche espressa sulla partecipazione di Maria De Filippi,all’ultima edizione del Festival di Sanremo, al fianco di Carlo Conti:

la Rai ha creato un evento, questa anomala  alleanza Rai-Mediaset su Sanremo con la De Filippi in conduzione con Conti   è stata rivoluzionaria, ha creato attenzione sui social e ascolti.  Dal suo punto di vista, un’onda che è stata sapientemente usata dalla concorrenza. Ma è giusto ognuno usa le proprie carte” e conclude:

Il nostro concorrente non è C’è Posta o Amici ma i dodici anni alle nostre spalle, dobbiamo sempre rinnovarci. 

Ricordiamo che tra le novità di quest’anno  a far parte del cast di Ballando con le stelle sono state inserite due figure: “l’occhio indiscreto” di Valerio Scanu e Roberta Bruzzone nel ruolo di “profiler”.  I loro ruoli furono così presentati da Milly nella conferenza stampa del 23 febbraio scorso:

Valerio sarà  il conduttore del “secondo schermo”. La nostra attività social è importantissima. Valerio condurrà l’altro Ballando con le Stelle, quello che non si vede. Lui avrà il privilegio di andare ovunque e di parlare con i protagonisti”. e poi “Accanto a Sandro Mayer, avremo Roberta Bruzzone. Chiederemo a lei, da psicologa, le impressioni su questo cast.

Redazione

 

LE NOSTRE INTERVISTE: Giulia Pratelli cantautrice interprete nella resident band dell’EdicolaFiore di Fiorello, ospite fissa nel tour di Marco Masini


Cantautrice, interprete nella resident band dell’EdicolaFiore di Fiorello, ospite fissa nel tour di Marco Masini, ha collaborato con grandi artisti della musica italiana da Enrico Ruggeri a Grazia Di Michele. Appena il 13 di gennaio ha pubblicato un nuovo singolo  Dall’altra parte delle cose che anticipa il prossimo album con la produzione artistica di Zibba dal titoloTutto bene”, in uscita la prossima primavera, ma anche l’universo artistico della giovane cantautrice:

 “Dall’altra parte delle cose segna un nuovo inizio, musicale e personale. Il brano racconta un momento di passaggio, di cambiamento, l’attimo in cui ci si accorge che l’unica cosa di cui si ha bisogno è iniziare a guardare le cose da un nuovo punto di vista e credo che rappresenti in pieno questo momento della mia vita.” Giulia.

Eccola in una breve intervista:

  1. A che età hai scoperto di voler fare la cantante?

Non c’è stato un momento preciso: ho sempre cantato in casa, anche da piccola, quando nessuno mi vedeva. Verso i quindici anni ho iniziato a prendere lezioni e da lì la voglia di cantare è sempre cresciuta, fin quando ho cominciato a scrivere da sola le mie canzoni e a pensare questa passione come un vero e proprio lavoro.

  1. Come descriveresti la tua musica in 3 parole?

Che domanda difficile! Potrei parlarne ore senza trovare gli aggettivi giusti… e sarei curiosa di sentire quali aggettivi potrebbe trovare chi ascolterà il disco. Provo col dire che è sincera, che in questo momento è fortunata (per aver trovato le persone giuste!) e che è scalpitante (perché non vede l’ora di uscire dallo studio!).

  1. Le tue canzoni contengono la tua vita privata?

Assolutamente: anche quando l’idea arriva da un input esterno finisco sempre per attingere alla mia sfera personale.

  1. Quali sono i tuoi modelli musicali?

Ci sono tantissimi artisti che ammiro, anche per motivi diversi, non è facile scegliere. Dovendo fare qualche nome citerei Ivano Fossati, Lucio Dalla, ma anche Carmen Consoli, Tori Amos, Niccolò Fabi e Hindi Zahra.

  1. Come è nato il singolo radiofonico che anticipa l’uscita dell’album?

Il singolo “Dall’altra parte delle cose” è nato dalla ricerca di un nuovo punto di vista, di una nuova prospettiva che mi permettesse di ripartire da zero, o quasi.

  1. Il tuo disco sarà prodotto da Zibba, hai lavorato con Fiorello e Marco Masini uno dei big di Sanremo: come vivi queste collaborazioni?

A parte un po’ di soggezione iniziale, cerco sempre di vivere queste collaborazioni per quello che sono davvero: delle grandissime opportunità di cui fare tesoro. Lavorare al fianco di professionisti come quelli che ho avuto la fortuna di incontrare ti permette di imparare tantissimo, di conoscere un altro modo per affrontare questo mestiere.

