Lucio Dalla

05/03/2017 – 20:35 – #RAI1: TECHETECHETE’ Lucio Dalla, brividi di cuore


luciod.jpg

Cinque anni fa moriva Lucio Dalla. Techetechetè lo ricorda con uno speciale in cui riscoprire tutti gli aspetti della sua arte. Si vedrà l’istrionico cantautore duettare con molti dei suoi colleghi: da Renato Zero a Gianna Nannini, da Andrea Bocelli a Francesco De Gregori e a Gianni Morandi. E poi le gag con Carlo verdone, Fiorello e Anna Marchesini. Il tutto con al centro le sue canzoni più famose, anche quelle degli anni sessanta come la divertente Pafff… Bum! riproposta in un raro filmato del 1967. In mezzo a tanta musica magnifica, emozionanti testimonianze di chi lo ha conosciuto bene si alternano alle parole dello stesso Lucio.
Redazione

RAI RADIO2: VORREI ENTRARE DENTRO I FILI DI UNA RADIO In diretta il compleanno di Lucia Dalla


 Lucio-Dalla

‘Vorrei entrare dentro i fili di una radio’, questo il titolo del programma che venerdì 4 marzo, alle 21, Radio2 – unica in Italia – proporrà al suo pubblico in diretta da Via Asiago 10. La ‘reunion’ avrà due conduttori d’eccellenza – Vincenzo Mollica e Max Cervelli – che si districheranno tra le più celebri canzoni di Lucio Dalla interpretate in maniera unica ed originale da molti amici, colleghi ed inaspettati ammiratori.  Fio Zanotti e Jimmy Villotti, che con Lucio Dalla iniziarono a suonare, saranno il trait d’union per raccontare la musica del cantautore scomparso quattro anni fa e tutti gli artisti che arriveranno a Via Asiago daranno la loro personale interpretazione di Lucio Dalla, ad iniziare da Gaetano Curreri che, con Paolo Fresu, riproporrà in una chiave originale ‘La sera dei miracoli’ con cui ha vinto la serata delle cover nell’ultimo Festival di Sanremo. A lui si aggiungeranno la musica e le parole di Ron, Fiorella Mannoia, Peppe Servillo, Gigi D’Alessio, Paola Turci, Rocco Hunt, Federico Zampaglione, Marco Masini, Caparezza, Monica Guerritore, Lina Sastri, Enrico Lo Verso, Walter Veltroni.

Redazione

RAI FESTEGGIA LUCIO DALLA Radio2, la renuion è a Via Asiago


lucio dalla
Lucio Dalla, il 4 marzo prossimo, avrebbe compiuto 73 anni e la Rai festeggerà anche quest’anno uno dei più grandi musicisti che siano apparsi sulla scena del secondo Novecento: lo farà insieme a  Radio Rai e Radio2 che hanno deciso di proporre, venerdì prossimo dalla prestigiosa Sala A di Via Asiago, un singolare percorso della sua carriera artistica.
Con le canzoni di Lucio Dalla sono cresciute almeno quattro generazioni di italiani e la cosa più affascinante è che le sue musiche – come quelle dei grandi artisti – continuano a vivere sulle labbra, nella memoria e nelle orecchie della gente. Anche grazie alla riproposizione dei suoi brani in radio e tv.
Tra i versi scritti da Lucio Dalla, Radio Rai ne ha scelto uno in particolare: “…Vorrei entrare dentro i fili di una radio…”. Ed è proprio questo il titolo della serata che verrà proposta con la complicità dei tanti artisti e personaggi della cultura e dello spettacolo che hanno deciso di dare vita ad una ‘reunion’ che non sarà solo un omaggio ad un grande artista scomparso ma anche la testimonianza di ciò che accade tutti i giorni ad ognuno di noi, dove è facile ascoltare e cantare ‘Anna e Marco’, ‘Futura’ piuttosto che ‘4.3.43’, ‘La sera dei miracoli’, ‘Nuvolari’ o ‘L’anno che verrà’.  Così amici, colleghi ed inaspettati ammiratori si tramuteranno in narratori guidati da Fio Zanotti e Jimmy Villotti che con Lucio Dalla iniziarono a suonare. Tutti gli artisti daranno la loro personale, interpretazione di Lucio Dalla, ad iniziare da Gaetano Curreri che, con Paolo Fresu, riproporrà in una chiave originale ‘La sera dei miracoli’ con cui ha vinto la serata delle cover nell’ultimo Festival di Sanremo e  Radio2 – unica in Italia – trasmetterà attraverso i fili della radio emozioni dove Lucio Dalla, proprio all’interno di quei fili, è nel posto più appropriato.
Il ‘metronomo’ della serata sarà Vincenzo Mollica che darà spazio alla musica e alle parole di Ron, Fiorella Mannoia, Peppe Servillo, Gigi D’Alessio, Paola Turci, Rocco Hunt, Federico Zampaglione, Marco Masini, Caparezza, Paolo Fresu, Fio Zanotti, Jimmy Villotti, Monica Guerritore, Lina Sastri, Enrico Lo Verso, Walter Veltroni, Aldo Cazzullo, Carlo Conti e Stefano Bartezzaghi.
Alla realizzazione dello spettacolo ha collaborato la Fondazione Lucio Dalla che da tre anni si dedica completamente all’attività di svolgimento di una serie di operazioni benefiche al fine di ricordare e onorare a figura di Lucio Dalla.
La Redazione

