MEI

C.S._MARGHERITA ZANIN VINCE IL PREMIO SPECIALE INDIE MUSIC LIKE AL MEI25 PREMIATA DA MICHELE MONINA


In occasione del MEI 25 sabato 5 ottobre a conclusione del Premio dei Premi al Teatro Masini di Faenza sara’ assegnato un Premio Speciale Indie Music Like  per il disco “Distanza in Stanza” di Margherita Zanin,  per aver riunito gli interventi di alcuni dei più importanti artisti della scena alternative italiana: Appino, Lodo Guenzi, Motta, Mauro Ermanno Giovanardi, Davide Toffolo, Cristiano Godano, Omar Pedrini, Morgan, Riccardo Sinigallia e Pierpaolo Capovilla, tutti amici  presenti al MEI fin dalle prime edizioni e pluripremiati dal MEI stesso. Nell’occasione il Premio sara’ consegnato da Michele Monina per un intervento a favore del Festival dell’Anatomia Femminile che insieme al Premio Bianca D’Aponte, a Lilith Festival, a Onda Rosa Indipendente e altre realta’ prosegue nel suo lavoro di valorizzazione della presenza femminile nella nuova musica italiana.
Distanza in stanza” è un “non-luogo” protetto dove ritrovarsi, cambiare, sintetizzarsi, evolversi, ragionare. Un disco che tratta di tematiche importanti legate all’essere umano. Alle sue stanze, alle sue distanze, alle essenze dei sentimenti e alle altalene di pensieri semplici e profondi, capaci di trasformarci e darci una visione personale sul senso della vita. Tutti riflettiamo la nostra epoca, e le distanze fortunatamente non generano solo conflitti, ma anche riconciliazioni con il nostro Io.
Un concept in cui ogni canzone racconta una stanza in cui vivere emozioni sonore. Nell’ambiente la filodiffusione di un mondo carico di sperimentazione. Ogni stanza ha una chiave per accedervi, che viene rappresentata da una frase, un incipit di accesso, una intro letta da grandi artisti che hanno voluto spalancare la porta: Appino (The Zen Circus), Pierpaolo Capovilla, Mauro Ermanno Giovanardi, Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Lodo Guenzi (Lo Stato Sociale), Morgan, Motta, Omar Pedrini, Riccardo Sinigallia, Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti), oltreché da Lele Battista produttore artistico del disco, che ha dato a “Distanza in stanza” forti identità sonore che Giovanni Versari ha sapientemente amalgamato.

Redazione

C.S._MEI 2019: a TREDICI PIETRO il Premio HIP HOP MEI! Annunciati i vincitori della 7^edizione della TARGA MEI MUSICLETTER.


cid:image001.jpg@01D561B1.D2FC1860

MEI 2019

Fatti di Musica Indipendente

4, 5, 6 OTTOBRE 2019 – FAENZA (RA)

 

Premio “HIP HOP MEI” a TREDICI PIETRO

 

Torna la 7^ edizione della TARGA MEI MUSICLETTER

premio nazionale destinato al giornalismo musicale sul web

 

 Al MEI 2019, che quest’anno si svolgerà il 4, 5 e 6 ottobre a FAENZA (Ravenna), la musica rap e hip hop sarà ancora una volta protagonista. 

Il “Premio Hip Hop MEI, giunto alla sua undicesima edizione va quest’anno a TREDICI PIETRO, dopo aver scoperto negli anni passati artisti come Amir, Nesli, Ghemon, Scienz, Ghali, Claver Gold, Ketama126, Chadia Rodriguez,

Tredici Pietro

Tredici Pietro, uno dei più talentuosi e giovanissimi rapper della nuova generazione, ha da poco pubblicato il suo primo EP “Assurdo”, prodotto da Mr Monkey, e alcuni dei suoi brani come “Tu Non Sei Con Noi, Bro” o “Pizza e fichi” ha superato milioni di ascolti su Spotify e di visualizzazioni su Youtube.

Torna anche la 7^edizione della “Targa MEI Musicletter”, il premio nazionale destinato al giornalismo musicale sul web, ideato dal blogger e critico musicale Luca D’Ambrosio. Per la prima volta i vincitori sono due importanti realtà italiane della Rete in tema di informazione musicale e culturale: Deer Waves vince come “Miglior sito web” e Pensierosecondario come “Miglior Blog personale”, mentre il Premio speciale Miglior documentario musicale italiano” va a “Noi siamo Afterhours” di Giorgio Testi.  La premiazione avverrà alle 16:00 di sabato 5 ottobre presso la Sala delle Bandiere della Residenza Municipale del Comune di Faenza all’interno dell’area della mostra della Nuova Accademia di Belle Arti di Milano sui manifesti realizzati dagli studenti della scuola per il MEI25.

Torna anche quest’anno al Mei25: “Un racconto in pentagramma – concorso di narrativa per racconti in 5 righe”, realizzato da Musicacademy e in collaborazione con la Libreria Moby Dick. Il tema di quest’anno è “Quella volta al concerto”: sarà possibile inviare racconti fino al 15 settembre. La premiazione avverrà durante il Mei e sarà a cura dello scrittore Cristiano Cavina.

