Italia1

FILM: “IT” in prima serata su Italia1


Domenica 2 maggioin prima serata su Italia 1, appuntamento con “IT”, il film del 2017 diretto da Andy Muschietti, adattamento dell’omonimo romanzo di Stephen King

A Derry, un’immaginaria cittadina del Maine, i ragazzi scompaiono senza apparente motivo e l’ennesima vittima è un bambino di sette anni di nome George, risucchiato in un tombino durante un temporale. Un gruppo di ragazzini perseguitati dai bulli, si riunisce sotto la denominazione di Club dei Perdenti per indagare sul mistero della morte di George e degli altri ragazzi scomparsi. Il loro leader è Bill, fratello maggiore di George attanagliato dai sensi di colpa per non essere riuscito a impedirne il brutale assassinio. Al suo fianco ci sono il grassoccio Ben, l’impulsivo Richie, il pragamatico Stan, l’appassionato di storia Mike, l’ipocondriaco Eddie e Beverly, l’unica ragazza del gruppo. Quando la ricerca li conduce a un clown sadico e demoniaco chiamato Pennywise, ciascuno dei componenti del Club si rende conto di averlo già incontrato prima.

LO SAPEVATE CHE:

Pennywise parla per quattro minuti in tutto il film.

Bill Skarsgård ha fatto una ricerca sugli psicopatici fittizi e reali per trovare il proprio modo di interpretare Pennywise. Ha tratto ispirazione da shining (1980).

Sophia Lillis ha girato più di una scena in piedi su una scatola perché era di gran lunga la più bassa del cast principale.

Cast: Bill Skarsgård, Jaeden Martell, Sophia Lillis, Jeremy Ray Taylor, Finn Wolfhar

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Le Iene”


Martedì 30 marzo, in prima serata su Italia 1, nuovo appuntamento con “Le Iene”. Conducono lo show Alessia Marcuzzi e Nicola Savino con le immancabili voci de la Gialappa’s Band. 

Il primo divertentissimo scherzo della serata è quello di Nicolò De Devitiis ai danni di Samantha De Grenet, realizzato con la complicità di Brando, figlio adolescente della showgirl.

Il servizio di Luigi Pelazza mostra l’arresto di un ferrarese di 54 anni, accusato di sfruttamento della prostituzione. L’inviato, contattato in redazione da uno dei potenziali clienti dell’uomo che chiedeva soldi in cambio di prestazioni sessuali consumate con una giovane studentessa ventenne, ha aiutato le forze dell’ordine nell’indagine, consegnando agli inquirenti il filmato dell’accaduto. L’uomo arrestato si presentava attraverso la sua associazione come un sostenitore per le donne vittime di violenza e allo stesso tempo procacciava incontri erotici in cui si consumavano sostanze stupefacenti.

Tra le inchieste quella di Alessandro Politi sulla morte di Pompeo Panaro, esponente politico calabrese di Paola, cittadina in provincia di Cosenza. Dall’uccisione nel 1982 la famiglia Panaro viene travolta da una serie di eventi che ancora oggi non trovano risposte definitive. L’indagine sulla scomparsa dell’uomo era stata ufficialmente archiviata come lupara bianca ma circa trent’anni dopo suo figlio Paolo è riuscito a rompere il silenzio sulla vicenda e a ottenere la riapertura del caso. Nel 2013, infatti, la magistratura ha rinviato a giudizio uno dei suoi presunti assassini, il collaboratore di giustizia Giuliano Serpa che però viene assolto in quanto il reato è caduto in prescrizione in base alla legge Ciriello. Nella richiesta di rinvio a giudizio, però, Paolo trova i nomi degli altri indagati per i quali si procederà separatamente in quanto deceduti. Di questi nove solo tre sono effettivamente defunti, racconta il figlio della vittima alla Iena, gli altri sono vivi, secondo il figlio di Pompeo Panaro pregiudicati e tutti noti alle forze dell’ordine. Nei giorni scorsi, a seguito della messa in onda del precedente servizio, c’è stata un’Interrogazione parlamentare. Domani sera altri nuovi incredibili elementi che riguardano la gestione delle indagini per cui la famiglia continua a chiedere che possa essere fatta chiarezza. 