PREMIO LUCIO DALLA


luciRosario Le Piane di Bari col brano “Una splendida notte di sole” si aggiudica il Premio Lucio Dalla 2015. Straordinaria serata musicale Sabato 16 Maggio al Teatro Guardassoni di Via D’Azeglio a Bologna in omaggio al caro Maestro e Poeta scomparso Lucio Dalla. Una serata ricca di contenuti e canzoni d’autore di pregio che hanno strappato lunghi ed intensi applausi e grande commozione da parte di tutte le persone presenti in sala. Dal pubblico alla giuria, agli addetti ai lavori e agli stessi artisti. Quest’anno Premio Lucio Dalla è volato in Puglia con un successo mai visto e che sarà difficile da ripetersi perchè ha piazzato ai primi 3 posti 3 cantautori tutti di Bari. Vince la 3^ edizione di Premio Lucio Dalla il cantautore barese “Rosario Le Piane” col brano “Una splendida notte di sole”, soprannominato dall’intero gruppo artistico “One Man Band” per la sua specificità. Rosario infatti canta le sue canzoni accompagnandosi con le mani alla chitarra e coi piedi ad una struttura percussiva di ben 4 elementi.

luc1 E’ davvero una band su due gambe che gli è valsa la vittoria. Al 2° posto si è piazzato il cantautore Stefano Sportelli col brano “Nessuno prima di me” e al 3° posto Giuseppe Dely De Marzo col brano “L’amore muore”. Quindi incetta della Puglia della squadra capitanata da Terry Melani, responsabile regionale, e sostenuta dall’emittente barese Radio Sound City. Il Premio della Critica è andato al cantautore casertano, ma residente in Svizzera, Francesco Dima col brano “Una volta è adesso”. La serata è stata condotta dal Patron Maurizio Meli che ha esordito invitando sul palco il Rettore del Collegio San Luigi, in cui si trova il Teatro Guardassoni, Padre Giuseppe Montesano il quale ha parlato del suo personale rapporto spirituale con Lucio Dalla durante i suoi ultimi anni di vita. Inoltre, il Padre barnabita ha detto che il San Luigi è stata la scuola elementare di Lucio e che è assolutamente “un caso” che Premio Lucio Dalla sia approdato proprio lì. Immaginabile la commozione del Patron, della giuria e del pubblico presente in sala tra cui i parenti non eredi. Tra loro vi era Claudia Scaglioni Madrina ufficiale del Premio. Nella magica aurea della sala del 1600, Maurizio Meli apre le danze per una kermesse musicale di oltre 3 ore e mezza. Gli artisti in concorso erano 23, più i 4 vincitori della scorsa edizione Walter Piva, Silvia Frieda, Nicola Giuliani e Antonello Frongia, più le perfomance dei coachlab e gli interventi della cover band iFutura in omaggio a Lucio Dalla. Tutto il gruppo è stato impegnato per ben 3 giorni di attività di laboratorio artistico presso il Quartier Generale insediatosi presso l’Hotel Michelino di Bologna e culminato sabato sera appunto al Teatro Guardassoni a poche centinaia di metri dalla casa dell’artista scomparso. Le regioni coinvolte sono state la Liguria e Toscana, unica circoscrizione coordinata da Eleonora Zappulla, in arte “Eloxa” con gli artisti Roberto Franchi, Alessia Rolla, Ester Fontanelli, Edoardo Borghini, Rita Ceresoli, Francesca Gardoni, Gessica Pedrizzani, Maria Chiara Panetta, Sara Boschi e Susan Bonotti. La Sicilia di Paolo La Bella con i Van Hobb, Riccardo Ingenio e Luca Geraldi. La Puglia di Terry Melani con Rosario Le Piane, Stefano Sportelli, Giuseppe Dely De Marzo e Francesco Contessa.