Il 6 ottobre sul palco del Mei25 nella piazza centrale ci sarà anche lo spazio di Red&Blue Music Relations, unica agenzia di comunicazione promozione discografica che oltre a lavorare con artisti di fama internazionale, dà spazio d artisti emergenti legati ad etichette indipendenti o addirittura senza contratto, attraverso un fervida attività live. In occasione del Mei25 il presidente Giordano Sangiorgi premierà Red&Blue e UStation, il network delle radio universitarie, per i 5 anni di Uniweb Tour, il live tour acustico in diretta sulle web radio delle principali università italiane pensato ed inventato da Marco Stanzani, presidente di Red&Blue. Tra i presenti anche Samuele Proto, vincitore del DeeJay Contest a Riccione in collaborazione con Radio DeeJay.

Questi i nomi di alcuni dei premiati al Mei 2019: MORGAN (“Premio MEI alla carriera”), NEGRITA (“Premio Radio Rai Live”), RICCARDO SINIGALLIA (“Miglior disco del 2018 – Ciao Cuore”), VIITO (“Premio Mei – Exitwell al miglior progetto indie 2019”), GIOVANNI TRUPPI(“Premio PIMI 2019 come miglior artista indipendente dell’anno”), GINEVRA DI MARCO e CRISTINA DONÀ (“Premio Speciale MEI 2019”) FULMINACCI (“Premio Giovani Mei – Exitwell”), IT’S UP 2U! (“Premio MEI al miglior contest italiano”), MÒN (“Premio MEI – ExitWell al migliore gruppo indipendente 2019”), MARLENE KUNTZ (“Premio Ciampi per i 30 anni di carriera”).

Il Mei vuol dire anche concerti di qualità, all’insegna della migliore musica che il panorama artistico del nostro Paese offre attualmente, quindi non mancheranno diversi appuntamenti dal vivo ed esibizioni che animeranno il borgo faentino per tutto il weekend. I primi performer confermati sono: i vincitori del Concerto del Primo Maggio di Roma, I TRISTI, i vincitori del Concerto del Primo Maggio di Taranto LE COSE IMPORTANTI, la pianista e compositrice GIUSEPPINA TORRE, i cantautori ROSMY e MARCO DI NOIA, il rapper PELIGRO, i PANTA, gli STRIKE che presenteranno in anteprima la riedizione in vinile di Scacco al Re” (Anfibio Records) nel corso della PRIMA GRANDE FIERA DEL DISCO a cura di Music Day Roma e il vincitore Mei Superstage 2018 MARCONDIRO.

Proprio il Mei Superstage tornerà anche quest’anno: le iscrizioni al concorso rivolto agli artisti emergenti, che mette in palio la possibilità di esibirsi sul palco del MEI2019 si sono appena concluse.

In programma anche l’esibizione del vincitore del contest Giovani Talenti della Terra di Romagna, il contest a cura del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti con il sostegno della Legge sulla Musica della Regione Emilia-Romagna.

Al MEI 2019 tornerà anche il FORUM DEL GIORNALISMO MUSICALE: una due giorni diretta da Enrico Deregibus, che anche in questa quarta edizione vedrà giornalisti provenienti da tutte le fonti di informazione (principali testate, webzine, blog, radio, tv e new media) confrontarsi su tematiche e dibattiti legate al mercato discografico italiano. In programma lezioni e workshop con le cantautriciGinevra di Marco e Cristina Donà; Vincenzo Cimino, musicista e membro commissione cultura Ordine dei giornalisti; Federico Durante, direttore di Billboard; Cinzia Fiorato, caposervizio e conduttrice TG1; Marco Mangiarotti, critico musicale, già vicedirettore de “Il Giorno” e Vincenzo Martorella, critico musicale.

Quest’anno il MEI ricorderà anche il grande cantautore PIERO CIAMPI: un’anteprima di quelle che saranno le manifestazioni che si terranno in tutta Italia a partire dal 2020, per ricordare la figura del cantautore livornese a quarant’anni dalla scomparsa, avvenuta il 19 gennaio 1980. In programma l’evento “Piero Ciampi Dentro=Fuori“, con numerosi ospiti.

Quella di quest’anno, sarà un’edizione speciale del MEI in quanto la manifestazione compirà il traguardo dei 25 anni: un quarto di secolo in cui l’evento si è affermato come punto d’incontro naturale tra le realtà che hanno fatto la storia della musica italiana degli ultimi decenni.

Il MEI è la più importante manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana che chiude la stagione dei festival estivi. Fin dalla prima storica edizione, la manifestazione, fondata e diretta da Giordano Sangiorgi, è stata la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sono diventati pilastri della musica in Italia (tra gli altri Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax) e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese (come ad esempio, Ermal Meta, Lo Stato Sociale, Ghali, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Colapesce, Cosmo). Tanti sono stati anche gli artisti che hanno mosso i loro primi passi proprio al MEI, come ad esempio Daniele Silvestri che nel 1997 allestì un suo stand espositivo e lo scorso anno ha festeggiato 20 anni di carriera, e, più recentemente i Maneskin, che al MEI di Faenza hanno realizzato una delle loro primissime esibizioni fuori da Roma.

Durante i suoi 25 anni di attività, il MEI ha registrato un totale di oltre 800 mila presenze, la partecipazione di 10mila tra artisti e band dal vivo, 5 mila realtà musicali coinvolte in expo e convegni e 1000 i giornalisti (più di 100 dal resto d’Europa) che hanno parlato del MEI contribuendo a renderla la più importante vetrina della nuova e nuovissima musica italiana.

Redazione

C.S._MEI 2019 celebra DOMENICO MODUGNO nell’anno del 25° anniversario della sua morte.


