pop-rock

ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI: cresce l’attesa per gli imperdibili show all’ARENA DI VERONA (20-21-22-23-24-25 SETTEMBRE)! E ad ottobre il “BLACK CAT WORLD TOUR” sbarca anche in SUD AMERICA.


zucchero

ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI

CRESCE L’ATTESA PER GLI IMPERDIBILI SHOW

all’ARENA DI VERONA

20-21-22-23-24-25 SETTEMBRE 

Per un totale da record di 22 date all’ARENA DI VERONA in soli 12 mesi!

E dopo Nord AmericaOceaniaAsiaAfrica e Europa

A OTTOBRE IL “BLACK CAT WORLD TOUR” SBARCA IN SUD AMERICA

                                                                                                      zuc                                       

Cresce l’attesa per il ritorno in Italia del “Black Cat World Tour 2017” di ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI che a settembre, con i suoi travolgenti ed emozionanti show, sarà protagonista dell’Arena di Verona con ben 6 appuntamenti live: 20-21-22-23-24-25 SETTEMBRE!

I biglietti sono disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei circuiti di vendita abituali.

RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale dei concerti italiani di Zucchero nel 2017.

Gli undici show di Zucchero, realizzati tra maggio e settembre 2017, vanno ad aggiungersi ai suoi precedenti 11 concerti di settembre 2016, stabilendo così un record assoluto di 22 date all’ARENA DI VERONA in soli 12 mesi.

Partito lo scorso 15 marzo da San Diego, Il “Black Cat World Tour 2017” di Zucchero, dopo il Nord America, l’Oceania, l’Asia, l’Africa e l’Europa, ad ottobre arriverà anche in SUD AMERICA, per una serie di show tra Argentina e Brasile.

Durante i live Zucchero, accompagnato da una super band di musicisti internazionali, presenterà sul palco il suo ultimo progetto discografico, “Black Cat”, e i suoi più grandi successi, portando in scena uno spettacolo ricco di intense e vibranti emozioni.

Il disco “BLACK CAT” (certificato Doppio Platino da FIMI/GfK Italia) è prodotto da tre grandi nomi del panorama internazionale, T Bone Burnett (Elvis Costello, Elton John, Tony Bennett e altri), Brendan O’Brien(Bruce Springsteen, Pearl Jam, Bob Dylan e altri) e Don Was (The Rolling Stones, Iggy Pop, Bob Dylan e altri),e si compone di 13 brani dalle nervature rock-blues. L’album annovera, anche, la collaborazione artistica di Bono, che in seguito alla tragedia avvenuta al Bataclan di Parigi ha scritto con Zucchero il brano “Streets Of Surrender (S.O.S.)”, la partecipazione alle chitarre di Mark Knopfler, che suona sia nel brano “Streets Of Surrender (S.O.S.)” sia nel brano “Ci si arrende” e il contributo artistico di Elvis Costello che ha scritto la versione inglese del brano “Love Again“, dal titolo “Turn the world down” (canzone presente solo nelle versioni estere di “Black Cat”).

Redazione

PRINCE La sorella Tyka Nelson rivela: ”Sapeva che stava per morire e si stava preparando…”


prince17-3-17

Prince sapeva che stava per morire e si stava preparando. Lo ha rivelato la sorella di Prince, Tyka Nelson, durante un’intervista per un programma della Tv americana ABC, “People Icons: Gone Too Soon”, dedicato alle celebrità scomparse. “Tre anni fa mi chiamò e mi disse: ‘Ho fatto tutto quello che dovevo fare nella vita’. Mio padre e Prince parlavano sempre con questi strani indovinelli. Ma lui sapeva e voleva avvisarmi. Aveva bisogno di andare, era stanco”. Tyka Nelson ha anche raccontato di aver visto il fratello nella sua dimora di Paisley Park qualche giorno prima della sua morte. “L’ultima volta che l’ho visto scherzavamo, ci siamo abbracciati tante volte”. Di recente, si è aperta alle confidenze su Prince anche la sua ex moglie, Mayte Garcia: i due sono stati sposati per quattro anni. Per farlo, però, Mayte ha preferito scrivere un libro, il memoir “The Most Beautiful: My Life With Prince“. Tra i temi trattati nell’autobiografia, la morte del figlio della coppia, sei giorni dopo la nascita, nel 1996, a causa di una malattia genetica rara: “Io penso che lui non abbia mai superato questa cosa. Non so d’altra parte come chiunque possa. Io stessa non ci sono riuscita”. (105.net)