lcA seguire col Lazio con Pino Paolessi, la Calabria con Massimiliano Lepera alla sua seconda partecipazione, la Svizzera di Ranieri Bivona e Giuseppe Romano con Francesco Dima, Sabrina Fazi e Dora De Giacomo e la Sardegna con Franco Calvia. Un cenno particolare a Calvia và fatto. L’artista di Alghero ha presentato il brano “I colori della vita” (testo di Tonino Alfonso il quale ha anche omaggiato il Teatro Guardassoni con una propria scultura) in cui hanno sportivamente partecipato tutti gli altri artisti nella stupenda corale della canzone. Una meravigliosa cornice. Un momento che ha davvero fatto venire i brividi a tutti strappando applausi a scena aperta e culminando anche in lacrime di gioia dalla maggior parte del pubblico presente e non solo. Anche il Patron si è commosso rivelando che quella sua fantasia era nata sul momento e sposata da tutti. Un ringraziamento va ad Alessandra Boni di Bologna per tutto il supporto generosamente dato unitamente a Claudia Scaglioni nel corso di questi lunghissimi 9 mesi di preparativi per dare al Premio più enfasi possibile. Una 3 giorni, ripresa e fotografata da Marco e Irene Frusteri di Bologna e CatalanTV con Pino Lisugno di Alghero, dunque euforica e come sempre faticosissima che ha prodotto una stupenda e stellare compagine di artisti di cui Lucio sarebbe stato sicuramente quanto assolutamente orgoglioso.

lucA notte fonda la giuria composta dai 3 coachlab Manuel Auteri (discografico), Renato Droghetti e William Manera (autori, compositori e arrangiatori) insieme a Maria Bernasconi (direttrice della testata L’Altra Italia dedicata agli italiani all’estero), Ornella Lapadula (cantante lirica) e Giovanni Ferrari (di Panorama.it), ha emesso il proprio verdetto. Claudia Scaglioni, cugina di Lucio Dalla e Madrina ufficiale del Premio, ha consegnato a Rosario Le Piane il Disco Vinile Premio Lucio Dalla e il trofeo riservato al 1° classificato. Applausi scroscianti per il cantautore barese e per tutti gli artisti. Il Patron Maurizio Meli, insieme a tutto il suo staff, con Claudia Scaglioni, ringraziano il pubblico e tutti coloro che hanno portato al successo clamoroso di questa 3^ edizione rimandando l’appuntamento al 2016 con la 4^ di una serie di puntate che sembrano raccogliere sempre più consensi da ogni parte d’Italia. La serata si conclude con l’ultimo brano, che come ormai tradizione, è “L’anno che verrà” cantata da tutti i partecipanti con un finalone di coro a tutta energia che ha fatto alzare tutto il pubblico in piedi cantando e battendo le mani per questo sentitissimo quanto stupendo omaggio a Lucio Dalla. Si chiude così il sipario della 3^ edizione dando spazio all’inizio delle fasi preliminari della quarta. Insomma un Premio che cresce e prosegue senza sosta.

Canale 5 ricorda Lucio Dalla con lo speciale “A casa di Lucio”


luciA tre anni dalla scomparsa di Lucio Dalla, Canale 5 rende omaggio al cantautore con “A casa di Lucio”, uno speciale televisivo in onda lunedì 4 maggio in seconda serata.

