Rai


La Rai racconta a 360° la Giornata Europea della Musica

Radio3 è ‘live’ da Via Asiago

(none)

Il 21 giugno prossimo la musica sarà tra i protagonisti dei palinsesti della Rai che racconterà ’Recovery Sound’ nelle sue diverse proposte in note. Iniziando da Rai1 con ‘Uno Mattina Estate’ per arrivare arrivare allo streaming sul sito di Rai Cultura della serata finale della Festa della Musica con il concerto di Malika Ayane da Napoli. L’antipasto delle oltre 9.000 iniziative realizzate in collaborazione con il Ministero della Cultura, in partnership con la Rai, arriverà dal Parco Archeologico di Selinunte dove verrà proposta la reinterpretazione di 50 anni di Pop Rock con le band dei Conservatori di Musica. E la Tgr Sicilia documenterà con la consueta attenzione le attività legate alla musica. Sarà proprio la Testata Giornalistica Regionale a raccontare le diverse iniziative sul territorio nazionale mentre I Tg e Tg2 Italia daranno spazio, contestualizzandolo, a ‘Recovery Sound’. Rainews24, dal canto suo, proporrà affacci con interviste e approfondimenti, cosa che faranno anche i Giornali Radio con diversi accenni anche nei programmi di Radio1. 
Rai Radio3 omaggerà la musica con una serata particolare: la finale di ‘Voci in Barcaccia: largo ai giovani!’. Il 21 giugno, in diretta dalla sala A di Via Asiago andrà in onda la finale del primo concorso lirico internazionale promosso dalla radiofonia italiana dopo il Premio Callas degli anni Ottanta. I palinsesti di Rai Yoyo e Rai Gulp, invece, sono stati rivoluzionati per celebrare la musica, partecipando alla Festa che coinvolge tutta Europa trasmettendo un messaggio di armonia, creatività, coinvolgimento e universalità. Di grande vitalità l’offerta di Rai Cultura, iniziando, tra le altre, dalla diretta su Rai5 in prima serata dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai arrivando alle iniziative ad hoc di Rai Scuola e Rai Storia. Nella seconda serata del 21 giugno Rai Movie trasmetterà ‘La famiglia Bérlier’ mentre, data l’ampia e articolata offerta musicale, RaiPlay posizionerà in Home page i concerti, i doc e i programmi musicali mentre sulla pagina 413 di Televideo saranno presenti tutti gli aggiornamenti sulla Giornata. 

redazione

CS_La Rai per il 2 giugno


La programmazione completa per la Festa della Repubblica

(none)

La Rai dedicherà due giorni alle celebrazioni della Festa della Repubblica Italiana con collegamenti, dalla parata militare ai concerti del Quirinale, approfondimenti e programmazioni dedicate anche on demand su RaiPlay. Si comincia mercoledì 1° giugno con la diretta su Rai 1 del concerto per la Festa della Repubblica, alle 18:25, dal Salone dei Corazzieri del Palazzo del Quirinale. Il Maestro Myung- Whung Chung dirige l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, e la diretta è a cura di Rai Cultura e in collaborazione con Rai Quirinale. 
Giovedì 2 giugno si entrerà nel cuore della Festa della Repubblica con la Parata militare, dai Fori Imperiali di Roma, alla presenza del Presidente Sergio Mattarella, in onda in diretta su Rai 1 a partire dalle 9.45, a cura del Tg1 (09:45) e con finestre di collegamento nei programmi Storie Italiane (11:30), È sempre mezzogiorno (11:55), Oggi è un altro giorno (14:00) e La vita in diretta (17:05). Alle 20.30 andrà in onda l’esibizione di Gianni Morandi con il ‘canto degli italiani’ dall’Arena di Verona. In seconda serata l’approfondimento di Porta a Porta: ospite in studio il Sottosegretario di Stato al Ministero della Difesa Giorgio Mulè.
Rai 3 dedicherà il pomeriggio alle celebrazioni: alle 16, dall’Aula del Senato, la cerimonia conclusiva dell’iniziativa “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione” a cura di Rai Parlamento. Dalle 17 due produzioni speciali della Rai: nell’ambito della serie sui Carabinieri “Storie benemerite”, va in onda ‘Tutti gli uomini del Presidente’, la storia dei Corazzieri che tutelano l’incolumità del Capo dello Stato. A seguire “Il futuro passa da qui – la nostra Costituzione” una produzione di Rai Ragazzi per celebrare con lo sguardo dei giovani la Costituzione e i suoi valori. Non mancherà l’approfondimento di Passato e Presente con ‘1946. La nascita della Repubblica’ (Ore 13:15 e in replica alle 20:30 su Rai Storia).
Tutte le Testate nazionali e le varie edizioni regionali della Testata Giornalistica Regionale dedicheranno ampia copertura informativa alle celebrazioni nelle edizioni dei rispettivi Telegiornali, e RaiNews24 realizzerà anche uno speciale di mezz’ora con ospiti e inviati nella programmazione del mattino. Non mancherà il Tg Kids dedicato ai ragazzi, su Rai Gulp alle 21.50. 
Documentari e approfondimenti saranno garantiti anche da Rai Storia sulla nascita della Repubblica, il valore del voto e la storia italiana con testimonianze esclusive dagli archivi Rai. Materiali che saranno presenti anche sul portale di Rai Cultura e sulla piattaforma Rai Play dove, oltre agli spazi dedicati ai documentari e programmi speciali, sarà possibile rivedere anche la fiction ‘De Gasperi – L’uomo della speranza’ (di Liliana Cavani, 2005) e i docu-film ‘Storia di Nilde’ (di Emanuele Imbucci, 2019).
Su Rai Play anche la diretta del concerto per la Festa della Repubblica, mentre contenuti on line saranno disponibili anche su RaiPlay Learning e RaiPlay Sound, che dedicherà uno spazio a programmi radio e podcast prodotti sul tema.
La Festa della Repubblica, infine, sarà evidenziata a pagina 407 del Televideo.

