Rai2

CS_RAI 219 GEN 2020, 21:00 Che Tempo Che Fa Tra gli ospiti Uma Thurman


(none)

Domenica 19 gennaio, alle ore 21 su Rai2, torna l’appuntamento con Che Tempo Che Fa di Fabio Fazio con Luciana Littizzetto e Filippa Lagerbåck. Lo show è preceduto alle ore 19.40 da Che Tempo Che Farà con i divertenti sketch di Mago Forest, Ale e Franz, Raul Cremona e con l’inviato speciale Gigi Marzullo. Ospiti della puntata: in esclusiva la star hollywoodiana e icona del cinema mondiale Uma Thurman, protagonista del cult di Tarantino “Pulp Fiction” nel ruolo dell’iconica Mia Wallace e della saga di “Kill Bill” in cui interpreta la leggendaria Sposa, che nella sua trentennale carriera ha lavorato con registi come Woody Allen, James Ivory, Lars Von Trier, Stephen Frears, Gabriele Muccino, ricevendo numerose candidature prestigiose, tra cui all’Oscar, ai Golden Globe e ai Bafta; Paola Deffendi e Claudio Regeni, genitori di Giulio Regeni, che presentano il loro libro “Giulio fa cose”, scritto con il loro avvocato Alessandra Ballerini e nel quale ricostruiscono questi ultimi 4 anni, alla ricerca della verità e della giustizia; Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea, dal 23 gennaio nelle sale con “Figli”, ultimo film scritto da Mattia Torre per la regia di Giuseppe Bonito; il portavoce delle “Sardine” Mattia Santori, in collegamento da Bologna per “Bentornati in mare aperto”. E ancora, Elisa, la cantante italiana più ascoltata nel 2019 su Spotify, che eseguirà in studio “Tua per sempre” dall’album Disco di Platino “Diari aperti”; l’economista Carlo Cottarelli; per la prima volta insieme in tv dopo tanto tempo Paola e Chiara Iezzi, le iconiche sorelle della musica italiana; il climatologo e divulgatore scientifico Luca Mercalli insieme all’attivista Federica Gasbarro, considerata la Greta Thunberg italiana, nelle librerie dal 21 gennaio con il suo primo libro “Diario di una striker. Io e Greta per il clima dalle piazze all’Onu” nel quale racconta la sua esperienza nel movimento “Friday for future”. A chiudere la serata, Che Tempo Che Fa – Il tavolo con Nino Frassica, Mago Forest, Gigi Marzullo. Ospiti Nathalie Guetta, la celebre perpetua Natalina nella serie dei record “Don Matteo” in onda il giovedì su Rai1, e l’attore, comico e imitatore Ubaldo Pantani, a teatro dal 23 gennaio con “Gino Bartali. Il campione e l’eroe”, un monologo sul leggendario ciclista che durante la Seconda Guerra Mondiale si prestò a fare da staffetta per mettere in salvo gli ebrei in fuga. Tornano al tavolo anche Paola & Chiara. 
Che Tempo che Fa è realizzato da Rai2 in collaborazione con l’OFFicina e va in onda dagli studi del Centro di produzione Rai di Milano con la regia di Cristian Biondani. Che Tempo che Fa è scritto da Gianluca Brullo, Fabio Fazio, Walter Fontana, Arnaldo Greco, Veronica Oliva e Piero Guerrera, con la consulenza di Stefano Faure, Giacomo Freri, Giacomo Papi e Antonietta Zaccaro. La scenografia è di Marco Calzavara. Produttore esecutivo Rai Luisa Pistacchio, produttore esecutivo L’OFFicina Max Giammarrusti.

CS_#RAI2 15_GEN_2020, 21:20 “L’amica geniale” La metamorfosi


(none)
Secondo appuntamento su Rai2 domani, mercoledì 15 gennaio alle 21.20, per la serie “L’amica geniale”, tratta dal romanzo L’amica geniale di Elena Ferrante edito da Edizioni E/O con Gaia Girace, Margherita Mazzucco, Anna Rita Vitolo, Luca Gallone, Imma Villa. Nel primo episodio dal titolo La metamorfosi, con la morte di don Achille Carracci, il Rione passa nelle mani dei Solara, la famiglia che gestisce il bar-pasticceria. Elena continua a studiare, ma fatica a prendete buoni voti. Lila, anche se ormai è finita a lavorare nel calzaturificio del padre, riesce ad aiutarla con il latino ma finirà col metterla in ombra quando tutto il rione scoprirà che è LIIa la persona che ha letto tutti i libri della biblioteca del quartiere… Nel secondo episodio intitolato La smarginatura, la bellezza di Lila fiorisce e tutti i ragazzi del Rione le si awicinano. Perfino Marcello Solara, che lei rifiuta in maniera decisa, e Stefano Carracci, che invece si comporta in maniera diversa rispetto al padre. Elena si fidanza con un suo compagno di classe senza qualità, mentre sogna Nino Sarratore.
Redazione