MEI 2019

Fatti di Musica Indipendente

4, 5, 6 OTTOBRE 2019 – FAENZA (RA)

MEI 2019 CELEBRA DOMENICO MODUGNO

 

Al MEI 2019 verrà celebrato DOMENICO MODUGNO, nell’anno in cui si ricordano i 25 anni dalla sua scomparsa.

Giordano Sangiorgi, patron del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti – in occasione del Tavolo della Musica riunitosi per il Festival di  Sanremo  nei giorni scorsi in Rai a Roma, ha recentemente avanzato la proposta di dedicare il Teatro Ariston proprio ad uno dei più grandi cantautori nella storia della canzone italiana, anche in previsione della 70° edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo.

Numerose sono state le adesioni all’iniziativa di Sangiorgi: sui social hanno già dimostrato il loro appoggio il cantautore, musicista e autore Franco Fasano il cantautore Edoardo De Angelis e gli artisti Tueff, Deborah Bontempi, Vittorio Bonetti, Gianni Davoli, la conduttrice Maria Cristina Zoppa e tanti altri che si stanno aggiungendo.

La proposta è  nata durante l’ultima edizione del Premio dedicato a Bruno Lauzi, da parte di una commissione di artisti, giornalisti e discografici che negli ultimi 40 anni ha scritto pagine importanti della musica di casa nostra: Carlo Marrale (musicista fondatore dei Matia Bazar), Alberto Zeppieri (editore e produttore), la giornalista Rosita Marchese e Alessandro Caruso (figlio del Maestro Pippo Caruso).

«Sarebbe un grande segno di rispetto e di innovazione e un meritato riconoscimento che ci auguriamo la Rai raccolga – dichiara Giordano Sangiorgi, Presidente della Giuria del Premio Lauzi – perché’ farebbero entrare prima di ogni cosa la grande musica, il cuore e la passione nel segno del più grande Made in Italy musicale, già dentro la settantesima edizione del Festival di Sanremo ancora prima di cominciare»

Redazione

C.S._Il Mei e gli indipendenti ed emergenti di Audiocoop, AIA, It-Folk e Rete dei Festival: grande soddisfazione per l’apertura della Rai a tutti i protagonisti del settore ad un tavolo sulla musica e sul prossimo Festival di Sanremo 2020.


Il Mei e gli indipendenti ed emergenti di Audiocoop, AIA, It-Folk e Rete dei Festival: grande soddisfazione per l’apertura della Rai a tutti i protagonisti del settore ad un tavolo sulla musica e sul prossimo Festival di Sanremo 2020. Tutte le prime proposte.

Ieri si è svolto il primo positivo incontro indetto dalla Rai per un Tavolo sulla Musica in Rai e sul prossimo Festival di Sanremo.

“Abbiamo espresso il più forte apprezzamento per la novità espressa dalla nuova Dirigenza Rai per questo importante Tavolo per la Musica in Rai e sul prossimo Festival di Sanremoche si apre per la prima volta, dando pari dignità anche alle centinaia e centinaia di piccole etichette discografiche indipendenti ed emergenti che fanno scouting ogni giorno, e quindi saremo al fianco di questo modello di consultazione per uscire dal tradizionale circuito di scouting e lavorare ad una opera di svecchiamento del prossimo Festival di Sanremo e della musica in Rai, mettendo al centro i giovani  e tutte le nuove tendenze musicali che, attraverso principalmente i circuiti della musica indipendente ed emergente e grazie al lavoro e agli investimenti quotidiani delle startup produttive più giovani, oggi sfiorano il 40% del mercato”dichiara Giordano Sangiorgi, patron del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, presente al Tavolo, manifestazione citatissima in molti interventi come positivo e virtuoso elemento di scouting da 25 anni.
“Un’opera di svecchiamento che deve trovare strade nuove nello scouting” ha dichiarato il promoter Christian Perrotta della Rete dei Festival “Ad esempio utilizzando durante il periodo che va da aprile ad ottobre il ricco circuito dei contest live per emergenti presenti in tutta Italia, lì dove muovono i primi passi gli artisti di qualità che partono dalla gavetta del live, che possono trovare spazi in Rai attraverso il circuito radio e la piattaforma web lavorando così a un nuovo modello di circuitazione dello scouting che permetta di conoscere l’artista non solo attraverso una semplice audizione ma attraverso un suo progetto più ampio in occasione di un confronto live con il pubblico e un incontro coi nuovi mezzi di comunicazione con il pubblico più giovane. La ricca Rete dei Festival, che raduna oltre 100 contest per emergenti e  presente in tutta Italia con contest di altissimo livello qualitativo in ambito pop, rock, canzone d’autore, folk, jazz e tanti altri generi per questo è completamente a disposizione”.
“Tutto questo senza dimenticare la tradizione innovativa che ci ha reso noti in tutto il mondo. Infatti, il 70esimo Festival di Sanremo potrebbe essere l’occasione per intitolare il Teatro Ariston a Domenico Modugno, l’artista di Sanremo piu’ rappresentativo nel mondo e che con Volare ancora rappresenta un volano della musica italiana all’estero e puo’ essere di grande supporto sul mercato internazionale” aggiunge Giordano Sangiorgi. 
 
