La7

FABRIZIO CORONA da GILETTI RACCONTA COME E’ STATO LASCIATO DA ASIA ARGENTO


Fabrizio Corona ancora una volta ospite del programma di Massimo Giletti su La7,  Non è l’Arena, smentisce l’esistenza di un “accordo” tra lui e Asia Argento  per fingere il breve fidanzamento  e fa mandare in onda due filmati che mostrano il backstage – decisamente hot – di un servizio fotografico per Chi. Foto che “non sono mai uscite perché dopo quel servizio sono successe due o tre cose che hanno fatto finire la storia e non aveva più senso farle uscire“. “Se avessimo fatto un accordo sarebbero uscite le foto, avremmo finto per altre due settimane e poi avremmo annunciato la rottura”mostrando le foto di backstage mai pubblicate”. 

Poi a chiusura dell’intervista Giletti ha chiesto a Corona come sia stato lasciato e lui tra i serio e il faceto svela il retroscena:

“Penso sia una delle cose più belle che sia mai esistita sulla faccia della Terra”  … “È una roba che ti fa capire la genialità di una persona. Saranno state le sette, le sei e mezza di sera. Lei mi manda un messaggio e mi dice: ‘Addio’. Mi manda un video e mi dice: ‘Ascolta a un minuto e mezzo’. È una canzone di uno che conosceranno i più grandi studiosi della musica italiana… Io di Ciampi conoscevo il Presidente…”.

Così Giletti ha mandato in onda il pezzo in questione che esattamente ad un minuto e mezzo, dopo alcune parole d’amore, si conclude  con un…

Ma vaff…“.

 

Redazione

ASIA ARGENTO E FABRIZIO CORONA coppia a sorpresa|Lʼattrice mercoledì 7 novembre si racconta in tv da Chiambretti| IL COMMENTO DI GILETTI


Asia Argento (archivio) © ANSA

Ci siamo conosciuti per lavoro e quando ci siamo incontrati una chiacchierata di due minuti si è prolungata due ore. Quando parlavamo, senza alcuna barriera, ho colto un dolore che ci accomuna, forse perché entrambi arriviamo da un momento di sofferenza e forte ingiustizia. Spiritualmente ho visto dentro di lui qualcosa di rotto, che poi c’è anche dentro di me e, forse, vedere così la sua anima, mi ha portato ad abbracciarlo e ha fatto nascere una grande empatia“, racconta Asia Argento in un’intervista a ‘Chi’ corredata da un servizio che riprende i due a pranzo insieme. Anche mia madre mi ha detto: “Non fidarti di lui”, però, che cosa devo fare? Ci dipingono come dannati” ma “la nostra è solo rabbia”.

Ho vissuto gli ultimi mesi come un’eremita immersa nel dolore e se oggi ho trovato l’affetto in una persona che si chiama Fabrizio Corona, lasciatemi sognare in pace“.

Asia riguardo alla sua esclusione da “X Factor” commenta: «Dall’esterno è facile pensare “tanto sono ricchi e famosi”, ma io ho perso un lavoro. Mantengo da sola due figli, pago un mutuo, sto vivendo un periodo di insicurezza finanziaria. Non riesco a non pensare che dietro ci sia un “movimento” contro di me che viene da lontano. Sky? Non ce l’ho con loro. Il mio sogno? Lavorare con Maria De Filippi”.

Sulla nuova “liaison” il parere di Massimo Giletti :”Sono due personaggi che divodono: nella loro relazione dovranno trovare la volontà di cambiare perché o si salvano a vicenda o esplodono”Fabrizio:  è un ragazzo intelligente con molte anime, ha una grande forza autodistruttrice, ma anche una straordinaria capacità di rinascere. A volte innesca cortocircuiti pericolosissimi che lo portano a ferire le persone cui vuole bene, ma per questo credo che vada capito anziché giudicato. È un ragazzo che ha bisogno di affetto, ma al tempo stesso lo respinge perché è sempre in fuga da se stesso. Asiaè una donna di grande temperamento che, a volte, si espone a compagnie sbagliate, non capendo che solo in se stessa può trovare la forza di salvarsi. E’ molto coraggiosa, si è messa in gioco denunciando Weinstein e ha messo la faccia di fronte alle accuse di Bennett, è una “pasionaria” che ama salire sulle navi in tempesta e vivere sul filo di lana. Pensa che gli amori banali siano inutili e che le relazioni debbano essere stimolanti, e qui di stimoli mi sembra che ne abbia fin troppi’.

