rap

MAGNOLIA ESTATE – domenica 25 giugno la leggendaria THE SUGAR HILL GANG per una grande jam coi nomi storici dell’Hip Hop italiano


MAGNOLIA ESTATE 2017
Magnolia Enterprise presenta:
ESTATE 2037

#viaggiinterstellari

Dal 19 maggio al 16 Settembre la rassegna estiva del CIRCOLO MAGNOLIA
via Circonvallazione Idroscalo 41, Segrate (MI)

Domenica 25 giugno
Italia HipHop Foundation Double*Drop Circolo Magnolia presentano

la terza edizione di BE THERE OR BE SQUARE

con
THE SUGAR HILL GANG

GRANDMASTER MELLE MEL and SCORPIO (The Furious Five)
e molti altri

LINK AL CALENDARIO COMPLETO DI MAGNOLIA ESTATE 2017

Domenica 25 giugno torna al Circolo Magnolia BE THERE OR BE SQUARE, la Jam italiana più importante per gli amanti della cultura hip hop arrivata alla sua terza edizione, con la partecipazione straordinaria del trio THE SUGARHILL GANG e degli Mc MELLE MEL & SCORPIO. Insieme a loro sui tre palchi si esibiranno dalle 15:30 alle 3 del mattino alcune tra le crew e i dj di riferimento nel mondo hip hop italiano, tra cui Alien Army, DJ Gruff, Danno, Inoki, Moddi, Grooving Brothers, Deda e molti altri.

THE SUGARHILL GANG
La SUGARHILL GANG è uno storico collettivo rap old school formato da tre ragazzi del New Jersey che nel 1979 hanno fatto conoscere l’Hip Hop a tutto il mondo con il singolo “Rapper’s Delight” e che per primi hanno fatto arrivare la musica hip hop nella TOP 40 dei singoli radio, vendendo più di 8 milioni di copie.

GRAND MASTER MELLE MEL and SCORPIO (Furious Five)

Due membri dei The Furious Five, GRAND MASTER MELLE MEL e SCORPIO sono due colonne portanti del rap old school: a loro si deve l’uso di termini come “mc” e “hip hop”. Famosi per le collaborazioni con il dj Grandmaster Flash, raggiungono il successo con il leggendario “The Message”, la prima opera di denuncia nell’hip hop pubblicata dalla Sugarhill Gang Records nel 1982 che arrivò allla 9° postazione della classifica di Billboard dei singoli R&B piu venduti al mondo.

Evento facebook: www.facebook.com/bethereorbesquareIII
INGRESSO: Euro 13 + d.p.; in cassa Euro 15

 

Redazione

 

 

NOTA INFORMATIVA / FABRI FIBRA: IL SINGOLO “FENOMENO” È CERTIFICATO ORO!


fabriSi informa che “FENOMENO”, primo singolo estratto dall’omonimo album di FABRI FIBRA, è stato certificato Oro(certificazioni diffuse oggi da FIMI / GfK Italia)! Il video del brano, visibile su Vevo (https://youtu.be/EJmRU9vOsgo), ha superato 8.500.000 visualizzazioni.

Inoltre, venerdì 14 aprile, il disco è entrato direttamente al primo posto della classifica dei dischi più venduti della settimana TOP OF THE MUSIC FIMI/GFK (diffusa da GfK Italia).

Redazione

Fedez &J-Ax : Ven_20Gen uscita nuovo album “Comunisti col Rolex” + video nuovo singolo feat Alessandra Amoroso “Piccole cose”


fedez ale.jpg

In radio dal 20 gennaio stesso giorno d’uscita del nuovo album “Comunisti col Rolex” di J-Ax&Fedez, anche Piccole cose, terza traccia dell’album con la partecipazione di Alessandra Amoroso. Dai propri profili social Fedez annuncia:

20 Gennaio. Nuovo disco + video Piccole cose feat Alessandra Amoroso, Ci abbiamo messo il cuore“.

Nella clip è possibile vedere i numerosi artisti che hanno lavorato con il duo. Oltre a Stash dei The Kolors e a Levante, presenti nel secondo singolo “Assenzio”, e alla già annunciata Alessandra Amoroso, saranno presenti nel disco Sergio Sylvestre, Loredana Bertè, Nek , Giusy Ferreri e Paolo Jannacci.

