los angeles

WHISPER OF THE RAIN


WHISPER OF THE RAIN 
(based on a true story)
Sarà il Titolo del nuovo album di Alessio Miraglia, il talentuoso  Compositore Italiano residente a Los Angeles è infatti in procinto di pubblicare un intenso Concept Album che verrà alla luce nel Giugno 2015.
Registrato a Los Angeles, il disco è prodotto e mixato da Tim Starnes
(Lord of the rings, Avatar, King Kong etc)
“Ero a Boston, il 10 Marzo 2014. Cercando di proteggermi dalla pioggia, presi riparo sotto un ponte vicino alla stazione ferroviaria. All’improvviso una bellissima voce catturò la mia attenzione: un anziano homeless stava in un angolo tra coperte e valigie rotte e cantava l’inno nazionale Americano. La curiosità mi sopraffece, mi avvicinai e iniziai a parlargli. Iniziò  a raccontarmi la sua storia, proprio come avrebbe fatto un saggio nonno. Rimasi affascinato, attraverso quelle parole riuscii a vedere la sua vita. Mi fece percorrere passo dopo passo ogni momento, ogni dolore ed ogni tragedia con i quali il Destino aveva deciso di condurlo sotto quel ponte, proprio dove io lo incontrai. Ora è  passato tempo da quell’incontro ma la sua storia ha continuato ad echeggiare dentro di me e proprio per questo ho deciso di rendergli omaggio componendo questo album, trasformando le sue parole in note. Ho cercato di presentare la storia nel modo più veritiero possibile e spero di riuscire a trasmettere la voce di quell’uomo e di far sentire e rivivere a voi tutti ciò che commosse me sotto quel ponte di Boston. “ 
È questo ciò che dice Alessio Miraglia raccontando quell’incontro speciale.
L’album è diviso in cinque parti (più l’ Ouverture) e ogni parte rappresenta cronologicamente il percorso tratto da quella storia.
L’album è una vera è propria “Colonna Sonora” di un film che l’autore ha scritto e diretto nella sua testa.
E’ una delicata e cruda testimonianza di un giovane ragazzo di colore, che diventa con il passare degli anni un vecchio homeless, abbandonato dalla società, un randagio essere umano libero nella povertà.
E’ un viaggio attraverso i ricordi, la vita, i drammi ed i sogni di un uomo destinato sin da subito a restare ai margini del “Sogno Americano”

mani1mani

Per la copertina dell’album sono state scelte due foto, in bianco e nero, della talentuosa fotografa e artista: Irene Fittipaldi, raffiguranti due pugni uniti (fronte) e due mani intrecciate (retro).
Ho chiesto ad Alessio il perché della scelta di queste due foto e mi ha risposto :
“Mi fanno impazzire. Non si capisce se il soggetto è bianco o nero, è simbolico, è solo un uomo. 
La razza, il colore, la fede, tutto il resto scompare. 
Ci sono solamente le vene che pulsano vita. Sono foto che annullano il razzismo. Le trovo davvero interessanti, un occhio al dettaglio unico”.
 Testi e musica sono interamente di Alessio Miraglia, tutti gli strumenti arrangiati e suonati da Alessio Miraglia ad eccezione della batteria che è stata suonata e registrata dal maestro Mario Contarino.
Le voci di  John ClinebellEva Mahgrefteh  e la partecipazione di Granpa Murashige all’ukulele ed il violino di Patrick Shade completano un album caratterizzato da moltissimi cambi di scena e colori musicali.
“Non vedo l’ora di catapultarvi nel mio mondo, nei miei sentimenti. Spero di riuscire ad arrivare nelle vostre anime e di non fermarmi solo alle orecchie.
Molte volte la musica non è fatta di sola melodia e armonia… 
C’è un’essenza, una piccola scheggia che entra in circolo nel sangue fino a colpire! Ho sempre scritto musica e spero di continuare a farlo per tanto. Lasciatevi stupire ed innamoratevi ogni giorno delle piccole cose che avete, ascoltate la Musica, qualunque essa sia, perché ci avvicina alla Perfezione“. 

