Sanremo

SANREMO 2016: FESTIVAL “ALL TALENT” MA VINCONO GLI STADIO – GIUSTIZIATO IL TELEVOTO?


Bizzarrie di un Sanremo, quello dell’edizione 2016, forse con il più alto tasso di presenze fra gli “ex-talent” di “Amici” e “X-Factor”, vinto, con tanto di sorpresa spiazzante, da “veterani” della musica, gli Stadio, capitanati da Gaetano Curreri (classe 1952), storica “band” formatasi nel lontano 1977 e vista spesso al seguito di Lucio Dalla, oltre al prezioso leoncino, hanno fatto man bassa di riconoscimenti, conquistando anche il premio della Sala Stampa Radio TV Web e quello per la migliore musica intitolato a Giancarlo Bigazzi. Che dire della loro “Un giorno mi dirai”? Un brano complessivamente apprezzabile, anche se un po’ “para*ulo” (ma ci sta) giocato sul commovente confronto fra un padre e una figlia alle prese con gli “snodi” più significativi della vita, fra cui l’amore e i sacrifici e le rinunce che in suo nome si fanno, ma si parla anche della presunta infallibilità che si attribuisce ai genitori, che in realtà sono esseri umani imperfetti e vulnerabili come tutti gli altri “mi dirai che un padre non deve piangere mai”, non si sa però fino a che punto la gente la canticchierà per strada o scaricando la spesa dal bagagliaio.

Francamente non dispiace il quarto posto di Enrico Ruggeri (classe 1957) con la sua “Il primo amore non si scorda mai”, c’è l’irrequietezza “rock”, c’è l’apporto dell’elettronica e c’è il testo, con qualche concessione (ci voleva!) alla poesia della vita, con le sue gioie, dolori, rimpianti e i segni che lascia. Pienamente giustificato anche il buon piazzamento di Patty Pravo (età non pervenuta, per informazioni consultare scheda del chirurgo plastico), sesta con “Cieli immensi” (e … “immenso amore” no?), per lei il premio della Critica Mia Martini.

francesca mi.jpg

Rimasti a bocca asciutta gli “ex-talent”, come si diceva, anche se qualcuno di loro era dato, alla vigilia della “finalissima”, come superfavorito, nella tripletta sul podio, tuttavia, ci sono stati dei rappresentanti della categoria, Francesca Michielin e l’inedita coppia canora costituita da Giovanni Caccamo e Deborah Iurato. La giovane cantautrice di Bassano del Grappa si è presentata con un titolo che di primo acchito denoterebbe pretese intellettualistiche e impegnate non da poco “Nessun grado di separazione”, subito smentito nei fatti dai versi, in cui si scomoda addirittura l’ ”universo”, con un respiro cosmico che si vorrebbe dare a un rapporto a due che procede in “una sola direzione”, eppure, non per malignare, ma quando si è ancora “piccoli” e non si riesce a spingersi tanto in alto, quanto meglio sarebbe rimanere sulla terra!

Terzi i due citati ragazzi siciliani, con un pezzo di Giuliano Sangiorgi “Via da qui”, scarso lo spessore contenutistico, a tratti “imbarazzante” il testo, incentrato su una storia in procinto di finire, con l’attesa di una partenza, qualche passaggio “Ti cucirò un vestito nuovo addosso …. ti lascerò qui la pelle miaaspetti di indossare le mie scuse come fossero medaglie da mostrare” (vestiti, roba da indossare, e che è una sartoria?), anche la musica non “cattura” e i cantanti, assieme, non riescono a creare una miscela esplosiva.

