notizie

[COMUNICATO STAMPA] RAF e UMBERTO TOZZI tornano a cantare insieme nel nuovo brano “COME UNA DANZA” |DATE TOUR RAF-TOZZI nei palasport…


Una storia in comune, un grande ritorno…

 RAF TOZZI foto ufficiale 2b_ph Luisa Carcavale

RAF TOZZI

 

TORNANO A CANTARE INSIEME NEL NUOVO BRANO

COME UNA DANZA

 

E NEL 2019 PER LA PRIMA VOLTA INSIEME

IN TOUR NEI PRINCIPALI PALASPORT ITALIANI

 

IL 30 NOVEMBRE ESCE IL COFANETTO “RAF TOZZI

Insieme hanno già fatto un pezzo di storia della musica italianadue grandi artisti con due repertori immensi e straordinari, due cantanti italiani che con le loro canzoni hanno fatto ballare tutto il mondo, ma soprattutto due amici: RAF e UMBERTO TOZZI oggi tornano a cantare insieme.

Il brano inedito “COME UNA DANZA” (Friends & Partners/Artist First), da domani, lunedì 22 ottobre, in rotazione radiofonica e disponibile in tutte le piattaforme digitali, segna il grande ritorno di una storia in comune, di una complicità davanti e dietro le quinte, 30 anni dopo “Gente di Mare”.

Il brano sarà presentato per la prima volta questa sera, domenica 21 ottobre, in prima serata a “Che tempo che fa”, in diretta su Rai 1.

E dal 30 aprile 2019 Raf e Tozzi saranno protagonisti di un imperdibile tour che li vedrà per la prima volta insieme e che farà cantare e ballare il pubblico dei palasport delle principali città italiane, sulle note dei successi che hanno conquistato intere generazioni, in Italia e all’estero.

Queste le date a oggi confermate del tour “RAF TOZZI” (prodotto da F&P GROUP in collaborazione con Colorsound)

3 RAF TOZZI TOUR

Queste le date a oggi confermate del tour “RAF TOZZI” (prodotto da F&P GROUP in collaborazione con Colorsound):

30 aprile: RIMINI – RDS STADIUM

3 maggio: REGGIO CALABRIA – PALASPORT

4 maggio: ACIREALE – PAL’ART HOTEL

6 maggio: BARI – PALA FLORIO

7 maggio: EBOLI – PALA SELE

9 maggio: ANCONA – PALA PROMETEO

13 maggio: MILANO – MEDIOLANUM FORUM

16 maggio: FIRENZE – NELSON MANDELA FORUM

18 maggio: ROMA – PALA LOTTOMATICA

21 maggio: BOLOGNA – UNIPOL ARENA

23 maggio: TREVISO – PALA VERDE

24 maggio: BRESCIA – BRIXIA FORUM

25 maggio: TORINO – PALA ALPITOUR

I biglietti saranno disponibili dalle ore 11.00 di martedì 23 ottobre su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di lunedì 29 ottobre nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.fepgroup.it).

Quando un anno fa Raf e Umberto Tozzi, amici da una vita, si sono ritrovati sul magico palco dell’Arena di Verona in occasione del concerto-evento di Tozzi “40 Anni Che Ti Amo”, in entrambi si è acceso l’entusiasmo di tornare a collaborare, di cantare insieme, di condividere lo stesso palco.

“Come una danza, nella notte, lentamente crescerà…”COME UNA DANZA, è stata scritta e prodotta da Raf, pensata per essere arricchita e valorizzata dalla collaborazione a due voci con Tozzi.

Il brano è accompagnato da un video diretto da Gaetano Morbioli, che sarà online da domani, lunedì 22 ottobre, sul canale RafTozziVEVO. Nel video, i due artisti camminano contro corrente, attorniati da una folla di persone che, in un primo momento, si dirige nella direzione opposta alla loro. È un contrastare le avversità del quotidiano, cercando e trovando una direzione e una positività anche quando non sembra essere presente.

