musicmap

#MUSICA: LE CLASSIFICHE DI MUSIC MAP|Ultimo resiste non solo alle entrate di Daniele Silvestri e Clementino, ma pure al ritorno di Marco Mengoni


CLASSIFICHE 10 MAGGIO 2019
Rilevate dalla FIMI-Nielsen-GfK-EarOne su tutto il territorio italiano

Album:

01 COLPA DELLE FAVOLE (Ultimo)
02 LA TERRA SOTTO I PIEDI (Daniele Silvestri)
03 TARANTELLE (Clementino)
04 WHEN WE ALL FALL ASLEEP, WHERE DO WE GO? (Billie Eilish)
05 ATLANTICO (Marco Mengoni)
06 PLAYLIST (Salmo)
07 PETER PAN (Ultimo)
08 DOVE GLI OCCHI NON ARRIVANO (Rkomi)
09 È SEMPRE BELLO (Coez)
10 START (Ligabue)
11 BOHEMIAN RHAPSODY O.S.T. (Queen)
12 L’ALTRA METÀ (Francesco Renga)
13 IN THE END (The Cranberries)
14 20 (Capo Plaza)
15 PIANETI (Ultimo)
16 FIGLI DI NESSUNO (Fabrizio Moro)
17 DIARI APERTI (Elisa)
18 MAP OF THE SOUL: PERSONA (Bts)
19 RE MIDA (Lazza)
20 A STAR IS BORN (O.S.T.) (Lady Gaga & Bradley Cooper)

CLASSIFICA SINGOLI 10 MAGGIO 2019

01 CALIPSO (Charlie Charles with Dardust feat. Sfera Ebbasta, Mahmood & Fabri Fibra)
02 BAD GUY (Billie Eilish)
03 CALMA (REMIX) (Pedro Capò feat. Farruko)
04 OLD TOWN ROAD (REMIX) (Lil Nas X feat. Billy Ray Cyrus)
05 PER UN MILIONE (Boomdabash)
06 CON CALMA (Daddy Yankee feat. Snow)
07 È SEMPRE BELLO (Coez)
08 SOMEONE YOU LOVED (Lewis Capaldi)
09 SWEET BUT PSYCHO (Ava Max)
10 SOLDI (Mahmood)
11 BAILA BAILA BAILA (Ozuna)
12 LA LUNA E LA GATTA (Takagi & Ketra feat. Tommaso Paradiso, Jovanotti & Calcutta)
13 MADEMOISELLE (Sfera Ebbasta)
14 RONDINI AL GUINZAGLIO (Ultimo)
15 IL CIELO NELLA STANZA (Salmo feat. Nstasia)
16 I TUOI PARTICOLARI (Ultimo)
17 DON’T CALL ME UP (Mabel)
18 M8NSTAR (Tha Supreme)
19 BLU (Rkomi feat. Elisa)
20 BAD LIAR (Imagine Dragons)

CLASSIFICA RADIO 10 MAGGIO 2019

01 PENSARE MALE (The Kolors & Elodie)
02 GIRLS GO WILD (LP)
03 CERTE DONNE BRILLANO (Ligabue)
04 MUHAMMAD ALI (Marco Mengoni)
05 JUICE (Lizzo)
06 JUST YOU AND I (Tom Walker)
07 LA LUNA E LA GATTA (Takagi & Ketra feat. Tommaso Paradiso, Jovanotti & Calcutta)
08 CALMA (REMIX) (Pedro Capò feat. Farruko)
09 ACQUA SU MARTE (Tormento feat. J-Ax)
10 CON CALMA (Daddy Yankee feat. Snow)
11 MEDELLIN (Madonna feat. Maluma)
12 I LOVE YOU (Ghali)
13 SOS (Avicii feat. Aloe Blacc)
14 SOMEONE YOU LOVED (Lewis Capaldi)
15 GIANT (Calvin Harris feat. Rag’n’Bone Man)
16 LA STORIA DEL MONDO (Nek)
17 PER UN MILIONE (Boomdabash)
18 SWEET BUT PSYCHO (Ava Max)
19 DON’T CALL ME UP (Mabel)
20 CALIPSO (Charlie Charles with Dardust feat. Sfera Ebbasta, Mahmood & Fabri Fibra)