“Serve infatti una formula che sia fotografia del mercato odierno allargando lo stesso modello anche sugli ospiti italiani e sui giovani, aprendosi a tutti gli stili e i generi capaci di abbracciare principalmente i teenager ma senza dimenticare la necessità di realizzare un format televisivo popolare che coinvolga tutte le generazioni e si applichi a tutte le diversità musicali presenti nel nostro paese, con uno sguardo reale e concreto al mercato internazionale e recuperando  modelli anche di nicchia che possono però imporsi all’estero” ha proseguito Marco Mori per AudioCoop, che rappresenta oltre 150 piccole etichette indipendenti italiane ogni giorno alle prese con lo scouting, segnalando “come il MEI di Faenza, che torna per la sua 25esima edizione dal 4 al 6 ottobre a Faenza, abbia sempre intercettato per primo i nuovi talenti poi apparsi sul proscenio di Sanremo e su altri palchi televisivi poco dopo”. Mentre per i grandi big della musica italiana realizzare, con il Festival di Sanremo, una vetrina che li possa celebrare, in tale importante contesto, con premi alla carriera e altri riconoscimenti di rilievo che valorizzino il loro contributo alla storia della musica e della canzone italiana.
“Assolutamente da apprezzare l’approccio che vede lavorare tutti insieme prima al metodo, poi al concept, poi alla direzione artistica e infine ai nomi per il prossimo Festival di Sanremo”conferma Enrico Capuano, storico musicista dell’Associazione Italiana Artisti guidata da Renato Marengo come proposto dalla Rai “mettendo al centro il progetto, il racconto di Sanremo e poi i nomi e ragionando insieme  su alcune questioni centrali: la selezione dei cantanti e il meccanismo di gara che deve togliere la competizione per valorizzare la qualità e parificando giovani e big e creando una forte anteprima televisiva per i giovani nei mesi precedenti dopo più percorsi tra i quali uno legato al mondo del live capace anche di raccontare le nuove generazioni che producono la nuova cultura musicale del nostro paese; le giurie e le votazioni che devo avere la capacità di essere sempre mixate intrecciando competenza e pubblico allargandole il più possibile nell’area degli esperti, per potere finalmente acquisire anche nuove competenze musicali, e ampliando il più possibile il voto anche alle più giovani generazioni utilizzando ad esempio, oltre ai tradizionali meccanismi,  anche un App per votare oltre al Televoto” conclude l’artista reduce da un tour di successo in Canada.
“Da confermare i duetti che vedano big ed emergenti insieme con nuovi progetti e nuove reinterpretazioni dei brani della musica italiana e magari lavorare insieme anche dopo il Festival di Sanremo a tour con progetti che abbiamo oltre a una forza sul mercato della discografia e dello streaming anche una forza sul mercato del live capace di guardare anche in modo nuovo e concreto al mercato estero” aggiunge Giordano Sangiorgi.
Inoltre, Giuseppe Marasco, coordinatore di It-Folk, ritiene indispensabile una parita’ di trattamento tra tutte le associazioni nella partecipazione degli artisti al Festival di Sanremo e tutto il settore della piccola produzione indipendente ed emergente.
Infine, Giordano Sangiorgi del MEI dopo che si è recentemente tenuto un appuntamento itinerante per gli Stati Generali della Musica Emergente a Roma, Milano e Napoli che ha coinvolto oltre 400 operatori del settore, che saranno sentiti e coinvolti anche sul prossimo Festival di Sanremo 2020 in un percorso partecipativo, è pienamente soddisfatto dell’impostazione fornita al Tavolo di Lavoro dall’Amministratore Delegato Fabrizio Salini, dalla Direttrice di Rai Uno Teresa De Santis, dal Direttore della Comunicazione Rai Marcello Giannotti, dal Capo Struttura Rai per Sanremo Claudio Fasulo e dalla Direttrice di Rai Radio Due Paola Marchesini, di proseguire tale tavolo di lavoro anche su tutti gli altri programmi ed eventi musicali presenti nel palinsesto della Rai per aumentare la ricchezza di proposte mixate ad alti numeri di attenzione e di ascolto, senza dimenticare sempre di voler parlare innovando al massimo numero di utenti, permettendo così a tutte le musiche popolari contemporanee del nostro paese di poter trovare uno spazio adeguato in questo nuova progettualità Rai  trasparente, da vero servizio pubblico nei confronti della musica per attirare nuovo pubblico e nuove platee di ascoltatori attraverso nuovi programmi e nuovi palinsesti musicali più ricchi.  “Un buon primo passo che speriamo prosegua in questa direzione, facendo vedere anche da subito in modo concreto una nuova direzione, mentre al MEI 25 faremo un punto su questi importanti lavori”.

[COMUNICATO STAMPA] Le Super Classifiche Top del Mese del MEI: Indie Music Like • Video Indie Music Like • SuperIndies • SuperLive  


Tornano le Super Classifiche Top del MEI dedicate alla musica indipendente italiana, ogni mese quattro classifiche aggiornate che accendono l’attenzione sul meglio della produzione musicale indipendente.

    La Indie Music Like la classifica di tendenza e gradimento più longeva d’Italia, diffusa da centinaia di radio e webzine che ora approda su Spotify e diventa una playlist con il meglio dell’indie italiano. Sul podio Tre Allegri Ragazzi Morti, Dalla e Gazzelle.

    La Video Indie Music Like con i video indipendenti più cliccati, che  vede in testa Noizy e Ghali, Ultimo, Thegiornalisti.