Ad anticipare il tour, il 30 novembre uscirà il disco “RAF TOZZI” pubblicato da Sugarcon distribuzione Artist First, nei digital store e nei negozi tradizionali. Il nuovo doppio disco raccoglie ricordi ed emozioni travolgenti attraverso i più grandi successi dei due artisti.

Trenta tracce, in versione rimasterizzata, che uniscono canzoni diventate intramontabili come: “Gloria” che con i suoi 32 milioni di copie vendute, raggiunge i primi posti delle classifiche americane, inserita in numerose colonne sonore tra cui: “Flashdance”, “The Wolf of Wall Street”, “South Park”, “Glee”, “Tonya”; “Self Control” uno dei brani italiani più famosi di sempre, pubblicato in oltre 21 paesi nel mondo; “Si può dare di più” –  scritto da Giancarlo BigazziUmberto Tozzi e Raf vincitore del Festival di Sanremo 1987 nell’interpretazione dello stesso Tozzi con Enrico Ruggeri e Gianni Morandi; “Io camminerò”; “Ti Pretendo”; “Ti Amo”; “Cosa resterà degli anni 80”; “Sei la più bella del mondo”; “Immensamente”; “Io muoio di te”; “Infinito”, queste solo alcune.

Si aggiungono anche due bonus track del brano “Gente di Mare”, l’originale in versione rimasterizzata, la seconda in una veste speciale GENTE DI MARE – New Version 2018. Il brano è stato cantato da Raf e Umberto Tozzi nel 1987 all’Eurofestival, classificandosi al terzo posto ed è rimasto per ventisette settimane nelle classifiche italiane.

A seguito dell’acquisizione dei cataloghi di Umberto Tozzi e Raf, Sugar è orgogliosa di tornare a lavorare sul repertorio di due artisti straordinari insieme ai quali ha raggiunto vertici tutt’oggi irripetibili di successo in Italia e all’estero.

COME UNA DANZA  

Testo: Raf

Musica: Raf, Saverio Grandi, Vincenza Casati
Quanto tempo tra le dita        

ti ho cercato con un’app

mi scrivi come stai

rispondo non saprei

non è questo qui

il mondo che vorrei

Non ci fermiamo mai

a pensare che

la vita continua anche senza noi

Tra bufere e sirene

con le mani piene

di sogni e di un amore infinito
Perché l’amore è più forte delle paure

perché sogniamo tutti sotto lo stesso cielo

e i sogni sanno attraversare ogni confine

un giorno prima o poi arriverà
Come una danza     nella notte

lentamente              crescerà
In questo grande labirinto  

amico mi ritroverai

è l’apparenza che

ci persuade ma

è la sostanza poi

che conta per noi

Che siamo perfetti

con i nostri difetti

eroi nel silenzio senza gloria

Attraverseremo altri fuochi e tempeste

e finalmente impareremo dai nostri errori

e il tempo guarirà tutte le nostre ferite

non so quando ma so che arriverà
Come una danza    nella notte

lentamente             crescerà

Come una danza    nella notte

lentamente             crescerà
hei hei!  L’amore ha la sua importanza!

Non è un algoritmo né una scienza

è come una danza

che cresce e non puoi farne senza

è sopravvivenza

la più grande invenzione

per eccellenza   La Soluzione

Se sei povero o ricco uno della casta

giovane o vecchio iconoclasta

la password è uguale

e la trovi cliccando     

sul cuore.
Perchè l’amore è più forte delle paure

perchè sogniamo tutti sotto lo stesso cielo

e i sogni sanno attraversare ogni confine

un giorno prima o poi arriverà
Come una danza     nella notte

lentamente              crescerà

Come una danza     dalla notte 

Un’alba nuova         nascerà nascerà

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] Premio Andrea Parodi: fra gli ospiti grandi talenti della world music internazionale


GRANDI TALENTI DELLA WORLD MUSIC INTERNAZIONALE AL PREMIO ANDREA PARODI 2018

JORGE PARDO & FRANCISCO REY SOTO, STRACHO TEMELKOVSKI, IL DUO D’ALTROCANTO E DANIELA PES DALL’8 AL 10 NOVEMBRE A CAGLIARI CON I FINALISTI DEL CONTEST

