Italia1

CS_Nuovo appuntamento con “Freedom Oltre il confine”


Roberto Giacobbo torna su Italia 1 con un nuovo appuntamento di «Freedom – Oltre il confine», il nono di dodici, in onda venerdì 6 novembre, in prima serata.

Il programma che racconta i luoghi più interessanti, inediti, sorprendenti e curiosi del nostro Paese e del mondo, questa settimana propone reportage da Francia, Italia e Messico.

Giacobbo fa ritorno a Rennes-le-Château per raccontare le ultime scoperte nel paese del Sud della Francia che secondo molti custodirebbe un misterioso tesoro. Cosa rese improvvisamente ricco il parroco del paese, nel settembre del 1891? Gli enormi averi di Roma portati dai barbari in Francia? Il mistico patrimonio dei Catari? O, addirittura, il Santo Graal? C’è chi parla di un antico segreto custodito in una camera nascosta, proprio sotto la chiesa…

Fate, gnomi e folletti sono i protagonisti del terzo appuntamento con il Museo dell’Impossibile: alcuni reperti sembrano confermare l’esistenza di queste piccole creature che da secoli popolano le tradizioni di molti paesi.

Dove e soprattutto, quando è nata la lingua italiana? Le telecamere di Freedom entrano nella Biblioteca Capitolare di Verona, la più antica del mondo tutt’ora funzionante: lì è custodita la prima testimonianza scritta della nostra lingua, un indovinello la cui soluzione viene svelata da Giacobbo…

L’acqua è da sempre sinonimo di vita. E non è un caso che nella ricerca di pianeti abitabili la sua presenza sia il primo elemento da individuare. Oggi sappiamo che molte lune di Giove e di Saturno ne sono ricche, ma chi viaggia nello spazio – gli astronauti diretti alla ISS – deve portarla dalla Terra. Ebbene, quell’acqua così importante per la riuscita delle missioni è prodotta in Italia, a Torino, attraverso un processo di purificazione estremamente sofisticato, che la rende l’acqua potabile più costosa al mondo.

Dal Messico, Freedom verifica cosa ci sia di vero nelle immagini che mostrano oggetti volanti all’interno di un grande vulcano e si chiede cosa mostrino realmente i video che il Pentagono ha rilasciato in via ufficiale con il nome di fenomeni aerei non identificati. E, infine, le telecamere del programma mostrano uno degli indizi più sconcertanti che una civiltà aliena abbia avuto in passato un contatto con il nostro Pianeta: si trova a Firenze, in un dipinto del ‘400, custodito all’interno di Palazzo Vecchio.

«Freedom – Oltre il confine» è un programma di: Roberto Giacobbo; capo progetto: Irene Bellini; scritto con Valeria Botta, Massimo Fraticelli, Danilo Grossi, Marco Zamparelli; regia: Ico Fedeli. Per Mediaset: curatela, Elsie Arfaras; produzione esecutiva, Monica Paroletti.

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Freedom Oltre il confine”


Roberto Giacobbo torna su Italia 1 con un nuovo appuntamento di «Freedom – Oltre il confine», il nono di dodici, in onda venerdì 6 novembre, in prima serata.

Il programma che racconta i luoghi più interessanti, inediti, sorprendenti e curiosi del nostro Paese e del mondo, questa settimana propone reportage da Francia, Italia e Messico.

Giacobbo fa ritorno a Rennes-le-Château per raccontare le ultime scoperte nel paese del Sud della Francia che secondo molti custodirebbe un misterioso tesoro. Cosa rese improvvisamente ricco il parroco del paese, nel settembre del 1891? Gli enormi averi di Roma portati dai barbari in Francia? Il mistico patrimonio dei Catari? O, addirittura, il Santo Graal? C’è chi parla di un antico segreto custodito in una camera nascosta, proprio sotto la chiesa…

Fate, gnomi e folletti sono i protagonisti del terzo appuntamento con il Museo dell’Impossibile: alcuni reperti sembrano confermare l’esistenza di queste piccole creature che da secoli popolano le tradizioni di molti paesi.

