nota informativa

CS_NOTA INFORMATIVA: il Garante per la comunicazione ha archiviato il procedimento relativo alla gestione degli inserimenti pubblicitari nei videoclip di FABIO ROVAZZI


√ Fabio Rovazzi, dopo l'addio a Fedez la sua società decolla | News | Rockol

Oggi, martedì 27 ottobre, FABIO ROVAZZI ha voluto rilasciare una breve dichiarazione a chiusura del procedimento relativo alla gestione degli inserimenti pubblicitari nei suoi videoclip.

Queste le parole dell’artista:  

«Il Garante per la comunicazione ha archiviato il procedimento relativo alla gestione degli inserimenti pubblicitari nei miei videoclip.

Sono felice per una serie di motivi: il primo è che siamo arrivati a un’intesa che fa giurisprudenza con un accordo equo che non rovina i video, equiparati ormai anche a livello europeo, a opere cinematografiche, ma fa chiarezza sulle inserzioni pubblicitarie anche se mancano ancora normative chiare e linee guida.

Proprio per questo mi sono battuto fin da subito non solo per una giusta causa, ma anche per farmi portatore di un interesse collettivo ed essere l’apripista di una materia tutta da disciplinare, per la quale non avrebbe avuto alcun senso sanzionare gli artisti solo per ottenere una cassa di risonanza mediatica. E meno che mai me, che ho sempre indicato gli “sponsor” a fine video.

Alla luce di queste considerazioni, con il Garante, abbiamo individuato una modalità da me proposta per fare chiarezza sull’inserimento di contenuti pubblicitari rendendoli chiari al consumatore, senza stravolgere i videoclip, esattamente come avviene per le opere cinematografiche. Insieme al mio avvocato abbiamo infatti raggiunto un giusto compromesso che prevede l’inserimento dell’avvertenza nei titoli di coda.

Questo serve a contemperare diversi interessi: quello di non “sporcare” il video, di essere trasparenti con gli utenti e di evitare confusione su cosa sia sponsor e cosa no. Per esempio, se indosso un mio orologio, per intenderci da me semplicemente acquistato, in un video, quello non può sicuramente rientrare fra i cosiddetti “product placement”.

Sono contento di essere il primo artista italiano a far passare questo messaggio, mantenendo intatta l’integrità delle opere. Ne approfitto per togliermi un sassolino dalla scarpa nei confronti del presidente dell’Unione Nazionale Consumatori che qualche mese fa si era lasciato andare ad accuse pretestuose e, alla luce di questo accordo, totalmente infondate. E colgo l’occasione per ringraziare chi nell’Antitrust in questi mesi ha lavorato fra incontri e audizioni insieme al mio team legale per arrivare a questo importantissimo accordo.»

CS_CANOVA: con una lettera sui propri social, la band comunica la fine del progetto, una bellissima storia d’amore.


Ciao amici,

sarà per tutti un brutto colpo ma abbiamo deciso di fermare qui i Canova.

È stata una bellissima storia d’amore.

Siamo cresciuti insieme passando anni meravigliosi, dai garage ai grandi palchi, dal nulla a tutto ed è stato perfetto così.

Con tutto l’amore che ci avete dato in questi anni è doveroso farvi sapere che un motivo vero e proprio non c’è: ci vogliamo tanto bene, saremo fratelli per sempre, ma adesso c’è bisogno di un cambiamento nelle nostre vite.

È paradossale, ma sembra di leggere una delle biografie delle band che abbiamo sempre amato: c’è un momento di inizio e un momento di fine, che arriva quando non ci avresti mai pensato.

come sapete, sarebbe dovuto uscire un disco con un tour nuovo che sarebbe stato rimandato a chissà quando per problemi di restrizioni che ormai ben conoscete.

Ci dispiace tanto, ma a partire dal 2 agosto tutte le informazioni relative a rimborsi o voucher sui biglietti saranno disponibili sui siti di Magellano Concerti e TicketOne.