Redazione

Michal Szpak un primo passo verso la “radio” italiana grazie agli attivissimi fan


I fan di Michal Szpak terzo classificato all’Eurovision Song Contest 2016 sempre più determinati ad estendere la fama del loro idol anche in Italia nella speranza di poter assistere presto ad un suo concerto,  ci informano del primo passo verso…la “radio”:

“Novità in radio!

Radioflyweb è la prima radio Italiana ad aver messo in programmazione la canzone ”Rosanna” sulle sue frequenze, grazie a Matteo TEO Cimetti direttore artistico della radio.

TEO ha subito capito il talento musicale di Michal Szpak e con entusiasmo ha dato la sua disponibilità per dare maggiore visibilità a Michal, abbiamo già concordato un ulteriore collaborazione nei prossimi mesi nel programma ”Indie Casting” 

http://www.radioflyweb.it/

https://www.facebook.com/matteo.cimatti 

 Il 26 novembre, Michal, compie 26 anni cogliamo l’occasione per augurargli buon compleanno da parte di tutti i Fan, e visto che sarà in concerto a Londra siamo certi che sarà speciale .

Che dire? Con dei fan così  intraprendenti e determinati  il risultato è assicurato.

Redazione

26 Novembre – Serata -Tributo in ricordo di Alessandro Bono con Mingardi, Lavezzi, Priviero…


UN AMICO COME ME

Serata tributo in ricordo di Alessandro Bono

albono

Si terrà sabato 26 Novembre 2016 alle 21:00 il quarto appuntamento di Un amico come me, la serata tributo organizzata per ricordare il cantautore Alessandro Bono. Dopo il successo delle prime tre edizioni, per la prima volta il tributo diventa uno spettacolo teatrale, che si terrà nella cornice del Politeatro diretto da Gustavo La Volpe sito in Milano, Viale Lucania 18.

I musicisti di Alessandro (Pietro La Pietra, Flavio Piantoni e Paolo Saraceno) insieme al chitarrista Pietro Posani accompagneranno i vari artisti che canteranno le sue canzoni: da Monica Magnani a Marco Massa, passando per Federico Gattafoni, Giulia Penza, Michele Di Giacomo, Mara Bosisio, Simona Rae, Silvia Cecchetti, Ila & the Happy Trees, Francesco D’Acri, Emanuele Cavallari e Edo Pop. Gli ospiti della serata sono Ornella Vanoni, Mario Lavezzi, Massimo Morini e Massimo Priviero che interpreterà una personale versione di Gesù Cristo, forse il brano più famoso di Alessandro. Durante la serata ci sarà anche un’ esibizione di ballo curato da rullo di tamburi LES F.I.N.

Le canzoni saranno accompagnate da un ricordo dei vari partecipanti, alternate alla proiezione delle testimonianze di chi ha aderito all’evento come Grazia Di Michele, Giulia Fasolino, Platinette ed Enrico Ruggeri.

L’organizzazione dell’evento è stata curata da Marco Bergamo, Giulia Benotto, e Mirko Fagnocchi, in collaborazione con RdRock.it, MantraSound e la famiglia di Alessandro. Proprio in accordo e per volontà di quest’ultima, parte degli incassi della serata verranno devoluti ad ANLAIDS Onlus sezione Lombarda.

Sarà un’occasione per rileggere la straordinaria forza interpretativa di Alessandro Bono, che ha saputo descrivere con grande incisività il disagio di una generazione in cerca della propria strada.