Redazione

 

Domenica 8 gennaio il “Reset Tour” di GionnyScandal farà tappa ai Magazzini Generali di Milano


GIONNYSCANDAL

gionny 

Domenica 8 gennaio,

si esibirà ai Magazzini Generali di Milano 

Domenica 8 gennaio il “Reset Tour” di GionnyScandal farà tappa ai Magazzini Generali di Milano (Via Pietrasanta, 16  – ore 19:00 – ingresso 17,00 euro): il rapper non sarà accompagnato soltanto dal Dj (come accade solitamente), ma salirà sul palco con una vera e propria band composta da batterista, chitarrista e Dj, per creare un vero e proprio show e non un semplice live ‘rap’ (biglietti sono disponibili online su www.reset-tour.it – info off@colorsound.com / 02.83301240).

Insieme a questa nuova formazione, GionnyScandal proporrà, tra gli altri, il nuovo singolo ‘Pioggia’:: “è uno dei miei brani preferiti dell’album ‘Reset’, forse perché è uno dei pezzi che rispecchia di più il modo in cui mi sento ogni giorno, parla della solitudine che a volte, anche se un po’ masochista da dire, mi piace. Parla del fatto che va bene anche non stare bene”. 

“Pioggia” è estratto da “Reset”, nuovo album di GionnyScandal, uscito lo scorso 14 ottobre per Universal (debutta alla posizione numero 8 della classifica FIMI). Il primo singolo, “Buongiorno” raggiunge in un solo mese 3.200.000 di visualizzazioni su YouTube, battendo così ogni record di GionnyScandal. Su Spotify entra nella Top 50 Viral e nella Top 50 Italy essendo così l’unico dei 3 artisti italiani presenti (insieme a Marco Mengoni, Emma e Tiziano Ferro) con una media di 15.000 ascolti al giorno e raggiungendo in 1 mese 700.000 ascolti su Spotify. Apple Music lo inserisce nella playlist Best Of The Week e Spotify nella playlist Hot Hits che è una delle playlist più seguita sulla piattaforma.

Ospiti del concerto Madh e Giulia Penna.

BIO

Gionata Ruggieri (in arte GionnyScandal) nasce il 27 settembre del 1991.Gionny inizia nel 2009 ad entrare nel mondo dell’ hip hop. Il primo pezzo è dedicato ai suoi genitori “Senza Cancellare”: si diffonde e riscuote molti consensi tra la gente, così Gionny, comincia a credere che la musica sia la sua strada, pensando che quella passione che aveva fin da bambino cominci a dare i suoi frutti. I singoli più importanti, tra cui “Tu che cazzo ne sai di me” , “Ci si vede sulle stelle” e “Grazie”, vengono lanciati, incominciando così a farsi sentire sempre di piu’, sotto ogni aspetto. Il seguito di fan che Gionny ha, cresce ogni giorno, a causa della sua credibilità e della sua capacità di fare musica per tutti, unendo il rap a melodie elettroniche e complesse, molto innovative e ben articolate. Ad oggi, Gionny, conta una media di 2.000.000 di visualizzazioni ai suoi videoclip, conoscendo anche picchi di 3.000.000 di visualizzazioni. Il suo album “HATERS MAKE ME FAMOUS” ha scalato la classifica dei dischi rap più venduti, arrivando 1° in meno di 24 ore nella top 10 dei dischi piu venduti della classifica generale di ITunes. Stessa cosa vale per il secondo album ufficiale “SCANDALAND” che oltre ad essere arrivato sempre 1° nella classifica degli album più venduti su Itunes ha anche debuttato 51esimo nella classifica FIMI (Classifica dei dischi più venduti in Italia). Il terzo album “MAI PIU’ COME TE” ha riscontrato più successo dei due album precedenti. Gionny ha collaborato con grandi della musica come: MAXI-B, RAIGE, RAYDEN e CLEMENTINO. E’ stato 1° in classifica per parecchie settimane, rimanendo tutt’ora tra i “TOP 20” nella categoria HipHop/Rap. L’ultimo album uscito “GIONATA” viene distribuito da Sony Music e debutta al 6° posto della classifica dei dischi più venduti in Italia.

