JAx

J-Ax lascia l’agenzia fondata con Fedez – Newtopia dopo Rovazzi perde un altro pezzo.


J-Ax lascia l'agenzia fondata con Fedez

Dopo Fabio Rovazzi, Newtopia perde un altro pezzo. Con un comunicato ufficiale, l’etichetta discografica ha annunciato l’uscita di J-Ax e la fine della sua collaborazione musicale e imprenditoriale con Fedez, che oggi rimane l’unico fondatore in carica nell’agenzia. “Dopo aver battuto ogni record di vendite, certificazioni e sold out nei live che li hanno visti protagonisti, da oggi in poi saranno impegnati nei loro progetti singoli“, si legge nel comunicato.

J-Ax celebra i venticinque anni della sua carriera con le cinque date evento al Fabrique di Milano tra il 15 e il 22 ottobre (che seguono la pubblicazione della sua antologia 25 Ax – Il bello di essere J-Ax)Fedez, invece, “tornerà al banco di X Factor, per la sua quinta stagione da giudice“. E in coda al comunicato la notizia più importante: “L’agenzia Newtopia, in base agli accordi raggiunti dai due artisti, proseguirà il suo percorso con Fedez“.

Insomma, nulla è per sempre e dopo il  sodalizio che ha dato vita al progetto Comunisti col Rolex ognuno per la sua strada.

Redazione

Fedez e J-Ax, a San Siro per la finale del sodalizio artistico: “Lo abbiamo riempito più degli U2, siamo ufficialmente sotto shock”


Risultati immagini per sansiro concerto fedez e jax

Fedez J-Ax hanno scelto di dire addio al loro sodalizio artistico il 1 giugno 2018 con un concerto (per la loro prima volta) al San Siro di Milano, tempio della musica pop.  Due ore e mezzo di concerto e una scaletta costituita da una alternanza di canzoni tra le più importanti del loro repertorio, guest star e artisti vari: da Gue Pequeno, (con il quale in passato non se le sono mandate a dire)  a Il Cile, dalla Dark Polo Gang – che ha aperto il concerto – a Stash, da Noemi Levante, da Nina Zilli Malika Ayane, e ancora Grido Sergio Sylvestre.

È un traguardo che ci lascia senza parole – ha spiegato Fedez poco prima, in conferenza stampa  e ancora: ” questa data nasce subito dopo quella di Taormina, dove per scherzo mi sono detto che non ero soddisfatto, così ho chiesto San Siro, stranamente Ax che tende a frenare i miei entusiasmi era d’accordo. Ed eccomi qui“. Gli fa eco  Ax che lo ringrazia pubblicamente: “Con te ho imparato a spostare l’asticella dei miei limiti. A lasciare libere le emozioni. Se siamo qui è grazie a te Fede. Altrimenti forse saremmo ancora all’Alcatraz con 25 date”.

Fedez rappresenta il più giovane artista a calcare quel palco ed entrambi ammettono che questo live  rappresenta anche  una rivalsa, con se stessi e con gli altri: “Si aspettavano che fallissimo, ma tutto il sangue e le cicatrici ci hanno portato fino a qui…“. Tanto che il concerto si apre con un ring, con al centro i combattenti: “Non ci abbiamo creduto fino a quando non vi abbiamo visti davvero“, urlano dal palco visibilmente emozionati: “Ce la stavamo per fare sotto”,  …“un capitolo della vita che ricorderemo per sempre“.

Finale con fuochi d’artificio tricolori, Stadio sold out con 79.500 presenze (numerosissime famiglie e fan di tutte le età),  show a 360 gradi e  numeri da derby: “Lo abbiamo riempito più degli U2, siamo ufficialmente sotto shock“, confessano orgogliosi. di

E sulla possibilità di un’altra reunion rispondono:  “Per ora è un addio, al massimo ci giochiamo la carta della reunion quando finiremo i soldi”.

Redazione

Secondo appuntamento con “Chi ha incastrato Peter Pan?” Tra gli ospiti Fedez & J-Ax


Giovedì 28 settembre, in prima serata su Canale 5, secondo appuntamento con “Chi ha incastrato Peter Pan?” il programma condotto da Paolo Bonolis affiancato dall’ inseparabile Luca Laurenti e prodotto da Endemol Shine Italy, con la collaborazione di Arcobaleno Tre e di Sdl2005.