  1. Cosa fai quando non canti? Quali sono i tuoi hobby?

Adoro leggere e vedere film, ma anche camminare e cucinare.

  1. La discografia oggi va a pescare dai “talent” quanto è difficile farsi notare per chi ne sta fuori?

Sicuramente non è facile, anche se ci sono tante realtà alternative che stanno diventando sempre più importanti e che fanno pensare che davvero quella del talent non sia l’unica via possibile.

  1. Cosa pensi della musica che passa in radio attualmente?

Apparentemente le programmazioni sembrano tutte molto simili, dedicate soprattutto a canzoni straniere. In realtà però c’è un po’ di tutto in giro, ad esempio in questi giorni mi capita molto spesso di sentire anche sui grandi network il duetto (bellissimo, tra l’altro) di Tiziano Ferro e Carmen Consoli o la nuova canzone di Brunori Sas. Forse il “difetto” che avverto di più è la mancanza delle nuove leve nelle programmazioni musicali, ed è un peccato perché ci sono tantissimi artisti più giovani che secondo me meriterebbero un po’ più di spazio.

  1. Stai pensando ad un tour per l’uscita del tuo disco?

È tutto ancora in fase di definizione, ma stiamo cercando di prepararci per portare il disco in giro in tutta Italia.

Grazie per l’intervista.

Redazione

INTERVISTA a Michał Szpak: Concerto a Londra e intervista realizzata dai Fan


Le pagine Fan internazionali Michał Szpak UK & Australia Fan Club e Michał Szpak – International Fan Club sono riusciti a organizzare un incontro con Michal Szpak e ad intervistarlo dopo il concerto che si è tenuto a Londra il 26 novembre 2016 al 02 Shepherd’s Bush Empire, Michal si è mostrato spontaneo, disponibile e molto carino, dal video si può percepire infatti una bella atmosfera confidenziale creatasi durante l’intervista.

L’intervista è stata realizzata dalla collaborazione di Michał Szpak UK & Australia Fan Club e Michał Szpak – International Fan Club. La traduzione è stata fatta con il fondamentale supporto di Patrizia Gruber di Michał Szpak Austria – Fanpage Österreich. Grazie a tutti.

Rose: Sono a Londra con la “star” il nostro eroe, il solo e unico Michal Szpak e noi ti auguriamo buon compleanno Michal, anche a nome dei Fan internazionali e piacevole soggiorno a Londra. Come Ti senti oggi Michal?

Michal Come ti senti tu?

R Mi sento alla grande il tuo concerto era pieno di energia è stato meraviglioso complimenti

M Grazie mille è una bella esperienza; perché 3 anni fa sono stato qui per il concerto degli “Europe” e sono molto contento perché non immaginavo che sarei tornato qui per un mio concerto

R Questo è grandioso Michal certamente tornerai ancora

M Spero sia così

R Si perché a partire da questo Maggio hai un grande seguito dai Fan internazionali

M Si, per me questo è il miglior regalo da Dio, sento un grande supporto dalle persone di altri Paesi, ed è bello per me

R E’grandioso perché hai migliaia di fan in Polonia. Vuoi espandere la carriera internazionale?

M Si questo è il mio sogno

R Io sono un tua grande Fan, da Maggio ti seguo tutti i giorni, mio marito qui lo sa

M lui è geloso? (scherzoso)

R Penso che tu sia speciale perché i messaggi nelle tue canzoni sono molto toccanti, chi sono le tue ispirazioni, perché è musica che parla da cuore a cuore

M La mia grande ispirazione è Freddie Mercury, cerco di cantare con il cuore e di dare grandi emozioni nelle mie canzoni e spero di riuscirci

R E’ toccante, le tue canzoni sono diverse dalla musica mainstream (massificata) che ha pochi messaggi. Tu hai tanti Fan internazionali e vorrei chiederti quando tu andrai in Italia in Francia Australia e Spagna?

M Non lo so, penso che quando sarò invitato, ci andrò

R la mia amica Eve White vorrebbe vederti in Australia, abita a Sidney e sta sognando di vederti in Australia, ci vorresti andare?

M L’Australia è il paese dove vorrei andare

R Hai passato anche molto tempo in sud Africa

M Si quest’anno

R Ti piace visitare nuove culture e vedere Paesi differenti?

M Si voglio vedere nuovi posti, mi piacerebbe trasferirmi in un altro paese, probabilmente in Australia, è il mio sogno, ma si vedrà.

R Noi faremo tutto possibile, per portarlo in Australia, giusto? tutti noi verremo con te in Australia, per quanto riguarda il nuovo album stai iniziando a crearlo?