 

da MusicMap

#MUSICA: SADE,   Un suo nuovo brano, ”The Big Unknown”, verrà inserito nella colonna sonora di ”Widows”, il prossimo film di Steve McQueen


Sade ha condiviso per l’ascolto il suo nuovo brano, ‘‘The Big Unknown”, che verrà inserito nella colonna sonora di ”Widows’‘, il prossimo film del regista Premio Oscar Steve McQueen (”Shame”, ”12 anni schiavo”), in uscita nelle nostre sale il 15 novembre. «È stato un onore lavorare con questa leggenda», ha commentato McQueen. La soundtrack contenente il brano avrà anche alcuni brani firmati dal compositore Hans Zimmer realizzati per il film e sarà disponibile in digitale dal 16 novembre prossimo (giorno di uscita della pellicola nelle sale americane), in CD dal 30 novembre e in vinile dal 28 dicembre (via Milan Records). La scorsa estate era stato rivelato che l’artista era al lavoro su un nuovo album di inediti. (SentireAscoltare)

 

Redazione

DAVID BOWIE: il 30 novembre sarà pubblicato ”Glastonbury 2000”, cofanetto contenente per la prima volta l’intera performance dell’artista


Il prossimo 30 novembre Parlophone pubblicherà ”Glastonbury 2000”, cofanetto contenente per la prima volta l’intera performance di David Bowie al celebre festival inglese. L’edizione, di cui è già disponibile il pre-order, sarà composta da un cofanetto, dalla versione in CD e da quella CD+DVD. (SentireAscoltare)

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] ED SHEERAN Il cantautore britannico paga più tasse di Amazon e Starbucks…


 

Da qualche giorno la stampa inglese sta dedicando molta attenzione e diversi articoli alle dichiarazioni dei redditi di Ed Sheeran, dopo la notizia che il cantautore britannico ha incassato nel 2017 qualcosina come… 85mila euro al giorno. Conti alla mano, però, Ed è soprattutto uno dei principali contribuenti del fisco inglese, al punto da versare all’erario di Sua Maestà una cifra più alta di quella di multinazionali americane come Amazon e Starbucks. Le tasse pagate da Ed Sheeran corrispondono a 5,29 milioni di sterline, nel 2017, più di quanto versato nel Regno Unito da Amazon (4,5 milioni) e Starbucks (3,3 milioni di sterline). C’è da aggiungere che queste aziende pagano altre tasse (13,7 milioni nel caso di Starbucks) attraverso società sussidiarie e collegate alla casa madre, mentre Ed è solo Ed. In ogni caso, il 2018 potrebbe essere andato ancora meglio, visto l’incredibile successo del suo tour ”Divide”, che proseguirà anche per tutto il 2019, tornerà in Italia. Il cantautore di Halifax sarà headliner nella seconda giornata del festival Firenze Rocks il 14 giugno alla Visarno Arena, a cui faranno seguito due show, rispettivamente allo Stadio Olimpico di Roma il 16 giugno e allo Stadio San Siro di Milano il 19 giugno. (105.net)

Redazione

KISS Si ritirano: in arrivo un ultimo tour prima dell’addio


 

