Rai2

18/03/2019 su RAI2 “Made in Sud” Terzo appuntamento per il varietà comico condotto da Stefano De Martino e Fatima Trotta


(none)

Lunedì 18 marzo alle 21.20 su Rai2, terzo appuntamento con “Made in sud”, lo show comico prodotto in collaborazione con Tunnel Produzioni: un varietà ricco di comicità, musica e divertimento che, in diretta dagli studi Rai di Napoli, continua a conquistare il pubblico grazie alla brillante conduzione di Stefano De Martino e Fatima Trotta, i siparietti di Biagio Izzo e Elisabetta Gregoraci, e le numerose e divertenti gag dei comici che si avvicendano ogni lunedì sul palco. La scorsa settimana, lo share della seconda puntata ha confermato l’ottimo risultato dell’esordio registrando il 9.6 e salendo al 18.8 tra i ragazzi tra gli 8 e i 14 anni, in particolare tra il pubblico femminile dove, in quel target, ha segnato il 20.4.

Anche per questa settimana attesa una allegra maratona di comicità: con ironia i comici del nutrito cast proveranno a convincere  Stefano De Martino a mostrare i suoi addominali. Tra le musiche di Frank Carpentieri e le traduzioni in italiano dei termini napoletani a cura  del professore Enzo Fischetti, non mancheranno gli sketch dei tanti personaggi del programma come “Salvatore l’Umile”  ovvero Mariano Bruno, la coppia di “Ungrassed”  Rosaria e Peppe, i confronti generazionali padre/figlio di Francesco Paolantoni e Antonio D’Ausilio, i monologhi di Paolo Caiazzo e quelli di Ciro Giustiniani, le incursioni dal pubblico di Peppe Iodice, i racconti dell’escort Delio e i suoi incontri “Vip”, ovvero Francesco Albanese, e le vicende del simpatico condominio di “Tra-Sit” con I Ditelo Voi.

Tra i comici in scena ci saranno anche la “Signora Olga” di Max Cavallari, “l’amico degli animali” Mino Abbacuccio, gli Arteteca , Nello Iorio, Maria Bolignano, Luisa Esposito e Floriana De Martino, Manu e Luca,  Ettore Massa, Marco Capretti, Tommy Terrafino, Matranga e Minafò, Enzo e Sal, Gino Fastidio, Emiliano Morana , Roxi Colace, Feliciana Tufano e i Radio Rocket. Il tutto condito dai momenti coreografici firmati da Fabrizio Mainini.

 Redazione

 

17_MAR_2019, 21:20 SU #RAI2 The Good Doctor “Questione di cuore”


(none)

Nuovo doppio appuntamento con “The Good Doctor” il medico più giovane della Tv, domenica 17 marzo alle 21.20 su Rai2.

Nel primo episodio dal titolo “Questione di cuore”,  Shaun, Morgan e la Dottoressa Lim sono alle prese con una paziente autistica che presenta un’anomalia a livello cerebrale, mentre il dottor Melendez, Claire e il Dottor Park hanno difficoltà a districarsi in una situazione delicata che riguarda una paziente con un cuore artificiale. Nel frattempo, Shaun fa del tutto per cercare di aiutare il Dottor Glassman.
Nel secondo episodio intitolato “Volti”, un tremendo incidente d’auto causa la morte cerebrale di Karin, 14 anni. Molly, che due anni prima si è sfigurata il viso giocando con la pistola del padre, ha come unica speranza di una vita quasi normale un trapianto facciale. Una difficile sfida per Andrews e i chirurghi del San Jose St. Bonaventure Hospital. Nel frattempo, Glassman, per superare gli effetti collaterali della chemioterapia, fa uso di marijuana terapeutica. Shaun, incuriosito, decide di provarla per veder se ha un effetto positivo sul suo autismo.

Redazione

#RAI2 “MADE IN SUD” NOVITA’ E SORPRESE per la seconda puntata


(none)
Dopo il grande successo della prima puntata, la comicità targata “Made in Sud” torna protagonista su Rai2 lunedì 11 marzo, dalle 21.20.
 