Redazione

CS_Domani il concerto del PRIMO MAGGIO ROMA 2022! Da Piazza San Giovanni in Laterano, in diretta su RAI 3, RAI RADIO2, RAI PLAY e RAI ITALIA dalle 15.30


“AL LAVORO PER LA PACE”

CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO 2022

in PIAZZA SAN GIOVANNI A ROMA

in diretta su RAI 3, RAI RADIO2, RAI PLAY e RAI ITALIA

a partire dalle ore 15.30

Conduce

AMBRA ANGIOLINI

con gli interventi di BUGO

e le voci di tutti gli artisti del concertone!

con

MARCO MENGONI – GO_A – GAZZELLE – CARMEN CONSOLI – ARIETE

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA – LUCHÈ – COEZ – VENERUS

MACE feat. Rkomi, Venerus, Gemitaiz, Colapesce, Joan Thiele 

PSICOLOGI – RANCORE – MARA SATTEI – WILLIE PEYOTE

BRESH – TOMMASO PARADISO – RKOMI – ORNELLA VANONI

ROVERE – FABRIZIO MORO – L’ORCHESTRACCIA – SINKRO

ENRICO RUGGERI – DEDDY e CAFFELLATTE – MOBRICI

COMA_COSE – MAX PEZZALI – FASMA – BIGMAMA

MECNA – LE VIBRAZIONI – CLAVER GOLD

LUCA BARBAROSSA e EXTRALISCIO – ANGELINA MANGO – HU

NOTRE DAME DE PARIS con RICCARDO COCCIANTE – MR.RAIN

BANDABARDÒ & CISCO – VV – GIORGIENESS – MILLE – MIRA

e con la partecipazione di

BARBASCURA X, FRANCESCA BARRA e CLAUDIO SANTAMARIA,

GIOVANNA BOTTERI, MARCO PAOLINI, RICCARDO IACONA,

STEFANO MASSINI, FEDERICA GASBARRO

e VALERIO LUNDINI & i VAZZANIKKI

progetto e direzione artistica di

Massimo Bonelli

Oggi, sabato 30 aprile, nel backstage del nuovo imponente palco che finalmente è tornato in Piazza San Giovanni in Laterano, è stato presentato ufficialmente il CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO di ROMApromosso da CGILCISL e UIL, prodotto e organizzato da iCompany.

Il CONCERTONE, come di consueto,verrà trasmesso in diretta su RAI 3 e Rai Radio2 anche in Visual, domenica 1 maggio dalle ore 15.30 alle ore 19.00 e dalle ore 20.00 alle ore 24.00. L’intero evento sarà disponibile anche su Rai Play, sia in diretta che on demand, mentre Rai Italia lo proporrà, live, nei cinque continenti.

Il Concerto del Primo Maggio 2022 sarà presentato – per il quinto anno consecutivo – da AMBRA ANGIOLINI. La affiancherà nella prima parte BUGO e verrà dato ampio spazio a tutti gli artisti del concertone per un grande racconto collettivo.

Al lavoro per la pace” è lo slogan che CGIL, CISL e UIL hanno scelto per la Festa dei lavoratori 2022.

Dopo due anni di pandemia particolarmente difficili e nell’attuale momento tragico di guerra in Ucraina, il Concerto del Primo Maggio 2022 assume un significato simbolico e profondo: confrontarsi sul presente per affrontare il futuro con responsabilità, visione e speranza.

Il Concertone 2022 in piazza San Giovanni si svilupperà infatti come una sorta di racconto collettivo, una narrazione attraversata da tanta musica, ma anche da parole ed emozioni condivise. Una giornata di aggregazione e consapevolezza che possa sollecitare il confronto sui temi che riguardano la nostra vita sociale: lavoro, sicurezza, diritti, sanità, condizione femminile, giovani, tolleranza e accoglienza.

Rai Radio2, voce ufficiale del Concerto del Primo Maggio, in collaborazione con SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, racconta in diretta radio (e in visual sul canale di Radio2 su RaiPlay e sul sito siae.it) tutto quello che accade sul palco e dietro le quinte di piazza San Giovanni da uno studio allestito nel backstage dell’evento.

Con Diletta Parlangeli ed Elena Di Cioccio a partire dall’inizio del concerto, e dalle 20 in compagnia di Gino Castaldo e Melissa Greta Marchetto, il programma è realizzato in media partnership con SIAE in diretta dalla postazione di Radio2 in piazza, dove i conduttori verranno raggiunti dai protagonisti della manifestazione per interviste esclusive.

