libri

C.S._Niccolò Agliardi in libreria dal 24 ottobre con il romanzo PER UN PO’ (Salani): la storia (vera) di un affido.


 

cid:image001.jpg@01D583FF.A3F74C90

Niccolò Agliardi in libreria con il romanzo PER UN PO’ (Salani):

la storia (vera) di un affido

 

La storia vera di un incontro in un romanzo. L’esperienza potente, difficile,  che trasforma e arricchisce, di un genitore affidatario single, che decide di accogliere in casa un ragazzo dal passato infetto di ingiustizia e dolore, Per un po’.

Che cosa vuol dire essere idonei per questo ruolo a tempo? Che cosa significa essere davvero pronti e presenti per un’altra persona, che porta con sé ferite, diffidenze e differenze?

In un libro onesto, diretto e poetico, Niccolò Agliardi racconta il senso profondo, fra fallimenti e ricompense, aspettative e bisogni, paure e realtà,   di un percorso di crescita e di consapevolezza dei propri limiti. Fare i conti con una paternità possibile, sospesa fra amore e regola, supporto e responsabilità, abbandono e abbraccio.

Tutto questo senza mai sentirsi soli: oltre agli amici di sempre anche quelli nuovi de L’Albero della Vita, che da oltre vent’anni si occupa di affido famigliare.

 

In libreria dal 24 ottobre.

cid:image003.jpg@01D5837D.D84A0D20

Niccolò Agliardi

PER UN PO’

Storia di un amore possibile

romanzo Salani

LA PRESENTAZIONE A MILANO

unnamed (51)

IL LIBRO

 

Federico, diciotto anni, ha un destino ma non una destinazione. Niccolò ha  da poco superato i quaranta e ha deciso di provare a essere lui quella destinazione, scommettendo su una nuova pagina della sua vita. Perché alla fine del corso preparatorio, proprio lui, single e con nemmeno una  convivenza all’orizzonte, è stato dichiarato idoneo per diventare genitore affidatario del ragazzo, che ha alle spalle già diversi tentativi di affido falliti   ed è convinto che Rimini sia la capitale d’Italia perché lì abita la sua mamma. Un giorno di primavera Federico – che diventa subito Fede, poi Ciccio, poi Chicco e infine Johnny – entra per la prima volta nella sua nuova casa.

Non c’è solo un soppalco da sistemare e un adolescente segnato dall’abbandono tra le mura (e nella vita) di Niccolò. Si moltiplicano i piatti da lavare, il disordine, le tre sveglie che suonano all’alba, le ansie. Ma si moltiplicano anche le risate, diastole e sistole di un cuore che aveva una quota di bene da dare, senza sapere a chi.

Per un po’ è la storia commovente, intima, epica di un genitore e un figlio prestati all’affido, per cui non esiste nessun manuale. Nic e Fede sono come pezzi spaiati che provano a combaciare per formare un puzzle a cui mancherà sempre un tassello, ma questo non impedirà al disegno di essere completato e alla storia di essere narrata… almeno per un po’.

Il nuovo romanzo di Niccolò Agliardi è ispirato a una storia vera, la stessa da cui è nata anche la canzone Johnny, singolo e video di lancio della raccolta antologica Resto.

© Laboratorio Studio

 

L’AUTORE

 

Niccolò Agliardi è nato a Milano nel 1974, si è laureato in Lettere moderne con una tesi sui luoghi reali e immaginari nelle canzoni di Francesco De Gregori. Autore e cantautore, ha pubblicato quattro dischi di inediti,  ricevendo numerosi premi e riconoscimenti da pubblico e stampa. Da anni collabora con grandi artisti italiani e internazionali. Ha scritto con Alessandro Cattelan il romanzo Ma la vita è un’altra cosa. È collaboratore alla cattedra di Letteratura italiana presso l’Università degli Studi di Milano e docente di Tecniche di scrittura creativa. È stato direttore artistico e compositore delle canzoni originali per la colonna sonora della serie tv record di ascolti Braccialetti rossi. Conduce programmi in radio e in tv. Con Salani ha già pubblicato Ti devo un ritorno.