Arriva in Italia “THE LEGEND OF ZELDA: SYMPHONY OF THE GODDESSES”, il concerto evento dedicato alla celebre serie di videogiochi


l

Dopo il tutto esaurito a Tokyo, New York, Los Angeles, Londra e Parigi

ARRIVA PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA

legend

LE MUSICHE DELLA CELEBRE SAGA DI VIDEOGAMES DELLA NINTENDO

DAL VIVO IN UN CONCERTO SINFONICO SPETTACOLARE

con le videoproiezioni della leggendaria storia di Zelda

 leg2

IL 24 APRILE AL TEATRO DEGLI ARCIMBOLDI DI MILANO

(Ancora pochi biglietti disponibili)

IL 15 NOVEMBRE ALL’ AUDITORIUM CONCILIAZIONE DI ROMA

(Biglietti in prevendita da venerdì 3 aprile sui circuiti Ticketone.it)

Dopo aver registrato il tutto esaurito[TC1]  [TC2]   a, Tokyo, New York, Los Angeles, Londra e Parigi il concerto evento THE LEGEND OF ZELDA: SYMPHONY OF THE GODDESSES arriva per la prima volta in Italia con due imperdibili date: il 24 aprile a Milano e il 25 novembre a Roma, per celebrare le musiche della storica serie di videogiochi “The Legend of Zelda, nata a fine anni ’80 per Nintendo.

Il pubblico rivivrà l’incredibile storia di Zelda grazie alla proiezione delle suggestive immagini della saga e ad un’orchestra di 90 elementi, diretta dall’americana Amy Andersson, che eseguirà le colonne sonore originali del celebre videogioco. Le indimenticabili composizioni sono state create dal Maestro Koji Kondo, autore anche delle musiche di Super Mario Bros e Star Fox.

Sono disponibili gli ultimi biglietti per la data del 24 aprile al Teatro Arcimboldi di Milano (viale dell’Innovazione 20 – ore 21.00 – biglietti a partire da 35,00 euro) e domani, venerdì 3 aprile, apriranno le prevendite per la data del 15 novembre all’Auditorium Conciliazione di Roma (via della Conciliazione 4 – ore 20.00 – biglietti a partire da 35 euro). I biglietti sono acquistabili sui circuiti Ticketone.it.

Il tour mondiale “The Legend of Zelda: Symphony of the Goddesses“, organizzato dal producer italiano Massimo Gallotta e prodotto da Nintendo-Jason Michael Paul, farà tappa nei teatri più famosi del mondo con oltre 40 date da New York a Londra, da Parigi a Los Angeles.

Acclamata dalla critica mondiale come la migliore serie videoludica di sempre, “The Legend of Zelda, creata da Shigeru Miyamoto, ha venduto 68 milioni di copie in tutto il mondo e ricevuto numerosi riconoscimenti, avendo un profondo impatto e una grande influenza sulla cultura videoludica e di massa.

La saga è certamente un fiore all’occhiello della casa di produzione Nintendo, che dal 1983 è leader mondiale nella creazione e nello sviluppo di intrattenimento interattivo, con 4,3 miliardi di videogiochi e più di 680 milioni di unità hardware in tutto il mondo, creando icone come Mario™, Donkey Kong™, Metroid™, Zelda™ e Pokémon™.

SUOR CRISTINA pronta per il lancio mondiale esce l’album d’esordio “Sister Cristina”.


 

 
suor

Il nuovo singolo  di Suor Cristina ribattezzata “Sister Cristina” in previsione del suo lancio mondiale,  in rotazione radiofonica dal 20 ottobre, è stato accompagnato, da un videoclip ufficiale, diretto da Marco Salom e girato a Venezia, (come quello originale  che consacrò Madonna icona della musica pop e della trasgressione ndr)  e anche da qualche polemica per la scelta del brano, considerato  dai soliti “criticoni”, ambiguo, allusivo e dal significato provocatorio,tanto che la stessa  “religiosa” per placare i “malumori”  ha dovuto intervenire e dalle pagine di Repubblica e Avvenire ha detto:“L’ho scelta io. Senza nessuna volontà di provocare o di scandalizzare. Leggendo il testo, senza farsi influenzare dai precedenti, si scopre che è una canzone sulla capacità dell’amore di fare nuove le persone. Di riscattarle dal loro passato. Ed è così che io ho voluto interpretarla. Per questo l’abbiamo trasformata dal brano pop-dance che era, in una ballata romantica un po’ alla Amos Lee. Cioè a qualcosa di più simile a una preghiera laica che a un brano pop” .

