Marco Carta

C.S._MARCO CARTA: RICORSO PROCURA CONTRO MANCATA CONVALIDA ARRESTO? NON NE SO NIENTE; LE T-SHIRT? ERANO DA UOMO (VIDEO)


Risultati immagini per MARCO CARTA UN GIORNO DA PECORA

A Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, il cantante Marco Carta ha raccontato la delicata vicenda del furto di magliette in un centro commerciale di Milano, che lo ha visto, suo malgrado, coinvolto.

Per quell’episodio lei è stato arrestato: “si, non sono finito in cella ma a tutti gli effetti, sulla carta, si”.

E’ vero che la procura di Milano avrebbe impugnato il ricorso contro la mancata convalida del suo arresto? “E’ uscita questa notizia ma al momento è un’inesattezza, a noi non è arrivata nessuna notifica, al momento ci risulta inesatta”.

Lei è tranquillo? “Ora certamente si, mentre non lo sono stato quando sono arrivate tutte quelle critiche”.

Ha paura del processo? “No no, sono tranquillo, sono assolutamente estraneo ai fatti. Non mi ci vedrei proprio in quella veste”.

Lei si era accorto di quello che stava facendo la sua amica, mentre rubava le tristemente famose magliette? “Assolutamente no”.

Quelle t-shirt erano da donna o da uomo? “Non le ho viste, le ho solo intraviste, e poi ho saputo che erano da uomo”.

VIDEO / CLICCA QUI PER M. CARTA A UN GIORNO DA PECORA: https://wetransfer.com/downloads/88bfeccbc2ef82deb4932fdc46f361c720190627133316/b96a14d4498b45e8f49b8f5a3278164d20190627133316/0ee7ff

Da Redazione Un giorno da pecora

 

C.S._MARCO CARTA: RICORSO PROCURA CONTRO MANCATA CONVALIDA ARRESTO? NON NE SO NIENTE; LE T-SHIRT? ERANO DA UOMO (VIDEO)


Risultati immagini per MARCO CARTA UN GIORNO DA PECORA

A Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, il cantante Marco Carta ha raccontato la delicata vicenda del furto di magliette in un centro commerciale di Milano, che lo ha visto, suo malgrado, coinvolto.

Per quell’episodio lei è stato arrestato: “si, non sono finito in cella ma a tutti gli effetti, sulla carta, si”.

E’ vero che la procura di Milano avrebbe impugnato il ricorso contro la mancata convalida del suo arresto? “E’ uscita questa notizia ma al momento è un’inesattezza, a noi non è arrivata nessuna notifica, al momento ci risulta inesatta”.

Lei è tranquillo? “Ora certamente si, mentre non lo sono stato quando sono arrivate tutte quelle critiche”.

Ha paura del processo? “No no, sono tranquillo, sono assolutamente estraneo ai fatti. Non mi ci vedrei proprio in quella veste”.

Lei si era accorto di quello che stava facendo la sua amica, mentre rubava le tristemente famose magliette? “Assolutamente no”.

Quelle t-shirt erano da donna o da uomo? “Non le ho viste, le ho solo intraviste, e poi ho saputo che erano da uomo”. 

VIDEO / CLICCA QUI PER M. CARTA A UN GIORNO DA PECORA: https://wetransfer.com/downloads/88bfeccbc2ef82deb4932fdc46f361c720190627133316/b96a14d4498b45e8f49b8f5a3278164d20190627133316/0ee7ff

Da Redazione Un giorno da pecora

 

Disavventura per Marco Carta rinviato a giudizio per concorso in furto aggravato


Marco Carta, non convalidato l’arresto per furto:  Felice, non sono stato io

La notizia è diventata virale in un batter d’occhio, ieri, Marco Carta, ex cantante  di Amici 2007  e vincitore poi del Festival di Sanremo è finito sulle cronache non per meriti artistici ma per una vicenda spiacevole che l’ha visto coinvolto in un tentativo di furto di magliette presso La Rinascente di Milano per un valore di 1.200 euro. A seguito delle indagini della Polizia il cantante è stato poi scagionato dall’infamante accusa anche se   resta comunque imputato  e rinviato a giudizio per concorso in furto aggravato (il processo si terrà a metà settembre) in quanto nella borsa della 53enne  che lo accompagnava sarebbe stata ritrovata la refurtiva e un cacciavite con cui sarebbero state tolte le placche antitaccheggio.