CS_#RAI2 14_GEN_2020, 23:30 “Il Molo rosso 2” Secondo appuntamento con Alvaro Morte


(none)
Nuovo appuntamento con la seconda stagione de “Il molo rosso”, in onda su Rai2 martedì 14 gennaio alle 23.30, con Alvaro Morte, Veronica Sanchez, Irene Arcos, Cecilta Roth, Marta Milans, Judith Ampudia. Fran comunica ad Alejandra che Oscar ha sottratto ad Andres un quaderno azzurro con la contabilità illegale dei suoi locali. Per questo lui rischia la vita. Gli confessa anche di essere innamorato di leì. Ma Alejandra, che non ha smesso di vedere Veronica, ha ora un forte trasporto per Conrado. Dopo una notte d’amore con Aìejandra, Veronica sì reca a Taracuellos, dove trova il quaderno azzurro rubato da Oscar e Io consegna a Conrado. Le due donne cercano, con strade diverse, di capire come è morto Oscar. Nel frattempo BIanca e Katia aiutano Ada a trovare chi l’ha molestata sul web…

CS_#RAI2 08 GEN 2020, 21:20 L’amica geniale In attesa della seconda serieviene riproposta la storia di Elena e Lila


(none)

Rai2 in attesa della seconda serie ripropone da domani, mercoledì 8 gennaio alle 21.20, la prima serie de “L’amica geniale”, trasposizione del primo volume della quadrilogia di Elena Ferrante, protagoniste Elena e Lila, interpretate rispettivamente nella versione da bambine dalle attrici Elisa Del Genio e Ludovica Nasti e nella versione da adolescenti da Margherita Mazzucco e Gaia Girace. La serie racconta non solo la storia di una grande amicizia tra due donne dall’infanzia all’età adulta – un’amicizia complessa in cui convivono intesa, comprensione, complicità insieme a odio, rivalità e gelosia – ma anche di un intero Paese, attraversando vari decenni, fotografando ideali e aspirazioni dei personaggi e di diverse generazioni. Il racconto prende il via nell’Italia di oggi con la misteriosa scomparsa di Lila, circostanza che spinge l’amica Elena a ripercorrere la storia che le ha unite fin dall’infanzia in un rione popolare di Napoli negli anni ‘50. Raffaella Cerullo, che lei ha sempre chiamato Lila, l’ha conosciuta in prima elementare, nel 1950. Elena è bionda e timida, Lila scura e vulcanica. Anche se molto diverse, le due bambine – le più brave della classe – sono attratte una dall’altra e iniziano a giocare insieme nel Rione napoletano in cui sono cresciute. Un agglomerato di palazzine e polvere, una Napoli senza mare, in cui comanda don Achille, un uomo che incute paura a tutti. Non a Lila, però: lei è convinta che sia stato proprio lui a rubare le bambole con cui giocano e, tenendo per mano Elena, decide di affrontare le scale che conducono a casa di don Achille. È quel giorno che Elena e Lila, affrontando insieme la paura, costruiscono la loro amicizia…

Redazione

 

CS_#RAI2 18_DIC_2019, 23:40 “LL’Arte d’ò Sole” La più ricca rassegna di canzoni napoletane realizzata per la televisione italiana negli ultimi anni


(none)

Renzo Arbore e la sua Orchestra Italiana, una storia lunga una vita. Sono esattamente 28 gli anni di carriera dello showman dedicati alla valorizzazione e al rilancio della Canzone Napoletana Classica in Italia e all’estero. Era il lontano 1991 l’anno in cui nasceva “L’Orchestra Italiana”, 15 “…all stars” come ama definirli lo showman, eccelsi solisti del proprio strumento (chitarre, mandolini, fisarmonica, pianoforte, tamburi, tamburelli e voci) e un grande repertorio da portare in giro per il mondo.