Il singolo anticipa l’uscita dell’album  l’11 novembre dal titolo “Sister Cristina“. Il progetto musicale è stato prodotto da Elvezio Fortunato ed è stato registrato a Los Angeles con musicisti di prim’ordine e del calibro di :  Vinnie Colaiuta, Sean Hurley, Tim PierceSimone Sello. Comprende,  dieci brani, di cui due inediti (“Fallin’ free” e “L’amore vincerà”) e otto riletture di pezzi celebri (riarrangiati dalla stessa Suor Cristina) tra cui No One di Alicya Keys  e il singolo appena rilasciato Like a Virgin, successo di Madonna degli anni 80.

Lanciata da The Voice of Italy, prediletta di J-Ax, Suor Cristina  ha catalizzato, incuriosendo,  l’attenzione del pubblico televisivo e della rete, dei media tv e stampa conquistando tutti con la sua voce cristallina e di grande estensione, misteriosa e speciale ,diventando in rete nel giro di breve tempo un fenomeno “virale” che ha superato i confini nazionale per arrivare in America a colpire  l’attenzione di molti artisti tra i quali Alicia KeysWhoopi Goldberg . La versione di Sister Cristina, Like a Virgin,  è più morbida dell’originale, quasi “angelica” e se il buongiorno si vede dal mattino, Sister Cristina avrà un successo da… Dio.

 

 

la chitarra di LIGABUE entra nella collezione HARD ROCK INTERNATIONAL, ieri concerto “sold out” a New York!


LIGABUE E HARD ROCK CAFE

ligabue 

La chitarra di LIGABUE entra nella collezione HARD ROCK INTERNATIONAL

la raccolta di cimeli della musica rock più famosa nel mondo

Primo artista italiano a fare una memorabilia donation

in una sede americana

Il nome di Ligabue entra nella lista delle rock star presenti nella collezione più ambita e rinomata di cimeli della musica a livello mondiale: Hard Rock International, la catena di ristoranti, Hotel e Casino, vanta una collezione di oltre 73mila pezzi, unici e originali, appartenuti a grandi rock star ed esposti nelle 190 sedi del brand, presente in 58 paesi, con 144 cafe; 3 di questi in Italia, a Roma, Venezia, Firenze.

Alle ore 14.00 americane di oggi Ligabue ha donato al brand internazionale la propria chitarra (una Fender Telecaster bianca) suonata ieri, domenica 19 ottobre, nel corso del concerto “sold out” a New York, al Terminal 5, delMondovisione Tour – Mondo 2014” che, dopo il grande successo del tour italiano, lo sta vedendo esibirsi in questi giorni, per la prima volta nella sua carriera in America, in 5 tappe in Canada e USA.

Le prossime tappe del tour americano saranno: mercoledì 22 ottobre al Whisky a Go Go di Los Angeles, venerdì 24 ottobre al Dna Lounge di San Francisco, domenica 26 ottobre al Grand Central di Miami.

Sul palco il LIGA è come sempre accompagnato dal “Gruppo”, la sua band formata da Federico “Fede” Poggipollini (chitarra), Niccolò Bossini (chitarra), Luciano Luisi (tastiere e programmazioni), Michael Urbano (batteria) e Davide Pezzin (basso).

Ligabue è il primo artista italiano a fare una memorabilia donation ad HARD ROCK INTERNATIONAL in una sede americana.

La donazione è avvenuta nella splendida cornice di Hard Rock Cafe New York, vecchia sede dello storico Paramount Theatre, uno dei luoghi più suggestivi per la storia della musica, visto che proprio quel palco, tutt’oggi esistente, ha ospitato nel passato grandi perfomance dei Beatles, Elvis Presley, Buddy Holly e di tantissime altre leggende del rock.

La chitarra di LIGABUE diventa dunque una “memorabilia” del rock internazionale e da oggi potrà essere esposta per i fan accanto a chitarre appartenute ad Eric Clapton, Elvis Presley o Jimi Hendrix, al basso di Paul McCartney, i manoscritti di John Lennon, gli occhiali di Bono Vox ed i costumi di scena di Michael Jackson, Elton John, Madonna…