Luciana Littizzetto

“STASERA CASAMIKA” capitolo due, in onda da martedì prossimo su Raidue ANTICIPAZIONI DELLA PRIMA PUNTATA: Mika “pastore” in Sardegna


 Il cantante Mika pastore per un giorno a Gergei: ecco le anticipazioni della prima puntata di

Da martedì 31 ottobre 2017  andrà in onda per quattro puntate alle ore 21:20 su RaiDue, la seconda edizione del programma “Stasera Casa Mika”, prodotto da Ballandi Multimedia, che vede protagonista il cantante Mika affiancato dalla comica Luciana Litizzetto:  «Quando l’anno scorso ho seguito il suo programma, mi è piaciuto subito tantissimo. E, siccome non avevo il suo numero di telefono, gli ho scritto su Instagram come una fan qualsiasi facendogli i complimenti». Quando l’hanno interpellata, all’inizio è rimasta perplessa: «Mi sembrava una cosa lontana da me, io sono più carnazza che poesia. Poi però io mi sono adeguata a questo caleidoscopio, e loro hanno accettato la mia bestialità».

In ogni serata, Luciana Littizzetto raggiungerà la casa speciale di Mika accompagnandolo nel suo viaggio fatto di musica, divertimento, grandi artisti nazionali ed internazionali e storie speciali.

Il viaggio in Italia dell’artista prevede anche una tappa in Sardegna, precisamente a Gergei, dove il cantante trascorrerà un’intera giornata con un pastore condividendo con quest’ultimo il duro lavoro. Tutto questo lo vedrete nella prima giornata della nuova edizione di “Stasera Casa Mika”.

 

 

Redazione

#RAI2: A “STASERA CASAMIKA” ARRIVA LUCIANA LITTIZZETTO


Una compagna di viaggio “esplosiva” da martedì 24 ottobre

mikalitti.jpg

Dopo il successo della passata edizione, Mika ha scelto una compagna di viaggio “esplosiva”, pronta a fare il suo ingresso a Rai2 con la sua travolgente energia. Luciana Littizzetto sarà “l’ospite speciale” dei 4 nuovi appuntamenti di “Stasera CasaMika”, lo show guidato dalla star internazionale della musica che torna a partire da martedì 24 ottobre in prima serata. In ogni puntata, Luciana Littizzetto raggiungerà la casa speciale di Mika accompagnandolo nel suo viaggio fatto di musica, divertimento, grandi artisti nazionali ed internazionali e storie speciali.
Sarà per entrambi l’occasione per mettere a confronto i loro mondi e le loro esperienze. L’incontro fra la pungente ironia di Luciana e l’empatia di Mika consentiranno di svelare lati inediti e inaspettati dell’attrice.
Luciana Littizzetto sarà solo la prima delle sorpresa della nuova stagione di “Stasera CasaMika”, lo show evento prodotto da Rai2 in collaborazione con Ballandi Multimedia che ha conquistato il prestigioso Rose D’Or Award come Miglior Programma europeo di Intrattenimento del 2016.
L’appuntamento con Mika, Luciana e “Stasera CasaMika” è per martedì 24 ottobre, in prima serata su Rai2. #CasaMika
Redazione

SANREMO 2014 – CALA IL SIPARIO SUL “FESTIVAL” … E FIOCCANO LE POLEMICHE: RENGA, ARISA, “TALENT”, GIURIE (“ARENA di Giletti” E “DOMENICA IN” 23/02/2014)


sanremo-20141-520x292E’appena calato il sipario (sperando che non si inceppino nuovamente gli ingranaggi…) sulla 64esima edizione del “festival” e immediatamente infuriano le polemiche, sia sui “social” che in televisione, è il caso di ieri nella lunga maratona pomeridiana di Rai1 (ore 14.00 – 20.00), in cui, mentre si passava senza soluzione di continuità dall’”Arena” di Giletti a “Domenica in” con Mara Venier, l’unico argomento in grado di “surriscaldare gli animi” degli opinionisti sul palcoscenico dell’”Ariston” è stato il “colpo di scena” di Sanremo 2014, ossia la vittoria, inspiegabilmente sfuggita di mano a Francesco Renga, quando ormai sembrava già sua. Era praticamente “annunciata” da giorni, la prima classifica del televoto lo poneva al posto d’onore e anche gli inviati di “Le amiche del sabato”, a zonzo per la cittadina della Riviera dei Fiori, interpellando a caso i passanti, avevano raccolto un vero e proprio plebiscito di preferenze in suo favore, pochissime le persone che citavano candidati con nomi dissimili. Poi non è chiaro cosa sia accaduto, quando la Littizzetto ha dato lettura della terna destinata a salire sul podio, molta gente dev’essere rimasta con la stessa espressione che ha un pesce congelato appena tolto dal “céllophane”, chi si sarebbe potuto aspettare che a qualificarsi ci riuscisse un Raphael Gualazzi con i suoi ritornelli sottolineati da nitriti equini o un Renzo Rubino di scarsa fama, che balza alla memoria più di tutto per aver massacrato il pianoforte con cui si accompagnava, vista la violenza con cui ne percuoteva la tastiera, neanche stesse adoperando delle mazze e non le dita?e che dire della canzone “sciacquetta” risultata vincitrice,