noemi1

Scendendo in classifica, c’è Noemi, con “La borsa di una donna”, inizialmente sottovalutato -date un’occhiata sul Web per toccare con mano la delusione di qualche “fan”- in realtà è un motivo non certo banale o che risulta subitaneamente accessibile, va ascoltato attentamente per coglierne il senso e, come sempre, nei brani che predilige l’artista, il senso c’è, dove la “borsa” non è altro che la metafora del doloroso bagaglio di esperienze che ogni donna si trascina dietro, con tutto il corredo di fragilità e insicurezze che ne è parte integrante, con il “desiderio di piacere” e la “debolezza di essere ancora come la vogliono gli altri”,  la “paura di restare sola” e infine “la borsa di una donna pesa come se ci fosse la mia vita dentro”, difficile rendere le tante sfumature richieste, ma Noemi, da interprete sottile e capace di scavo e immedesimazione è sicuramente in grado di tradurre le parole scritte in un canto intenso, vissuto intimamente e dalle emozionanti tinte espressive, mai monotono o distaccato.

annafestiIl “toto-scommesse” aveva già proclamato da giorni come vincitrice più accreditata Annalisa, con “Il diluvio universale” e probabilmente aveva iniziato a crederci anche lei, visto che, al termine della sua esibizione alla “finale”, ha ricevuto gli applausi del pubblico e stretto il mazzo di fiori che le porgeva Carlo Conti con aria divistica e fin troppo compresa nella parte, come se l’incoronazione fosse ormai solo una pura formalità; forse il commento colorito sulla sua canzone fatto sui “social” da Gabriele Greco, compagno di vita di Noemi, “Fa caga*e” è un po’ eccessivo, certo non la si può definire una “perla rara”, anche a un esame sommario “E intanto prendo questa metropolitana, l’unica che sorride è una putta*a” e “ma stasera rimango a casa a cucinare la vita come se fosse un buon piatto da buffet”, latita, come si può constatare, un paroliere non “improvvisato” e la cantante savonese, presenzialista allo sfinimento a Sanremo, sta cominciando a stancare.

vllMolto amato dal pubblico televisivo, dopo la vittoria a “Tale e quale show”, anche Valerio Scanu, che ha proposto “Finalmente piove”, in cui la pioggia, come ha lui stesso affermato “Ha un’accezione positiva, introspettiva, un dialogo in terza persona con se stessi”, bel brano scritto da Fabrizio Moro, che rimane subito impresso, in cui Scanu si riconferma una delle più belle voci del panorama musicale italiano, anche se a voler fare proprio i sofistici, quel “No tu non hai, tu non hai, tu non hai capito” avremmo voluto sentirlo cantato con tonalità non tutte uguali.

Personalità rimasta un po’ “in ombra” quella di Lorenzo Fragola su un palcoscenico “difficile” come Sanremo, dove ha presentato “Infinite volte” e diminuito peso specifico di Alessio Bernabei senza i “Dear Jack” con “Noi siamo infinito”, giunto quattordicesimo.

red ronnieRed Ronnie e l’operaione Trasparenza

Oggi, nel corso dell’”Arena” di Giletti, Red Ronnie, fra gli opinionisti, ha voluto compiere un’”operazione trasparenza” per tutto il pubblico televotante, visto che le sue preferenze non sono gratuite e si è fatto carico di divulgare personalmente la sua classifica, escludendo quelle degli esperti e demoscopica, che però con essa fanno media e i dati più eclatanti che emergono sono che al primo posto, in base al verdetto dei telespettatori, ci sarebbero stati ugualmente gli Stadio, mentre al secondo Lorenzo Fragola, al terzo Patty Pravo e al quarto Valerio Scanu, che la seconda serata (10 febbraio), quando è entrato in gara, era in testa sommando le percentuali di voto di tutte le giurie (esperti inclusi), la sua tredicesima posizione finale, come ha giustamente osservato nel corso di “Domenica in” Paola Perego, non si può tollerare e francamente è l’ennesima dimostrazione che, per un motivo o per un altro, alla fine, al “festival” le carte vengono sempre inspiegabilmente “rimescolate”.

by Fede

 

 

SANREMO: CRISTINA D’AVENA OGGI OSPITE DE I SOCIOPATICI SUL TRUCK DI RADIO2, IL PROGRAMMA CHE L’HA LANCIATA SUL WEB E GRAZIE AL QUALE SALIRA’ SUL PALCO DELL’ARISTON


