striscia la notizia

#CANALE5: A “Striscia la Notizia” torna la coppia Michelle Hunziker – Gerry Scotti


 
Da lunedì 15 aprileMichelle Hunziker e Gerry Scotti tornano dietro al bancone di Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) per la quarta edizione consecutiva.
Michelle e Gerry hanno esordito in coppia al timone di Striscia per la prima volta nella stagione 2015/2016 e a oggi hanno condotto insieme 27 puntate.
Michelle Hunziker, invece, ha debuttato al timone dello storico varietà di Antonio Ricci nella stagione 2004/2005 e a oggi, in quindici edizioni, ha condotto 981 puntate. Mentre Gerry Scotti ha fatto la prima apparizione a Striscia nella stagione 1996/1997 e a oggi ha condotto 152 puntate in otto edizioni.
La coppia Hunziker-Scotti in realtà nasce in un altro programma di Antonio Ricci: Paperissima, dove i due hanno condotto insieme cinque edizioni in prima serata (2004/2005, 2006, 2008, 2010/2011 e 2013).
Michelle e Gerry condurranno il Tg satirico dell’access prime time di Canale 5 fino all’8 giugno, quando terminerà la 31esima edizione di Striscia la notizia.
Redazione

24/09/2018 #CANALE5: Al via la 31a edizione di Striscia la Notizia


Lunedì 24 settembre prende il via la 31a edizione di Striscia la notizia – La voce dell’inconsistenza, in onda dal lunedì al sabato alle ore 20.35 su Canale 5, disponibile anche sul canale 105 di Sky.
La prima puntata del varietà di Antonio Ricci è andata in onda il 7 novembre 1988: quest’anno, dunque, Striscia la notizia compie 30 anni.
Al timone del programma satirico più longevo d’Italia si alterneranno i conduttori che hanno fatto la storia di Striscia. Si inizia il 24 settembre con Ezio Greggio e Michelle Hunziker, insieme fino al 13 ottobre. Dal 15 ottobre al 5 gennaio 2019 Ezio Greggio sarà in coppia con Enzo Iacchetti. Dopo l’Epifania, dal 7 gennaio, sarà la volta del duo comico Ficarra e Picone, che condurrà fino al 13 aprile. La parte finale della trasmissione, dal 15 aprile all’8 giugno, sarà affidata a Gerry Scotti e a Michelle Hunziker.
Confermate le Veline Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva, a Striscia per la seconda stagione consecutiva.
Pronti ai nastri di partenza anche gli inviati storici della trasmissione: Valerio Staffelli, tapiroforo ufficiale di Striscia, Jimmy Ghione, in difesa dei consumatori e del Made in Italy, Moreno Morello, a caccia di truffatori e sedicenti santoni, Max Laudadio, pronto a smascherare raggiri e sofisticazioni alimentari, Vittorio Brumotti, a caccia di spacciatori, ma anche di sprechi e incompiute in sella alla sua bici, Edoardo Stoppa, l’inviato “fratello degli animali”, la siciliana Stefania Petyx, la prima inviata donna di Striscia, con il suo inseparabile bassotto, Luca Abete, dalla Campania fra “Terra dei Fuochi” e abusivismo, Luca Galtieri, l’uomo dei “Perché?”, Capitan Ventosa (Fabrizio Fontana), lo “sturaingiustizie” di Striscia, Antonio Casanova, l’illusionista che sorprende con le sue magie, Mister Neuro (Charlie Gnocchi), contro le mani bucate della politica.
E ancora: Davide Rampello con “Paesi, Paesaggi…”, Cristiano Militello con “Striscia lo striscione” e “Striscia il cartellone”, Cristina Gabetti con “Occhio al futuro” e Luca Sardella con “Speranza verde”.
In prima linea anche i trasformisti: Gianpaolo Fabrizio con le sue incursioni tra i parlamentari nei panni di Bruno Vespa, Sergio Friscia, il Beppe Grillo di Striscia, Dario Ballantini e Valeria Graci nei panni di nuovi esilaranti personaggi.
Pronti a scendere in campo a Striscia anche gli inviati più giovani: Chiara Squaglia, “l’aquila della Toscana”, Rajae Bezzaz, attenta ai problemi dell’immigrazione e dell’integrazione, Pinuccio (Alessio Giannone), insieme all’inseparabile Sabino a caccia di sprechi, incompiute e malefatte nel Sud Italia, e Riccardo Trombetta, sempre pronto a dare fiato alle ingiustizie, in particolare a quelle dell’Agenzia delle Entrate. Tra i consulenti, Marco Camisani Calzolari, esperto di truffe informatiche, ed Eric Barbizzi, che, a 14 anni, è il più giovane collaboratore scientifico di Striscia.