UN UOMO, UN RAGAZZO, L’INCONTRO DI DUE GENERAZIONI E DI DUE SOLITUDINI: LA STORIA VERA, INTIMA E COMMOVENTE DI UN AFFIDO.

«Ho 45 anni, abbastanza per aver corso migliaia di chilometri per consumare l’ansia mentre aspettavo qualcuno. Per sapere che ognuno di noi muore e rinasce ben più di una volta, e per conservare in fondo al cuore una piccola ma fortissima speranza: che tutti tornano prima o poi dove si sono sentiti amati».

«Niccolò Agliardi ha l’abilità del giocoliere della parola».

– Panorama

L’ASSOCIAZIONE

Fondazione L’Albero della Vita è impegnata in Italia e nel mondo per dare voce alla vita dei bambini. Per assicurare benessere laddove ci sono povertà e disagio, promuovere diritti e opportunità di sviluppo, sostenere i bambini nel portare miglioramento in tutti i loro contesti di vita. Questo si realizza attraverso servizi per la tutela dei minori in condizioni di disagio, servizi di sostegno alla maternità, sostegno a distanza di bambini nei Paesi in via di sviluppo e campagne di sensibilizzazione sul tema dei diritti dei minori in Italia e nel mondo.

Tra le attività portate avanti dalla Fondazione c’è anche il Progetto Affido. L’affido familiare è un bellissimo gesto d’amore verso i bambini che, a causa di situazioni particolarmente problematiche, sono temporaneamente allontanati dalle loro famiglie d’origine.

Famiglie, o persone singole, che sentono di avere il desiderio di fare  qualcosa di davvero significativo per arricchirsi e mettersi a disposizione, possono accogliere temporaneamente questi bambini e ragazzi in difficoltà, che, come tutti i loro coetanei, hanno diritto di crescere serenamente in un ambiente sicuro e vivere la normalità quotidiana: andare a scuola, sentirsi accolti in una casa, avere qualcuno che li consoli, li supporti e li aiuti a diventare grandi.

Gli psicologi e educatori dell’Albero della Vita mettono a disposizione tutta la loro esperienza e professionalità per garantire informazioni approfondite e corsi di preparazione a tutti quelli che si avvicinano alla scelta dell’affido, per prepararsi e farsi orientare alla soluzione migliore per aiutare un bambino in difficoltà. Una volta che il bambino viene accolto nella famiglia, l’equipe dell’Albero della Vita segue passo per passo l’intero percorso affidatario per dare tutto il supporto necessario alle famiglie e ai bambini.

L’esperienza dell’Albero della Vita testimonia che una famiglia affidataria opportunamente sostenuta si sente accompagnata e orientata nelle difficoltà. Questo rinforza le risorse personali, restituendo quindi  una  maggior probabilità di esito positivo del Progetto.

Redazione

Alberto Angela superstar: Bagno di folla a Napoli al Teatro Augusteo per la presentazione del suo nuovo libro


 

Risultati immagini per ALBERTO ANGELA a napoli
A Napoli, in centinaia in fila al Teatro Augusteo per la presentazione del nuovo libro di Alberto Angela: “Cleopatra, La regina che sfidò Roma e conquistò l’eternità”, edito da HarperCollins – Rai Libri.“

Un vero bagno di folladegno di una vera superstar peril paleontologo, divulgatore  scientifico, giornalista e scrittore che per  l’occasione   ha svelato la vera identità di una delle donne più affascinanti della storia,  lontana dallo stereotipo cinematografico rappresentato da Liz Taylor e rimasto nell’immaginario comune.

