Rai1

CS_”Tali e Quali” Una puntata speciale con i migliori imitatori “non professionisti”


(none)

Tale e Quale Show”, il varietà di punta di Rai1 condotto da Carlo Conti e prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy, chiude i battenti confermandosi leader indiscusso del prime-time del venerdì sera con numeri davvero importanti: in questa edizione il programma ha registrato quasi 1.500.000 di visualizzazioni dei contenuti su RaiPlay; ha registrato, complessivamente, oltre 1 milione di interazioni sui social (è stata la prima puntata del 13 settembre a generare più interazioni durante la diretta); ha registrato ascolti oltre il 22 di share, a cui si aggiunge l’ascolto medio di oltre l’1 per la replica su Rai Premium.

E per terminare alla grande questa nona edizione, “Tale e Quale Show”, nella sua decima e ultima puntata, in onda venerdì 22 novembre dalle 21.25 su Rai1, presenta “Tali e quali”, un inedito appuntamento che vedrà protagonisti i migliori imitatori “non professionisti”, scelti tra quelli che hanno inviato i loro video al sito o alla redazione del programma. Una puntata davvero speciale: spazio ad artisti bravissimi quanto sconosciuti, che vivranno l’emozione di calcare lo stesso palcoscenico dei “Big” che li hanno preceduti, di presentarsi davanti alla stessa giuria (Loretta Goggi, Giorgio Panariello e Vincenzo Salemme), arricchita per l’occasione da tre giudici di primissimo piano (Antonella Clerici, Gigi D’Alessio e Vanessa Incontrada), e di affrontare lo stesso meccanismo di voto, alla caccia del titolo e della targa-ricordo di “Tali e Quali – Campione 2019”.

Eccoli i 12 protagonisti che, è bene ricordare, canteranno dal vivo: il pittore Adona’ Mamo, nato a Siracusa, che farà rivivere il mito di Maria Callas; l’aiuto cuoco Alberto Pastorelli, nato a Venezia, nei panni di Riccardo Cocciante; lavora nel ristorante di famiglia anche Armando Cesarano, nato a Gragnano (Na), che imiterà Renato Zero; il militare Claudio Sacco, di Civitavecchia, se la vedrà con Marco Masini; lavora a Peschiera del Garda il barbiere Cristian Pighi, che avrà le sembianze di Francesco Renga; in cerca di occupazione il barese Fabio Cacace, che si immergerà nel sound dei Bee Gees; l’ex calciatore di serie A e oggi collaboratore di un’azienda familiare Leonardo Blanchard, nato a Grosseto, assumerà l’identità di Giuliano Sangiorgi; Letizia Olivieri, mamma a tempo pieno a Marina di Cerveteri, ricorderà Amy Winehouse; Rita Palange, ristoratrice a Firenze, si immedesimerà in Gianna Nannini; la studentessa Stella Grillo, nata a Rieti, si trasformerà in Barbra Streisand; la commessa in una pasticceria livornese Valentina Caturelli si scatenerà con Alexia; in cerca di occupazione anche Veronica Perseo, nata a Cagliari, che vestirà i panni di Lady Gaga.

Tutti proveranno l’ebbrezza di essere seguiti da un team di grandi professionisti: dai costumisti ai coreografi, dai truccatori ai parrucchieri, tutte personalità che hanno un ruolo fondamentale all’interno del varietà, così come i “vocal coach” Maria Grazia Fontana, Dada Loi, Matteo Becucci e “l’actor coach” Emanuela Aureli.

Gli arrangiamenti di “Tali e Quali” sono curati dal maestro Pinuccio Pirazzoli. “Tale e Quale Show” è su Facebook e Twitter con l’hashtag #taleequaleshow.

