notizie

Emma Marrone grida “aprite i porti” durante concerto, Galli della Lega la offende pesantemente con una frase sessista…Espulso!


Il ricordo di Mia Martini e la minaccia di Patty Pravo…


Mia Martini, Patty Pravo querela

Patty Pravo e Fred Bongusto “i primi a dire che portavo jella”… Con il ricordo di Mia Martini ecco spuntare anche la polemica per una presunta intervista degli anni Ottanta, dove Mia Martini avrebbe indicato nei due artisti gli artifici delle dicerie sul suo conto. Un’intervista che è rimbalzata negli ultimi giorni sui social e diventata virale  che, dopo la messa in onda di ‘Io sono Mia,‘ è costata a Patty Pravo una valanga di insulti e pesantissime accuse. Accuse dalle quali la cantante ha deciso di difendersi, anche attraverso la querela. Si legge infatti in un comunicato affidato ai canali social dell’artista:  sono costretta a pubblicare il seguente comunicato:

la signora Strambelli prende le distanze, ora come allora, dalle affermazioni attribuitele circa la signora Mia Martini e, qualora si dovesse insistere in tali comportamenti, provvederà a sporgere denuncia-querela per diffamazione a mezzo stampa ed internet a tutela della propria reputazione”.

Redazione

28/01/2019 – 21:20 #RAI2RAI2: C’È GRILLO Secondo appuntamento con il format della rete ideato da Freccero


 Beppe Grillo sbarca su Rai2 nel nuovo format di Carlo Freccero

Dopo il successo di “C’è Celentano”, Rai2 tramette il secondo appuntamento con il format ideato da Carlo Freccero “C’è…”, che racconta i grandi personaggi della tivù italiana, attraverso alcune delle pagine più belle “scritte” da loro sul piccolo schermo. Lunedì 28 gennaio alle 21.20, sarà la volta di “C’è Grillo”, che ripercorrerà i 40 anni di attività del comico genovese, attraverso i momenti migliori  della sua carriera.
“C’è Grillo” è un programma di Marco Giusti, Stefano Raffaele, Luca Rea e Roberto Torelli.

 

Redazione

Festival di Sanremo 2019: Alessandra Amoroso superospite tra i “grandi”


E’ ufficiale: Sul palco del Teatro Ariston al Festival di Sanremo (dal 5 al 9 di febbraio) accanto ai già annunciati Andrea Bocelli e suo figlio Matteo, Giorgia, Elisa e Antonello Venditti ci sarà anche Alessandra Amoroso  .

Non è la prima volta che l’Amoroso calca il prestigioso palco dell’Ariston. La prima volta salì su quel palco, appena neo-vincitrice di Amici,  grazie a Valerio Scanu che la volle fortemente accanto a sè nella serata dei duetti nel 2010, anno in cui il cantante vinse con il  brano Per tutte le volte che e poi nel 2012, accanto a  Emma Marrone,  che portò alla vittoria il brano Non è l’inferno. Questa volta invece l’Amoroso avrà il palco tutto per sè e “grande” tra i grandi,  canterà un suo brano e duetterà con Baglioni.

E’ la stessa Amoroso a manifestare il suo entusiasmo dai social con questo messaggio:

 “Nessuno ci avrebbe creduto mai eppure saremo lì anzi SanRemo lì,  – con voi e con la prima donna che mi ha dato la mano e mi ha accompagnata in questo lungo viaggio. Andiamo a cantare il nostro amore per l’amore. Abbiamo realizzato il nostro sogno”

Il commento è accompagnato da una foto che la ritrae  assieme alla madre, che ama il Festival da sempre, come spesso ha dichiarato nelle sue interviste Alessandra.

Redazione

 

Una targa sulla facciata ricorderà la casa natale del signor G.


 © ANSA

Una targa in ricordo degli ottant’anni della nascita di Giorgio Gaber, sarà posta venerdì 25 gennaio, alle 18.00  sulla facciata della casa di via Londonio, a Milano, dove Giorgio Gaber (allora Gaberscik)  nacque il 25 gennaio del 1939 ed è  vissuto fino al 1963 con i genitori Guido e Carla e il fratello Marcello .

Si dà così applicazione ad una iniziativa nata da una proposta del condominio che ha subito incontrato il consenso entusiasta  della Fondazione Gaber che si è fatta carico della  realizzazione e   posa della targa che recita:

Qui nacque nel 1939 GIORGIO GABER. Inventore del Teatro – Canzone. La sua opera accompagna vecchie e nuove generazioni sulla strada della libertà di pensiero e dell’onestà intellettuale“.

