Maionchi

Madh, secondo classificato di XFactor8 , è tornato a casa. per Mara Maionchi a livello di produzione migliore di Fragola.


madh a cagliari [Foto Pili/Rosas – da La Nuova Sardegna]

Madh  all’anagrafe Marco Cappai, classe 1993, il secondo classificato dell’ottava edizione di  XFactor è tornato a casa. Il cantante di Carbonia, cittadina vicina a Cagliari, si è distinto per originalità distaccandosi dalla massa dei tanti  “dejà vu”.

Madh si definisce un alieno che arriva dalla Sardegna, il suo nome d’arte è l’acronimo di “My Advice Doesn’t Help”. È autodidatta e compone brani in inglese con arrangiamenti rap e black soul. Originale anche per  Mara Maionchi,  padrona di casa dell’Extra Factor e scopritrice di tanti talenti, il più famoso Tiziano Ferro, per lei,  Madh porta in Italia un genere fino a oggi poco considerato, un mix di stili rap, jazz, elettronica,black soul, contaminati però da sonorità orientali. Madh  infatti è un appassionato di cultura orientale e della sua filosofia come conferma il brano con cui si è piazzato secondo ad XFactor  “Sayonara”.

Presenza scenica, regge il palco come un vero professionista, e come detto sempre dalla Maionchi, intervistata da Vanity Fair: «Madh è un prodotto definito al contrario di Fragola. A livello di produzione gli darei un 9». Tra le curiosità che lo riguardano il suo motto è: “Sii il Dio di te stesso” che a suo dire  è una frase che lo spinge a credere tanto in se stesso e in quello che fa. Lo aiuta a evitare di porsi dei limiti. La colonna sonora della sua vita da un anno a questa parte è Ready Or Not dei Fugees. E di sè stesso dice:

Vorrei che la gente dicesse di me che sono un artista incomprensibile.

Ad accoglierlo all’aeroporto di Cagliari una folla di amici ma siamo certi che presto dovrà prepararsi a ripartire e andare oltre la sua bella Isola… dove la musica chiama….

Ve lo proponiamo nel brano col quale si è piazzato secondo a XF8: Sayonara

 

“Amici13”, ecco le novità!


ale

A partire dal prossimo dicembre andrà in onda Amici13, estratte da una chiacchierata informale di Maria De Filippi con i fan su Facebook, ecco alcune  anticipazioni sulla nuova edizione del Talentshow:

Il programma apre alle band:

Le crew esistono e le band anche, e quindi è giusto dare spazio a queste realtà. Riusciremo a trovare un modo equo per le sfide. Perché non pensate di guardare Amici come un bello spettacolo anziché ‘fare le pulci’ tra svantaggi e vantaggi?

Le novità e le modifiche secondo la De Filippi ci sono perchè:

Amici cambia ogni anno perché cambio io e cambiano anche i gusti dei telespettatori”.

No alla recitazione perchè:

purtroppo è difficile rendere televisivamente un momento così intimo

Riconfermato   Miguel Bosè,  mentre Emma Marrone è in forse, potrebbe essere impegnata con altri progetti.

Due le sostituzioni: Mara Maionchi e Luciano Cannito, che saranno sostituiti da  Carlo Di Francesco (Responsabile Artistico della divisione Publishing della Universal) Klaus Bonoldi (Produttore e percussionista jazz, in questo periodo in tour con Fiorella Mannoia).:

I vaff… della Maionchi o le discussioni della Celentano non le sopportavo tanto più. Mara mi mancherà ma non per i vaff… ma per la sua umanità e per la sua professionalità.

Confermato il direttore artistico Giuliano Peparini (Regista e coreografo di fama internazionale che vive a Parigi ma dirige grandi anteprime in tutto il mondo).

Reclutato Pasquale Di Nuzzo il ballerino della precedente edizione.

Nient’altro? …dite la vostra.

Casting di Amici13 e Maria scende in campo…


amici 13-provini milano-anteprima-600x335-919402

Sei un cantante? un ballerino? un rapper? fai parte di una band o sei un dj? hai talento e hai fra i 18 e i 26 anni?  Puoi entrare nei casting di Amici di Maria De Filippi.

I casting per Amici13 proseguono, ma a Milano dal 4 al 6 Luglio presso gli studi di Cologno Monzese (via Lumière 6)  e  sono  aperti, come di consueto, a tutti coloro che hanno un’età compresa tra i 18 (o che compiano la maggiore età entro il 30 novembre 2013, e in questo  caso, dovranno essere accompagnati dai genitori muniti di regolare documento d’identità) e i 26 anni.
Le selezioni saranno così articolate: da giovedì 4 a sabato 6 luglio, dalle ore 9 alle ore 17, spazio agli aspiranti cantanti (inclusi cantanti lirici, cantautori e rappers), ballerini anche hip hop, dance crew, band e dj.