Come saluto finale, dopo l’estate, uscirà un piccolo vinile speciale con gli ultimi 4 brani pubblicati quest’anno.

Grazie per avere amato le canzoni, per essere entrati dentro le storie che hanno scandito la nostra vita.

Grazie per aver dato una chance a una band che, anche per merito vostro, è arrivata dove non avrebbe mai pensato di arrivare.

Un grazie speciale a Gno e a Maciste Dischi per aver combattuto per noi.

Grazie a Claudio Ferrante e a tutta Artist First, Sony/ATV, MA9 Promotion, Valentina Aiuto, Orbita e a tutti i giornalisti che si sono interessati a noi.

Grazie a Magellano Concerti, Panico Concerti e a tutti i promoter per aver organizzato tour indimenticabili.

Grazie ai produttori, bendo, registi, fotografi e ai tecnici con cui abbiamo collaborato.

Grazie a tutti gli artisti con cui abbiamo condiviso palchi, notti e vita.

Adesso è il momento di lasciare il presente e lanciarsi nel futuro, sappiamo già che continuerete comunque ad amare la nostra musica.

Non siate tristi.

Con immenso amore,

i Canova

❤

NOTA INFORMATIVA: DICHIARAZIONE DI ENRICO NIGIOTTI IN MERITO ALL’OPERAZIONE “TRIADE SICURA”


In riferimento all’operazione denominata “Triade Sicura”, che vede indagato Enrico Nigiotti e altre 71 persone con una serie di sinistri stradali, l’artista ha dichiarato sui suoi social:

Riguardo l’operazione “Triade Sicura”, che oltre me vede indagate altre 71 persone con una serie di sinistri stradali, attualmente non sono a conoscenza degli atti di indagine avendo saputo solo il titolo di reato per il quale si sta procedendo. Io sono rimasto coinvolto un anno fa in un brutto incidente stradale nel quale ho rischiato la vita. Confido di poter chiarire il prima possibile la mia posizione ma, al momento, devo ancora ricostruire i fatti e recuperare i documenti relativi al risarcimento del danno derivante da quel sinistro. Ho piena fiducia nella Magistratura e valuterò con il mio Avvocato le iniziative da intraprendere a tutela della mia persona. Al momento posso solo dichiarare la mia estraneità a qualsiasi fatto di natura illecita, avendo sempre agito nel pieno rispetto della Legge.

Redazione

Nota informativa / GIANNA NANNINI STEINWAY ARTIST: online il video di “Notti senza cuore”


GIANNA NANNINI STEINWAY ARTIST

GIANNA NANNINI è stata invitata da Steinway & Sons, la nota fabbrica di pianoforti fondata a New York nel 1853, ad interpretare una sua opera, “Notti senza cuore”, in questo periodo di emergenza sanitaria in cui la musica può portare nuova gioia.

Insieme a grandi pianisti di livello internazionale e amici della Steinway da tutto il mondo, ha preso parte alle serie di concerti “Steinway’s Lunch Concerts” che sono stati registrati direttamente nelle case degli artisti, pensati per ispirare, emozionare e donare gioia agli ascoltatori. 

Il video è online da mercoledì 13 maggio: https://eu.steinway.com/en/a-legend/steinway-lunch-concerts/gianna-nannini-notti-senza-cuore/.

Redazione

CS_Nota Informativa: il tenore MATTEO MACCHIONI scrive una lettera aperta al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Ministro Dario Franceschini in difesa dei lavoratori del mondo del teatro!


IL TENORE MATTEO MACCHIONI SCRIVE UNA LETTERA IN DIFESA DEI LAVORATORI DEL MONDO DEL TEATRO ITALIANO!

Il tenore MATTEO MACCHIONI, molto apprezzato dal pubblico e dalla critica internazionale,  lancia un appello sui suoi canali social, condividendo il testo della sua lettera LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GIUSEPPE CONTE E AL MINISTRO DARIO FRANCESCHINI”.