Redazione

Michał Szpak – I fan italiani lo reclamano a gran voce! Prossimi appuntamenti


spzDi Michal Szpak ci siamo già occupati qualche articolo fa, classe 1990 ha rappresentato la Polonia all’Eurovision Song Contest 2016  con la canzone Color of Your Life che  classificandosi  terza al televoto ha rilanciato le quotazioni polacche nel concorso. Ne è conseguita un intensa attività che ha portato Michal  in giro per l’europa. L’artista è sostenuto da numerose FanPage in Europa e in Italia e proprio in risposta ad una  accorata segnalazione della sua  FanPage italiana  ci siamo interessati a questo giovane artista dalla potente vocalità, con un percorso avviato ad un successo internazionale in  crescita e con all’attivo due dischi di platino :uno  per la canzone ”Color Of Your Life” presentata all’ Eurovision Song Contest 2016 e un disco di platino per l’album ”byle być sobą” .

La FanPage Italiana ci ha   aggiornato sui prossimi appuntamenti di Michal Szpak che riportiamo, come richiesto,  per maggior divulgazione sperando di poter applaudire  il loro “idolo” al più presto anche in Italia:

Questi gli appuntamenti:

il 26 Novembre si esibirà a Londra al teatro O2 Shepherds Bush Empire

il 27 di Novembre sarà a Dublino all’Opium Rooms.

il 17 dicembre 2016, sarà all’Atlas Arena di Lodz (Polonia), che in occasione dei 25 anni dalla scomparsa di Freddie Mercury, leggendario frontman dei Queen, avvenuta il 24 novembre del 1991, ospiterà la Queen Symfonicznie per un evento-tributo. “Symphonic Queen”, ”Alla Vienna Orchester” e cantanti ”Vivid Choir” è un progetto cross-genere unico. Accompagnato dalla potenza rock della musiche dei Queen unitamente all’elemento sinfonico di una orchestra e al coro maestoso delle voci,  Michał Szpak canterà “Barcelona”in duetto con Joanna Wos soprano di fama mondiale, originariamente eseguita da Freddie Mercury e Montserrat Caballe. Michał  Spzark si esibirà anche in “Love of My life”.

L’inizio del concerto è previsto per le 19:00 PM (ingresso dalle ore  17:30).
Biglietti a partire da £ 79 biglietti disponibili sono al centro dell’arena e Atlas Ticketpro Polska portale su www.ticketpro.pl
http://www.ticketpro.pl/jnp/muzyka/1223628-muzyka-zespolu-queen-symfonicznie.html

Video ”Such is life” canale youtube MichalszpakVevoUY

Redazione

STASH E “THE KOLORS”: “SOGNANDO LA CALIFORNIA” … GRAZIE ALLA “LIVE NATION”


Stash-The-Kolors

[Articolo di Fede]

Sembravano semplici “sparate” o comunque voci, se non del tutto prive di fondamento, viste le fonti che le avevano diffuse, ossia i siti “passaparola” di Internet, la cui attendibilità è sempre tutta da verificare, sia quel che sia, si annunciava, a breve distanza di tempo dalla vittoria dei “The Kolors” ad “Amici”, che l’eco del loro successo aveva attraversato addirittura l’Oceano, e che un colosso come la “Live Nation”, sezione americana, agenzia “leader” di produzione e “booking” di concerti internazionali aveva messo gli occhi su di loro,  caso rarissimo per un gruppo italiano, con la prospettiva di un “tour” negli States. Certo Maria De Filippi aveva dato notizia pubblicamente, nello stesso periodo, che una radio di Los Angeles trasmetteva le loro canzoni, ma tutto finiva lì, non c’era dell’altro. Ora, invece, dopo un’incredibile “escalation” di trionfi su tutto il suolo nazionale, arriva il colpo grosso, per l’ex “resident band” del locale “cult” milanese “Le Scimmie”, che ha chiuso le saracinesche (definitivamente?) in marzo, arriva la sorprendente convocazione dagli Stati Uniti e naturalmente Stash, accreditatosi fin dall’inizio nel ruolo di portavoce, non stando più nella pelle dalla contentezza, ha voluto immediatamente rendere partecipe della “lieta novella” tutto l’affezionato popolo “kolored”, con un messaggio su Facebook, conciso ma d’effetto “Andiamo in California, Live Nation è interessata a noi”, da Bari dove attualmente si trovano, ospiti di punta del “Medimex”, il salone dell’innovazione musicale.

