Rita Pavone

A #Verissimo Rita Pavone: Un confronto con la Bertè? “NO grazie”.


Rita Pavone è stata ospite gradita in studio e dal pubblico, ieri, sabato 4 novembre a Verissimo, il talk show di Canale5 condotto da Silvia Toffanin e, tra le altre cose e aneddoti della sua lunga carriera, ha raccontato la sua delusione, manifestata lo scorso maggio per la  mancata convocazione al concerto dello scorso anno a che si è tenuto a Verona  di Loredana Bertè per i suoi 40 anni di carriera, Amiche in Arena, prodotto da Fiorella Mannoia. In quell’occasione la cantante torinese si era scagliata sui social contro la collega romana e Loredana Bertè e, in particolare su quest’ultima.

Questo quello che ha detto: “Comunque della Mannoia non mi interessa perché la conosco appena, è dell’altra  (la Bertè ndr)che mi è dispiaciuto perché la consideravo un’amica“, “Lei dovrebbe essere abituata a queste cose, un giorno considera Renato Zero un amico e il giorno dopo non lo è più“, e alla domanda della presentatrice su un eventuale confronto con la Bertè risponde sorridendo “NO grazie“.

E sul fatto che secondo alcune voci che le sono arrivate sia stata proprio la Mannoia a non volerla perchè “troppo in la con gli anni” , la Pavone che di anni ne ha 72  ha considerato senza peli sulla lingua : “Non mi pare che lei sia proprio di prima pelle!” (la Mannoia di anni ne ha 63 ndr )

VIDEO: https://www.msn.com/it-it/video/guarda/rita-pavone-non-ho-bisogno-di-queste-amicizie/vp-AAuryUH

 

Redazione

Rita Pavone attaccata per una foto pubblicata sul web, risponde duramente alle critiche


 pavone_rita_cantante_r439_thumb400x275
A volte basta una foto per deludere i fan… E’ quanto sta capitando a Rita Pavone  che in vacanza a Maiorca ed evidentemente animata da “spirito goliardico” ha ripreso e pubblicato il lato B di una signora di passaggio contenuto in un paio di leggings bianchi  accompagnando la foto con la  la didascalia  : ‘Al mercatino di Santanyi’.
ritaEbbene, evidentemente non animati dallo  stesso spirito goliardico e manifestamente delusi dalla loro “icona” i  fan hanno invece scatenato la loro indignazione sul social  con commenti di questo tenore:
“Che delusione la pubblicazione di questa foto, che delusione – scrive qualcuno – sono rimasta delusa anche dal suo commento: io l’adoro e adoro soprattutto la sua eleganza, il suo garbo, la sua educazione. E’ brutto essere derisi”
Che caduta di stile – chiosa qualcun altro – mi sembra mancanza di rispetto”.
E ancora, molti utenti fanno notare alla cantante che “non c’è niente da ridere”
“Che cattiveria fotografarla per pubblicarla e farla deridere – scrive un fan – Non voglio pensare che sia Rita”.
E ancora:
Ho perso tutta la stima che avevo di te, Rita – gli fa eco un’altra – ti credevo superiore a queste cose. Ma non ti vergogni di prendere in giro una donna che è all’ oscuro di quello che stai facendo?
La risposta di Rita Pavone che notoriamente non le manda a dire è arrivata puntuale e molto dura e chiaramente intenzionata a fare piazza pulita nella sua pagina social di tutti i puritani ipocriti che predicano bene e razzolano male:
 “Detesto gli ipocriti. Detesto i farisei e detesto i finti moralisti. Detesto, cioè, coloro che passano la vita sparlando, da mattina a sera, di altri e dei loro problemi, fisici o personali e poi si adombrano e fanno i bacchettoni, gli intransigenti, i rigoristi, gli integralisti per una semplice e tenera foto che aveva il solo scopo di fare sorridere. A queste persone che si ergono censori, giudici e revisori, chiedo pertanto di non entrare più nella mia pagina personale di Facebook. Grazie. Diversamente, mi vedrò costretta a bloccarli. Io detesto, anzi, odio, i sepolcri imbiancati!”

 

 

Redazione

Rita Pavone al Chiambretti Night racconta di quella volta quando Papa Bergoglio….


pavone_rita_cantante_r439_thumb400x275Al  Grand Hotel di  Chiambretti su Canale5 che notoriamente accoglie accoglie protagonisti dello scenario italiano e internazionale molto conosciuti, prestigiosi, autorevoli e apprezzati dal pubblico, Venerdì 8 maggio ha ospitato una icona della musica italiana riconosciuta e apprezzata nelle Americhe: Rita Pavone, un’artista italiana che ha venduto 50milioni di dischi nel mondo, ma ha conservato la semplicità e l’umiltà di chi non si è mai montato la testa, eppure di ragioni ne avrebbe avute più di una. Da Chiambretti è stata spiritosa, si è prestata all’intervista stando al gioco, ha raccontato aneddoti della vita privata e professionale, ha raccontato di incontri con personalità di spicco del panorama  internazionale come, Elvis Presley e ha raccontato con emozione della telefonata ricevuta da  Papa Francesco suo fan fin dai tempi della sua popolarità in Argentina negli anni ’60. Non c’è cosa che Rita Pavone non abbia fatto, dalla musica alla televisione passando perfino per il cinema interpretando nel 1967 la parte di un cowboy in “Little Rita nel West” con un giovanissimo Terence Hill. Oltre al talento serve altro, questo il pensiero di Rita PavoneBisogna avere talento, capacita ma soprattutto le persone giuste che ti permettono di esprimere il talento. Persone che danno l’opportunità di crescere dal punto di vista professionale.  E a proposito dei talent ha detto:  Il talent ti permette di stare chiuso  in una stanza per sei mesi e di uscire con  tutti che  ti conoscono. Questa è una carta di  grande importanza, ma la difficoltà sta nel trovare le cose da proporre. Se hai una voce blues e ti danno una canzoncina leggera come quelle che ho sentito quest’anno a Sanremo, c’è molta difficoltà. Comunque quello che manca oggi sono i produttori. Nel 2013 Rita Pavone ha prodotto e inciso un disco dove ha riprodotto i grandi standard della musica americana. Un personaggio decisamente evergreen ancora attuale e al passo coi tempi, ancora oggi attivissima che con i social network ha trovato il modo di regalare perle di saggezza e di esperienza da vero “manuale” ai tantissimi ammiratori.

