Rai1

CS_”Una Voce per Padre Pio”, storie umane, esperienze di devozione e di fede


Mara Venier in diretta da Pietrelcina

(none)

Da Piazza Santissima Annunziata di Pietrelcina (BN), sabato 25 giugno in prima serata, dalle 21.35, su Rai 1 andrà in onda “Una Voce per Padre Pio”. Alla conduzione ci sarà Mara Venier. Speranza, rinascita e gioia saranno i valori più significativi di questo appuntamento televisivo. La trasmissione, infatti, sarà nuovamente ambientata a Pietrelcina, nella sua storica cornice, borgo natio del Frate, set suggestivo e abituale. L’edizione 2022 di ‘Una Voce per Padre Pio riunirà grandi nomi del mondo della musica e dello spettacolo: Al Bano, Orietta Berti, Matteo Bocelli, Riccardo Cocciante, Giuseppe Fiorello, Matia Bazar, Ricchi e Poveri, Shel Shapiro. L’Orchestra “Suoni del Sud” sarà diretta dal maestro Alterisio Paoletti. Non mancheranno momenti di riflessione con le testimonianze sulla vita e le opere di Padre Pio con il frate cappuccino Nazario Vasciarelli e monsignor Dario Edoardo Viganò. Il Professore Guido Oppido dell’ospedale Monaldi di Napoli accompagnerà la piccola Mahewa operata nel suo reparto. Ci sarà il Professore Ciro Lucio Vigliaroli esperto in Otorinolaringoiatria che ha operato il piccolo Paul Marie bimbo ivoriano. La professoressa Concetta Stramacchia, dirigente dell’Istituto Comprensivo Statale “88° E. De Filippo” di Napoli. Enzo Palumbo e il Professor Giulio Basoccu parleranno del futuro dell’associazioni e dei nuovi progetti e collaborazioni. Nato da un’idea di Enzo Palumbo, il programma da 23 anni racconta storie umane, esperienze di devozione e di fede che rimandano all’insegnamento di Padre Pio: dare sollievo alla sofferenza umana. Una Voce per Padre Pio è soprattutto solidarietà, quest’anno più che mai. Al programma è come sempre abbinata una campagna di raccolta fondi, sostenuta da Rai per il Sociale, a supporto dei progetti di “Una Voce Per Padre Pio Onlus”. Componendo il numero di sms solidale 45531 fino all’11 luglio si potrà sostenere l’associazione donando 2 euro con un sms da cellulare Wind3, Tim, Vodafone, Iliad, Postemobile, Coopvoce e Tiscali oppure 5 euro con una chiamata da Rete Fissa, Twt, Convergenze e Postemobile e, infine, da 5 a 10 euro da rete fissa Tim, Vodafone, Wind3, Fastweb, Tiscali. “Una Voce per Padre Pio Onlus” sostiene “OBIETTIVO ITALIA” che vede al suo attivo: “Aggiungi un Posto a Tavola” progetto di donazione di beni di prima necessità a famiglie indigenti di Puglia e Campania; “Fratello Studio Sorella Scuola”, che opera nei quartieri disagiati di Napoli (Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio); “Tendere la Mano”, offre contributi per pagamento di affitti e utenze e acquisto di beni di prima necessità a famiglie con gravi situazioni di indigenza. Si è aggiunto quest’anno Progetto “Secondo Cuore”, in partenariato con “L’Associazione Secondo Cuore” ed in collaborazione con il Prof. Giulio Basoccu, che prevede sostegno economico, logistico, ma anche interventi chirurgici alle donne vittime di violenza, oltre che psicologica, anche fisica. E come dimenticare gli anziani con il “Progetto Uniti per le Nostre Radici”. E, inoltre, promuove e supporta da anni “OBIETTIVO AFRICA” di cui ricordiamo le tre Opere Attive attualmente: “Maison Padre Pio”, Casa Famiglia che ospita n. 34 bambini dai 3 ai 13 anni in condizioni di pieno convitto; “Les Anges de Padre Pio”, orfanotrofio che ospita 80 infanti abbandonati dagli 0 ai 3 anni, sottraendoli a morte certa; “Les Anges Padre Pio II”, struttura di accoglienza che ospita in regime di pieno convitto n. 40 minori diversamente abili, altrimenti abbandonati a loro sessi. La regia è di Maurizio Pagnussat. 

Redazione

CS_Carlo Conti presenta “Top Dieci”


Il programma che gioca sui gusti e sui costumi degli italiani 

(none)

Dopo gli ottimi risultati della passata edizione, venerdì 24 giugno su Rai 1 alle 21.25, torna “Top Dieci”, programma di intrattenimento in sei puntate con Carlo Conti in veste di padrone di casa. La trasmissione vuole giocare con leggerezza sui gusti e i costumi degli italiani, nel segno dell’intrattenimento, ma anche, della memoria e dell’attualità. Nel corso di ogni appuntamento due squadre composte ognuna da tre personaggi noti, si sfideranno su classifiche di ogni genere. Sarà loro compito riempire tutte le posizioni di diverse “hit parade” legate alla cultura pop d’Italia: dalla musica allo sport, dall’attualità al cinema, dalla tv agli usi e costumi del nostro Paese.
Quali sono i dieci dischi più venduti nel 1988? E le dieci parole più cercate su Internet dagli italiani nel 2019? O ancora, i dieci nomi preferiti dai genitori nel 1960? “Top Dieci” sarà un’occasione divertente per scoprire curiosità del passato e del presente del nostro Paese, nel segno dell’allegria.

Redazione

CS_”Via delle storie”


Tra i borghi da salvare

(none)

Questa settimana il viaggio di “Via delle storie” farà conoscere alcuni dei borghi più sorprendenti del nostro paese, luoghi di straordinario fascino ma ormai abbandonati, come Pentidattilo, paese minuscolo della Calabria a pochi passi dal mare, o Pennapiedimonte, la Matera d’Abruzzo. Nella puntata in onda il 6 giugno intorno alle 23.20 su Rai 1 si racconterà la storia dei loro abitanti, di scelte radicali: l’eremita che vive in una valle incontaminata e chi, invece, ha deciso di abitare in un paesino senza servizi per salvarlo dall’abbandono.
Nella trasmissione anche il sindaco di Montalto delle Marche, che amministra uno dei borghi a cui andranno i fondi del Pnrr destinati ai progetti di rigenerazione in chiave culturale e turistica per assicurare nuova vita a luoghi come questi, e Claudio Caprara, giornalista de Il Post che ha una rubrica che si occupa dei luoghi più piccoli e dimenticati d’Italia. Conduce Giorgia Cardinaletti.

CS_RAI 1 La “Domenica In” di Mara Venier


Tra gli ospiti Renato Zero e Roberto Saviano

(none)

Nuovo appuntamento domenica 29 maggio alle 14.00 con “Domenica In”, il programma di Rai 1 condotto da Mara Venier, in diretta dagli Studi “Fabrizio Frizzi” di Roma. Tra i tanti ospiti, Renato Zero è in studio per presentare il suo nuovo progetto discografico “Atto di Fede”, contenente un libro e due cd, ripercorre la lunga e intensa carriera. Tiziana Giardoni, moglie del batterista Stefano D’Orazio dei Pooh scomparso il 6 novembre 2020, ricorda la loro grande storia d’amore, mentre Red Canzian interviene per cantare un inedito duetto virtuale con Stefano D’Orazio sulle note del brano “Se c’è un posto nel tuo cuore”. Lo scrittore Roberto Saviano presenta il suo ultimo romanzo “Solo è il coraggio – Giovanni Falcone”, dedicato al magistrato ucciso con la moglie e la scorta nella strage di Capaci trent’ anni fa. Lino Banfi e Ronn Moss intervengono per parlare del nuovo film che li vede protagonisti “Viaggio a sorpresa – Surprise trip”, per la regia di Roberto Baeli, in uscita al cinema dall’ 8 giugno.
Spazio alla musica con Jerry Calà e la sua band, che si esibirà in un medley di canzoni di successo oltre a presentare il suo nuovo cd “Professione entertainer”, contenente venti brani tutti da ascoltare e ballare la prossima estate.

