programma televisivo

Valerio Scanu ospite di Chiambretti Night: “sono un cantante” conscio di poter apparire “personaggio!


va“Tutti abbiamo avuto 25 anni questa settimana un sardo ha festeggitao 25 anni“…passa un RVM che lo vede partecipante ancora bimbo a Bravo Bravissimo nel 2002 (è stato  vincitore di quell’edizione del programma ndr) e il “tamburino sardo” l’enfant prodige , Valerio Scanu, che sta vivendo un momento di ritrovata notorietà, secondo classificato ad Amici8, vincitore della 60 edizione del Festival di Sanremo, reduce del successo di programmi televisivi quali Tale e Qual Show e in ultimo l’Isola dei Famosi, nonchè del successo strepitoso del suo show teatrale #Concerto di Cristallo nelle tappe di Roma e Milano,  viene introdotto nello studio di Chiambretti Night, e col suo abituale e gioviale “buonasera a tutti !…” saluta il pubblico in studio e il “padrone di casa”.  Con la solita tipica conduzione “incalzante” tra il serio il faceto, per una volta bandite imitazioni e cani, Chiambretti incalza con domande a raffica che quasi confondono apparentemente l’interlocutore comunque sereno, sorridente e divertito. Cantante o personaggio? E’ una delle prime domande a bruciapelo a cui segue una risposta schietta e  onesta di Valerio Scanu  che dichiara di sentirsi più cantante ma nella consapevolezza di poter apparire come “personaggio” (si presume conseguenza derivata dalle sue partecipazioni a Tale e Quale show e L’Isola dei famosi ndr). Ironica e divertente la rappresentazione della categoria delle cosidette  scanone, fan “adulte” di Scanu che si contrappongono alle “giovani” scanine, rappresentate per l’occasione dall’immagine in video di un’anziana centenaria di Orgosolo paesino del centro Sardegna nelle sembianze di Maurizio Costanzo che ha suscitato l’ilarità del pubblico in studio e dello stesso cantante vagamente “imbarazzato” e quasi incredulo.

scamaNel definirlo cantante trasversale che piace a bambine e nonne Chiambretti chiede un parere al  “direttore” Malgioglio che ammette di apprezzare del cantante la voce originale, di bella estensione e di ottimo timbro, che non imita nessuno ma di non amarne tuttavia il repertorio che auspica, vista la giovane età, possa migliorare in seguito.  E…si sa, Piero Chiambretti, lo si ama o lo si odia ma è indubbio il suo “humor” pungente, acuto e la sua genialità nel porre domande “indiscrete” con divertente ed ironica leggerezza e così che arriva puntuale la  domanda che da anni a questa parte attanaglia a quanto pare la curiosità dei più e che riguarda la presunta omosessualità del cantante  che, ormai avvezzo alla domanda, sta al gioco sfoderando un sorriso smagliante che sembra sottintendere coerente e una volta di più…”Sono solo fatti miei…

 .