retequattro

“Il terzo indizio”


Venerdì 30 luglio in prima serata su Retequattro va in onda la riproposizione de “Il terzo indizio“, il programma targato di approfondimento targato Videonews e condotto da Barbara De Rossi che ricostruisce con il linguaggio delle docufiction i principali casi di cronaca degli ultimi anni.

La conduttrice – apprezzata interprete di teatro, cinema e fiction – ha il compito di introdurre e commentare i filmati che riproducono le vicende ed i processi di storie che hanno diviso l’opinione pubblica del Paese.

Alla base del racconto, massima attenzione agli atti giudiziari che, interpretati da attori professionisti, fungono da traccia delle docufiction. In ogni puntata, accurate ricostruzioni e interviste ai protagonisti permettono di ripercorrere e rivivere i contesti nei quali nascono quegli episodi di “nera” che hanno fortemente turbato la coscienza collettiva.

Redazioe

CS_Retequattro omaggia Raffaella Carrà


Retequattro omaggia la grande Raffaella CarràMartedì 6 luglio in prima e seconda serata sulla rete diretta da Sebastiano Lombardi vanno in onda i film “7 eroiche carogne” e “Professione Bigamo” entrambi usciti nel 1969.

7 EROICHE CAROGNE
La pellicola diretta da José Luis Merino ha come protagonista una giovanissima Raffaella Carrà ancora alle prime armi con il mondo dello spettacolo. L’artista veste i panni di Sara van Kolstrom, figlia del professore van Kolstrom che, durante la Seconda Guerra Mondiale, è stato obbligato dai tedeschi a elaborare un virus in grado di annietare il mondo. I soldati americani inviati per salvare il professore possono contare sull’aiuto della figlia.

PROFESSIONE BIGAMO
Il film diretto da Franz Antel racconta la storia di Vittorio Coppa, controllore di un vagone letto che ogni tre giorni percorre la tratta Roma-Monaco. Ciò, gli permette di avere una doppia vita: una con Teresa a cui presta il volto proprio Raffaella Carrà, l’altra con Ingrid.

Redazione

CS_”Le storie di Quarto Grado”


Venerdì 25 giugno, alle ore 21.25, su Retequattro, nuovo appuntamento con “Le storie di Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri apre con il caso di Denise Pipitone, la bambina sparita dall’androne di casa all’età di quattro anni, il primo settembre 2004, a Mazara del Vallo.
Retroscena, segnalazioni e interrogatori hanno fatto ripartire l’inchiesta sulla sua scomparsa. Molti i passaggi ancora oscuri che gli inquirenti stanno cercando di chiarire.
E intanto nei giorni scorsi è finita sotto indagine per false dichiarazioni al pubblico ministero della Procura di Marsala Maria Angioni, l’ex pm che si era occupata della vicenda di Denise. Nei giorni scorsi la Angioni aveva dichiarato in televisione che Denise fosse viva e avesse una figlia.

Al centro della puntata anche la tragica vicenda di Saman Abbas, la ragazza di origini pakistane scomparsa nel nulla, il 30 aprile scorso, a Novellara (Reggio Emilia). Chi indaga pensa che Saman sia stata uccisa dallo zio: la famiglia non avrebbe accettato il fatto che la giovane rifiutasse il matrimonio combinato con un cugino, in Pakistan.
Molti i dubbi e le questioni ancora irrisolte.
Quarto Grado cercherà di ricostruire gli ultimi giorni della giovane ragazza, che prima di fare ritorno a casa ha passato dei giorni tra Roma e Frosinone insieme al suo fidanzato.

Per le segnalazioni da parte dei telespettatori, sono sempre attivi il centralone e l’account di Facebook Messenger del programma.

Redazione

CS_”Le storie di Quarto Grado”


Venerdì 21 maggio, alle ore 21.25, su Retequattro, appuntamento con “Le storie di Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri si occupa di Denise Pipitone, la bambina sparita dall’androne di casa all’età di quattro anni, il primo settembre 2004, a Mazara del Vallo.
Tanti i dubbi e moltissime le ombre su quella tragica mattina. Chi sono le ultime persone che hanno incrociato la bambina quel giorno? Le ricerche non si sono mai fermate e intanto nuove segnalazioni aprono altre piste.
La speranza per la famiglia di Denise è quella di non aver perso troppo tempo in questi anni.

Al centro della puntata anche il caso di Ciro Grillo, accusato di violenza sessuale – che sarebbe avvenuta nella casa di famiglia, in Sardegna, nel luglio 2019 -, insieme a tre amici, da una ragazza italo-norvegese di 19 anni.
Un giallo nel giallo perché le testimonianze dei quattro ragazzi hanno dei punti in comune ma anche delle contraddizioni. Oltre ad andare nel senso opposto rispetto al racconto della ragazza. Una vicenda che continua a rimanere intricata e molto delicata.