Cleopatra non era egiziana, ma greco-macedone. Era piccola di statura, per nulla prosperosa e i tratti del suo viso erano molto lontani dai nostri canoni di bellezza ma “Cleopatra era affascinantissima perché – spiega Angela – era molto intelligente”. E aveva occhi particolarmente espressivi, come attesta la ricostruzione effettuata dal Ris sulla base delle effigi stampate sulle monete e delle statue ritrovate. “

Redazione

 

 

[COMUNICATO STAMPA] Oggi in libreria “FABRIZIO DE ANDRÈ. Sguardi randagi. Le fotografie di GUIDO HARARI” (Rizzoli illustrati)


image003

Fabrizio De André. Sguardi randagi. Le fotografie di Guido Harari

Prefazione di Cristiano De André Postfazione di Dori Ghezzi De André

 cid:image001.jpg@01D474FA.613953E0

A VENTI ANNI DALLA SCOMPARSA, IL RITRATTO DI UN ARTISTA SEMPRE PRESENTE NELLA VITA MUSICALE E CULTURALE ITALIANA, ATTRAVERSO LE EMOZIONANTI FOTOGRAFIE E LE PAROLE DELL’AUTORE

Per quasi vent’anni, Guido Harari è stato uno  dei  fotografi personali di De André, realizzando molte delle sue più conosciute  immagini ufficiali. In  questo  volume il suo archivio si schiude per la prima volta  integralmente, con oltre 300 fotografie che includono  non solo quelle più amate dai fan, ma anche alcune gemme inedite. Sono sguardi randagi, spesso rubati, malgrado l’ufficialità, vincendo la pigrizia o la ritrosia dell’artista. Le fotografie sono accompagnate  dal  racconto di ricordi, aneddoti e dalla “viva voce” di De André estratta dalle interviste realizzate dallo stesso Harari in occasione di due snodi cruciali del percorso dell’artista: la leggendaria tournée con la PFM e l’album Le nuvole. De André racconta la sua dipendenza  dall’alcol, la competizione giovanile col padre e  col fratello Mauro, il rapporto con la moglie Dori Ghezzi e  con i figli Cristiano e Luvi, l’incontro con Fernanda  Pivano e Edgar Lee Masters, l’infanzia ricomprata grazie alla nuova attività di agricoltore in Sardegna, la rivoluzione linguistica e musicale di Creuza de ma, il ritorno al “canto civile” degli ultimi dischi.

Guido Harari (Il Cairo, 1952)  è  fotografo  e  giornalista musicale. Ha firmato copertine  di  dischi  per  artisti  internazionali  e  italiani.  Dopo  la scomparsa  di  De  André,  gli  ha dedicato tre biografie per immagini – E poi, il futuro (Mondadori, 2001), Una goccia di splendore(Rizzoli, 2007) e Fabrizio De André & PFM. Evaporati in una nuvola rock (con Franz Di Cioccio, Chiarelettere, 2008). Ha curato, insieme a  Studio Azzurro, la grande mostra  multimediale  dedicata  all’artista da Palazzo Ducale, a Genova, nel 2008-2009.

Redazione

NADIA TOFFA: “FIORIRE D’INVERNO” IN UN LIBRO LA SUA BATTAGLIA CONTRO IL TUMORE


Fiorire d’inverno è il libro in uscita il 9 di ottobre in cui la Iena Nadia Toffa racconta la sua battaglia contro il tumore: “la sfida più difficile della mia vita” dice. Ad anticiparlo è lei stessa in un lungo post sui social che sta facendo il pieno di like:

“Ecco qui Ragazzi, in questo libro vi spiego come sono riuscita a trasformare quello che tutti considerano una sfiga, il #cancro, in un dono, un’occasione, una opportunità”…

ha scritto la Toffa. Affermazioni che hanno provocato però anche delle polemiche da parte di alcuni haters.