Gli amici del cantante si sono dati appuntamento nella sua storica abitazione di Via D’Azeglio a Bologna, per dare vita a una serata piena di ricordi, commozione e anche allegria.
Tra gli ospiti illustri della serata, Gianni Morandi che duetta con il Ministro Dario Franceschini, Renzo Arbore con la Doctor Dixie Jazz Band, Sergio Castellitto recita “La sera dei miracoli”.
E ancora, Ron, Gaetano Curreri con gli Stadio, Samuele Bersani, Ornella Vanoni, Noemi,Mario Lavezzi, Gigi D’Alessio, Dario Ballantini, Caterina Caselli, Enzo Decaro, Piera Degli EspostiAlessandro Haber, Lucrezia Lante della Rovere, Linus, Nek, Giovanna Melandri,Red Ronnie, Davide Rondoni, Walter Veltroni.

“A casa di Lucio” è promosso dalla Fondazione Lucio Dalla che ha organizzato le serate evento del 2, 3 e 4 marzo scorsi, a Bologna.  Un po’ concerto, un po’ commemorazione, un po’ omaggio tra racconti e performance live esclusive.

A Bologna una grande “festa” per ricordare Lucio Dalla


Lucio-Dalla

A ricordare Lucio Dalla scomparso tre anni fa a Montreaux, in Svizzera, dove era impegnato in una tournée europea, un evento promosso dalla Fondazione Lucio Dalla, una vera festa a casa di Lucio Dalla, che partirà domani e che durerà tre giorni e coinvolgerà infatti ospiti di prestigio: Renzo Arbore, Samuele Bersani, Caterina Caselli, Giorgio Comaschi, Gaetano Curreri e gli Stadio, Gigi D’Alessio, Piera Degli Esposti, il rettore Ivano Dionigi, Francesco Freirye, Paolo Fresu, Alessandro Haber, Linus, Leo Mantovani, Gianni Morandi, Noemi, Katia Ricciarelli, Ron, Federico Zampaglione, Ornella Vanoni e poi gli studenti della Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone”, i giovani musicisti del Conservatorio di Musica “Giovanni Battista Martini” di Bologna. Il 2 marzo ci sarà anche Dario Franceschini. Sempre domani sarà possibile anche vedere al Cinema Odeon (ore 21) in anteprima il docu-film di Mario Sesti, Senza Lucio, realizzato attraverso gli occhi di chi gli è stato più vicino negli ultimi 10 anni: Marco Alemanno. L’appuntamento quindi è per il 2, ma anche il 3 e il 4 marzo (giorno in cui Dalla avrebbe compiuto 72 anni) in via D’Azeglio, alla casa del musicista bolognese, in procinto di divenire un museo con l’appoggio del Ministero dei Beni Culturali.

La casa di Via D’Azeglio sarà aperta al pubblico fra incontri e ospiti. Il pubblico potrà anche percorrere una visita guidata, vedere proiezioni di video inediti e soprattutto godere l’intervento di artisti a sorpresa. Le visite saranno limitate e suddivise in 4 fasce: ore 11, ore 14, ore 16 e ore 18.

Sempre nei giorni dal 2 al 4 marzo, si allestirà un palco con pianoforte in Piazza de’ Celestini, disponibile dalle 10 alle 18, dove chiunque potrà suonare i pezzi di Lucio Dalla.

 

Capodanno a Catania senza Lorenzo Fragola


lorenzo fragola-2

La preannunciata presenza di Lorenzo Fragola a Catania per i festeggiamenti del  Capodanno è stata smentita con un comunicato dello stesso vincitore dell’ultima edizione di Xfactor sulla sua pagina Facebook: – Purtroppo a Capodanno non sarò a Catania, ho fatto di tutto per esserci ma per questioni che non dipendono dalla mia volontà, non sarà possibile, anche se sono sicuro ci saranno altre occasioni ! 