Redazione

J-Ax & Fedez, esce il video di “Assenzio” – GUARDA VIDEO


assenzio

E’ uscito oggi Venerdì 18 dicembre il videoclip di «Assenzio», il nuovo singolo nato dalla collaborazione di J-Ax e Fedez con Stash dei The Kolors e Levante che anticipa l’uscita dell’album (Sony Music) prevista per gennaio.  Il brano è scritto da J-Ax e Fedez e prodotto da Takagi & Ketra, con cui hanno già collaborato per la hit da cinque dischi di platino “Vorrei Ma Non Posto“. Il video, diretto da Mauro Russo e prodotto da Antonio Giampaolo per Maestro Production, è stato girato a Milano tra City Life, M8 Studios e l’università Iulm, e alla Croce Bianca di Cernusco sul Naviglio (MI) e i due protagonisti, insieme a Stash  e alla cantautrice siciliana Levante e… inutile dire, il brano è subito 1° nella classifica digital download di iTunes

A partire dall’11 marzo del prossimo anno i due artisti saranno in tour, questi i concerti sino ad ora confermati:

11 Marzo – Torino – Pala Alpitour
13 Marzo – Casalecchio di Reno (Bo)- Unipol Arena
15 Marzo – Firenze – Nelson Mandela Forum
18 Marzo – Roma – Palalottomatica
28 Marzo – Napoli – Palapartenope
31 Marzo – Acireale (Ct) – Pal’Art Hotel
3 Aprile – Reggio Calabria – Palacalafiore
5 Aprile – Bari – Palaflorio
7 Aprile – Padova – Kioene Arena
8 Aprile – Conegliano – Zoppas Arena
10 Aprile – Assago (Mi) – Mediolanum Forum
11 Aprile – Assago (Mi) – Mediolanum Forum
16 Aprile – Trieste – PalaTrieste
19 Aprile – Genova – 105 Stadium
21 Aprile – Montichiari (Bs) – PalaGeorge
22 Aprile – Pesaro – Adriatic Arena

Redazione

EMIS KILLA: lunedì 14 novembre incontra i detenuti del Carcere di San Vittore a Milano. Anteprima live a Milano e a Roma


EMIS KILLA

killa

LUNEDÌ 14 NOVEMBRE INCONTRA I DETENUTI

DEL CARCERE DI SAN VITTORE A MILANO

ANTEPRIMA LIVE

20 MARZO – Alcatraz, MILANO

27 MARZO – Atlantico, ROMA

Lunedì 14 novembre EMIS KILLA sarà protagonista di un incontro con una settantina di detenuti al Carcere di San Vittore a Milano, un evento promosso della Comunità di Sant’Egidio che da anni è presente nelle carceri italiane con iniziative di solidarietà,  promozione sociale e aiuto materiale, soprattutto accanto ai detenuti più poveri .

La stampa può accedere all’ingresso dalle h 13.30.

Il nuovo album “TERZA STAGIONE(Carosello Records), che ha esordito al primo posto della classifica dei dischi più venduti della settimana TOP OF THE MUSIC FIMI/GFK (diffusa da GfK Italia), vede la partecipazione di diversi artisti della scena rap e non solo come Neffa, Maruego, Fabri Fibra, Jake La Furia, Coez e Giso e Jamil e tocca diversi temi: dall’abuso di alcool all’amore ossessivo, passando per la distanza sociale tra città e periferia e l’uso di droghe leggere.

Il video dell’ultimo singolo estratto dall’album, “Parigi feat. Neffa”, è visibile ai seguenti link:

Link YouTube: http://bit.ly/Parigi-YouTube

Link VEVO: http://bit.ly/Parigi-Vevo

A marzo, Emis Killa tornerà live per presentare i brani del nuovo disco con due date di anteprima speciali: il 20 marzo all’Alcatraz di Milano e il 27 marzo all’Atlantico di Roma. I biglietti sono disponibili su TicketOne e in tutti i circuiti di vendita autorizzati. Radio Italia è partner ufficiale del “Terza Stagione Tour”.

I concerti sono una produzione Massimo Levantini per Live Nation Italia (per info e prevendite: www.livenation.itinfo@livenation.it, 02/53006501).

LUNEDÌ 20 MARZO 2017 – Alcatraz (via Valtellina, 25), MILANO

LUNEDÌ 27 MARZO 2017 – Atlantico (viale dell’Oceano Atlantico, 271d), ROMA

Inizio concerti: ore 21.00

Prezzo biglietti: € 22,00 + prev.

Special tickets:

– n°50 early entry soundcheck ticket: € 30,00 + prev.

– n°50 early entry soundcheck + meet & greet ticket: € 35,00 + prev.

Due dischi di platino, tre dischi di platino digitali, oltre 2.800.000 fan sui social, oltre 250 milioni di views su Youtube, un successo editoriale con il suo libro “Bus 323. Viaggio di sola andata”, conduttore televisivo e radiofonico…sono solo alcuni dei risultati di Emiliano Giambelli, che lo decretano come uno degli artisti più seguiti ed autentici della scena rap e musicale italiana.

Redazione

 

INTERVISTA A FADAMAT: ” …preferisco i fatti all’apparenza…”


fadamatfoto.jpg

Fadamat nasce a Roma nel 1980 e cresce artisticamente a Rimini dove nel 1998 inizia la carriera da Mc.
Negli anni ha pubblicato moltissimi lavori: i mixatpe ”Fadamat street album vol.1” e “Fadamat street album vol.2”, l’EP insieme ad Esa “Tutto suona meglio ep”, i quattro album ufficiali ”Tutto si ribalta”, “E’ uguale”, “Distruzione” e “C.B.T.R.” più una raccolta di brani contenuti in “Scena arida ep”. Nel corso della sua lunga carriera il rapper riminese ha collezionato importanti collaborazioni con tantissimi artisti della scena italiana come Tormento, Esa, Dj Shocca, Fedez, Shablo, Inoki e Fritz da Cat.
Negli ultimi anni Fadamat collabora con il producer italiano Keemo di base a Brooklyn e insieme fondano Inferno Production, etichetta indipendente la cui missione è scoprire nuovi talenti e realizzare eventi Hip Hop/R’n’B in tutta Italia. Il suo quinto album ufficiale “Fallito” è la prima release di questa nuova realtà. Fadamat è un rapper non incline ai compromessi che ha sempre messo in primo piano il messaggio culturale dell’Hip Hop più vero e autentico: Ecco una interessante intervista che esprime il suo punto di vista anche su radio, discografiche e talent… Buona lettura

Come nasce e chi è Fadamat ?

Il nome mi è stato dato da Word in un periodo di pseudo crisi di identità, venne fuori per caso in un pomeriggio d’estate in camera mia, è stata la svolta diciamo ovvero da li in poi iniziai a fare uscire album e prendere più’ seriamente la cosa mentre prima era più’ un gioco, il freestyle, le battle…..da Fadamat invece inizio a essere anche un impegno, piacevole ovviamente ma non più’ un gioco

Hai all’attivo un lunga carriera che parte dalla fine degli anni 90, il Fadamat di oggi è diverso rispetto a ieri? E se si, come  è cambiato?

sinceramente no, sono sempre lo stesso per fortuna o purtroppo, sicuramente sono evoluto grazie alle situazioni che ho vissuto, non ho mai snaturato ne forzato nulla ne tantomeno ho intenzione di farlo ora, seguo semplicemente la linea che ho tracciato in modo ormai naturale.

Il tuo ultimo album uscito il 22 luglio e anticipato dal singolo Veleno e Umiltà si intitola “Fallito” come  mai un titolo dal significato così drasticamente  categorico? Cosa hai pensato mentre lo scrivevi

il titolo è ispirato agli ultimi anni che ho visto e tratta il fallimento a 360 gradi, le aspettative con una donna, con un amico, con un progetto ma è ovviamente sarcastico anche perchè la chiave del mood dell’album è che dal fallimento si rinasce, a prescindere da che tipo di fallimento sia.

Si dice… che il mercato discografico obblighi i rapper (italiani), una volta raggiunti certi numeri a piegarsi a determinate logiche e fare musica imbarazzante, c’è qualcosa di vero? 

ho creato insieme a Keemo l’Inferno Prod. appunto per non scontrarmi con queste storiche, la mia arte è la mia passione ed è anche il mio lavoro e credo che dato che non sono una persona che va troppo d’accordo con il prossimo è stato meglio creare una mia realtà’ che oltre a dare possibilità’ agli artisti meritevoli ed emergenti mi permette di avere potere decisionale su Fadamat e non sottostare a nessuno anche perché’ preferisco i fatti all’apparenza e quindi non sono mai stato troppo interessato a sottostare a nessun tipo di proposta tendente a distorcere  la mia arte.