Dopo il successo della messa in onda su Rai5, “Ll’arte d’ ‘o sole” torna con una riedizione aggiornata – in onda il 18, il 25 dicembre e l’1 gennaio 2020 in seconda serata su Rai2 alle 23.40– che riavvolge il nastro di questo incredibile “ensemble” e racconta il sogno-scommessa di “Renzo Arbore L’Orchestra Italiana”, un marchio di fabbrica diventato nel tempo una vera e propria “mission”: promuovere la musica napoletana più internazionalmente conosciuta, rappresentare all’estero “l’immagine dell’Italia”, suscitare e consolidare simpatia e rispetto verso il nostro Paese.

Il programma è una dichiarazione di onnipotenza nella cultura napoletana, che viene identificata da Arbore come l’arte che ha generato bellissime canzoni per merito una città, Napoli, che ha fatto del sole il suo biglietto da visita e la sua fonte di ispirazione. Certi brani non potrebbero essere mai nati se non ci fosse stata la complicità dell’arte del sole.

 “Ll’ arte d’ ‘o sole” si presenta come una tra le più importanti rassegne di canzoni napoletane realizzate per la televisione italiana negli ultimi anni. Un viaggio a tappe che parte dagli esordi e approda ai più grandi successi dello showman con la sua Orchestra: Montreux Jazz Festival (debutto nel 1991), in cui Renzo Arbore fu battezzato da Quincy Jones come “The new italian renaissance man” della musica e dello spirito creativo italiano.

Seguono centinaia e centinaia di concerti nei principali teatri e piazze d’Italia: Torino, Milano, Napoli, Palermo, Firenze, Roma e poi quelli indimenticabili al Radio City Music Hall, al Madison Square Garden e alla Carnegie Hall di New York, alla Royal Albert Hall di Londra, all’Olympia di Parigi, sulla Piazza Rossa di Mosca, e tanti altri ancora in Canada, Australia, Brasile, Giappone, Argentina, Messico, Venezuela, Tunisia, Spagna, Montecarlo, Malta, fino ad arrivare agli inizi del 2007 alla strepitosa accoglienza avuta in Cina nei teatri di Pechino, Shanghai, Hangzhou, Tianjin e Nainjin. Per poi tornare agli inizi del 2008 nuovamente in USA e Canada con una applauditissima tournée nelle città di Chicago, Atlantic City, Vancouver, Montreal e Toronto. Il 24 giugno 2015, su invito dell’Ambasciata d’Italia a Mosca, si esibisce nel prestigioso Teatro del Cremlino, per promozionare l’Expo 2015 oltre a questo si ricorda la Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia dove ha tenuto un concerto per i papa boys.

 Il nuovo programma sancisce di fatto il ritorno televisivo di Renzo Arbore, che è sempre una gran bella notizia, dopo il clamoroso successo mediatico ottenuto su Rai 2 con “Guarda stupisci”. Da qui la scelta di ambientare il nuovo format in quello stesso studio del Centro di produzione Rai di Napoli avvalendosi delle bellissime scenografie di Cappellini e Licheri ricche di dettagli ed elementi che ricordano la città, il suo golfo, le sue tradizioni e gli artefici della canzone umoristica napoletana.

 L’attore Maurizio Casagrande leggerà e commenterà i testi di alcuni di questi brani eseguiti dall’Orchestra Italiana, sottolineati con aneddoti di Renzo Arbore.

 “Ll’ arte d’ ‘o sole” è un programma di Renzo Arbore e di Gino Aveta con la consulenza di Adriano Fabi. La regia è di Barbara Napolitano.

Redazione

 

#RAI2 11 DIC 2019, 21:20 Salemme il bello…della diretta! Dall’Auditorium Rai di Napoli 3 appuntamenti live con il teatro di Vincenzo Salemme


