notizie

Morto Malcom Young degli Ac/Dc


++ Musica: è morto Malcom Young degli Ac/Dc ++

”Oggi è con profonda tristezza che Ac/Dc deve annunciare la morte di Malcolm Young. Malcolm, insieme ad Angus, è stato il fondatore e creatore di Ac/Dc. Con grande dedizione e dedizione, era la forza trainante della band”. Così la pagine Facebook della band annuncia oggi la morte del suo fondatore. ”Come chitarrista, compositore e visionario, era un perfezionista e un uomo unico”, spiegano ancora su Fb. Era nato il 6 gennaio del 1953, Glasgow, nel Regno Unito. ”La sua lealtà verso i fan era ineguagliabile”. Prosegue il fratello Angus nel post: ”Come suo fratello è difficile esprimere a parole ciò che ha significato per me durante la mia vita, il legame che avevamo era unico e molto speciale. Si lascia dietro un’enorme eredità. Malcolm, lavoro ben fatto”.

Redazione

MARCO DELLA NOCE “rinasce” a Zelig: LA MIA VITA SPERPERATA? si, per compiacere qualcun altro non certo per me!


Marco Della Noce torna sul palco di Zelig nei panni del mitico capomeccanico Ferrari

 

Il ritorno di Marco Della Noce  sul palco di Zelig con “uanmensciò”   ha registrato il  sold out ed è stato salutato da un lunghissimo applauso del  pubblico. Il comico che a causa di varie traversie legali e fiscali si è ritrovato per “strada”, grazie alla solidarietà dei colleghi ha tenuto il suo primo spettacolo riportando sul palco il mitico capomeccanico della Ferrari  laddove ha avuto origine, ovvero Zelig. Della Noce  è rimasto molto impressionato dall’accoglienza e non ha nascosto la sua commozione.

 “È stata una grande emozione, ma soprattutto mi ha emozionato l’accoglienza che mi ha riservato la gente questa sera”. Della Noce poi si è soffermato sui suoi problemi come padre single. “La legislatura è sbagliata perché la donna prima andava protetta, ma oggi spesso è anche quella che guadagna più del marito e quindi un giudice deve valutare che la famiglia è formata da una mamma e da un papà. Non può un figlio vedere la mamma che vive in un modo e poi il papà che piano piano si riduce a essere un emarginato. Non è educato e non è etico. Per tutti quei papà onesti che non possono parlare la battaglia è appena iniziata, la voce è appena partita e sono stati per tanti anni zitti”.

E a proposito di chi pensa che Marco non abbia saputo gestire le sue finanze e abbia  sperperato i suoi soldi dice: “io ho raccontato una storia vera posso portare tante testimonianze e se qualcuno pensa che abbia sperperato si, ma per compiacere qualcun altro non certo per me”

Redazione

Fabrizio Frizzi ringrazia dalla sua pagina Facebook: “Cari amici, sono felice di potervi dire che combatto per riprendermi…


Dopo l’ischemia che l’ha colpito il 23 ottobre scorso Fabrizio Frizzi ringrazia tutti dalla sua pagina Facebook per la prima volta dopo la lieve ischemia che lo ha colpito. Ecco le sue parole:

Cari amici, sono felice di potervi dire che combatto per riprendermi. Prima di tutto devo ringraziare infinitamente i medici dell’Umberto I che mi hanno ripreso per i capelli, poi i medici del Sant’Andrea che mi hanno rimesso in piedi e rapidamente sono stati capaci di capire da cosa il guaio era generato. Insieme a loro devo gratitudine eterna ai loro infermieri.

Naturalmente ringrazio gli amici dell’Eredità e il medico della Dear per la rapidità del soccorso… la Rai intera, il direttore generale Orfeo per la costante vicinanza. Eppoi il caro fratello Carlo Conti per tutto!

E ancora GRAZIE ai miei famigliari e agli amici di una vita che mi hanno supportato in maniera incredibile. Grazie per i messaggi che piano piano leggerò e che mi daranno forza per superare questa brutta avventura. Grazie anche a chi mi ha pensato con affetto senza potermi raggiungere. Un abbraccio a tutti“.

Redazione

Milena Gabanelli: dimissioni irrevocabili dalla Rai


L’ex conduttrice di Report Milena Gabanelli ha dato le  dimissioni irrevocabili dalla RAI . La notizia, coperta da un insolito silenzio stampa,  è trapelata il primo novembre. In un’intervista all’Agi mette nel mirino i vertici del servizio pubblico e dice:

I partiti sono molto presenti sia nel Consiglio di amministrazione che nella Commissione di Vigilanza Rai, ma non ci sarebbe nulla di scandaloso se almeno tutti i componenti avessero competenze sia televisive che nella gestione di un’azienda con 12.000 dipendenti. Purtroppo non è così, e questo genera danni, ritardi, e il perenne sospetto che dietro a scelte che coinvolgono un conduttore o un giornalista, ci sia sempre una manovra politica, anche quando si tratta di legittime scelte editoriali, giuste o sbagliate che siano”.