Giulio Golia e Francesca Di Stefano tornano sulla morte di Gianmarco Pozzi, il 28enne romano deceduto nelle prime ore della mattinata del 9 agosto scorso, sull’isola di Ponza. In un primo momento la morte del ragazzo è stata descritta come una caduta avvenuta dopo una corsa in preda al delirio da cocaina, sostanza di cui Gianmarco ha fatto uso. Il suo corpo è stato trovato in un’intercapedine tra un muro di contenimento di un campo e un’abitazione. Ma la storia sembra avere ancora molti lati oscuri, gli approfondimenti svolti dal consulente della famiglia, il Prof. Vittorio Fineschi, hanno portato all’ipotesi che si possa trattare di un omicidio. La sua ultima relazione infatti indicherebbe un decesso non avvenuto a seguito della caduta nel vuoto ma in seguito all’azione di terze persone.  Nel servizio la testimonianza inedita di Alessandro, terzo inquilino dell’alloggio isolano, che, insieme ad Alessio, è stato testimone degli ultimi istanti di vita della vittima. Si proverà a ricostruire i fatti, ripercorrendo quanto sarebbe accaduto, compreso il tema dello spaccio di cocaina e della quantità che sarebbe stata acquistata a Roma e portata sull’isola in quei giorni. Su questo argomento si tenterà di capire qualcosa di più tra la versione data da Alessio (compagno di stanza e amico di Gianmarco, ndr.)  e quella di Vincenzo (proprietario del locale Blue Moon, dove sia Alessio che Gianmarco lavoravano ndr.). 

“Le Iene” sarà di nuovo in onda venerdì 2 aprile con il secondo appuntamento settimanale condotto da Giulio Golia, Matteo Viviani e Filippo Roma. 

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “La Pupa e il Secchione e Viceversa”


Giovedì 18 febbraio, in prima serata su Italia 1, nuovo appuntamento con “La Pupa e il Secchione e Viceversa”, il programma cult prodotto da Endemol Shine Italy

Andrea Pucci racconterà l’incontro tra due pianeti all’apparenza lontani, rappresentati da pupe e secchioni e da pupi e secchione. Anche in questa edizione, infatti, per sovvertire gli stereotipi delle donne più dedite alla cura del corpo e all’apparenza e degli uomini dall’aspetto fisico trascurato e concentrati esclusivamente sui libri, non mancheranno i Viceversa. L’ironia sarà sempre centrale nel racconto di questo incontro-scontro, ma, nel corso delle puntate, non mancheranno momenti in cui verranno affrontati argomenti e tematiche più importanti e delicate. 

La narrazione si svolgerà direttamente in loco, in una nuova location, una sontuosa villa alle porte di Roma. Nel corso delle sei puntate, come madrina, al fianco di Pucci ci sarà la pupa per antonomasia: Francesca Cipriani

Nel corso del programma, il cancello della villa si aprirà a diversi esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo che giudicheranno le prove a cui i ragazzi saranno sottoposti. Tra questi Iva Zanicchi, Francesca Barra, Cristiano Malgioglio, Carmelo Abbate. Tra gli ospiti anche Vladimir Luxuria, Roberto Giacobbo, Giulia Salemi, Francesca Brambilla, Laura Cremaschi, Diego Dalla Palma, Carmen Di Pietro, Giorgio Mastrota, Claudia Ruggeri, Enzo Salvi, Jo Squillo, Natalia Titova e Antonio Zequila. 

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “La Pupa e il Secchione e Viceversa”


Giovedì 4 febbraio , in prima serata su Italia 1, nuovo appuntamento con  “La Pupa e il Secchione e Viceversa”, il programma cult prodotto da Endemol Shine Italy.
Tante le novità, a cominciare dal conduttore, Andrea Pucci, che racconterà l’incontro tra due pianeti all’apparenza lontani rappresentati da pupe e secchioni e da pupi e secchione. Anche in questa edizione, infatti, per sovvertire gli stereotipi delle donne più dedite alla cura del corpo e all’apparenza e degli uomini dall’aspetto fisico trascurato e concentrati esclusivamente sui libri, non mancheranno i Viceversa. L’ironia sarà sempre centrale nel racconto di questo incontro-scontro, ma, nel corso delle puntate, non mancheranno momenti in cui verranno affrontati argomenti e tematiche più importanti e delicate. 