L’annuncio ufficiale è arrivato   attraverso i social della band: i Kiss partiranno per un ultimo tour mondiale, poi smetteranno di suonare insieme. Il pubblico americano l’ha scoperto durante la puntata di America’s Got Talent del 19 settembre, dove la band era ospite. “Tutto quello che abbiamo costruito e conquistati negli ultimi quattro decenni non sarebbe stato possibile senza le milioni di persone che ogni anno, in tutto il mondo, hanno riempito club, arene e stadi”, ha spiegato la band con un comunicato diffuso dopo la diretta. Prima dell’addio, però, un ultimo tour – chiamato “End of the Road World Tour” – di cui non sappiamo i dettagli, date comprese. “Sarà una grande festa per chi ci ha già visto e l’ultima occasione per chi ancora non ci è riuscito. KISS Army, vi saluteremo con un ultimo tour, e con lo show più grande della nostra carriera. Ce ne andremo nello stesso modo con cui siamo arrivati, senza chiedere scusa a nessuno”. (Rollingstone.it)

Redazione

MUSICA LIVE? ELISIR DI LUNGA VITA…


 
Assistere a un concerto ogni 15 giorni allunga la vita di nove anni. E non è un pesce d’aprile…

Una ricerca scientifica ha analizzato come la partecipazione ai concerti possa influire sul benessere e sulla longevità. Secondo lo studio condotto da O2 e Patrick Fagan, professore associato della Goldsmith’s University, assistere a una serata di musica dal vivo una volta ogni quindici giorni aumenterebbe l’aspettativa di vita di ben nove anni. Partecipare ad eventi musicali live avrebbe, inoltre, il potere di influire sul benessere. La ricerca conferma quindi i benefici della musica e del divertimento su corpo e mente. Sono sufficienti appena 20 minuti di concerto per vedere aumentare il benessere del 21% (molto più dello yoga). La ricerca si è svolta tramite test psicometrici e sulla frequenza cardiaca. Ai partecipanti è stato chiesto di sottoporsi ad attività piacevoli e rilassanti, ed è stato rilevato un aumento dell’autostima (25%), dell’empatia (25%) e della vivacità mentale (75%) proprio durante i concerti. Chi assiste ad una performance di questo tipo una volta ogni due settimane presenterebbe anche maggiori livelli di produttività. L’esperto in scienze comportamentali e insegnante della Goldsmith’s University, Patrick Fagan, ha commentato con queste parole i dati emersi dalla ricerca: “La nostra ricerca mostra il profondo impatto dei concerti sui sentimenti di salute, felicità e benessere – con la frequenza quindicinale o regolare. Combinando tutte le nostre scoperte con la ricerca di O2, arriviamo alla prescrizione di un concerto ogni due settimane che potrebbe aprire la strada a quasi un decennio di anni di vita”. Nina Bibby, CMO di O2, ha aggiunto: “Sappiamo tutti quanto è bello vedere la tua band o artista preferita dal vivo, ma ora ne abbiamo la prova. Attraverso i Priority Tickets, i clienti O2 hanno accesso a oltre 5.000 spettacoli dal vivo in oltre 350 sedi in tutto il Regno Unito ogni anno”. (Virgin Radio)

Fonte Musicmap 

MUSE: Matt Bellamy fonda con Graham Coxon dei Blur una Beatles Tribute Band!


 bellamycoxon9-3-18Nei giorni scorsi si era sparsa la voce che Matt Bellamy dei Muse e Graham Coxon dei Blur avrebbero accompagnato Roger Daltrey degli Who in un concerto benefico per il Teenage Cancer Trust. L’evento si terrà alla Royal Albert Hall di Londra il prossimo 22 marzo e il prezzo dei biglietti, già disponibili all’acquisto, va dalle 38 sterline ad un massimo di 2774 sterline. Ma la vera notizia, in realtà, era un’altra: vale a dire che Bellamy e Coxen si esibiranno con la loro appena nata tribute band dei Beatles, la Dr. Pepper’s Jaded Hearts Club Band! “Sono molto felice di esibirmi con Matt Bellamy nella mia serata per il Teenage Cancer Trust alla Royal Albert Hall il prossimo 22 marzo“, ha dichiarato Daltrey, come riporta NME: “Matt porterà con sé la sua Dr. Pepper’s Jaded Hearts Club, che include Graham Coxon dei Blur, per suonare alcuni classici dei Beatles. È il loro primo concerto nel Regno Unito e sarà una cosa molto divertente!”.