 

Redazione

CS_Adriano Olivetti. La forza di un sogno Un imprenditore che ha cambiato in meglio la vita e il lavoro degli operai


(none)
Martedì 19 novembre alle 21.25 Rai1 propone il film tv “Adriano Olivetti — La forza di un sogno”, una coproduzione Rai Fiction -Casanova Multimedia  prodotto da Luca Barbareschi con la collaborazione di Telecom Italia, la regia di Michele Soavi
e Luca Zingaretti, Stefania Rocca e Francesco Pannofino nel ruolo di Dalmasso. Adriano Olivetti entra come apprendista nell’azienda di famiglia a dodici anni, costretto dal padre Camillo a conoscere la realtà della fabbrica che un giorno dovrà dirigere. In Adriano nasce il desiderio di cambiare profondamente le condizioni di vita e di lavoro degli operai. Siamo neI ‘43 e tutti gli Olivetti, ebrei e antifascisti, sono in pericolo…
 Redazione

CS_”Domenica in” Tra gli ospiti della puntata Giorgio Panariello e Gigliola Cinquetti


(none)

La decima puntata di “Domenica In”, in onda il 17 novembre, alle 14:00 su Rai 1, in diretta dagli Studi ‘Fabrizio Frizzi’ di Roma e condotta da Mara Venier, si aprirà con una ampia intervista all’attore e comico Giorgio Panariello, protagonista insieme a Sergio Castellitto della nuova serie tv “Pezzi unici”, in onda per sei puntate su Rai1 da domenica 17 novembre, per la regia di Cinzia Th. Torrini.
Gigliola Cinquetti, una delle cantanti italiane più amate ed apprezzate anche all’estero, vincitrice di due Festival di Sanremo, racconterà la sua lunga e fortunata carriera per poi esibirsi, accompagnata dall’ orchestra diretta dal maestro Stefano Magnanensi, con alcuni dei suoi successi.
Fabio Volo, attore e scrittore di successo, interverrà per parlare del suo ultimo romanzo dal titolo “Una gran voglia di vivere”.
Ancora spazio alla musica con Stash e i The Kolors, che presenteranno il loro nuovo singolo dal titolo “Los Angeles”.
L’attore Cesare Bocci, il popolare Mimì Augello del “Commissario Montalbano”, sarà intervistato da Mara Venier insieme alla sua compagna Daniela Spada per parlare della loro bellissima storia d’amore e del libro scritto dalla coppia, dal quale è stata tratta una commedia teatrale di successo in tour nei teatri italiani.
Nel corso della puntata ci sarà anche uno spazio dedicato alla città di Venezia, colpita in questi giorni da una eccezionale inondazione che ha provocato due vittime e danni incalcolabili alla città lagunare, messa letteralmente in ginocchio dal fenomeno dell’acqua alta. La regia è di Roberto Croce.

 Redazione

CS_#RAI1 “Pezzi Unici” Al via da domenica 17 novembre la nuova serie tv firmata da Cinzia TH Torrini