Imperdibile l’evento che Radio2 e SIAE propongono a partire dalle 19 su Radio2, in Visual sul canale di Radio2 su RaiPlay e sul sito siae.it: Valerio Lundini & i Vazzanikki, anche ospiti del palco del Primo Maggio, portano il loro connubio di sketch surreali e buona musica anche dietro le quinte del concertone in uno show a 360 gradi, anticipazione del tour estivo che li vedrà insieme in giro per la penisola. Parole chiave del live sono rock’n’roll, improvvisazione e ironia. Valerio, inoltre, animerà il backstage con numerosi interventi che renderanno la giornata tutta da seguire anche sui social di Radio2 e SIAE.

Grande anche lo spazio di informazione che i diversi tg della Rai daranno al ‘Concertone’ così come quello che Rainews24 gli dedicherà già a partire dalle 14.30 con affacci che si protrarranno fino alla mezzanotte. La Tgr Lazio, dal canto suo, si sposterà a Piazza San Giovanni da dove realizzerà l’intero tg delle 14 per poi ritornare con un duplice live nell’edizione delle 19.35. A Radio1 e i suoi Gr il compito di raggiungere con l’informazione i radioascoltatori. Rai Pubblica Utilità sarà presente con i suoi interpreti e traduttori per rendere l’evento accessibile a tutti iniziando dai sottotitoli a pagina 777 di Televideo, per poi proseguire dalle 20 sulla stessa rete con l’audiodescrizione. Sempre alle 20 su RaiPlay inizierà la diretta dallo studio Rai di via Teulada con i performer Lis che interpreteranno le canzoni suonate sul palco e i sottotitoli fino a mezzanotte e mezza.

A livello musicale, per il suo ritorno in piazza, il Concertone intende nuovamente porsi come palco di avanguardia che restituisca una fotografia attendibile della musica italiana di oggi e di domani ospitando – rigorosamente dal vivo – il meglio della musica che gira intorno: alcune delle nuove e più rilevanti realtà della scena nazionale attuale affiancate a nomi storici e icone della musica italiana.

Grazie alla collaborazione con SIAE, unici simbolici ospiti internazionali dell’edizione 2022 del Concerto saranno i GO-A, la band che ha rappresentato l’Ucraina lo scorso anno all’Eurovision Song Contest 2021.

Per la prima volta al Concertone, ci saranno gli artisti di NOTRE DAME DE PARIS, l’opera popolare moderna più famosa al mondo, con una performance speciale che celebra l’anniversario dei vent’anni in Italia.  A guidare il cast live ci sarà Riccardo Cocciante, creatore delle musiche del celebre spettacolo.

Lineup: MARCO MENGONI, GO_A, GAZZELLE, CARMEN CONSOLI, ARIETE, LA RAPPRESENTANTE DI LISTA, LUCHÈ, COEZ, VENERUS, MACE feat. Rkomi, Venerus, Gemitaiz, Colapesce e Joan Thiele, PSICOLOGI, RANCORE, MARA SATTEI, WILLIE PEYOTE, BRESH, TOMMASO PARADISO, RKOMI, ORNELLA VANONI, ROVERE, FABRIZIO MORO, L’ORCHESTRACCIA, SINKRO, ENRICO RUGGERI, DEDDY e CAFFELLATTE, MOBRICI, COMA_COSE, MAX PEZZALI, FASMA, BIGMAMA, MECNA, LE VIBRAZIONI, CLAVER GOLD, LUCA BARBAROSSA e EXTRALISCIO, ANGELINA MANGO, HU, NOTRE DAME DE PARIS, MR.RAIN, BANDABARDÒ & CISCO, VV.

Porteranno sul palco del Concertone i loro contribuiti il divulgatore scientifico BARBASCURA X, la giornalista FRANCESCA BARRA e l’attore CLAUDIO SANTAMARIA, la giornalista GIOVANNA BOTTERI, l’attore e regista MARCO PAOLINI, il giornalista RICCARDO IACONA, lo scrittore STEFANO MASSINI, l’influencer attivista FEDERICA GASBARRO e il comico e conduttore televisivo VALERIO LUNDINI & i VAZZANIKKI.

Inoltre nel pomeriggio, sul grande palco di Piazza San Giovanni, si esibiranno anche GIORGIENESSMILLE e MIRA, le tre vincitrici di 1MNEXT 2022, il contest del Concerto del Primo Maggio che ogni anno, tra gli oltre mille iscritti, premia le proposte emergenti. 

Sono state selezionate durante la finale live, attraverso il voto della Giuria di Qualità composta da: Massimo Bonelli (direttore artistico del Concerto del Primo Maggio, presidente giuria), Anna Rampinelli (A&R Manager Warner Music Italy), Claudio Cabona (Rockol), Lucia Stacchiotti (iCompany), Barbara Pierro (CGIL), Nicola Di Grigoli (CISL) e Francesco Melis (UIL).

I voti assegnati sono pubblici e consultabili sul sito 1mnext.primomaggio.net.