 

Redazione

REMEMBER – I DISCHI CHE HANNO FATTO LA STORIA: ZUCCHERO


rispetto

Sanremo spesso si lamenta di come artisti lanciati dal palco dell’Ariston non ne vogliano sapere poi di tornare. Irriconoscenti, ecco. Però è anche vero che troppe volte le giurie, i Totip, le commissioni varie, hanno preso delle topiche mostruose. Va bene bruciare “Donne”, ma Zucchero diede una ulteriore possibilità, al Festival. Le offrì “Canzone triste”, il cui titolo ben si aggradava alle lagne liguri, presentate quell’anno da Loretta Goggi (che con “Io nascerò” avrebbe potuto largamente vincere quella edizione…). E venne nuovamente preso a pesci in faccia. “Un altro festival amaro per Zucchero” citarono i giornali del giorno dopo, tra i vari hurrah dedicati a Lena Biolcati, vincente tra i giovani. Con le scatole rotte, e forse con il desiderio di dar fuoco a Sanremo, Zucchero non si perse d’animo: mise la figlioletta con trucco punk sulla copertina del nuovo disco, tinse ancor più di negritudine le sue note, e bussò alle porte dei giganti: Gino Paoli duettò in “Come il sole all’improvviso”, Joe Cocker ispirò “Nuovo meraviglioso amico”, e “Sitting on the dock of the bay” venne citata nella prima canzone di Zucchero con titolo chilometrico: “Solo, seduto sulla panchina del porto guardo le navi partir”. La formula era perfetta per le radio, per il Festivalbar, per le spiagge estive, e stavolta il blues che usciva dal cuore di Fornaciari colpì tutta Italia. A Sanremo una canzone come “No no”, con testi come “Che bella gnocca è venuta da me, tua figlia adesso è più sexy di te” , non la si poteva far sentire nemmeno per sbaglio. Ma la gente, stanca di lagne italiche e di esterofilia acuta, aspettava solo questo prodotto. Fu il via di una carriera sfolgorante. (Enrico Faggiano)

#MUSICA: #MUSE Ecco #DigDown, singolo che anticipa il loro nuovo album… O no?


musedigdownMatt Bellamy e soci hanno pubblicato il nuovo singolo “Dig Down“. Il brano (co-prodotto con Mike Elizondo e mixato da Spike Stent) ha come tema l’unità dei popoli e la sopravvivenza, e nel relativo video (uscito il 18/5 in contemporanea) c’è la partecipazione straordinaria di Lauren Wasser, la giovane modella che, due anni or sono, divenne drammaticamente celebre per aver perso una gamba a causa di un… assorbente interno. Bellamy ha spiegato così il nuovo brano: “Mentre scrivevo ‘Dig Down’ quello che volevo comunicare era un messaggio di positività, di contrastare la negatività corrente nel mondo e offrire ispirazione, ottimismo e speranza alla gente, per combattere per le cause in cui si crede. Perchè noi, come individui, possiamo scegliere di cambiare il mondo se lo vogliamo”. Ma, attenzione, il nuovo brano potrebbe non preludere ad un nuovo album: come spiegato dallo stesso leader della band, ”il mondo è un posto molto diverso, rispetto a un po’ di tempo fa, ed anche il modo di ascoltare musica è molto diverso da com’era un tempo. Siamo molto preoccupati di come la gente ascolta la musica, oggi, con questa selezione di tracce singole: io stesso non ascolto più i dischi dall’inizio alla fine, come facevo un tempo. Ecco perché stiamo discutendo se pubblicare piccoli gruppi di tracce raggruppate, o addirittura soli singoli”. Provocazione o realtà? Lo scopriremo presto…

Redazione