M No non ho tempo, ho molti concerti, ma a metà dell’anno prossimo penso di iniziare

R Hai già delle idee sul tipo di canzoni?

M Si ho già del nuovo materiale, il nuovo album sarà totalmente differente con più Rock

R Tu sai che O2 (teatro per concerti o2 Shepherd’s Bush Empire) è un luogo leggendario

M Si sono stato qui 3 anni fa per il concerto di Robbie Williams, è stato bellissimo

R Qua ci sono stati grandi cantanti Prince, Bon Jovi, David Bowie, Rolling Stones e ora tu! e un giorno, siamo sicuri, sarai uno di loro, perché hai il talento e il cuore

M Lo spero, questo è il mio prossimo sogno, tornare qui.

R Quali sono le band o i cantanti preferiti Inglesi?

M Preferisco i Queen, però la formazione originale, e i Muse

R Hai molte cose in comune con Freddie Mercury, per esempio lui amava la musica classica e anche tu hai nelle vene quel genere musicale perché tua sorella Marlena è Soprano Lirico, pensi di incidere qualche brano classico?

[Con la sorella Marlena a Varsavia si sono esibiti per la prima volta insieme con la canzone ”Such is life”]

M Penso di si ma non adesso, ora voglio fare qualcosa di più energetico

R Si, questo genere di musica va benissimo con la tua immagine.

M penso che il mio nuovo materiale abbia una canzone simile all’album attuale

R ”Such is life” è molto bella, e pensi di cantare con tua sorella?

M Penso di si ma non ora

R Una mia domanda per te: hai sempre lo stesso orologio mi piace, è molto rétro

M Questo è un regalo di mio fratello ed è molto importante, sono un uomo sentimentale

R Chi è la donna nella canzone ”Rosanna”?

M Rappresenta una persona con cui ho ballato in ”Ballando con le Stelle” nel 2012 è davvero carina

R Ci saranno altri concerti internazionali a breve?

M Andrò in Belgio

R Quando (aggiornamento di oggi: il 29 Aprile andrà in Belgio ci saranno dettagli)

M Non so, non ricordo la data, ma sarà per l’ hanno prossimo, ce ne sono molti in programma e non ricordo le date

R E’ stato un piacere, felice compleanno. Come ti fa sentire

M Mi sento vecchio

R 26 anni non è niente. Hai percorso una lunga strada in questi ultimi 5 anni dal 2011; vorrei dire che la prima canzone che hai cantato a XFactor nel 2012 mi ha commosso sei stato coraggioso

M Questa è la mia natura sono nato per rompere certe barriere

R Tu devi essere orgoglioso per questo, sei una persona adorabile sai cosa farai a Natale ?

M Starò con la mia famiglia perché mio nonno non sta molto bene penso sarà l’ultima volta che potrò festeggiare natale con lui.

R Abbiamo visto che hai messo delle foto di tua nonna su Instagram.

M Si lei è molto appassionata. Io amo la mia famiglia, abbiamo un grande legame

R Loro ti danno un grande supporto

M Si è così

R Non è facile essere un artista

Questa è una mia scelta e ne sono felice

R Pensi che avrai qualche giorno libero Michal? Perchè tu in un mese hai fatto ben 20 concerti, sei superman!

M Yeahhh

R Tu vai in palestra guarda qui che muscoli

M Non in questo mese, ma amo andare in palestra perché è una sorta di rilassamento per me

R E da energia per affrontare le cose. Vorrei dirti che hai Italia Fan page Belgio Fan page

M E Russia Fan page

R Uk Australia Fan page, International Fan club che ha un grande numero di likes 2.300 e ce ne sono altre in arrivo. Hai tante pagine fan dedicate a te, sei esploso dopo Eurovision hai la capacità di comunicare tramite lo schermo.

M Io provo a comunicare con i miei occhi

R Si e ci ipnotizzi

M Si come la Medusa 🙂 … saluti e ringraziamenti

Qui in un video amatoriale un momento del concerto di Londra del 26 novembre.

Ora i fan italiani lo vogliono a Milano, per questo è stata aperta la pagina Michal Szpak- Italia Fan page per dare maggiore risalto e visibilità al progetto ”Michal Szpak in concerto a Milano” che in collaborazione con altri soggetti che “contano” nel mondo della musica confida nel raggiungimento dello scopo.Insomma…Michal attende solo un invito ad un evento a Milano.