Il vincitore assoluto del contest sarà infine proclamato durante il Concertone. Anche quest’anno Pringles premierà il vincitore assoluto con una fornitura di prodotto per un anno.

redazzione

Eurovision Song Contest 2022: dal 7 aprile in vendita i biglietti dell’evento


(none)

Dalle ore 10 di giovedì 7 aprile, i biglietti per gli show dell’evento, che si svolgerà dal 9 al 14 maggio al Pala Olimpico di Torino, saranno in prevendita sul sito di Ticketone: una volta registrato, il singolo utente potrà acquistarne non più di quattro per ciascuno spettacolo. Sempre dal 7 aprile, si potranno avere tutte le informazioni chiamando lo 02.82900700 (dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle ore 19) e presso l’info point del Pala Olimpico (aperto tutti i giorni, tranne la domenica, dalle ore 10 alle ore 18). 
I biglietti saranno disponibili a questo link.
Saranno tre le tipologie di spettacolo. I “Live Show”, in diretta TV dalle ore 21, in programma martedì 10 maggio (prima semifinale); giovedì 12 maggio (seconda semifinale) e sabato 14 maggio (gran finale). I “Jury Show” (Spettacolo della Giuria), programmati per lunedì 9, mercoledì 11 e venerdì 13 maggio – una prova generale completa, che si terrà la sera prima di ogni “Live show”, in cui le giurie voteranno gli artisti. I “Family Show” – le ultime prove generali che si svolgeranno nelle giornate di martedì 10, giovedì 12 e sabato 14 maggio, per permettere così alle famiglie con bambini di assistere ad uno spettacolo completo dell’Eurovision.
Le disponibilità di biglietti per le Semifinali e la Finale sono limitati.
I tagliandi saranno tutti nominativi (concesso un solo successivo cambio di nome) e il prezzo degli stessi varierà in base alla serata, al posto e alla visibilità del palco. L’ingresso alle serate sarà consetito da 2 ore fino a mezz’ora prima dello spettacolo e avverrà secondo le normative anti-covid vigenti alla data dell’evento.
Per un limitato numero di posti, l’ingresso allo show sarà gratuito per le persone con disabilità motoria, e con uso di carrozzina, e per l’accompagnatore maggiorenne. Basterà inviare una richiesta a biglietteriaesc2022@rai.it indicando i dati anagrafici della persona portatrice di disabilità; lo spettacolo al quale si desidera partecipare; un recapito telefonico/mail; il certificato di invalidità o un documento equivalente (oscurando le parti sensibili e lasciando in evidenza la percentuale). La procedura andrà ripetuta per ogni spettacolo. Si sottolinea che la richiesta non dà diritto all’ingresso: l’unico criterio di accettazione sarà la data di invio dell’e-mail, fino a esaurimento della disponibilità di posti. La mail sarà attiva dal giorno 7 e saranno considerate valide solo le richieste ricevute a partire dalle ore 10 del giorno 7 aprile.
Lo spettatore della 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest – in onda su Rai 1 il 10 e il 12 Maggio (con le due semifinali) e il 14 Maggio, con la gran finale – sarà immerso in un teatro delle meraviglie. Organizzata dall’EBU (European Broadcasting Union), la principale alleanza mondiale dei Media di Servizio Pubblico – con Rai quale Host Broadcaster (Emittente Ospite) – e con la conduzione internazionale dello show affidata a Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika, questa edizione vedrà partecipare 40 Paesi: l’Italia sarà in gara con la coppia Mahmood & Blanco e il brano “Brividi”, che ha trionfato alla 72ª edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Oltre che su Rai 1 con il commento di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio, con la partecipazione di Carolina Di Domenico, la diretta dell’Eurovision Song Contest 2022 sarà trasmessa anche da Rai Radio 2 e disponibile su RaiPlay.

redazione

CS_Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo


La programmazione completa

(none)

In occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, sabato 2 aprile, la Rai propone una programmazione dedicata con servizi, approfondimenti e spazi informativi in tv, in radio e sul web. Su tutte le reti, inoltre, da domenica 27 marzo a domenica 3 aprile, è in onda lo spot istituzionale di FIA – Fondazione italiana per l’autismo, che promuove la campagna di raccolta fondi per la ricerca e a sostegno delle persone con sindrome dello spettro autistico e delle loro famiglie.
Già venerdì primo aprile, su Rai 3 alle 10.40 il tema dell’autismo sarà approfondito nella puntata di “Elisir”. Sempre sulla terza rete, alle 15.30 – in replica alle 22.20 su Rai Scuola – il documentario di Gino Fabbri, “Tener a mente”, segue la vita quotidiana di 5 giovani adulti affetti da autismo, mentre alle 21.20 il film “The Specials – fuori dal comune” racconta la storia di Malik e Bruno, uno musulmano e l’altro ebreo, uniti nell’aiuto ai ragazzi affetti da autismo. In terza serata su Rai 2, invece, se ne parla a “O anche no”, con replica domenica 3 aprile alle 9.15.
Sabato 2 aprile, su Rai 1, sono “Unomattina in famiglia”, alle 8.30, e “Dedicato”, alle 14.00, a proporre gli approfondimenti sul significato della Giornata.
Grande impegno a sostegno della ricorrenza anche da parte di tutte le Testate che nei rispettivi telegiornali daranno ampia copertura informativa. Per la Tgr, la redazione di Pescara seguirà le iniziative del territorio, interpellando esperti in materia. La redazione di Bari proporrà le storie di persone che assistono familiari autistici. Lo stesso farà la redazione in lingua italiana della Tgr del Friuli-Venezia Giulia. Su RaiNews 24 sono previsti servizi di approfondimento sociale.
Per i canali specializzati, Rai Movie propone in prima tv, alle 14.20, il film “Tutto ciò che voglio”, la storia di una autistica che va alla caccia di un lavoro da sceneggiatrice a Hollywood. Su Rai Yoyo, alle 18.30, va in onda lo special d’animazione “Lo specchio di Lorenzo”, una storia di amicizia e di autismo. 
Rai Cultura sul suo canale Rai Storia ripercorre l’istituzione della Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo a “Il giorno e la Storia” in onda a mezzanotte e in replica 8.30, 11.30, 14.00, 20.10. Alle 22.45 il tema è affrontato dal doc “Life, Animated” su autismo e affetti familiari. Si prosegue, poi domenica 3 aprile, con il doc “Un silenzio particolare”, proposto da Ivan Cotroneo nella sua “Domenica con”, alle 19.50. Tornando a sabato 2 aprile, sul canale Rai Scuola sono i documentari “Nautilus, i protagonisti della scienza – Lo spettro dell’autismo” alle 12.30, “Memex doc – Autismo, identikit di una sindrome” alle 21.00 ad approfondire il tema dell’autismo. Il portale di Rai Scuola presenta, invece, un percorso di approfondimento sia con storie raccontate dai protagonisti sia con le opinioni degli esperti, medici ed educatori.
Per quanto riguarda Radio Rai, che è Media partner della manifestazione Run for Autism, gara podistica di 10 km, competitiva e non, in programma domenica 3 aprile a Roma, sono previsti spazi informativi all’interno dei programmi “Formato famiglia”, “Zona Cesarini”, “Che giorno è” e “Mary pop live” di Radio1, “Piazza Verdi” di Radio3 e nel corso della giornata di programmazione di Rai Radio Tutta Italiana.      
Per Digital, invece, RaiPlay pubblicherà il film in prima visione “Copperman”, la storia di Anselmo, un adulto rimasto nel mondo della propria infanzia. In Home Page e nelle sezioni dedicate, saranno inoltre in evidenza alcuni contenuti come “Tutto il mio folle amore”, di Gabriele Salvatores; “Quanto basta”, di Francesco Falaschi, “Pablo”, serie animata di David McGrath. Nella sezione Learning sarà pubblicata una nuova playlist intitolata “In un mondo silenzioso”.
Infine, la Giornata sarà evidenziata a pagina 413 di Televideo.

redazione

CS_Rai per la Giornata internazionale della donna


Un 8 marzo “Uguali e insieme”

(none)

L’8 marzo di ogni anno si festeggia la Giornata internazionale della donna, un’occasione per ripercorrere le conquiste e i diritti ottenuti nel corso della storia, ma anche per tenere alta l’attenzione sulle discriminazioni e le violenze. Una celebrazione che per Rai – da anni impegnata nella promozione di una cultura per l’equilibrio di genere e firmataria del Memorandum d’Intesa “No Women No Panel – Senza donne non se ne parla” per una rappresentazione paritaria nelle attività di comunicazione – è anche un dovere istituzionale. 
Grande è pertanto l’impegno nel promuovere i temi della Giornata da parte delle testate e di tutte le reti dove, da martedì primo marzo, è già in onda lo spot istituzionale “Uguali e insieme”. 
Tra gli appuntamenti principali nel giorno della ricorrenza, martedì 8 marzo, la diretta dal Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente Sergio Mattarella, per la Cerimonia per la Celebrazione della Giornata della Donna, alle 10.55 su Rai 1, a cura del Tg1 in collaborazione con Rai Quirinale, seguita anche da Rainews24. In prima e seconda serata molti i film e i documentari al femminile, dedicati a donne che si sono fatte valere e alla lotta per i diritti. In particolare, alle 21.10, Rai Movie propone il film “Come eravamo”, per la regia di Sydney Pollack, con Barbra Streisand e Robert Redford. Protagonisti Katie, ebrea comunista, e Hub, protestante moderato. La loro storia va avanti dagli anni ‘30 fino agli anni ‘50 fra conflitti, passione e amicizia, attraversando le lotte di una generazione. Su Rai 5 alle 21.15 il film “The Wife – Vivere nell’ombra”, con Glenn Close e Jonathan Pryce, punta l’obiettivo sul ruolo della donna in un mondo maschilista. Alle 21.25 su Rai 1, il film “Una giusta causa”, racconta, invece, la storia di Ruth Bader Ginsburg, una delle prime donne ammesse alla facoltà di giurisprudenza della prestigiosa università di Harvard nel 1955. Su Rai Storia alle 21.15 è un documentario per il ciclo Italiani a raccontare l’architetto Gae Aulenti. Nata nel 1927, friulana di origine, ma milanese di adozione, si laurea giovanissima in architettura al Politecnico. La sua vita professionale sarà un continuo raccogliere sfide e superarle. Due grandi artiste, Joni Mitchell e Carly Simon sono le protagoniste dei documentari “Woman of Heart and Mind” e “No Secrets”, in onda su Rai 5 dalle 23. Alle 23.30 è la volta del doc “Storia di Nilde” proposto da Rai Premium con l’attrice Anna Foglietta che racconta in prima persona la vicenda umana e politica di Nilde Iotti. 
Per quanto riguarda la radio, su Radio 1 per tutto il giorno ci sarà la parità delle voci ospiti dei vari programmi: tante donne quanti uomini. Questo in sintonia con la campagna della Rai =Uguale e in prosecuzione dell’iniziativa, nata proprio a Radio 1, “No Women No Panel” adottata dall’intera azienda.
Su RaiPlay, oltre alla collezione “La condizione femminile” sarà pubblicata la trasmissione “La Rai incontra”, curata da Rai per il Sociale, dal titolo “8 marzo per ricordare”. Partecipano la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti, la direttrice del Tg 3 Simona Sala, l’avvocatessa penalista di Centri Antiviolenza Francesca Venditti e il Procuratore di Tivoli Francesco Menditto. Conduce Maria Vittoria De Matteis. Su RaiPlaySound, infine, sarà pubblicata la prima tranche dei 250 episodi del podcast “Italiane”, una produzione realizzata in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per l’Editoria, Ministero Pari Opportunità e Famiglia, Direzione Rai Radio e Rai Play Sound, che propone i ritratti di oltre 250 donne a partire dal Risorgimento.

