live

Claudio Baglioni trionfa nella gara di ascolti su #Rai1 con il live all’Arena di Verona che celebra i suoi 50 anni di carriera| #AlCentro trending topic su Twitter|


Claudio Baglioni – Al centro – il concerto trasmesso su Rai1 sabato 15 settembre dall’Arena di Verona per celebrare i 50 anni di carriera del cantante romano  ha incollato al piccolo schermo 3.599.000 spettatori pari a uno share davvero straordinario del 23% trionfando nella gara d’ascolti del sabato sera.

Grande successo anche sui social: con oltre 33mila interazioni è stato il programma più commentato del prime time, #AlCentro al primo posto dei trending topic per tutta la durata dell’evento e il secondo programma più commentato dell’intera giornata. Tra i tanti messaggi di emozioni, ricordi, anche quello di Fiorello che si firma ” il tuo scaldapubblico” e scrive:   “Io ho spostato il televisore Al Centro del salotto”.

Redazione

 

 

 

 

Cristiano De Andrè: la platea è semivuota, interrompe il concerto e fa entrare gratis gli spettatori.


cristiano de andrè

Il prezzo del biglietto è più alto di quello che il cantante si aspetta “Nessun mio concerto costa più di 25 euro”, avrebbe affermato il cantante sul palco, mentre gli organizzatori lo hanno fissato a 35 (38,50 euro in prevendita),  la platea è mezza vuota, e così dal palco “impone” che il pubblico venga fatto entrare gratis. E’ quanto accaduto ieri sera a Ceriale unica tappa ligure del tour “De Andrè canta De Andrè – Best Of”   dedicato alle più grandi canzoni scritte dal padre.

Nella mia Liguria non me lo aspettavo. Vergognatevi”, Cristiano si è esibito in piazza della Vittoria, su alcuni giornali lo spettacolo era stato segnalato come “a ingresso libero” per cui molti spettatori  si sono recati a Ceriale convinti di poter assistere al concerto senza spendere, e quando si sono ritrovati invece di fronte a un biglietto da 35 euro hanno scelto di non entrare rimanendo all’esterno. Da qui il fuori programma davvero inatteso del cantautore, che ha generato non poche polemiche e messo in crisi l’organizzazione.

Davanti ai tanti posti  vuoti in platea (solo un terzo delle sedie era occupato), De André non si è trattenuto ed è partito all’attacco: “In Liguria non mi aspetto di queste cose. Mi dispiace, saluto le duemila persone là fuori… entrate, venite, c’è un sacco di posto qua – è stato l’invito – Mi avevano detto una cosa, poi se la sono rimangiata… purtroppo sono cose vecchie, i vecchi ‘regimi’. Oggi la trasparenza e queste cose qua non funzionano più: non è questione di Salvini o Di Maio ma di persone, di gente che dice una cosa e che in maniera trasparente la fa. Non che prende per il c**o. E’ la legge del più furbo. A un mio concerto in Liguria non me la aspettavo questa cosa, vergognatevi”.

Il pubblico che si era assiepato all’esterno è quindi entrato senza biglietto costringendo gli  organizzatori a rimborsare, all’uscita, coloro che invece il biglietto l’avevano regolarmente pagato. Ora gli organizzatori di Acme 04 intendono prendere provvedimenti:   “Nessuno ha mai dichiarato che fosse a ingresso gratuito, il fatto che fosse a pagamento era anzi ben specificato sia sulle locandine che su Facebook. Per quanto accaduto ieri sera provvederemo a muoverci nelle opportune sedi”. [F.te IVG]

Redazione

Jay Z e Beyoncé: invasione sul palco dell’OTR Tour di Atlanta


Invasione sul palco l’altra sera al concerto di Jay Z e Beyoncé, durante l’OTR Tour di Atlanta. Un fan particolarmente intraprendente si è fatto strada tra la folla,  per salire, con fare apparentemente minaccioso, sul palco dove la coppia aveva appena finito di esibirsi nell’ultima canzone in scaletta e si stava allontanando dal palco. Immediato l’intervento dei ballerini che subito hanno capito cosa stava per succedere, che sono stati poi  raggiunti  dalle guardie della securiy, che hanno fermato il fan impazzito.  