Matteo Macchioni con questa lettera aperta al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Ministro Dario Franceschini, si unisce ai messaggi lanciati nelle ultime settimane da tanti suoi colleghi artisti e dagli operatori del mondo del teatro e dello spettacolo in Italia per avere risposte dal governo al fine di tutelare il settore della cultura e della musica.

«Gentile Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e Gentile Ministro Dario Franceschini, mi presento, il mio nome è Matteo Macchioni e sono un cantante d’opera italiano. Unisco le mie parole a quelle di tanti altri colleghi artisti per prospettarvi la grave situazione in cui versa un settore fondamentale e strategico come quello dei teatri italiani, dove si diffondono e producono musica, opera lirica, danza, prosa ed ogni altro tipo di manifestazione culturale. Pur lodando le iniziative messe in campo in queste settimane per ampliare l’offerta dello streaming e considerando tale risorsa digitale un valore aggiunto e perfettibile per il futuro, si ritiene quanto mai necessaria una riflessione sulla necessità di una ripresa della produzione culturale dal vivo. I lavoratori dello spettacolo, in particolar modo i liberi professionisti con partita iva, ma in generale tutti coloro che ricoprono una mansione attinente al mondo della produzione culturale,  soffrono  in questi mesi. Urgono risposte mirate ed idee. In generale si rileva quantomeno possibile far rispettare le distanze di sicurezza limitando la capienza di persone nelle sale di teatri ed auditorium. Questa è una misura concreta, fattibile e già sperimentata in Europa. Faccio l’esempio, vissuto personalmente in  Danimarca, dove tale concetto è stato contemplato in una prima fase dell’emergenza al Royal Danish Theatre. In alcune rappresentazioni il pubblico presente in Teatro era sotto ad un determinato numero, ritenuto sufficiente a garantire standard di protezione adeguati. In aggiunta si potrebbero rendere obbligatorie mascherine e guanti per ciascun membro del pubblico, magari fornendo direttamente un kit personale sterile monouso all’ingresso. Sul fronte dei lavoratori, si potrebbero prevedere test sierologici e screening per tutti coloro che lavorano in Teatro. Una sorta di health care anti-Covid per il personale stabile e per gli artisti freelance che, di volta in volta, vengono ospitati. Già queste idee consentirebbero, una volta messe a punto, di poter riprendere a produrre nell’ottica temporale del prossimo autunno. Lasciare al proprio destino i lavoratori dello spettacolo sarebbe un peccato mortale e inciderebbe negativamente sulle future generazioni. Altro argomento che si pone all’attenzione dei nostri vertici istituzionali è la condizione arretrata vetusta e priva di welfare relativamente alle tipologie di contratti di scrittura artistica. Nel “nuovo” corso post-Covid, tali contratti potrebbero prevedere un compenso non più solo focalizzato sulla remunerazione della performance, ma suddiviso in un’equa remunerazione del periodo di prove, naturalmente un compenso per le prestazioni artistiche ed un giusto rimborso spese per il viaggio e per l’alloggio. L’applicazione di  un minimo di stato sociale anche per i liberi professionisti dello spettacolo è importante, come lo è prevedere delle forme di tutela che, in casi di forza maggiore come ora, contemplino strumenti di sostegno al reddito certi e non affidati a decreti estemporanei. Sarebbe opportuno inoltre rivedere il sistema di previdenza sociale. L’ex Enpals è stato smantellato per essere accorpato all’Inps. Probabilmente tale operazione è stata un errore e si dovrebbe riflettere molto anche su questo. In conclusione e senza tanti giri di parole, è tempo di agire concretamente. Se lo sport può ripartire a porte chiuse, anche il mondo del teatro, con le dovute cautele, può e deve ripartire. Gli artisti dello spettacolo non vogliono certo morire di Covid. Non ci si accusi di essere imprudenti! No, non siamo imprudenti, ma abbiamo paura di essere lasciati soli, nonostante i proclami e abbiamo paura di subire la beffa della decimazione per mancanza di lavoro e prospettiva. L’Italia non perderà i teatri, ma rischia di perdere coloro che li rendono vivi, gli artisti.  
Matteo Macchioni, Tenore.»

CS_FABIO ROVAZZI approda su TWITCH con una serie di appuntamenti esclusivi con ospiti e tante sorprese. La prima diretta stasera dalle ore 18.00!


1.500.000 follower su Instagram, 1.600.000 follower su YouTube, 500.000.000 di views su YouTube, 15 dischi di PLATINO

APPRODA SU TWITCH CON UNA SERIE DI APPUNTAMENTI ESCLUSIVI CON OSPITI E TANTE SORPRESE!

Stasera dalle 18.00 sul canale Twitch di Rovazzi Lo ha annunciato poco fa attraverso un vlog pubblicato sul suo canale YouTube in cui appare insieme a Will Smith, Martin Lawrence e Jack Black (https://youtu.be/hFu656Cz6OU): FABIO ROVAZZI approda su Twitch e da stasera sarà in diretta con il primo di una serie di appuntamenti esclusivi che lo vedranno protagonista di interviste, chiacchierate o semplici aperitivi insieme a numerosi ospiti e amici del mondo dello spettacolo, dello sport e della politica. E, in perfetto stile Twitch, Fabio Rovazzi si mostrerà anche in un’inedita versione di gamer. In questi anni, dal grande successo del 2016 in cui ha segnato un record con “Andiamo a comandare”, che è entrato nella storia del mercato discografico italiano per aver conquistato il disco d’oro solo grazie allo streaming, Fabio Rovazzi si è distinto per la sua grande creatività in più ambiti, per lo sguardo tagliente sulla vita di tutti i giorni e per l’ironia che lo ha portato a conquistare il cuore non solo di tantissimi fan ma anche di amici e colleghi del mondo dello spettacolo, italiani e internazionali. Non poteva perciò mancare su Twitch, la piattaforma streaming più famosa al mondo! Un format che si preannuncia quindi ricco di colpi di scena ma anche caratterizzato dal linguaggio diretto, marchio di fabbrica del nostro poliedrico artista, che arriva al cuore e alla mente di un pubblico vasto. Un nuovo format, divertente e irriverente in pieno stile Rovazzi, per trascorrere un’ora in compagnia tra chiacchierate tra amici, risate e spunti di riflessione. Stasera dalle ore 18.00 il primo appuntamento con i primi due ospiti a sorpresa solo su: https://www.twitch.tv/rovazzi.

Redazione

CS: MODÀ: ALLA LUCE DEI RECENTI AVVENIMENTI E DELLE VIGENTI DISPOSIZIONI GOVERNATIVE RINVIATO IL “TESTA O CROCE TOUR”, PREVISTO A MARZO


Alla luce dei recenti avvenimenti e delle vigenti disposizioni governative, Friends & Partners è costretta a rinviare il “TESTA O CROCE TOUR” dei MODÀ, la cui partenza era prevista il 6 marzo da Catania.

Rimane invariata la data speciale all’Arena di Verona il 2 maggio.

Queste le nuove date del tour:

02 ottobre al PalaCatania di Catania: recupero concerto del 6 marzo

03 ottobre al PalaCatania di Catania: recupero concerto del 7 marzo

06 ottobre al Palasport di Reggio Calabria: recupero concerto del 17 marzo

09 ottobre al PalaFlorio di Bari: recupero concerto del 13 marzo

10 ottobre al PalaFlorio di Bari: recupero concerto del 14 marzo

13 ottobre al PalaSele di Eboli (SA): recupero concerto del 10 marzo

12 dicembre al Palazzo dello Sport di Roma: recupero concerto del 20 marzo

18 dicembre al Mediolanum Forum di Assago (MI): recupero concerto del 28 marzo

19 dicembre al Mediolanum Forum di Assago (MI): recupero concerto del 29 marzo

In seguito allo spostamento del tour dei MODÀ si conferma che i biglietti rimarranno validi per le nuove date.