arisa

“Controvento”, interpretata a fil di voce, senza brio né coloriture personali da un’Arisa abbastanza sottotono, che sicuramente meritava molto di più il premio nel 2012 con “La notte”? Fazio, gongolante, fregandosi le mani, la sera della “finale”, si è così espresso su chi ha conquistato le prime tre posizioni “Tutti tre arrivano da Sanremo Giovani”, imitato di lì a poco dal sindaco di Sanremo, anche lui “tre metri sopra il cielo” dal gaudio “C’è Area Sanremo in concorrenza …” e così dicendo si sono “smascherati” da soli, dopotutto l’Arlecchino si confessa ridendo, questo era il vero intento del “festival” di quest’anno, la controffensiva di un’ipotetica “alta scuola” targata Sanremo, generatrice e promotrice di “qualità” e fucina di nuovi artisti, verso tutto ciò che le è estraneo, “talent” in testa, la sottolineatura del conduttore e del primo cittadino era probabilmente destinata a loro. Ma com’è andata esattamente nei “forum di discussione” domenicali?Da Massimo Giletti, smaccatamente pro-Renga, infatti l’ha voluto sul palco in apertura e dalla Venier, è prevalso il partito “anti-Fazio bis 2014” (non è una legge …) e soprattutto “anti-giuria di qualità”. A seguire qualche opinione sparsa: Cristiano Malgioglio ”Renga la voce più bella fra i cantanti italiani … Arisa uno scandalo” e ancora “Mancava il nazional-popolare, Bertè, Rettore …”, qualcuno ha ricordato che l’assenza di “ex-talent” ha allontanato il pubblico giovane, concordi tutti i giornalisti, da Mariella Venegoni a Mario Luzzatto-Fegiz, ad Alessandra Comazzi, sul livello molto “modesto” dei brani musicali e per Paolo GiordanoIl festival era troppo simile a quello dell’anno scorso … E troppe parolacce (ndr della Littizzetto), una funziona, non di più”, il turpiloquio ha infastidito persino una che non le manda a dire come Mara MaionchiAllusione continua sessuale … disturba”; e anche la commissione giudicante dell’”Ariston”, il cui voto si doveva sommare a quello espresso dal pubblico da casa, è finita sul “banco degli imputati”, principalmente perché ritenuta non sufficientemente preparata in materia di musica, essendo composta in prevalenza, salvo pochi membri, fra cui Paolo Jannacci (ndr musicista come il padre Enzo), da attori e con un presidente regista, Paolo Virzì, opera loro, il vertiginoso “abbassamento della media” di Francesco Renga, tanto benvoluto dal televoto, come hanno rilevato la Venegoni, Adriano Aragozzini (ndr ex “patron” di Sanremo) e Marino Bartoletti “Il popolo italiano è stato per Renga”, un quarto posto “fuori dai giochi”, per il cantante di Brescia (ndr nativo di Udine) che ha rischiato di far “rimettere la faccia” persino al mago dalla pluriennale carriera Giucas Casella, che aveva indicato un pronostico di vittoria che lo ineriva e che finora, ha detto, in tutti i casi precedenti, c’ha sempre azzeccato, non si sa cosa sia accaduto, si stanno cominciando a spegnere i suoi poteri di pre-veggenza o forse non è così e in questo “festival” c’è “dell’altro”?

image

E intanto è notizia di queste ore che il brano di Arisa è stato clamorosamente accusato di plagio. Che ne è, invece, di Renga?Pare stia “affilando le armi” in attesa dell’uscita dell’album, in cui è inserito un duetto nientemeno che con la Alessandra Amoroso, quindi è praticamente in una botte di ferro, garantiti i passaggi in radio, raffica di ospitate da “Mamma Maria”, che benedirà questi “sponsali” (un po’ come “Don Matteo” quelli della Lity e Fazio) artistici, Fimi-Nielsen già prenotata e nuove tappe aggiunte in tutta fretta al “tour” e alla fin fine, state a vedere che riuscirà pure a “farla” sotto il naso a chi non ha creduto in lui? Ride bene chi ride ultimo, allora? No, di questi tempi,ride” soprattutto chi sa di poter contare su molti… “Amici”
[Articolo a cura di Fede]

 

