rai play

CS_”Sophia!”, il mito della Loren, icona italiana 


Una prima serata firmata Rai Documentari nel giorno del suo compleanno 

(none)

Per la prima volta un documentario racconta Sophia Loren come mai prima, mettendo insieme con passione e cura archivi straordinari che mostrano un ritratto inedito dell’attrice nata a Roma. Un viaggio alla scoperta del mito di un’attrice unica, e della sua vita, narrata da lei stessa in prima persona, attraverso materiali di repertorio, foto rarissime, filmati inediti, interviste radiofoniche e televisive, italiane ed internazionali, con il commento di sei attrici italiane che con la Diva hanno un rapporto personale di stima ed amicizia. Diretto da Marco Spagnoli, già candidato tre volte al David di Donatello per il miglior documentario e vincitore di un Nastro d’Argento, scritto da Simona Sparaco e dallo stesso Spagnoli, prodotto da Marco Durante, Presidente di LaPresse, con Rai Documentari e Luce Cinecittà, “Sophia!” andrà in onda, nel giorno del compleanno della Diva, in una prima serata firmata Rai Documentari il 20 settembre alle 21.25 su Rai 1 e sarà contemporaneamente disponibile su Rai Play.
Sophia! sarà inoltre presentato in anteprima nazionale il 19 settembre a Napoli al Galà del Cinema e della Fiction.
“Sono molto orgoglioso che l’avventura de LaPresse nel campo della produzione audiovisiva – ha detto Marco Durante – inizi raccontando la carriera della più grande diva del cinema italiano. Sono contento che in questa avventura abbiamo potuto coniugare la grande tradizione professionale della nostra azienda con l’entusiasmo e la passione del regista, degli sceneggiatori e di tutto il team, in collaborazione con le più importanti realtà dell’industria culturale audiovisiva italiana come Rai Documentari e Luce Cinecittà.” 
Impreziosito dall’archivio fotografico e video de LaPresse, che solo dell’attrice vincitrice di due Oscar possiede 19000 scatti, “Sophia!” è la narrazione intima ed epica della nascita e dell’affermazione di una grande attrice: l’amore per Carlo Ponti, il flirt con Cary Grant, la devozione per Vittorio De Sica, l’amicizia e la complicità professionale con Marcello Mastroianni, la caparbietà con cui ha voluto a tutti costi diventare madre, la vittoria di molti premi internazionali, ne fanno l’ultima grande Diva del cinema internazionale, icona dell’eccellenza italiana amata in tutto il mondo.
Seguendo Sophia Loren nel corso del tempo, il docufilm spazia dall’Italia della Seconda Guerra Mondiale ad oggi, tra miserie e splendori, povertà e ricchezza, vivendo da vicino la favola di una sorta di Cenerentola post moderna, determinata non solo ad essere brava ma perfetta in ogni cosa, al punto di ricevere un premio insieme a Walt Disney, di essere diretta da mostri sacri come Charlie Chaplin, Stanley Donen e Robert Altman e di lavorare al fianco di divi come Marlon Brando, Charlton Heston, Peter Sellers. Un film documentario nato per celebrare la carriera e il mito stesso di questa grande attrice e del suo immenso fascino e talento che si avvale anche della testimonianza di sei attrici che, oltre ad essere cresciute nell’ammirazione della Loren, ne raccontano e analizzano l’eredità artistica e – in un certo senso – spirituale: Claudia Gerini, Matilde Gioli, Margareth Madè, Ludovica Nasti, Lina Sastri e Valeria Solarino. Il tutto in un ‘non luogo’ come gli Studi di Cinecittà, che della giovane Sophia furono, in un certo senso, la culla artistica. E’ qui che la si vede camminare con un abitino rosso, giovanissima, ignota e speranzosa, ed è ancora qui, oltre sessant’anni più tardi, che altre attrici riflettono sulla sua figura, le sue qualità uniche e fuori dal tempo. Bellezza, fascino, rigore, resilienza, senso della famiglia, lealtà, onore, disciplina costituiscono le dimensioni narrative di un racconto unico ed emozionante che ha al centro una grande Diva che ha saputo essere, prima di tutto, una grande donna, insuperata, insuperabile, diventata un’icona italiana del cinema internazionale, cui tutti siamo grati per il fascino e la bellezza con cui ha accompagnato la sua arte.
“Partecipare alla realizzazione di questo riuscito omaggio alla nostra diva più grande – ha detto Fabrizio Zappi, direttore Rai Documentari – è stato per noi un privilegio, oltre che un’iniziativa esemplare sul piano editoriale, poiché sposa il ritratto di una donna italiana amata e stimata in tutto il mondo con la costruzione di un affresco della nostra società, che ripercorre tutta la seconda metà del secolo scorso”.  

relazione

CS_Il nuovo settimanale di attualità e approfondimento musicale MAGAZZINI MUSICALI, branded content realizzato da Rai Pubblicità, in onda su RAI 2, RADIO 2 e RAI PLAY dal 2 gennaio 2021


TOP QUALITY MUSIC

Il nuovo settimanale di attualità e approfondimento musicale

IL BRANDED CONTENT REALIZZATO DA RAI PUBBLICITÀ

ANDRÀ IN ONDA DA SABATO 2 GENNAIO 2021

su RAI 2, RADIO 2 e RAI PLAY

Condotto da Melissa Greta Marchetto e Gino Castaldo

Magazzini Musicali, il branded content realizzato da Rai Pubblicità,èun format originale che racconta l’attualità musicale nell’integrazione tra il linguaggio televisivo e l’universo digitale e si inserisce nel progetto che la Concessionaria ha intrapreso da tempo per sostenere il mondo della musica. Partendo dal più grande evento canoro della scena italiana, il Festival di Sanremo, fino ai Seat Music Awards, Rai Pubblicità continua infatti a sviluppare con i propri partner progetti di brand integration sempre più innovativi, raccontati attraverso il linguaggio universale della musica.

La linea narrativa del programma, ideato e prodotto da Massimo Bonelli con iCompany, è costruita attorno alla presentazione delle classifiche settimanali FIMI-Gfk che saranno il punto di partenza e il pretesto per una narrazione più ampia del mondo della musica e delle sue connessioni con i linguaggi e le tendenze della società attuale.

Lo svelarsi della classifica verrà intervallato e scandito da esibizioni liveapprofondimenti sui temi dell’attualità musicale e da una serie di rubriche tematiche.

Magazzini Musicali gli artisti si esibiranno rigorosamente dal vivo in presenza o in location esterne dislocate per la penisola.

Gli ospiti di puntata si racconteranno e si confronteranno sui temi della settimana, sia dal punto di vista generazionale che da quello artistico.

Nel salotto di Magazzini Musicali non saranno presenti solo esponenti del mondo della canzone, ma anche personaggi legati alla musica come attori, influencer, produttori ed esperti.

Alla conduzione di Magazzini Musicali ci saranno Melissa Greta Marchetto e Gino Castaldo, già voci di Rai Radio 2, entrambi professionisti accreditati e con due registri complementari che, sommati, sapranno raccontare la musica in modo avvincente, credibile e autorevole.

Il programma verrà realizzato in un magazzino a Roma in un’ambientazione di tipo ‘industrial’ tra strumenti musicali del passato e del futuro.  

Rai Pubblicità ha costruito questo progetto di brand integration crossmediale insieme a WINDTRE, in qualità di main sponsor, che punterà sulla vetrina della Top Quality Music. I valori di WINDTRE, perfettamente integrati con quelli del format, rendono il brand di tlc un partner ideale per dare visibilità alla musica come amplificatore delle emozioni e delle relazioni umane. In piena sintonia con il purpose di WINDTRE, questa collaborazione ha l’obiettivo di eliminare le distanze anche tra gli artisti e il pubblico.

Prodotto da iCompany, Magazzini Musicali andrà in onda settimanalmente, a partire da sabato 2 gennaio 2021, nel pomeriggio di Rai 2, oltre che su Radio 2 alla domenica alle 18.00 e su Rai Play.

Magazzini Musicali è stato presentato oggi in una conferenza stampa in streaming inserita all’interno del programma della Milano Music Week.

Redazione

CS_#RAI_24_APR_2020, 09:00 Lorenzo Jovanotti in “Non voglio cambiare pianeta” racconta le sue avventure tra Cile e Argentina |A partire dal 24 aprile in esclusiva su RaiPlay


Jovanotti «Non voglio cambiare pianeta», 4mila km in bici per RaiPlay

Jovanotti sorprende ancora una volta il suo pubblico e con una pedalata di 4000 km arriva in esclusiva su RaiPlay. S’intitola “Non voglio cambiare pianeta” il docutrip in sedici puntate di Lorenzo Cherubini, online dal 24 aprile sulla piattaforma digitale della Rai. Un viaggio nel viaggio: musiche, parole, panorami, salite, discese e tanto sudore per condividere l’avventura umana e sportiva vissuta pochi mesi fa tra Cile e Argentina. Un’impresa in solitaria, prima che lo stare soli fosse un’impresa da vivere tutti insieme. “Tra gennaio e febbraio scorsi ho fatto un viaggio in bicicletta nell’altra parte del mondo – ha dichiarato Lorenzo – sono tornato e il mondo era diventato un altro mondo. Ho fatto un viaggio per cercare un po’ di isolamento nella natura. Sono tornato e mi sono trovato dentro ad un altro isolamento, questa volta obbligato dalla natura stessa. Ho fatto un viaggio per prepararmi al futuro, e sono tornato impreparato a questo presente, ma ripensando a quei 4000 km a pedali mi rendo conto che neanche uno di quei km è andato perduto, perché mai come oggi è chiaro a tutti che la nostra vita è un grande viaggio pericoloso nell’ignoto, anche stando chiusi in casa. Con RaiPlay abbiamo scelto di realizzare questa ‘serie tv’ adesso, di non tenerla ferma, per avere sulla piattaforma un contenuto inedito, leggero, sorprendente che può far piacere a qualcuno che in queste settimane ha voglia di qualcosa di diverso e di nuovo, il primo docutrip musical-avventuroso”.

Redazione

C.S._Babou Contro il bullismo con un sorriso


Risultati immagini per babou

Per un anno scolastico felice, in cui ci sia spazio per tutti, Rai Ragazzi propone “Babou”, un cortometraggio animato, in onda da lunedì 9 a lunedì 16 settembre su Rai Yoyo e Rai Gulp e sulle piattaforme Rai Play e RaiPlay Yoyo.
Quando c’è una decisione da prendere, ascolta il tuo cuore senza farti condizionare dal clamore degli altri: è questo il significato di “Babou”, che in meno di due minuti, passando dal bianco e nero al colore, riesce a toccare temi importanti, come il bullismo e il coraggio.
Babou è una bambina come tante, che ha la tendenza a seguire i comportamenti degli altri, ma una mattina, nel cortile della scuola, ha un’illuminazione e capisce che è il momento di fare per prima un passo avanti.
Il cortometraggio, prodotto dallo studio francese Miam, andrà in onda in diverse fasce orarie nei giorni in cui inizia il nuovo anno scolastico.
Redazione