Poi parla del Cda e anche qui spiega come, a suo dire, i vertici del servizio pubblico spesso non riesca a rispettare i suoi obiettivi: “Il Cda Rai dovrebbe fare quello che fanno tutti i consigli di amministrazione: amministrare affinchè l’azienda sia sana e competitiva rispettando la mission”.

Sul silenzio dei giornalisti Rai per il suo addio, la Gabanelli afferma: “Ho svolto il mio compito, mi è stata fatta una proposta che ho ritenuto di non accettare, mi sono dimessa. Il mondo del lavoro funziona così dappertutto, non mi sento vittima di alcunchè, e con i colleghi ho sempre avuto un rapporto leale e caloroso”.

Infine sull’ipotesi di un ripensamento sulle dimissioni afferma: “Di irrevocabile c’è solo la morte…e per il momento mi sento abbastanza viva. Nessuno è indispensabile, e dentro la Rai ci sono tanti colleghi che fanno eccellente servizio pubblico”.

Redazione

#RAI3: REPORT Giovani “contro” anziani e altre storie 06/11/2017 – 21:05


Report, Ranucci ammette: Inchiesta vaccini? Potevamo raccontarla meglio
Pianificare da giovani, pensare per tempo a come ci potremo mantenere quando saremo anziani, ogni paese si prepara a proprio modo. In America molti senior vendono la casa e si trasferiscono in Florida, ci sono intere comunità esclusivamente per gli over 55, vietate ai bambini e con strutture attrezzate per chi ha problemi. In Giappone si sperimentano comunità aperte, finanziate da tutti con l’assicurazione obbligatoria e al posto dei badanti usano i robot. E in Italia? Siamo il paese più vecchio in Europa: nel 2016 la popolazione dei senior (55 – 74 anni) ha superato quella dei giovani adulti (15 – 34 anni) di oltre un milione e mezzo. Chi pagherà le pensioni, le cure sanitarie e l’assistenza all’esercito dei baby boomers in arrivo? Se ne parla a “Report”, il programma di Rai3 condotto da Sigfrido Ranucci, in onda lunedì 6 novembre alle 21.05 su Rai3.
In primo piano anche il mistero della “scatola nera” capace di leggere (e modificare) le nostre vite a colpi di algoritmi; su “Mister Fipronil”, che con il suo Dega16 ha contaminato milioni di uova e messo in crisi l’Europa, bypassando un sistema di controlli; e sulle nuove frontiere della genetica: intervenendo su un embrione è possibile modificare il colore dei capelli di un nascituro, ma anche curare malattie e iniettare geni che lo renderanno immune. Come possiamo capire qual è il limite? E, soprattutto, esiste davvero un limite?
“Report” è anche sul sito http://www.report.rai.it e sui profili social facebook.com/reportrai3 – twitter.com/reportrai3 – instagram.com/reportrai3 – telegram.me/reportrai3.
Redazione

RAI RADIO2 PER AIRC: Michele Bravi, ambasciatore AIRC, insieme a Chiara Marianne Mirage e Mahmood in concerto.


Risultati immagini per michele bravi foto

Rai Radio2 è la novità dell’edizione di quest’anno de ‘I Giorni della Ricerca’, la ventennale collaborazione tra la Rai e l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. Sabato 4 novembre, alle 19:45, ‘Radio2 For Airc’ sarà un concerto acustico, on air dalla Sala A di Via Asiago a Roma, dove i giovani talenti della musica italiana daranno vita ad una staffetta musicale per coinvolgere i loro fan a sostenere con una donazione i giovani talenti della ricerca. Protagonisti della serata  Michele Bravi, ambasciatore AIRC, insieme a Chiara, Marianne Mirage e Mahmood. La conduzione è affidata alle cure di Tiberio Timperi, anche lui volto Airc.  A raccontare i progressi dell’Associazione, al fianco degli artisti, anche giovani ricercatori come Stefania Rapino, una delle voci della campagna: “trascorro 12 ore al giorno in laboratorio con lo scopo di dare ai medici uno strumento in più per sconfiggere il cancro“. Un evento straordinario, per una straordinaria campagna di informazione e raccolta fondi, che dimostra ancora una volta l’apertura di Radio2, on field e on air, attraverso il linguaggio universale della musica, oltre che con le voci dei suoi conduttori più affezionati. È possibile sostenere il lavoro dei ricercatori AIRC con una chiamata da telefono fisso al 45510 oppure mandando un SMS allo stesso numero. Per costruire insieme un futuro libero dal cancro.‘Radio2 For Airc’ sarà anche su Radio2.rai.it e sulla App di Radio Rai
Redazione