    La SuperIndies, che fra i dischi di alto gradimento vede in testa Ultimo, e sul podio Bocelli e Thegiornalisti, mentre fra le label vede in testa Undamento, seguito da Bomba Dischi La Tempesta.

    La SuperLive in cui Motta primeggia fra i concerti insieme a Gemitaiz Frah Quintale, mentre  fra i club è in testa Largo Venue di Roma, seguito da Ohibò Milano The Cage.

Nei Top Contest in testa il Premio Carlo Umberto Rossi il Bianca D’Aponte, e in testa ai Top Festival il Barezzi.

La Indie Music Like è anche su Spotify

clicca qui per ascoltare https://open.spotify.com/playlist/1B3unyW9gyQbd6QPZXzdo4?si=DDIx3Q6iT0ONTz4I8ooLmQ

INDIE MUSIC LIKE
1. TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI – Caramella (La Tempesta dischi)
2. LUCIO DALLA- Starter (Pressing line)
3. GAZZELLE – Sopra (Maciste Dischi)
4. COSMO – L’amore (42 Records)
5. CALCUTTA – Kiwi (Bomba Dischi)
6. PIOTTA – Solo per noi (La Grande Onda)
7. MOTTA – Chissà dove sarai (Sugar)
8. KUTSO – Uno Una (Goodfellas)
9. VASCO BRONDI – Mistica (La Tempesta)
10. ERMAL META – 9 Primavere (Mescal)
11. ULTIMO – Cascare nei tuoi occhi (Honiro)
12. FRANCO 126 – Frigobar (Island)
13. RUGGERO DE I TIMIDI – Mano amante mia (Timidi produzioni)
14. ROBERTO VECCHIONI feat. FRANCESCO GUCCINI – Ti insegnerò a volare (DM)
15. LO STATO SOCIALE – Il Paese Dell’Amore (Garrincha)
16. SALMO – 90MIN (Sony)
17. NADA –  Dove sono i tuoi occhi (Woodworm Label)
18. CANTON – Sono solo (Cuorinfiamme) + Ex aequo 20. RICCARDO SINIGALLIA – Ciao cuore (Sugar)
19. FRAH QUINTALE – 8 miliardi di persone (Undamento)
20. I CANI  – Nascosta in piena vista (42 Records)
VIDEO INDIE MUSIC LIKE
1. NOIZY feat. GHALI – Parku I Lojrave (O.T.R. Records)
2. ULTIMO – Cascare nei tuoi occhi (Honiro)
3. THEGIORNALISTI – New York(Carosello)
4. OG EASTBULL – Bella giornata (Urbana Label)
5. CHADIA RODRIGUEZ – Sister (Pastiglie) (Doner Music)
6. BADA$$ B. – Me Gusta (Autoprodotto)
7. CALCUTTA – Kiwi (Bomba Dischi)
8. ANDREA BOCELLI feat. DUA LIPA – If only(Sugar)
9. GAZZELLE – Tutta la vita (Maciste Dischi)
10. NAYT feat. MADMAN -Fame (VNT1 Records)
11. IL PAGANTE – Radical Chic ( Believe)
12. ERMAL META – 9 Primavere (Mescal)
13. LE VIBRAZIONI – Pensami così (L’equilibrista)
14. JASPERS – Vodka e noccioline (Talking Cat)
15. TREDICI PIETRO – Piccolo Pietro (13P)
16. FISHBALL – Fuori Controllo (Autoprodotto)
17. LOWLOW – Mare (Sugar)
18. JERICO feat. BIANCA ATZEI e IL CILE – Come in un’isola (Baraonda)
19. GEMITAIZ Chiamate Perse Tanta (Tanta Roba Label)
20. GALLAGHER & TRAFFIK – Magma Vulcano (Honiro)
SUPERINDIES
TOP 10 DISCHI
    ULTIMO – Peter Pan – (Honiro)
    ANDREA BOCELLI – Si (Sugar)
    THE GIORNALISTI- Love (Carosello)
    EMIS KILLA Supereroe – (Carosello)
    CALCUTTA – Evergreen – (Bomba Dischi)
    ROBERTO VECCHIONI L’Infinito (DM)
    JUNIOR KELLY – Ci entro dentro (Sugar)
    COLLE DER FOMENTO – Adversus (Tak)
    DUTCH NAZZARI – Ce lo chiede l’Europa – (Undamento)
   FRAH QUINTALE Lungolinea – (Undamento) + ex aequo SALMO Midnite – (Tanta Roba Label)
TOP 10 LABEL
    UNDAMENTO
    BOMBA DISCHI
    LA TEMPESTA DISCHI
    HONIRO LABEL
    MACISTE DISCHI
    TANTA ROBA LABEL
    42 RECORDS
    GARRINCHA DISCHI
    CAROSELLO RECORDS
    SUGAR MUSIC + ex aequo WOODWORM LABEL
SUPERLIVE
TOP 10 LIVE
    MOTTA
    GEMITAIZ
    FRAH QUINTALE
    KUTSO
    RUGGERO DE I TIMIDI
    EDOARDO BENNATO
    GIORGIO CICCARELLI
    MANNARINO
    CIMINI
    CARMELO PIPITONE
TOP 10 CLUB 
    LARGO VENUE ROMA
    CIRCOLO OHIBO’ MILANO
    THE CAGE LIVORNO
    LATTERIA MOLLOY BRESCIA
    COMBO SOCIAL CLUB FIRENZE
    BRAVO CAFFE’ BOLOGNA
    FOLK CLUB TORINO
    EXWIDE PISA
    VIDIA CLUB CESENA
    SPAZIO MUSICA PAVIA
TOP 10 CONTEST
    PREMIO CARLO U.ROSSI  + ex aequo PREMIO BIANCA DAPONTE
    ROCK CONTEST
    PREMIO CIAMPI
    PREMIO BERTOLI
    MUSICA CONTRO LE MAFIE
    PREMIO DE ANDRE’
    PREMIO ANDREA PARODI
    MARTELIVE
    ROCK TARGATO ITALIA e INCISIONI CONTEST
    SANREMO GIOVANI + ex aequo AREA SANREMO
TOP FESTIVAL
    BAREZZI FESTIVAL
    CONTEMPORARITIES
    NUOVA CONSONANZA
    MILANO MUSIC WEEK  + ex aequo LINE CHECK MUSIC MEETING
    FORLI’ BLUES FESTIVAL
ADIA RODRIGUEZ – Sister (Pastiglie) (Doner Music)
6. BADA$$ B. – Me Gusta (Autoprodotto)
7. CALCUTTA – Kiwi (Bomba Dischi)
8. ANDREA BOCELLI feat. DUA LIPA – If only(Sugar)
9. GAZZELLE – Tutta la vita (Maciste Dischi)
10. NAYT feat. MADMAN -Fame (VNT1 Records)
11. IL PAGANTE – Radical Chic ( Believe)
12. ERMAL META – 9 Primavere (Mescal)
13. LE VIBRAZIONI – Pensami così (L’equilibrista)
14. JASPERS – Vodka e noccioline (Talking Cat)
15. TREDICI PIETRO – Piccolo Pietro (13P)
16. FISHBALL – Fuori Controllo (Autoprodotto)
17. LOWLOW – Mare (Sugar)
18. JERICO feat. BIANCA ATZEI e IL CILE – Come in un’isola (Baraonda)
19. GEMITAIZ Chiamate Perse Tanta (Tanta Roba Label)
20. GALLAGHER & TRAFFIK – Magma Vulcano (Honiro)