:

View this post on Instagram

Ecco qui Ragazzi, in questo libro vi spiego come sono riuscita a trasformare quello che tutti considerano una sfiga, il #cancro, in un dono, un’occasione, una opportunità. A come riuscire a fiorire d’inverno cioè nel periodo più difficile dell’anno. La stagione più fredda quando tutti dormono, non vivono. Stanno chiusi. Aspettano. E come invece abbia scoperto che questo sia diventato il momento più speciale e unico. Una creatura, questo libro, nata nel periodo più difficile della mia vita eppure vi inonderà di gioia. Lo troverete pieno d’amore. “FIORIRE D’INVERNO.perché non ho mai sospeso la vita per la malattia, per il cancro e nessuno dovrebbe farlo. Ecco come ci sono riuscita io. 💪🏻 E se ci sono riuscita IO……CI può riuscire chiunque. Infatti sorrido ogni giorno di più alla vita. Strano eh?! Inaspettato direi. Aspetto di sapere cosa ne pensate della storia mia vita, raccontata in questo libro in cui c’è tutta la mia intimita’ in cui vi apro il mio cuore ❤️ un abbraccio fortissimo dalla vostra N. #buonagiornataatutti #fiorireD’Inverno #inno AllaVita #nonSospendiamo la vita per colpa del #Cancro non diamogliela vinta 💪🏼 #sorridere sempre perché noi siamo più forti. #trasformare il#cancro in un dono è possibile #💪🏻💪🏻 💪🏻 Sono stata messa alla prova con la sfida più difficile della mia vita. Non si sa chi vincerà. Vivendo lo scoprirò controllo dopo controllo tra qualche anno. Chi ha il cancro sa di cosa parlo. 👍🏻 Aspetto di sapere cosa ne pensate della storia mia vita in un libro in cui c’è tutta. non sospendiamo la vita per colpa del Cancro. non diamogliela vinta 💪🏼 dobbiamo sorridere sempre #buonagiornataatutti

A post shared by nadia toffa (@nadiatoffa) on

Redazione

VALERIO SCANU: GIURO DI DIRE LA VERITA’… – DATE INSTORE TOUR


VALERIO SCANU

 fotoscanu

GIOVEDÌ 15 MARZO  2018  A MILANO Marghera Mondadori Megastore   ore 18

VENERDÌ 16 MARZO  2018 A ROMA Discoteca Laziale ore 16

 LUNEDÌ 19 MARZO 2018 A BOLOGNA Fico Eataly World ore 18

MARTEDÌ 20 MARZO 2018 A CARPI Mondadori Bookstore ore 18

 MERCOLEDÌ 21 MARZO 2018 A VERONA La Feltrinelli ore 18

GIOVEDÌ 22 MARZO 2018 A CARRARA  Mondadori Bookstore ore 18  

LUNEDÌ 26 MARZO A PERUGIA   La Feltrineli ore 18

MARTEDÌ 27 MARZO 2018 A FROSINONE Mondadori Bookstore ore 18  

PRESENTA LA SUA SECONDA BIOGRAFIA 

GIURO DI DIRE LA VERITA DALLA  A ALLA ZIA MARY

  

Giovedì 15 Marzo 2018, parte da Milano l’instore tour di Valerio Scanu per la  presentazione del suo nuovo libro autobiografico Giuro di dire la verità dalla A… alla zia Mary (EdizioniUltra), un libro che  nel passare  in rassegna   le  diverse esperienze vissute nel corso della carriera decennale del cantante, tra successi e delusioni,  sviluppa un racconto consapevole e maturo, diretto  e senza filtri che spazia tra personaggio pubblico e privato, condito di aneddoti e di particolari curiosi  anche inediti.

