l’amica geniale

L’Amica geniale candidata ai Critics Choice Awards tra migliori dramma tv |Cerimonia premi del 13 gennaio|


 © ANSA

– NEW YORK, 10 DIC – Come riporta l’AnsaL’Amica Geniale” (“My Brilliant Friend”) la serie tratta dai romanzi di Elena Ferrante e che racconta la storia d’amicizia tra due bambine (ormai diventate ragazze) ambientata nella Napoli degli anni ’50, e’ tra i finalisti per il miglior dramma in tv dei Critics Choice Awards che saranno assegnati il 13 gennaio sul canale CW.  Le nominations dei premi della Broadcast Film Critics and Television Journalists Associations per il 2019 sono state annunciate oggi.

Insieme a “l’Amica Geniale” per la regia di Saverio Costanzo, concorrono nella categoria Best Drama  anche “The Americans”, “Better Call Saul”, “The Good Fight”, “Homecoming”, “Killing Eve”, “Pose” e “Succession”.

 Domani, martedì 11 dicembre, andranno in onda su Rai1 il quinto ed il sesto episodio, de “L’amica geniale”,  La serie  ha conquistato fin dalla prima puntata l’affetto e il gradimento del pubblico, che l’ha premiata con ottimi risultati d’ascolto in prime time.

 

Redazione
 

LUDOVICA NASTI,CHE NELLA FICTION “L’AMICA GENIALE” impersona Lila: “…Il momento più difficile è stato quando mi hanno tagliato i capelli  perché sono stata calva per tanto tempo…


Ludovica Nasti è l’attrice che interpreta Lila Cerullo nella serie tv L’Amica geniale, in onda su Rai1 per la regia di Saverio Costanzo. Ludovica ha 12 anni e, come rivelato dalla madre Stefania  che l’accompagnava nella trasmissione di Caterina Balivo “Vieni da me”,  seppure giovanissima,  ha alle spalle un esperienza pesante a causa  di una forma di leucemia linfoblastica che l’ha colpita quando aveva cinque anni. Oggi Ludovica sta bene ma fino ai 10 anni  si è sottoposta a  cure mediche, a volte anche dolorose, ma sempre supportata dai genitori e dai fratelli. “Non ho mai menzionato la parola leucemia, l’ho sempre chiamata percorso”, ha precisato la madre Stefania, che ha aggiunto: “Mia figlia mi ha insegnato tanto”.

La piccola attrice è arrivata sul set dell’Amica geniale quasi per caso, ha fatto sette mesi di provini ed è stata scelta tra nove mila candidate. Questo è quello che racconta:  “L’amica geniale è stata la mia prima esperienza sul set. Ho girato per un mese e mezzo tra Napoli e Caserta. Il momento più difficile è stato quando mi hanno tagliato i capelli  perché sono stata calva per tanto tempo e finalmente avevo i capelli lunghi. ”  

Redazione

Oltre 7 milioni di spettatori per “L’Amica Geniale” su Rai1


Straordinario successo ieri in prima serata su Rai1 per la prima puntata de “L’Amica Geniale”, seguita da 7 milioni 92 mila spettatori con uno share di 29.3. Si tratta del programma più visto in tv della nuova stagione televisiva, miglior risultato raggiunto da una fiction in autunno. Gli spettatori unici raggiunti complessivamente sono stati 13 milioni 844 mila, il 23% del Paese, con un picco di ascolti che ha toccato quota 8 milioni 118 mila.

Sono in tutto 8 gli episodi che compongono la Serie televisiva tratta dal bestseller di Elena Ferrante,  che sotto la regia da Saverio Costanzo è fedele al romanzo nella trasposizione dei fatti, dell’ambientazione e dei personaggi particolarmente azzeccati a partire da quelli principali, le due bambine,  interpretate  da Elisa Del Genio (Elena-Linù) e Ludovica Nasti (Raffaella-Lila).

L’Amica geniale in forma televisiva è stata accolta dal pubblico con grande entusiasmo  e sul social l’hashtag è diventato trending topic ancora prima della messa in onda.

Una maxi produzione tv prodotta da Lorenzo Mieli e da Marco Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, HBO Entertainment e TimVision. Ma soprattutto come commenta il direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta :

«Un progetto dalla forte identità italiana  e allo stesso tempo internazionale perché intercetta e valorizza alcuni tra i principali punti di forza della linea editoriale del servizio pubblico: lo sguardo femminile sul racconto, il tema del ruolo della donna nella trasformazione della società, il suo difficile percorso di emancipazione, il diritto all’istruzione, la voglia di affrancarsi da un contesto difficile, la rilettura e la riattualizzazione con sguardo originale della Storia del Paese».

Si tratta, come era immaginabile, di un vero e proprio evento internazionale, soprattutto negli Usa dove il primo episodio è stato trasmesso in anteprima il 18 novembre: la prima puntata, trasmessa in italiano/napoletano sottotitolato in inglese, ha conquistato 242 mila spettatori..