All’uscita del Tribunale, dopo essere stato interrogato Marco Carta ha così commentato l’accaduto ai giornalisti: “Non sono stato io a rubare, per fortuna è andato tutto bene, sono felice di poterlo dire”… “Le magliette –  non ce le ho io, l’hanno visto tutti. Ora sono un po’ scosso”, ha confessato Carta ai cronisti. “Chi li ha rubate? Non mi va di dirlo”.

Nella tarda serata ha poi postato sui social il seguente post:

‘’Un vecchio proverbio diceva ‘male non fare, paura non avere’. Ho continuato a ripetermelo in attesa di vedere il magistrato e ho fatto bene a ripetermelo e ad aver fiducia nella magistratura che ha riconosciuto la mia totale estraneità ai fatti. Sono molto scosso in questo momento e spero e mi auguro con tutto il cuore che la stampa e il web diano alla notizia della mia estraneità al reato di furto aggravato la stessa rilevanza che hanno dato all’arresto. In questi casi quando sai di essere ingiustamente accusato pensi alla tua famiglia e alle persone a te care che leggono notizie e si allarmano e soffrono inutilmente. Vi prego di restituire a loro la serenità che meritano. Sono una persona onesta e certamente non rubo. Grazie ancora e spero mi aiutiate per me e per loro a fare chiarezza’’.
Marco Carta

Redazione

MARCO CARTA OSPITE DI AMICI 2018 COMMUOVE GIORDANA:  “… Mi hai fatto vivere di nuovo ricordi ancorati sulla pelle. Grazie Marco Carta”.  


Marco Carta e Giordana AngiMarco Carta, ieri 15 dicembre, è tornato ad #Amici,  a 10 anni dalla sua vittoria  col 75% di preferenze su Roberta Bonanno seconda classificata. Emozionato, su invito di  Maria De Filippi si è esibito nel suo ultimo singolo Una foto di me e di te. Durante l’esibizione, Giordana Angi, cantante e capitano della squadra “Attene” si è commossa dando sfogo alle lacrime e i suoi occhi non sono sfuggiti al  cantante sardo che poi su instagram ha scritto taggando Giordana :“Mi hanno colpito tanto gli occhi di Giordana Angi. Hanno lo stesso colore della sua voce”

Giordana ha condiviso il messaggio tra le sue storie e ha risposto:  “Ogni parola sembrava la cantassi senza filtro dall’anima. Mi hai fatto vivere di nuovo ricordi ancorati sulla pelle. Grazie Marco Carta”.

 Redazione

Doppia ospitata per Marco Carta ieri 22NOV_: nel pomeridiano dalla Balivo a “Vieni da me” su Rai1 e in seconda serata da Bruno Vespa a Porta a Porta.


foto Marco Carta e fratello

Due ospitate di tutto rispetto ieri, giovedì 22 novembre 2018, per Marco Carta, che nel primo pomeriggio  è stato ospite di Caterina Balivo nel suo programma  Vieni da Me, su Rai1, protagonista dell’intervista musicale e a fine serata di Bruno Vespa.

A Vieni da me  Marco Carta è stato lungamente intervistato dalla Balivo   rivelando particolari inediti del suo vissuto non sempre facile e ha incontrato Alessio, l’amico d’infanzia che ha scoperto poi essere suo fratello, tra gli applausi e la commozione generale in studio.  Del padre che non ha mai conosciuto ha detto:

«Non ho avuto un padre, non mi ha dato esempio. La mia famiglia ha sempre parlato bene di lui per paura di dipingerlo male, ma mi rendevo conto che era per non farmi sentire diverso. Mio padre non mi ha voluto conoscere, è morto quando avevo 8 anni ma anche prima non ha mai voluto avere rapporti con me. Un giorno che dovevamo finalmente incontrarci, l’ho aspettato diverse ore fuori sulle scale ma lui non si è mai presentato. Quando ho capito che non sarebbe mai arrivato, ho pianto tantissimo e sono andato a nascondermi nel caminetto, per sentire un po’ di calore. Aveva un’altra famiglia con un altro figlio. Ho conosciuto mio fratello Alessio tardi, ma nel tempo abbiamo recuperato. È un’eredità molto grande che mi ha lasciato mio padre. Durante l’adolescenza ignoravo la presenza paterna per la tanta rabbia che provavo, da un paio di anni ho capito che anche lui avrà avuto i suoi motivi. Ora sono felice».

La delusione per quell’appuntamento mancato Marco l’ha poi raccontato in musica nell’ultimo singolo uscito recentemente   “Una foto di me e di te” che sta ottenendo un buon riscontro di pubblico e di vendite,

Nell’intervista si è parlato ovviamente di “Amici”, il talent show da cui è partita la sua carriera di cantante:” …mi hanno preso solo dopo 5 provini. Se non mi avessero accettato avrei rinunciato perché ero stanco. Poi l’ho anche vinto». Mentre la madre  è stata  ricordata sulle note di “Una canzone per te” di Vasco Rossi: “E’ un cantante che ho nel cuore, è una cosa geneticaVasco era il cantante preferito di mia mamma. Sono cresciuto attraverso i suoi esempi, perché lei non poteva più consigliarmi. Quando è morta avevo solo 10 anni” . Di Federico, il fratello cresciuto insieme a lui ha rivelato: “Io e mio fratello Federico non siamo riusciti a comunicare per molti anni. Non parlo mai di lui, siamo molto diversi. Quando è diventato padre, ci siamo riuniti. Ci vogliamo molto bene, ma non ce lo siamo mai detto». Infine del recente coming out, su cui Marco ha ironizzato affermando: “Prima mi consigliavano tutti di dirlo! Ora che l’ho detto mi dicono tutti: non dovevi dirlo!”. 

In seconda serata, su Rai1 Marco Carta è stato invece ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta,  importante salotto televisivo dove ha avuto l’onore di chiudere la puntata sulle note di “Una foto di me e di te”.

 

Redazione

 

#MUSICA: “Una foto di me e di te” e’ IL NUOVO SINGOLO DI MARCO CARTA DA OGGI IN TUTTI I DIGITAL STORE| TESTO e AUDIO|


Risultati immagini per marco carta foto

«Questa canzone parla di due appuntamenti. –   spiega Marco Il primo è quello mancato con mio padre, quando io l’ho aspettato e lui non è mai arrivato, l’ho aspettato per due ore e non si è presentato. Io l’ho perdonato, perché davvero è passata, gli voglio bene come se ci fosse stato, forse anche lui avrà avuto i suoi motivi.

Il secondo appuntamento è il mio primo bacio: non il primo bacio che ho dato a scuola ma il primo bacio che mi ha lasciato senza respiro, il primo bacio che ho dato a un ragazzo che ho amato…

Marco Carta – Una foto di me e di te, testo

Dicono che Dio per disegnare il mondo
ci ha messo sette giorni

e poi ci sono io all’ombra di mio padre
e avevo sette anni

avrei voluto chiederti qualcosa in più
tipo se è vero che i sogni quando li spendi li perdi
e che gli uomini forti incassano i colpi
senza arrendersi mai, senza piangere mai

dicono che Dio abbia creato tutti
uguali ma speciali

avrei voluto crederci almeno un po’
per poi guardarmi allo specchio
essere fiero di tutto gioire di ogni difetto
e comunque ripetermi che

che non è vero che sei sbagliato
e non hai niente da dimostrare
hai fatto tutto con le tue gambe
anche a costo di farti male
e non ho modo di lasciarti andare
quando ricordo non so immaginare
ti aspetto ancora fermo sulla scale
e in tasca ho una foto di te e me domenica
leggeri di neve e nevica

dicono che Dio ci abbia dato un figlio
per salvarci tutti

e poi ci sono io, ho scelto di gridare
per soffocare i dubbi
avrei voluto renderti fiero di me
e invece hai un figlio diverso
l’ho imparato col tempo
anche senza un esempio
le notti a ripetermi che

che non è vero che sono sbagliato
se quella volta ho scelto di amare
ho chiuso gli occhi e dopo l’ho baciato
trattengo il fiato per non respirare
io non lo so se tu lo puoi accettare
ma ti ricordo e voglio immaginare
di ritrovarti fermo sulle scale
con in tasca una foto di me e te domenica
leggeri di neve e nevica

quando ricordo non so immaginare
io ti ricordo e non so immaginare
ti aspetto ancora fermo sulle scale
ed in tasca ho una foto di me e te domenica
leggeri di neve

Il singolo sta scalando la classifica di iTunes dove occupa la terza posizione.

MARCO CARTA a “Domenica Live”: “Sono omosessuale. Deve essere normale poterlo dire”|DOMANI ESCE IL SUO NUOVO SINGOLO|


Marco Carta ospite a Domenica Live

Sono felicissimo, mi sento molto più leggero”. È un Marco Carta finalmente libero e più tranquillo quello che ha appena qualche ora fa ha fatto outing a Domenica Live «Essere liberi è impagabile: dire le cose quando e come vuoi tu, questa è la mia priorità. Le mie omissioni e il mio silenzio erano da rispettare, ora siamo qui a parlare, anche se non dovrebbe esserci niente da dire» .

Il cantante sardo per la prima volta ufficialmente dice di essere innamorato e ha voglia di “gridarlo” a tutti: “È un percorso, non facile e diverso per tutti. io adesso mi sentivo pronto e volevo farlo” e quindi  parla del suo nuovo singolo, che uscirà domani che si intitola Una foto di me e di te e che ha fatto da input alla rivelazione:

«Nel mio prossimo disco, che esce lunedì, racconto anche il primo bacio, quello che mi ha cambiato la vita. Non il primo bacio dato a scuola, ma il primo che ho dato a un uomo, alla persona che amavo» 

e poi:

«C’è chi si sente subito pronto e chi ha bisogno tempo. Soffrivo perché non potevo camminare per strada con la persona che amavo. Questa è una scelta di libertà. Lo ha fatto anche Tiziano Ferro? Ora è più libero anche nella musica. È facile cadere nella banalità, ma ora mi sento pronto e sicuro». 

Alla rivelazione del cantante sardo è seguita la considerazione di Barbara D’Urso che tra le righe ammette l’esistenza ancora di un pregiudizio dilagante sul tema: “In Italia (e non solo) questo che hai fatto è considerato un evento. Purtroppo pochi artisti hanno il coraggio di farlo, è pieno di artisti che hanno un tipo di vita nel privato e invece pubblicamente ne dimostrano un’altra, facendosi fotografare con una ragazza perché è molto meglio fare finta di essere eterosessuali in questo lavoro”.

Redazione 

MARCO CARTA: “Sono stato in Sardegna per due mesi, non succedeva da prima che partissi per realizzare i miei sogni…


marco carta

Marco Carta dopo una lunga convalescenza, a seguito di un intervento chirurgico subito nei mesi scorsi, trascorsa nella sua Sardegna,  riparte per Roma, ma prima pubblica su Instagram un post in cui racconta  la sua estate “alternativa” , con cui  ringrazia tutte le persone che ha incontrato e l’hanno  emozionato e ricorda il suo prossimo impegno di lavoro che lo vedrà a ricoprire il ruolo di  giudice nel talent show di Mediaset IBand.

 

Questo quello che ha scritto:

View this post on Instagram

Sono stato in Sardegna per due mesi, non succedeva da prima che partissi per realizzare i miei sogni.. tutto questo, è stato dovuto da un insieme di cose.. La convalescenza, la voglia di stare con i miei, l’attaccamento alla mia terra, il mio mare.. È stata una estate alternativa, non esattamente secondo i miei piani ma comunque bella.. Ad esempio rivedere vecchie amicizie come Barbera in arte Titanic. Proseguire il mio tour e cantare anche nella propria terra rende tutto magico. Questa estate sono andato spesso allo stabilimento d’aquila e mi hanno sempre ospitato, ci tengo a sottolineare la mia gratitudine ❤️ ( #Daquila ) Ho avuto il tempo per riscoprire gli odori della mia terra. Riscoprire piccoli angoli nel mio quartiere che non vedevo da almeno 12 anni, piccoli angoli di casa mia che non toccavo da 15 anni e pensare che l’ultima volta ero solo un ragazzino.. Rientrare nella palestra dell’is bingias mi ha fatto un effetto allucinante.. mi sono rivisto la, a sudare per ore ed anni di allenamento, sempre con quel pallone in mano.. #isbingias Grazie a tutte le persone che ho rincontrato e a tutti coloro che mi hanno emozionato. Ora sto volando per Roma, stasera avrò un concerto vicino Palermo e da domani avrò la responsabilità di prender parte al futuro di qualcuno.. È una responsabilità. Tutto bene… @ibandworld2018 #Mediaset che il talent abbia inizio. Buona giornata!