« Ogni verità passa attraverso tre fasi: prima viene ridicolizzata; poi è violentemente contestata; infine viene accettata come ovvia » 

Per nuove date e aggiornamenti questo il link:  https://www.facebook.com/valerioscanu/

Redazione

   

Valerio Scanu: “Giuro di dire la verità dalla A alla Zia Mary” – Ultra Edizioni – dal 15 marzo in tutte le librerie


fotoscanuGiuro di dire la verità dalla A alla Zia Mary 

di Valerio Scanu

 

 

 

 

 

« Ogni verità passa attraverso tre fasi: prima viene ridicolizzata; poi è violentemente contestata; infine viene accettata come ovvia » 

E’ ufficiale, giovedì 15 marzo 2018 uscirà in tutte le librerie  Giuro di dire la verità dalla A alla Zia Mary  firmato Valerio Scanu che, riga dopo riga, nel passare  in rassegna le  diverse esperienze vissute nel corso della sua carriera, tra successi e delusioni  sviluppa un racconto consapevole e maturo, diretto  e senza filtri che spazia tra personaggio pubblico e privato, condito di aneddoti curiosi e anche inediti.

Redazione

Valerio Scanu presenta la copertina del nuovo libro (Ultra Ed.) in uscita a Marzo 2018


fotoscanu

“Ogni verità passa attraverso tre fasi: prima viene ridicolizzata; poi è violentemente contestata; infine viene accettata come ovvia”

Inizia così, con una citazione di Schopenauer,  l’annuncio che presenta la copertina dell’ultima fatica “letteraria” di Valerio Scanu (la prima uscì nel 2010 dal titolo Quando parlano di me  ndr) e pubblicato sui social in questi giorni. Un copertina di stampo iconico ovvero in grado anche solo dall’immagine di far intuire il contenuto  del libro e che infatti ha ispirato tante  supposizioni tra i fan del cantante, in trepidazione per l’uscita del libro prevista per il mese di marzo 2018 (Ultra Edizioni ndr) e che a noi sembra stia a significare che solo un miracolo potrà salvare una musica morente, abbandonata al suo destino (si presume) dal mainstream italiano rappresentato iconicamente dal “miracolo” stesso e quindi dalla Vergine Maria che però in un estremo atto misericordioso la “riaccoglie” tra le sue ginocchia …

Quello che è certo è che Giuro di dire la verità dalla A alla Z di Zia Mary è un libro autobiografico che racconta episodi noti, meno noti ma anche inediti della vita e della carriera del cantante sardo che “promette” rivelazioni che incuriosiscono e lasciano col fiato sospeso l’aspirante lettore: Sarà una mia biografia con un po’ di retroscena di questi anni di notorietà, il titolo è Dalla A alla zia Mary. Chi vuol capire… Per ora non dico altro“ (cit. V.S.)

 

Redazione

 

FABIO VOLO SI PROPONE A MARIA DE FILIPPI ” …Potrei prendere la nuova generazione e farla leggere”


fabio volo

Fabio Volo dalle pagine di Chi si appella a Maria De Filippi perchè lo inviti ad AmiciNessuno in Italia può convogliare i ragazzi a leggere come faccio io”  poi:Se mi vuoi ci sono (….). Io sono uno di quei ragazzi che hanno avuto la fortuna di avere qualcuno che li ha iniziati, perché tutto dipende da dove parti, da chi ti insegna ad amare i libri. Potrei prendere la nuova generazione e farla leggere”, dice l’attore e scrittore.

Attualmente Fabio Volo è in vetta alle classifiche  di vendita dove domina il suo nuovo libro “Quando tutto inizia“ (ed.Mondadori). Attore e conduttore è attualmente uno degli scrittori più letti in Italia soprattutto dai giovani:“Rileggo cento volte quello che scrivo e ogni volta tolgo qualcosa per alleggerire, uso lo scalpello. Essere semplici è difficile, quando leggo una parola ricercata penso a un gesto di autoerotismo dello scrittore. Ho scelto apposta uno stile in cui mi faccio da parte, non giudico, scatto una fotografia» spiega Volo a Chi. E a chi lo critica, soprattutto sui social, replica: “La verità è che, se pensi di essere bravo in un campo ma non ci arrivi perché c’è già qualcuno che lo fa, il tuo modo per dire che sei diverso è criticare. Chi non legge il mio libro e spende tanto tempo per dirlo è perché gli hanno rubato il tempo per fare quello che voleva fare. Pensi che Valentino Rossi avrebbe il tempo di mettersi ad attaccare qualcuno sui social? Gli haters sono persone a cui qualcuno ha rubato la vita”.