Radio: in programmazione ”Rosanna” su Radioflyweb

Redazione su richiesta Michal Szpak- Italia Fan

15|08|2016 al TG1 breve intervista a Valerio Scanu che consiglia ai ragazzi: “studiare e…cantare per passione non per moda…”


vff

Il Tg del mattino di Ferragosto su #Rai1  è stato caratterizzato da una insolita quanto inaspettata intervista a Valerio Scanu, vincitore del Festival di Sanremo 2010 che ha partecipato a distanza di sei anni dalla prima all’ultima edizione del Festival con un brano scritto per lui da Fabrizio Moro #Finalmente Piove, tra i singoli più venduti del Festival, già certificato Oro dalla Fimi/GfK e in corsa per il platino, ma non vogliamo anticiparvi nulla per sapere i contenuti dell’intervista non resta che ascoltarla, ecco il video

Redazione

Nello Fiorillo: Adesso più che mai – Intervista


nello fiorillo

Nello Fiorillo, giovane cantautore napoletano, torna con un nuovo album ‘Adesso più che mai’, un lavoro discografico che vanta la collaborazione con tanti professionisti del settore, da Amedeo Perrotta ad Angelo Arcamone, ma ciò che lo rende ancora più interessante è quel mettersi in gioco dell’artista interpretando alcuni brani in dialetto, rispettando i canoni della musica napoletana. Ritmo, attenzione e cura nei testi e negli arrangiamenti, questa volta c’è qualcosa in più nel disco, la voglia di cantare, di regalare emozioni, raccontando l’amore, quello autentico, fatto di ombre, di paure, di mancanze. Insiste nel concentrarsi in questo sentimento Nello Fiorillo e lo fa attingendo al suo vissuto, alle esperienze personali, che lo hanno profondamente segnato.  In dieci tracce prende forma l’espressione di un amore mai dimenticato, che continua a pesare sul cuore.

Dopo l’album ‘Il cuore non si arrende’ torni con un nuovo progetto discografico ‘Adesso più che mai’, un disco dove ancora una volta racconti l’amore, con dei pezzi anche in napoletano. Che cosa è racchiuso in questo album?

‘Adesso più che mai’ è un viaggio lungo sei mesi, in cui sentivo il bisogno di raccontare ciò che mi stava accadendo, in questi mesi la mia vita è cambiata radicalmente, ed io partendo da una forte autocritica verso me stesso ho provato a raccontarlo. In tanti anni che scrivo, raramente l’ho fatto in dialetto. In questo disco è stato tutto più semplice, quasi naturale, forse perché racconto storie di tutti, quelle che vedi passeggiando nei vicoli di questa città. L’aiuto di Amedeo Perrotta ed Angelo Arcamone è stato vitale, hanno subito sposato il progetto e con me hanno scritto pezzi di cui sono davvero orgoglioso, spero davvero che il mio pubblico li possa apprezzare.

Nel disco non mancano le collaborazioni, mi riferisco in particolare al duetto con una giovanissima cantante. Come è nato questo incontro artistico?

Ho sempre cercato di unire lo spirito dei giovani come me ad esperti del settore, come è successo anche nei mie album precedenti. In realtà in questo album avevamo scritto un duetto bellissimo che abbiamo proposto ad un artista nazionale molto, molto nota…dopo aver accettato però non se ne è fatto più nulla, in una emittente locale incontrai questa giovanissima cantante che io non conoscevo, rimasi stupito…La feci contattare dal mio webmaster Gennaro Napole, e scoprimmo che abitava a 300 metri da casa mia…il pezzo secondo me, farà molto rumore, questa piccola artista farà dei numeri impressionanti.

Sei molto amato e seguito nella tua terra, ci racconti qualche episodio particolare avvenuto durante i live, tra la gente?

Forse l’immagine più bella che ho di tutti i miei concerti è quella di vedere le persone stupite, nel vedere la mia disponibilità prima e dopo il concerto nel fare foto ed autografi, penso sia il minimo che io possa fare per il mio pubblico che mi sostiene da anni.

La promozione di un disco è fondamentale, che rapporto hai con i social e come ti attiverai per far conoscere ad un ampio pubblico questo nuovo lavoro?

La promozione è diventata negli anni sempre più importante per un artista, specie se autoprodotto come me. Il web è stato sempre il mio punto di forza, anche perché è partito tutto da lì, nel lontano 2006 quando ai tempi di My Space iniziai a far conoscere le mie prime canzoni. Farò come ho sempre fatto, social, tv e radio locali…ma la promozione migliore è quella delle piazze, anche se devo ammettere che su scala nazionale i numeri che ho fatto nel 2015 e 2016, ad esempio come streaming, su portali mondiali come Dezeer e Spotify, vanno oltre un milione trecentomila click, superando tantissimi artisti di fama nazionale, questo dovrebbe far riflettere le major.

Michela Zanarella