mudivs

EROS RAMAZZOTTI: esce in tutto il mondo “EROS DUETS”, l’album che celebra i più importanti duetti della carriera dell’artista, pubblicato e distribuito da SONY MUSIC


EROS RAMAZZOTTI

DOMANI ESCE EROS DUETS

Eros Duets_Copertina Album_b (1) 

L’album che celebra i più importanti duetti della carriera dell’artista 

Oggi, venerdì 17 novembre, esce in tutto il mondo, in formato cd e vinile, EROS DUETS” (Sony Music Italy), l’album che celebra i più importanti duetti della carriera di EROS RAMAZZOTTI. Disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming, “EROS DUETS” contiene 15 tra i brani più famosi di Eros Ramazzotti eseguiti con alcuni dei più importanti artisti internazionali e non: Tina Turner, Nicole Scherzinger, Giorgia, Anastacia, Ricky Martin, Cher, Andrea Bocelli, Carlos Santana, Patsy Kensit, Take 6, Ornella Vanoni, Antonella Bucci, Raf, Luciano Pavarotti e The Chieftains. Il tutto è arricchito da un booklet di 36 pagine.

La versione internazionale, a differenza di quella italiana, conterrà alcuni duetti in lingua spagnola.

Questa la tracklist della versione italiana dell’album: Cose della vita (Can’t stop thinking of you)”, Eros Ramazzotti & Tina Turner; “Fino all’estasi”, Eros Ramazzotti & Nicole Scherzinger; “Inevitabile, Eros Ramazzotti & Giorgia; “I belong to you (il ritmo della passione)”Eros Ramazzotti & Anastacia; “Non siamo soli”, Eros Ramazzotti & Ricky Martin; “Più che puoi, Eros Ramazzotti & Cher; Musica è, Eros Ramazzotti & Andrea Bocelli; Fuoco nel fuoco, Eros Ramazzotti & Carlos Santana; “La luce buona delle stelle, Eros Ramazzotti & Patsy Kensit; Un attimo di pace, Eros Ramazzotti & Take6; “Solo un volo”, Eros Ramazzotti & Ornella Vanoni; Amarti è l’immenso per me, Eros Ramazzotti & Antonella Bucci; Anche tu, Eros Ramazzotti & Raf; Se bastasse una canzone, Eros Ramazzotti & Luciano Pavarotti; Un’emozione per sempre, Eros Ramazzotti & The Chieftains.

Redazione

RICCARDO COCCIANTE sui TALENT SHOW: “una volta finito il talent, i ragazzi vengono completamente abbandonati. E rimangono bruciati da quello che hanno fatto” .


cocciante

Ogni tanto qualcuno noto e meno noto si sveglia e dice la sua sui talent. Questa è la volta di uno “notissimo” del mondo musicale, che dopo l’esperienza a The Voice of Italy di qualche anno fa si sciacqua la bocca. A sparare a zero sui talent show è infatti Riccardo Cocciante, come riporta TvBlog, che dalle pagine di Libero spiega il perché si è subito dileguato dopo la prima edizione di The Voice:

“Ho avuto molta pena per i ragazzi di The Voice, dopo tutti gli sforzi fatti, buttati via perché non servivano più. Non l’ho rifatto proprio perché questi interpreti, una volta finito il talent, vengono completamente abbandonati. E rimangono bruciati da quello che hanno fatto. Le case discografiche ormai non investono più, all’epoca ci facevano crescere. Il primo disco non era quasi mai un successo. I ragazzi ora sono scoraggiati, si salvano solo entrando a far parte di una moda, facendo canzoni ammiccanti che possono piacere al primissimo momento”.

Cocciante aggiunge di non essere rimasto in contatto con nessuno dei suoi colleghi coach. ma sottolinea  il “successo” della sua pupilla albanese Elhaida Dani: adesso è Esmeralda nella versione francese di Notre Dame.

Del suo rapporto altalenante con la televisione dice:

“Siamo noi a dover utilizzarla, non a dover essere utilizzati da lei. io non ho bisogno della televisione per esistere. In certi momenti mi piace e in altri per niente. Penso a Sanremo: non bisogna entrare nella trappola di doverlo fare per forza per esserci. Io l’ho fatto una volta e mai più. Non voglio entrare in una macchina che prima o poi ti tritura”.

E coglie la palla al balzo per muovere un critica ad   Elodie di Amici, che all’ultimo Festival ha cantato la cover di un suo brano, Quando finisce un amore:

“Ha scelto una delle mie canzoni più difficili. Sarebbe stato più semplice cantare Margherita o Se stiamo insieme. Ne è uscita bene, ma fossi stato in lei avrei preso un altro pezzo”.

Come dire che a suo parere poteva andare meglio…

Redazione