Stracho Temelkovski

Anche quest’anno il Premio Andrea Parodi va a pescare i suoi ospiti tra i più talentuosi artisti della world music internazionale. In quest’edizione, in programma dall’8 al 10 novembre a Cagliari al Teatro Auditorium Comunale, la direttrice artistica Elena Ledda ha scelto Jorge Pardo & Francisco Rey Soto (dal Perù), Stracho Temelkovski (dalla Macedonia) e il Duo D’Altrocanto (dal Veneto) per affiancare sul palco i finalisti del tradizionale concorso dedicato ad Andrea Parodi, il grande artista sardo che dal pop d’autore dei Tazenda era arrivato come solista ai vertici della musica d’impronta etnica.

A completare il cast ci sarà Daniela Pes, la trionfatrice del Parodi 2017, che ha recentemente vinto anche il Premio dei Premi, il contest che riunisce i vincitori dei concorsi italiani di canzone d’autore e world music e che si svolge nell’ambito del Mei di Faenza.

Jorge Pardo è una delle voci più importanti della scena musicale peruviana. Ha sette album all’attivo, tre di musica pop-rock, una raccolta e tre che legano la musica tradizionale peruviana con la fusion. A Cagliari sarà accompagnato dalla straordinaria chitarra di Francisco Rey Soto, erede dello stile musicale del Maestro Felix Casaverde.

Stracho Temelkovski è un polistrumentista, compositore e arrangiatore di grande espressività. Pur risiedendo in Francia, attinge la sua creatività dalle profonde radici macedoni, mescolandole con il jazz in un viaggio che alterna musica acustica ed elettrica.

Il Duo D’Altrocanto, composto da Elida Bellon e Giulia Prete, propone le danze della tradizione popolare italiana e non solo ( polke, valzer, mazurke e molte altre ancora) senza l’ausilio di strumenti, a cappella, con risultati di rara suggestione.

Nella tre giorni di Cagliari come sempre il cuore della manifestazione sarà nel contest, l’unico in Italia riservato alla world music. A sfidarsi saranno: Aniello misto con “Aumm aumm” (cantata in napoletano); Ararat Ensemble Orchestra con “Nietaan” (in wolof); Dindùn con “L’amur” (in piemontese); Giuseppe Di Bella con “Ncucciarisi” (in siciliano); Feral Cor con “La Sajetana” (in genovese); Kor con “Albore” (in logudorese); La Maschera con “Te vengo a cerca’ “, (in napoletano e wolof); Monsieur Doumani con “Gongs” (in cipriota); Terrasonora con “Padre vostro” (in napoletano e swahili).

La conduzione sarà a cura di Ottavio Nieddu con la collaborazione e gli interventi di Gianmaurizio Foderaro.

Il vincitore del “Parodi” avrà l’opportunità di esibirsi alle edizioni 2019 dell’“European jazz expo” in Sardegna, di Folkest in Friuli, del Negro Festival di Pertosa (SA), del Mei di Faenza, dello stesso Premio Parodi e in vari altri eventi e serate che saranno man mano annunciati. Oltre a questo, avrà diritto a una borsa di studio per la propria crescita artistica per un importo massimo di 2.500 euro.

In palio ci sarà anche un tour di otto concerti, realizzato grazie a NuovoImaie (progetto finanziato con i fondi dell’art.7 L. 93/92).

Oltre ai suddetti, partner della manifestazione sono: Premio Bianca d’Aponte, Mare e Miniere, Premio Città di Loano per la musica tradizionale italiana, Labimus (Laboratorio Interdisciplinare sulla Musica dell’Università degli Studi di Cagliari, Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio), Fondazione Barumini – Sistema Cultura, Dal Maso Musica, Consorzio Cagliari Centro Storico, BoxOffice Sardegna. Media partner sono Radio Rai, Rai Sardegna, Radio Popolare, Radio Super Sound, Unica Radio, Sardegna 1 Tv, Eja TV, Tiscali, Il Giornale della musica, Blogfoolk, Sardegna Eventi 24, Mundofonias (Spagna), Doruzka (Rep. Ceca), Concertzender (Olanda).

Il Premio Andrea Parodi è realizzato dall’omonima Fondazione grazie a: Regione autonoma della Sardegna (Fondatore), Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e Assessorato del turismo, artigianato e commercio; Fondazione di Sardegna, Comune di Cagliari (patrocinio e contributo), NUOVOIMAIE, SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, Federazione degli Autori.

È possibile sostenere la Fondazione Andrea Parodi attraverso la destinazione del 5×1000 e attraverso contribuzioni in denaro. Sul sito della Fondazione si possono trovare tutte le informazioni.

Redazione

Michael Bublé: Il portavoce dellʼartista ha smentito lʼaddio alla musica


Michael Bublé fa dietrofront, niente ritiro

Il mondo musicale può tirare un sospiro di sollievo…Niente ritiro per Michael Bublé. Il crooner canadese solo qualche giorno fa aveva annunciato l’addio alla musica in un’intervista rilasciata alla rivista “Weekend” del Daily Mail, ma è già arrivata la smentita da parte del suo entourage. “Michael Bublé non ha assolutamente nei suoi piani il ritiro. Non ero presente durante l’intervista ma (la dichiarazione) deve essere stata presa fuori contesto” ha dichiarato la portavoce Liz Rosenberg a “Insider”.

 

Forse mentre stava discutendo delle diverse emozioni provate in questi ultimi anni, ha detto che questo pensiero potrebbe avergli attraversato la mente. Con un nuovo album in uscita, le ospitate in televisione e un possibile tour posso assicurare che non si sta ritirando” ha spiegato la sua rappresentante.

Nell’intervista il cantante aveva dichiarato che la malattia del figlio Noah aveva cambiato la percezione della vita, mettendo in discussione le sue priorità. Ora però è arrivata la smentita del suo entourage, che ha negato il suo addio alla musica e confermato i prossimi impegni lavorativi di Bublé. (TgCom24)

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI: domani sera al TEATRO ARISTON di SANREMO riceverà il PREMIO TENCO ARTISTA 2018


ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI

DOMANI SERA AL TEATRO ARISTON DI SANREMO

RICEVERÀ IL PREMIO TENCO ARTISTA 2018

il maggior riconoscimento della canzone d’autore italiana!

Zucchero_PHOTO-2018-10-17-16-05-22 

Domani, giovedì 18 ottobre, ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI riceverà il PREMIO TENCO ARTISTA 2018 (maggior riconoscimento della canzone d’autore italiana), nel corso della 42ª edizione del PREMIO TENCO.

 

«Altro che figlio dell’Appennino, trattasi di Migrans a tutto tondo – recita la motivazione del Premio Tenco – Ha invaso con le sue canzoni i territori più ambiti e meno frequentati dalla canzone italiana. Il suo successo ha riguardato non solo i paesi e i mercati latini e dell’est Europa, tradizionalmente più prossimi a noi, ma ha conquistato anche quelli anglosassoni e nord-americani, i più difficili e ostici. Nel riuscirci, si è inserito di prepotenza nel ristretto gotha degli artisti internazionali».

Dopo 2 anni in giro per il mondo con un tour trionfale di 166 concerti in 5 continenti (proponendo live il suo ultimo disco di inediti “Black Cat e i suoi grandi successi), che ha ancora una volta confermato Zucchero come uno degli artisti italiani più internazionali, si aggiunge adesso alla sua straordinaria carriera un ulteriore riconoscimento da parte della più importante Rassegna della Canzone d’Autore: il PREMIO TENCO ARTISTA 2018.

Riconoscimento assegnato dal 1974 alla carriera di artisti che hanno apportato un contributo significativo alla canzone d’autore mondiale. Tra i vincitori degli anni passati: Paolo Conte, Franco Battiato, Roberto Vecchioni, Renato Carosone, Tom Waits, Jackson Browne, Nick Cave, Joni Mitchell, Randy Newman, Willy DeVille, Elvis Costello e molti altri.

«È un grande piacere per me e un grande onore ricevere questo premio  ha affermato Zucchero – soprattutto perché vale anche come riconoscimento ai miei testi».

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] ED SHEERAN Il cantautore britannico paga più tasse di Amazon e Starbucks…


 

Da qualche giorno la stampa inglese sta dedicando molta attenzione e diversi articoli alle dichiarazioni dei redditi di Ed Sheeran, dopo la notizia che il cantautore britannico ha incassato nel 2017 qualcosina come… 85mila euro al giorno. Conti alla mano, però, Ed è soprattutto uno dei principali contribuenti del fisco inglese, al punto da versare all’erario di Sua Maestà una cifra più alta di quella di multinazionali americane come Amazon e Starbucks. Le tasse pagate da Ed Sheeran corrispondono a 5,29 milioni di sterline, nel 2017, più di quanto versato nel Regno Unito da Amazon (4,5 milioni) e Starbucks (3,3 milioni di sterline). C’è da aggiungere che queste aziende pagano altre tasse (13,7 milioni nel caso di Starbucks) attraverso società sussidiarie e collegate alla casa madre, mentre Ed è solo Ed. In ogni caso, il 2018 potrebbe essere andato ancora meglio, visto l’incredibile successo del suo tour ”Divide”, che proseguirà anche per tutto il 2019, tornerà in Italia. Il cantautore di Halifax sarà headliner nella seconda giornata del festival Firenze Rocks il 14 giugno alla Visarno Arena, a cui faranno seguito due show, rispettivamente allo Stadio Olimpico di Roma il 16 giugno e allo Stadio San Siro di Milano il 19 giugno. (105.net)

Redazione

Miguel Bosè si separa dallo scultore Palau, divisi i 4 figli: Due restano con il cantante, gli altri due con lo scultore


 © ANSACome riporta El Mundo Miguel Bosè si separa dallo scultore spagnolo Nacho Palau, la fine della relazione è giunta nella massima serenità della coppia, il cui problema maggiore riguarda i quattro figli.

Il 27 aprile 2011 Bosé aveva annunciato pubblicamente, tramite i suoi profili social, di esser diventato papà di due gemelli, Diego e Tadeo, tramite una gravidanza di sostegno. Il 29 giugno di due anni dopo, rivelò alla rivista spagnola “Shangay” di essere padre di altri due bambini: “Non ho due figli ma quattro. A sette mesi dalla nascita di Diego e Tadeo sono arrivati altri due gemelli, Ivo e Telmo” [F.te Ansa]

Due gemelli rimangono con il cantante, che dopo essersi diviso tra Panama (dove è nato 62 anni fa) e Madrid ha scelto ora di trasferirsi in Messico, gli altri due con Palau.

Redazione

 

 

[Comunicato stampa] ADAMO IL 20 OTTOBRE RITIRERÀ IL PREMIO TENCO 2018 AL TEATRO ARISTON DI SANREMO


L’edizione 2018 del Premio Tenco quest’anno è dedicata al tema 
“Migrans – Uomini, idee, musica” e il cantautore ADAMO incarna lo spirito di chi, partendo dall’Italia, ha portato canzoni e cultura oltre confine.

Sabato 20 ottobre, nell’ambito dell’edizione Premio Tenco 2018, il cantautore Adamo sarà insignito del prestigioso Premio Tenco e si esibirà sul palco del Teatro Ariston, a dieci anni dal suo ultimo live italiano. Nella prolifica produzione di Adamo emerge un messaggio universale per “Questo mondo che ha male”, dove povertà, sete di potere, stupidità umana e mancanza di comunicazione, tradiscono una carenza d’amore. Per lui, “Il futuro non esiste”, perché la fede nell’avvenire resta nelle nostre mani.

Adamo attualmente è impegnato nella preparazione di un nuovo album (uscita prevista nel 2019) con brani di grandi autori italiani, prodotto da Dino Vitola, a cui seguirà una tournée nazionale ed internazionale, che riporterà Adamo nel suo paese di origine, l’Italia.

La passione per la musica e una qualità vocale tinta di emozioni hanno fatto di Salvatore ADAMO (01/11/1943) uno dei cantautori poeticamente e commercialmente più riusciti in Europa e nel mondo. Salvatore Adamo, primo di sette fratelli, è migrato in Belgio a Ghlin-Jemappes (Mons) dalla città di Comiso (Sicilia) nel 1947 con i suoi genitori all’età di tre anni. Ragazzo timido e gentile, inizia il cammino verso il successo in un concorso indetto da radio Lussemburgo, presenta la canzone “Si J’osais” con la quale il 14 febbraio 1960 fa il suo esordio radiofonico e successivamente vince la finale a Parigi. L’album di debutto – ADAMO ’63/’64 – con “Tombe La Neige” e “Vous Permettez, Monsieur?” lo trasforma in una celebrità mondiale. La passione per la musica e le qualità artistiche lo hanno reso una delle stelle più grandi nel mondo musicale in lingua francese. Impone la sua musica senza tempo, passando dall’Europa, dall’America del Sud e del Nord, dal Medio Oriente, dall’Africa, dall’Asia per arrivare al Giappone. E’ stato ai primi posti nelle Hit-Parade in più di cinquanta nazioni. Della canzone “Tombe la neige” (oltre ad essere stata per 72 settimane al primo posto in Giappone) esistono più di ottocento versioni in giro per il mondo, delle quali cinquecento nel solo Giappone. Nel corso della sua carriera ha composto più di cinquecento canzoni (parole e musica), pubblicato Venticinque Album studio (in Francia) e venduto più di 100 milioni di dischi, vinto ventidue Dischi d’Oro (quelli da 1 milione di dischi cadauno) entrando così di diritto nell’albo dei migliori cantanti di tutti i tempi. 

Redaziome

Michael Bublé: LOVE in uscita il 16 novembre sara l’album di addio alla musica …”Ho realizzato l’album perfetto e ora posso lasciare davvero al top” .


Già due anni fa aveva annunciato l’addio all’attività pubblica, dopo che al figlio Noah, di soli tre anni, era stato diagnosticato un tumore al fegato. Ora il bambino è guarito, ma l’esperienza, rivela Bublé, “mi ha fatto rimettere tutto in discussione, ha cambiato la mia percezione della vita“. Love, il nuovo lavoro in uscita il 16 novembre, sarà dunque l’album d’addio.

Non so neanche se riuscirò a terminare questa conversazione senza piangere. E non ho mai perso il controllo delle mie emozioni in pubblico”, confessa Bublé nel corso della chiacchierata    “Questa è la mia ultima intervista. Mi ritiro. Ho realizzato l’album perfetto e ora posso lasciare davvero al top”  .

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] SKUNK ANANSIE In occasione dei 25 anni di carriera uscirà a gennaio un album live dal titolo ”25live@25”


 

In occasione dei 25 anni di carriera, gli Skunk Anansie pubblicheranno un nuovo album live da titolo ‘’25LIVE@25′‘ che, attraverso i brani più rappresentativi della loro carriera, esalta la loro formidabile presenza scenica. L’album sarà disponibile dal 25 gennaio 2019 in Italia per Carosello Records. Mettendo insieme le registrazioni degli esplosivi live della band nel corso degli anni, Jeremy Wheatley – collaboratore di lunga data della band – ha creato un unico grande show che celebra l’inarrestabile carriera degli Skunk Anansie e la loro importanza artistica e culturale nel mondo. I loro elettrizzanti spettacoli dal vivo sono un uragano di energia, rumore e personalità, un’esortazione a diventare parte di qualcosa di più grande cui è impossibile resistere. Formata nel 1994, la band dimostrò fin da subito un forte senso di individualità, distinguendosi dalla corrente del Britpop e dai suoi protagonisti, uomini bianchi con le chitarre: gli Skunk sono un riuscitissimo mix di influenze, razze, generi, sessualità, cultura e musica. Sono andati avanti senza alcun legame con la scena musicale del tempo, creando un loro personale suono e la loro immagine selvaggia: un agile, grintoso, politicamente impegnato “clit rock”, un termine coniato da Skin. “Come cantante donna nera era difficile imporsi ed essere accettataafferma Skinpoi salivo sul palco, facendo esattamente quello che immaginavo nei miei sogni. Lì per la prima volta mi sono sentita accettata”. “Londra negli anni 90 era un grande melting potaggiunge Ace, il chitarrista – ma non le band, che erano sempre quattro tizi con lo stesso taglio di capelli. Noi eravamo una band di persone reali. Ecco perché eravamo radicali”. Affermandosi come una delle rock band più importanti degli ultimi 30 anni, hanno posizionato parecchi singoli nella top 40 e parecchi album in top 10, vendendo milioni di album in tutto il mondo. Hanno condiviso i palchi con David Bowie e gli U2 e cantato “Happy birthday” a Nelson Mandela insieme a Stevie Wonder, Nina Simone e Michael Jackson. Mentre la scena musicale cambia e i suoni si modificano, outsider come gli Skunk Anansie hanno continuato a godere di una speciale longevità, resistendo alla prova del tempo e godendo di una spettacolare carriera internazionale da pionieri, artisti multi platino e affermandosi così tra gli artisti britannici più premiati. “Tutto ciò che è venuto fuori di buono dagli Skunk Anansie è scaturito proprio dall’essere una band che dà il suo meglio dal vivodice il batterista Mark Richardson – “Abbiamo sempre pensato che nessuno potesse sconfiggerci. Dai, cerca di abbatterci. Non lo farai”.Diventiamo vivi sul palco – concorda il bassista Cassè lì che tiriamo fuori i nostri denti”. E ”25LIVE@25” è la prova, che arriva dritta in faccia, di quanto detto, dimostrando che ci sarà sempre e solo un’unica band come gli Skunk Anansie.  (F.te Musicmap)

TRACKLIST
1. Charlie Big Potato
2. Intellectualise My Blackness
3. Because Of You
4. I Can Dream
5. Charity
6. My Love Will Fall
7. Death To The Lovers
8. Twisted
9. My Ugly Boy
10. Weak
11. Hedonism
12. I Hope You Get To Meet Your Hero
13. Love Someone Else
14. This Is Not A Game
15. God Only Loves You
16. (Can’t Get By) Without You
17. Secretly
18. Over The Love
19. Spit You Out
20. Yes It’s Fucking Political
21. Selling Jesus
22. Little Baby Swastikkka
23. Tear The Place Up
24. Squander
25. You Saved Me
26. You’ll Follow Me Down (Bonus Track)

Redazione

DILETTA LEOTTA: IO ICONA SEXY? IN CASA AMO STARE COL PIGIAMONE E LE CALZE DI LANA COI DISEGNINI


diletta leotta

Anche un’icona sexy, a casa, sfoggia il look più temuto dagli uomini: il pigiamone. La star in questione è Diletta Leotta, conduttrice di radio e tv, influencer da 3 milioni di follower e donna tra le più affascinanti d’Italia, che oggi a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, ha raccontato che in casa, la sera, preferisce stare molto comoda. “Se la sera a casa sto col pigiamone? Si, certo ma come no, col pigiamone e le calze di lana”. Le calze di lana con i disegnini delle papere e simili?Certo, si, proprio quelle, sono patita di tutti questi prodotti!”. Giorgio Lauro e Geppi Cucciari hanno poi posto una domanda calcistico-politica alla Leotta: in Europa meglio le italiane nelle coppe o l’operato del governo?Le italiane: a parte la Lazio hanno fatto tutte molto bene”.

da Redazione@1giornodapecora