Mercoledì 7 novembre Asia sarà ospite di Piero Chiambretti nel nuovo appuntamento di “#CR4 – La Repubblica delle donne”, in prima serata su Retequattro. L’attrice in un’intervista esclusiva si confesserà raccontando i retroscena dell’inaspettata relazione con Fabrizio Corona. La Argento parlerà quindi apertamente, per la prima volta, di questo nuovo rapporto affettivo, che rappresenta per lei uno spiraglio di serenità. Negli ultimi mesi infatti ha vissuto un periodo di grande travaglio mediatico e personale: dalla partecipazione al Movimento #MeToo fino alle accuse di molestie da parte dell’attore Jimmy Bennett.

Redazione

TV, GILETTI: ORFEO MI HA COSTRETTO AD ANDARE VIA DALLA RAI, FU SCELTA POLITICA


Il conduttore, ospite di  Un Giorno da Pecora Radio1, torna per la prima volta in uno studio Rai dopo la fine de l’Arena: con Cairo rapporto che va oltre la tv, vorrei incontro pubblico con Orfeo, spieghi sue decisioni

M. GILETTI RADIO1 UGDP

E’ la prima volta che torno in uno studio Rai dopo la fine de l’Arena”. A parlare, ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, è Massimo Giletti, conduttore e giornalista, attualmente alla guida di ‘Non è l’Arena’, su La7.

Chi l’ha mandata via dalla Rai? “Mi ha costretto ad andare via il Direttore Generale Orfeo, nella sua libertà assoluta. Poi mi sarebbe piaciuto che si fosse assunto la responsabilità di quel che è successo dopo”.

Ha percepito del rammarico quando gli ha comunicato questa scelta?No, assolutamente”.

Quella di Orfeo fu una scelta editoriale o politica? “Quando chiedi a Giletti di dedicarsi al varietà vuol dire che la scelta è chiaramente politica. Sarebbe interessante fare un incontro pubblico ascoltando le verità – ha proseguito Giletti a Un Giorno da Pecora -, perché il Dg di una tv ha il diritto di scegliere ma dovrebbe anche spiegare perché si allontana uno che fa un programma da 4 milioni col 22% di share. Una spiegazione bisognerebbe darla senza camuffare la scelta con la spiegazione che Giletti non fa il varietà: io sono un giornalista e voglio fare quel che so fare”.

Quando tornerà a fare una trasmissione in Rai?Del doman non v’è certezza…”

giletti cairoAbbandonerebbe mai Cairo, patron di La7?Con lui ho un rapporto personale che va oltre la tv. Ci incontreremo entro la fine dell’anno e vedremo che succederà. Certamente finiremo la stagione, ci mancherebbe, con tutti i successi che abbiamo perché dovrei andare via?

Nel suo contratto c’è qualche clausola che le consente il ritorno in Rai?Ora possiamo svelarlo – ha rivelato a Rai Radio1 Giletti -, c’era un accordo al 30 giugno, una stretta di mano, per cui se avessi voluto tornare in Rai avrei potuto farlo. Ma io penso che la stretta di mano di una persona che ti ha aiutato in un momento complicato abbia un valore più alto, e per questo non mi sono nemmeno posto il problema. Vi assicuro che c’era più di uno a chiamare…

E’ più libero a La7 o quando era alla Rai?Il fatto che io sia stato costretto a scegliere un’altra strada vuol dire che tutta questa libertà in Rai, su di me, alla fine non c’è stata. Basta che cambi un Dg e decide lui quel che succede”.

E’ vero che uno dei motivi del suo allontanamento era che faceva un programma troppo grillina?Il Foglio faceva una campagna sistematica: Grillo e Giletti…”

E’ stato questo il motivo?

Il motivo è che quando tu dai fastidio ad un certo tipo di volontà di non cambiare da parte di chi ha il potere dai trasversalmente fastidio”.

VIDEO / CLICCA QUI PER M. GILETTI A UN GIORNO DA PECORA: https://wetransfer.com/downloads/be5c463e56fec9f81cef20006109fb9d20181019141900/8c801f8c3f5618b2ee3b815da40e65e520181019141900/084443

da Redazione@1giornodapecora

JIMMY BENNETT OSPITE IN ESCLUSIVA MONDIALE A “NON E’ L’ARENA” DI GILETTI SU LA7


Non è l'Arena, Massimo Giletti: 'Jimmy Bennett sforzo per distinguerci. La tv può fare tanto per il Paese'

bennettCome riporta l’Ansa, Jimmy Bennett, l’attore statunitense che ha accusato Asia Argento di violenza sessuale quando era minorenne sarà l’ospite di Massimo Giletti nella prima puntata  di Non è l’Arena, domenica 22 settembre su La7. Durante la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione, Massimo Giletti non si esime dal fornire nuovi particolari sulla puntata in cui ospiterà in esclusiva mondiale  Bennett,  astenendosi invece  volutamente da ogni giudizio finché non lo avrà “incontrato di persona“.