CRISTINA D’AVENA OGGI A SANREMO OSPITE DEI SOCIOPATICI DI RADIO2, IL PROGRAMMA CHE L’HA LANCIATA SUL WEB E GRAZIE AL QUALE SALIRA’ SUL PALCO DELL’ARISTON

cristina_davena_sanremo_fotogramma-kC8G--1280x960@Web

La D’Avena superstar oggi al truck di Radio2, dove ci saranno tra gli altri Arisa, Irene Fornaciari, Dolcenera e Valerio Scanu

Cristina D’Avena, dopo una lunga attesa da parte dei suoi fan, approda a Sanremo 2016 per la prima volta, grazie ad una petizione on line, legata a I Sociopatici di Rai Radio2. Il programma condotto da Andrea Delogu, Fabrizio Biggio e Francesco Taddeucci, ad agosto 2015 aveva infatti lanciato la cantante su Twitter con la rubrica Zero Follower, che ha come obiettivo aprire i profili social e sostenere artisti noti non avvezzi a questo mondo.

“Pari – pa – pum, eccomi qua!” è stato il primo tweet che ha scatenato il popolo della rete e acquisito nel giro di pochi minuti ben 2500 follower, trasformando la D’Avena in una vera tweet star! Da allora la cantante è tornata sulle cronache, tanto che è stata avviata una petizione per sostenere la sua partecipazione al Festival di Sanremo.

Detto fatto, Cristina D’Avena è a Sanremo e oggi, venerdì 12 febbraio, farà la sua prima apparizione nella città dei fiori proprio in Piazza Borea D’Olmo, con I Sociopatici che l’hanno resa, appunto, così “Sociopatica”. Con quali brani si esibirà a Sanremo? Venite a scoprirlo sul pullman di  R ai Radio oggi alle 15.00. Alla puntata parteciperanno anche gli Zero Assoluto, Caterina Samero, Arisa, Alessandro Gassman e Rocco Papaleo, Irene Fornaciari e il giornalista Paolo Giordano.

‘Radio2 Social Club’ in versione “aperitivo” per l’occasione – dalle 17.30 alle 19.00 – rigorosamente live, tra gli ospiti di oggi, giovedì 12 febbraio in piazza schiera ospiterà inveceLorenzo Fragola, Valerio Scanu, Chiara Dello Iacovo, Dolcenera, Neffa, Bluvertigo, J.Balvin. E siccome tutti cantano Sanremo, Luca Barbarossa e Andrea Perroni faranno cantare proprio tutti i loro ospiti, e nelle versioni più uniche e originali.

Redazione

Gabriel Garko: “Sono vivo per miracolo”


garko-kgtG-U10603046618438F5-700x394@LaStampa.it

E’ vivo per miracolo Gabriel Garko, coinvolto ieri mattina nella esplosione di una villa in cui era ospite per il periodo di permanenza sanremese. Garko, che tra una settimana dovrebbe essere tra i conduttori del Festival della Canzone, da un paio di notti dormiva al piano di sotto di Villa delle Rose, residenza scelta dalla Rai per l’attore che, dopo la violenta esplosione di ieri mattina verso le 8,40, si è ritrovato sul pavimento, ammaccato ma vivo, illesa la sua assistente che si trovava al piano superiore dove è avvenuta l’esplosione. Nell’esplosione è morta l’anziana padrona di casa, Maria Grazia Gugliermetti, 77 anni, madre del proprietario della villa, un noto  dentista, trovata purtroppo carbonizzata dietro una lavatrice. Visto l’imminente inizio del Festival, l’incidente lascia dubbi sulla possibile partecipazione dell’attore che, come da programma, dal 9 al 13 febbraio dovrebbe affiancare Carlo Conti nella 66ma edizione della kermesse canora insieme a Virginia Raffaele e Madalina Ghenea. Di certo per  l’attore, che nell’incidente ha riportato un lieve trauma cranico con escoriazioni diffuse e ha avuto    una prognosi di 10 giorni, il Festival è l’ultimo dei suoi pensieri, infatti è fortemente provato e sotto shock per lo scampato pericolo e rammaricato per la morte della donna e per non essere riuscito a metterla in salvo a causa delle fiamme e intervistato sull’accaduto, alla domanda: La conduzione del festival di Sanremo?  ha risposto: Non lo so, ma vi sembra una cosa da chiedermi con la povera  signora che è morta?!