Come consuetudine l’accesso giornaliero sarà consentito ad un massimo di 1500 aspiranti al provino.

E intanto la “mattatrice” Maria De Filippi, si mette in gioco e cerca il contatto diretto con i fan e i telespettatori sfruttando anche  il social network,  infatti dal 26 giugno, sarà online in diretta su Facebook per rispondere alle eventuali domande. L’appuntamento, per chi volesse dialogare ‘virtualmente’, con la conduttrice Mediaset è alle ore 21 sulla pagina facebook di Amici.

Forse perchè a causa di alcune defezioni come  Mara Maionchi e Luciano Cannito vuole sondare il terreno sulle preferenze e i gusti del pubblico su cui basare le sue scelte per la loro sostituzione? Che ne dite?

Ottavio: “Amici – mi ha consegnato al pubblico come un presuntuoso”


Ottavio-De-Stefano

Si sfoga sulle pagine di “Nuovo”(n. 23 13/06/2013) l’ex-concorrente di “Amici”, undicesima edizione, Ottavio De Stefano, classificatosi al secondo posto dietro a Gerardo Pulli, noto per il fisico scolpito da anni di palestra, il sorriso smagliante e l’aspetto da ragazzone americano alla “Beautiful”, nonostante sia originario di Foggia. Di significativi passi in avanti, da un anno a questa parte, come si apprende nell’articolo, ne ha fatti tantissimi, infatti è stato notato da un impresario che lavora per la NBC che ne ha apprezzato il modo di cantare e l’immagine “internazionale” e da questa conoscenza gli si sono dischiuse tante porte, dandogli modo di esibirsi in “clubs” prestigiosi di Los Angeles, consentendogli addirittura di duettare con il mitico Tom Jones e incontrare gente come Stevie Wonder e Slash dei “Guns N’Roses”. Come egli stesso racconta, il suo obiettivo è di mettere a punto un “sound” diverso è trovare uno stile innovativo, valido sia per l’Italia che Oltreoceano, mentre il suo idolo rimane da sempre Elvis Presley e i suoi modelli inarrivabili Frank Sinatra, Dean Martin e Michael Bublè, allo stile canoro dei quali si è anche spesso ispirato.

Il suo unico rammarico, che esprime senza mezze frasi, è di essere stato etichettato come uno “spaccone pieno di sè” ad “Amici” e che tale fama, purtroppo, abbia varcato i confini della trasmissione, infatti dice “Non ho mai avuto un atteggiamento scontroso o presuntuoso con gli altri ragazzi della trasmissione … Credo che la critica e quella parte di pubblico che mi ha classificato così, si siano concentrati solo sulla mia sicurezza nel presentarmi in scena o davanti alle telecamere, senza considerare chi sono veramente. In realtà ho anche un lato timido … Sono un tipo alla mano, senza tanti grilli per la testa…. Ho sempre apprezzato le persone che camminano a testa alta, orgogliose di se stesse e del proprio lavoro …” e ancora “Il montaggio televisivo è un’arma a doppio taglio, perché non mostra tutto quello che succede, ma soltanto frammenti. Durante –Amici- abbiamo vissuto ventiquattro ore al giorno davanti alle telecamere, tuttavia sono stati estratti solo pochi minuti: è normale che l’idea che il pubblico si fa di una persona sia quantomeno incompleta …” Non è la prima volta che, da parte di tanti concorrenti del “talent” di Canale5, l’indice è puntato contro il montaggio, quella famigerata serie di operazioni di “tagli” e “riassemblaggi” che spesso penalizza taluni -estrapolando arbitrariamente frasi e atteggiamenti che magari avrebbero un loro senso se presentati nel contesto integrale in cui sono scaturiti e hanno avuto corso e invece ne acquisiscono tutt’altro se limitati a brevi sequenze-assaggio – mentre riesce a “salvare” altri, trasformandoli, sempre a seguito di rielaborazioni e ritocchi, in “umili”, “casti e puri”, “paladini dei valori tradizionali e della famiglia”, “meritevoli di successo grazie al corredo di inaudite sofferenze e privazioni affrontate” ecc., ora c’è anche il “rapper”, Moreno, fresco vincitore di “Amici”, che nello stesso numero di “Nuovo” asserisce di essere, a differenza di altri suoi colleghi “arrabbiati” che praticano lo stesso genere, “un bravo ragazzo” e soprattutto, udite, udite, aggiunge “Nel mio rap non amo dire troppe parolacce”, ne avrà dette, durante la lunga permanenza nella “scuola” della De Filippi?  O piuttosto non ce le hanno volutamente fatte sentire?  Beh…Tornando indietro nel tempo ed esattamente al 2008, edizione vinta dall’Amoroso e tenuto conto del processo di “rifinitura” e “ripulitura”  praticato sulla salentina… il dubbio resta  pressochè inestirpabile…

[Articolo a cura di Fede]