(none)
Una crime story ambientata a Firenze che abbraccia racconto generazionale, dramma sociale e giallo. È “Pezzi Unici” la nuova serie in sei serate firmata da Cinzia TH Torrini, una coproduzione Rai Fiction-Indiana Production in collaborazione con Cassiopea Film Production, che Rai1 propone in prima visione tv e in prima serata da domenica 17 novembre. La serie tv sarà disponibile anche su RaiPlay. Nel cast Sergio Castellitto, Giorgio Panariello, Irene Ferri e i cinque “Pezzi Unici” interpretati da giovani attori esordienti.
Vanni è un artigiano fiorentino, un maestro della lavorazione del legno. Il mestiere e la bottega che porta il suo nome vengono da lontano: un lascito che la sua famiglia tramanda da generazioni. Uomo tutto d’un pezzo, vecchio stampo, nell’arte dell’intaglio e del restauro Vanni non ha eguali.
Come padre però ha fallito. Lorenzo, il suo unico figlio, temperamento da artista e carattere ribelle, si è perso nella droga ed è morto. Suicidio, o almeno così sembra. Eppure negli ultimi tempi Lorenzo sembrava essersi ripreso: si era disintossicato e teneva un corso di artigianato in una casa famiglia.
Gli allievi di questo corso sono cinque ragazzi problematici. Ciascuno ha alle spalle un dramma personale (ha commesso un reato, è tossico, non ha una famiglia) e ciascuno ha un sogno: sono “Pezzi Unici”.
Per questi giovani, in bilico fra speranza e dannazione, la differenza può farla un corso di artigianato, quello che Lorenzo aveva avviato e che Vanni, per superare il senso di colpa nei confronti del figlio (sa che se si è perso è anche colpa sua), decide di proseguire.
Vanni è un uomo ferito, dai modi burberi ma con qualcosa di autentico da trasmettere, è un maestro di artigianato e di vita che riesce nell’impresa più grande: tirare fuori il talento nascosto di ciascuno dei suoi improbabili allievi.
Ogni episodio concentrerà i sospetti di Vanni su uno dei “Pezzi Unici” svelando, attraverso un uso sistematico del flashback, il dramma personale vissuto dal ragazzo protagonista della puntata e il pezzetto di verità che detiene sulla morte sospetta di Lorenzo. Come in un puzzle, l’accumulo e l’incastro dei flashback puntata dopo puntata, porterà Vanni a scoprire il mistero che si cela dietro quell’omicidio.
L’artigianato artistico è un’arena tanto inedita quanto affascinante: a Firenze le botteghe artigiane affondano le radici nella storia della città, nelle corporazioni di Arti e Mestieri che contribuirono a trasformare Firenze nella culla del Rinascimento. E nelle immagini c’è sempre lei, Firenze, perfetta sintesi di identità italiana e appeal internazionale.
Redazione

CS_RAI 1 16 NOV 2019, 16:40 Sanremo Giovani a Italia Sì Prima di quattro puntate Speciali con Marco Liorni


(none)

Il 16 Novembre alle 16.40 su Rai1 parte SANREMO GIOVANI A ITALIASÌ, sempre condotto da Marco Liorni,  la prima di 4 puntate speciali che vedranno i 20 selezionati dal concorso Sanremo Giovani raccontarsi sul podio di ItaliaSì e poi esibirsi per la prima volta in televisione. Di questi 20, solo 10 riusciranno ad accedere alla serata finale del 19 dicembre, con l’obiettivo di arrivare sul palco dell’Ariston il prossimo febbraio.
Questo pomeriggio si inizia con i primi 10 cantanti: Federica Abbate, 28 anni di Milano, canta “I Sogni Prima Di Dormire”; Ainé, 28 anni di Roma, canta “Van Gogh”; Fadi, 31 anni di Rimini, canta “Due Noi”; Fasma, 23 di Roma, canta “Per Sentirmi Vivo”; Leo Gassmann,  21 anni di Roma, canta “Vai Bene Così”; Nova, 24 anni di Catania, canta “Resta”; Samuel Pietrasanta, 27 anni di Catania, canta “E Dove Sarai Tu”; Raim, 28 anni di Mantova, canta “Labirinto”; Marco Sentieri, 34 anni di Napoli, canta “Billy Blu”; Thomas, 19 anni di Vicenza, canta “Ne 80”.

Nella prima parte del programma, “Aspettando Sanremo Giovani”, si scherzerà e si ricorderanno in maniera molto originale i 70 anni di Festival.  In questa puntata Christian, i Cugini di Campagna, Povia e l’ironia surreale di Gianni Ippoliti, alla prese con la storia d’talia e la musica italiana.

Conduce Marco Liorni. Al suo fianco Manuel Bortuzzo, Rita Dalla Chiesa, Elena Santarelli.

I videoclip dei 20 cantanti sono disponibili su www.sanremo.rai.it.

Un programma di Marco Liorni, scritto con Cristina Serra, Fiore De Rienzo, Lucia Leotta, Danila Lostumbo, Alessandra Palomba, Caterina Varvello, Lucia Zorzi e con Susanna Checconi, Tania Carminati. La scenografia è di Flaminia Suri e la regia di Salvatore Perfetto.