redazione

CS_”Il traditore”


Il film pluripremiato di Marco Bellocchio con Pierfrancesco Favino

(none)

È Pierfrancesco Favino il protagonista del film drammatico “Il traditore”, per la regia di Marco Bellocchio, in onda mercoledì 25 maggio alle 21.25 su Rai 1.  Nella Sicilia dei primi anni ‘80 è in corso una guerra tra le cosche mafiose per il controllo sul traffico della droga. Il boss Tommaso Buscetta fugge in Brasile per nascondersi e, da lontano, assiste impotente all’omicidio dei suoi due figli e del fratello a Palermo. Dopo l’arresto da parte delle autorità brasiliane, il criminale viene estradato in Italia. Tornato in patria, Buscetta prende una decisione epocale, che permetterà di fare luce sulla struttura interna di cosa nostra, sulle sue regole e sul suo funzionamento: incontrare il magistrato Giovanni Falcone e collaborare con la giustizia. La pellicola, che vede nel cast anche Maria Fernanda Cândido, Fabrizio Ferracane, Luigi Lo Cascio e Fausto Russo Alesi ha ottenuto molti premi. Nel 2019, Nastri D’Argento come Miglior Film, Miglior Regista, Miglior Sceneggiatura, Miglior Attore Protagonista, Miglior Attore non Protagonista, Miglior Montaggio, Miglior Colonna Sonora; e Globo D’Oro come Miglior Film, Miglior Colonna Sonora. Nel 2020 David di Donatello come Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Sceneggiatura originale, Miglior attore protagonista, Miglior attore non protagonista, Miglior montatore; e Globo D’Oro come Miglior Fotografia, Miglior Montaggio, Ciak D’Oro Classic, Superciak D’Oro.

CS_”Solo per passione”


Una vita combattuta in trincea

(none)

Letizia Battaglia ci ha lasciato improvvisamente il 13 aprile di quest’anno. È stata una delle più grandi fotografe del nostro tempo. Le sue foto in bianco e nero hanno raccontato il lungo calvario di Palermo assediata dalla mafia, la terribile mattanza durante la quale Cosa Nostra ha ucciso poliziotti, magistrati, cittadini inermi, nel corso del trentennio più efferato della nostra storia repubblicana. Pochi sanno che questa grande testimone del nostro tempo ha avuto anche una biografia eccezionalmente drammatica, da bambina, da giovane, e poi da adulta, e che la sua esistenza audace e anticonformista racconta in modo potente le grandi lotte delle donne nel secolo scorso per conquistare dignità e libertà. Una vita affascinante, avventurosa, sbalorditiva. Una vita combattuta in trincea, in una realtà professionale da sempre maschile come quella dei fotoreporter di cronaca in quegli anni. Unica donna tra colleghi uomini, Letizia riesce a imporre uno sguardo di pietà e di bellezza, facendo della fotografia un’arma per cambiare il mondo. D’intesa con Letizia e con la sua collaborazione, Roberto Andò ha deciso di far diventare questa vicenda umana e professionale fuori dal comune un racconto televisivo che andrà in onda il 22 e 23 maggio su Rai 1, e anche in boxset su RaiPlay da domenica 22 maggio in occasione del trentesimo anniversario della morte di Giovanni Falcone, Giornata della Legalità. Nella miniserie, inquadrati dal suo obiettivo, sfilano mafiosi, povera gente, bambine, grandi personaggi della nostra storia civile e culturale, come lo stesso Falcone, Leonardo Sciascia, Pier Paolo Pasolini.

redazione

“L’Eredità-Una sera insieme”


In prima serata una puntata speciale con Flavio Insinna

(none)

L’Eredità, il game show condotto da Flavio Insinna e prodotto in collaborazione con Banijay Italia, torna su Rai Uno con una nuova prima serata sabato 21 maggio, una puntata all’insegna della beneficenza, “L’Eredità — Una sera insieme”.
Sono sette i concorrenti speciali, appartenenti del mondo della televisione e della musica, Arisa, Nino Frassica, Vanessa Gravina, Nathalìe Guetta, Francesco Paolantoni, Pierpaolo Spollon e Iva Zanicchi che giocheranno e si sfideranno per conquistare il montepremi finale. L’eventuale vincita sarà interamente devoluta in beneficenza.
Ospiti della serata e protagonisti dell’imperdibile scossa Loretta Goggi e Christian De Sica. Uno show di prima serata pieno di sorprese e colpi di scena che vanno ad unirsi agli ingredienti che quotidianamente contribuiscono a rendere il programma un appuntamento fisso per tanti italiani. Una puntata speciale ricca di giochi avvincenti, fra cui, naturalmente, l’irrinunciabile Ghigliottina. Un’occasione per proporre al pubblico di Rai Uno una serata fatta di sorrisi e di emozioni, ma anche una testimonianza di sostegno.

redazione

CS_Finalissima di The Band


Con Carlo Conti e la giuria composta da Carlo Verdone, Gianna Nannini e Asia Argento

(none)

Tutto pronto per la quinta e ultima puntata di “The Band”, il talent in onda venerdì 20 maggio alle 21.25 su Rai 1. Al fianco di Carlo Conti c’è la giuria formata da Carlo Verdone, Gianna Nannini e Asia Argento. Chi vincerà il titolo di band dell’Anno? Gli accoppiamenti sono: Giusy Ferreri-Cherry Bombs, Irene Grandi-N’ice Cream, Dolcenera-Anxia Lytics, Federico Zampaglione-JF Band, Marco Masini-Mons, Francesco Sarcina-Living Dolls, Rocco Tanica-Achtung Babies, Enrico Nigiotti-Isoladellerose. La classifica è molto corta e nulla è ancora deciso. Novità di quest’ultimo appuntamento: i tutor “si metteranno in gioco” e duetteranno con le proprie band. Alcune, oltre a interpretare i grandi successi della musica nazionale e internazionale assegnati dai tutor, presenteranno anche un loro brano originale, in alcuni casi scritto appositamente per il programma. In più, oltre alla proclamazione della band dell’anno, tra tutti i componenti dei gruppi che hanno partecipato al programma saranno individuati i migliori musicisti e vocalist, che saranno riuniti in una “band Ideale” di talenti, con un loro originale omaggio a Gianna Nannini. Un’altra novità riguarda la votazione: il voto dei giudici e dei tutor dovrà comprendere, non solo la valutazione delle esibizioni della serata, ma anche quella dell’intero cammino delle band dall’inizio dell’avventura, i loro progressi e il percorso migliore. La quarta puntata è stata vinta dalle Cherry Bombs, che hanno interpretato Beautiful di Christina Aguilera. Al secondo posto, a pari punti, lsoladellerose con La canzone dell’amore perduto di Fabrizio De André e Band con Perché no di Lucio Battisti. I Boiler (Federico Basso e Davide Paniate) intratterranno simpaticamente il pubblico nelle vesti di improbabili giornalisti. Dal teatro Verdi di Montecatini Terme ci si sposta a Roma per la finalissima, all’interno del Palastudio dei Cinecittà Studios, lo stesso che ha ospitato la premiazione dei David di Donatello 2022.

redazione

CS_”Nero a metà”, ultimo episodio


Con Claudio Amendola e Miguel Gobbo Diaz

(none)