Se non fossi un rapper chi saresti?

Barista….magari nel mio locale come poi spero di fare tra una quindicina di anni sempre che non muoia prima (ride).

Passando dall’altra parte della barricata se fossi un semplice fruitore di musica quale sarebbe il tuo rapper preferito? Chi sono i tuoi modelli?

Ora come ora i rapper che ascolto di più’ sono Nipsey Hussle e Joey Badass, cerco di non avere modelli e poi dato che lo faccio da un pochino credo di avere trovato il mio modo e il mio modello di scrittura ovvero il mio.

Le radio sono un punto dolente o superabile?

ormai con internet chi ascolta la radio? C’e’ you tube, spootify e la gente fatica anche a comprare il cd del suo artista preferito, in Italia le radio “forti” sono 3 e per passarci devi pagare cifre improponibili di promozione oppure fare parte della cerchia…….molto più’ raro essere al momento giusto al posto giusto e a me non è mai successo.

Cosa pensi dei tuoi colleghi che partecipano a programmi come i talent ed eventi musicali di grosso richiamo televisivo?

sono la morte di tutto ,la strumentalizzazione e l’esasperazione, il vero metodo per sfruttare al massimo un artista fino a risucchiargli anche l’anima e tirargli un calcio in culo come il 99% dei vincitori di qualsiasi tipo di forma in questione dopo al massimo una manciata di singoli. Poi sono per il vivi e lascia vivere e siamo tutti molto diversi quindi cerco sempre di non giudicare e farmi i fatti miei rispettando anche le scelte che non condivido come in questo caso.

Progetti in programma   a breve scadenza?

Stiamo per fare uscire il disco dei Vida Mala (4/20 & Fabio Blanko) e l’EP di Caio  per Inferno Prod. io personalmente sto lavorando al terzo video estratto da Fallito e sto ultimando un Ep che uscirà’ a breve, seguitemi sulla mia pagina Fb per restare aggiornati. Grazie dello spazio
Grazie a te e buon lavoro!
Per tenervi aggiornati su Fadamat questo il link:
“L’amore divora” è il nuovo video estratto dall’album “Fallito“. Un brano scritto ed interpretato insieme al cantautore Ciri Ceccarini, da sempre vicino ai diritti della comunità LGBT e autore dell’inno del Gay Pride del 2009. Il nuovo singolo vuole parlare dell’amore nella sua totalità senza preconcetti o limitazioni, una celebrazione del sentimento in tutte le sue sfumature. Il video affidato alla regia di Michelangelo Baffoni descrive in maniera provocatoria proprio questo: in una situazione particolare come un club per scambisti, tra stanze sadomaso, travestiti e prostitute l’amore viene vissuto da ognuno in modo diverso.
Redazione|BS

EMIS KILLA accusato di istigazione alla violenza sulle donne risponde via social.


Questo il post comparso sui canali social del rapper EMIS KILLA in risposta alle accuse di istigazione alla violenza sulle donne per il brano “3 messaggi in segreteria(contenuto nell’ultimo disco “Terza stagione”):

Emis Killa istiga al femminicidio?

Ora che ho la vostra attenzione leggete le righe che seguono.

In questi giorni sta andando tutto bene, gli instore procedono e il disco sta piacendo molto, però sta succedendo anche altro.

Si parla di “3 messaggi in segreteria” , e certi lo fanno come se istigasse alla violenza sulle donne.

In questa canzone racconto di un ragazzo che perde la testa per la ex fidanzata e decide di ammazzarla. Lo racconto dal punto di vista, malato, di chi ammazza.

E’ il mio modo per sensibilizzare e denunciare il femminicidio.

Ho scelto un metodo brusco, diretto, cattivo, e soprattutto in prima persona, perché so che è il più efficace e mi appartiene, e infatti si sta alzando un polverone, che è quello che mi aspettavo, per poter porre l’attenzione su uno degli aspetti più brutti di questa società.

Come artista è mio privilegio e mio compito raccontare storie e far pensare chi mi ascolta.