Condotto da Stefano De Martino e Fatima Trotta, con le incursioni del “controllore” Biagio Izzo e la partecipazione di Elisabetta Gregoraci, il celebre show, prodotto da Rai2 in collaborazione con Tunnel Produzioni, al suo esordio ha registrato un ottimo risultato, in particolare tra i giovanissimi: uno share del 9.3% con punte del 13.15%, che nella fascia tra gli 8 e i 14 anni è stato del 15.5%, raggiungendo il 17% tra il pubblico maschile di quel target.
Anche per il secondo appuntamento, confermata la formula che vede la comicità abbinata a momenti di varietà con protagonisti i conduttori Stefano e Fatima, e arricchita da nuove gag e tante sorprese. Una maratona di divertimento che vedrà alternarsi sul palco ben 40 comici, a partire da un fuori classe della risata “made in sud”, come Francesco Paolantoni, che tornerà a vestire i panni di un padre poco “moderno”, al fianco del giovane comico – il “figlio” – Antonio D’Ausilio.  In un susseguirsi di sketch e monologhi, si vedranno in scena: I Ditelo Voi nella nuova veste de “I chirurghi”; la signora Olga alias Max Cavallari; l’amico degli animali Mino Abbacuccio; il ballerino “Roberto Bollicine” Mariano Bruno; Gli Arteteca con “la piccola Sara”; l’escort Delio ovvero Francesco Albanese; e poi ancora Peppe Iodice, Simone Schettino, Ciro Giustiniani, Paolo Caiazzo, Nello Iorio, Enzo Fischetti, Peppe Laurato e Rosaria Miele, Maria Bolignano, Luisa Esposito e Floriana De Martino nei panni di “Scianel e Patrizia”,  Ettore Massa, Marco Capretti, Tommy Terrafino, Matranga e Minafò, Enzo e Sal, Gino Fastidio, Feliciana Tufano e Emiliano Morana. In scena anche una nuova generazione di talenti come Manu e Luca, Roxi Colace nei panni di Pinkie l’influencer e poi i Radio Rocket.
Il tutto condito dalla musica firmata Frank Carpentieri che come sempre farà ballare la platea, insieme alle voci dei Sud 58, e i momenti coreografici firmati da Fabrizio Mainini.

Redazione

06 MAR 2019, 23:35 #RAI2 “Mine Vaganti” Un supercast tutto italiano per il film di Ferzan Ozpetek in seconda serata


(none)

Rai2 ripropone mercoledì 6 marzo alle 23.35 il film di Ferzan Ozpetek “Mine vaganti” con Riccardo Scamarcio, Nicole Grimaudo, Alessandro Preziosi, Lunetta Savino, Ennio Fantastichini, Elena Sofia Ricci e Ilaria Occhini.  Stefania e Vincenzo aspettano con ansia il ritorno del figlio Tommaso. Anche zia Luciana, la nonna, sua sorella Elena e Alba, l’amica di sempre, non vedono l’ora di rivederlo. E tutti coltivano in segreto la speranza che Tommaso accetti di affiancare suo fratello Antonio nella gestione del pastificio di famiglia. Nessuno, però, ha fatto i conti con il destino e anche per questo Tommaso si troverà a rimanere a casa dei suoi genitori più a lungo di quanto aveva previsto.

Redazione

#RAI2 “Il Collegio”, quarta puntata: le espulsioni non piegano gli insofferenti alle regole


(none)

Si rafforza la disciplina all’interno de “Il Collegio”, in onda domani, martedì 5 marzo, alle 21.20 su Rai2 con la quarta puntata. Nemmeno le espulsioni di Evan e Michael infatti, sembrano aver guarito l’allergia alle regole degli studenti più turbolenti.

La settimana precedente, infatti, le rimostranze dei ragazzi avevano persuaso il Preside a concedere loro fiducia, con un’apertura insperata e progressista: l’autogestione. Ma le mancanze di alcuni, sorpresi a telefonare senza permesso, avevano convinto presto i docenti a mettere fine a questa avventura, e a inasprire le regole dell’istituto.

La quarta settimana inizia con una gita: per l’occasione il Preside invita ancora una volta gli studenti a tenere un comportamento adeguato, in modo che tutti possano partecipare e tornare rinvigoriti e pronti a studiare per l’esame che si avvicina. Un buon consiglio, ignorato però da alcuni dei ragazzi.

Le punizioni, i discorsi motivazionali del professor Maggi e persino la promessa di una pizza, inatti, faticano a far breccia nell’animo ribelle dei ragazzi. L’arte e la letteratura a tratti emozionano la classe, ma la geografia provoca in qualcuno reazioni di odio smisurato e le ore di matematica sono per altri l’occasione per tirar fuori il peggio di sé, arrivando persino a mancare di rispetto all’insegnante.

Riuscirà la severa disciplina del 1968 a mettere in riga questo gruppo di moderni adolescenti così insofferente alle regole?

Arrivato alla penultima puntata della terza stagione, il programma, realizzato in collaborazione con Magnolia (Banijay Group), continua a conquistare il pubblico e in particolare quello dei più giovani. Con 2milioni 300mila spettatori, pari al 10% di share, la terza puntata ha registrato un picco del 14,31%, ottenendo il risultato più alto mai raggiunto sul target 8-14 anni: il 41,4%, valore che sale al 49,3% tra le ragazze, con, in più, il primo posto nei trend topic di Twitter in Italia e il settimo posto nella classifica mondiale.

Redazione

 

IL COLLEGIO – 3° edizione

A fare da voce narrante del programma ancora una volta il conduttore Giancarlo Magalli, che racconta la vita degli studenti all’interno del collegio e la loro esperienza educativa di formazione e di relazioni, molto diversa e lontana dalla loro realtà quotidiana. Al termine del percorso gli alunni saranno chiamati a sostenere l’esame per l’ottenimento della licenza media di fronte alla commissione costituita dai loro insegnanti.

Ad accompagnarli e guidarli in questa esperienza, oltre al preside, 7 professori e due sorveglianti, che devono far rispettare le ferree regole comportamentali e disciplinari di quell’epoca. La disciplina, infatti, rappresenta il punto focale del programma e un importante scarto tra il sistema educativo e scolastico attuale e quello degli anni ’60.

Quest’anno inoltre, nel tentativo di arginare la voglia di rivoluzione che nel ‘68 ha agitato i giovani, il collegio è diventato ancora più severo. Come raccoglieranno e reinterpreteranno lo spirito del ‘68 gli adolescenti del 2018, cresciuti con più tecnologia che ideologia? Riusciranno le idee di rivolta che hanno cambiato il mondo a varcare le mura del severo Convitto di Celana?

 

04 MAR 2019, 21:20 #RAI2 “Made in sud” Torna lo show comico condotto da Stefano De Martino e Fatima Trotta


(none)

Torna su Rai2 la comicità “Made in sud”. Il celebre show comico, prodotto in collaborazione con Tunnel Produzioni, andrà in onda dal 4 marzo alle 21.20 con tante novità, a partire dalla conduzione, affidata a Stefano De Martino al suo debutto al fianco di Fatima Trotta. Il programma vedrà la partecipazione straordinaria di Elisabetta Gregoraci e di Biagio Izzo. Nato e cresciuto tra il Vesuvio e il mare, Stefano De Martino sarà, accanto alla “veterana” Fatima Trotta, il padrone di casa dello show che per sette puntate andrà in diretta dall’Auditorium del Centro di Produzione TV di Napoli, con la regia di Sergio Colabona. Nuova anche la sigla e rinnovato l’impianto scenico.
Sul palco si alterneranno comici già affermati accanto ad artisti al loro esordio in tv, provenienti non solo dalle aree del Sud Italia. Fra gli altri, Mino Abbacuccio, gli Arteteca, Mariano Bruno, Paolo Caiazzo, i Ditelo Voi, Enzo e Sal, Gino Fastidio, Ciro Giustiniani, Simone Schettino, Antonio D’Ausilio, Peppe Laurato e Rosaria Miele, Francesco Albanese, Peppe Iodice, Francesco Paolantoni, Max Cavallari.

Il cast sarà arricchito da un corpo di ballo di otto elementi diretto dal coreografo Fabrizio Mainini, mentre i contrappunti musicali dalla console, che daranno ritmo all’intera serata e ai comici, saranno, come da tradizione, a cura di Frank Carpentieri.

Realizzato nel CPTv Rai di Napoli, prodotto in collaborazione con la Tunnel produzioni, “Made in Sud” è un programma di Nando Mormone e Paolo Mariconda, scritto con Francesco Albanese, Gian Luca Belardi, Riccardo Cassini e Ciro Cerruti. A cura di Cristina Ambrosi, produttore esecutivo Corrado Pacetti, scenografia di Alida Cappellini Giovanni Licheri, regia di Sergio Colabona.

Redazione

#RAI2: LUCCI INCONTRA FUNARI |La rete rende omaggio ad un rivoluzionario del piccolo schermo


(none)

Con Enrico Lucci, Rai2 rende omaggio ad un rivoluzionario del piccolo schermo, Gianfranco Funari nello special “Lucci incontra Funari” in onda lunedì 25 febbraio alle 21.20.

Erede naturale indicato dallo stesso Funari, Enrico Lucci “giungerà” sino in paradiso per ripercorrere i capitoli salienti della vita di Funari, tra televisione, donne, amici e nemici dell’istrionico presentatore. Nel corso della serata evento, in onda dalla Nuvola di Fuksas, Enrico Lucci intervisterà gli amici che gli sono stati accanto fino all’ultimo e alcuni personaggi del mondo dello spettacolo che lo hanno conosciuto. Francesco Rutelli, Chicco Testa, Roberto D’Agostino, Antonio Di Pietro e Maurizio Costanzo sono solo alcuni degli ospiti che interverranno durante la serata.

Redazione

21 FEB 2019 #RAI2 Stracult Live Show Ospite della puntata Matt Dillon


(none)

Il celebre attore americano Matt Dillon sarà ospite in studio a Stracult Live Show, il magazine cinematografico di Rai2 condotto da Andrea Delogu, Fabrizio Biggio e Marco Giusti, in onda, oggi, giovedì 21 febbraio alle 23.30.

Capace di attraversare i generi e i linguaggi, abile interprete di commedie quanto di film drammatici, Dillon racconterà del suo ultimo ruolo da protagonista: un singolare serial killer in “La casa di Jack”, film diretto dal regista danese Lars Von Trier, a cui hanno preso parte anche Uma Thurman e l’indimenticabile Bruno Ganz, recentemente scomparso.

Nel corso della puntata non mancheranno gli interventi ironici di G-Max e dei The Pills, le incursioni musicali degli Statale 66, le recensioni dei film in sala e l’intervista stracult, che sarà a Marina Suma, protagonista di tante commedie anni ’80 e ’90, a partire da Sapore di mare di Carlo Vanzina.

Redazione

#RAI2: la “PORTA ROSSA 2” fiction con Lino Guanciale e Gabriella Pession |Trama seconda puntata


La Porta Rossa 2

Dopo l’esordio di mercoledì 13 febbraio, La Porta Rossa, fiction di successo con Lino Guanciale e Gabriella Pession, torna questa sera, 20 febbraio, in prima serata su Rai2 .

Tra Stella e Paoletto (Gaetano Bruno), intanto, i rapporti sono sempre più tesi: si scopre così che Daria (Linda Gennari), l’ex moglie del poliziotto, è morta in circostanze misteriose. Anna (Gabriella Pession), invece, fa fatica ad accettare l’idea di dover crescere Vanessa da sola: una sera, a casa dei suoi genitori, vi trova anche Piras (Ettore Bassi), invitato a sua insaputa. Approfittando di un momento di distrazione, Elvio (Tommaso Ragno), padre della donna, scatta delle foto al dossier Brezigar di Piras. Cagliostro assiste alla scena.

Nel secondo episodio, grazie all’autopsia Filip viene scagionato per l’omicidio di Brezigar. I rapporti con Vanessa si distendono, ma per poco: durante la testimonianza al processo, la ragazza viene messa alle strette e costretta ad ammettere di vedere ancora Cagliostro, finendo per diventare poco credibile ed ingelosendo Filip.

L’editore Matteo Silvestrin (Alessandro Averone), inoltre, chiede alla giornalista Lucia Bugatti (Raffaella Lea), nuova compagna di Paoletto, di scrivere un articolo contro Anna e Piras: la donna, pur contrariata, accetta. Cagliostro, infine, segue Elvio e scopre che non solo è amante di Patrizia Durante (Pia Lanciotti), una delle donne più in vista di Trieste, ma anche che le foto che ha scattato sono per lei: la donna gli accenna della confraternita Fenice, ma nessuno deve saperne di più.(f.te TvBlog)

E’ possibile vedere La Porta Rossa 2 in streaming sul sito ufficiale della Rai, e sull’app per smart tv, tablet e smartphone, mentre da domani si potrà vedere nella sezione Guida Tv/Replay ed in Fiction, nella sottosezione “Azione & Avventura”.

Redazione

19/02/2019 – 21:20 #Rai2 IL COLLEGIO Iniziano i guai per la classe del 1968


Sorprese e guai nella classe de “Il Collegio”, in onda oggi, martedì 19 febbraio, alle 21.20 su Rai2 con la seconda puntata, dopo l’exploit di ascolti dell’esordio della terza edizione che ha attratto 1,6 milioni di spettatori con uno share medio del 6,7 e uno share complessivo del 30,8 nella fascia di età 8-14, e fatto registrare oltre 82.000 interazioni nel corso della serata, raggiungendo la prima posizione nelle tendenze su Twitter in Italia.
Quest’anno l’inedito esperimento televisivo e sociale, realizzato in collaborazione con Magnolia (Banijay Group), catapulta un gruppo di ragazzi tra i 14 e i 17 anni nel 1968. Un anno speciale, particolarmente significativo e ricco di cambiamenti: nelle piazze il mondo dei giovani è in subbuglio per rivoluzionare la scuola e la società.
Nella prima puntata i ragazzi, che hanno superato non senza difficoltà il test di ingresso in Educazione Civica, hanno dovuto consegnare i cellulari e tutti i dispositivi elettronici, sono passati attraverso il taglio dei capelli, e hanno cominciato a fare i conti con la ferrea disciplina del collegio. I primi diverbi tra gli studenti e l’intenso via vai davanti all’ufficio dell’inflessibile preside Paolo Bosisio hanno già fatto presagire le criticità della classe di quest’anno.
La seconda settimana si apre con alcune sorprese: un ex studente torna per un discorso di incoraggiamento e il Preside annuncia un’escursione sul lago per alcune lezioni en plein air. Nel frattempo, però, bisogna sopravvivere alle lezioni in classe e agli inevitabili provvedimenti disciplinari.
Durante la gita, gli elementi più artistici concepiscono un piccolo diversivo estremamente liberatorio, che però li metterà nei guai: al rientro il Preside è spiacevolmente sorpreso e promette provvedimenti, ma rimanda la punizione di qualche ora perché una grossa novità attende gli studenti.
I ragazzi tornano a litigare, ad innamorarsi, a parlare di pacifismo e di sogni, in mezzo all’algebra e alle poesie di Leopardi: gli alunni si aprono, alcuni troppo, mentre altri cedono alle emozioni. In quanti supereranno questi giorni così intensi, senza soccombere alla nostalgia di casa e senza commettere imprudenze che potrebbero costare l’espulsione?
A fare da voce narrante del programma ancora una volta il conduttore Giancarlo Magalli, che racconterà la vita degli studenti all’interno del collegio e la loro esperienza educativa di formazione e di relazioni, molto diversa e lontana dalla loro realtà quotidiana. Al termine del percorso gli alunni saranno chiamati a sostenere l’esame per l’ottenimento della licenza media di fronte alla commissione costituita dai loro insegnanti.
Ad accompagnarli e guidarli in questa esperienza, oltre al preside, 7 professori e due sorveglianti, che dovranno far rispettare le ferree regole comportamentali e disciplinari di quell’epoca. La disciplina, infatti, rappresenta il punto focale del programma e un importante scarto tra il sistema educativo e scolastico attuale e quello degli anni ’60.

Quest’anno inoltre, nel tentativo di arginare la voglia di rivoluzione che nel ‘68 ha agitato i giovani, il collegio è diventato ancora più severo. Come raccoglieranno e reinterpreteranno lo spirito del ‘68 gli adolescenti del 2018, cresciuti con più tecnologia che ideologia? Riusciranno le idee di rivolta che hanno cambiato il mondo a varcare le mura del severo Convitto di Celana?

Redazione