Ospiti in studio per rispondere alle domande dei bambini: Micaela Ramazzotti, Lino Banfi, il duo rapper Fedez & J-Ax, Suor Paola e Don Dino Pirri.

Anche in questa puntata, non mancheranno le celebri “candid camera”, la challange dal mondo di YouTube – i cui protagonisti questa volta saranno iPantellas – e i tentativi di Luca Laurenti di cimentarsi nel ruolo di mentalista.

Basato su Those crazy Little Ones”  creato da Toni Cruz and Joseph M. Mainat e licenziato da Endemol Shine IP B.V, “Chi ha incastrato Peter Pan?”, è un programma RTI prodotto da Endemol Shine Italy con la collaborazione di Arcobaleno Tre, scritto da Sergio Rubino, Marco Salvati, Nicola Brunialti, Barbara De Simone, Pasquale Fedele, Marco Luci, Federico Moccia e Tiziana Orsini. Il cast dei bambini è a cura di Sdl2005. La scenografia è di Francesca Montinaro, le luci di Massimo Pascucci. La regia è di Roberto Cenci.

FEDEZ annuncia: “A settembre avremo una grande novità io e Ax per voi… E’ una cosa enorme, gigante…È un modo per concludere questo progetto incredibile, un modo per salutarci…


jaxefedez

Fedez e   J-Ax, presto riprenderanno il loro percorso in solitaria. Ad annunciare l’arrivo di “una grande novità” a settembre che concluderà il progetto di coppia attorno al disco Comunisti col Rolex,  lo stesso Fedez in una diretta su Instagram assieme all’inseparabile fidanzata  Chiara Ferragni

Queste le parole di Fedez:

“A settembre avremo una grande novità io e Ax per voi, ci stiamo ca*ando un po’ sotto perché è una cosa enorme, gigante. Non la voglio dire, non siamo ancora sicuri. È un modo per concludere questo progetto incredibile, un modo per salutarci perché probabilmente una volta concluso questo progetto sia io sia Ax spariremo per un anno, un anno e mezzo o due per lavorare ai nostri dischi solisti. Stiamo progettando qualcosa di veramente figo per salutarci. Non usciremo con dei brani per un anno, due. Io voglio prendermi una pausa da tutto il ciclone espositivo”. Poi, una parentesi polemica. Alla domanda: “Fede, perché non torni a fare un paio di canzoni per dimostrare alla scena che ci sai fare?”, lui ha risposto: “A me non me ne frega un c… della scena, io canto perché ho un’urgenza di esprimermi non per rivendicare un’appartenenza o fare a gara a chi pi*cia più lontano”.

Redazione

FEDEZ: lo scherzo “pesante” delle Iene e di J-Ax finisce in… pianto ! GUARDA VIDEO


jaxefedez

Contro il  secondary ticketing, scandalo emerso nei mesi scorsi in seguito a un’inchiesta  de ‘Le Iene’, c’è stata un’alzata di scudi da parte da tanti nomi importanti del panorama musicale italiano tra cui J-Ax e Fedez e proprio a quest’ultimo il suo socio in affari, in tour in questi giorni con lui, ha ben pensato di fare uno scherzo.Con l’aiuto delle Iene, la complicità dell’avvocato del rapper, Christian Magaletti, e del produttore Clemente Zard, a Fedez viene fatto sapere che la Questura ha bloccato decine di migliaia di biglietti perché venduti attraverso il secondary ticketing. Al rapper crolla il mondo: Fedez pensa che i palazzetti riempiti anche in più date, così, resterebbero vuoti. Cerca poi di mettersi in contatto con la mamma, che le fa anche da agente, ma la donna non riesce a tranquillizzarlo. L’avvocato gli spiega che a vendere tutti i biglietti col secondary ticketing è stato proprio Zard e il rapper inizia a disperarsi. La situazione precipita quando Matteo Viviani si palesa nello studio dove Fedez e J-Ax stavano provando. Fornendogli documenti falsi, la ‘Iena’ fa credere a Fedez di aver firmato accordi con Zard per spartirsi i proventi del bagarinaggio online alle spalle di J-Ax. Quando Fedez scopre che J-Ax è la mente dello scherzo  scoppia in un pianto nervoso accompagnato da espressioni colorite

Redazione

 