Redazione

SANREMO, INCONTRADA: AVREI POTUTO FARLO MA PURTROPPO STO GIRANDO, LA PROX VOLTA? QUANDO ARRIVERA’ ARRIVERA’


un giorno da pecoraVanessa Incontrada a #Sanremo? Sarebbe potuto accadere ma, ha spiegato l’attrice al programma di Radio2 Un Giorno da Pecora, purtroppo non è stato possibile. E’ vero – hanno chiesto i conduttori Lauro e Cucciari – che stava per fare Sanremo? “Si, è vero”. Perché la cosa non è più andata in porto? “Perché sto girando e non avrei potuto seguirlo come avrei voluto. E forse non era neanche il momento”. Ci spera per l’anno prossimo? “Non lo so, non mi pongo tanti problemi. Quando arriverà, arriverà”, ha detto la Incontrada a #Radio2

Redazione

SANREMO: APERTE LE PREVENDITE


sanremo2016

 

Aperte le prevendite di biglietti per la 66ma edizione del Festival di Sanremo al Teatro dell’Ariston. Dalle ore 10.00 di martedì 12 gennaio avrà inizio la prevendita degli abbonamenti alle cinque serate del concorso canoro della cittadina ligure e i biglietti nominativi per le singole serate potranno essere prenotati esclusivamente a questo indirizzo internet (cliccare)

Il prezzo degli abbonamenti per la galleria, fissato in accordo con il Comune di Sanremo, rimane invariato per il sesto anno consecutivo ed è di 672 euro . L’abbonamento per la platea avrà un costo di 1.290 euro. I singoli biglietti per la platea per le prime quattro serate avranno un costo di 180 euro, mentre costera’ 660 euro il biglietto per la serata finale. I biglietti della galleria per le prime quattro serate avranno un costo di 100 euro, mentre per la finale costeranno 320 euro l’uno.

05/11/2015 – 15:37 – RAI1: I FINALISTI DI SANREMO GIOVANI – L’elenco dei dodici artisti


san

La Commissione Musicale di Sanremo Giovani, composta dal direttore Artistico Carlo Conti e da Piero Chiambretti, Rosita Celentano, Federico Russo, Carolina Di Domenico, Giovanni Allevi e Andrea Delogu, ha selezionato i 12 artisti che, venerdi 27 novembre a Sanremo, in diretta su Rai1, si contenderanno i 6 posti disponibili della categoria Nuove Proposte per il 66° Festival della Canzone Italiana.
Questo l’elenco dei 12 finalisti di Sanremo Giovani:
Cecile, 21 anni di Roma, con “N.E.G.R.A.”; Francesco Guasti, 33 anni di Prato, con “Io e te”; il gruppo Siberia, composto da Eugenio Sournia 24 anni, Matteo D’Angelo 21 anni, Piero Laganà 21 anni, Luca Mele 24 anni, tutti della Toscana, con “Gioia”; Beatrice Visconti 17 anni di Palermo, con “Paulette”; Francesco Gabbani, 33 anni di Carrara, con “Amen”; il duo Valeria e Piero Romitelli composto da Valeria Romitelli 22 anni e Piero Romitelli 29 anni, di Macerata, con “Mai abbastanza”; Chiara Dello Iacovo, 20 anni di Cuneo, con“Introverso”; Ermal Meta, 34 anni di Fier (Albania) con “Odio le favole”; Irama (Filippo Maria Fanti) 19 anni da Monza, con “Cosa resterà”; Michael Leonardi, 25 anni di Sydney (Australia) con “Rinascerai”; il gruppo Rumor composto da Elia Anelli, 24 anni, Marco Platini 24 anni, Evita Polidoro 20 anni, tutti di Novara, con “Il grande salto”; Una (Marzia Strano), 33 anni di Torino con “Amare Stanca”.
Tutte le canzoni ammesse alla finale possono essere ascoltate connettendosi al sito http://www.sanremo.rai.it
Il lavoro di selezione della Commissione per giungere ai 12 brani finalisti è stato complesso e meticoloso. Nella prima fase sono state ascoltate le 648 proposte iscritte al concorso, ridotte a 60 nella mega audizione del 2 novembre scorso fino a giungere alla scelta dei 12 brani di questa mattina.
La stessa Commissione selezionerà anche i 2 artisti dal casting di Area Sanremo che andranno a completare il gruppo delle 8 Nuove Proposte che parteciperà al Festival di Sanremo dal 9 al 13 febbraio 2016.
Redazione