redazione

CS_Cento anni di Pasolini


L’omaggio della Rai per un protagonista del XX secolo

(none)

Pier Paolo Pasolini, nato il 5 marzo del 1922, è stato innanzi tutto un grande protagonista della comunicazione. Incurante dello scandalo che suscitava in una società italiana profondamente retriva, ha sperimentato tutti i linguaggi. Attraverso poesia, cinema, riflessioni, corsivi, le invettive affidate a giornali, periodici, convegni e le apparizioni televisive, Pasolini ha passato al setaccio tutti gli aspetti più urticanti e contraddittori della realtà del suo tempo. In occasione dei 100 anni dalla nascita, la Rai ha previsto una programmazione che abbraccia tutte le sfaccettature di un indimenticabile uomo di cultura.
Moltissimi gli appuntamenti, a partire da venerdì 4 marzo, con spazi dedicati nei contenitori informativi in diretta di Rai 1 e Rai 2, mentre Rai 3 prevede alle 13.15 “Passato e Presente – Le lingue di Pasolini” con il professor Lucio Villari (poi anche su Rai Storia). Rai Scuola (canale 146 del digitale terrestre) dedica al centenario della nascita di Pasolini tre appuntamenti: “I grandi della Letteratura Italiana” con Edoardo Camurri; “Tool Box Pasolini” per conoscerne l’attività di poeta; “Pier Paolo poeta delle ceneri”, ripresa live dello spettacolo teatrale per la regia di Irma Immacolata Palazzo.
Sabato 5 marzo la ricorrenza viene sottolineata dai Tg e dai Gr con servizi, interviste e approfondimenti. Speciale l’attenzione della Tgr nel sottolineare i legami di Pasolini con alcuni territori: ha trascorso la sua infanzia in Friuli Venezia Giulia, a Casarsa della Delizia, paese natale della madre, dove è stato sepolto; il suo archivio è custodito al Gabinetto Vieusseux di Firenze; Enrico Brizzi racconta i luoghi di Pasolini a Bologna. Rainews24 offre lo speciale “Pasolini 100”, ospiti Pupi Avati e Walter Siti. Su Rai 1 “Dedicato” riserva l’intera puntata alla ricorrenza mentre “Sottovoce” raccoglie in uno speciale le interviste a Ninetto Davoli, Franco Citti, Laura Betti e Aurelio Grimaldi, arricchite da materiali di repertorio delle Teche Rai. Su Rai 3 “Fuori orario. Cose (mai) viste” propone, durante la notte, il documentario “Il sogno di una cosa – 1943/1946 Pasolini in Friuli”; il film di Abel Ferrara “Pasolini” con Willem Dafoe, Ninetto Davoli e Riccardo Scamarcio; il programma di Enzo Biagi “Terza b facciamo l’appello” con Pier Paolo Pasolini che incontra i compagni di liceo; il reportage “Appunti per un film sull’India” girato da Pasolini nel 1967; il documentario di Anna Zanoli “Io e… Pasolini e la forma della città” per la regia di Paolo Brunatto. La serata di Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre) offre tre film cult diretti da Pasolini: “Il Decameron” con Franco Citti e Ninetto Davoli, “I racconti di Canterbury” con Ninetto Davoli e Laura Betti, “Il fiore delle mille e una notte” con Ninetto Davoli e Franco Merli. Il ricordo di Rai 5 (canale 23) parte nel pomeriggio con “Terza Pagina”, il talk culturale condotto da Licia Troisi, che affronta l’eredità di Pasolini tra icona pop e spettro intellettuale. Si prosegue in serata con “Visioni – Pier Paolo Pasolini, una vita corsara” a cura di Alessandra Greco e “Museo Pasolini – Parte I” con Ascanio Celestini, per poi concludere con “’Na specie de cadavere lunghissimo”, ambizioso progetto poetico di Fabrizio Gifuni sui testi più polemici e politici di Pasolini. 
Rai Radio 3 dedica al centenario della nascita di Pasoli tre giorni, 4, 5 e 6 marzo. A partire dalla puntata speciale di “Fahrenheit” in diretta (alle 15 di venerdì 4 marzo) dalla sala M, con molti ospiti. Poi “Hollywood Party” con i ricordi e le testimonianze di tre generazioni che sono entrate in contatto con l’opera di Pasolini. Su RaiPlay Sound sono inoltre disponibili i podcast delle puntate dedicate a Comizi d’amore, Mamma Roma e Il Vangelo secondo Matteo. Disponibile anche il podcast originale di Rai Radio3 con Steve Della Casa, dedicato a Salò o le 120 giornate di Sodoma. Sabato 5 marzo in onda, alle 20.30, “Pasolinacci e Pasolini”, serata teatrale in diretta dalla Sala A con un testo inedito di Marco Martinelli, che lo interpreta insieme a Ermanna Montanari, con le musiche dal vivo di Daniele Roccato. Il 5 e il 6 marzo, “Radio3suite” affronta il rapporto tra Pasolini e l’arte figurativa fino alle sue prove di pittore e disegnatore in prima persona. “Piazza Verdi” alle 15 ricorda la figura di Pasolini con registi, attori e drammaturghi di diverse generazioni. “Pantheon” alle 18 racconta i rapporti di Pasolini con la televisione mentre domenica 6 marzo alle 10.45 “La Lingua Batte – L’italiano per Pasolini” affronta le idee linguistiche e le espressioni che ci ha lasciato. Per concludere “La Grande Radio” alle 18 propone materiali d’archivio sul Pasolini corsaro.
Il Portale Rai Cultura predispone un elegante WebDoc dedicato https://www.raicultura.it/webdoc/pier-paolo-pasolini/index.html#welcome
RaiPlay offre in Home Page uno spazio Pasolini con diverse sezioni: film, documentari, teche, una collezione Learning, ritratti, interviste e “Venezia 68: Il Festival contestato” con immagini e testimonianze. 
Su Televideo i 100 anni dalla nascita di Pasolini sono evidenziati alla pagina 407.