Redazione

CS_RAI 1 16 NOV 2019, 21:25 “Una storia da cantare” Tre serate evento per rivivere i miti della canzone italiana con Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero


(none)
“La chiamavano Bocca di Rosa”, “Caro amico ti scrivo”, “Mi ritorni in mente”: versi che hanno fatto la storia, parole che rievocano emozioni e ricordi legati ad intramontabili canzoni italiane, capaci di sopravvivere al tempo conquistando anche le nuove generazioni.
Con il nuovo programma “Una storia da cantare”, Rai1 celebra – in tre uniche prime serate – le straordinarie vite degli artisti che quelle canzoni hanno scritto, e lo fa attraverso la voce degli stessi protagonisti, con il racconto di chi con loro ha lavorato e vissuto e con le interpretazioni dei migliori cantanti.
Protagonista della prima puntata, sabato 16 novembre, è Fabrizio De André, pietra miliare del cantautorato italiano, artista rivoluzionario e sempre attuale. I suoi brani appartengono a tutti, sono un patrimonio nazionale a cui anche il mondo accademico ha aperto le porte, e che al tempo stesso rappresenta un universo da scoprire per i più giovani.
In diretta dall’Auditorium Rai di Napoli, il cantautore e storyteller Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero metteranno insieme parole e note, aneddoti e curiosità, filmati e testimonianze, canzoni e momenti memorabili, per narrare la vita di un artista che sapeva guardare il mondo con occhi diversi e descriverlo con straordinaria creatività e poesia.
Tanti gli ospiti in studio, per raccontare “il proprio Faber”: la storica compagna Dori Ghezzi, che con lui ha condiviso la vita e svelerà il lato più intimo dell’uomo e del cantautore e, ancora, Massimo Ranieri, la PFM, Paola Turci, Nek, Morgan, Loredana Bertè, Lino Guanciale, The André, Elena Sofia Ricci, Anastasio, Ornella Vanoni e Willie Peyote. Amici, colleghi, big e giovani cantanti che aiuteranno ad evocare la carismatica figura dell’artista e interpreteranno dal vivo i suoi brani più belli, sostenuti da una grande band diretta da Maurizio Filardo. Non potrà mancare un collegamento dal Porto Antico di Genova, “patria” di De André, con un inviato d’eccezione come Mauro Pagani.
Anche il pubblico a casa sarà chiamato a partecipare, eleggendo attraverso i social la canzone più amata di Faber.
Le altre due puntate, in prima serata il 23 e il 30 novembre, saranno dedicate rispettivamente a Lucio Dalla e Lucio Battisti.
“Una storia da cantare” è un programma scritto da Ernesto Assante, Gino Castaldo, Matteo Catalano, Alberto Di Risio, Angela Fortunato, Duccio Forzano, Pietro Galeotti, Enrico Ruggeri. Con la regia di Duccio Forzano.

CS_RAI 1 12 NOV 2019, 21:25 “Enrico Piaggio. Un sogno italiano” Un film tv in onda in prima visione martedì 12 novembre