Per le segnalazioni da parte dei telespettatori, sono sempre attivi il centralone e l’account di Facebook Messenger del programma.

Redazione

Nuovo appuntamento con Quarta Repubblica


Michele Santoro torna dopo 22 anni in uno studio Mediaset ospite di Nicola Porro a “Quarta Repubblica”, il talk-show dedicato all’attualità politica ed economica, in onda domani, lunedì 10 maggio, in prima serata su Retequattro.
 
Nel corso della serata, tra i temi che verranno affrontati: il caso della “Loggia Ungheria” che ha provocato spaccature all’interno della Procura di Milano e del Consiglio Superiore della Magistratura, con il parere del giurista Carlo Nordio, le divisioni e proteste sul disegno di legge Zan contro l’omotransfobia e le polemiche sul politicamente corretto.
 
E ancora, un “faccia a faccia” tra Nicola Porro e Marco Bizzarri, Presidente e Ceo di Gucci.
 
Tra gli ospiti della puntata anche: il deputato Alessandro Cattaneo (FI), Alessandro SallustiPiero SansonettiDaniele CapezzoneGiulia MerloAnselma Dall’Olio, Guido Crosetto, Moni Ovadia e suor Anna Monia Alfieri. Come sempre, nel corso della serata, gli interventi di Vittorio Sgarbi e Gene Gnocchi.

Redazione

Nuovo appuntamento con Quarta Repubblica


Il leader della Lega Matteo Salvini e il consulente di Regione Lombardia per il piano vaccinale Guido Bertolaso saranno ospiti di Nicola Porro a “Quarta Repubblica” – lunedì 1 marzo, in prima serata, su Retequattro – per un commento delle misure anti-Covid19, in vigore dal 6 marzo al 6 aprile contenute nel primo Dpcm del Governo Draghi, e il nuovo piano per i vaccini, con un ampio coinvolgimento della Protezione Civile per raggiungere 19 milioni di iniezioni al mese.  
Oltre alla stretta attualità politica, tanti i temi al centro del dibattito: un’analisi delle cause che rallentano le operazioni per la vaccinazione di massa e le possibili soluzioni; gli sviluppi dell’inchiesta della Procura di Roma sulla maxi-commessa di mascherine dalla Cina; le testimonianza sullo svolgimento dei concorsi per entrare in magistratura, dopo quanto rivelato dal libro-intervista di Alessandro Sallusti con Luca Palamara (“Il Sistema”, Rizzoli); gli ultimi aggiornamenti sulla vicenda di Bibbiano, dove i bambini al centro dei presunti affidi illeciti denunciati dall’indagine “Angeli e Demoni” sono rientrati in famiglia. 
E ancora, un reportage sui provvedimenti anti-pandemia negli USA, dove in alcuni stati i locali pubblici sono chiusi mentre in altri aperti, e un racconto della somministrazione del vaccino russo Sputnik V nella Repubblica di San Marino. Il “faccia a faccia” di questa settimana sarà tra Nicola Porro e l’armatore Guido Grimaldi. 
Tra gli ospiti della puntata anche: il giurista Carlo Nordio, il Garante dell’Infanzia della Regione Lazio Jacopo Marzetti, Alessandro Sallusti, Piero Sansonetti, Daniele Capezzone, Frank Cimini e suor Anna Monia Alfieri. 

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Dritto e rovescio”


Giovedì 17 dicembre, in prima serata su Retequattro, al centro del nuovo appuntamento con “Dritto e Rovescio”, il programma di approfondimento condotto da Paolo Del Debbio, l’intervista al presidente della Regione Veneto Luca Zaia. Tra i temi affrontati: le nuove restrizioni del Governo per “blindare” le festività natalizie, le manovre di palazzo, tra voci di rimpasto e tensioni di governo, il rischio di una terza ondata e le incertezze sul piano vaccinale anti-Covid-19 che dovrebbe prendere il via il prossimo gennaio. 
Nel corso della serata, ampio spazio sarà dedicato alle polemiche contro gli assembramenti per lo shopping natalizio durante la prima giornata di zona gialla in molte Regioni e alle difficoltà economiche di tanti commercianti e lavoratori autonomi ancora in attesa dei ristori promessi dal Governo.

Redazione

Nuovo appuntamento con “Quarta repubblica”


Che Natale ci aspetta? Quando arriverà il vaccino anti-Covid? E con quali criteri verrà somministrato? Questi i principali temi al centro del nuovo appuntamento con “Quarta Repubblica”, in onda lunedì 30 novembre – in prima serata su Retequattro. 