Lunedì 9 maggio alle 21.25 su Rai 1 va in onda il sesto e ultimo appuntamento con la fiction “Nero a metà”, interpretata da Claudio Amendola, Miguel Gobbo Diaz, Fortunato Cerlino, Rosa Diletta Rossi, Alessandro Sperduti, Margherita Vicario. Mentre Spartaco individua il luogo dove gli uomini di Pugliani smistano la droga, Carlo riesce finalmente a trovare Maryam, la figlia di Suleyman, e la porta in salvo: le promette che le riporterà sua madre. La Polizia, intanto, cerca l’assassino di un giornalista che stava indagando su delle risse organizzate da gruppi di giovani. Tra Bragadin e la Cori pare tutto sistemato, ma una scoperta casuale mette la donna in difficoltà. Carlo rivede Cristina per finalizzare il divorzio, eppure non ne sembra contento; dal canto suo, Alba è sempre più sospettosa verso Federico…. La situazione precipita, ma alla fine è proprio grazie ad Alba che la squadra ha l’occasione d’oro per catturare Pugliani. Stanca di aspettare la madre, Maryam scappa e le chance di ritrovare lei e gli altri bambini sfruttati, prima che vengano fatti sparire, diminuiscono di ora in ora…

redazione

CS_”Rinascere”, la storia di Manuel Bortuzzo diventa fiction


Nel cast Alessio Boni e Giancarlo Commare per la regia di Umberto Marino

(none)

Una storia vera e contemporanea, questo è “Rinascere”, il film tv coprodotto da Rai Fiction e Moviheart con Alessio Boni e Giancarlo Commare per la regia di Umberto Marino tratto dall’omonimo libro di Manuel Bortuzzo, in onda domenica 8 maggio in prima serata alle 21.25 su Rai 1. Una drammatica vicenda di cronaca che si rivela, giorno dopo giorno, capace di portare un messaggio di speranza.
Tutti ricordano il nome di Manuel Bortuzzo. Una promessa del nuoto italiano, certo, ma non sono i meriti sportivi a renderlo “famoso” di una fama della quale avrebbe volentieri fatto a meno. 
Il 2 febbraio 2019, mentre si trova insieme alla fidanzata Martina, Manuel rimane vittima innocente e inconsapevole di un regolamento di conti fra delinquenti. Due colpi di pistola indirizzati alla persona sbagliata. Non era lui il bersaglio. La corsa in ospedale e la diagnosi: lesione midollare completa. Una notizia terribile, Manuel non potrà più usare le gambe, ma se il proiettile lo avesse colpito dodici millimetri più in basso, avrebbe leso l’arteria addominale e in ospedale non ci sarebbe nemmeno arrivato. Il giovane finisce su una sedia a rotelle. La sua carriera sembra finita e il sogno di partecipare alle Olimpiadi svanito per sempre. Per non abbattere parenti e amici Manuel si fa forza, ma piange quando è solo.
È per raccontare il percorso dalla disperazione alla speranza che scrive “Rinascere”.  Perché all’indomani di quei due colpi di pistola niente è più come prima. Manuel allontana anche Martina, accettando solo il sostegno del padre e di Alfonso, un ragazzo conosciuto in clinica riabilitativa. Alfonso è simpatico, solare, coinvolgente, nonché un vero esperto di carrozzina; in pochi giorni diventa un nuovo amico, uno che lo può capire veramente. Inoltre, grazie ai social, Manuel conosce Davide, un medico che ha subito la sua stessa lesione eppure è in piedi, sulle sue gambe. Davide si trasforma in un mentore, gli fa ripetere alcune indagini e, attraverso una risonanza magnetica, scopre che un piccolo filamento midollare non è stato compromesso. Dopo la sofferenza, lo sconforto, la rabbia, il giovane atleta trova dentro di sé la forza di andare avanti e di rinascere. Cerca nuove sfide, trova nuovi interessi. Studia musica, partecipa a molti incontri, soprattutto con i giovani, per parlare dei problemi della disabilità. In questo lungo percorso per riappropriarsi della sua vita impara a conoscersi meglio, scoprendo di essere cambiato. Ma un sogno è rimasto per il prossimo futuro, poter riprendere a camminare e ballare ancora una volta con il suo amore.

Redazione