La doppia compilation è DISCO DI PLATINO! Da 6 settimane al 1° posto della classifica con oltre 63.000 copie vendute  


Super-Sanremo-2015-news_3 

SUPER SANREMO 2015”, la doppia compilation del festival di Sanremo , conquista il disco di platino (certificazioni FIMI/GFK Retail and Technology Italia) con ben oltre 63.000 copie vendute e 6 settimane consecutive al 1° posto della classifica.

Il doppio album, pubblicato da Sony Music, è disponibile nei negozi tradizionali e in digital download, ed include tutto il meglio dell’ultimo Festival di Sanremo.

Oltre ai brani in gara, la doppia compilation include anche le grandi cover presentate dagli artisti sul palco dell’Ariston e molti dei singoli già certificati disco d’oro come “Siamo Uguali” di Lorenzo Fragola , “Straordinario” di Chiara e “Grande Amore” de Il volo.

TRACK LISTING

Cd1:

Grande amoreIl Volo
StraordinarioChiara
Che giorno èMarco Masini
Un vento senza nomeIrene Grandi
Sogni infrantiGianluca Grignani
Come una favolaRaf
SolaNina Zilli
Siamo ugualiLorenzo Fragola
Adesso e qui (nostalgico presente)Malika Ayane
Buona fortuna amoreNesli
Una finestra tra le stelleAnnalisa
Fatti avanti amoreNek
LiberaAnna Tatangelo
VoceLara Fabian
Oggi ti parlo cosìMoreno
Io sono una finestraGrazia Di Michele & Mauro Coruzzi
Vita d’infernoBiggio e Mandelli
Ritornerò da teGiovanni Caccamo
Io non lo so cos’è l’amoreRakele
RitorneraiChanty

CD 2:

Io che amo solo teDear Jack
Ciao amore ciaoBianca Atzei & Alex Britti
Il volto della vitaChiara
Una città per cantareLorenzo Fragola
Se perdo teIrene Grandi
Sarà per teMarco Masini
Dio come ti amoAnna Tatangelo
Vedrai vedraiGianluca Grignani
Se bruciasse la cittàNina Zilli
AncoraIl Volo
AlgheroGrazia Di Michele & Platinette
Una carezza in un pugnoMoreno
Sto male Lara Fabian
E la vita, la vitaBiggio e Mandelli
Mare mareNesli
Oltre il giardinoKaligola
CredoAmara
ElisaKuTso
Qualcosa da decidereEnrico Nigiotti
GalleggiareSerena Brancale

“Super Sanremo 205″ è disponibile su iTunes: https://itun.es/i6Bv7Fx, Google Play: http://bit.ly/Super-Sanremo-2015-GPlay, Amazon.it (2CD): http://amzn.to/1DJvMpl e in streaming su Spotify, Deezer e TIMmusic: http://www.multiurl.com/l/mC3


 

Sanremo 2015, da Area Stile Youngblood il primo firmacopie per il nuovo album dei Dear Jack


Dear Jack firmacopie 2 Dear Jack con staff Area Stile Youngblood5J7A8966
 Sanremo – A poche ore dell’esibizione sul palco del teatro Ariston, la giovanissima formazione Dear Jack è stata ospite dello spazio Area Stile Youngblood all’interno dell’Hotel Royal di Sanremo per il primo firmacopie del nuovo album dal titolo “Domani è un altro film (seconda parte)” uscito oggi per Baraonda / Artist First. Alessio, Francesco, Lorenzo Cantarini, Alessandro e Riccardo circondati da decine di fan, si sono intrattenuti per autografi e foto.