Redazione

 

ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI: il 3 e 4 luglio in concerto a VENEZIA, in Piazza San Marco


ZUCCHERO SUGAR FORNACIARI_Venezia_b (1)

Una delle location più belle del mondo

Uno degli artisti italiani più amati a livello internazionale

PER DUE CONCERTI DESTINATI A RIMANERE NELLA STORIA DELLA MUSICA ITALIANA!

ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI 

3 e 4 LUGLIO 2018

THE BEST LIVE

PIAZZA SAN MARCO – VENEZIA

PER LE UNICHE DUE TAPPE ITALIANE DEL TOUR ESTIVO CHE

LO VEDRÀ PROTAGONISTA DEI PIÙ GRANDI FESTIVAL INTERNAZIONALI

Torna la grande musica anche a Venezia

Il 3 e 4 luglio sarà ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI a incantare il pubblico in Piazza San Marco

Dopo 7 anni di assenza la grande musica pop-rock torna a incantare Piazza San Marco a Venezia: martedì 3 e mercoledì 4 luglio ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI sarà in concerto in una delle piazze più belle del mondo con “The Best Live, per due live che resteranno nella storia della musica leggera italiana. Ad arricchire le serate la presenza di CHERYL PORTER & HALLELUIAH GOSPEL SINGERS e TOMOYASU HOTEI, che hanno già collaborato in passato con Zucchero, e che, anche per quest’occasione unica e irripetibile, saliranno insieme a lui sul palco in qualità di ospiti.

«Venezia, città fatta apposta per l’armonia, per la grazia e per l’arte» così Zucchero descrive una città che ha sempre avuto nel cuore e che lo vede spesso perdersi tra le calli. L’artista ha aderito anche alla campagna #EnjoyRespectVenezia, promossa dal Comune di Venezia per la promozione dei comportamenti virtuosi per tutti gli ospiti e i visitatori.

Con Zucchero sul palco una super band internazionale composta da 12 elementiPOLO JONES (Musical director, bass & backing vocals), KAT DYSON (guitars, dobro, mandolin, bvs & backing vocals), BRIAN AUGER (hammond organ C3),  DOUG PETTIBONE (Pedal Steel Guitar, dobro, lap steel, banjo, guitar & backing vocals), QUEEN CORA COLEMAN (drums & backing vocals), NICOLA PERUCH (keyboards), ADRIANO MOLINARI (drums), MARIO SCHILIRÒ (guitars), ANDREA WHITT (violin, mandolin, pedal steel guitar),  JAMES THOMPSON (sax tenor, sax baritone, flute, harmonica & backing vocals), LAZARO AMAURI OVIEDO DILOUT (trumpet, flugelhorn, french horn) e CARLOS MINOSO (trombone, tuba).

Queste le altre date del Summer Events & Festivals 2018 tour che Zucchero porterà in giro per l’Europa questa estate:

30 giugno – Montreux Jazz Festival – Montreux (Svizzera); 1 luglio – VAZ St. Pölten – St. Pölten (Austria); 3 e 4 luglio – Piazza San Marco – Venezia; 6 luglio – Sigulda Medieval Castle – Sigulda(Lettonia); 8 luglio – British Summer Time Festival (Hyde Park) – Londra (Regno Unito);

10 luglio – The Queen’s Hall – Edimburgo (Regno Unito); 11 luglio – The Glasgow Royal Concert Hall – Glasgow (Regno Unito); 13 luglio – Cornbury Music Festival – The Great Tew Park, Oxfordshire(Regno Unito); 15 luglio – Rivierenweg Weert – Bospop Weert (Paesi Bassi); 17 luglio – Festival Opatija – Zert bb, 51410 Abbazia (Croazia); 21 luglio – Festival Guitare En Scene – Saint Julien En Genevois (Francia); 23 luglio – Ancient Theatre – Plovdiv (Bulgaria); 25 luglio – Ancient Theatre – Ohrid (Macedonia); 27 luglio – Schloss Kapfenburg Festival – Lauchheim (Germania); 28 luglio– Flumserberg Open Air – Flumserberg (Svizzera); 29 luglio – Schlosswiese – Moosburg (Germania).

I biglietti per le due date “The Best Live” in Piazza San Marco, organizzate da F&P Group, sono disponibili su Ticketone e nei punti vendita abituali. Per informazioni: www.fepgroup.it.  Radio Italia è radio partner dei due concerti di Zucchero a Venezia.

È disponibile in tutti i negozi e negli store digitali “WANTED – The Best Collection, un’opera monumentale per celebrare una straordinaria carriera con il meglio di oltre 30 anni di musica, le immagini live dei concerti all’Arena di Verona, un docufilm con immagini di backstage, interviste e contenuti speciali e TRE BRANI INEDITI.

Tra i maggiori interpreti del rock blues in Italia, Zucchero (all’anagrafe Adelmo Fornaciari) nella sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di dischi, di cui 8 milioni con l’album “Oro, incenso & birra”Oltre a essere il primo artista occidentale a essersi esibito al Cremlino dopo la caduta del muro di Berlino, Zucchero è anche l’unico artista italiano ad aver partecipato al Festival di Woodstock nel 1994, al Freddie Mercury Tribute nel 1992 e a tutti gli eventi del 46664 per Nelson Mandela. È, inoltre, uno dei pochi artisti italiani nominato ai Grammy, con Billy Preston ed Eric Clapton come best “R&B Traditional Vocal Collaboration”. Il suo concerto nel dicembre 2012 all’Istituto Superiore di Arte di L’Avana è stato ritenuto il più grande live mai tenuto da un cantante straniero a Cuba sotto embargo. La sua musica si è estesa oltre i confini nazionali grazie anche alle numerose collaborazioni con artisti internazionali del calibro di Bryan Adams, The Blues Brothers, Bono, Jeff Beck, Ray Charles, Eric Clapton, Joe Cocker, Elvis Costello, Miles Davis, Peter Gabriel, John Lee Hooker, B.B. King, Mark Knopfler, Brian May, Luciano Pavarotti, Iggy Pop, Alejandro Sanz, Sting e molti altri.

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] CLAUDIO BAGLIONI: TRIPLICANO le date di BARI e ACIREALE e si aggiunge un NUOVO APPUNTAMENTO a PERUGIA. E a grande richiesta a MARZO 2019 il TOUR riprende da Livorno con l’imperdibile seconda parte di AL CENTRO!


Il 2018 celebra mezzo secolo di storia della musica italiana

CLAUDIO BAGLIONI

Claudio Baglioni_ph Alessandro Dobici_b (2) 

CONTINUA INARRESTABILE IL SUCCESSO

PER IL TOUR

TRIPLICANO LE DATE DI BARI E ACIREALE

SI AGGIUNGE UN NUOVO APPUNTAMENTO A PERUGIA

E a grande richiesta

A MARZO 2019 IL TOUR RIPRENDE DA LIVORNO

CON L’IMPERDIBILE SECONDA PARTE DI AL CENTRO

 

Cresce l’attesa per il tour AL CENTRO che, a partire da ottobre 2018, vedrà CLAUDIO BAGLIONI protagonista nelle principali arene indoor d’Italia, dove grazie al palco al centro il pubblico sarà disposto a 360 gradi.

A conferma dell’affetto e dello straordinario interesse da parte del pubblico per la storia musicale del cantautore, si aggiungono ora 3 nuove date ai live già annunciati: Perugia (30 ottobre), Bari (8 novembre) e Acireale (4 novembre).

E per far fronte alla grande richiesta di biglietti e permettere a tutti di ripercorrere insieme all’artista mezzo secolo di suoi indimenticabili successi, a marzo 2019 CLAUDIO BAGLIONI tornerà nuovamente sul palco con la seconda parte del tour AL CENTRO.

Queste le date della prima parte del tour AL CENTRO (prodotto e organizzato da F&P Group): 16 e 17 ottobre al Nelson Mandela Forum di FIRENZE; 19, 20 e 21 ottobre al Pala Lottomatica di ROMA; 23 e 24 ottobre al Pala Prometeo di ANCONA; 26, 27 e 28 ottobre al Mediolanum Forum di MILANO; 30 ottobre (NUOVA DATA) al Pala Evangelisti di PERUGIA; 2, 3 e 4 novembre (NUOVA DATA) al Pal’Art Hotel di ACIREALE (CT); 6, 7 e 8 novembre (NUOVA DATA) al Pala Florio diBARI; 10 e 11 novembre al Pala Sele di EBOLI (SA); 13 e 14 novembre all’Unipol Arena di BOLOGNA; 16 e 17 novembre alla Kioene Arena di PADOVA; 20 e 21 novembre al Pala George di MONTICHIARI (BS); 23 e 24 novembre al Pala Alpitour di TORINO.

A seguito dell’eccezionale chiamata, a marzo il tour riprende con NUOVI imperdibili APPUNTAMENTI LIVE:

16 marzo al Modigliani Forum di LIVORNO

26 marzo al Palasport di REGGIO CALABRIA

2 aprile a Pala Rubini Alma Arena di TRIESTE

5 aprile al Forest National di BRUXELLES (inizio show ore 20.00 – info: www.gracialive.be)

7 aprile al Hallenstadion di ZURIGO (inizio show ore 19.00 – info: www.abc-production.ch)

9 aprile a RDS Stadium di GENOVA

15 aprile al Palaverde di TREVISO

24 aprile a Nelson Mandela Forum di FIRENZE

I biglietti per le nuove date saranno disponibili in esclusiva in prevendita per gli iscritti al Fan Club dalle ore 11.00 di lunedì 25 giugno. Dalle ore 11.00 di mercoledì 27 giugno, invece, i biglietti saranno disponibili su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di mercoledì 4 luglio nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.fepgroup.it).RTL 102.5 è radio partner dei live.

Prima di essere impegnato con i concerti di AL CENTRO TOUR, CLAUDIO BAGLIONI tornerà sulle scene live con i tre rivoluzionari concerti all’ARENA DI VERONA, venerdì 14 (SOLD OUT), sabato 15 (SOLD OUT) e domenica 16 settembrein cui l’anfiteatro veronese ospiterà, per la prima volta, un concerto con il PALCO AL CENTRO e TUTTI I POSTI DELL’INTERO ANFITEATRO NUMERATI: un triplo rivoluzionario evento di un artista che non smette mai di affascinare e sorprendere con le sue spettacolari “prime volte”.

Per ben tre sere, quindi, uno degli spazi d’arte e per l’arte più belli del mondo, si stringerà intorno a Baglioni, al suo super-gruppo e a una grande compagnia di performer, per una epocale prima volta musicale, artistica e scenografica.

50 anni vissuti in musica, 60 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Sono i numeri essenziali di una carriera unica e irripetibile: quella di CLAUDIO BAGLIONI, musicista, autore, interprete, che, dalla fine degli anni Sessanta a oggi, è riuscito a conquistare una generazione dopo l’altra, grazie a un repertorio pop, melodico e raffinato, nel quale ha saputo fondere canzone d’autore e rock, sonorità internazionali, world music e jazz, rivoluzionando il concetto stesso di performance live – il primo a inaugurare la stagione dei grandi raduni negli stadi e ancora il primo, nel 1996, a “far scomparire il palco” e portare la scena al centro delle Arene più importanti e prestigiose d’Italia – in ambito musicale, sociale e televisivo.

Redazione

WIND SUMMER FESTIVAL: Emma, Irama, J-Ax e Fedez, Ghali, Ermal Meta e tanti altri, ecco i primi nomi degli oltre 60 artisti italiani e internazionali che saliranno sul palco di Piazza del Popolo a Roma dal 22 al 25GIU_


Manca poco al “WIND SUMMER FESTIVAL”, l’imperdibile appuntamento con la musica dell’estate, da domani (22 giugno) a lunedì in Piazza del Popolo a Roma (dalle ore 20.00 – ingresso gratuito) e prossimamente in onda in prima serata su Canale 5. 

ECCO I PRIMI NOMI DEGLI OLTRE 60 ARTISTI

ITALIANI E INTERNAZIONALI  CHE PARTECIPERANNO

 J- Ax & Fedez, Bob Sinclar, Annalisa, Malika Ayane, Bianca Atzei, Autogol, Benji & Fede, Alessio Bernabei, Mario Biondi, Biondo, Boomdabash e Loredana Bertè, Briga, Luca Carboni, Carl Brave e Francesca Michielin, Carmen, Cosmo, CNCO, Dark Polo Gang, Diodato, Dolcenera, Einar,Elodie e Michele Bravi, Emis Killa, Emma, Ermal Meta, Ex OtagoLorenzo Fragola ft. Gazzelle, Fred De Palma, Ghali, Achille Lauro con Cosmo,Le Vibrazioni, Betta Lemme, Maneskin, Alice Merton, Merk & Kremont, Francesca Michielin, Mihail, Fabrizio Moro e Ultimo, Motta, Nesli,Enrico Nigiotti, Noemi, Ofenbach, Lost Frequencies, Irama, Max Pezzali, Negrita, Gue Pequeno, Sofia Reyes, Riki e CNCO, Shade, Lo Stato Sociale ft. Luca Carboni, Takagi & Ketra con Giusy Ferreri, Anna Tatangelo, Thegiornalisti, The Kolors, Thomas, Yeter & Cecilia Krull, Ultimo,Vegas Jones, Le Vibrazioni ft. Jake La Furia, Nina Zilli, gli youtuber Amedeo Preziosi, Riccardo Dose e Simone Pacello…e tanti altri!

CONDUCE

ILARY BLASI

con RUDY ZERBI e DANIELE BATTAGLIA

PER IL RESTO LEGGI (https://wp.me/p2K1pn-sco)

Redazione

 

 

[COMUNICATO STAMPA] STEF BURNS: dopo Vasco, in tour in italia con il power trio che vede il ritorno sul palco del bassista Claudio “Gallo” Golinelli


 

PRENDE IL VIA DA MILANO IL 6 LUGLIO

THE ITALIAN JOB TOUR

con

STEF BURNS-CLAUDIO GOLINELLI-JUAN VAN EMMERLOOT

 

STEF BURNS torna in Italia in estate per alcuni concerti con The Italian Job Tour” ed un power trio  d’eccezione. Il tour partirà da Milano il 6 luglio (Serraglio, Via Gualdo Priorato 5, Milano, ore 22, ingresso €. 20 con tessera Acsi) e toccherà le province di Asti, Bologna, Padova, Latina, Terni, Chieti e Ascoli Piceno.

Già lo scorso anno il chitarrista americano aveva portato The Italian Job Tour con successo in tutta Italia così, dopo il tour con Vasco Rossi, tornerà per riproporre live i grandi classici del rock, con un trio che vedrà il ritorno sul palco, dopo i recenti problemi di salute, del bassista Claudio “Gallo” Golinelli, e con il batterista olandese Juan van Emmerloot.

Cresciuti con Jimi Hendrix, Alice Cooper, Jeff Beck e altri mostri sacri del rock, i tre musicisti promettono di regalare ancora una volta al pubblico uno show energico e divertente, che ripercorre con il loro inconfondibile sound la storia della musica: un viaggio emozionante tra brani rock’n’roll, rockblues e qualche sorpresa.

Questi gli appuntamenti già confermati: 6 luglio Milano, Serraglio; 7 luglio Baldichieri (AT), Piazza Romita; 9 luglio Bologna, Bravo Caffè; 10 luglio Padova, Parco della Musica; 12 luglio Latina, Polo Fieristico; 13 luglio San Venanzo (TR), Villa Faina; 14 luglio Vasto Marina (CH), Rotonda V.le Dalmazia; 15 luglio, San Benedetto (AP), Florenzia.

Per maggiori informazioni e aggiornamenti sul tour visitare la pagina: www.facebook.com/ulivebooking 

L’ultimo album di inediti di Stef Burns è Roots&Wings (etichetta Ultratempo) un disco rock sincero e sentito che lo vede nella triplice veste di autore chitarrista e interprete, disponibile nei migliori negozi in versione digitale, CD e Vinile(Itunes -> https://itunes.apple.com/it/album/roots-wings/id796351493)

Contiene la ballad Home Again, l’ultimo singolo estratto dall’album, il cui videoclip è ambientato nel deserto californiano con suggestive immagini  diretto da Andrea Jako Giacomini. (Youtube -> https://www.youtube.com/watch?v=3dUddbJWxwA)

STEF BURNS è un chitarrista e cantautore californiano, nato a Oakland, nel 1959. La sua carriera è ricca di collaborazioni con numerosi artisti tra i quali  Sheila E, Berlin (quelli di Top Gun), Narada Michael Walden, Michael Bolton, Y&T, Alice Cooper. Nel 1993 inizia una collaborazione con Vasco Rossi, dal 1995 anche per il live, in occasione dell’evento Rock Sotto l’Assedio. Dal 2000 entra a far parte della band Huey Lewis & the News con cui tuttora suona incessantemente negli Stati Uniti ed in giro per il mondo. Da qualche anno Stef Burns ha anche intrapreso una carriera solista ed ha all’attivo quattro album in studio: Swamp TeaBayshore Road (scritto con il chitarrista acustico Peppino D’AgostinoWorld Universe Infinity (e il dvd World Universe Infinity Live) che segna la svolta rock dell’artista ed il recente Roots & Wings, uscito anche nella versione vinile + cd completo con l’aggiunta di 3 bonus tracks(Ultratempo/Self)con il quale si presenta per la prima volta nella triplice veste di autore, chitarrista e interprete.

Redazione

Fedez e J-Ax, a San Siro per la finale del sodalizio artistico: “Lo abbiamo riempito più degli U2, siamo ufficialmente sotto shock”


Risultati immagini per sansiro concerto fedez e jax

Fedez J-Ax hanno scelto di dire addio al loro sodalizio artistico il 1 giugno 2018 con un concerto (per la loro prima volta) al San Siro di Milano, tempio della musica pop.  Due ore e mezzo di concerto e una scaletta costituita da una alternanza di canzoni tra le più importanti del loro repertorio, guest star e artisti vari: da Gue Pequeno, (con il quale in passato non se le sono mandate a dire)  a Il Cile, dalla Dark Polo Gang – che ha aperto il concerto – a Stash, da Noemi Levante, da Nina Zilli Malika Ayane, e ancora Grido Sergio Sylvestre.

È un traguardo che ci lascia senza parole – ha spiegato Fedez poco prima, in conferenza stampa  e ancora: ” questa data nasce subito dopo quella di Taormina, dove per scherzo mi sono detto che non ero soddisfatto, così ho chiesto San Siro, stranamente Ax che tende a frenare i miei entusiasmi era d’accordo. Ed eccomi qui“. Gli fa eco  Ax che lo ringrazia pubblicamente: “Con te ho imparato a spostare l’asticella dei miei limiti. A lasciare libere le emozioni. Se siamo qui è grazie a te Fede. Altrimenti forse saremmo ancora all’Alcatraz con 25 date”.