Redazione

BAGLIONI QUERELA RICCI E LUI REPLICA: … ‘accoccolati ad ascoltare il mare’ per me è un verso cacofonicamente osceno, meritevole di essere radiato dall’Alta Cantautoreria Italiana.


 

Secondo quanto riporta Il Messaggero i commenti al “veleno” di Antonio Ricci nei confronti del direttore artistico dell’ultimo festival di Sanremo, Claudio Baglioni, sono diventati materia di contenzioso tra i due e il cantautore  avrebbe querelato il “patron” di Striscia la Notizia per diffamazione. Ma Ricci non si rimangia nulla e anzi rincara la dose confermando sostanzialmente il giudizio negativo su Baglioni:

La querela di Baglioni? È la riprova del ‘piccolo grande amore’ con cui ha affascinato tanto i fasci. Il Divino Claudio – scrive oggi Ricci in un comunicato – non accetta la critica e neppure il diritto di satira. Nonostante abbia migliaia di fan, voglio ribadire che ‘accoccolati ad ascoltare il mare’ per me è un verso cacofonicamente osceno, meritevole di essere radiato dall’Alta Cantautoreria Italiana. Confermo che, tra le canzoni che hanno come tema l’abbandono, per me ‘Sabato pomeriggio’ non rientra neppure nelle ultime posizioni. È una canzone ampollosa e barocca, lontana dalla non-retorica ad esempio di ‘Ne me quitte pas’. Chi, sano di mente, può pensare di trattenere una fidanzatina cantandole ‘passerotto non andare via’? Se io avessi detto ‘passerotto’ ad una ragazza, giustamente mi avrebbe spaccato la faccia. Non mi pento e confermo tutto quello che ho detto sulla melensa creatura che trasuda Baci Perugina da ogni poro, contestualizzato negli anni Settanta, gli anni di piombo.
    Per quanto riguarda le overdose da botox – conclude Ricci -, dimostrerò scientificamente in tribunale che quando bacia la fidanzata ciuccia botulino“.

Redazione

STRISCIA LA NOTIZIA sottopone al VAR l’Isola dei Famosi e chiude la polemica sul canna-gate: Francesco Monte ha fumato e anche altri concorrenti hanno fumato con lui


Dopo tante polemiche è andata in onda ieri 14 marzo la puntata di Striscia la Notizia in cui Cristiano Militello applica al canna-gate la prova del VAR e sottopone l’audio della puntata in cui Eva Henger accusa Francesco Monte di aver portato la droga al reality di Magnolia, allo strumento  tecnologico che “esalta” voci e parole.

Le frasi di Monte in risposta alla Henger, durante la diretta del 29 gennaio, erano coperte dai rumori dello studio e dalle voci degli altri naufraghi, che si accavallavano tra loro. Striscia è riuscita però a isolarle, dall’ascolto e Monte fa capire benissimo di aver fumato prima di arrivare sull’isola e che anche altri concorrenti avrebbero fumato insieme a lui. Infatti, a Stefano De Martino che si rivolge ai naufraghi chiedendo loro come mai nessuno, durante la settimana, si fosse lamentato dell’odore di marijuana che infastidiva la Henger, Monte risponde: «Perché l’hanno fatto in tanti… è normale che non si lamentano».
Il primo tentativo di difesa di Magnolia e della Marcuzzi è stato quello di sostenere che non importava quello che era accaduto prima dello sbarco sull’isola. Ma, di fronte alla contestazione che il regolamento e i contratti firmati prevedevano come inizio della gara l’arrivo in Honduras, è stata cambiata strategia, con il richiamo in Italia e l’isolamento di Monte e con tutti i tentativi di insabbiamento a cui abbiamo assistito.

Il caso è chiuso!