Sicuramente una delusione per i giovanissimi, ma alla base dell’assenza ci sarebbero dei mancati accordi con la Sony che avrebbe fatto un richiesta ritenuta “alta” per la partecipazione del cantante, rifiutata dall’Amministrazione comunale considerati i costi già elevati sostenuti per il mega-concerto in piazza Duomo. Comunque la delusione a parte, si potrà salutare il Capodanno all’insegna del ricordo di Lucio Dalla e per questo intitolato “Caro Amico Ti Scrivo” – che a Milo, un piccolo centro vicino a Catania, aveva una casa e dove era solito trascorrere lunghi periodi – in compagnia di artisti del calibro di  Antonella Ruggiero, Luca Madonia, Paola Turci, Simone Cristicchi e Ivan Cattaneo“ accompagnati sul palco dalla “Dallaband” un gruppo di fedelissimi musicisti che per diversi anni ha suonato con il cantautore bolognese che nel 1997 aveva tenuto uno straordinario concerto a Catania e proprio per Capodanno.

PIERDAVIDE CARONE: “RITORNO CON UN NUOVO ALBUM, RIMPIANGO DALLA E … NON CANTERO’ ‘BORGHESE’ “


carone

Da qualche tempo “mancava all’appello”, ma ora è notizia confermata da varie fonti giornalistiche, d’altra parte lo aveva annunciato lui stesso, un mese fa, a “Verissimo”, Pierdavide Carone (30/06/1988), il giovane cantautore rivelatosi ad “Amici 9”, sta per ritornare e lo farà in grande stile, con un nuovo album su cui è stato impegnato a lungo e nuovi progetti professionali. Ma dove è stato e cosa ha fatto nel frattempo?Non è facile ricostruirlo, la sua natura riservata, schiva e per niente “caciarona” lo ha portato spesso a rifuggire dal “gossip” più becero e dai ritrovi mondani assediati da “celebrità” televisive, tanto che una recente illazione, del tutto simile, nella sostanza, all’”affaire”  Fico-Balotelli, fatta circolare dai “media” in corrispondenza con la rottura del legame con la fidanzata Grazia, gli ha causato serio imbarazzo. Comunque non si è perso per strada, così motiva egli stesso il prolungato periodo di assenza, ai microfoni del programma della Toffanin “Sono fermo da quasi due anni. Dopo la morte di Lucio Dalla, ho avuto una sorta di –blackout- compositivo, ci ho messo un po’ per uscirne … Ho ricominciato a scrivere, l’album uscirà a ridosso dell’estate. Ho recuperato il mondo dei primi singoli, semplice e un po’ ingenuo, rapportandolo a un’età anagrafica diversa …”

I primi singoli, è doveroso dirlo, erano stati accolti con vivo interesse da pubblico e critica, “Di notte”, più intimista e “La ballata dell’ospedale”, in cui descriveva in maniera ironico-surreale un’esperienza di vita vissuta e che gli valse da più parti accostamenti estremamente incoraggianti e lusinghieri a “mostri sacri” del calibro di Enzo Jannacci, Rino Gaetano, soprattutto e il “cantastorie” Angelo Branduardi. Nel 2010, anno del primo cd “Una canzone pop”, compone le musiche e scrive il testo di “Per tutte le volte che …”, brano affidato al 19enne Valerio Scanu, che si aggiudica il primo posto a Sanremo, nonostante le perplessità di chi va a sottilizzare all’eccesso sull’ amore “in tutti i laghi e tutti i luoghi”, di cui Carone dirà stringatamente che voleva essere una metafora di un sentimento “universale”, forse, si potrebbe dire, espressa un po’ immaturamente, in modo “naif”, da un “paroliere” non proprio di lungo corso, che allora, infatti, non raggiungeva i 22 anni, tuttavia, dopo successi e vendite balzate al multiplatino a breve distanza di tempo dal termine di “Amici 9”, Carone si confronta con un momento di improvvisa, impreventivabile stasi “Negli ultimi cinque anni ho fatto un po’ di errori, dopo il primo disco ho vissuto quella fase in cui vai da zero a mille e rischi di perdere la trebisonda”, ma nel 2012 è, a sua volta, in gara a Sanremo, dove si classifica quinto con il motivo “Nanì”, un racconto a sfondo sociale sensibile alla condizione di una “schiava” del “racket del sesso”, sotto l’attenta supervisione e direzione di quell’artista insostituibile e incomparabile e che ha lasciato un grande vuoto nel panorama musicale italiano, che è stato Lucio Dalla, che da tempo era alla ricerca di un successore a cui “passare il testimone”, chissà se fra i possibili candidati non pensasse anche a lui, il ragazzo lo ricorda con affetto “Ci siamo conosciuti attraverso l’intercessione della casa discografica … E’stato artista e mecenate degli altri … Ogni tanto mi sfondava i deltoidi, era molto esigente perché sapeva che potevo dare di più vocalmente, mi diceva di non cantare da –borghese-“. Ritroviamo Pierdavide ancora ad “Amici Big”, a partire dal marzo 2012, dove presenta il bel singolo “Basta così”, su un amore che finisce, anche in duetto con il collega Valerio Scanu, la cui carriera si è già intrecciata, come si è detto, alla sua, poi, come ha affermato lui stesso (sopra), il cosiddetto “blackout”.