 Redazione

C.S._FREDDIE MERCURY Voleva formare un supergruppo con Elton John e Rod Stewart, e chiamarlo Nose, Teeth & Hair…


Voleva formare un supergruppo con Elton John e Rod Stewart, e chiamarlo Nose, Teeth & Hair…

Rudi Dolezal era un grandissimo amico di Freddie Mercury. È stato anche il regista del video di “These Are The Days Of Our Lives”, brano contenuto nel 14esimo album in studio dei Queen, ovvero l’ultimo che vide impegnato Freddie prima della sua morte. Rudi ha raccontato che Freddie Mercury, Elton John e Rod Stewart volevano formare un supergruppo. “Freddie mi invitò a una festa privata a casa sua, alla quale erano presenti anche Elton John e Rod Stewart. Lo faceva spesso”, ecco l’inizio della storia raccontata dal regista in un’intervista. Il retroscena è davvero bizzarro e se le cose fossero andate diversamente ne avremo viste delle belle. “Mi ricordo che c’era eccitazione con gli altri artisti – ha continuato Dolezal – e anche tra di loro. Credo che Rod se ne fosse uscito con l’idea di formare un supergruppo e di chiamarlo Nose, Teeth & Hair (Naso, Denti & Capelli), perché lui aveva il naso grosso, Elton aveva problemi coi capelli e Freddie i denti che tutti conosciamo”. Il progetto naufragò, non se ne fece più niente. Forse era solo una chiacchiera nata per gioco dalla mente di Rod durante il party. In realtà non è così: già nella sua autobiografia, Stewart fece cenno alla volontà di mettere in piedi un gruppo con i due colleghi. “I Queen affittarono una villa a Bel Air, Los Angeles – queste le parole di Rod – e io e Elton passammo una lunga sera a parlare con Freddie, una persona dolce e divertente alla quale ero davvero affezionato”. Nell’autobiografia, il frontman dei Faces ha dichiarato inoltre: “Parlammo della possibilità di formare un supergruppo composto da noi tre. Il nome che avevamo in mente era Nose, Teeth & Hair, una sorta di omaggio alle nostre peculiarità estetiche. L’idea era quella di presentarci vestiti come le Beverley Sisters. In qualche modo questo progetto non si realizzò mai, generando la più profonda e durevole lacuna della musica contemporanea”. Già, la più profonda e durevole lacuna della musica contemporanea… mai parole furono più azzeccate! Sarebbe stato bello vedere i tre artisti riuniti sul palco, sicuramente ci avrebbero fatto sognare con il loro indiscutibile talento. (Virgin radio)

da Redazione MusicMap

C.S._Sandro Giacobbe: in radio il nuovo singolo “Solo un bacio” a favore dei minori figli delle vittime del Ponte Morandi di Genova


Sandro Giacobbe

Nuovo singolo
“Solo un bacio”
in radio dal 25 gennaio
Singolo a favore dei minori, figli delle vittime del ponte Morandi

Sandro Giacobbe, cantautore genovese, con almeno dieci grandi successi alle spalle, tra i quali ricordiamo:  SIGNORA MIA – IL GIARDINO PROIBITO – IL MIO CIELO LA MIA ANIMA (Vincitore Gondola d’oro di Venezia) – SARA’ LA NOSTALGIA –  e tre partecipazioni al Festival di Sanremo negli anni ’76, con GLI OCCHI DI TUA MADRE, ’83 con PRIMAVERA e ’90 con IO VORREI.
Le sue canzoni, conosciute ed amate  in Italia, sono ancora oggi un successo anche nel mondo (Germania, Svezia, Spagna e Sud America), molte delle quali interpretate da altri artisti come Luis Miguel, Sergio Dalma, Cristian Castro,  Alex Bueno e Natalino.
Sandro ha continuato a scrivere e ad incidere brani correlati da bellissimi videoclip, tra i quali “Insieme Noi“, scelto come Inno del 50° Anniversario del piccolo coro dell’Antoniano di Bologna.
Oggi, con l’uscita del nuovo singolo Solo un bacio, che rispecchia perfettamente la vena cantautorale  genovese, ha voluto mettere un po’ di Genova nel suo brano, inserendo delle parti in dialetto genovese e facendole cantare agli “AMIXI DE ZENA” , gruppo folkloristico della città che canta le canzoni popolari in dialetto.
Video disponible qui
Solo un bacio”, nato in settembre, è il frutto di emozioni e stati d’animo maturati a seguito della tragedia del ponte Morandi.
Il brano, pur non entrando nello specifico di quanto accaduto, fa riferimento alla fatalità della vita e al destino di ognuno di noi. Quante volte ci è capitato di cambiare la nostra vita per caso? A volte, come dice il testo della canzone, potrebbe bastare fermarsi a prendere un caffè, per cambiare involontariamente, in un modo o nell’altro, il nostro destino.
Sandro, dal 24 agosto, insieme ad altri amici, con l’associazione NOI PER VOI, sta aiutando i minori, figli delle vittime del ponte Morandi. Con Solo un bacio   continuerà a farlo, donando loro i proventi discografici del brano, in uscita il 25 gennaio, e gli incassi dei primi due concerti che avverranno in Liguria.
Redazione

#Amici di Maria De Filippi: per la prima volta nella storia del talent show, la scuola è stata occupata per protesta contro Timor Steffens!