Redazione

CANNA-GATE: L’EX NAUFRAGA GIULIA CALCATERRA ..” MARIJUANA E PRESSIONI DEGLI AUTORI ANCHE NELL’EDIZIONE 2017…” – EVA HENGER: HA FUMATO ANCHE FILIPPO NARDI…


Stando ad un servizio mandato in onda ieri sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) la marijuana e “pilotamenti” vari all’Isola dei Famosi  non sarebbero una novità… A testimoniarlo questa volta è Giulia Calcaterra, concorrente dell’edizione 2017 dell’Isola dei FamosiLa campionessa di ginnastica ed ex Velina afferma che anche nella scorsa edizione alcuni naufraghi (3/4 a suo dire) avrebbero fumato marijuana durante il soggiorno in albergo, prima del trasferimento sull’isola. Inoltre, la Calcaterra racconta che gli autori del programma avrebbero fatto pressioni sui concorrenti per indirizzare il gioco: «All’inizio era molto palese che volessero incitarmi a creare una love story con Simone. Un’altra volta mi hanno detto di non dire davanti alle telecamere che alcuni giochi fossero pilotati, che si favoriva molto Raz Degan (per via dell’audience ndr)da dentro lo notavamo tutti che era trattato diversamente. Abbiamo visto tutti più volte Raz entrare nella capannina della produzione a rompere le scatole per tutte le cose di cui aveva bisogno. Quando l’abbiamo fatto presente ci è stato detto di non ripeterlo mai più davanti alle telecamere».

Intanto un altro nome si aggiunge al “caso” aperto da Eva Henger e che riguarda l’edizione attualmente in onda, è quello di Filippo Nardi!  Il Tg satirico di Antonio Ricci ha mostrato senza censure l’incontro tra Max Laudadio ed Eva Henger, la quale confessa che anche Filippo Nardi avrebbe fumato marijuana durante il reality. Questo nome si aggiunge a quello di altri naufraghi che, secondo le testimonianze andate in onda lunedì, sarebbero coinvolti nel “canna-gate” insieme a Francesco Monte: Marco Ferri, Paola Di Benedetto e Rosa Perrotta.

Redazione

Brumotti e la sua troupe aggrediti nel quartiere Zen di Palermo con uno sparo, lancio di sassi e di un blocco di cemento e minacce di morte


Oggi pomeriggio a Palermo Vittorio Brumotti e la sua troupe sono stati aggrediti durante un’inchiesta sulla droga. L’inviato di Striscia la notizia si trovava nel quartiere Zen per documentare come avviene e da chi è gestito lo spaccio di stupefacenti, quando verso le 16.00, appena usciti dall’auto, lui e i suoi collaboratori sono stati insultati, minacciati di morte e aggrediti con lancio di sassi da un folto gruppo di abitanti del quartiere. La troupe di Striscia è rientrata nell’auto blindata per ripararsi dagli aggressori, quando all’improvviso il tetto dell’auto è stato sfondato da un pesante blocco di cemento lanciato da un piano alto di una casa e la portiera è stata perforata da un colpo di arma da fuoco, pare di calibro 12 (lo sta esaminando la Polizia). Brumotti e i suoi collaboratori sono riusciti a mettersi in salvo solo grazie all’intervento della Polizia e dei Carabinieri e non hanno riportato ferite. Il servizio andrà in onda prossimamente su Striscia la notizia.

Redazione

Francesco Monte,con un messaggio sui social, spiega le ragioni che l’hanno portato ad abbandonare l’Isola dei Famosi 2018.


monte

Su Instagram, spiega le ragioni che l’hanno portato ad abbandonare l’Isola dei Famosi 2018. «Ho deciso di ritirarmi dal gioco perchè le ultime vicende dell’isola dei famosi hanno fatto sì che questo non fosse più un gioco, appunto, ma una gogna. Resa ancor più insopportabile dal fatto che stando reclusi è impossibile difendersi come si deve e tranquillizzare le persone che mi vogliono bene. Le accuse che mi sono state rivolte sono totalmente infondate ed io mi difenderò con la legge, senza ricorrere ad inutili confronti e scontri. Chi mi accusa dovrà rispondere ad un magistrato nelle sedi opportune. Ho 29 anni, sono cresciuto in una famiglia per bene, so di essere una persona per bene, ho ricevuto dai miei genitori educazione e tanto rispetto per il prossimo, attraverso cui ho maturato rispetto anche per me stesso e per queste ragioni chi si aspetti da me proclami, controaccuse, fango da spargere ogni dove, rimarrà deluso». E ancora: “Mi sono trovato al centro di una situazione per me inaspettata e molto dolorosa e anche in questa questione il mio stato d’animo è rimasto intrappolato in me. Sono un uomo istruito, educato, appartengo al sud e voglio rimanere tale nonostante io faccia parte di trasmissioni televisive. Le trasmissioni che hanno colto l’aspetto scandalistico di questa triste vicenda senza nemmeno porsi il minimo dubbio se le accuse sulla mia persona fossero o meno infondate, hanno la mia disapprovazione. Io rispetto il lavoro altrui, so di essere una persona a cui piacciono le telecamere ma non ho alcuna intenzione di continuare a farmi massacrare da chi ha peli di cinghiale sullo stomaco mentre l’anima l’ha già persa da vario tempo”.  Molti i like a sostegno dell’ex naufrago dell’Isola dei Famosi 2018 (oltre 260mila in 18 ore) e tra questi anche quello di Belen sua “mancata” cognata.  

Ma intanto Eva Henger in un fuori onda trasmesso da Striscia la Notizia ieri 7 febbraio, ha rilasciato ulteriori dichiarazioni sempre più dettagliate sull’episodio avvenuto all’Isola dei Famosi e su Monte, raccolte da Max Laudadio

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/le-rivelazioni-fuori-onda-di-eva-henger_31440.shtml

Monte sempre su Instangram, ha successivamente comunicato  che  su consiglio dei suoi legali,  non parteciperà alla puntata di martedì  14 febbraio del reality :

 «Ringrazio la produzione dell’isola dei Famosi, per avermi invitato nella prossima puntata, nonostante io abbia abbandonato il gioco. Mi trovo però a dover declinare l’invito, dato che sono rientrato immaginando che sarei stato sottoposto a un pesante attacco mediatico, e a questo mi sto dedicando. (Anche su consiglio dei miei legali), ho deciso di evitare tutte quelle situazioni o programmi che prevedano la presenza contemporanea mia e della persona che mi ha accusato, e per giunta non sarebbe mia volontà creare alterazioni al normale svolgimento della puntata. Come ho già scritto, chi si aspetta da me un gioco al massacro con proclami e controaccuse rimarrà deluso. Approfitto per salutare Alessia, Mara, Daniele e abbracciare tutti gli isolani». Stop. Con oltre 130 mila like. 

Redazione

Antonio Ricci risponde ai fan di Baglioni: “…Piuttosto la morte che l’accocolamento”.


Dopo le parole piuttosto “forti” di  Antonio Ricci, il papà di Striscia la Notizia  all’indirizzo di Claudio Baglioni,  cantautore romano e direttore artistico del Festival di Sanremo 2018 (che prende il via proprio stasera 6 febbraio a partire dalle 21,00 su Rai1 ndr), che per tutta risposta ha dichiarato di non avere tempo per le polemiche, i fan dell’amato artista hanno lanciato una petizione sul sito change.org pretendendo le scuse del papà del tg satirico_ “Caro signor Ricci, tutti conosciamo bene la sua ironia, ma c’è un limite a tutto e la invitiamo a chiedere UFFICIALMENTE SCUSA a Claudio Baglioni Uomo, Artista e alla sua Arte“.

Per tutta risposta Ricci per nulla impressionato nè pentito ha rincarato la dose:

Avete fatto una petizione per chiedermi di rivolgere le mie scuse al grande poeta. Penso piuttosto che l’autore di un verso osceno come ‘Accoccolati ad ascoltare il mare’ debba chiedere lui perdono all’intera Italia. Io proprio non ce la faccio ad accoccolarmi con voi, neppure con una pistola puntata alla tempia. Piuttosto la morte che l’accocolamento”.

Redazione

Antonio Ricci il papà di Striscia la Notizia spara a zero su Baglioni: «…il botulino gli intoppa i ragionamenti nel cervello».