Parlare al telefono con una persona è una cosa, poterlo ascoltare e fargli delle domande guardandolo negli occhi è tutt’altro” dice Giletti  e spiega che Bennett sarà accompagnato dal suo avvocato. A chi chiede se l’intervista andrà in diretta ribatte: “Io sono sempre per fare le dirette ma sono anche convinto che quello che conta è fare le domande e ascoltare le risposte”.

Redazione

 

VINCE IL TITOLO DI MISS ITALIA CARLOTTA MAGGIORANA, la napoletana Fiorenza D’Antonio arriva seconda e Chiara Borghi terza


miss italia

Carlotta Maggiorana (Miss Marche), 26 anni di Cupra Marittima (Ascoli) ma romana d’adozione é Miss Italia 2018. Al secondo posto la campana Fiorenza D’Antonio. Terza classificata la tarquinese Chiara Bordi, la ragazza in concorso a Miss Italia con una protesi alla gamba sinistra in seguito ad un incidente in motorino, ha sfiorato il titolo di Miss Italia.

Carlotta Maggiorana ha occhi e capelli castani, ha 26 anni e vive a Roma da molti anni. Diplomata all’Accademia Nazionale di Danza, ha un background di matrice cinematografica e televisiva che potrebbe esserle utile: Ha recitato nel film “Tree of life”, con Brad Pitt e Sean Penn, in “Un Fantastico via vai” di Leonardo Pieraccioni e nella fiction “Onore e rispetto”; è stata valletta in “Avanti un altro”, “Paperissima” e nel mondiale superbike 2016.

Fiorenza D’Antonio, 21 anni di Napoli, è alta 1.73 mt, ha gli occhi verdi e i capelli biondo rame. Laureata in fashion design, frequenta un master alla social Condenast Academy e si divide tra Milano e la sua città. Da 11 anni pratica contorsionismo aereo, una spettacolare disciplina acrobatica: quando ritorna a casa, le piace appendere i tessuti ad un albero del Virgiliano alto 8 mt da dove si scorge uno straordinario tramonto.

Al terzo posto, invece, è arrivata Chiara Bordi, modella disabile. Chiara porta una   una protesi al piede a causa di un incidente in motorino, 18enne di Tarquinia (Viterbo), nei giorni scorsi aveva subito insulti da una donna sul web, ma anche tanti attestati di stima e solidarietà.

Siete dei deficienti” con queste parole Francesco Facchinetti, che ha condotto la finale in diretta su La7 insieme a Diletta Leotta, si è rivolto agli haters che sui social hanno insultato Chiara Bordi.

La fascia dedicata a Fabrizio Frizzi che ha presentato tante edizioni del concorso è stata vinta da Mara Boccacci: “Per noi Fabrizio rimarrà sempre vivo”, ha detto la Mirigliani.

Redazione

MASSIMO GILETTI SVELA RETROSCENA SU FABRIZIO FRIZZI E LA RAI


 

Risultati immagini per massimo gilettiMassimo Giletti in una lunga intervista al periodico  “In famiglia”  si dice soddisfatto della prima stagione di “Non è l’Arena” su La7, ha parlato del faccia a faccia con Fabrizio Corona  e ha svelato un retroscena su Fabrizio Frizzi:  “la Rai non  lo voleva più ”.

Giletti, 52 anni, racconta alla rivista: “Ho messo da parte la sofferenza per essere stato costretto a scegliere un’altra strada che mi consentisse di continuare a fare il mio lavoro. Amo la Rai e l’amerò sempre. Su La7 sono libero. Cairo è un editore che non ti chiede nulla se non di fare ascolti. E’ importante per chi fa inchieste, come nel mio caso, sapere che deve solo fare il suo lavoro e bene. E’ una garanzia che non tutti possono darti”.

Poi il ricordo di Fabrizio Frizzi: “Siamo cresciuti insieme e per me è stato molto complesso superare quanto accaduto. Era una persona perbene in un mondo dove essere perbene è sempre più difficile. Il nostro rapporto si basava sull’onestà e serietà. Ci siamo confidati nei momenti difficili che anche lui ha vissuto quando la Rai non  lo voleva più. Ci sono situazioni che la gente dimentica, ma io no”.

Redazione

#LA7 “NON E’ L’ARENA”: Massimo Giletti in onda con l’influenza è costretto a interrompere la trasmissione


Massimo Giletti, malore in diretta durante "Non è l'Arena"

Nella puntata di domenica 28 gennaio di  Non è l’Arena su La7, Massimo Giletti è apparso fortemente affaticato ed è stato vittima di un malore che l’ha costretto a interrompere la trasmissione.

Successivamente è stato lo stesso giornalista a  precisarne il motivo.  E’ capitato subito dopo l’intervista al ministro Marianna Madia, il giornalista ha chiesto di sedersi prima di precisare di essere andato in onda con l’influenza e di essere costretto ad interrompere la trasmissione.

Le trasmissioni sono poi continuate con un blocco registrato di Non è l’Arena.

Redazione

“Non è l’Arena”: esordio col botto per Massimo Giletti.


Massimo Giletti,   silurato dalla Rai, tocca l’8,9% di share sfiorando i due milioni di telespettatori un vero e proprio botto, per La7, visti i suoi standard, con lo sbarco di Giletti e il suo “Non è l’Arena” sulla rete di Cairo. Un risultato oltre le aspettative e la rivincita c’è stata eccome, perché i dati dicono che Giletti sia andato ben oltre le sue più rosee aspettative, dichiarate  qualche giorno fa, durante i preparativi per il suo nuovo talk show  doppiando addirittura quel 4% di share che si era prefissato come obiettivo oltre il quale poter esultare,

Redazione

TV, GILETTI: STANOTTE HO DORMITO DUE ORE, DATI? E’ CURIOSO PROPRIO OGGI. ASPETTO…


 

ungiornodapecora2017

Massimo Giletti, giornalista e conduttore, ieri è stato protagonista della prima puntata del suo nuovo show, in onda su La7, dal titolo ‘Non e’ L’Arena’. Come ha vissuto questa prima puntata? Giletti lo ha raccontato ad Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1. Ha dormito stanotte? “Non ho chiuso occhio, ho dormito un paio d’ore e alle 17.30 ero già sveglio”. Certo, perché probabilmente alle 10 si aspettava i dati Auditel..”Sapevo già che non sarebbero arrivati dai…”, ha detto scherzando Giletti a Radio1. “Non è la prima volta che i dati Auditel non escono, ma certo è curioso che proprio in una giornata così particolare non ci siano. Io lavoro e aspetto…”, ha proseguito a Radio1 Giletti. Se lei fosse stato davanti alla tv, avrebbe visto Fabio Fazio o le Iene? “Le Iene”. Ha ricevuto qualche in bocca al lupo che non si aspettava? “Sono arrivati tutti – ha detto Giletti a Un Giorno da Pecora –  qualcuno forse si è dimenticato ma sapete, la domenica magari si fa altro…”Chi le ha scritto? “Carlo Conti, ad esempio, Rita Dalla Chiesa, Fiorello…” Qual è stato il messaggio più inaspettato in assoluto? “Dai vertici Rai mi aspettavo un messaggio, perché la vita cambia ma il rispetto delle persone deve rimanere. Non è arrivato, non importa”. Ieri, per la prima puntata del programma, in studio c’era la sua ex fidanzata Alessandra Moretti. “Credo che nella vita, nei momenti un po’ particolari, ci siano delle persone che vanno al di là dei ruoli”. Gran parte della puntata è stata dedicata alle vicende di Gianfranco Fini e del cognato Tulliani. L’ex presidente della Camera le ha scritto? “Fini va da Vespa e non da me, quindi- ha concluso a Un Giorno da Pecora – si è dato una risposta da solo”.

da Redazione@ungiornodapecora

PARTE “NON E’ L’ARENA” di Massimo Giletti su #LA7 : “Non posso andare contro Fazio, ho un budget che è un quinto del suo programma.


Foto: RAI

Massimo Giletti in conferenza stampa nell’anticipare l’esordio Domenica 12 novembre in prima serata di “Non è l’Arena” sul canale di Cairo #La7, a proposito dell’abbandono della Rai, non senza commozione, confessa : “Non è passata. Non sono più lo stesso, quello che ho vissuto mi ha marchiato […] Non si può dire a uno come me di fare il varietà, perché è innaturale. Io e Milena (Gabanelli ndr) apparteniamo a un altro sistema. Umanamente è stato dolorosissimo; se mi chiedono di fare varietà si distrugge un gruppo di lavoro. Non ho avuto segnali in Rai di quello che stava accadendo. La cosa più brutta è che l’ho letto su TvBlog, non me l’ha detto nessuno“.

Giletti si scontrerà col programma di Fazio su Rai1 Che tempo che fa ma fa notare che  sarà una battaglia impari: “Non posso andare contro Fazio, ho un budget che è un quinto del suo programma, è come parlare di una portaerei contro una scialuppa. Di solito le battaglie si fanno ad armi pari”.

Poi commenta: “La Rai che mi piace è quella che racconta […] Il mio dna è qualcosa di diverso dalla varietà”, motivo per cui ha rifiutato le prime serate al sabato sera su Rai Uno.

Fiorello è stato uno dei primi a schierarsi dalla parte del conduttore quando l’Arena è stata cancellata e sarà infatti uno dei protagonisti di “Non è L’Arena“.

Redazione