Lorella Boccia

CS_Made in Sud


Maurizio Casagrande fa coppia con Lorella Boccia e Clementino

(none)

E’ tutto pronto per un nuovo appuntamento con “Made in Sud” lo show comico di Rai 2 che lunedì 16 maggio alle 21.20 andrà in diretta dall’Auditorium Rai di Napoli con il ritorno sul palcoscenico della coppia di conduttori Lorella Boccia e Clementino e la partecipazione straordinaria di Maurizio Casagrande. Divertimento assicurato con i tantissimi comici del programma come: Simone Schettino, Nello Iorio, Ciro Giustiniani, Mariano Bruno, i Gemelli di Guidonia, la coppia formata da Enzo Iuppariello e Monica Lima, alias gli Arteteca alle prese con le loro vicissitudini amorose e familiari; il trio dei Gemelli di Guidonia; i giovanissimi artisti della crew “After 19”, Pasquale Palma, l’insolita “famiglia” formata da Ciro Ceruti con Serena Caputo e Antonio D’Ausilio, Mino Abbacuccio, le Sex and Sud , Alessandro Bolide, i Radio Rocket, Matranga e Minafò per il momento dedicato alla Sicilia e tantissimi altri. Torna sul palco di Made in Sud anche l’amatissimo monologhista Paolo Caiazzo. Emozioni in musica non mancheranno grazie al duo formato da Livio Cori e Mavi. La sigla e le musiche del programma sono firmate dal dj e compositore Frank Carpentieri. 

Redazione

CS_”Made in Sud” terzo appuntamento


Conducono Lorella Boccia e Clementino con la partecipazione straordinaria di Maurizio Casagrande

(none)

In diretta dall’Auditorium Rai di Napoli, torna lunedì 2 maggio alle 21.20 su Rai 2, “Made in Sud”, lo show comico condotto da Lorella Boccia e Clementino, con la partecipazione straordinaria di Maurizio Casagrande. Sul palco tornano Paolo Caiazzo e Uccio De Santis, quest’ultimo accompagnato da Umberto Sardella e Antonella Genga. 
Oltre 45 gli artisti che si avvicenderanno sul palcoscenico per portare al pubblico tre ore di spensieratezza: gli Arteteca alle prese con le loro vicissitudini di coppia e famigliari; il trio dei Gemelli di Guidonia; i monologhisti Simone Schettino con le sue riflessioni sull’attualità, Ciro Giustiniani e Maurizio Battista. E ancora: Mino Abbacuccio con il personaggio Ciruzzo e Mariano Bruno col tormentone “Totore t’ ‘o truove“.  Spazio poi al trio Caputo – Ceruti – D’Ausilio che portano in scena spaccati di vita quotidiana con divertenti sketch e il duo formato da Pasquale Palma e Gennaro Scarpato con il tormentone “Otakkiò & Otammé”.
Emozioni in musica non mancheranno nel corso della puntata grazie al duo inedito formato da Livio Cori e Mavi.
La sigla e le musiche del programma sono firmate dal dj e compositore Frank Carpentieri.

redazione

CS_”Made in Sud”


Maurizio Casagrande ospite della prima puntata

(none)

Torna per la 10° edizione su Rai2  con la nuova coppia di conduttori Lorella Boccia e Clementino e un cast di oltre 45 artisti che si alterneranno sul palco nel corso delle 8 puntate.

“Made in Sud”, il fortunato show comico torna, in diretta dall’Auditorium Rai di Napoli per otto appuntamenti in prima serata, a partire dal 18 aprile e festeggia i suoi primi 10 anni su Rai2 con un’importante novità: la nuova coppia di conduttori, Lorella Boccia e Clementino. 
La formula ritmata e allegra fatta di comicità, risate, musica e divertimento, vedrà alternarsi sul palco comici confermatissimi, come gli Arteteca, Simone Schettino, Mino Abbacuccio, Ciro Giustiniani, Nello Iorio, Mariano Bruno, Enzo e Sal, Matranga e Minafò, Francesco Cicchella e i Gemelli di Guidonia, vincitori dell’ultima edizione di Tale e Quale Show. Il trio arricchirà le puntate con sorprendenti gag musicali. Torneranno personaggi molto amati come Alessandro Bolide e Pasquale Palma, ed entreranno in squadra nuovi comici da scoprire insieme, puntata dopo puntata. Oltre 45 gli artisti che si avvicenderanno sul palco nel corso dell’edizione.
Tra le tante novità anche il ciclone romano Maurizio Battista e la presenza nel cast, per momenti musicali, del rapper napoletano Livio Cori che nel corso delle puntate duetterà con Mavi. Nella prima puntata prevista la partecipazione straordinaria di Maurizio Casagrande.
La sigla e le musiche del programma sono firmate dal dj e compositore Frank Carpentieri, le coreografie sono di Fabrizio Mainini. 
La scenografia di Cappellini e Licheri è ispirata alle città bianche del Sud e richiama una piazza piena di luce e di allegria. Il colore sarà dato dagli interni delle case, dalle carte da parati colorate che si scorgeranno dalle finestre e dai balconi.  I muri bianchi saranno illuminati e dipinti dalle luci, a seconda delle atmosfere che saranno raccontate nei vari momenti della trasmissione.
“Made in Sud” è un programma prodotto da Rai2 in collaborazione con Tunnel produzioni ideato da Nando Mormone e Paolo Mariconda. Autori del programma: Nando Mormone, Paolo Mariconda, Marco Terenzi, Ciro Ceruti, Gianluca Belardi, Palmerino Abbacuccio e Sergio Colabona. Collaboratori ai testi: Angelo Venezia, Rosario Toscano, Francesco Burzo, Guglielmo Iezzi e Gennaro Scarpato. Produttore esecutivo Rai: Paola Maggioli. Direttore della fotografia: Sandro Carotenuto. Produttore esecutivo Tunnel: Fabio Tassan Pagnochet. La regia è di Sergio Colabona. 
Dal 18 aprile in prima serata su Rai 2.

Redazione

MARIA DE FILIPPI, I CONCORRENTI, I COLLABORATORI E IL PUBBLICO: “SIAMO UNA GRANDE FAMIGLIA ALLARGATA (E FELICE)”


maria-default

“In epoca di crisi di valori e tracollo e disgregazione dei nuclei familiari, il servizio pubblicato da “Nuovo” (n. 40 10/10/2013 pag, 28), in cui si afferma che le parole d’ordine di Maria De Filippi sono “amicizia” e “famiglia” e si evidenzia il “lato umano”, da lei privilegiato in qualsiasi rapporto con collaboratori, pubblico e concorrenti, in apparenza suona fin dal titolo (ndr è questo: “Qual’è il segreto del successo di Maria?Ricordare che gli amici sono una famiglia”) come un autentico “balsamo” ecc. ecc.” per lo spirito, tanto da lasciare increduli. La “signora della tv che conta” viene descritta, nel prosieguo, come, anticonformisticamente, insofferente allo “star system”, con un popolo di “fedelissimi” che vanno dalla massaia, alle ragazzine, al benzinaio che la considerano, si dice “un’amica di famiglia” e così le si rivolgono per strada, ma non finisce qui, infatti anche nella professione, si sostiene, è lo stesso, “ama circondarsi di persone care”, come il ballerino Kledi Kadiu, da lei lanciato a suo tempo, che ha nuovamente bussato alla sua porta ed è stato benignamente riaccolto in seno all’accademia di “Amici”, dove tornerà in veste di insegnante a partire dal23 novembre e c’è poi Luca Zanforlin, storico autore del programma, che dopo una parentesi lavorativa in Spagna, si appresta a riprendere il posto che gli spetta nel “cast” fisso della conduttrice e anche voci insistenti di loro passati dissapori a quanto pare sono state del tutto fugate, ma avevano già indotto la De Filippi a scendere sul piede di guerra, con tanto di proverbiale sfuriata in diretta “Ci sono i malpensanti. Io non li sopporto. Con Luca lavoro da 12 anni, gli voglio un bene dell’anima”, come si suol dire “Omnia vincit amor” (da Wikipedia: P.V. Marone “Bucoliche”). Ma dalla sua, la “signora del sabato sera” ha altre sue “creature”, un coro unanime e ossequiente, alle quali, a ogni suo passaggio (televisivo) “Ogne lingua devien tremando muta e gli occhi non l’ardiscon di guardare” (ndr Dante Alighieri: “Vita Nova”), eccovi di seguito alcune “chicche”: Giuseppe Giofré, ballerino “Straordinaria … ha visto che piangevo (ah, ma è diventato un vizio ad –Amici-!), si è avvicinata e mi ha abbracciato forte … ho sentito l’abbraccio di mia madre”, Luca Napolitano, cantante “Con i giovani allievi lei si comporta da mamma …”, Leon Cino, ballerino “L’esperienza nella scuola è stata una delle più importanti che io abbia fatto nella vita …”, Anbeta Toromani, ballerina “Le sarò sempre grata perché è stata la prima a offrirmi una seria opportunità”, Lorella Boccia, ballerina “Non finirò mai di dire grazie alla De Filippi. E’una donna speciale”. Ma non è solo idillio e clima da “happy family”, purtroppo esiste anche il rovescio della medaglia, quello che, essendo scomodo e poco esaltante, si tende sempre a respingere o minimizzare, infatti, al di là di un ristretto manipolo di “miracolati” da Maria, esiste, per contro, un esercito incalcolabile di suoi ex-concorrenti che vanno “raminghi e ignudi” per il mondo e non hanno mancato di esprimere le loro rimostranze (fonti: “Televisionando” 30/08/13, che cita anche “Leggo” 2009), tra di loro Toni Propato aspirante cantante della quarta edizione (2004): “Dopo l’esperienza di –Amici- Maria purtroppo non è più a disposizione dei ragazzi – ha detto senza mezzi termini –. È praticamente impossibile riuscire a contattarla. In modo abbastanza brutto si può parlare di rapporto usa e getta”, Luca Dono invece è riuscito a incidere un singolo, prodotto nientemeno che da Eros Ramazzotti, anche lui ha provato a contattare la redazione di “Amici” per proporre delle sue canzoni inedite, ma non ha ricevuto risposta e non è andata diversamente per la cantante Imma Allozzi, che abbandonò volontariamente il programma “Amici è stata un’esperienza forte che mi ha segnato con tanta cattiveria e rabbia… Mi sono sentita ferita; una pedina in un nuovo corso della trasmissione che non mi piaceva più.“ e il cantante Dennis Fantina, allievo del precursore (sempre defilippiano) di “Amici”, “Saranno Famosi”, si è così sfogato “Siamo stati trattati da reietti …” e ancora, fra tanti, Martina Stavolo (ndr “Amici8”) con, ciliegina sulla torta, il brano musicale che intendeva proporre a Sanremo, dal titolo emblematico “Ma quali Amici”, che suscitò scalpore per alcuni passi incriminati, in cui si parlava di sogni infranti, di “streghe” e … di compromessi che creano sconcerto, naturalmente l’elenco degli “scontenti” non finisce qui, ma non è il caso di proseguire. Come mai Maria è stata così diseguale nella distribuzione di oboli e benefici?Forse sarà il caso di cominciare a porre delle riserve sullo spiccato istinto materno che taluni “ex-talent” continuano ad attribuirle, visto che lei stessa, per spegnere le polemiche, in passato, (fonte: “Televisionando” come sopra) aveva rivendicato con decisione il proprio ruolo di “conduttrice” e “non di madre” dei giovani usciti dalla sua trasmissione, salvo smentirsi nel caso di qualche “prescelta”, ma per tutti gli altri, questo è certo, non c’è scampo, quindi  “perdete ogni speranza o voi che entrate” (nella “scuola”).

[Articolo a cura di Fede]

Amici12: per Lorella Boccia vincerà uno dei bianchi


lorella boccia

Lorella Boccia, la bella ballerina della squadra bianca,  eliminata sabato scorso  dai professori da Amici12, che le hanno preferito Ylenia Morganti (cantante) della squadra blu, è soddisfatta di aver partecipato al talent show e, intervistata da TgCom24,dice di conservarne  un bellissimo ricordo: “Certo e non è stata una battaglia semplice ma credo anche di essere riuscita a trasmettere qualcosa e quella che sono, anche perché la professoressa Alessandra Celentano mi ha dato fiducia completa. Adesso mi sono già rimboccata le maniche e continuerò sempre a fare quello che ho sempre fatto

Racconta poi  di  come è nata l’amicizia con  Pasquale, su cui si è “spettegolato” un pò:

“Ci siamo ritrovati durante il periodo trascorso nella casetta e abbiamo legato subito. Non lo conoscevo bene perché è entrato nella scuola tardi. Comunque ci vogliamo bene e ci siamo supportati a livello umano…”

Mentre per quanto riguarda il lato sentimentale dice:

“Scindo sempre il lato professionale da quello privato. E’ vero che è finita una storia molto importante e durata un bel po’ ma mi sono poi concentrata sulla danza e su Amici. Non è giusto impedire a qualcuno di vivere il proprio sogno. Mi sono sempre concentrata su quello che facevo a scuola, era un’occasione bella e da sfruttare al massimo. Credo di aver fatto un bel lavoro su me stessa.”.

Infine, dalla sua pagina facebook  pronostica, che  il vincitore di Amic12 sarà un concorrente  della squadra bianca capitanata da  Emma.  Beh… Che dire?  l’effetto sorpresa non è sicuramente tra le caratteristiche del programma, repertorio e strategie ormai sfruttate per mettere a segno gli obiettivi prestabiliti, non hanno più segreti e il vincitore è scontato e  Lorella poteva anche dire il nome, in fondo, non è un mistero e la “macchina” mediatica per il “vincitore” di  Ami12 è già partita col pieno di …Super.