ricci baglioni ù-2

Antonio Ricci, guru e “papà” di Striscia la notizia  in un’intervista al Corriere della Sera spara letteralmente a zero su Claudio Baglioni, direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo 2018: «Non lo reggo da sempre, da quando ero ragazzo. Sono cresciuto nel ‘68, gli anni della protesta, gli anni di Tenco e Paoli, di Guccini e De André… poi arriva questa melensa creatura dalla maglietta fina che canta passerotto non andare via. Baglioni era il cantante preferito dei fascisti, di La Russa e Gasparri. Non lo sopporto. In uno spettacolo dissi anche che gli avrei tirato una molotov. Ora se gli dai fuoco si sparge odore acre di plastica che semina diossina in tutto il Paese». Poi l’affondo:  «Di fondo non penso sia uno disonesto… del resto non è capace: il botulino gli intoppa i ragionamenti nel cervello».  
Ricci, che si è dettofiero di essere orrendo e malvagioe non ha risparmiato neppure la kermesse ligure: “Purtroppo il Festival ha perso l’aria torbida che aveva un tempo, è diventato uno spettacolo televisivo. Vent’anni fa quando inquadravano le prime file c’erano solo esponenti della criminalità organizzata, percepivi l’idea precisa di cosa poteva essere il carcere di San Vittore”

Redazione

#CANALE5: Striscia la notizia: questa sera il bullismo anti-femminile di Insinna nelle parole del suo primo libro


Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.40) verranno letti alcuni passaggi del libro di Flavio Insinna Neanche con un morso all’orecchio (pubblicato nel 2012 dalla Mondadori), paragrafi scritti, meditati, corretti e confermati, certo non il frutto di uno scatto d’ira improvviso. Parole piene di violenza anti-femminile molto simili a quelle registrate durante le sue sfuriate in studio davanti al pubblico di Affari tuoi. Infatti definire una concorrente “nana di merda” non è stato un semplice sfogo dettato da un momento di rabbia. Nel libro, il conduttore di Affari tuoi scrive di essere andato, insieme alla sorella e alla loro madre, a visitare il padre ricoverato in terapia intensiva. A pagina 84, nel capitolo intitolato L’infermiera stronza, l’incontro con un’infermiera appunto «bassetta, bruttina, con gli occhiali… guarda e parla con l’inevitabile rabbia che hanno a volte in corpo le donne basse, bruttine e con gli occhiali». È lei che, da regolamento, vuol far entrare nella stanza del padre solo due persone. Poco dopo, nel capitolo Vedrai che andrà tutto bene, a pagina 88, Insinna descrive la sua possibile reazione dopo la decisione dell’infermiera di lasciarlo fuori: «Arriva alla sua auto, apre lo sportello e non fa in tempo a salire, arrivo da dietro, la prendo per il collo e le sbatto la faccia contro la sua automobilina nuova nuova, comprata in sedici comode rate. Perde sangue dal naso, ma non è svenuta. La giro verso di me perché mi guardi dritto in faccia. “Oh, mi senti? Allora senti bene brutta testa di cazzo, non ti azzardare mai più a lasciarmi fuori dalla stanza di mio padre. Il regolamento te lo ficchi dritto su per il culo e vedrai che provi anche un po’ di piacere… Ce l’hai un padre?… Rispondi brutta nana stronza!” … E se provi a denunciarmi io domani torno e ti ammazzo con le mie mani… Se domani incontro di nuovo la bassetta stronza con gli occhiali le offro un caffè e provo a parlarle con calma. E poi le spacco il naso sul bancone del bar». E intervistato da Michela Auriti per il settimanale Oggi nel maggio 2012, alla domanda «C’è un’insistenza sui difetti fisici dell’infermiera e una certa furia nell’immaginare per lei una punizione», il conduttore rispondeva senza mostrare ripensamenti: «Io non ritiro una parola. No». Ma se al posto di una donna piccola ci fosse stato un infermiere di due metri, Insinna si sarebbe lasciato andare a immaginare questo tipo di reazioni? Un bullismo, una violenza verso le donne che si spinge sino al femminicidio, un atteggiamento davvero ingiustificabile. Ma non molto lontano dalla frase di Insinna registrata in studio in cui, parlando della concorrente Rosaria Maria Seracusa, ha detto: «La si porta di là, la si colpisce al basso ventre e dici: “Adesso tu rientri e giochi! Perché è Raiuno non è Valle D’Aosta News mortacci tua!”».

«Io continuo a ritenere più oscene le puntate trasmesse di Affari tuoi degli sfoghi di Insinna, per quanto fatti in studio davanti al pubblico» commenta Antonio Ricci, ideatore e autore di Striscia la notizia. «Il gioco dei pacchi era qualcosa di veramente ignobile per la Rai. Il messaggio del servizio pubblico era questo: puoi non saper fare niente, non devi impegnarti, basta aprire il pacco e vinci 500.000 euro. Un Rai Educational andato in onda per troppi anni e con troppe complicità». 

Redazione