[by Ponyo]

In una sola serata il meglio di “Gianni Morandi Live in Arena” Martedì 24 giugno Canale 5


Martedì 24 giugno 2014, in prima serata, Canale 5 offre l’occasione di rivivere il meglio dei due concerti di “Gianni Morandi Live in Arena”.

L’evento, trasmesso in diretta lo scorso ottobre dalla rete ammiraglia Mediaset, aveva sbaragliato gli ascolti tv.

A duettare insieme a Morandi, superospiti del calibro di Fiorello, Cher, Checco Zalone, Raffaella Carrà e Rita Pavone.

Sul palco dell’ Arena di Verona 110 artisti, 300 tecnici impegnati, Gianni Morandi con la sua band e un’orchestra diretta dal maestro Leonardo De Amicis composta dai migliori giovani musicisti d’Italia.

Uno spettacolo unico con la direzione artistica di Gianmarco Mazzi e la regia televisiva di Roberto Cenci.

 

28/03/2014 Parte il nuovo talent show “La Pista” con Flavio Insinna


foto-flavio-insinna-la-pista-rai1

Venerdì sera alle 21.10 su Rai1, prenderà il via il nuovo talent show condotto da Flavio Insinna: La pista. Otto squadre composte da dieci ballerini ciascuna e capitanate da  altrettanti vip dovranno misurarsi con delle esibizioni di ballo e canto. Ovviamente ci sarà una giuria composta da: Gigi Proietti, Claudia Gerini e Rita Pavone. Nel nuovo format la danza avrà un ruolo importante come afferma Rita:Ho sempre ballato. Non potrei giudicare la tecnica ma l’armonia sì, l’espressività ugualmente, il fascino del movimento. Sul ballo moderno devo dire che sono abbastanza attrezzata, ho avuto grandi maestri. Come Antonello Falqui, a cui devo tutto, ovvero essere diventata un’artista rotonda, lui non si accontentava che io sapessi cantare, dovevo imparare a recitare, a ballare, parlare”.

foto di rita pavone

Ma cosa ne pensa Rita Pavone dei talent?: I talent, mi piacciono, ma è come andare all’università senza aver fatto le elementari. Un ragazzo si trova su una ribalta amplificata, quale è la televisione, conosce subito denaro e fama e per uno che vince ce ne sono tanti altri a cui non resta altro che la difficile gestione della frustrazione. Il talento da solo non basta, deve essere accompagnato da personalità e la personalità si forma con la crescita”. La cantante, tornata in pista dopo nove anni di silenzio, si dice dispiaciuta di non essere stata invitata al Festival di Sanremo per celebrare i 60 anni della Rai: “con tutto quello che ho fatto per la tv di Stato”.

Mentre per quanto riguarda il futuro della Tv punta l’attenzione su tre nomi: “Alla regia Roberto Cenci mi ricorda molto Antonello Falqui; certo non ci sono più una Delia Scala o un Walter Chiari, però abbiamo una splendida donna e artista che è Lorella Cuccarini, a torto sottovalutata dalla televisione. Abbiamo l’icona Carrà. Tanta altra roba in giro non ne vedo”. 

Rita Pavone, il ritorno, nuovo disco… nuovo volto?


Rita Pavone, cosidetta “pel di carota” per via dei suoi capelli rossi, e nota per aver interpretato Gian Burrasca, nello sceneggiato musicale televisivo “ Il Giornalino di Gian Burrasca “ Prodotto dalla Rai- Radio Televisione Italiana  nel 1964, sta tornando sulla scena musicale con un nuovo disco a distanza di diciannove anni dal suo ultimo di inediti Gemma e le altre del 1989. In uscita il 24 ottobre 2013 il nuovo e doppio album “Master” anticipato dal singolo Want You With Me’ in rotazione radiofonica dal 6 settembre. E’ una cover  di Elvis Presley contenuta in ‘Somebody For Everybody‘ del 1961. La Sony che ha in pubblicazione il disco,  ha detto che: “Sarà un CD decisamente sorprendente che l’artista, da sempre, si augurava di riuscire a realizzare e che ha fortemente voluto, curato prodotto“. Nelle foto di presentazione del suo nuovo disco, Rita appare innaturalmente ringiovanita tanto da far sorgere un vero dilemma in rete… ma è lei o non è lei? prima-dopo