Carone, più che come “voce”, ha lasciato il segno per essere stato uno dei giovani musicisti e autori – e sono tanti i personaggi dotati di autorità in materia a lamentare la scarsa reperibilità di questa figura professionale-  più originali transitati da “Amici”, c’è da auspicare che possa, in futuro, occupare il posto che meriterebbe per il suo talento. Da rivalutare.

Fede

“Premio Lucio Dalla” 2a Edizione ancora aperte le iscrizioni…


lu

“Premio Lucio Dalla”  il concorso canoro intitolato alla memoria dello scomparso Lucio Dalla, giunto alla seconda edizione  prenderà il via il 15, 16 e 17 maggio nel suggestivo centro di Bologna . Il concorso, precisano dall’organizzazione, è riservato a cantautori/trici con brani editi e inediti, duo, gruppi e interpreti con brani inediti, di tutta Italia, come sancito dal regolamento ufficiale. 

La serata di Finalissima sarà presenziata da Iskra Menarini, vocalist di Lucio Dalla, e dai coachlab Manuel Auteri, Renato Droghetti e William Manera. L’evento sarà ripreso e distribuito, con grande visibilità, in tutta Italia dal network nazionale TV “Superpass”. I coachlab seguiranno gli artisti durante le sessioni di laboratorio artistico di selezione nei giorni 15 e 16 in cui sarà determinata la griglia dei finalisti. 

Le iscrizioni sono ancora aperte: per partecipare è necessario inviare la richiesta via mail all’indirizzo di posta elettronica ufficiale info@premioluciodalla.it mentre dal sito ufficiale premioluciodalla.it è possibile scaricare il regolamento e il modulo d’iscrizione.

Classifica FIMI – Album: Roby Facchinetti in vetta. In Top Ten Renga, Ligabue, Tiromancino e Deleterio


Roby-Facchinetti_Ma-che-vita-la-mia_Cover-album_b-300x300

Classifica FIMI/GfK (Week 12/14)- album e singoli venduti nella settimana dal 17 al 23 marzo 2014.

Top Ten Album 12/14:

  1. Ma che vita la mia – Roby Facchinetti
  2. Symphonica – George Michael
  3. Tempo Reale – Francesco Renga
  4. Mondovisione – Luciano Ligabue
  5. Racine Carèe – Stromae
  6. Gionata – Gionny Scandal
  7. GIRL – Pharrell Williams
  8. Indagine Su Un Sentimento – Tiromancino
  9. Dadaismo – Deleterio
  10. DallAmeriCaruso – Lucio Dalla

 

Top Ten Singoli 12/14:

  1. Happy – Pharrell Williams
  2. Rather Be – Clean Bandit feat. Jess Glynne
  3. Jubel – Klingande
  4. Dannate Nuvole – Vasco Rossi
  5. Changes – Faul & Wad Ad. vs. Pnau
  6. Dark Horse – Katy Perry feat. Jucy J.
  7. Controvento – Arisa
  8. Stolen Dance – Milky Chance
  9. Magic – Coldplay
  10. Tous Les Mêmes – Stromae

 

Per le altre posizioni:

http://www.fimi.it/classifiche_album.php

Qualcosa da dire?

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: