Maurizio Costanzo

C.S._TV, COSTANZO: CON MARIA L’APPUNTAMENTO DELLA VITA, MI HA INSEGNATO IL MATRIMONIO; ‘AMICI’? LO SEGUO PERCHE’ POI MI INTERROGA; IO GELOSO? LO SAREI MA LEI NON MI DA’ MOTIVO (VIDEO)


M. COSTANZO RADIO1 UGDP

Ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, Maurizio Costanzo ha raccontato l’amore con Maria De Filippi, che dura da molti anni ed è quello che il popolare conduttore aspettava da sempre. 

Partiamo da uno dei format più fortunati della sua compagna: ‘Amici’. Lei lo segue con attenzione? “Si, perché poi vengo interrogato la mattina successiva. Mi piace, lo vedo tutto. E vedo anche ‘C’è posta per te’ seguo tutto”. Segue anche ‘Uomini e Donne’? “No, perché a quell’ora ho da lavorare. Ma fui io ad insistere per fare ‘Uomini e Donne Over’, pensai che per i non più giovani poteva essere una bella iniezione di vita”.

Se dovesse indicare i più grandi errori della sua vita, cosa indicherebbe? “I primi tre matrimoni, prima di arrivare al quarto”.

Si dice che la relazione con Simona Izzo finì perché lei era troppo gelosa. “Si, guardava le tasche, guardava i foglietti”.

Forse lei aspettava Maria De Filippi da tutta la vita. “Evidentemente sì: c’è sempre un appuntamento ma tu non sai quando sarà. Con lei l’ho riconosciuto perché dopo un po’ che eravamo insieme ho capito che quello poteva essere ‘IL’ matrimonio. Maria mi ha insegnato cos’è il matrimonio, mi ha insegnato il rispetto e l’amicizia”.

E’ geloso della De Filippi? “Si, ma dato che lei è una donna intelligente non mi ha dato motivo di esserlo. Stiamo per celebrare le nozze d’argento: si può esser gelosi di una donna con cui stai da così tanto tempo”.

VIDEO / CLICCA QUI PER M . COSTANZO A RAI RADIO1 UN GIORNO DA PECORA: https://wetransfer.com/downloads/e726ac8ae89a8390a70bcfba7f0e44bb20190510083745/a0508523d1e23f7bfb4696edbc1a4c7e20190510083745/625e28

RedazioneUnGiornodaPecora

28/03/2019 Su #CANALE5 RITORNA IL “Maurizio Costanzo Show”: TRA GLI OSPITI Matteo Salvini, MARA VENIER, MAHMOOD


Giovedì 28 marzo 2019, ritorna su Canal5 in seconda serata Maurizio Costanzo Show, il talk show più longevo della televisione italiana con un nuovo ciclo di sei puntate. Ospiti sul palco: il leader politico Matteo Salvini,   Mara Venier, il vincitore del Festival di Sanremo Mahmood, il paroliere e discografico Mogol,  Gianmarco Carroccia, raffinato interprete di Lucio Battisti.

Ed ancora, la protagonista di una storia di cronaca Raffaella Lucanto, la coppia nata al  GF Vip Francesco Monte e Giulia Salemi e l’attrice e imitatrice Gabriella Germani.

 

[C.S.] Maurizio Costanzo: “Ecco come nacque Se Telefonando”


Maurizio Costanzo intervenuto nel programma di Sonia D’Agostino  “Io le donne
non le capisco” in onda su Radio Radio ha parlato della nascita della celebre canzone
“Ci dissero in seguito che forse Mina era disponibile e andammo a Via Teulada. Lì trovammo l’impresario di Mina e Mina, e Morricone si mise al pianoforte e fece sentire Se Telefonando” ha continuato ancora Costanzo, aggiungendo che “Un attimo dopo Mina chiese di sentire il testo e, davanti a noi, stupiti da quel gesto, cantò il brano. Io le sono ancora grato perché è stata, e lo è ancora, cantata in tutto il mondo.” 
 
Se Telefonando racconta una storia che finisce. Una chicca: il testo iniziale diceva ‘con il buio all’improvviso, la tua mano sulla mia’: Mina disse che poteva risultare un po’ ambiguo e cambiammo il testo.” ha concluso Maurizio Costanzo.

 da Redazione IoLeDonneNonLeCapisco RadioRadio 

19/11/2018 – 00:50 #RAI1: A “S’E’ FATTA NOTTE” Carolyn Smith e Nunzia Alessandra Schilirò ospiti di Maurizio Costanzo


maurizio costanzoLunedì 19 novembre su Rai1, alle 24.50, nuovo appuntamento con ‘S’è fatta notte’, il programma condotto da Maurizio Costanzo. Ospite al bar sarà Carolyn Smith, nota al grande pubblico per essere la presidente di giuria di Ballando con le stelle. Ma Carolyn è anche una donna forte, che non ha esitato a parlare con coraggio della sua lotta contro il cancro, quello che lei chiama “l’intruso” e che combatte ogni giorno con coraggio e con la sua arma vincente: il sorriso.

Con lei Nunzia Alessandra Schilirò, Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato, una donna in prima linea contro la violenza, autrice di “Soli nella notte dell’anima – Come reagire alle molestie in casa, al lavoro, per strada“. Un libro in cui si raccontano i segnali da non sottovalutare per capire se si sta vivendo una relazione violenta e come porvi fine, come vincere la vergogna per uscire allo scoperto e denunciare.
Redazione

11/11/2018 – 20:35 #RAI1: “CHE TEMPO CHE FA” Tra gli ospiti Ennio Morricone, Costanzo, Elisa …


 

A Che Tempo che fa di Fabio Fazio, in onda domenica 11 novembre alle 20.35 su Rai1, saranno ospiti Ennio Morricone e Giuseppe Tornatore. In occasione del compleanno del Maestro Morricone (90 anni il 10 novembre) e del trentesimo anniversario da Cinema Paradiso, i due Premi Oscar – di cui è appena uscito il libro “Ennio. Un maestro. Conversazione” – si racconteranno nello studio di Fabio Fazio.
Inoltre, sarà in collegamento Maurizio Costanzo, padre del talk show italiano, che ha da poco compiuto 80 anni e che dal 13 novembre sarà nelle librerie con “Il tritolo e le rose”, libro che ripercorre gli anni novanta attraverso i suoi protagonisti e avvenimenti personali e non solo.
Alla scrivania di Che Tempo Che Fa questa settimana anche Paolo Gentiloni, ex Presidente del Consiglio, dal 13 novembre nelle librerie con “La sfida impopulista”.
E ancora, Elisa la Popstar italiana con all’attivo 23 dischi di platino, 1 disco di diamante, 6 dischi d’oro e oltre 2 milioni e 500 copie vendute e attualmente prima in classifica airplay per numero di trasmissioni radio con il singolo “Se piovesse il tuo nome”.
Anche in questa puntata la consueta analisi competente rispetto a temi che riguardano tutti gli italiani di Carlo Cottarelli, Direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani.
Con Fabio Fazio ci saranno l’imprescindibile Luciana Littizzetto e l’elegante presenza di Filippa Lagerback.
A seguire Che Tempo Che Fa – Il Tavolo con Gigi Marzullo, Orietta Berti e il Direttore e contemporaneamente Vicedirettore di Novella Bella, Nino Frassica.
Al tavolo saranno presenti Ale & Franz, in tour nei teatri con lo spettacolo “Nel nostro piccolo” ispirato a Gaber e Jannacci, Caterina Balivo conduttrice di “Vieni da Me” su Rai1, autrice del romanzo “Gli uomini sono come le lavatrici” e Peppino di Capri considerato l’importatore del Twist in Italia e autore di brani che hanno fatto la storia della canzone italiana come “Champagne” e “Roberta”.
E ancora il conduttore Francesco Facchinetti e il campione Marco Lodadio che lo scorso 2 novembre ha vinto la medaglia di bronzo agli anelli ai Mondiali di ginnastica artistica di Doha, dopo aver vinto a giugno la medaglia d’argento ai Giochi del Mediterraneo.

MAURIZIO COSTANZO SPEGNE 80 CANDELINE E SI CONFESSA DALLA A ALLA Z


Giornalista, scrittore, autore, critico, direttore artistico di teatri, e imprenditore, Maurizio Costanzo, nato a Roma il 28 agosto 1938, compie oggi Ottant’anni.  In una intervista rilasciata a Repubblica, che riportiamo integralmente, 80 anni di vita e carriera  riassunti dalla A alla Z;

A – Amici. “Sono stato legatissimo a Alberto Sordi e a Vittorio Gassmann, che mi confidava le sue malinconie. Paolo Villaggio era un genio. “Gli amici alla mia età sono sempre meno”.

B – Bignè. “Una volta a San Giuseppe ne ho mangiati 24. C’è mancato poco che finissi in ospedale”.

C – Cani. Una passione, da sempre, per i bassotti. Cassio un’istituzione, Ugo, Filippa, poi i pastori tedeschi e altri amici pelosi: “Gli animali, sanno consolarti nei momenti difficili”. Però l’unico gatto della sua vita, Filippo, gli tiene compagnia nello studio del quartiere Prati. Casa off limits.

D – De Filippi. “Maria è una donna attenta, precisa, io sono abbastanza cialtrone, anche sulla mia salute. Se non avessi avuto questo cane pastore vicino non so come sarebbe andata. Mi dispiace dirlo perché non voglio darle soddisfazione, però è così: mi ha salvato da me stesso.  Quando l’ho incontrata, per la prima volta nella mia vita ho pensato: ‘Ecco, questa è la persona che stringerà la mia mano mentre morirò'”.

E – Esagerazioni. Si considera “bulimico di tutto”. Scrittore, giornalista, conduttore, critico, sceneggiatore, autore di canzoni e anche attore: dopo le sit com Orazio, il cinema: tre minuti nelle vesti di Dio nel film 3+1 giorni per innamorarsi di Franesca Pontellini.

F – Figli. Tre: Saverio e Camilla, avuti da Flaminia Morandi. Gabriele, 27 anni, lo ha adottato con Maria De Filippi. “Come padre sono stato assente e sono meglio adesso: con Saverio e Camilla ci vediamo tutti i giovedì a pranzo, è il nostro appuntamento fisso”.

G – Genitori. “M’incuriosiscono i legami, il non detto. Un medico ospedaliero mi ha detto che le persone, in punto di morte, anche se hanno figli, mogli e mariti, invocano il padre e la madre. Torniamo alle radici. Da adulto ho ripensato spesso ai miei”.

H – Hobby. “Sono fortunato, perché ho fatto del mio unico hobby il mio lavoro”.

I – Interviste. “La chiave del nostro mestiere è la curiosità: faccio all’ospite le stesse domande che porrei se non ci fosse la telecamera accesa. L’intervista alla quale sono affezionato di più è il faccia a faccia con Maria: è stato un confronto molto vero e ha fatto record”.

L – Lettera. A14 anni scrive una lettera a Indro Montanelli (“Vorrei conoscerla”), che resta colpito e lo invita ad andarlo a trovare in via della Mercede, nella redazione romana del Corriere della Sera. Non va a scuola per incontrarlo. “Mi spiegò che se davvero avevo la passione di fare il giornalista dovevo cominciare il prima possibile”. Così fu.

M – Mafia. Aveva condotto molti speciali sulla mafia, anche in collegamento con Michele Santoro. Il 14 maggio 1993 scampa a un attentato: un’autobomba viene fatta esplodere in via Ruggero Fauro a Roma, a pochi passi dal teatro Parioli, mentre era in macchina con la moglie. “Con Maria ci salvammo perché quel giorno avevamo cambiato l’auto. Il sicario, non riconoscendola, pigiò il pulsante in ritardo. Per Maria fu uno choc, è stata male per anni. Io ho avuto l’impressione di rinascere perché mi ero salvato”.

N – Nonno. Ha quattro nipoti. “Faccio il nonno a modo mio, non li porto ai giardini, per capirci. Brando, il bambino di mia figlia Camilla, viene dietro le quinte del Costanzo show: mi fa impressione perché vedo il Dna”.

O – Offese. “Non ho più rapporti con Celentano che si offese quando definii qualunquiste una delle sue uscite,  né con Nanni Moretti che si stupiva che fossi un simbolo della lotta alla mafia. Per il Mlleggiato mi dispiace, per Moretti non me ne frega niente”.

P – P2. Il suo nome fu trovato nella lista degli iscritti alla Loggia P2 (vedi Licio Gelli), tessera 1819, data di iscrizione 26 gennaio 1978. Confessione passata alla storia a Giampaolo Pansa: “Sono stato un cretino”, Enrico Deaglio lo definisce: “Il primo pentito della P2”. Nel 2015 parlando sempre della P2, Costanzo spiega: “L’ho fatto per dare retta a un paio di persone che conoscevo, ero confuso. Dopo non mi sono più iscritto neanche alla bocciofila”.

Q – Quinte. Dietro le quinte è nervoso e scaramantico. Nessuno può essere vestito di viola.  “Per anni prima del Costanzo show al Parioli speravo che ci fosse un incendio. Una volta, giuro, dissi al direttore di Rete4: ‘Ti do 500mila euro se non mi fai fare il programma’. Però poi l’emozione ti tiene vivo”.

R – Romano e romanista. “Può cambiare tutto, ma il tifo è per la vita”. Un’autentica passione per Francesco Totti (“il vero ottavo re di Roma”), a cui consigliò di scrivere il libro di barzellette.

S – Silvio. “Quando Berlusconi decise di scendere in campo gli dissi che mi dispiaceva molto. Lo apprezzavo come editore, ma gli spiegai che non l’avrei votato come politico”.

T – Torta. Quella che Marina Ripa di Meana gli tirò in faccia durante una memorabile puntata di Bontà loro. Lui non le rivolgerà più la parola per quindici anni. Pace fatta la rinvita a S’è fatta notte: “Io e te abbiamo tolto la scena a Pannella”, ricorda, “stavo parlando con lui della fame nel mondo”.

U – Ubiquità. Va in onda su Canale 5 e anche su Rai1 dove conduce S’è fatta notte, talk con ospiti. “Senza la televisione non so se saprei vivere”.

V – Vacanze. Allergico all’idea delle ferie, da qualche anno passa il mese di agosto nella villa di Ansedonia. “Maria nuota va a cavallo gioca a tennis. Io penso che lo sport faccia male”.

Z – Zucchero. Vietato da Maria, come i carboidrati. Lui ironizza: “Sto sempre a dieta. Se uno mangia un piatto di spaghetti vicino a me ingrasso io”.

Redazione

28MAG_A”L’Intervista” Maurizio Costanzo ospita Paolo Bonolis


Lunedì 28 maggio, in seconda serata su Canale 5, imperdibile l’appuntamento con il talk one to one di Maurizio Costanzo.
Protagonista de L’intervista il più istrionico e amato mattatore della Tv Paolo Bonolis, brillante autore e conduttore del piccolo schermo, marito felice da 16 anni (è sposato con Sonia Bruganelli) e bravissimo e premuroso papà di cinque figli.

Paolo si racconta a cuore aperto con la sua innata ironia e simpatia al Maestro ma anche all’amico ed estimatore Maurizio in un clima di totale sintonia e confidenza.
Bonolis si lascia coinvolgere, entusiasmare ed emozionare dai video evocativi proiettati sulle pareti che lo mostrano a lavoro (quasi 40 anni di carriera) ma anche con i suoi affetti più cari.

Il programma L’intervista è scritto da Maurizio Costanzo.
Prodotto da Fascino P.g.t. per Mediaset.
Firma la regia Valentino Tocco.

Amanda Lear: “Dicevano che non ero una donna vera, oggi sono tutte come me”


amanda learAmanda Lear (ospite di Maurizio Costanzo nel suo programma “L’Intervista”  in seconda in seconda serata su Canale5, lunedì 21 maggio)ha costruito il successo alimentando il mistero  che avvolge il suo personaggio. Dubbi sull’età,  incerto è infatti l’anno di nascita che oscilla dal 1939 al 1952, il più accreditato è il 1946 e… dubbi anche sul genere considerato che la Lear ha sempre giocato sulla sua estetica androgina e ambigua. E a proposito della sua ambiguità a domanda specifica del conduttore ha risposto:

  “L’ambiguità? È quando la gente normale non riesce a capire bene cosa sei, chi sei”, è questo il pensiero di  “Io ho sempre dato l’immagine di una donna aggressiva, un po’ maschile nell’atteggiamento, e la gente pensava: ‘non è una donna vera’. I tempi sono cambiati e oggi tutte le donne sono così”, ha spiegato la cantante che ammette di aver sempre avuto questo atteggiamento anche nella seduzione.

 Redazione

A “L’intervista” Maurizio Costanzo ospita Amanda Lear


Il nuovo appuntamento con “L’intervista” di Maurizio Costanzo è per lunedì 21 maggio, in seconda serata, su Canale 5.
Questa settimana l’eclettica artista francese naturalizzata italiana Amanda Lear si racconta a cuore aperto al giornalista, in una narrazione scandita da video e brani musicali evocativi che la coinvolgono umanamente e artisticamente.
Amanda modella, cantante, conduttrice, scrittrice e attrice, nonché musa del grandissimo artista Salvador Dalì per oltre quindici anni.
Una carriera internazionale invidiabile, decollata sullo sfondo delle passerelle parigine per poi dedicarsi alla canzone prima e alla televisione dopo.
Un successo e una popolarità riconosciuti oltre che in Francia anche in tanti paesi tra cui l’Italia, la Spagna, il Belgio, la Germania, la Grecia, la Finlandia, il Giappone e il Sud America.

Stralci Costanzo/Lear
Sull’età anagrafica
Lear: L’anagrafica non mi interessa… […] Ancora adesso i ragazzi mi dicono “quanto sei bona”… Il complimento è lì…

Sull’ambiguità
Lear: L’ambiguità? E’ quando la gente normale non riesce a capire bene cosa sei, chi sei… […] Io ho sempre dato l’immagine di una donna aggressiva… Un po’ maschile nell’atteggiamento… E la gente pensava: “una donna non si comporta così… Non è una donna vera”. Oggi tutte le donne sono così…

Su Salvador Dalì
Costanzo: Quando hai capito che eri innamorata di un grandissimo come Salvador Dalì?
Lear: L’ho capito quando la moglie mi ha detto: “se lei vuole il mio posto questa è la mia stanza “. Non avevo mai incontrato una donna così, che non aveva la gelosia […] dopo è diventata la mia migliore amica e sono rimasta con questa strana coppia più di 15 anni…

Su David Bowie
Lear: Era tenero, attraente… Intelligente […] un grande artista ma anche tormentato […] E’ stato il primo a credere in me come artista… Mi ha pagato le lezioni di canto. […] Si truccava più di me… Ma il problema dei maschi che si truccano è che non si struccano la notte per dormire […] mi sporcava il cuscino con il fondotinta.

Prodotto da Fascino P.g.t. per Mediaset.  La regia è di Valentino Tocco.

Redazione

14/05/2018 A #L’INTERVISTA Maurizio Costanzo ospita Romina Power -Anticipazioni


romina costanzo

Lunedì 14 maggio, in seconda serata sulla rete ammiraglia Mediaset, l’appuntamento è con Maurizio Costanzo a “L’intervista”.
In programma un inedito ed esclusivo faccia a faccia tra il giornalista e la bellissima e amatissima Romina Power, ex moglie di Al Bano e figlia degli attori hollywoodiani Tyrone Power e Linda Christian.

Un incontro sincero e intimo dove Romina non si tira mai indietro neanche di fronte ai filmati e alle domande su sua figlia Ylenia.
Le immagini che accompagnano l’Intervista mostrano la sua bellezza esteriore e interiore: dalla sfavillante carriera costellata di successi al matrimonio da favola, dall’amore per la sua famiglia al forte legame con Cellino San Marco e con i suoi adorati figli. Una Romina artista a tutto tondo: pittrice, scrittrice, attrice e cantante. Oggi anche imprenditrice, ma prima di tutto madre affettuosa e presente.

Stralci dell’intervista Costanzo/Romina Power

– Su Al Bano –
Costanzo: quale è una follia che Al Bano ha fatto per te?
Power: non lo so, dovresti chiederlo a lui…
Costanzo: e una follia che tu hai fatto per lui…
Power: sposarlo!
[…]
Costanzo: ma Al Bano è l’amore?
Power: guarda, non so che cos’è, è una cosa strana che mi lega ad Al Bano, un legame indissolubile… mi fa venire veramente i nervi… questa cosa che ci lega non smetterà mai…
[…]
Costanzo: nel frattempo tu ti sei innamorata?
Power: no.
Costanzo: è questa la cosa bellissima…
Power: ho pensato trovo qualcuno più come me… ma invece… poi c’è un altro fatto strano, secondo me, le nostre voci insieme creano una vibrazione che arriva dentro anche a chi le ascolta… ti provoca una sensazione di benessere…
[…]
Costanzo: Romina, ti faccio la stessa domanda fatta ad Al Bano, con chi sei sposata mentalmente?
Power: io? con chi sono sposata, mentalmente… mi guardi così mi fai ridere…

Costanzo: non ti guardo, rispondi…
Power: ma anche per la chiesa sono sposata…
Costanzo: con lui?
Power: sempre lui, chi altro?
Costanzo: non avete mai divorziato…
Power: no.
Costanzo: ma mentalmente… nel tuo cuore?
Power: già il fatto che io non sia riuscita a trovare un’altra persona la dice lunga, no?…

– Sulla scomparsa di Ylenia –
Costanzo: sono convinto che nel cuore e nella mente di un genitore un figlio non può scomparire… un figlio c’è e continua a esserci…[…] il sei gennaio di ogni anno fai gli auguri a tua figlia sui social…nella convinzione che lei ti legga…
Power: io spero che lei sia da qualche parte e legga… io voglio che circoli la sua immagine, il suo viso sui social, perché può capitare a qualcuno di vederla per strada…o che abbia perso la memoria…perché è molto misterioso che spariscano queste ragazze a New Orleans e che la polizia non agisca in maniera…e che non venga fatto un processo come si deve…dopo un po’ viene tutto arenato, tutto sepolto, tutto coperto… questo Masakela aveva degli alias che non finivano mai e nessuno l’ha mai indagato… era un musicista di strada che aveva dei precedenti penali però veniva sempre, continuamente rilasciato… […] però c’è una cosa da scoprire: perché in questa città [New Orleans] viene occultata questa ricerca del perché svaniscono le persone e cosa c’è dietro… […] In Italia uno come Masakela non se la passava così liscia…
Costanzo: ci pensi almeno una volta al giorno a Ylenia?
Power: ci penso spesso, poi l’ho sognata anche…

– Sulla madre –
Costanzo: da ragazzina hai fatto qualche marachella… t’ha sgridato o si è arrabbiata molto…
Power: no, questo no… però una volta mi ha costretto a fare un film che non volevo fare, questo è l’unico brutto ricordo che ho di lei…
Costanzo: quando stavi in collegio ti veniva a trovare?
Power: no, e a volte non la vedevo neanche durante le vacanze…
Costanzo: e non ti mancava?
Power: se una persona non la frequenti mai non ti manca…

Il programma è scritto da Maurizio Costanzo. Prodotto da Fascino P.g.t. per Mediaset.
La regia è di Valentino Tocco.

Redazione