simona bencini

GIORGIO PANARIELLO: SOLD OUT all’Obihall di Firenze. Ultimissimi biglietti disponibili per le date del 2, 3, 4 gennaio.


pana

Grandissimo successo che fa registrare il SOLD OUT all’Obihall di Firenze per la prima di “PANARIELLO SOTTO L’ALBERO. Vent’anni dopo”, l’imperdibile show natalizio che Giorgio Panariello, a distanza di vent’anni, torna a riproporre nella sua città.

Sold out anche per le date di stasera, domenica 28 dicembre, e domani, lunedì 29 dicembre, mentre rimangono gli ultimissimi biglietti disponibili per le serate del 2, 3 e 4 gennaio.

Ospite d’eccezione per le repliche di dicembre (28 e 29) sarà la fiorentina Simona Bencini, cantante storica dei Dirotta su Cuba, mentre a gennaio (2, 3 e 4) ci sarà Petra Magoni: due autentiche voci toscane che interverranno durante lo spettacolo di Panariello.

GIORGIO PANARIELLO Domani, sabato 27 dicembre, debutta all’Obihall di Firenze


panariello

Domani, sabato 27 dicembre, debutta “PANARIELLO SOTTO L’ALBERO. Vent’anni dopo”, l’imperdibile show natalizio che GIORGIO PANARIELLO, a distanza di vent’anni, torna a riproporre nella sua città da domani, sabato 27 dicembre, al 29 dicembre e dal 2 al 4 gennaio all’Obihall di Firenze (via Fabrizio De André – biglietti a partire da 29 euro – ore 21.00).

Ospite d’eccezione per le serate di dicembre (27, 28 e 29) sarà la fiorentina Simona Bencini voce storica dei Dirotta su Cuba.

«Era da molto tempo che avevo in mente di riprendere questo spettacolo – racconta il comico toscano – I personaggi storici, come Mario il Bagnino sono sempre presenti ma ci saranno delle novità come, ad esempio, Suor Cristina. Di lei, come di tutti gli altri personaggi che ho fatto, mi incuriosisce sempre quello che non vediamo e che non sappiamo. Così me la sono immaginata durante un concerto dal vivo».

Era il 1995 quando Giorgio Panariello con il suo spettacolo teatrale “Panariello sotto l’albero” ha fatto registrare il tutto esaurito per due settimane di fila al Teatro Tenda di Firenze, con oltre 24 mila presenze. Con la sua amabile ironia, che da sempre lo contraddistingue, Giorgio Panariello racconterà, vent’anni dopo, l’Italia “sotto l’albero di Natale” attraverso i suoi personaggi e con monologhi esilaranti, in uno spettacolo specchio del nostro tempo.L’attore e autore, istrionico e imprevedibile, farà ancora una volta ridere, sorridere e riflettere sull’attualità e la quotidianità sotto le luci di uno scintillante Natale.

Gli ultimissimi biglietti disponibili sono acquistabili su www.ticketone.it, nei punti vendita e prevendite abituali (per informazioni: www.fepgroup.it).

 

MAURO FALARDO esce col secondo album “SLIDE AWAY” (IRMA RECORDS)


unnamed (1)

Preceduto dal singolo Dreaming of you, Irma Records pubblica il secondo album del musicista Mauro Falardo, artista poliedrico che in questo ultimo lavoro spazia dalla chill out al pop raffinato. Cuore del lavoro, il brano che dà il titolo al disco, l’intrigante Slide away, che vede la partecipazione straordinaria di Simona Bencini. Otto le tracce contenute in Slide away, in vendita dal 24 agosto 2014 in rete e nei negozi di dischi. Ospiti di Mauro Falardo, artisti di fama internazionale. Nell’album vivono le voci di Dr Feelx (Feel the groove) e di James Thompson (Dreaming of you), la tromba di Frank Memola (Groove in me), la chitarra di Ricky Portera (Il vento mi porterà). Un viaggio straordinario tra mondi musicali ed emozionali diversi e lontani.

LE TRACCE DELL’ALBUM

Dreaming of you (feat James Thompson)

Slide away (feat Simona Bencini)

Play of me DJ

Groove in me (feat Frank Nemola)

Il vento mi Porterà (feat Ricky Portera)

Feel the groove (feat Dr Feelx)

Libera(Mente)

Save the last one!

mauro falardo

Note biografiche:

MAURO FALARDO

Ha sempre vissuto di note e suoni da quando era ragazzo e trascorreva le giornate sulla batteria nella sua Caserta. Il conservatorio e le tante serate a suonare nei locali, gli hanno fatto capire  che della musica non avrebbe mai potuto fare a meno, e così, è stato. Gli studi di sociologia gli hanno consentito di osservare il mondo con un’attenzione diversa, di afferrare emozioni dal quotidiano per trasferirle nei suoi brani. Oggi, con l’uscita del secondo disco, coglie l’occasione per raccontare qualcosa de se, del suo percorso musicale. Fu Vincenzo Micocci (It Dischi Italia), oltre dieci anni fa, a spingerlo a rafforzare la sua identità artistica, a credere nella sua musica e a lui, celebre produttore discografico con il quale ha collaborato, è molto grato. E la strada giusta, quella del mondo delle sonorità elettroniche, con il tempo e il lavoro l’ha trovata. Tanti i brani da lui composti e realizzati utilizzati negli anni dalla Rai per sottofondi di documentari e programmi giornalistici. Nel 2009, con la produzione di Luca “Vicio” Vicini (Subsonica), prende vita un  progetto di musica elettro sperimentale.  Alcuni dei pezzi realizzati vengono scelti dai registi Valerio Callieri e Marco Ponti per la colonna sonora del documentario “A quel Mosè non sappiamo cosa sia accaduto”, presentato al festival Torino spiritualità 2010”. Nello stesso anno ha  pubblicato  per l’etichetta Black Records brani per la sezione music libraries – collection of sound tracks. Nel 2010 è uscito il suo  primo ep intitolato “I’ts so fast”( IRMA Records);  pezzi dalle sonorità deep house, accompagnati da un pizzico di lounge music…Tra questi “The Yellow Karma”, che vede la collaborazione del fisarmonicista Massimo Tagliata. Ed ora, sempre per IRMA, il suo nuovo cd “Slide away”, risultato di due anni di lavoro intenso e dell’incontro con artisti del calibro di Simona Bencini, James Thompson, Ricky Portera, Frank Nemola, Doctor Feelx, musicisti dalla grande sensibilità che hanno voluto condividere il suo progetto.