(none)
La storia di un imprenditore, Enrico Piaggio che con coraggio e determinazione riesce a vincere la sua sfida professionale e umana contro la crisi economica del secondo dopo guerra. Per affrontare le enormi difficoltà attraversate dalla sua azienda di aeroplani e salvare dal lastrico i tanti operai che vi lavorano Piaggio comprende la necessità di trasformare la produzione e di immettere sul mercato un mezzo di trasporto innovativo, agile e soprattutto alla portata di tutte le tasche. Un’impresa immensa, resa possibile dall’incontro con un’altra genialità, quella di Corradino D’Ascanio che con la sua abilità progettistica e rivoluzionaria visione creativa sintetizza in uno scooter – la Vespa – un vero “miracolo italiano”. Un progetto ambizioso, ma molto difficile da realizzare. Ad osteggiarlo il banchiere Rocchi-Battaglia che per impossessarsi della fabbrica di Piaggio non si farà scrupoli a colpire basso, prendendo di mira famiglia e affetti del suo avversario. Ma la storia non racconta solo il mondo in fermento della fabbrica Piaggio, ma anche i sentimenti, gli amori e le amicizie che hanno legato tutti coloro che hanno partecipato e reso possibile la realizzazione di quel grandioso progetto. Enrico ha anche un’altra fondamentale intuizione, quella di affidare al cinema il compito di trasformare quel piccolo mezzo di trasporto in un immortale sogno di libertà e troverà in Suso, la sua fidata segretaria, la persona giusta per rendere indelebile il marchio Piaggio.
“Enrico Piaggio. Un sogno italiano”, è una coproduzione Rai Fiction – Moviheart, per la regia di Umberto Marino. Con Alessio Boni nei panni di Enrico Piaggio, Enrica Pintore in quelli della moglie Paola, Beatrice Grannò nelle vesti di Suso e con Francesco Pannofino nel ruolo di Rocchi-Battaglia e con la partecipazione  straordinaria di Violante Placido nel ruolo di Livia Rivelli. Il soggetto è di Roberto Jannone e Francesco Massaro che firmano anche la sceneggiatura insieme a Franco Bernini.
Redazione

CS_#RAI1 08 NOV 2019, 21:25 “Tale e Quale Show” Finalissima con Proietti e Castellitto


(none)
Il nono appuntamento con “Tale e Quale Show”, il varietà di punta di Rai1 condotto da Carlo Conti e prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy, decreterà il vincitore del torneo dei campioni: l’appuntamento è per domani, venerdì 8 novembre, in diretta dalle 21.25 dagli studi televisivi “Fabrizio Frizzi” di Roma. Al termine della serata ci sarà il “Campione di Tale e Quale Show 2019”. A contendersi l’ambito titolo, i 12 artisti pronti a giocarsi le carte a disposizione per conquistare gli ultimi punti in palio. Come sempre, saranno chiamati a “entrare” nei panni dei grandi big della musica nazionale e internazionale, cantando in diretta e con voce dal vivo. Sarà una puntata adrenalinica: la classifica generale parla di una distanza davvero minima tra i vari “contendenti”. In prima posizione c’è Antonio Mezzancella, seguito da Lidia Schillaci (vincitrice venerdì scorso grazie a un’eccellente interpretazione di Edith Piaf), Francesco Monte, Roberta Bonanno, Agostino Penna, Alessandra Drusian, Jessica Morlacchi, Giovanni Vernia, Davide de Marinis, Tiziana Rivale, Vladimir Luxuria e Massimo Di Cataldo.
Inoltre, i punti che saranno “distribuiti” nel corso della puntata saranno ancora di più: infatti, ai tre giurati fissi Loretta Goggi, Giorgio Panariello e Vincenzo Salemme si aggiungono, in veste di giudici d’eccezione, due tra i più grandi attori italiani: Gigi Proietti (già in passato giudice del programma) e Sergio Castellitto. Ecco in quali star dovranno immedesimarsi i 12 protagonisti: Agostino Penna sarà Andrea Bocelli, Francesco Monte se la vedrà con John Legend, Davide de Marinis ricorderà il rock and roll di Little Tony, Lidia Schillaci renderà omaggio a “The Voice” Whitney Houston, Jessica Morlacchi si metterà nei panni di Mariah Carey, Tiziana Rivale sarà Agnetha Fältskog degli Abba, Antonio Mezzancella si trasformerà in Marco Mengoni, Massimo Di Cataldo si immedesimerà in Johnny Dorelli, Giovanni Vernia onorerà il genio di Prince, Roberta Bonanno farà rivivere il “reuccio” Claudio Villa, Alessandra Drusian imiterà Marcella Bella e Vladimir Luxuria avrà le sembianze di Alberto Camerini. Il campionissimo si aggiudicherà, oltre a una targa, 30mila euro che donerà a una Onlus benefica (in caso di ex aequo la cifra sarà divisa per i due o più artisti a pari merito).
Il 22 novembre per il decimo e ultimo appuntamento con il varietà andrà in onda una puntata speciale di “Tali e Quali”, che vedrà sul palco i migliori imitatori “non professionisti”, scelti tra tutti quelli che hanno inviato i loro video al sito o alla redazione del programma. Si esibiranno 12 “eccellenze” che, sempre dal vivo e davanti a una super-giuria, lotteranno con le loro imitazioni di cantanti famosi per conquistare il titolo di “Tali e Quali – Campione 2019”.

