Silia Toffanin

A VERISSIMO FABRIZIO BRACCONERI: “Mi trasferisco in Sicilia per poter curare mio figlio”


Oggi a VERISSIMO

bracconeri

FABRIZIO BRACCONERI:

“Mi trasferisco in Sicilia per poter curare mio figlio”

Mio figlio Emanuele è un ragazzino autistico grave. Da ben 10 anni segue una terapia che costa 2.400 euro al mese, e due conti devo pure farli”.

Fabrizio Bracconeri, l’indimenticabile Bruno Sacchi de “I ragazzi della Terza C”, grida il suo dolore in un’intervista a Verissimo.

Parlando della drammatica situazione famigliare che sta vivendo, racconta: “Qualche settimana fa ho scritto in un tweet che “la depressione mi perseguita, ma non mollo”. L’ho scrittoprosegue Fabriziopoiché in Italia spesso le famiglie che hanno figli con gravi handicap si trovano nella triste situazione di dover scegliere se mangiare o se curare i propri figli”.

“Io soffro di depressione da molto tempo, ma voglio ribadire che non ho nessuna intenzione di suicidarmi. E’ solo che da anni mi batto perché le istituzioni ci aiutino, ma le istituzioni sono assenti”.

In questa difficile situazione sembra, però, si apra uno spiraglio. A Silvia Toffanin Fabrizio confida “Per caso, quest’estate ho scoperto che in Sicilia, a Valderice esiste un centro specializzato per l’educazione di ragazzini con gravi handicap (Istituto Medico Psico-Pedagogico) che, unico caso in Italia, è interamente pagato dalla regione Sicilia. Destino vuole” – chiosa Bracconeri – “che io abbia una casa delle vacanze a sette chilometri da lì, ad Erice, per cui ho deciso di trasferirmi in Sicilia per poter curare Emanuele e dargli la speranza di un futuro migliore”.