NESLI: il 12 febbraio esce il nuovo album di inediti “ANDRA’ TUTTO BENE” che contiene “BUONA FORTUNA AMORE”, brano che porterà al Festival di Sanremo. Dal 16 febbraio parte l’instore tour..


nesli2

 

“BUONA FORTUNA AMORE è una lettera d’amore a una persona lontana. Quando si dividono le strade e ci si separa. Non c’è rabbia, è un augurio e la celebrazione di un addio”: così NESLI descrive il brano (di cui è autore) che presenterà al 65° Festival di Sanremo. Un importante traguardo per l’artista, che sul palco del Teatro Ariston darà voce al suo nuovo percorso artistico nel cantautorato pop moderno, inaugurato con il branoANDRÀ TUTTO BENE”,attualmente in tutte le radio, che anticipa l’omonimo album di inediti in uscita il 12 febbraio (produzione Go Wild Music – etichetta Universal Music).

Guidato dal suo produttore Brando e da un nuovo team formato dalla Production House Go Wild Music e dall’etichettaUniversal Music, con l’album “Andrà Tutto Bene”, il “poeta” (come amano definirlo i suoi fan) “punk” (come lui stesso si definisce per attitudine) tornerà con il suo stile personale e di grande impatto emotivo, e con il suo universo artistico sempre in evoluzione. Nell’album, composto da 11 brani inediti, la sua urgenza di scrivere e comunicare, in maniera diretta, mai allineata e mai banale, si sposa con la passione del cantautore per la melodia, le sonorità rock underground e le atmosfere britanniche degli anni ’80.

Ecco la tracklist di “Andrà tutto bene”: “Andrà tutto bene”, “Allora ridi”, “Buona fortuna amore”, “Sarò come vorrai”, “Prima o poi”, “Quello che non si vede”, “Il mondo è come”, “Dimmi che vuoi che sia”, “Arrivederci e grazie”, “Il cielo è blu” e “Ancora una volta”.

Sulla sua partecipazione al Festival della Canzone Italiana, Nesli racconta: “leggere il proprio nome tra i cantanti big che parteciperanno al Festival di Sanremo è una gioia che ti esplode nel petto! Fiero di esserne parte. Felice di farlo da cantautore e orgoglioso di poter cantare la mia canzone in un palcoscenico così prestigioso”. Sarà il Maestro Umberto Iervolino a dirigere l’orchestra sul palco dell’Ariston durante le esibizioni di Nesli. Nella serata di giovedì, in cui il Festival sceglie di omaggiare la tradizione della canzone italiana, l’artista interpreterà il branoMare Maredi Luca Carboni(1992).

Nesli incontrerà il pubblico per presentare il suo nuovo album “Andrà Tutto Bene” con un instore tour che toccherà da Nord a Sud le principali città italiane:

16 febbraio a GENOVA (Feltrinelli, Via Ceccardi 16, ore 18.00)

17 febbraio a TORINO (Feltrinelli, Staz. Porta Nuova, ore 18.30)

18 febbraio a MILANO (Feltrinelli, P.za Piemonte, ore 18.30)

19 febbraio a VARESE (Casa del Disco, Piazza del Podestà 1, ore 15.00)

22 febbraio a MARGHERA (Venezia) (Mondadori CC Nave De Vero, ore 18.00)

23 febbraio a ROMA (Discoteca Laziale, Via Mamiani 62, ore 17.00)

24 febbraio a NAPOLI (Feltrinelli, P.za Dei Martiri, ore 18.00)

25 febbraio a NOLA (Napoli) (Mondadori CC Vulcano Buono, ore 18.00)

26 febbraio a BARI (Feltrinelli, Via Del Melo 119, ore 18.30)

27 febbraio a LECCE (Feltrinelli, Via Dei Templari 9, ore 18.30)

2 marzo a BOLOGNA (Mondadori, Via M. D’Azeglio 34/A, ore 18.00)

3 marzo a LONATO (Brescia) (Mondadori CC Il Leone, Via Mantova 36, ore 18.00)

Il video del brano “Andrà tutto bene, primo capitolo della sua nuova avventura musicale, (disponibile in streaming e in digital download su iTunes, al link http://bit.ly/atb_i, e nei principali store digitali) ha già superato 1.000.000 di visualizzazioni! Il videoclip, diretto da Marco Salom, è online al link: http://vevo.ly/GuCfgo.