Redazione

Lun13Nov_h.18_PATTY PRAVO accolta da Pino Strabioli_presenta Libro: LA CAMBIO IO LA VITA CHE…


Lunedì 13 Novembre, ore 18.00

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia, 20 – Roma

PATTY PRAVO

13Nov_PATTY PRAVO_Copertina

a colloquio con l’amico PINO STRABIOLI in occasione della pubblicazione de

LA CAMBIO IO LA VITA CHE…

Tutta la mia Storia

Edizioni Einaudi

Lunedì 13 Novembre, a meno di una settimana dall’uscita della sua prima autobiografia (nelle librerie dal 7 Novembre), l’immensa Patty Pravo è accolta sul palco del nuovo Teatro della Capitale “OFF/OFF Theatre”, dall’amico Pino Strabioli, per la presentazione del libro La Cambio Io La Vita Che… (Edizioni Einaudi).

Patty Pravo si confessa in un’autobiografia (la prima in assoluto), che racconterà tutti i risvolti di un’esistenza che non ha eguali, in un viaggio letterario che parte dall’infanzia e da quella Venezia da cui Nicoletta è andata via, alla ricerca di Patty, tra i tanti amori per gli uomini e quello costante per la musica. Nel firmamento della musica, brilla la stella di una delle interpreti italiane più note al mondo, capace di un talento dalle mille forme, in grado di collezionaresuccessi planetari e conquistare poeti come Ezra Pound, artisti come Lucio Fontana, musicisti come Mick Jagger e Jimi Hendrix.

Da quei favolosi anni’60 ad oggi, un viaggio nella storia della donna e dell’artista. Un autoritratto intimo e sincero che svela il misterioso rapporto tra Patty e Nicoletta.

 INGRESSO LIBERO fino ad Esaurimento Posti / Segue Firma Copie

 Redazione

In libreria LA LEGGENDA DELLA GRANDE JUVENTUS nelle pagine di TUTTOSPORT (a cura di Guido Vaciago) per RIZZOLI ILLUSTRATI


COVER bassa La leggenda della grande Juventus

LA LEGGENDA DELLA GRANDE JUVENTUS

Nelle pagine di TuttoSport

LE EMOZIONI, I PROTAGONISTI, LE SFIDE

Un dipinto come quelli che piacevano tanto all’Avvocato. Pennellate di Juve nei quadri di Tuttosport. Da Pinturicchio Del Piero a Sivori, da Charles a Vialli, da Boniperti a Scirea, a Bettega, a Zoff fino ai più recenti. Tutti nel solco dell’unica grande dinastia del calcio italiano che ancora può competere nel mondo. Quattro Agnelli presidenti: Edoardo, Gianni, Umberto, Andrea. Un oceano di ricordi, di campioni, di imprese, di successi. Tutti da esporre come in una galleria d’arte.” Paolo De Paola Direttore Tuttosport Le pagine dei giornali prima raccontano, poi si trasformano in documenti storici. La cronaca mantiene alto il livello delle emozioni nelle ore successive all’evento, ma ripresa in mano dopo mesi, anni o anche decenni diventa un coinvolgente strumento di memoria e un generatore di ricordi. Questo libro è una formidabile macchina del tempo, che permetterà di rivivere tutte le emozioni della Juventus attraverso le pagine del giornale che ne è stato, più di tutti gli altri, il fedele diario di bordo. I ritratti dei campioni, il batticuore delle partite più belle, le figure degli allenatori e molto altro: attraverso la freschezza di una prima pagina, è possibile riscoprire stagioni esaltanti e conoscere meglio epoche ormai entrate nel mito.

Redazione