SUPERINDIES

TOP 10 DISCHI
    ULTIMO – Peter Pan – (Honiro)
    ANDREA BOCELLI – Si (Sugar)
    THE GIORNALISTI- Love (Carosello)
    EMIS KILLA Supereroe – (Carosello)
    CALCUTTA – Evergreen – (Bomba Dischi)
    ROBERTO VECCHIONI L’Infinito (DM)
    JUNIOR KELLY – Ci entro dentro (Sugar)
    COLLE DER FOMENTO – Adversus (Tak)
    DUTCH NAZZARI – Ce lo chiede l’Europa – (Undamento)
   FRAH QUINTALE Lungolinea – (Undamento) + ex aequo SALMO Midnite – (Tanta Roba Label)
TOP 10 LABEL
    UNDAMENTO
    BOMBA DISCHI
    LA TEMPESTA DISCHI
    HONIRO LABEL
    MACISTE DISCHI
    TANTA ROBA LABEL
    42 RECORDS
    GARRINCHA DISCHI
    CAROSELLO RECORDS
    SUGAR MUSIC + ex aequo WOODWORM LABEL
SUPERLIVE
TOP 10 LIVE
    MOTTA
    GEMITAIZ
    FRAH QUINTALE
    KUTSO
    RUGGERO DE I TIMIDI
    EDOARDO BENNATO
    GIORGIO CICCARELLI
    MANNARINO
    CIMINI
    CARMELO PIPITONE
TOP 10 CLUB 
    LARGO VENUE ROMA
    CIRCOLO OHIBO’ MILANO
    THE CAGE LIVORNO
    LATTERIA MOLLOY BRESCIA
    COMBO SOCIAL CLUB FIRENZE
    BRAVO CAFFE’ BOLOGNA
    FOLK CLUB TORINO
    EXWIDE PISA
    VIDIA CLUB CESENA
    SPAZIO MUSICA PAVIA
TOP 10 CONTEST
    PREMIO CARLO U.ROSSI  + ex aequo PREMIO BIANCA DAPONTE
    ROCK CONTEST
    PREMIO CIAMPI
    PREMIO BERTOLI
    MUSICA CONTRO LE MAFIE
    PREMIO DE ANDRE’
    PREMIO ANDREA PARODI
    MARTELIVE
    ROCK TARGATO ITALIA e INCISIONI CONTEST
    SANREMO GIOVANI + ex aequo AREA SANREMO
TOP FESTIVAL
    BAREZZI FESTIVAL
    CONTEMPORARITIES
    NUOVA CONSONANZA
    MILANO MUSIC WEEK  + ex aequo LINE CHECK MUSIC MEETING
    FORLI’ BLUES FESTIVAL

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] ROBERTA GIALLO: L'”Astronave gialla world tour”, il tour mondiale della cantautrice presto a Kiev e Istanbul.