redazione

CS_Rai sostiene la nuova campagna di Unhcr per l’Afghanistan 


Al via il 14 febbraio 

(none)

La Rai sostiene la campagna “Emergenza Afghanistan. Non lasciamoli soli” dell’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR).  Dal 14 al 20 febbraio, in programma approfondimenti, interviste e una raccolta fondi per aiutare la popolazione afghana, stretta tra crisi economica, insicurezza alimentare e rischi legati alle gelide temperature invernali.
Rai, da sempre estremamente attenta alla causa dei rifugiati e sostenitrice del lavoro umanitario dell’UNHCR, sostiene la campagna di comunicazione e raccolta fondi “Emergenza Afghanistan: non lasciamoli soli”. Dal 14 al 20 febbraio, la drammatica condizione in cui versano 9 milioni di sfollati e 6 milioni di rifugiati afghani sarà al centro di una importante copertura sulle reti televisive, radiofoniche e sulle altre piattaforme Rai. Il sostegno della Rai all’iniziativa ha il duplice obiettivo da un lato di raccontare quella che in questo momento è la più grave emergenza umanitaria al mondo, attraverso testimonianze, interviste e contributi informativi, e dall’altro di raccogliere fondi che serviranno a finanziare l’intervento umanitario di UNHCR a beneficio di sfollati e rifugiati afghani.
“La Rai quotidianamente fornisce un’informazione completa sui fatti internazionali, avvicinandoli ai cittadini e coinvolgendo il pubblico in vicende che possono apparire lontane. Purtroppo, continua ad aumentare nel mondo il numero di rifugiati e sfollati e molti sono i morti e dispersi lungo le rotte migratorie. La crisi umanitaria afghana ha assunto dimensioni tali da spingerci a un impegno ulteriore, in collaborazione con UNHCR – spiega la Presidente della Rai Marinella Soldi – Tutti i nostri programmi saranno impegnati a raccontare cosa sta succedendo a milioni di uomini, donne e bambini in fuga dalla violenza. Fatti, più forti di ogni retorica, per sensibilizzare gli italiani, mettendo a frutto le opportunità di un servizio pubblico rilevante, inclusivo e credibile, capace di raggiungere tutti gli utenti”
“La Rai si è sempre contraddistinta per aver dato voce all’enorme sofferenza di milioni di persone in fuga da guerre, violenze e persecuzioni – commenta Chiara Cardoletti, Rappresentante dell’UNHCR per l’Italia, San Marino e la Santa Sede. In questi anni, ha raccontato la crisi dei rifugiati non solo con continuità ma anche e soprattutto con la massima qualità, completezza e accuratezza dell’informazione. Siamo quindi molto felici che la collaborazione si rinnovi ancora una volta con questa campagna che ci sta particolarmente a cuore. Oggi l’Afghanistan è infatti a un passo dalla catastrofe umanitaria. Ci teniamo a ringraziare la Rai per avere deciso di stare accanto al popolo afghano e per essersi unita al nostro appello: non lasciamoli soli”
Soltanto nel 2021, in Afghanistan quasi 700 mila persone hanno lasciato le loro case per via degli scontri armati, portando il totale degli sfollati interni a oltre 9 milioni. Di questi, circa l’80% sono donne e bambini, i più vulnerabili che stanno pagando il prezzo più alto di questa crisi. Metà della popolazione, circa 24,4 milioni di persone, ha bisogno di assistenza umanitaria. A tutto questo si aggiunge un’altra grave minaccia: il gelo invernale. A Kabul, la capitale, durante l’inverno la temperatura di notte può scendere fino a -25 gradi. Migliaia di famiglie passano le notti in alloggi di fortuna o all’aperto rischiando l’ipotermia. UNHCR resta operativa in quasi tre quarti dei distretti in Afghanistan. Oggi occorre incrementare lo sforzo e garantire aiuti umanitari in Afghanistan e nei Paesi limitrofi, Iran e Pakistan in primis. Attraverso la campagna “Non lasciamoli soli” con una donazione ciascuno potrà contribuire ad assicurare alle famiglie beni essenziali per la sopravvivenza. 
A partire dal 13 febbraio e fino al 6 marzo 2022, inviando un SMS o chiamando il 45588 sarà possibile donare 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari WINDTRE, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali. La donazione sarà di 5 o 10 euro per le chiamate da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali e, sempre per la rete fissa, di 5 euro da TWT, Convergenze, PosteMobile. 