BRUCE SPRINGSTEEN Nuova canzone per un film: arriva ”Freedom Cadence”, colonna sonora di ”Thank You For Your Service”


C’è una nuova canzone di Bruce Springsteen. Mentre il Boss è impegnato nel suo spettacolo a Broadway per pochi, fortunati fan, tutti gli altri potranno in qualche modo consolarsi ascoltando il suo nuovo brano. Il titolo è “Freedom Cadence” e fa parte della colonna sonora del film “Thank You For Your Service”, diretto da Jason Hal e interpretato da Miles Teller (il batterista del film ”Whiplash”). La pellicola esce al cinema negli Stati Uniti questo weekend, mentre non è ancora prevista un’uscita italiana. La canzone è basata su un motivo musicale pre-esistenze e abbastanza famoso, la marcia “Freedom” (o ”Some Say Freedom is Free”), che molti attribuiscono a Roger L. Southard. La canzone uscirà il prossimo 3 novembre, insieme alla colonna sonora di “Thank You For Your Service”, film con un tema molto “springsteeniano”: un veterano della guerra in Iraq torna a casa, soffre di disturbo da stress post traumatico e non riesce a riprendere la sua vita. (Virgin Radio)

Redazione

FABRIZIO FRIZZI: LA FAMIGLIA RINGRAZIA E CHIEDE RISERBO – Carlo Conti torna a condurre l’Eredità


 frizzzi

A circa una settimana dall’ischemia che ha colpito Fabrizio Frizzi, la famiglia   ha ringraziato in un comunicato il pubblico gli amici e la Rai per l’affetto dimostrato  ma ha anche chiesto il massimo riserbo in linea col pensiero del conduttore che ha  sempre chiesto la massima discrezione per la propria vita privata.

Questo il comunicato:

 “il pubblico, gli amici e la Rai per il grande affetto e l’attenzione dimostrata per le condizioni di salute di Fabrizio. Fabrizio, nella sua vita personale e professionale, ha sempre tenuto in grandissima considerazione il rispetto per le persone, chiedendo al tempo stesso la massima discrezione per la propria vita privata”. E continua: “Ed è questo stesso tipo di considerazione che Fabrizio chiede, ora, a tutti coloro che gli vogliono bene, in attesa di rientrare al più presto per tante, nuove ed appassionanti… ghigliottine”.

La Rai intanto ha ufficializzato, attraverso Twitter, che a partire dal 30 ottobre sarà Carlo Conti a condurre “L’Eredità”.

Redazione

I “Vip” si mobilitano per salvare Elisa una bimba di tre anni affetta da leucemia


Bimba rischia vita per leucemia

Il mondo dei Vip come riporta oggi il quotidiano La Stampa è impegnato in una campagna di mobilitazione per salvare la piccola Elisa di Pordenone, affetta da leucemia e ricoverata al “Bambino Gesù” di Roma. E’ una corsa contro il tempo, la bambina di tre anni potrebbe avere poche settimane di vita se non si troverà un donatore di midollo osseo compatibile e per lei si sono già attivati tanti personaggi dello spettacolo che hanno invitato i loro fan a recarsi nei centri specializzati per la tipizzazione. Da Fiorello ad Anastacia, in tanti hanno rilanciato l’appello dei genitori della piccola, Fabio e Sabina. La pagina da condividere è “Salviamo Elisa” dove ci sono tutte le informazioni su cosa fare per diventare donatore di midollo. L’invito è stato rilanciato da mondi media e, ovviamente, dai social. Un risultato comunque la mobilitazione l’ha già raggiunto: il Registro dei donatori – che ha un database internazionale – si sta ingrossando e tanti pazienti affetti da leucemia e mieloma potranno avere una speranza in più.

 

Redazione

Fabrizio Frizzi, ricoverato per un’ischemia: è stabile


frizzzi

Fabrizio Frizzi è stato colpito da una lieve ischemia durante la registrazione della trasmissione Rai “L’Eredità”. Secondo le prime informazioni il presentatore 59enne, attualmente ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma per accertamenti, è lucido e le sue condizioni sono stabili. La Rai ha confermato che la puntata del quiz condotto da Frizzi non andrà invece in onda.

Il conduttore ha ricevuto la visita del direttore generale della Rai, Mario Orfeo. “Abbiamo parlato e scherzato” ha detto Orfeo all’uscita dall’ospedale. Rai1 – è scritto nella nota aziendale – ha sospeso la programmazione dell’Eredità, che sarà sostituita da alcune puntate di “Don Matteo 9”, in attesa del ritorno al lavoro di Frizzi a cui tutta l’azienda augura una pronta guarigione.

Redazione