Quando creo canzoni creo mondi, a volte colorati, a volte crudi. Nelle canzoni racconto la realtà, che a volte è orribile, a volte è sbagliata, ma mai possiamo far finta che non esista.

Ho corso di proposito il rischio di essere frainteso perché il mio richiamo alla riflessione e alla consapevolezza non passasse inosservato, e l’ho fatto coi modi e le parole che sono mie.

Nella conferenza stampa di presentazione l’avevo spiegato ai giornalisti e il senso e lo spirito del mio pezzo era stato ben compreso.

Spero che un brano così forte spinga soprattutto i più giovani e chi ignora questi fatti a farsi due domande e a non ignorarli.

Non temo assolutamente che qualcuno pensi ad emulare il personaggio che interpreto, sarebbe come temere che chi legge gialli poi diventasse un serial killer.

Amo e rispetto l’universo femminile a cui credo di aver dedicato belle parole nel corso della mia discografia; ci sta che qualcuno abbia frainteso lo spirito del brano, ma a volte una nota stonata spicca più delle altre in mezzo all’armonia.

Un saluto a tutti.

Emis Killa

Prendi Me, la struggente rap ballad di En?gma anticipa l’imminente album Indaco


eniPrendi Me è il secondo estratto da Indaco, il nuovo lavoro solita di En?gma in uscita il prossimo 14 ottobre distribuito da Artist First. Il rapper sardo molto attivo nella scena nazionale, da sempre si distingue per l’approccio personale e controcorrente, molto vicino al mondo del rock e dell’electro. Il nuovo singolo Prendi Me ne è un esempio significativo, dove il cantato rap si unisce alle linee di basso distorto e batteria, stemprati da un pianoforte e un arrangiamento per archi, discostandosi quindi dal classico immaginario hip hop. Il videoclip che vede la regia di Davide Pellegrino con soggetto dello stesso En?gma e di Kaizén – Gabriele Deriu, racconta con un montaggio capovolto il tema della vita e della morte. L’inizio del video, infatti, coincide con la fine del racconto e viceversa attraverso uno story-telling toccante e struggente sul suicidio dei due personaggi principali. Laddove il rap tende a dire poco e ad autocelebrarsi, l’artista vuole sottolineare col suo racconto, che fuori nel mondo vero, certe persone non reggono una realtà di sofferenze che le sovrasta, e preferiscono accogliere la morte. In questa traccia emerge il tema dei bambini indaco e della loro sensibilità, concept che ritroveremo poi in tutto l’album. Come l’emotività dei protagonisti del video che non riescono a convivere alcuni aspetti della vita, eleggendo la morte come unica scelta possibile.  I musicisti coinvolti nel brano sono Marco Manueddu (basso), Salvatore Desini (batteria) e Kaizén – Gabriele Deriu (piano, arrangiamento e programmazione archi). Il preorder del nuovo cd Indaco è attivo qui: https://itunes.apple.com/us/album/indaco/id1154103600.

VIDEOCLIP UFFICIALE https://www.youtube.com/watch?v=oX0fiEGptFs

 

MUSICA: AREAVIZIATA”…L’ambiente italiano è molto “faccio il mio sperando superi il tuo”, come se non potessero coesistere le due cose. INTERVISTA


areaviziatafoto690.jpg

Di loro abbiamo già parlato in questo  articolo qualche mese fa,  Areaviziata è un collettivo nato nel trapanese, a Mazara del Vallo, attivo dal 2005 nella scena rap siciliana, dove si sta distinguendo per lo stile eccentrico e diretto. Fogli dalle stelle  è il primo singolo estratto dal nuovo album pubblicato  il 17 giugno “I migliori brani della nostra vita”, un brano che esalta la forza della fantasia e dell’immaginazione con le quali si può raggiungere ogni parte dell’universo e qualsiasi obiettivo. Conosciamoli meglio attraverso le parole di questa intervista. 

Dopo varie esperienze come artisti singoli come nasce l’idea di unire le forze e creare Areaviziata e perchè avete deciso di chiamarvi Areaviziata?