Festiva di Sanremo alla partenza, oggi la conferenza stampa


sanremo-20141-520x292

A dieci giorni dall’inizio della 64esima edizione del Festival di Sanremo, oggi, 10 febbraio 2014, salutata da una pioggia battente si è tenuta la conferenza stampa, Fabio Fazio insieme a Luciana Littizzetto  condurrà il Festival dal 18 al 22 febbraio. Un festival dalla connotazione prettamente maschilista vista la   presenza di solo 4 donne fra i 14 big, i giovani sono 8 e poi ci saranno numerosi ospiti italiani ed internazionali. Fabio Fazio e Luciana Littizetto saranno affiancati da Pif nelle cinque serate a cui  è stato affidato il pre-festival. Pierfrancesco Diliberto, questo il suo vero nome, affiancherà i padroni di casa nelle vesti di conduttore e disturbatore della kermesse canora. Poco conosciuto dal pubblico dell’ammiraglia. La scenografia è dedicata alla bellezze artistiche del nostro paese da salvaguadare. Filippo Solibello e Marco Ardemagni (di Caterpillar, Radio 2) si occuperanno invece del Dopofestival.

La scelta degli artisti è stata fatta evitando un “cast televisivo”, le canzoni sono all’insegna della contemporaneità, scaricabili ed ascoltabili dai consumatori. Letizia Casta torna dopo 15 anni al Festival; confermata anche la presenza di Claudio Baglioni, Raffaella Carrà, Gino Paoli e Renzo Arbore, Franca Valeri,  l’attore Enrico Brignano e l’astronauta Luca Parmitano, Stromae e Rufus Wainwright Paolo Nutini, Damien Rice e Cat Stevens. La giuria di qualità, avrà un peso del 50% sul risultato delle votazioni e sarà capitanata da Paolo Virzì e composta da Annacci, Avallone, Maranghi, Aldo Nove, Lucia Ocone, Silvio Orlando, Giorgia Surina, Rocco Tanica e Anna Tifu.

Mauro Pagani presente alla conferena per quanto riguarda la parte musicale sostiene: “Non posso dire che la cosa più forte che abbiamo sono i giovani ma quest’anno sono sicuramente a livello dei Big. Il meccanismo della gara è spietato quindi la metà di loro purtroppo si esibiranno una volta sola, date loro uno spazio

Sanremo 2014, Fabio Fazio: “Festa per i 60 anni della tv. prime indiscrezioni


fabio-fazio-getty-618x350

Svelate le date per il Sanremo 2014, partirà il 18 febbraio e terminerà il 22. Tema portante della prossima edizione sarà la celebrazione della televisione, con i suoi sessant’anni alle spalle. “Nei primi giorni del 2014 – sottolinea Fazio – la televisione italiana compirà 60 anni. Ecco, il Festival sarà l’occasione per fare una grande festa di compleanno alla tv. Ma niente effetto nostalgia: sarà una festa di compleanno, mica si è nostalgici quando si festeggia il compleanno. Si è allegri“. Anche quest’anno, a salire sul palco del Teatro Ariston, saranno Fabio Fazio e Luciana Littizzetto che manterrà anche lo spazio della domenica alle 21.30 all’interno di Che tempo fa che, però, da quest’anno terminerà un’ora dopo, alle 22.30.

Ecco le prime anticipazioni di Fazio in una intervista a Sorrisi e Canzoni del 24 settembre.  A proposito di ricondurre il festival dice:

“La prima riunione operativa – dichiara – c’è stata pochi giorni fa, non ne so ancora molto. Ma rispetto all’anno scorso sono molto più rilassato. La logica, dopo il successo dello scorso anno, avrebbe suggerito di non rifarlo. Ma è come per un pilota di Formula 1. Non è che siccome ha vinto una corsa smette di partecipare, no? E inoltre ho il vantaggio di… confrontarmi con me stesso. Non saranno quei punti in più o in meno di Auditel a cambiarmi la vita”.

“Ho anche un’idea per la serata del venerdì: abbattere il muro tra il Festival e il Club Tenco. Il Club Tenco è nato in antitesi al Festival, per dare spazio alla canzone d’autore, quella che “invece” a Sanremo non andava perché lì c’erano solo le canzonette popolari. Oggi questa separazione non esiste più: così dedicheremo una serata ai nostri grandi cantautori, coi capolavori rivisitati dai cantanti in gara”.

Sul fatto che anche quest’anno sarà al timone della kermesse canora afferma:

“La logica, dopo il successo dello scorso anno, avrebbe suggerito di non rifarlo. Ma faccio questo “lavoro” con l’atteggiamento di un pilota di Formula 1. Non è che siccome ha vinto una corsa smette di partecipare, no? E inoltre ho il vantaggio di… confrontarmi con me stesso. Non saranno quei punti in più o in meno di Auditel a cambiarmi la vita”.

Fazio-sanremo 2014-sorrisi.jpg

Jovanotti ci sarà?   

Non credo. Sarebbe bello, ma ha deciso di tornare a New York per un po’ di tempo. E per me deve venire a Sanremo solo se è felice di farlo”.

Si rinnova poi il  meccanismo dello scorso anno: Due canzoni per concorrente, una scelta e l’altra esclusa immediatamente.