Lclasse di Amici 2019 non ci sta e protesta contro il coreografo olandese e coach di ballo Timor Steffens. Il perchè è presto detto: nella puntata di sabato 19 gennaio, Timor (dopo essersi rifiutato di dare lezioni al ballerino Marco Alimenti perchè ritenuto a suo giudizio, privo di potenzialità nel suo stile ndr) si è avvalso della facoltà, prevista dal regolamento, di procedere all’eliminazione diretta dell’allievo. A nulla è servito l’intervento di Veronica Peparini in favore del ballerino,  Timor è stato irremovibile  e per tutta risposta ha lanciato via social l’annuncio  dell’apertura di un’audizione per  reclutare nuovi ballerini da far entrare nella scuola di Amici.

Il ballerino Marco Alimenti ha dovuto abbandonare il talent, tra lo sconcerto dei compagni che tuttavia si è presto tramutato in una forte azione di protesta contro il professore di ballo, sfociata nell’occupazione della Scuola che  è stata tappezzata di cartelloni #fammistudiare, diritto allo studio, e tutti i ragazzi hanno indossando magliette con la scritta “fammi studiare”. Inoltre i ragazzi hanno annunciato che non si esibiranno o eseguiranno i compiti affidati dagli insegnanti, fino a quando non verrà accolta la loro richiesta di riammettere il ballerino.

Insomma, una vera rivolta che non ha  precedenti nella storia di #Amici.

 

Redazione

 

“Caramelle” trova il supporto del Ministro Fontana, titolare del dicastero per la famiglia e disabilità che vuole portare l’argomento nelle scuole


Caramelle, Pierdavide Carone e Dear Jack

L’ esclusione di “Caramelle“, il brano presentato da  Pierdavide Carone insieme ai Dear Jack al Festival di Sanremo  che tratta il delicato tema della pedofilia è diventata un vero “caso” La notizia, partita  in sordina con i post  più che altro di delusione  dei singoli degli interpreti,  ha assunto man mano sempre più rilevanza grazie al web e ad alcuni siti che hanno ripreso la notizia, fino ad arrivare ad attirare l’attenzione del  Ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana che ha manifestato su twitter  il suo supporto a Caramelle:

 «Dispiaciuto che un brano come Caramelle, che parla di lotta alla pedofilia, sia stato escluso da Sanremo – Un argomento molto importante, su cui, tra l’altro, stiamo già lavorando: abbiamo diversi progetti in cantiere col Ministero dell’Istruzione»

Pronta la risposta di  Pierdavide Carone  al Ministro: 

«L’abuso è una ferita che può cicatrizzarsi ma non rimarginarsi, e mai come in questo caso la miglior cura è la prevenzione, e va fatta nelle scuole, e va fatta adesso . Grazie al ministro Lorenzo Fontana per questa importante opportunità sociale #caramellenellescuole “.

Anche i Dear Jack si sono espressi  in merito sui loro profili social :

«Un onore che le istituzioni e un ministro della Repubblica si siano appassionati ad una battaglia che, se fatta insieme, può raggiungere il suo scopo»   

Il brano Caramelle nei giorni scorsi aveva già trovato la solidarietà e il consenso  di vari artisti come: Cristiana Capotondi, i Negramaro, Alessandra Amoroso, Biagio Antonacci, Elisa, Ermal Meta, Claudio Cecchetto, Gigi d’Alessio, Fedez, Roby Facchinetti, Giorgia, J-Ax, Max Biaggi, Jonathan, Bianca Atzei e tanti altri.

Redazione

Su Canale5 ritorna”C’è Posta per Te” con Maria De Filippi e fa il botto: ASCOLTI DEL 12 GENNAIO 2019


Su Canale 5   Maria De Filippi ritorna con C’è Posta per Te e fa il botto con 5.842.000 telespettatori, e il  29,84% di share. Contro di lei nulla può  nemmeno la partita Bologna – Juventus, ottavi di Finale di Coppa Italia, in onda su Rai1 che ha registrato 4.196.000 telespettatori, share 17,7%.

Sempre su Canale5 nel pomeriggio di sabato 12 gennaio 2019, volano Amici con 3.027.000 spettatori e 18,98% di share e  Verissimo con 2.615.000 spettatori e uno share del 19,24%.

Su Rai 2 Il film tv Fabrizio De André – Principe libero ha registrato 1.370.000 telespettatori, share 7,20%.

Su Rai 3 Le parole della settimana ha registrato nella presentazione 1.486.000, 6,53% e nel programma 1.792.000 telespettatori, share 7,49%. Quante Storie di sera 928.000, 3,93%.

Redazione