Nel corso della puntata, spazio a un reportage sulla sanità della Calabria per cui il Governo ha appena scelto – dopo una serie di dimissioni, rifiuti e polemiche – il prefetto Guido Longo come commissario; a un racconto dalle piste da sci della Svizzera già in piena attività e a un approfondimento sui navigator, attraverso le testimonianze di alcuni dei 2.700 impiegati che avrebbero dovuto trovare un lavoro ai destinatari del reddito di cittadinanza e che ora rischiano di rimanere anch’essi disoccupati.

E ancora, il “faccia a faccia” di questa settimana sarà tra Nicola Porro e Dario Ferrari, Presidente e Ad di Intercos, azienda leader che produce cosmetici per conto terzi.

Tra gli ospiti anche: i deputati Michele Gubitosa (M5S) e Simone Baldelli (Forza Italia), l’ex sindacalista Fiom-Cgil e attuale portavoce di Potere al Popolo Giorgio Cremaschi, il sociologo Luca Ricolfi, lo psicoterapeuta Raffaele Morelli,  il direttore esecutivo dell’Agenzia europea per i medicinali Guido Rasi, il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi, l’ex procuratore aggiunto di Venezia Carlo Nordio, l’esperta di lavoro autonomo Emiliana Alessandrucci e i giornalisti Mario Giordano, Piero Sansonetti, Roberto Arditti e Daniele Capezzone. Come ogni settimana, interverranno Vittorio Sgarbi e Gene Gnocchi.

Redazione

CS_Al via su Retequattro la nuova stagione di “Confessione Reporter”


Mercoledì 25 novembre, in seconda serata, su Retequattro, tornano le inchieste di Stella Pende con «Confessione Reporter». La nuova edizione, che volutamente non tratta il tema Corona Virus, è dedicata al dolore dei più fragili, degli invisibili, di chi ha subito nel silenzio e nello strazio una grande violenza.

La prima puntata parla di suore. Cuore pulsante della Chiesa, possono avere vite piene e appaganti, come quelle delle missionarie e delle suore di clausura. Molte di loro, però, vivono in condizioni di inferiorità, sfruttate per i mestieri più umili e alcune sono addirittura state e sono ancora vittime di violenze sessuali.

Una verità che è stata sempre negata, affiorata tre anni fa durante un summit speciale in Vaticano voluto da Francesco, che per le suore in difficoltà ha fortemente voluto una casa e un rifugio.

Il vero scandalo è esploso quando finalmente le monache hanno parlato. Una dopo l’altra, vinta la paura e il silenzio, hanno raccontato con dettagli raccapriccianti, anni e anni di stupri, quasi sempre commessi da chi avrebbe dovuto difenderle: i preti.

«Confessione Reporter» è un programma di Stella Pende, a cura di Sandra Magliani, realizzato da Videonews.

Redazione

CS_Torna il “Maurizio Costanzo Show”


Maurizio Costanzo riprende le registrazioni de "L'Intervista" in onda  giovedì 21 maggio - NotizieWebLive.it

Martedì 27 ottobre in seconda serata su Canale 5 torna il “Maurizio Costanzo Show“, il talk show più longevo della storia della televisione italiana condotto -appunto – da Maurizio Costanzo

Quella che sta per iniziare è la 39esima edizione del programma che è andato in onda per la prima volta il 14 settembre 1982 su Retequattro. Nel corso degli anni, ha all’attivo più di 4000 puntate e sulle poltrone del salotto di Costanzo sono passati migliaia di ospiti famosi e non. La chiave del successo della trasmissione è da sempre il mix perfetto tra attualità, leggerezza, temi sociali, comicità, inchiesta, musica, politica e divertimento. Da 38 anni, il “Maurizio Costanzo Show” racconta l’Italia nei suoi pregi e nei suoi difetti. 
Costanzo, tramite le sue interviste, è riuscito sempre a svelare la sfera personale e gli aspetti più intimi di personaggi molto importanti. Tra questi: i premi Nobel Michail Gorbaciov e Dario Fo; ha ospitato grandissimi protagonisti della storia degli ultimi decenni come Giovanni Falcone, Totò Cufaro, Giulio Andreotti, Giovanni Spadolini e Alda Merini … Indimenticabili anche le testimonianze dei più grandi artisti del cinema e dello showbiz italiano, come Marcello Mastroianni,
Vittorio Gassman, Carmelo Bene, Paola Borboni, SophiaLoren, Virna Lisi, Albero Sordi, , Nino Manfredi, Monica Vitti, Michelangelo Antonioni, Fernanda Pivano, Gina Lollobrigida e Walter Chiari.
Grazie alla trasmissione artisti non ancora emersi si sono rivelati poi eccellenti attori, conduttori e mattatori del panorama italiano. Tra questi: Giobbe Covatta, Enzo Iacchetti, Claudio Bisio, Lello Arena, Enrico Brignano, Platinette, Ricky Menphis, Gioele Dix, Dario Vergassola, Stefano Nosei, David Riondino e Daniele Luttazzi.

Redazione