Fedez &J-Ax : Ven_20Gen uscita nuovo album “Comunisti col Rolex” + video nuovo singolo feat Alessandra Amoroso “Piccole cose”


fedez ale.jpg

In radio dal 20 gennaio stesso giorno d’uscita del nuovo album “Comunisti col Rolex” di J-Ax&Fedez, anche Piccole cose, terza traccia dell’album con la partecipazione di Alessandra Amoroso. Dai propri profili social Fedez annuncia:

20 Gennaio. Nuovo disco + video Piccole cose feat Alessandra Amoroso, Ci abbiamo messo il cuore“.

Nella clip è possibile vedere i numerosi artisti che hanno lavorato con il duo. Oltre a Stash dei The Kolors e a Levante, presenti nel secondo singolo “Assenzio”, e alla già annunciata Alessandra Amoroso, saranno presenti nel disco Sergio Sylvestre, Loredana Bertè, Nek , Giusy Ferreri e Paolo Jannacci.

Redazione

 

J-Ax e Fedez, esce il nuovo singolo ‘Assenzio’ che anticipa l’album a gennaio – Collaborazioni con Stash dei Kolors, Levante e – COPERTINA


assenzio

Ecco le prime immagini del dietro le quinte del videoclip di «Assenzio», il nuovo singolo nato dalla collaborazione di J-Ax e Fedez con Stash dei The Kolors e Levante ma anche Alessandra AmorosoIl brano sarà disponibile dal 18 novembre e anticipa l’uscita dell’album (Sony Music) prevista per gennaio.  Il brano è scritto da J-Ax e Fedez e prodotto da Takagi & Ketra, con cui hanno già collaborato per la hit da cinque dischi di platino “Vorrei Ma Non Posto“. Il video, diretto da Mauro Russo e prodotto da Antonio Giampaolo per Maestro Production, è stato girato a Milano tra City Life, M8 Studios e l’università Iulm, e alla Croce Bianca di Cernusco sul Naviglio (MI) e i due protagonisti, insieme a Stash e Levante, non si incontrano mai, come a sottolineare la difficoltà di comunicazione dei giorni nostri e la tentazione di affogare il proprio disagio in un bicchiere di assenzio…

All’interno dell’album saranno contenute 30 canzoni. Tra gli ospiti Calcutta (che ha partecipato alla scrittura di alcuni brani dell’album), il vincitore dell’ultima edizione di Amici Sergio Sylvestre e Chiara Grispo. J-Ax e Fedez, a partire da marzo 2017, andranno in tour per promuovere l’album, facendo tappa nei principali.

Annunciate le date dei live nei palasport del 2017: il via l’11 marzo da Torino per chiudere il 22 aprile a Pesaro.

Come riportato dal settimanale  Chi tra le collaborazioni anche Alessandra Amoroso.

Redazione

 

Rai 2: J-Ax dice no a ‘The Voice’ e accusa la produzione: “un comportamento poco limpido nei miei confronti …”


jax

La defezione di J-Ax  da ‘The Voice of Italy‘, talent show di Rai2, ora è certa. J-Ax, rapper, Alessandro Aleotti all’anagrafe,  imputa la responsabilità alla societa’ di produzione “un comportamento poco limpido nei miei confronti che ha creato un clima poco rassicurante e spiacevole tanto da pregiudicare la mia partecipazione alla nuova edizione del programma” e  ringrazia “la Rai, il direttore di rete Angelo Teodoli e il capostruttura di Rai2 Fabio Di Iorio che hanno creduto fortemente in me e con i quali ho instaurato un rapporto di reciproca stima e fiducia che ci ha permesso di condividere i contenuti e lavorare in sintonia“.
Immediata la replica di Talpa Italia, produttrice e detentrice di ‘The Voice of Italy’. In una nota a firma di Marco Tombolini e Pasquale Romano e’ detto “Apprendiamo con serenita’ e rispetto la decisione di J-Ax di non rendersi disponibile a partecipare alla prossima edizione di The Voice.
  Al momento, tra l’altro, la sua presenza al programma da parte della produzione non era confermata e questo crea una fortunata convergenza di intenti pur riconoscendo e riconfermando la stima e il valore professionale di J-Ax anche al di la’ della sua performance in ‘Sorci Verdi’, crediamo che The Voice tragga la sua linfa in gran parte dal dinamismo e dalla creativita’ dei coach. Dopo due anni, questo apporto da parte di J-AX non sarebbe stato del tutto scontato.
Certo invece e’ forse lo spirito provocatorio di J-Ax che, come molti artisti che vogliono fare gli indipendenti, i ‘Sorci Verdi’ li fanno vedere solo a reti televisive, produttori e format che hanno garantito loro visibilita’ rispettando le loro doti artistiche. Ci riferiamo anche alle parole poco eleganti e gratuite nei confronti di ‘The Voice’ usate recentemente da Alessandro durante la sua trasmissione. Tuttavia, riteniamo che i cambiamenti siano sempre fruttuosi, e per questo ringraziamo il sig. Aleotti per aver collaborato con noi sia lavorando a ‘The Voice’ sia lasciandolo e per darci, quest’anno, una forte spinta nella direzione del rinnovamento in cui crediamo fortemente”. E quindi – concludono Marco Tombolini e Pasquale Romano – “siamo gia’ al lavoro, i casting sono ripartiti, siamo contenti che l’Italia sia un’ineasuribile fonte di talenti e stiamo investendo energie per una nuova e avvincente edizione”.

Insomma la produzione di The Voice of Italy non ha proprio gradito le sparate del “rapper”.

by Ponyo
.

13/10/2015 – 23:30 – RAI2: SORCI VERDI Ospite Marco Travaglio


Sorci Verdi”, l’irriverente sketch comedy con il rapper J-AX nell’inedito ruolo di conduttore all’americana, cambia collocazione e torna su Rai2 con la seconda puntata martedì 13 ottobre alle 23.30. Ospite della puntata sarà il giornalista Marco Travaglio. In apertura di questo secondo appuntamento, J-Ax, accompagnato al pianoforte da Paolo Jannacci, interpreta “Il bello d’esser brutti”, la canzone che da il titolo al suo ultimo cd. La rap battle della settimana vedrà sfidarsi Matteo Renzi e Beppe Grillo. Augusto Pedari, il ‘disturbatore’ del programma, redigerà un’ironica classifica dei sequestri più bizzarri operati dai Carabinieri.

SCONTRO ALLA FINALE DI “THE VOICE OF ITALY” 2014: SUOR CRISTINA, “UNTA DAL SIGNORE”, VINCE SUL “MALIGNO” … MA CON-VINCE?


the-voice-italia-2014-anticipazioni-battle-squadre-580x389

“Le porte degli inferi non prevarranno” (Vangelo di S. Matteo): sostanzialmente, il confronto “finale” di “The Voice of Italy” (05/06/2014 Rai2), con trionfo del Bene, tanti se lo figuravano così e infatti è andata secondo previsioni. Certo, autori della trasmissione e “coach” si sono adoperati strenuamente per indirizzare la gara verso questo esito, mettendo in atto delle strategie selettive, è avviso di molti, discutibili, sulle quali aleggia il sospetto di “premeditazione”, volte a “spianare la strada” e garantire credibilità alla vittoria della candidata designata, forte di ben 50 milioni di visualizzazioni su You Tube e, presumibilmente, di conseguenza, come in effetti è stato, di un ampio bacino di televotanti e infatti, nessun gusto della sorpresa, i posti occupati in classifica, nella puntata conclusiva, si sono rivelati l’esatta proiezione del numero di “preferenze” che ciascun concorrente contava in tale sito. Poco o nulla da fare per la giovanissima Giorgia Pino, voce “sabbiata” (l’ennesima!), del “team” di Noemi, giunta ultima, nessuno ha pensato, nemmeno per un istante, che “the Voice” potesse essere lei, inutile anche l’atteggiamento stizzito e poco “sportivo” della sua “tutor”, avrebbe potuto mantenere in squadra Gianna Chillà, una delle poche concorrenti, assieme a Daria Biancardi (per Pelù), a meritare veramente il titolo, entrambe “sbranavano” il teleschermo, ma prescindendo – e che non si parli più di pari opportunità concesse (in linea teorica!) da “The Voice” a tutti i partecipanti – dai limiti di età, sarebbero state avversarie in grado di far sfigurare chiunque, fra i loro colleghi, le avesse affrontate; scarse possibilità di avanzamento anche per Tommaso Pini, pupillo di Raffaella Carrà, caruccio, introverso, come ha detto di sé, raffinato e con le sue singolari “atipicità” nel canto, irresistibile invito “vivente” alla scienza perché riveda le proprie posizioni ufficiali sul dimorfismo vocale maschio-femmina.

The Voice 2: le pagelle del secondo Live. Daria Biancardi, la perfezione diventa emozione

Era inevitabile che a tenere banco, nello “scontro finale”, fosse il dualismo, molto manicheo, oltreché apportatore di “audience” – ben 4milioni e 100mila telespettatori – fra “demonio” e “santità”, che ha visto schierato da una parte, nella categoria “rock”, genere tradizionalmente trasgressivo e avvolto in vapori “sulfurei”, Giacomo Voli per “El Diablo” Piero Pelù, in quella contrapposta, per il “rapper” J-Ax, Suor Cristina Scuccia, o meglio, “Sister Ax”, come è stata soprannominata. Peccato che il ragazzo di Correggio abbia sprecato l’occasione di poter offrire una panoramica di prestazioni pienamente persuasive, come invece aveva fatto nell’arco di tutto il suo percorso nel “talent”, forse la scelta dei brani non è stata confacente, certo non avrebbe dovuto sfidare incautamente la sorte con un “Nessun dorma” in chiave “rock” o con uno “Stairway to heaven”, in duetto col suo mentore, anche lui sottotono, pezzo che, specialmente per un non professionista che non conosce tutti i trucchi del mestiere è insidioso come un triplo salto mortale senza rete, purtroppo il regolamento, per ragioni poco sostenibili, gli impediva di riproporre “Impressioni di settembre”, della “Premiata Forneria Marconi”, presentato anteriormente ai “live”, in cui è riuscito, invece, a dispiegare le sue migliori potenzialità e il suo falsetto da brivido, che i suoi sostenitori, sul Web, hanno definito addirittura “spaziale”; come gli altri finalisti, ha cantato l’inedito, nel suo caso scritto da Pelù, “Rimedio”, la stoffa del “rocker”, se vuole, sa tirarla fuori.

 

Suor Cristina, come “fenomeno canoro”, francamente, dà adito a molti interrogativi, certo, ha ricevuto vagonate di televoti, forse naturale effetto del “boom” mediatico di portata persino transoceanica che si è levato intorno a lei, colui che ha contribuito alla sua scoperta, padre Raffaele Giacopuzzi, direttore del “Good News Festival” (fonte: “Funweek”) spergiura (espressione “forte”?) che ha studiato canto, eppure quello che “arriva” di lei è una voce immatura, con un timbro ancora da adolescente, che non sa “amministrare” adeguatamente, imprecisa e tremolante in più di un passaggio, la sorella se la cava soprattutto negli acuti, ma è priva di una sua impronta identificativa e ha “appiattito” più di un motivo che le è stato affidato. Anche lei, nel corso dell’ultima puntata, ha presentato un inedito, “Lungo la riva”, di Neffa, un pò “country” e un pò “folk”, canzoncina da sigla dei cartoni animati, noiosetta, forse adatta a essere cantata sul pullman dai ragazzini di qualche oratorio in gita-pellegrinaggio a Città del Vaticano. Rimane l’incognita del repertorio, effettivamente che soggetti potrebbe mai interpretare Suor Cristina, visto che le sono precluse le esperienze di vita di tutta quell’umanità che fa parte del mondo che palpita al di là del suo “ritiro” e la vasta gamma di sfumature passionali che fanno da corredo agli amori “terreni”?a meno di gettarsi su “Heidi ti sorridono i monti” e affini o di cercare di entrare come “coach” all’Antoniano di Bologna oppure “extrema ratio”, “spogliarsi” (state calmini!) dell’abito talare e intraprendere una carriera d’artista come Dio comanda, ma sarebbe meglio di no, il velo, in fondo, le calza a pennello. Vedremo se Sister Ax “lascerà il tempo che trova”, come ha detto la velenosissima Dolcenera, o se riapparirà ancora all’orizzonte, purchè non si lasci “tentare” (mi scuso!) troppo da una sovrastima e consapevolezza di sé ingiustificate “Ho un dono (ndr alludeva alla voce) e ve lo dono”, ma come, non è proprio lei che dovrebbe essere “umile” (per voto)?impari da certe colleghe cantanti che ne hanno fatto una bandiera … E anche la propaganda di Santa Romana Chiesa “Ho un messaggio da Dio da portare” e altro inserita nel contesto di una trasmissione ultraleggera come “The Voice” appare fuori luogo, di “predicatori” televisivi abbiamo già Celentano, ma lui, almeno, lo sa fare con ironia…

Fede

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: