parafilia

Alessio Bernabei la sua nuova “vita” da solista e la sua passione per i piedi femminili


alessi

Alessio Bernabei, lasciato il ruolo di frontman dei Dear Jack,  ha da poco cambiato anche la casa discografica firmando un contratto per tre album con la major Warner Music Italy e a febbraio 2016 parteciperà nella categoria Big alla 66esima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Noi Siamo Infinito“, e  all’Ariston si “scontrerà”  con i Dear Jack, che dopo il suo “addio” hanno dato il benvenuto a Leiner Riflessi. Nella nuova veste di “solista” ha confidato al settimanale Grazia le sue sensazioni:  “Sono tornato sulla terraferma, in cerca di armonia”, nella casa di mamma e papà – quella dove è cresciuto – a Tarquinia, “è stato un sollievo ritrovarmi nella mia stanza da adolescente, a sentire nell’altra sala la mamma che cucina”. Ora – dice – “sono sempre me stesso, ma adesso ho l’opportunità di dare sfogo alla mia personalità artistica. Prima ero più chiuso nei canoni stilistici della band. ora posso sperimentare sonorità diverse, se voglio posso mettere in un pezzo l’elettronica o lo swing”.

Ad Alessio le donne, piacciono… “tantissimo” e dichiara: Sono il mio… sport“. Attualmente è single ma dice: “ho tante amiche ‘with benefits’ (così in inglese vengono chiamate le amicizie che implicano anche relazioni intime, ndr). Mi hanno fotografato una volta sola, con la cantante Bianca Atzei. E non facevamo neanche coppia: non è il mio tipo. Quando sarò innamorato, non ci sarà motivo di nasconderlo. L’amore non avverte, arriva e basta“.

Bernabei si dichiara feticista, ha infatti una vera passione per i piedi femminili:

E’ una parte del corpo molto sensuale, dice tutto di una persona. Il mio piede preferito è sottile, curato, con lo smalto scuro: rosso, nero o anche blu elettrico”  Poi fa presente che anche il rocker Elvis Presley era un feticista e che tanti lo siano senza dichiararlo per paura di essere giudicati. “

Chissà se Alessio Bernabei è al corrente del fatto che il feticismo dei piedi è una delle parafilie più comuni e che già Freud nel 1927 parla del feticismo (non solo per i piedi) come di un atteggiamento maschile volto a proteggersi dalla paura della castrazione…concentrarsi su una sola parte del corpo femminile impedisce all’uomo di vedere la donna nuda e senza pene, e di pensare quindi all’evirazione!!

By Ponyo