Fedez rappresenta il più giovane artista a calcare quel palco ed entrambi ammettono che questo live  rappresenta anche  una rivalsa, con se stessi e con gli altri: “Si aspettavano che fallissimo, ma tutto il sangue e le cicatrici ci hanno portato fino a qui…“. Tanto che il concerto si apre con un ring, con al centro i combattenti: “Non ci abbiamo creduto fino a quando non vi abbiamo visti davvero“, urlano dal palco visibilmente emozionati: “Ce la stavamo per fare sotto”,  …“un capitolo della vita che ricorderemo per sempre“.

Finale con fuochi d’artificio tricolori, Stadio sold out con 79.500 presenze (numerosissime famiglie e fan di tutte le età),  show a 360 gradi e  numeri da derby: “Lo abbiamo riempito più degli U2, siamo ufficialmente sotto shock“, confessano orgogliosi. di

E sulla possibilità di un’altra reunion rispondono:  “Per ora è un addio, al massimo ci giochiamo la carta della reunion quando finiremo i soldi”.

Redazione

ERMAL META: FOLLA OCEANICA AL CONCERTO DI TIRANA – VIDEO


 Tirana, a Ermal Meta le chiavi della città

Ermal Meta ha ricevuto dal sindaco di Tirana, Erion Veliaj, le chiavi della città nel corso di una cerimonia che si è svolta, venerdì 1° giugno. Il cantante che è nativo di Fier una città che dista 100 km dalla capitale,è stato inoltre invitato ad esibirsi la stessa sera in concerto nella piazza Scanderbeg, la principale di Tirana, in occasione della Festa della Repubblica Italiana in Albania.

Una folla oceanica ha gremito la piazza e ovviamente non mancavano gli ormai famosi lupi, gli attivissimi e fedelissimi fan di Ermal sempre pronti a fargli sentire il calore del loro affetto ovunque si esibisca.

 

Redazione

Da Ozzy ai Guns, Firenze a tutto rock Attese 200 mila persone dal 14 al 17 giugno


 

Ozzy Osbourne © ANSA

Il ‘Principe dell’Oscurità’, al secolo Ozzy Osbourne, sarà a Firenze il 17 giugno nell’unica tappa italiana per il 2018 del suo tour d’addio ai palcoscenici di tutto il mondo. Ed anche i Foo Fighters dell’ex Nirvana Dave Grohl, in questo caso il 14 giugno, concederanno al capoluogo toscano il solo concerto messo in cantiere nella penisola; lo stesso, il giorno dopo, faranno i Guns n”Roses, guidati da Axl Rose nel loro apparentemente infinito Not in this lifetime tour. E’ praticamente una ‘overdose’ di super esclusive quella che caratterizza quest’anno la seconda edizione del Firenze Rocks, festival in programma all’arena del Visarno dal 14 al 17 del mese prossimo; tanto da far definire durante la presentazione al sindaco Dario Nardella (senza rischiare l’esagerazione) “Firenze capitale del rock”.

Anche perché il frontman dei Black Sabbath, l’ex compagno di Kurt Cobain e le Pistole di Los Angeles non saranno gli unici mostri sacri a far parte della scaletta del festival: sabato 16 giugno saliranno sul palco gli incendiari Iron Maiden, preceduti dagli Helloween e dal gruppo solista del cantante dei Korn, Jonathan Davis. A fare compagnia ad Ozzy, la sera successiva, sarà un’altra accoppiata di eroi del rock duro: i leggendari Judas Priest e gli Avenged Sevenfold. Volbeat e Baroness, altri due nomi di peso, avranno il compito, il 15 sera, di scaldare la scena per Axl & Co.

Dunque di sicuro il metallo, tra poco più di due settimane, non mancherà a Firenze. E l’obiettivo dei produttori della manifestazione, Live Nation e Nozze di figaro, è di incrementare le presenze rispetto al già lusinghiero risultato dell’anno scorso, quando, a fronte di tre giorni di concerti, con Aerosmith, Eddie Vedder, System of a Down, Placebo e Prophets of Rage (nuova incarnazione senza Zack de la Rocha dei Rage against the machine), ci furono oltre 140 mila spettatori.  [ANSA]