Dove e soprattutto, quando è nata la lingua italiana? Le telecamere di Freedom entrano nella Biblioteca Capitolare di Verona, la più antica del mondo tutt’ora funzionante: lì è custodita la prima testimonianza scritta della nostra lingua, un indovinello la cui soluzione viene svelata da Giacobbo…

L’acqua è da sempre sinonimo di vita. E non è un caso che nella ricerca di pianeti abitabili la sua presenza sia il primo elemento da individuare. Oggi sappiamo che molte lune di Giove e di Saturno ne sono ricche, ma chi viaggia nello spazio – gli astronauti diretti alla ISS – deve portarla dalla Terra. Ebbene, quell’acqua così importante per la riuscita delle missioni è prodotta in Italia, a Torino, attraverso un processo di purificazione estremamente sofisticato, che la rende l’acqua potabile più costosa al mondo.

Dal Messico, Freedom verifica cosa ci sia di vero nelle immagini che mostrano oggetti volanti all’interno di un grande vulcano e si chiede cosa mostrino realmente i video che il Pentagono ha rilasciato in via ufficiale con il nome di fenomeni aerei non identificati. E, infine, le telecamere del programma mostrano uno degli indizi più sconcertanti che una civiltà aliena abbia avuto in passato un contatto con il nostro Pianeta: si trova a Firenze, in un dipinto del ‘400, custodito all’interno di Palazzo Vecchio.

«Freedom – Oltre il confine» è un programma di: Roberto Giacobbo; capo progetto: Irene Bellini; scritto con Valeria Botta, Massimo Fraticelli, Danilo Grossi, Marco Zamparelli; regia: Ico Fedeli. Per Mediaset: curatela, Elsie Arfaras; produzione esecutiva, Monica Paroletti.

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Freedom Oltre il confine”


Roberto Giacobbo torna su Italia 1 con un nuovo appuntamento di «Freedom – Oltre il confine», il sesto di dodici, in onda venerdì 16 ottobre, in prima serata.

Il programma che racconta i luoghi più interessanti, inediti, sorprendenti e curiosi del nostro Paese e del mondo, questa settimana propone reportage da: New York; Carlingford, in Irlanda; Monte Urpinu, a Cagliari; Poggioreale e Gibellina, in Sicilia; Monte Sant’Angelo, in Puglia.

La più famosa al mondo e la Statua della Libertà, vero e proprio simbolo degli Stati Uniti d’America. La sua torcia, a oltre 90 metri, visibile da 40 chilometri di distanza, ha accolto generazioni di migranti che sono arrivati a New York in cerca di fortuna. È possibile che dietro il progetto dello scultore francese Frédéric Auguste Bartholdi e dell’ingegner Gustave Eiffel, gli autori della statua, ci siano le idee originali di artisti italiani? Nel nostro paese, infatti, esistono opere più antiche della statua di New York, che potrebbero averne ispirato la realizzazione. Giacobbo documenta queste ipotesi da Liberty Island ed entra all’interno di una colossale statua di rame, sulle rive del Lago Maggiore.

A seguire, Freedom arriva in quella che è considerata la capitale dei folletti: Carlingford, una piccola cittadina situata a 90 chilometri a nord di Dublino, in Irlanda. Qui incontra Kevin Woods, l’ultimo irlandese che parla con questi fantastici abitanti dei boschi. Lo stravagante personaggio permetterà riprese all’interno di tunnel, a suo dire, frequentato dagli elfi e che condurrebbe direttamente alle loro case.

Da isola ad isola, il viaggio prosegue verso la Sardegna, all’interno di un’area che fino a pochi anni fa era off-limits, perché coperta da segreto militare. Le telecamere del programma entrano – in esclusiva – in quello che era il 68° Deposito dell’Aeronautica Militare, costruito all’interno del Monte Urpinu. Qui si nascondeva uno dei più grandi depositi di carburante del Mediterraneo. La rete di fitte gallerie, che si estende per chilometri, è rimasta operativa fino agli anni ’80 del secolo scorso ed è stata definitivamente dismessa nel 2007.

In Sicilia visita in luoghi dove il tempo sembra essersi fermato: due paesi distrutti dal terremoto del Belice del 1968, Poggioreale e Gibellina. Il primo è stato abbandonato, ma è ancora presente nei ricordi dei suoi abitanti. Il secondo è stato trasformato in un’opera d’arte contemporanea, una delle più grandi al mondo: è il Cretto di Burri, un monumento che ricopre la città vecchia come un gigantesco velo di pietra. 

In chiusura, dal Gargano, a Monte Sant’Angelo, dove si trova infatti uno dei più antichi e importanti santuari legati a San Michele. Un santuario che sarebbe collegato ad altri due luoghi di culto, sempre consacrati a Michele e distanti gli uni dagli altri 900 Km: Mont Saint-Michel in Normandia e la Sacra di San Michele in Val di Susa. Chi ha disegnato la linea invisibile che sembra collegarli e che porterebbe alla Terra Santa?

«Freedom – Oltre il confine» è un programma di: Roberto Giacobbo; capo progetto: Irene Bellini; scritto con Valeria Botta, Massimo Fraticelli, Danilo Grossi, Marco Zamparelli; regia: Ico Fedeli. Per Mediaset: curatela, Elsie Arfaras; produzione esecutiva, Monica Paroletti.

Redazione

Al via “Tiki Taka”: conduce Piero Chiambretti


Lunedì 21 settembre 2020, su Italia 1, in seconda serata, al via l’ottava edizione di “Tiki Taka” con una novità assoluta: la conduzione di Piero Chiambretti. Sarà lui il padrone di casa che porterà il suo talento e la sua ironia al servizio dello “spettacolo” più amato dagli italiani: il calcio.

Riparte la Serie A e torna “Tiki Taka”, il talk show sportivo di Italia 1, curato dalla redazione sportiva coordinata da Alberto Brandi, e diventato ormai un punto di riferimento per gli appassionati di sport e per i tifosi. 

Ospiti d’eccezione della prima puntata l’allenatore del Benevento Filippo Inzaghi e il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero. 

Ma il salotto di “Tiki Taka” si aprirà non solo ai protagonisti del calcio ma anche a tifosi vip e giornalisti non sportivi che prenderanno parte al dibattito sul weekend del campionato, commentando gli avvenimenti con un linguaggio irriverente proprio di chi ama il pallone a prescindere. Non mancheranno gli highlights di tutti i match, la moviola dei casi più scottanti, le news di calciomercato e le riflessioni sui grandi temi calcistici di oggi e di ieri.

Redazione

CS_Roberto Giacobbo e «Freedom – Oltre il confine» debuttano su Italia 1


Sempre più spericolato, avventuroso e inarrestabile, Roberto Giacobbo e il suo avatar “Robbo” debuttano su Italia 1venerdì 11 settembre, in prima serata, con «Freedom – Oltre il confine».
Divulgazione pop realizzata viaggiando sull’imponente Freedom-Track e una carovana di auto, van, furgoni, camper, verso i luoghi più interessanti dell’Italia e del mondo. Un lavoro portato a compimento nella massima sicurezza, tenendo conto delle nuove regole sanitarie, e una ripartenza piena di significati e di rinnovato entusiasmo per la vita e le bellezze del nostro Paese.

Tra gli ingredienti del programma, il gemello digitale di Giacobbo (in grado di raggiungere luoghi virtuali e reali dove le telecamere tradizionali non possono arrivare), personaggi, testimoni dei fatti, domande cui dare una risposta, immagini spettacolari tra Stati Uniti ed Egitto, Irlanda e Francia, con un occhio di riguardo verso l’Italia, raccontata con punti di vista inediti e di grande impatto visivo.

La nuova edizione di «Freedom» offre reportage dai colori sempre più curati e vividi, grazie a tecnologie top di gamma ulteriormente potenziate: macchine da presa con lenti cinematografiche; microcamere; fotocamere leggere; action cam; nove telecamere UHD – con la novità rappresentata da quella montata sul Mini-Freedom-Track -, al lavoro in simultanea con droni di ultimissima generazione, cui si aggiungono uso di AR, scanner 3D, laser, modelli a nuvole di punti.

«Freedom» è uno staff affiatatissimo di 40 elementi, di cui 16 per le riprese in trasferta. Donne e uomini pieni di passione e voglia di fare sempre meglio, pronti a seguire Giacobbo in cunicoli e anfratti, tra permessi speciali e chiavi che aprono spazi inaccessibili ai comuni mortali. O a passare molto tempo di fronte a un computer per finalizzare, colorare e montare ore e ore di filmati. La stessa équipe che, al termine di ogni serata, è protagonista dell’Armaggedon, ovvero una scenografica sequenza in slow-motion che vede presenti tutti gli inviati che hanno lavorato all’episodio.

«Freedom» è anche inclusione grazie alle grafiche Easy Reading, un font ad alta leggibilità per aiutare la lettura dei dislessici (oltre 700 milioni nel mondo), quale forma di attenzione e rispetto verso gli spettatori, in particolare i più giovani che vivono questa peculiarità.

Il Sistema Freedom prevede anche lo spin-off Freedom Magazine (testata a cura di Fivestore, divisione editoriale di Mediaset, il cui prossimo numero esce il 22 settembre) e il volume Storia alternativa del Mondo, in libreria dall’8 settembre per i tipi di Mondadori, dove l’autore traccia la storia dell’uomo dalle piramidi a oggi.

SINOSSI PRIMA PUNTATA
Freedom rende omaggio agli eroi che 19 anni fa, a New York, hanno affrontato l’attacco al World Trade Center. Due, le testimonianze esclusive: una ragazza italiana presente al momento del crollo e il capo dei Vigili del Fuoco di New York, anch’egli di origini italiane. La squadra di Freedom, unica TV europea, ha partecipato a una commovente cerimonia in ricordo dei pompieri caduti nel disperato tentativo di salvare il maggior numero di vite umane.
A Milano ha subito un destino simile a quello dei grattacieli di Manhattan, la torre più alta del Castello Sforzesco: progettata nel ‘400, distrutta un secolo dopo è stata ricostruita nei primi del ‘900. Oggi è chiusa al pubblico, ma grazie a un permesso speciale le telecamere di Freedom mostrano per la prima volta in TV gli interni di questo edificio.
In Egitto, con l’immancabile Zahi Hawass, Giacobbo va alla scoperta di uno dei monumenti più enigmatici del Paese: il Serapeo di Saqqara, una sorta di bunker sotterraneo dell’antichità, dove sono custoditi 24 sarcofagi giganti realizzati con il granito di una cava distante quasi mille chilometri.
Infine, in Sicilia, più precisamente sull’Etna, esistono ben 40 piramidi. Perché? Con il truck di Freedom, Giacobbo sale sull’orlo di uno dei crateri del vulcano più grande d’Europa, alla ricerca della soluzione a questo mistero dimenticato.

«Freedom – Oltre il confine» è un programma di: Roberto Giacobbo; capo progetto: Irene Bellini; scritto con Valeria Botta, Massimo Fraticelli, Danilo Grossi, Marco Zamparelli; regia: Ico Fedeli. Per Mediaset: curatela, Elsie Arfaras; produzione esecutiva, Monica Paroletti.

Redazione

CS_Secondo appuntamento con “RADIONORBA VODAFONE BATTITI LIVE”


Lunedì 3 agosto in prima serata su Italia 1, seconda puntata di “RADIONORBA VODAFONE BATTITI LIVE”, l’unico appuntamento televisivo dell’estate musicale italiana presentato da Alan Palmieri con Elisabetta Gregoraci.

Per questa 18esima edizione il palco di Radionorba, primo a riportare la musica live in televisione, avrà un’unica scenografia, il Castello Aragonese di Otranto, ma la kermesse manterrà la sua forte identità itinerante. 15 esibizioni, infatti, si svolgeranno “on the road” in altrettante location pugliesi: Alberobello, Altamura, Andria, Bari, Brindisi, Castellana Grotte, Foggia, Gallipoli, Lecce, Mesagne, Molfetta, Ostuni, Taranto, Trani e Vieste. Oltre a queste città, che ospiteranno le esibizioni di altrettanti cantanti, saranno coinvolte anche cinque località marittime: Giovinazzo, Manfredonia, Mola di Bari, Monopoli e Porto Cesareo. In ogni puntata l’attrice e webstar Mariasole Pollio darà la possibilità al pubblico che seguirà lo show in spiaggia, di interagire con gli artisti sul palco.

Come sempre, la rassegna accoglierà alcuni dei nomi più importanti della musica italiana e internazionale. Protagonisti della seconda puntata: FedezCaraThe KolorsBaby KAnnalisaFred De PalmaNekBoomdabashAlessandra AmorosoPiero PelùAnnaRocco HuntBugoErmal MetaShadeFrancesco RengaMr Rain.

La regia è affidata a Luigi Antonini.

Redazione

CS_Su Italia 1 tornano “Le Iene Show”


Stasera, martedì 26 maggio, in prima serata su Italia 1 tornano “Le Iene Show“. Al timone di questo nuovo appuntamento con il programma ideato da Davide Parenti le tre iene-conduttrici Nina PalmieriVeronica Ruggeri e Roberta Rei.
Proprio con Veronica Ruggeri, si parlerà di violenza sulle donne in correlazione alla pandemia mondiale ancora in corso. Con il lockdown, i casi di maltrattamenti sono infatti aumentati. E a proposito di coronavirus… Sempre una delle conduttrici – Nina Palmieri in questo caso – racconterà una storia raccapricciante che arriva dalla Sicilia: un giovane 33enne è stato sottoposto a un trattamento sanitario obbligatorio solo per aver negato l’esistenza della pandemia. 

Inoltre, Silvio Schembri invece intervisterà Mario De Michele, il giornalista della provincia di Caserta, ex direttore del quotidiano online “Campanianotizie”, indagato dalla DDA di Napoli per aver sparato contro la sua abitazione lo scorso 4 maggio, fingendo che si trattasse di una intimidazione. 

Non mancherà l’ormai consueto scherzo de “Le Iene”, questa volta “ai danni” di Jo Squillo e tanti altri servizi che faranno sorridere ed emozionare ma, a volte, anche indignarci.

Redazione

CS_Italia 1 omaggia Luis Sepúlveda con il cartoon “la gabbianella e il gatto”


Domani, Venerdì 17 aprile, alle 16.20, Italia 1 ricorda lo scrittore Luis Sepúlveda con il film di animazione “La gabbianella e il gatto”, lungometraggio basato suo celebre romanzo “Storia di una gabbianella e di un gatto che le insegnò a volare”. Il film di Enzo D’Alò vanta un cast di doppiatori d’eccezione, capitanato da Carlo Verdone e Antonio Albanese. La storia racconta di Kengah, un gabbiano avvelenato da una macchia di petrolio nel mare del nord, che riesce ad affidare, in punto di morte, il proprio uovo al gatto Zorba (voce di Carlo Verdone), strappandogli tre promesse: quelle di non mangiare l’uovo, di averne cura finché non si schiuderà e di insegnare a volare al nascituro. La pellicola uscita alla fine del 1998 ha incassato oltre 12 miliardi di lire ed è la pellicola d’animazione italiana di maggior successo al botteghino.

Redazione

CS_A “Le Iene Show” nuova inchiesta sulle ricostruzioni post terremoto in Emilia


Domani, giovedì 5 marzo, in prima serata su Italia 1, appuntamento con “Le Iene Show” condotto dal trio tutto al femminile composto da Veronica Ruggeri, Nina Palmieri e Roberta Rei.

Tra i servizi della puntata:
Alessandro De Giuseppe si occupa della ricostruzione edilizia avvenuta in Emilia dopo il terremoto che colpì la regione nel maggio 2012. L’inviato incontra il Presidente della regione Stefano Bonaccini per provare a fare chiarezza sui soldi pubblici utilizzati, dal momento che, dopo quel dramma, sembrerebbe siano stati in parecchi ad approfittarsi del disastro al fine di ottenere finanziamenti a cui non avrebbero avuto diritto o a cui avrebbero avuto diritto ma per importi decisamente inferiori.

Continua l’inchiesta di Antonino Monteleone sul caso “Strage di Erba”: Azouz Marzouk, marito di Raffaella Castagna e padre del piccolo Youssef, due delle quattro vittime, tornerà sul luogo del delitto.

Vittime dei due scherzi della puntata sono il calciatore Marco Verratti e l’attrice Eva Grimaldi

Il programma può essere seguito in streaming, anche all’estero, su www.iene.it.

Redazione

CS_#ITALIA1 Finale ricca di colpi di scena per “La Pupa e Il Secchione”. Sboccerà l’amore per una delle coppie? Chi vincerà?


Martedì 18 febbraio, in prima serata su Italia 1gran finale per “La Pupa e il Secchione e Viceversa”, il programma prodotto da EndemolShine Italy e condotto da Paolo Ruffini

Sarà una puntata ricca di colpi di scena, all’insegna del superamento di ogni limite: alle coppie sarà chiesto di lasciarsi andare completamente, senza più freni inibitori, e l’affinità che si è creata tra alcuni di loro regalerà forti emozioni. La convivenza di ragazzi appartenenti a due mondi agli antipodi sta, infatti, per terminare. In queste settimane coppie apparentemente senza punti di contatto hanno imparato a condividere ogni cosa. Si sono avvicinati sempre di più, entrando le une nell’universo degli altri, scambiandosi saperi e cultura. Insieme hanno studiato, hanno riso, hanno litigato, si sono abbracciati e hanno manifestato attacchi di gelosia.

Può un programma che nasce come esperimento sociologico portare alla nascita di un amore? E soprattutto, chi vincerà questa nuova edizione? 

Quattro le coppie arrivate in finale: Angelica-MazzoniMarina-MassaStella-Santagati e i “viceversa” Scalzi-Stefano.  Ospiti della serata: Sandra Milo, Maria Monsè, Alessandro Cecchi Paone e Giorgio Mastrota.

Nel corso della puntata, i ragazzi riceveranno in villa la visita dai loro parenti ma, anche in questo ultimo appuntamento, dovranno affrontare diverse sfide. Tra queste, la “Prova Televendita”, che vedrà il ritorno di Giorgio Mastrota e la “Prova Cinema”, con ospite Sandra Milo, che vedrà i ragazzi alle prese sia con l’improvvisazione che con un copione da studiare. E ancora, un’interrogazione a sorpresa, con l’incursione nel cuore della notte della Maestra Flavia. Per valutare la rispettiva conoscenza del partner, i concorrenti dovranno poi compilare un questionario, che porterà alla prova “Su di noi”. Infine, il “Bagno di cultura”, valutato questa settimana da Alessandro Cecchi Paone.

Redazione