La narrazione si svolgerà direttamente in loco, in una nuova location, una sontuosa villa alle porte di Roma. Durante le sei puntate, come madrina, al fianco di Pucci ci sarà la pupa per antonomasia: Francesca Cipriani

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Freedom Oltre il confine”


Quarto appuntamento con l’edizione 2021 di «Freedom – Oltre il confine», in onda venerdì 29 gennaioin prima serata, su Italia 1.

Il programma di Roberto Giacobbo racconta i luoghi più interessanti e sorprendenti del nostro Paese e del mondo. Questa settimana, reportage da Molise, Sardegna, Puglia e dal sottosuolo di Roma, tra castelli e grotte, altari misteriosi e laboratori d’avanguardia, misteri di pietra e culti dimenticati…

Giacobbo si reca in Molise per capire cosa abbia determinato la nascita dei castelli: durante il Medioevo, in tutta Europa, si stima ne siano stati costruiti quasi 100.000.Uno sforzo costruttivo enorme, cominciato alla fine del IX secolo, cui hanno partecipato proprietari terrieri, vescovi, monaci e persino contadini. Il team di Freedom va alla scoperta di due tra i più antichi e affascinanti manieri del Centro Italia: una fortezza arroccata su uno sperone di roccia, distrutta da Federico II e di cui oggi rimangono solo rovine, e una ancora abitata, dove i proprietari hanno a che fare con inquietanti presenze.

Il viaggio prosegue in Sardegna, sulle tracce di popoli vissuti a cavallo tra storia e preistoria, agli albori della civiltà: Giacobbo è a Oschiri, un piccolo comune della Gallura, dove si trova quello che è stato ribattezzato il monumento più misterioso di tutta la Sardegna. È un altare con un messaggio inciso sulla pietra, che nessuno è ancora riuscito a decifrare. Le telecamere di Freedom navigano quindi lungo le coste del Golfo di Orosei, all’interno della grotta più lunga d’Italia, dove il mare non ha cancellato i segni lasciati da antichi uomini.

Dal Museo dell’Impossibile Giacobbo parla di alcuni “misteri di pietra”: massi che sembrano camminare da soli, strani volti che appaiono e scompaiono dai pavimenti e pietre che crescono e si riproducono.

Scienza e Storia, Fisica e Archeologia: discipline apparentemente distanti oggi sono chiamate a lavorare insieme per conoscere meglio il nostro passato. A Brindisi, in Puglia, nella Cittadella della Ricerca dell’Università del Salento, si trova il Centro di Datazione e Diagnostica. È un laboratorio all’avanguardia, dove un grande acceleratore di particelle permette di stabilire l’epoca dei reperti archeologici in modo preciso e affidabile. Qui, ad esempio, è stato dimostrato come la Lupa di Bronzo, attualmente esposta in Campidoglio a Roma, non sia quella originale, ma una riproduzione medievale. Grazie ad un fascio di atomi, attraverso uno strumento che è nato per studiare la materia, oggi è possibile rileggere intere pagine della nostra storia. Giacobbo ne spiega i segreti e racconta le prospettive future di questa tecnologia così preziosa.

2000 anni fa, mentre il Cristianesimo stava diffondendo il suo credo nei territori dell’Impero Romano, c’era un’altra importante religione, seguita da migliaia di persone, che ora sembra essere stata dimenticata dalla storia. Un culto che veniva da regioni orientali e affondava le sue radici in tempi remoti. I suoi rituali venivano svolti in spazi sotterranei e prevedevano il sacrificio di un toro. Giacobbo va a caccia di indizi nel sottosuolo di Roma, dov’è ancora presente un luogo in cui si venerava Mithra: il mitreo dell’Ara Massima di Ercole. Un sito di eccezionale importanza, che ancora oggi custodisce alcuni segreti di questo antico e misterioso culto.

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Freedom Oltre il confine”


Secondo appuntamento con l’edizione 2021 di «Freedom – Oltre il confine», in onda venerdì 15 gennaio, in prima serata, su Italia 1.