“Tale e Quale Show” è su Facebook e Twitter con l’hashtag #taleequaleshow. Il sito ufficiale è http://www.taleequaleshow.rai.it

Redazione

CS_Il 7 dicembre in diretta dall’Unipol Arena di Bologna la serata finale della 62esima edizione dello “ZECCHINO D’ORO”, in prima serata su Rai 1 con la conduzione di Carlo Conti e Antonella Clerici!


ZECCHINO D_ORO_LOGO_ORIZZONTALE_CMYK (002)

IL 7 DICEMBRE IN DIRETTA

DALL’ UNIPOL ARENA DI BOLOGNA

LA SERATA FINALE DELLA 62esima EDIZIONE DELLO

 “ZECCHINO D’ORO”

il più importante festival delle canzoni per bambini in Italia!

 

IN PRIMA SERATA SU RAI 1

CON LA CONDUZIONE DI CARLO CONTI E ANTONELLA CLERICI

 

Sarà l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BOad ospitare la serata finale della 62esima edizione dello ZECCHINO D’ORO che si terrà il 7 dicembre e che andrà in onda in prima serata in diretta su Rai 1, con la conduzione di Carlo Conti e Antonella Clerici, la direzione musicale del Maestro Peppe Vessicchio, il Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni e la regia di Maurizio Pagnussat.

Le puntate del 4, 5 e 6 dicembre si svolgeranno, come da tradizione, dagli studi televisivi dell’Antoniano di Bologna, e il pubblico sarà formato esclusivamente da bambine e bambini dai 6 ai 13 anni; la puntata finale di sabato 7 dicembre in diretta dall’Unipol Arena è invece aperta ad un pubblico di ogni età, il cui ingresso è gratuito e vincolato alla richiesta di un biglietto omaggio: per riceverlo via mail è sufficiente compilare il form on line su www.zecchinodoro.org/biglietteria

Il 62° Zecchino d’Oro sostiene la campagna “Operazione Pane”, che sarà promossa tra novembre e dicembre 2019 al fine di sostenere 15 mense francescane garantendo 150mila pasti da gennaio a dicembre 2020.

Redazione

CS_RAI 1 05 NOV 2019, 21:25 “La nostra terra” con Stefano Accorsi e Sergio Rubini…Una cooperativa su terreni confiscati alle mafie|


(none)

La nostra terra” è il titolo del film che Rai1 propone oggi, martedì 5 novembre, alle 21.25. La pellicola, con Stefano Accorsi, Sergio Rubini, Iaia Forte, Nicola Rignanese, per la regia di  Giulio Manfredonia, racconta le vicende di Cosimo Bonavita che nel 1967 è costretto a vendere ai mafiosi della famiglia Sansone il suo podere, ma resta lì come fattore. Nel 1998, Nicola Sansone viene arrestato ed il podere confiscato, ma Cosimo rimane a lavorarlo abusivamente.
Quando la terra viene assegnata ad una cooperativa, la gestione è affidata a Filippo, competente in leggi e regolamenti, ma senza esperienza pratica. Dovrà aiutare due giovani del luogo, Salvo e Rossana, ma gli inizi sono sconfortanti.

 

Redazione