Sempre Stash ha più volte detto di essere incredulo per quanto gli sta accadendo negli ultimi mesi perché gli sembra di vivere “un sogno”, ebbene, a quanto pare, se ci si crede, talvolta anche i sogni si tramutano in realtà, anche quelli apparentemente irrealizzabili, come il cosiddetto ”american dream”

“Andiamo in California  Live Nation è interessata a noi”. #Stash #TheKolors

#Medimax15

ALEX PALMIERI FA GOSSIP NEL WEB CON IL NUOVO “NICHOLAS’ GOT A SECRET”. NUOVO ALBUM A NOVEMBRE


alex2
Il cantante pop ha annunciato il suo ritorno qualche tempo fa, un ritorno che ha scosso il web ed i fan per le provocanti immagini.
Dopo il successo del precedente MANIAC, brano arrivato in terza posizione Itunes e che ha visto la popstar impegnata in un intenso tour promozionale (oltre 5 mesi di date, recensito anche da Facchinetti a Radio kiss Kiss) , si intitolerà “Nicholas’ Got A Secret” il nuovo singolo di Alex Palmieri: un progetto discografico al limite dell’ inibizione come mostrato nelle scene del trailer uscito qualche tempo fa e nelle fotografie promozionali che ritraggono la popstar nel pieno di un rapporto con Nicholas, il personaggio misterioso di cui non appare mai il volto nelle immagini uscite, e protagonista del singolo.
Un brano scritto da Alex stesso e prodotto da Jandy Prudnikov. che già diede alla luce alcuni lavori del cantante (Monster Boy, Back Alive) insieme ad altre produzioni firmate Universal.  Il progetto è stato supportato dal brand Luxxury, un nuovo marchio di gioielli dal tono trasgressivo, e sarà ancora una volta distribuito dalla casa discografica BELIEVE DIGITAL (etichetta di Mina, Modà, Valerio Scanu e molti altri). “- Nicholas’ got a secret- è stata lavorata da me e Jandy tra Milano e New York” racconta Alex “per la prima volta nella mia carriera è nato prima il testo sul quale il mio produttore musicale ha editato una base. Ho voluto sperimentare nuove sonorità, più pop rock rispetto alla musica dance che ho prodotto fin qui, con chitarre elettriche ed una batteria suonata dal vivo.” la canzone racconta di una breve esperienza del cantautore e di Nicholas, che li vede protagonisti in un tradimento, e sarà il primo estratto del nuovo studio album di Alex Palmieri che uscirà a fine Novembre. 
Nell’attesa dell’uscita prevista per il 25 Settembre, “Nicholas’ Got A Secret” è stata presentata  in anteprima esclusiva al Padova Pride Village, per la gioia dei fan della chiacchierata webstar. Il videoclip ,in lavorazione in questi mesi, uscirà in Ottobre.
alex1A soli 24 anni, Alex Palmieri è il cantante indipendente più discusso del web con oltre 500.000 risultati sui motori di ricerca. Ha raggiunto in 4 anni l’approvazione mediatica e dei suoi fan, con 5 singoli ed un album piazzati nelle posizione 4 e 3 di Itunes.
Dopo il suo debutto da Barbara D’urso nel 2010 il cantante è stato ospite in numerosi programmi televisivi tra Sky e digitale terrestre, nonché uno dei concorrenti principali del reality SOCIAL KING 2.0 andato in onda su RAI DUE e RAI GULPHa all’attivo 6 tour nazionali, ricevendo negli anni recensioni da giornali patinati come Vivo, Visto, New Star, Lui Magazine fino ad arrivare a Leggo, Il corriere della Sera, Il giornale. Nel 2014 ha vinto un Music 4 life award come “rivelazione indipendente” ed è stato ospite del Milano Pride nel 2013, Del sardegna pride nel 2014 e del Verona Pride quest’anno.
Un cantante che insegna che la determinazione e la tenacia sono le chiavi per arrivare al successo, raggiungibile anche in maniera indipendente.