Il programma di Roberto Giacobbo racconta i luoghi più interessanti e sorprendenti del nostro Paese e del mondo. Questa settimana, reportage da Paola e Sotterra, in Calabria; da Frosinone, in Lazio; da Trento e da Roma… 

Freedom entra nel santuario dedicato a San Francesco da Paola, in Calabria, per raccontare la storia del santo cui sono stati attribuiti tanti miracoli e il dono della preveggenza. Il giovane, Francesco nonostante provenisse da una famiglia agiata, scelse presto una vita di privazioni e di solitudine. E considerando che nel 1400 l’età media di una persona fosse assai breve, San Francesco visse per oltre 90 anni: le due cose potrebbero essere collegate? Un recente studio scientifico sembra dimostrarlo: la ripetizione costante di alcune preghiere, come ad esempio l’Ave Maria, porterebbe infatti a una regolazione del respiro e a conseguenze positive sulla pressione e sull’ossigenazione del sangue. È possibile quindi che la preghiera e la meditazione possano allungare la vita? Giacobbo scende anche nei sotterranei di una chiesa del vicino Comune di Sotterra, per scoprire un’immagine della Maddalena davvero sorprendente…

A seguire, le telecamere del programma svelano le stanze e i segreti di uno dei castelli più importanti e meglio conservati in Italia: il Castello di Fumone, a Frosinone, in Lazio. L’edificio, che ha mille anni, è stato un punto di avvistamento, una fortezza per la difesa di Roma e un luogo ricco di storia e di leggende. Qui sono morti un Papa e un anti-Papa e si dice sia accaduto qualcosa di miracoloso. Ma non solo: tra le sue mura è custodita la mummia di un bambino e si dice che il fantasma di sua madre faccia ancora avvertire la sua presenza. 

Al Museo dell’Impossibile si parla di segreti alchimici. Come, ad esempio, la procedura per creare un homunculus, un uomo in miniatura, o di come ottenere oggetti in grado di assorbire ed eliminare ogni veleno.

Che tipo di intelligenza hanno gli animali? Studiare il loro cervello può aiutare non solo a capire alcuni aspetti del comportamento umano, ma anche a realizzare test per la diagnosi precoce di sindromi come l’autismo. Freedom entra nei laboratori CIMeC (Centro Interdipartimentale Mente/Cervello) per filmare dal vivo l’esecuzione di alcuni test: un viaggio ricco di sorprese che mostra i vari aspetti dell’intelligenza animale. 

Per oltre 1600 anni Roma è stata protetta dall’antica cinta muraria progettata dall’Imperatore Aureliano. Solo dopo l’Unità d’Italia, la Capitale del nuovo Regno è stata dotata di un nuovo sistema difensivo, più moderno e più ampio: 15 forti costruiti in corrispondenza delle principali vie di accesso alla città, a formare un perimetro di quasi 40 chilometri. Quei forti – abbandonati dopo soli 40 anni, inglobati dalla città in continua espansione – sono una testimonianza unica di una pagina importante della storia dell’Urbe. Grazie a un permesso speciale, Giacobbo entra in due di questi edifici, oggi custoditi tra le mura di due caserme dell’Esercito, appartenenti dalla Brigata dei Granatieri di Sardegna.

«Freedom – Oltre il confine» è un programma di: Roberto Giacobbo; capo progetto: Irene Bellini; scritto con Valeria Botta, Massimo Fraticelli, Danilo Grossi; regia: Ico Fedeli. Per Mediaset: curatela, Elsie Arfaras; produzione esecutiva, Monica Paroletti.

Redazione

CS_Primo appuntamento con la stagione 20121 di “Freedom Oltre il confine”


Primo appuntamento con la stagione 2021 di «Freedom – Oltre il confine», al via da venerdì 8 gennaioin prima serata, su Italia 1, per otto appuntamenti.

Il programma di Roberto Giacobbo, dopo la pausa festiva, torna a raccontare i luoghi più interessanti e sorprendenti del nostro Paese e del mondo. Questa settimana reportage da Las Vegas, Provenza, Barbagia, Valle del Sele… 

In apertura, la squadra di Freedom vola a Las Vegas, la capitale internazionale del gioco d’azzardo: i suoi enormi hotel-casinò ospitano oltre 40 milioni di turisti e producono un giro d’affari di quasi 10 miliardi di dollari all’anno. Un fiume di denaro che ha attirato molti giocatori e tanti criminali. Giacobbo ripercorre la storia del più grande rapinatore di Las Vegas: un ex-soldato cubano, a cavallo del 2000 fu capace di colpire cinque tra i più famosi casinò. La una vicenda ha ispirato la saga di Ocean’s Thirteen, di Steven  Soderbergh. 

Un altro personaggio che ha ispirato libri, film e artisti di tutto il mondo è Vincent van Gogh: Giacobbo si reca in Provenza, sulle tracce dell’artista pazzo. Ma era veramente così? Per comprendere le sue tormentate vicende, la troupe di Freedom entra nel manicomio dove si era fatto internare e dove ha dipinto molti dei suoi indiscussi capolavori. Cosa accadde nella notte in cui Van Gogh restò mutilato di un orecchio? C’era davvero un patto segreto tra lui e Paul Gauguin? Alcuni sostengono che fu quest’ultimo a colpire il pittore olandese.

Il viaggio prosegue verso la Sardegna, a Tiscali, nel cuore della Barbagia. Si tratta di un luogo unico, sia da un punto di vista naturalistico, che archeologico: all’interno di un’enorme grotta crollata, sulla cima di una montagna, esiste un villaggio di pietra abitato fin dall’età del bronzo. Qui, forse, alcuni abitanti dell’isola hanno resistito per secoli all’invasione romana. È ancora oggi un sito difficile da raggiungere, con molti segreti da rivelare. Freedom ripercorre la storia dell’uomo che per primo, nel 1910, lo ha scoperto e raccontato al mondo.

Proseguono le seguitissime visite al Museo dell’Impossibile: Giacobbo mostra alcuni esemplari di animali straordinari come il Ragno Golia, la Farfalla Gufo e molto altro ancora…

Infine è oltre  il confine l’inchiesta sulla Sindrome di Lazzaro, ovvero la paura di risvegliarsi in una tomba. È stata una delle fobie più diffuse del passato, quando i casi di morte apparente non erano così rari. La patologia ha ancora ragione di esistere? Giacobbo, a Senerchia – splendido borgo della memoria in provincia di Avellino, nella valle del Sele, abbandonato il 23 novembre del 1980, in seguito al terremoto dell’Irpinia -, incontra un uomo che per 16 ore è stato creduto morto e che si è risvegliato al suo funerale. Che cos’è la morte? Quando un individuo può dirsi deceduto? Questa paura è ormai solo un fantasma del passato?

«Freedom – Oltre il confine» è un programma di: Roberto Giacobbo; capo progetto: Irene Bellini; scritto con Valeria Botta, Massimo Fraticelli, Danilo Grossi; regia: Ico Fedeli. Per Mediaset: curatela, Elsie Arfaras; produzione esecutiva, Monica Paroletti.

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Freedom Oltre il confine”


Roberto Giacobbo torna su Italia 1 con un nuovo appuntamento di «Freedom – Oltre il confine», il nono di dodici, in onda venerdì 6 novembre, in prima serata.

Il programma che racconta i luoghi più interessanti, inediti, sorprendenti e curiosi del nostro Paese e del mondo, questa settimana propone reportage da Francia, Italia e Messico.

Giacobbo fa ritorno a Rennes-le-Château per raccontare le ultime scoperte nel paese del Sud della Francia che secondo molti custodirebbe un misterioso tesoro. Cosa rese improvvisamente ricco il parroco del paese, nel settembre del 1891? Gli enormi averi di Roma portati dai barbari in Francia? Il mistico patrimonio dei Catari? O, addirittura, il Santo Graal? C’è chi parla di un antico segreto custodito in una camera nascosta, proprio sotto la chiesa…

Fate, gnomi e folletti sono i protagonisti del terzo appuntamento con il Museo dell’Impossibile: alcuni reperti sembrano confermare l’esistenza di queste piccole creature che da secoli popolano le tradizioni di molti paesi.

Dove e soprattutto, quando è nata la lingua italiana? Le telecamere di Freedom entrano nella Biblioteca Capitolare di Verona, la più antica del mondo tutt’ora funzionante: lì è custodita la prima testimonianza scritta della nostra lingua, un indovinello la cui soluzione viene svelata da Giacobbo…

L’acqua è da sempre sinonimo di vita. E non è un caso che nella ricerca di pianeti abitabili la sua presenza sia il primo elemento da individuare. Oggi sappiamo che molte lune di Giove e di Saturno ne sono ricche, ma chi viaggia nello spazio – gli astronauti diretti alla ISS – deve portarla dalla Terra. Ebbene, quell’acqua così importante per la riuscita delle missioni è prodotta in Italia, a Torino, attraverso un processo di purificazione estremamente sofisticato, che la rende l’acqua potabile più costosa al mondo.

Dal Messico, Freedom verifica cosa ci sia di vero nelle immagini che mostrano oggetti volanti all’interno di un grande vulcano e si chiede cosa mostrino realmente i video che il Pentagono ha rilasciato in via ufficiale con il nome di fenomeni aerei non identificati. E, infine, le telecamere del programma mostrano uno degli indizi più sconcertanti che una civiltà aliena abbia avuto in passato un contatto con il nostro Pianeta: si trova a Firenze, in un dipinto del ‘400, custodito all’interno di Palazzo Vecchio.

«Freedom – Oltre il confine» è un programma di: Roberto Giacobbo; capo progetto: Irene Bellini; scritto con Valeria Botta, Massimo Fraticelli, Danilo Grossi, Marco Zamparelli; regia: Ico Fedeli. Per Mediaset: curatela, Elsie Arfaras; produzione esecutiva, Monica Paroletti.

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Freedom Oltre il confine”


Roberto Giacobbo torna su Italia 1 con un nuovo appuntamento di «Freedom – Oltre il confine», il nono di dodici, in onda venerdì 6 novembre, in prima serata.

Il programma che racconta i luoghi più interessanti, inediti, sorprendenti e curiosi del nostro Paese e del mondo, questa settimana propone reportage da Francia, Italia e Messico.

Giacobbo fa ritorno a Rennes-le-Château per raccontare le ultime scoperte nel paese del Sud della Francia che secondo molti custodirebbe un misterioso tesoro. Cosa rese improvvisamente ricco il parroco del paese, nel settembre del 1891? Gli enormi averi di Roma portati dai barbari in Francia? Il mistico patrimonio dei Catari? O, addirittura, il Santo Graal? C’è chi parla di un antico segreto custodito in una camera nascosta, proprio sotto la chiesa…

Fate, gnomi e folletti sono i protagonisti del terzo appuntamento con il Museo dell’Impossibile: alcuni reperti sembrano confermare l’esistenza di queste piccole creature che da secoli popolano le tradizioni di molti paesi.

Dove e soprattutto, quando è nata la lingua italiana? Le telecamere di Freedom entrano nella Biblioteca Capitolare di Verona, la più antica del mondo tutt’ora funzionante: lì è custodita la prima testimonianza scritta della nostra lingua, un indovinello la cui soluzione viene svelata da Giacobbo…

L’acqua è da sempre sinonimo di vita. E non è un caso che nella ricerca di pianeti abitabili la sua presenza sia il primo elemento da individuare. Oggi sappiamo che molte lune di Giove e di Saturno ne sono ricche, ma chi viaggia nello spazio – gli astronauti diretti alla ISS – deve portarla dalla Terra. Ebbene, quell’acqua così importante per la riuscita delle missioni è prodotta in Italia, a Torino, attraverso un processo di purificazione estremamente sofisticato, che la rende l’acqua potabile più costosa al mondo.

Dal Messico, Freedom verifica cosa ci sia di vero nelle immagini che mostrano oggetti volanti all’interno di un grande vulcano e si chiede cosa mostrino realmente i video che il Pentagono ha rilasciato in via ufficiale con il nome di fenomeni aerei non identificati. E, infine, le telecamere del programma mostrano uno degli indizi più sconcertanti che una civiltà aliena abbia avuto in passato un contatto con il nostro Pianeta: si trova a Firenze, in un dipinto del ‘400, custodito all’interno di Palazzo Vecchio.

«Freedom – Oltre il confine» è un programma di: Roberto Giacobbo; capo progetto: Irene Bellini; scritto con Valeria Botta, Massimo Fraticelli, Danilo Grossi, Marco Zamparelli; regia: Ico Fedeli. Per Mediaset: curatela, Elsie Arfaras; produzione esecutiva, Monica Paroletti.

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Freedom Oltre il confine”


Roberto Giacobbo torna su Italia 1 con un nuovo appuntamento di «Freedom – Oltre il confine», il sesto di dodici, in onda venerdì 16 ottobre, in prima serata.

Il programma che racconta i luoghi più interessanti, inediti, sorprendenti e curiosi del nostro Paese e del mondo, questa settimana propone reportage da: New York; Carlingford, in Irlanda; Monte Urpinu, a Cagliari; Poggioreale e Gibellina, in Sicilia; Monte Sant’Angelo, in Puglia.

La più famosa al mondo e la Statua della Libertà, vero e proprio simbolo degli Stati Uniti d’America. La sua torcia, a oltre 90 metri, visibile da 40 chilometri di distanza, ha accolto generazioni di migranti che sono arrivati a New York in cerca di fortuna. È possibile che dietro il progetto dello scultore francese Frédéric Auguste Bartholdi e dell’ingegner Gustave Eiffel, gli autori della statua, ci siano le idee originali di artisti italiani? Nel nostro paese, infatti, esistono opere più antiche della statua di New York, che potrebbero averne ispirato la realizzazione. Giacobbo documenta queste ipotesi da Liberty Island ed entra all’interno di una colossale statua di rame, sulle rive del Lago Maggiore.

A seguire, Freedom arriva in quella che è considerata la capitale dei folletti: Carlingford, una piccola cittadina situata a 90 chilometri a nord di Dublino, in Irlanda. Qui incontra Kevin Woods, l’ultimo irlandese che parla con questi fantastici abitanti dei boschi. Lo stravagante personaggio permetterà riprese all’interno di tunnel, a suo dire, frequentato dagli elfi e che condurrebbe direttamente alle loro case.

Da isola ad isola, il viaggio prosegue verso la Sardegna, all’interno di un’area che fino a pochi anni fa era off-limits, perché coperta da segreto militare. Le telecamere del programma entrano – in esclusiva – in quello che era il 68° Deposito dell’Aeronautica Militare, costruito all’interno del Monte Urpinu. Qui si nascondeva uno dei più grandi depositi di carburante del Mediterraneo. La rete di fitte gallerie, che si estende per chilometri, è rimasta operativa fino agli anni ’80 del secolo scorso ed è stata definitivamente dismessa nel 2007.

In Sicilia visita in luoghi dove il tempo sembra essersi fermato: due paesi distrutti dal terremoto del Belice del 1968, Poggioreale e Gibellina. Il primo è stato abbandonato, ma è ancora presente nei ricordi dei suoi abitanti. Il secondo è stato trasformato in un’opera d’arte contemporanea, una delle più grandi al mondo: è il Cretto di Burri, un monumento che ricopre la città vecchia come un gigantesco velo di pietra. 

In chiusura, dal Gargano, a Monte Sant’Angelo, dove si trova infatti uno dei più antichi e importanti santuari legati a San Michele. Un santuario che sarebbe collegato ad altri due luoghi di culto, sempre consacrati a Michele e distanti gli uni dagli altri 900 Km: Mont Saint-Michel in Normandia e la Sacra di San Michele in Val di Susa. Chi ha disegnato la linea invisibile che sembra collegarli e che porterebbe alla Terra Santa?

«Freedom – Oltre il confine» è un programma di: Roberto Giacobbo; capo progetto: Irene Bellini; scritto con Valeria Botta, Massimo Fraticelli, Danilo Grossi, Marco Zamparelli; regia: Ico Fedeli. Per Mediaset: curatela, Elsie Arfaras; produzione esecutiva, Monica Paroletti.

Redazione