(none)
Sarà “Di mamma ce n’è una sola” la prima delle tre commedie con cui Vincenzo Salemme inaugurerà su Rai2, l’11 dicembre in prima serata, una speciale stagione teatrale per la tv: “Salemme il bello… della diretta!”. Sarà un’occasione inedita per vedere in scena l’arte di uno dei più importanti esponenti del teatro italiano, degno erede della grande tradizione “scarpettiana”. Una diretta televisiva che offrirà ai telespettatori (assieme al pubblico in sala) la possibilità di sedersi in prima fila e di godersi il “reality del teatro”: la magia dell’interpretazione dal vivo sul piccolo schermo.
Di mamma ce n’è una sola” è una commedia scritta, diretta e interpretata da Vincenzo Salemme, con Maurizio Casagrande. L’opera  che quest’anno festeggia i suoi 20 anni, è uno spettacolo sulle finzioni e sui paradossi, dove si mescolano dialetti diversi, dal napoletano arcaico a quello dell’entroterra campano, dalla parlesia (linguaggio codice dei musicisti napoletani) a vocaboli di fantasia. Nel cast insieme a Salemme, anche Ombretta Ciccarelli, Teresa Del Vecchio, Gino Monteleone, Andrea Di Maria, Mirea Flavia Stellato, Sergio D’Auria, Vincenzo Borrino, Franco Cortese, Massimo Andrei, Luana Pantaleo.  Scene e costumi di Francesca Romana Scudiero, musiche di Antonio Boccia.
Gli altri due appuntamenti saranno: il 18 dicembre con “Sogni e bisogni” e il 25 dicembre con “Una festa esagerata”.
Sogni e bisogni”, rappresentata per la prima volta nel 1995 ed è una vera commedia dell’arte, una favola che parte da un presupposto surreale: il distacco di un… attributo dal corpo del proprio “padrone”. Nel cast Andrea Di Maria, Massimo Andrei, Teresa Del Vecchio, Antonio Guerriero, Sergio D’Auria, Adele Pandolfi, Biancamaria Lelli, Luana Pantaleo.
Una festa esagerata”, datata 2016, racconta in chiave realistica e divertente il lato oscuro e grottesco dell’animo umano con l’obiettivo non solo di strappare risate, ma anche di invitare le persone al dialogo e al rispetto reciproco. Una commedia che nel 2018 è diventata anche un film. Nel cast Antonio Guerriero, Antonella Cioli, Giovanni Ribò, Vincenzo Borrino, Teresa Del Vecchio, Sergio D’Auria, Mirea Flavia Stellato, Massimo Andrei.
Redazione

CS_”Che tempo che fa Ospite in esclusiva Andrea Bocelli


(none)
Domenica 1 dicembre, alle ore 21 su Rai2, nuovo appuntamento con Che Tempo Che Fa di Fabio Fazio, con Luciana Littizzetto e Filippa Lagerbåck, preceduto alle ore 19.40 da Che Tempo Che Farà, con i divertenti sketch di Mago Forest e Raul Cremona e con l’inviato speciale Gigi Marzullo. Ospiti della puntata: in esclusiva Andrea Bocelli, candidato ai Grammy Awards 2020, che propone in anteprima mondiale tv “Return to love (Christmas Version)” in una speciale e inedita versione, brano contenuto nella versione in duetto con Ellie Goulding nel nuovo album “Sì Forever (The Diamond Edition)”; il maestro Riccardo Chailly, che il 7 dicembre inaugurerà la nuova stagione del Teatro alla Scala di Milano con la “Tosca” di Puccini con la regia di Davide Livermore; Ficarra e Picone, al cinema dal 12 dicembre con “Il Primo Natale”, sesta pellicola del duo siciliano che porta i comici 2000 anni nel passato, pochi giorni prima della nascita di Gesù; lo scrittore Roberto Saviano; l’attore Enrico Brignano con un monologo inedito. E poi ancora: gli organizzatori delle “Sardine” Mattia Santori, Roberto Morotti, Giulia Trappoloni e Andrea Garreffa, movimento che sta animando le principali piazze italiane con flash mob; la squadra di calcio dell’Agazzanese, tra cui il portiere Saidou Oumar Daffe, recentemente vittima di insulti razzisti dagli spalti di un match di Eccellenza; la giornalista Concita De Gregorio, in libreria con “Il tempo di guerra” che racconta della generazione di cui nessuno parla, ossia i trentenni di oggi; il climatologo e divulgatore scientifico Luca Mercalli; Alba Parietti, nelle librerie con “Da qui non se ne va nessuno”, l’autobiografia con cui ripercorre 50 anni della sua vita privata. A chiudere la serata, Che Tempo Che Fa – Il tavolo con Nino Frassica, Mago Forest, Gigi Marzullo. Ospiti Cochi e Renato, una delle coppie più longeve e amate della comicità italiana, e Iginio Massari, il maestro pastry chef che ha appena pubblicato il libro “Il miglior pasticcere del mondo”. Al tavolo torna anche Alba Parietti insieme al figlio Francesco Oppini.
Redazione