ROBERTA GIALLO

“ASTRONAVE GIALLA WORLD TOUR”
Nuove date per l’”Astronave gialla world tour”, il tour mondiale di Roberta Giallo, cantautrice marchigiana, naturalizzata bolognese. Dopo la prima tappa a Mosca, la cantautrice, autrice, performer teatrale, pittrice e scrittrice,  si prepara nuovamente a partire, portando con sé in questo viaggio le sonorità de “L’oscurità di Guillaume”, il suo ultimo album.
Il 17 ottobre sarà a Kiev in Russia, il 13 novembre a Istanbul. 
Durante il Tour, realizzato grazie al sostegno di S’illumina, SIAE, il Ministero dei Beni Culturali, Corvino produzioni, Fonoprint, Visionnaire, l’AltopArlAnte ed il MEI, Roberta Giallo eseguirà i brani del suo ultimo album “L’oscurità di Guillaume” con il quale ha vinto gli All Music Italia Awards 2017 come miglior album.
«Ho voluto intitolare questo tour “Astronave gialla world tour”, perché ho sempre inteso la musica come un viaggio spazio-temporale: emotivo, psicologico, spirituale… un’occasione per raggiungere mete lontane, sconosciute, imprevedibili. 
In giro per il mondo porterò me stessa, le mie visioni, la mia interiorità, e le mie canzoni, che sono la mia storia, il mio vissuto, ma anche i tanti pianeti creati dalla mia immaginazione. Ebbene, io e il mio pianoforte, che è da sempre il mio amico del cuore e il mio motore in un certo senso, stiamo per decollare! Sono grata, felice, piena d’entusiasmo, e pronta darmi completamente al pubblico che incontrerò, e a “raccogliere” tutta la bellezza e la meraviglia che ogni viaggio mi regalerà, nutrendo la mia ispirazione. Grazie infinite a tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo, un altro sogno si è materializzato!» Roberta Giallo.
L’Oscurità di Guillaume” è un concept album che racconta di una storia d’amore travagliata vissuta tra la realtà e “il mondo virtuale”. Con la sua vocalità raffinata e suggestiva, la cantautrice, intraprende un viaggio interiore che ripercorre un capitolo della sua vita.
«”L’Oscurità di Guillaume” è un disco ispirato e senza tempo che indaga sull’amore archetipico, tuttavia ho tratto ispirazione da un’esaltante e al tempo stesso burrascosa storia d’amore che ho vissuto personalmente. Ho scritto tutte le canzoni “calandomi” in un altrove dell’animo, cercando di connettermi con le emozioni nel loro stato più puro. Lo colloco in una specie di “Medio Evo Post-Atomico”, un paesaggio dell’anima, molto oscuro, ma con una piccola luce guida». Roberta Giallo. 
Prima di partire per l’“Astronave gialla world tour”Roberta Giallo si esibirà sabato 29 settembre al MEI di Faenza, nella cornice del Teatro Masini, in qualità di ospite del “Premio dei Premi” riconoscimento con cui è stata premiata nel 2017.

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] DANIELA PES VINCE IL ‘PREMIO DEI PREMI’ DELLA CANZONE D’AUTORE


DANIELA PES VINCE IL ‘PREMIO DEI PREMI’, LA CHAMPIONS LEAGUE DEI NUOVI CANTAUTORI

UN PODIO TUTTO AL FEMMINILE: AL SECONDO POSTO A PARI MERITO FEDERICA MORRONE E AGNESE VALLE

AL MEI DI FAENZA IL CONTEST CHE HA RIUNITO I VINCITORI DEI CONCORSI ITALIANI DI CANZONE D’AUTORE

È stata la sarda Daniela Pes a vincere il “Premio dei Premi” 2018, il contest che riunisce i vincitori dei concorsi italiani di canzone d’autore e world music intitolati ad artisti scomparsi.

L’evento si è tenuto sabato nell’ambito del Mei di Faenza ed ha visto un podio tutto al femminile. Infatti dietro la vincitrice, che rappresentava il Premio Andrea Parodi di Cagliari, si sono piazzate, a pari merito, Federica Morrone (in lizza il Premio Bianca d’Aponte di Aversa) e Agnese Valle(per il Premio Mario Panseri di Cairo Montenotte).

La serata è stata una occasione unica per vedere, tutti insieme, i migliori cantautori emergenti del nostro Paese, in quella che è stato definita la “Champions League” della nuova canzone d’autore.

Daniela Pes, vincitrice Premio dei Premi

Alla vincitrice numerosi bonus: un “immediate video” della propria canzone, realizzato da Marco Billeci, videomaker e giornalista di Gedi Digital, che sarà pubblicato su su repubblica.it; uno speciale su JamTV e una corposa intervista per il bimestrale “Vinile”. Ma per Daniela Pes ci sarà anche la possibilità di partecipare come ospite a “EdicolAcustica” di Grosseto e al Festival Internazionale della Sardegna Città di Uta.

A Federica Morrone invece è andato il premio speciale dell’Officina della Musica e delle Parole di Milano, consistente in una borsa di studio del valore di euro 1500.

Nel Premio dei Premi, ideato e diretto da Enrico Deregibus e Giordano Sangiorgi, si sono fronteggiati anche Salvario in rappresentanza del Premio Pierangelo Bertoli, Lisbona per il Premio Bindi, i Yosh Whale per il Premio Buscaglione, La Quadrilla per il Premio Alberto Cesa/Folkest, Luchi per il Premio Ciampi, i Mislead per il Premio Augusto Daolio, Giulio Wilson per il Premio Bruno Lauzi e gli Helena per il Premio Manente.