– Sin dall’inizio lo studio di registrazione in cui incidevamo i pezzi è stato l’Area Viziata Sound. Ad un certo punto più gruppi condividevamo lo stesso studio ed i lavori cominciavano a prendere forme e obiettivi comuni. Abbiamo dunque deciso di unirci con il nome di ciò che sin dall’inizio avevamo in comune: lo studio. Da qui allora il nome AreaViziata. Tuttavia continuiamo ancora a fare lavori e progetti separati o misti, dipende sempre dal momento, dai desideri e gli obiettivi che ognuno di noi vuole raggiungere.

La tracklist del nuovo album I MIGLIORI BRANI DELLA NOSTRA VITA richiamano brani nazionali e internazionali ma in che chiave? 

– Il rievocare titoli di brani famosi è il processo che abbiamo individuato per far saltare i preconcetti verso una musica di nicchia, volta alla sperimentazione e indipendente, una musica che per forza di cose i media non mettono in risalto. Ma questa musica ha un valore e, probabilmente, la tracklist vuole trasmettere questo messaggio. Poi ci piace sempre pensare che ognuno di noi ha in mano una chiave diversa per la costruzione della propria visione.

“Fogli dalle stelle” è un titolo originale del singolo qual’è il mood del pezzo?

– Ovviamente il mood vuole essere spaziale/fantascientifico. Avevamo proposto già in passato queste atmosfere ma questa volta abbiamo voluto aggiungere un tocco di romanticismo in più: lo spazio non più inteso come luogo di mistero e di universi inesplorati ma come luogo delle infinite possibilità e metafora della mente creativa.

Nel vostro disco c’è un brano che parla di razzismo  “Strangers in the right” una scelta dettata dall’attualità della tematica?

– Assolutamente si, il brano sottolinea l’esigenza di parlare dell’argomento e di quanto sia attuale (“è una questione che riguarda tutti noi”). La questione del brano è quella che vede il razzismo come una balla spaziale (per restare nel mood dell’album), che può essere smentita in ogni istante con qualsiasi argomentazione, dato per cui “posso essere razzista solamente con gli alieni”.

Il rap oggi influenza e fa parte della moda, c’è qualche aspetto del rap che non approvate?

– Quello che non approviamo è la non partecipazione, l’alienazione, il retrogusto di chiusura che notiamo in molti ambienti. L’ambiente italiano è molto “faccio il mio sperando superi il tuo”, come se non potessero coesistere le due cose.

La musica unisce ma può anche dividere con i gusti il pubblico?

– La musica divide solo quando non la si vive o si ascolta con superficialità. Quando si crea qualcosa in studio, oppure si va ad un concerto o si ascolta un cd insieme la musica è sempre momento di unione e collaborazione. Oggi purtroppo è facile sparare a zero su generi e artisti stando comodamente a casa dietro una tastiera, ma vivere le cose da vicino è sempre un’esperienza più viva e coinvolgente.

Quale potrebbe essere la  classifica di artisti italiani vicini alla scena rap che stimate?

– E’ difficile fare una classifica riassumendo i gusti di tutti e tre. Sicuramente abbiamo una visione che non esclude nulla a priori, per cui può capitare che in un progetto ci piaccia un artista ed il progetto successivo ci piaccia meno. Fino ad adesso Kaos ed alcuni dell’Unlimited Struggle sono tra quelli che ci hanno trasmesso sempre qualcosa di positivo.

Cosa pensate del panorama musicale attuale? quali cantante preferite?

– Adesso il rap è diventato finalmente mainstream e questa è una cosa che è e resterà sempre positiva, senza nessuna eccezione. La cosa negativa è che certe meccaniche e modi di pensare sono rimasti all’antica. Ci piacerebbe vedere maggiore innovazione e collaborazione nella scena, perché per adesso si passa dai prodotti estremamente commerciali a quelli estremamente di nicchia e underground senza vie di mezzo. Per questo riguarda i cantanti ascoltiamo molti artisti underground a vari livelli, passando da Stokka e MadBuddy arrivando ad artisti della scena locale come Dimora del Padrino, nostri mentori ancora attivi e che reputiamo ancora validi e vicini al nostro gusto.

Qualche anticipazione sui progetti futuri?

– Stiamo lavorando ai video dei prossimi singoli estratti dall’album e allo stesso tempo stiamo preparando un seguito molto diretto al disco, a poco a poco cerchiamo di espandere l’universo attorno ad esso.

Ringraziamo per l’intervista e terminiamo col nuovo  video degli Areaviziata, buona visione

 

Redazione

 

‘è