I “THE KOLORS” A SANREMO 2016? CARLO CONTI: “PURTROPPO (STAVOLTA) NON ‘SI PUO’ FARE’ ” MA ….


The-Kolors

Siamo fin troppo abituati a vedere Carlo Conti in un passatissimo “promo”, parrucca alla “scienziato pazzo” in testa, lanciare l’urlo di battaglia “Si può fare!”, titolo di una delle sue fortunate trasmissioni, ebbene, sembra proprio che stavolta, invece non ci sia verso, a malincuore dovrà farsene una ragione, probabilmente “non si farà”, stiamo parlando della partecipazione dei “The Kolors”, complesso giovanile che sta riempiendo piazze e arene all’aperto di tutta Italia, quest’estate, a Sanremo 2016, così, infatti, si è espresso il riconfermato direttore artistico della manifestazione canora in un’intervista al settimanale “Tv Sorrisi e Canzoni” “Mi dispiace che non ci saranno i Kolors che sono fortissimi ma mi pare che i loro progetti per ora siano in inglese ….“ e ha aggiunto, in caso dovessero scrivere un brano in italiano “Li ascolterei volentieri, sono una meravigliosa realtà … tutto parte dal brano, non ci sono preclusioni per nessuno”.

Ma voi riuscite a immaginarvi Stash (Fiordispino) che canta la canzonetta melodica del filone “sole, cuore, amore”?D’accordo, in “tour” sta portando “Il Mondo” di Jimmy Fontana (l’aveva già eseguita ad “Amici”) 

ed è molto apprezzato dal pubblico, tuttavia si tratta di una versione personalizzata e svecchiata, sempre, comunque, con degli inserti in inglese, che danno ritmo e “colore” e l’avevamo anche (piacevolmente) ascoltato, la sera della “finale” del “talent” in un’interpretazione sfumata e sommessa, che ti scuoteva l’animo, dopo essertisi insinuata “sottopelle”, interamente in napoletano, della splendida “Cumm’è” (di Enzo Gragnaniello), ma si tratta di casi isolati, perché la sua vera peculiarità, nonché punto di forza è proprio di cantare in inglese, con buon accento “british” e a quell’ambito sono legati indissolubilmente i “Kolors”, che hanno anche raccontato di periodiche puntate a Londra alla ricerca dei nuovi stimoli creativi che possono scaturire dall’immersione in una realtà musicale di grande vitalità e fermentocome quella, da cui nascono sempre “sound” d’avanguardia destinati a fare tendenza nel mondo intero. Certo il loro album “Out” contiene motivetti a carattere sentimentale che raccontano di pene d’amore, incomprensioni, malintesi e rimpianti, tematiche che ben si accorderebbero con lo spirito e l’essenza della tipica canzone di Sanremo, ma tutto qui, siamo a distanze incolmabili, perché il genere non ha niente del melodico, è “funk” frammischiato di “rock” e, ribadiamo, in lingua inglese, in cui la voce a tratti ruvida, anche seriesce, dove necessario, ad addolcirsi, lievemente nasale e capace di toni aspri di Stash trova tutto il suo vigore espressivo.

the-kolors-triplo-disco-platino-fmi-certificatoI “Kolors”, indubbiamente, farebbero salire l’”audience” del “festival” alle stelle, come già è stato ad “Amici 14”, visto che al momento sono seguitissimi e contano un popolo di “followers” in continua crescita, riunendo un pubblico “trasversale” appartenente a tutte le classi di età, sebbene prevalgano i giovani; esistono persino due gruppi distinti di “fans”, i “kolored”, che sostengono la “band” e gli, o meglio sarebbe dire “le” “stashers”, il battaglione femminile che non ha occhi che per il “frontman”, al cui interno si possono isolare sottocategorie di bambine fra i 6 e i 10 anni (che tenerezza!) con accessori “Peppa Pig”, ragazzine 11-14 ancora candidamente “Hello Kitty”, intraprendenti “teen agers” in “mise” provocanti, che con ogni probabilità hanno fatto di “Melissa P. 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire” (ndr romanzo erotico a sfondo adolescenziale) il loro manifesto e sono i gruppetti scatenati che io stessa ho udito gridare a squarciagola al cantante di prodursi in uno “strip-tease” integrale e infine le “over” un po’ “cougar”, a perpetuare il mito di Fedra (ndr fu presa da insana passione per il figliastro Ippolito) e Giocasta (ndr giacque ignara con la “carne della sua carne”), presumibilmente con un’inconscia  propensione alla pedofilia, che forse non hanno ancora capito che “toy boy” e “boy band” non sono esattamente la stessa cosa.

Rimane l’incognita di come collocare i Kolors nel contesto di un evento come Sanremo, che si ispira da sempre a schemi consolidati e difficilmente rivoluzionabili, ma un paio di “escamotage” si possono trovare, se ci sarà la serata dei “duetti”, potrebbero esibirsi assieme a un artista in gara, oppure essere invitati solamente in qualità di ospiti; Carlo Conti ha detto che vorrebbe fortissimamente avere sul palco i “Pink Floyd”, che, guarda caso, sono da sempre in testa alle preferenze musicali di Stash, tanto che i “fans” si sono mobilitati, di recente, contattando il sito “David Gilmour Tour” (ndr Gilmour è il notissimo chitarrista del gruppo), ricevendo risposta che sarebbe stato fatto il possibile per mettere il ragazzo in contatto con il suo idolo e questa potrebbe essere la vera sorpresa coi fiocchi per il pubblico, i “Kolors” che suonano con un “mostro sacro” della musica mondiale.

Il nostro augurio?”Make your wish come true”.

by Fede

“MICHAEL JACKSON LIVE TRIBUTE SHOW” con Sergio Cortés, il più acclamato sosia mondiale del Re del Pop per la prima volta a Milano


MICHAEL JACKSON LIVE TRIBUTE SHOW

con il più acclamato sosia mondiale del Re del Pop

 mic

SERGIO CORTÉS

ARRIVA PER LA PRIMA VOLTA A MILANO

GIOVEDÌ 25 GIUGNO AL TEATRO LINEAR4CIAK

Giovedì 25 giugno arriva per la prima volta a Milano, al Teatro Linear4Ciak (viale Puglie/via Tertulliano – ore 21.00 – biglietti a partire da € 31,50 – Per info: www.linear4ciak.itwww.ticketone.it), il MICHAEL JACKSON LIVE TRIBUTE SHOW”, uno spettacolo unico e imperdibile in cui SERGIO CORTÉS, il più famoso alter ego del Re del Pop, farà rivivere al pubblico il mito di Michael Jackson, a sei anni dalla sua prematura scomparsa-

mic2Sergio Cortés in “MICHAEL JACKSON LIVE TRIBUTE SHOW” porterà in scena, accompagnato da una band live e da un corpo di ballo composto da 8 elementi, i più grandi successi di Michael Jackson, da“Dangerous” a “Billie Jean” e “Thriller”, da “Smooth Criminal” a “Heal the World” e tantissimi altri, intrattenendo e coinvolgendo il pubblico con uno spettacolo di oltre due ore ricco di effetti scenici e coreografici che riproducono le vere performance del Mito.

sergL’artista, cantante e ballerino spagnolo Sergio Cortés non è il solito trasformista, ma viene considerato da tutti il sosia più affermato e completo di Michael Jackson, per la sua somiglianza nella voce, nei connotati fisici e nel ballo.

Negramaro: nella notte postata a sorpresa anteprima nuovo singolo “Sei la mia città”


negramaro-2015-300x300

I fan possono esultare! Sulla pagina social dei Negramaro è stato postato a sorpresa, un video in cui la band al completo intona il nuovo singolo (in versione acustica) che anticipa l’album in per il prossimo autunno, dal titolo “Sei tu la mia città“  la sorpresa è stata preannunciata da questo messaggio:

“Come state, bentrovati, anzi ovunque vi troviate, qualunque sia la vostra città, siamo tutti qui in una stanza per una sorpresa per voi. Ci abbiamo messo un po’ di tempo però abbiamo preparato una cosa che non vedevamo l’ora di farvi sentire ed oggi qui vi diamo un’anteprima, in questa stanza, tutti i Negramaro, tutti insieme, per voi”: con queste parole Giuliano, Lele, Ermanno, Danilo, Andrea e Pupillo sigillano il loro ritorno.

La canzone, scritta da Sangiorgi, richiama quel pop-rock energico e grintoso in cui   il suono della chitarra elettrica e della batteria predominano nell’arrangiamento e nasce da una lunga esperienza internazionale che ha portato la band a viaggiare e registrare tra New York, Nashville, Londra, Madrid e la loro terra d’origine, la Puglia, fonte inesauribile d’ispirazione.

Il singolo ha conquistato subito la vetta dei singoli più acquistati su iTunes .

Negramaro, Sei Tu La Mia Città: testo della canzone

La strada si aggroviglia nei tuoi capelli
i lampioni che esplodono come fanali nei tuoi occhi
hai il cuore che sa di asfalto e di preghiere
e le macchine che attraversano senza più guardare
e sciogliti i capelli nel fango solo se ci riesci
allacciami i tuoi dubbi, alle scarpe se poi tu non mi credi
se non mi credi

Il cielo lo reggono ancora i miei difetti
le mani si incastrano e formano grattacieli
le scuse attaccale bene così non cadi
le unghia affilate resistono tagliando i vetri
e asciugami i pensieri, col fiato degli ultimi alberi
accendimi di notte, le insegne dei più bei ricordi
concedimi la pace e i treni senza più rimorchi
e puntami negli occhi, come un tram a fari spenti
investimi di luce, se non mi vedi ancora in piedi

Sei tu la mia città
se tu la mia città
che mi spaventa quando è sera
e mi addormenta la mattina
mi ricorda di esser tanti
uno solo in mezzo a tanti
quando hai voglia di sentire
addosso il brivido degli altri
perché tu sei la mia città
sei tu la mia città

Le case che aprono le gambe agli sconosciuti
e le chiese sono bocche di donna coi fucili appesi
le fabbriche sono vecchi indiani che fanno segni
il fumo porta via con se gli ultimi avanzi
nascondimi dagli altri, son troppo comodi i tuoi denti
e sputami poi fuori, quando stenderai i tuoi panni
e lavami nel fiume, se vorrai ancora indossarmi
e imboccami le maniche, quando pioverà dei muri
e soffiami sul mondo, come quasi fossi vento

Sei tu la mia città
sei tu la mia città
che mi spaventa quando è sera
e mi addormenta la mattina
mi ricorda di esser tanti
uno solo in mezzo a tanti
quando hai voglia di sentire
addosso il brivido degli altri
perché tu sei la mia città
sei tu la mia città
che si colora quando è sera
mentre i vicoli sono neri
e ti ricordi solo allora
della tua vera natura
e hai bisogno un pò di me
per sentirti meno sola
per sentirti una città
che resta sempre ancora accesa

Sei tu la mia città
sei tu la mia città
che mi spaventa quando è sera
e mi addormenta la mattina
mi ricorda di esser tanti
uno solo in mezzo a tanti
quando hai voglia di sentire
addosso il brivido degli altri
perché tu sei la città
sei sempre e solo la città
che si colora quand’è sera
mentre i vicoli sono neri
e ti ricordi solo allora
della tua vera natura
ed hai bisogno un pò di me
per sentirti meno sola
per sentirti una città
che resta sempre ancora accesa
sei tu la mia città
sei tu la mia città
sei tu la mia città.