CS_”Il Collegio” I 20 collegiali seguiranno per la prima volta lezioni separate: i ragazzi nella lezione


(none)

Nella quinta puntata de “Il Collegio”in onda martedì 19 novembre alle 21.20 su Rai2, il Preside, i docenti e i collegiali ascolteranno il rapporto redatto dall’ispettore scolastico. Il Preside, su tutti, ne rimarrà estremamente contrariato e, per cercare di migliorare la condotta dei propri collegiali e il loro profitto, deciderà di sperimentare il metodo dell’educazione separata.
Nella lezione di canto i ragazzi si cimenteranno con un grande successo di Lucio Dalla, mentre in quella di arte le ragazze dovranno imparare ad utilizzare il walkman, oggetto di culto per tutti i ragazzi degli eighties e scopriranno la pittura automatica, un tipo di espressione artistica molto particolare.
Nonostante tutto, il Preside si troverà a dover dirimere una delle liti più feroci mai avvenute all’interno del Collegio tra due studenti.
La gita con pernottamento offrirà finalmente l’occasione per cambiare aria e per stabilire un contatto molto diretto con la natura. La sera, infatti, intorno al fuoco, i collegiali si lasceranno andare alle emozioni parlando di felicità.
Purtroppo, però, gli umori e le situazioni cambieranno in fretta e i collegiali si troveranno di nuovo a dover affrontare una scelta difficile che rischierà di dividere la classe.

Redazione

 

CS_RAI 2 13 NOV 2019, 21:20 “Volevo fare la rockstar” Inaspettate sorprese per la famiglia Mazzuccato


(none)
Nuovo doppio episodio della nuova serie “Volevo fare la rockstar”, in onda su Rai2 mercoledì 13 novembre alle 21.20, con Giuseppe Battiston, Valentina Bellè, Angela Finocchiaro ed  Emanuela Grimalda. Cesare, il bellissimo professore di educazione fisica, piomba nella vita di madre e figlia e questo scontro-incontro porterà inaspettate sorprese per la famiglia Mazzuccato. E mentre Eros persevera nel piano di conquista di Martina, Emma si introduce di nascosto nella villa di Nice e le due si incontrano.
Nel secondo episodio la famiglia Mazzuccato non può mai stare tranquilla: una agenzia immobiliare sembra aver legittimamente comprato la loro casa, ma Olivia farà di tutto per proteggere la sua tana. Nel frattempo, le gemelle passano l’intera giornata con Francesco, che capiscono essere tanto grosso quanto buono. Eros invece continua a combinare i suoi soliti casini sentimentali…
Redazione

CS_”Il Collegio” Dalle lezione di audiovisivi, all’integrazione razziale, al pacifismo di John Lennon


(none)
Sarà ricca di imprevisti e di sorprese la quarta puntata de “Il Collegio”, in onda martedì 12 novembre alle ore 21.20 su Rai2.
Una lezione di audiovisivi sull’uso di una telecamera VHS – tecnologia diffusa negli anni ’80 – sarà l’occasione per un’uscita al parco zoologico e la realizzazione di un reportage.
Non mancheranno i temi importanti: nelle lezioni di Inglese si parlerà di integrazione razziale partendo da”bony and Ivory” di Paul McCartney e Stevie Wonder; nell’ora di musica, cantare “Imagine” di John Lennon porterà aria di pacifismo, mentre in classe si discuterà anche di femminismo.
Ma le sorprese per i venti collegiali non finiscono qui: un professore, infatti, si assenterà e, al suo posto, arriverà una supplente. Inoltre, verrà annunciata la “Giornata dello Studente” e, per la prima volta, il collegio sarà visitato da un Ispettore Scolastico.  Cosa comporterà l’ispezione per l’istituto e per gli studenti?
Il Collegio Convitto di Celana di Caprino Bergamasco, in provincia di Bergamo, dove anche quest’anno il programma è ambientato è una struttura, nata nel 1579 per volontà di San Carlo Borromeo. Funzionava come collegio maschile e femminile e come istituto scolastico per i semi-convittori e per gli studenti esterni. Erano presenti circa 1.000 studenti di cui 700 vivevano all’interno. Tra gli studenti più noti ci fu anche Papa Roncalli.