Ognuno di loro ha eseguito un brano proprio ed una cover di un protagonista della musica italiana, in una sorta di passaggio di testimone. Ad esempio Daniela Pes ha proposto “Carne”, di un personaggio di rilievo della scena indipendente degli ultimi anni come Iosonouncane, mentre Federica Morrone ha cantato “Mi sono innamorato di te” di Luigi Tenco e Agnese Valle “Un paese di gente bambina” di Mario Panseri. Ma si sono ascoltate anche canzoni di Niccolò Fabi, Fabrizio De André, CCCP, Francesco De Gregori, Piero Ciampi, Mina, Pierangelo Bertoli, Fred Buscaglione.

A presentare lo stesso Deregibus insieme alla cantautrice Roberta Giallo, che era stata la vincitrice della scorsa edizione e che si è anche esibita in chiusura di serata.

A salire sul palco in veste di ospiti ci sono stati anche Mauro Ermanno Giovanardi (a cui è andato un premio speciale del Mei) e il duo composto da Roberto Angelini e Rodrigo D’Erasmo che ha presentato un omaggio a Nick Drake. Ad inizio serata spazio anche per la giovane band Il generatore di tensione, presentata dalla Fondazione Lucio Dalla.

Il “Premio dei Premi” era dedicato ai 40 anni del disco “Pigro” di Ivan Graziani, omaggiato dal cantautore triestino Cortellino.

Media-partner dell’evento, insieme a JamTV e Vinile, è Radio Popolare, che trasmetterà la serata nelle prossime settimane.

A decidere il vincitore è stata una folta giuria composta da:

Gio Alajmo (spettakolo.it)

Maria Amato (Assoc. Indipendenti Australia)

Marco Bisconti (MBM management)

Andrea Bolognini (Osteria delle dame)

Francesco Bommartini (Arena di Verona)

David Bonato (Davvero comunicazione)

Chiara Callegari (Ciao Radio)

Alessandra Cappellacci (Vinile)

Federica Carlino (NoiseSymphony)

Luca D’Ambrosio (Musicletter)

Guido de Beden (Rete dei Festival)

Chiara Ferrari (Patria indipendente)

Luca Fornari (ATCL)

Walter Giacovelli (Musplan)

Jonathan Giustini (Cartadamusica)

Paolo Gresta (Parallel Vision)

Tommaso Grotto (Kopjra)

Luca Guidobaldi (Nctm)

Paolo Masini (Mibact e Casa del cantautore)

Marco Mori (Producer)

Stefano Negrin (La Cupula Music)

Mattia Pace (manager)

Nello Pappalardo (Globus)

Alex Pierro (JamTv)

Paolo Prato (RadioinBlu)

Adila Salah (NoiseSymphony)

Michele Scuffiotti (EdicolAcustica)

Daniele Sidonio (Recensito)

Tino Silvestri (Officina della Musica e delle Parole)

Paolo Talanca (Fatto quotidiano)

Barbara Urizzi (Radio Capodistria)

Giulia Zichella (L’Isola che non c’era)

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] EDOARDO BENNATO OSPITE AL MEI DI FAENZA 2018


EDOARDO BENNATO

OSPITE AL MEI DI FAENZA 2018

Il cantautore napoletano reduce dal suo tour estivo e prima di apprestarsi al tour nei teatri, farà tappa al Meeting delle Etichette Indipendenti sabato 29 settembre.

Edoardo Bennato sabato 29 settembre sarà ospite al Mei di Faenza, giunto alla sua ventitreesima edizione, per premiare i giovani vincitori del contest “Non sono solo canzonette” dedicato proprio al rocker partenopeo, recentemente uscito con l’edizione rivisitata di “Burattino senza fili”, a quarant’anni dalla sua pubblicazione.

Inoltre l’artista riceverà egli stesso un premio, quello di Rai Radio Live:

«Sono molto felice che il Premio Radio Live quest’anno vada ad un grande artista, un vero poeta del panorama Rock italiano: Edoardo Bennato. – dichiara il direttore di Radio Live Fabrizio Casinelli – Negli anni Bennato è stato motivo di coscienza e conoscenza per le nuove generazioni grazie i suoi testi e i suoi memorabili concerti. La sua grande capacità è stata quella di fotografare attraverso le sue canzoni, mai “solo canzonette”, il nostro mondo, dove esistono buoni e cattivi e di incitare quel popolo dalla grande forza umana. In questa era di grandi trasformazioni il suo invito è stato sempre quello di guardare le cose da un altro punto di vista, mai omologarsi, mai essere burattini senza fili»

A queste parole, si aggiungono quelle di Giordano Sangiorgipatron del Mei:

«Sono orgoglioso di ospitare al MEI il premio di Rai Radio Live a Edoardo Bennato per i suoi live infuocati in oltre 40 anni di carriera. Artista indipendente e fuori da ogni circuito omologato, rappresenta da sempre un simbolo per la musica d’autore italiana con una lunga serie di album e brani capisaldi della storia della musica del nostro paese».

Infine, l’artista sarà presente come guest star del Mini Festival de L’AltopArlAnte, che vedrà avvicendarsi sul palco The Lizards’ Invasion, Zuin, Francesco Camin, Rita Zingariello, Giulia Pratelli, Inschemical, Radiolondra, Guaglione e Mau Nera, portando il suo live sul palco della Notte Bianca del Mei in Piazza del Popolo, accompagnato dalle chitarre di Gennaro Porcelli e Giuseppe Scarpato. In questa occasione verrà anche presentata live la compilation Libera Veramente Volume 8, che vede come prima traccia “Mastro Geppetto” di Edoardo Bennato, scaricabile gratuitamente dal sito di Rolling Stone (link).

 Redazione