 

CHANTY in gara al Festival di Sanremo (Nuove Proposte) con il brano “RITORNERAI”


chanty 

Da oggi, lunedì 19 gennaio, il brano “Ritornerai” della giovane cantautrice ligure CHANTY è in rotazione radiofonica e disponibile sulle principali piattaforme streaming e in digital download su iTunes. Con “Ritornerai”, CHANTY parteciperà alla 65^ edizione del Festival di Sanremo nella sezione “Nuove Proposte”.

Le note e le parole di “Ritornerai catturano le emozioni che Chanty ha vissuto in questi anni tra Africa, Taiwan, Stati Uniti e Italia. La musica del brano, prodotto da Gigi Barocco e arrangiato da Il Delpho, è stata scritta dalla stessa Chanty e il testo, originariamente scritto in inglese dall’artista italo africana, è stato riadattato in italiano insieme ad Andrea Bonomo e Manuela Speroni.

A proposito del brano “Ritornerai”, Chanty racconta: «Chantal Saroldi, 22 anni, nasce da mamma tanzaniana e papà italiano. Vive per qualche anno in Africa, in seguito si trasferisce a Taiwan e poi definitivamente in Italia, a Savona. Chanty racchiude nel suo animo creativo la contaminazione di culture diverse rappresentando una nuova generazione cittadina del mondo.Chantal Saroldi, 22 anni, nasce da mamma tanzaniana e papà italiano. Vive per qualche anno in Africa, in seguito si trasferisce a Taiwan e poi definitivamente in Italia, a Savona.Chanty racchiude nel suo animo creativo la contaminazione di culture diverse rappresentando una nuova generazione cittadina del mondo.Ritornerai” è un collage delle mie esperienze: i miei viaggi in treno, la musica che prima non conoscevo, i pomeriggi al parco dietro casa a chiacchierare con sconosciuti e ad ascoltare storie di vita, l’amore. Ha una struttura volutamente concisa e un sound sinestetico che descrive al meglio una donna ferita e al tempo stesso forte. In questi giorni abbiamo girato anche il video clip. Credo che sorprenderà il modo in cui le immagini riescono a catturare il significato della canzone ossia l’amore proibito che, come una camicia di forza, ti tiene imprigionata ma anche ti abbraccia»

Chantal Saroldi, 22 anni, nasce da mamma tanzaniana e papà italiano. Vive per qualche anno in Africa, in seguito si trasferisce a Taiwan e poi definitivamente in Italia, a Savona.Chanty racchiude nel suo animo creativo la contaminazione di culture diverse rappresentando una nuova generazione cittadina del mondo.

Vivace e curiosa, Chanty si interessa alla musica fin da piccola e studia canto jazz al Conservatorio di Cuneo. Nelle sue interpretazioni trasmette il calore della propria terra d’origine e la sua voce calda è garanzia di sincerità senza compromessi. Vince il Festival Golden Disc, nella sezione Inediti & Cantautori e partecipa anche al concorso per solisti jazz, Premio Massimo Urbani, ricevendo dal presidente di giuria, Enrico Rava, una borsa di studio per il Nuoro Jazz Festival di Paolo Fresu. In occasione dell’Umbria Jazz 2012, Chanty vince una borsa di studio per il programma estivo della Berklee College of Music di Boston. Prende parte anche al concerto d’apertura dell’Umbria Jazz Winter di Orvieto. Chanty, da più di un anno seguita nella sua crescita artistica dal Management 3esessanta, è recentemente entrata a far parte del roster di artisti della storica casa discografica Carosello Records.