CS_Giornata contro il bullismo: la programmazione Rai


Su radio, tv e web contenuti mirati per raccontare e informare

(none)

Un fenomeno in crescita, che crea disagio e sofferenza psicologica e fisica in ragazzi e adolescenti e contro il quale deve crescere l’impegno educativo degli adulti.
La Rai per la Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo, il 7 febbraio, propone una programmazione dedicata su tv, radio e web e lo spot “Campagna stop bullismo” trasmesso sin dal 29 gennaio.
Per l’intera giornata nei programmi di intrattenimento e di approfondimento si apriranno finestre sull’argomento: su Rai1 “Uno Mattina”, “Storie Italiane”, “Oggi è un altro giorno” e “La Vita in diretta”; su Rai2 “Ore 14” e “Detto Fatto”, che avrà ospite chi in passato è stato vittima di bullismo. Su Rai3 “Elisir” si occuperà in particolare di cyberbullismo e linguaggio violento in rete mentre “Geo” ospiterà Mirko Cazzato, ventenne leccese cofondatore della startup “Mabasta – Movimento antibullismo animato da studenti adolescenti”.
Tutte le tesate giornalistiche radio e tv dedicheranno servizi e approfondimenti per sensibilizzare e far conoscere gli strumenti che i giovani hanno per difendersi. La Tgr esplorerà le realtà sul territorio e in particolare la Tgr Puglia intervisterà Fabio De Nunzio, scrittore di un manuale antibullismo, mentre la Tgr Sicilia si occuperà della legge regionale contro il bullismo approvata dalla Regione, la prima in Italia.
Per i più giovani Rai Gulp trasmetterà più volte nella giornata del 7 febbraio il cortometraggio animato “Babou” e Rai YoYo manderà in onda alle 20.30 “Zibila”, storia di una piccola zebra che fatica ad inserirsi in una nuova classe.
Rai Scuola riproporrà la puntata di “#maestri” in cui Rosy Russo, consulente di comunicazione, formatrice e fondatrice dell’associazione Parole O Stili, ha spiegato il fenomeno del cyberbullismo e i modi di difendersi. Alle 12.00, e in replica alle 16.00, verrà proposto, in collaborazione con Rai Cultura, “Il bullismo ti frega la vita”, lo Speciale di Rai Scuola dedicato a uno spettacolo teatrale che racconta come nasce e come si combatte il bullismo. Un altro speciale, “I termini della rete” analizzerà alcuni termini legati al cyberbullismo sotto il profilo penale, psicologico e sociale: Grooming, Sexting, Hater, Fake, Challenge e diritto all’oblio. Sei pillole da 5 minuti disponibili sul sito web di Rai Scuola e realizzate in collaborazione con la polizia postale, l’Università dell’Università di Roma La Sapienza e del dipartimento di giustizia minorile dell’asl Roma1. Sempre online saranno riproposte le interviste agli psicologi Giuseppe Maiolo e Giuliana Franchin.
RaiPlay il 7 febbraio metterà in evidenza contenuti selezionati come i film “Infernet” di Giuseppe Ferlito, il premiatissimo “Wonder” con il giovane talento Jacob Tremblay o il cortometraggio “La stanza” di Giuseppe Alessio Nuzzo. Sulla piattaforma verranno segnalate in homepage anche tre serie originali RaiPlay: “Stalk”, che tratta i temi dello stalking e i lati oscuri della rete, “Nudes”, sul revenge porn, e “Tu non sai chi sono io 2”, storia di una ragazza che lotta contro il body shaming.
Tra i contenuti evidenziati anche la serie “#Mai più bullismo” e l’episodio dedicato al Cyberbullismo di “E allora dai”, produzione Rai per il Sociale – per l’Inclusione Digitale – 2021.
Spazio anche ai prodotti di animazione come la serie per ragazzi “I diari di Esther” e “Animal House”. 
La Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo sarà evidenziata anche su Televideo, alla pagina 413.

redazione

“The Voice Senior”, il 25 novembre la conferenza stampa


Diretta streaming su questo sito

(none)

La conferenza stampa sarà disponibile in diretta streaming sul sito dell’Ufficio Stampa Rai.

Giovedì 25 novembre ore 14

Conferenza stampa

The Voice Senior

Condotto da

Antonella Clerici

Torna il fortunato programma di Rai1 dedicato a cantanti over 60 di grande talento con storie straordinarie. I quattro coach, star del panorama musicale, dovranno selezionare i talenti più meritevoli da far accedere all’ultima puntata live – una festa della musica ricca di ospiti e sorprese – in cui verrà decretato il vincitore.

Intervengono:

Stefano Coletta – Direttore Rai1

Marco Tombolini – Chief Strategy Officer Fremantle

Antonella Clerici

I giudici:

Orietta Berti

Loredana Berté

Gigi D’Alessio

Clementino

In onda su Rai1 dal 26 novembre in prima serata