Da oggi, lunedì 2 marzo, alle ore 16.00, saranno disponibili le prevendite per le nuove date su Ticketone.it e sui circuiti di vendita abituali.

Utilizzando la piattaforma Fansale di TicketOne, è possibile rivendere i biglietti per tutti i concerti rinviati ed è possibile effettuare il cambio nominativo per tutti i concerti rinviati, tranne per quello di Reggio Calabria.

Ulteriori informazioni verranno comunicate a partire dal 9 marzo su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it

È possibile chiedere il rimborso per il solo concerto previsto il 24 marzo all’RDS Stadium di Genova, che è stato rinviato a data da destinarsi.

Di seguito le modalità:

– Rivolgendosi ai punti vendita dove gli stessi sono stati acquistati entro e non oltre il 27 marzo 2020.

– Per coloro che hanno acquistato i biglietti online sul sito TicketOne o tramite call center con modalità ‘ritiro sul luogo dell’evento‘, il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto scrivendo all’indirizzo email: ecomm.customerservice@ticketone.it entro e non oltre il 27 marzo 2020.

– Per i biglietti acquistati online sul sito Ticket One o tramite call center con modalità ‘spedizione tramite corriere espresso‘, il cliente dovrà spedire i biglietti, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, entro e non il 27 marzo 2020 (farà fede la data del timbro postale) all’indirizzo: TicketOne S.p.A. – Via Vittor Pisani 19 – 20124 Milano (C.a. Divisione Commercio Elettronico).

Redazione

C.S._CLAUDIO BAGLIONI: POSTICIPATI I CONCERTI PREVISTI PER DOMANI, VENERDÌ 29, E SABATO 30 MARZO AL PALAZZO DELLO SPORT DI ROMA E IL CONCERTO DEL 2APR_all’Allianz Dome (ex Pala Rubini Alma Arena) di Trieste


Claudio Baglioni_ph Alessandro Dobici_b (2)

Si informa che i concerti di CLAUDIO BAGLIONI inizialmente previsti per domani, venerdì 29, e sabato 30 marzo al Palazzo Dello Sport di Roma verranno posticipati rispettivamente al 2 e 3 aprile a causa di una laringo-faringite che ha colpito Claudio Baglioni, diagnosi confermata nella giornata di ieri dallo specialista che lo ha visitato, che gli rende impossibile salire sul palco per i due concerti romani di “AL CENTRO”.

A causa di questo spostamento, il concerto inizialmente previsto per il 2 aprile all’Allianz Dome (ex Pala Rubini Alma Arena) di Trieste verrà posticipato al 22 aprile.

I biglietti acquistati restano validi per le nuove date (i biglietti acquistati per la data di Roma del 29 marzo saranno validi per il concerto del 2 aprile,  i biglietti acquistati per la data di Roma del 30 marzo saranno validi per il concerto del 3 aprile mentre i biglietti acquistati per la data di Trieste del 2 aprile saranno validi per il concerto del 22 aprile).

Per chi volesse richiedere il rimborso dei biglietti acquistati, queste le diverse modalità:

Per ROMA

– Per il rimborso dei biglietti acquistati presso un punto vendita è possibile rivolgersi al punto vendita dove è stato acquistato il biglietto entro e non oltre il 10 aprile.

– Per il rimborso dei biglietti acquistati online sul sito TicketOne o tramite call center con modalità ‘ritiro presso il luogo dell’evento‘, è possibile scrivere all’indirizzo email: ecomm.customerservice@ticketone.it entro e non oltre il 10aprile.

– Per il rimborso dei biglietti acquistati online sul sito TicketOne o tramite call center con modalità ‘spedizione tramite corriere espresso‘, è possibile spedire il biglietto tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, entro e non oltre il 10 aprile (farà fede la data del timbro postale) all’indirizzo: TicketOne S.p.A. – Via Vittor Pisani 19 – 20124 Milano (C.a. Divisione Commercio Elettronico).

Per TRIESTE

– Per il rimborso dei biglietti acquistati presso un punto vendita è possibile rivolgersi al punto vendita dove è stato acquistato il biglietto entro e non oltre il 12 aprile.