A post shared by Marco Carta (@marcocartaoff) on

Redazione

MARCO CARTA: GIUDICE IN UN NUOVO TALENT SHOW TARGATO MEDIASET DOPO LA PAUSA FORZATA PER MOTIVI DI SALUTE – VIDEO


 carta

Marco Carta sul proprio profilo   Instagram annuncia i suoi nuovi impegni lavorativi dopo l’operazione subita all’addome a causa di un’ulcera come confermato dalla nonna in un’intervista: “In famiglia soffriamo un po’ tutti di problemi allo stomaco e Marco era da un po’ che tribolava. Insomma, ha sempre avuto una certa acidità di stomaco che non lasciava ben sperare. Del resto, la sua attività a volte lo porta a essere stressatissimo”.

Questo il messaggio del cantante:

Ciao ragazzi! Vi aspetto dal 26 al 31 Agosto al teatro 1 di Cinecittà World per i-Band. Mi raccomando, in tanti e soprattutto grintosi”. 

Si torna al lavoro dopo una pausa forzata quindi, ma come spiega poi lo stesso Carta in veste di giudice di un nuovo talent ricco di novità

iBand infatti è il nuovo talent show targato Mediaset  che andrà in onda su La5 e accanto al vincitore della settima edizione di “Amici” e della 59a edizione del Festival di Sanremo, sempre in giuria, ci saranno Sal Da Vinci e Silvia Salemi. 

 

 

 

Redazione

#MUSICA: MARCO CARTA IN SARDEGNA CON IL #TienitiForteTour ad Aprile,Maggio e Luglio


mcarta.jpg

Come riporta anche il maggior quotidiano locale, l’Unione Sarda, il cantante cagliaritano Marco Carta torna in  Sardegna  in concerto con due date imminenti del suo #TienitiForteTour : il 30 aprile a Galtellì e poi  il 2 maggio a Pula in piazza del Popolo. In seguito ed esattamente il 7 di luglio è previsto un concerto  a Pozzomaggiore (Sassari).

Ad annunciare gli appuntamenti ai fan sardi è lo stesso Carta dalla sua pagina FB e i puntini di sospensione finali lasciano intendere che probabilmente le sorprese per i fan sardi non sono finite

Appena il 16 aprile  il cantante celebrava i suoi dieci anni di carriera a partire dalla sua vittoria ad “Amici” e nel ricordare il talent da cui ha avuto origine la sua carriera musicale ha scritto:

“Dopo questo vortice di emozioni, solo ora mi accorgo che oggi 16 Aprile 2008 vincevo amici.. 10 anni fa..
da allora molte cose sono cambiate nella mia vita.
Ho avuto le risposte che cercavo, quelle che volevo, ma non ero consapevole del fatto che si sarebbero create altre 1000 domande.
Il mio prossimo obbiettivo sarebbe stato Sanremo, ma chi l’avrebbe mai detto che sarebbe andata così.
Una vittoria che mi ha aperto al mondo e mi ha consacrato nel mondo vero della musica.
Ciononostante non è stato facile spianarmi la strada contro il pregiudizio che c’era all’epoca.
L’idea che un ragazzo vincente di un talent potesse vincere Sanremo faceva rabbrividire i tanti settori orbitanti intorno alla musica.
Con tanto orgoglio oggi vivo di musica, in pieno, vivo e arricchisco il mio essere grazie a quello che all’inizio era una piccola passione scoperta per caso quando ero bambino e con altrettanto orgoglio sono felice di essere stato il primo in qualcosa nella mia vita, forse il primo a cambiare un sistema, forse ho reso la mia famiglia per la prima volta realmente fiera di me.
Che dire..
Grazie per questi 10!
Grazie a chi mi ha sostenuto fin dall’inizio e con così tanta tempra e foga.
Grazie!
Mi avete cambiato la vita.
Da allora, tutto è meno amaro”.

Redazione