– Per il rimborso dei biglietti acquistati online sul sito TicketOne o tramite call center con modalità ‘ritiro presso il luogo dell’evento‘, è possibile scrivere all’indirizzo email: ecomm.customerservice@ticketone.it entro e non oltre il 12 aprile.

– Per il rimborso dei biglietti acquistati online sul sito TicketOne o tramite call center con modalità ‘spedizione tramite corriere espresso‘, è possibile spedire il biglietto tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, entro e non oltre il 12 aprile (farà fede la data del timbro postale) all’indirizzo: TicketOne S.p.A. – Via Vittor Pisani 19 – 20124 Milano (C.a. Divisione Commercio Elettronico).

Queste le prossime date di “AL CENTRO”, prodotto e organizzato da Friends & Partners:

(recupero del 29 marzo) e 3 aprile (recupero del 30 marzo) al Palazzo dello Sport di ROMA; 

5 aprile al Forest National di BRUXELLES (inizio show ore 20.00 – info: www.gracialive.be);

7 aprile al Hallenstadion di ZURIGO (inizio show ore 19.00 – info: www.abc-production.ch);

9 e 10 aprile a RDS Stadium di GENOVA;

12 e 13 aprile al Mediolanum Forum di MILANO;

15 e 16 aprile al Pala Verde di TREVISO;

18 aprile all’Adriatic Arena di PESARO;

22 aprile all’Allianz Dome (ex Pala Rubini Alma Arena) di TRIESTE (recupero del 2 aprile);

24 e 26 aprile al Nelson Mandela Forum di FIRENZE.

Redazione

NOTA INFORMATIVA: FRANCESCO RENGA / precisazione in merito a quanto dichiarato durante la puntata del DopoFestival di venerdì 8 febbraio.


 

 

renga
Francesco Renga precisa con queste parole quanto dichiarato durante la puntata del DopoFestival di ieri, venerdì 8 febbraio, in onda su Rai 1:

“Ieri nel cercare di esprimere un concetto tecnico mi sono incartato e ho finito per dire una cosa sbagliata. Capita. E me ne scuso. Tengo solo a sottolineare che le donne sono il centro della mia vita e accusarmi di sessismo significa strumentalizzare un’opinione. Capisco che la polemica è il sale dei dibattiti e mi dispiace di averla incendiata esprimendo male un pensiero. Se dico che per una questione di frequenze una voce femminile sia più rara e per questo anche più preziosa, accetto che ci sia chi non la pensa come me ma mi ferisce chi va oltre tirando in ballo il sessismo. Ci tenevo a chiarire perché sul tema uomo/donna, che è decisamente più alto di un dibattito sulle frequenze vocali, non accetto strumentalizzazioni. Spero che le persone in buona fede capiranno che non c’è nulla di più lontano del maschilismo nel mio modo di vedere le cose. Tutto qua”.

Redazione

A UN GIORNO DALLA SUA NASCITA, “TRX RADIO” È L’APP GRATUITA PIÙ SCARICATA SU APP STORE!


 

A un giorno dalla sua nascita, la prima radio italiana dedicata esclusivamente al rap, “TRX RADIO” è l’app gratuita più scaricata su App Store, con 30.000 download.

Su Google Play, inoltre, TRX RADIO è al sesto posto delle New Apps, con 40.000 download.

Da un’idea di Paola Zukar con CLEMENTINO, FABRI FIBRA, GUÈ PEQUENO, MARRACASH, SALMO ed ENSI, in veste di direttori artistici, TRX Radio propone l’ascolto di brani italiani e internazionali del genere che ha segnato le loro rispettive carriere e il loro presente. Le canzoni che vengono trasmesse sono accuratamente scelte e compilate dal team di artisti e di personalità della scena nazionale per offrire il panorama più ampio e completo del rap mondiale.

Per info e programmazione:

www.trxradio.it

Instagram: @TRXRadio

Facebook: /TRXRadio

Redazione