ticketbis

Concerti: il 59% dei fan italiani spenderebbe molto di più per vedere un’artista che non si esibisce da tempo: i risultati del sondaggio Ticketbis


tick

Pagheresti di più per il concerto di un artista che non si esibisce da tempo?

  • Il 59% degli utenti italiani dice di si, secondo un sondaggio di Ticketbis.it
  • Adele è l’artista che si rivalorizza di più a livello mondiale: fan disposti a pagare un 240% in più rispetto all’ultimo tour
  • Rihanna, Springsteen, Maroon 5 e Selena Gómez tra gli artisti che hanno visto aumentare il loro valore di mercato agli occhi dei fan
  • Scendono invece Paul McCartney, Justin Bieber e i Muse
  • Emergono anche altre interessanti ragioni per cui i fan spenderebbero di più

Si avvicina un autunno con grandi tournée internazionali, il culmine di un anno dall’agenda musicale piuttosto intensa. Ligabue, The Who, Muse, Red Hot Chili Peppers o Justin Bieber ricevono il testimone da artisti come Adele o i Coldplay, tornati sul palcoscenico dopo vari anni di assenza, con grandissima attesa da parte dei fan.

Ticketbis, la piattaforma di compravendita di biglietti recentemente acquisita da StubHub (compagnia di eBay), ha svolto un’analisi su un campione di 1.000 utenti in 8 paesi diversi – USA, UK, Italia, Germania, Spagna, Brasile, Messico, Argentina – per capire se il passare del tempo tra un tour e un altro influisce sulla popolarità degli artisti (e sul valore di mercato che gli aggiudicano i fan) oltre che sui prezzi dei biglietti dei concerti.

In questo senso, la Piattaforma ha messo a confronto il prezzo medio dei biglietti che gli utenti di tutto il mondo hanno acquistato per le tournée più importanti del 2016 con i tour precedenti degli stessi artisti. Il caso più eclatante è sicuramente quello della britannica Adele: il prezzo medio dei biglietti per il suo ultimo tour, che è passato dall’Arena di Verona a maggio, è stato di circa il 238% superiore rispetto al precedente. Nel 2011, infatti, i tagliandi per assistere dal vivo a un concerto della cantante si vendevano a €85,18 in media e 5 anni più tardi i fan sono arrivati a spendere circa € 288 pur di vedere la cantante in versione live in uno dei molti concerti in programma per l’Adele Live 2016.

Rihanna (+6,80%), Bruce Springsteen (+15,14%), Maroon 5 (+31,54%) o Selena Gómez (+63,48%) sono alcuni degli artisti i cui show dal vivo sono costati di più ai fan quest’anno, anche se ciò non ha impedito che la cantante americana decidesse di abbandonare temporaneamente i palcoscenici per motivi di salute.

L’altra faccia della medaglia è invece composta da artisti come Paul McCartney (-20,67%), Justin Bieber (-9,81%) o i Muse (-5,35%) il cui valore di mercato sembra essere sceso leggermente rispetto ai tour precedenti. 7 dei 12 tour analizzati da Ticketbis hanno registrato un aumento nel prezzo dei biglietti acquistati sul secondary ticketing market. Secondo la piattaforma di compravendita, assicurarsi un biglietto per una grande tournée internazionale costa, in media, €178 per fan (includendo tutte le categorie di biglietti – dagli accessi generali ai VIP).

Tour a confronto, secondo dati della piattaforma Ticketbis.it:

GRUPPO/ARTISTA ANNO ULTIMO TOUR 2016 PREZZO MEDIO TOUR 2016 ANNO TOUR PRECEDENTE PREZZO MEDIO TOUR PRECEDENTE DIFFERENZA DI PREZZO ANNI TRASCORSI TRA I TOUR
Red Hot Chili Pepers 2016 148,15 2014 148,26 -0,07% 2
Coldplay 2016 191,06 2012 191,06€ 0,00% 4
Adele 2016 288,04 2011 85,18 238,15% 5
Beyoncé 2016 165 2014 171,06 -3,54% 2
Rihanna 2016 119,91 2013 112,28 6,80% 3
Muse 2016 119,68 2015 126,45 -5,35% 1
Bruce Springsteen 2016 155,23 2013 134,82 15,14% 3
Justin Bieber 2016 176,56 2013 195,77 -9,81% 3
Rolling Stones 2016 261,96 2014 261,85 0,04% 2
Selena Gómez 2016 137,52 2014 84,12 63,48% 2
Maroon 5 2016 186,12 2014 141,49 31,54% 2
Paul McCartney 2016 189,61 2015 239 -20,67% 1

I risultati del sondaggio:

In linea con i corrispettivi fan inglesi, americani, tedeschi e brasiliani, circa il 59% degli italiani  intervistati afferma di essere disposto a pagare di più per un biglietto di un concerto di un artista o gruppo che non si esibisce da tempo. Tra spagnoli, argentini e messicani, questa percentuale scende a circa il 55%. Di questo 59% iniziale, il 70,62% pagherebbe fino a un 20 o 50% in più il valore originale del biglietto in piattaforme di compravendita online, qualora l’evento fosse sold out. Il 27,12% sarebbe disposto a spendere il doppio ed il 2,26% persino il triplo pur di non perdersi il concerto..

Tra le principali ragioni per cui i fan sarebbero disposti a pagare di più, troviamo inoltre, in ordine, le seguenti:

  • L’artista o il gruppo significa così tanto per me che non mi importerebbe spendere di più (24,89%);
  • Si tratta di un gruppo i cui membri originali si riuniscono di nuovo (21,52%);
  • Si tratta di un biglietto “meet-and-greet” (18,39%);
  • I membri del gruppo o l’artista in questione sono anziani e può essere che si tratti del loro ultimo concerto (15,47%).

Solo un 14,80% del totale non sarebbe disposto a pagare di più per altre ragioni che non siano la mancanza dal palcoscenico dell’artista da un tempo.

Redazione

 

I 6 concerti italiani imperdibili da qui a fine anno


Milano, 18 novembre – La voglia di musica live impazza in qualsiasi periodo dell’anno, ma cosa non ci si può proprio perdere tra i tanti eventi in programma in Italia da qui al 31 dicembre 2015? Ticketbis.it, piattaforma di compravendita di biglietti per diversi tipi di evento, ha stilato una classifica dei 6 migliori concerti lungo la Penisola in questa fine di 2015 sulla base della richiesta di ingressi da parte dei fan, dell’appeal delle star stesse e della disponibilità di posti. Vediamoli:

Madonna – Torino 19/21/22 novembre – La regina indiscussa del Pop, in arrivo in Italia, non ha bisogno di commenti ed è in testa alle vendite musicali del Portale per quanto riguarda questi due ultimi mesi dell’anno. Interessante sottolineare che circa il 40% degli acquisti per le date torinesi (le uniche in Italia) provengono da utenti inglesi, mentre un altro 15% si riparte tra fan brasiliani, francesi e ucraniani.

Tiziano Ferro – Roma 21/22 novembre – Firenze 19/20/22 dicembre – Dopo Il successo al Forum di Assago del 16 e 17 novembre (con una scaletta che faceva un po eco a quella de “Lo Stadio Tour”) c’è grande attesa anche per le successive date, tanto che Tiziano rimane appena dietro Madonna in quanto a richieste nella piattaforma. Altre tappe a Treviso, Brescia, Catania, Bari, Salerno e Bologna. Biglietti da €82.

Ludovico Einaudi – dal 21 novembre al 26 di gennaio in tutte le principali città italiane (nell’ordine Parma, Torino, Verona, Firenze, Napoli, Roma, Bologna, Milano e Cremona). Il pianista entra alla grande nel top vendite musicali 2015 della piattaforma. I biglietti per le sue esibizioni sono sempre più richiesti sia in Italia che all’estero e con prezzi piuttosto elevati. Grande affluenza di inglesi, argentini e spagnoli per i suoi concerti italiani (che si aggiudicano quasi il 50% delle vendite!).

Florence and The Machine – Milano – 21 dicembre – La band di Florence Welch torna nel capoluogo lombardo per un grande concerto al Forum di Assago, unica tappa italiana del

tour con biglietti a patire da €96. La particolare musica del gruppo britannico spazia

dall’indie rock al soul con sfumature electro; un mix che ha destato l’interesse dei media d’oltremanica. La BBC ha speso parole di elogio per il gruppo londinese tanto che il gruppo è stato inserito nel BBC Introducing, un format radiofonico che dà spazio agli artisti emergenti.

Jovanotti – Rimini 19/20 Novembre – Milano 27/28/30 novembre – Torino 2/3/5/6 dicembre – Roma 27/30 dicembre – Dal 12 al 22 dicembre anche in tante altre città: Brescia, Pesaro,

Treviso e Bologna. Il sempre amato Lorenzo è protagonista di un tour capillare nei palazzetti dello sport di Centro e Nord Italia (biglietti da €69 in Ticketbis), ma la sua grinta è apprezzatissima anche all’estero, tanto che chiuderà il tour a Dusseldorf (dopo le tappe europee intermedie di Zurigo e Bruxelles).

Negramaro – Roma 26/27/29 novembre – Milano 14/15 dicembre – Torino 18 dicembre – Bari 21/22/24 novembre. Altre tappe a Brescia, Caserta, Perugia, Salerno e Catania. Per l’energica ma romantica band salentina – anch’essa protagnista di un tour che spazia in molte città (con una maggiore presenza al centr-sud) i biglietti partono da 83 euro (addirittura più cari del ben più “longevo” Jovanotti!) . Ci sarebbero stati anche i Foo Fighters nella classifica dei concerti italiani imperdibili da qui a fine anno stilata da Ticketbis.it: purtroppo tutti i concerti del tour europeo sono stati cancellati subito dopo gli attentati di Parigi.

Ticketbis e’ una piattaforma di compravendita di biglietti per tutti i tipi di eventi sportivi, concerti e spettacoli teatrali. Con un’offerta globale di piú di un milione di biglietti, il sito facilita l’accesso ad eventi in qualsiasi parte del mondo. Su Ticketbis.it qualsiasi utente puo’ vendere e comprare i propri biglietti in maniera totalmente sicura, garantita e comoda, trasformando il mercato secondario in un settore trasparente, affidabile e ordinato.

Redazione

News – E’ di nuovo Pooh-mania! Boom di visite online per assicurarsi un ingresso all’ultimo Tour, non solo da italiani e non solo da adulti – I dati di Ticketbis


tick

Ed è di nuovo Pooh-mania!

● Boom di visite di utenti alla ricerca di biglietti per le tre date dell’ultima Reunion

gruppo

● Non solo italiani, ma anche svizzeri, francesi e inglesi assisteranno ai concerti della

band

● Non solo adulti tra i fan: il 18% delle richieste di biglietti viene da giovani tra 25 e 34

anni e il 12% da under 24!

● Prezzi da 48 euro a ingresso nel mercato secondario

Quante band italiane possono vantarsi di aver raggiunto il mezzo secolo di vita? I Pooh sono una delle poche formazioni ad aver attraversato gli ultimi cinquant’anni nel nostro paese accompagnando con la loro musica più di una generazione. Con più di 100 milioni di dischi venduti e un numero altissimo di singoli di successo, la carriera del gruppo può essere definita come straordinaria.

A distanza di soli due anni dall’ultimo tour, Opera Seconda in Tour, concluso nel 2013, le voci di Roby, Dodi, Red e Stefano – insieme a Riccardo Fogli – si riuniranno di nuovo per l’ultima volta in ‘Reunion – l’ultima notte insieme´.

La storica reunion che il gruppo sta preparando per i suoi fan nel 2016 già registra dati da record: il sold out della prima data milanese in meno di due settimane, il rapido inserimento di una nuova data e un record di visite di utenti ai portali online di compravendita di biglietti come Ticketbis.it per assicurarsi un ingresso, dove i prezzi per assistere al grande evento partono da €48,00. Secondo i dati resi noti dalla piattaforma, le percentuali più alte di fan alla ricerca di biglietti per i Pooh appartengono alla fascia di età compresa tra 45 e 54 anni (25,61%), seguiti da vicino da quelli tra i 35 e i 44 anni (24,69%). Ma non mancano certo rappresentanti di altre generazioni: il 18% delle ricerche appartengono a utenti dai 25 ai 34 anni, il 14,36% tra 55 e 64 anni, il 12,06% tra 18 e 24 anni.

Non solo italiani, ovviamente, tra i principali acquirenti di biglietti per la band nel sito, ma anche Svizzeri (3% degli acquisti totali), francesi (1,5%) e inglesi (1,5%) assisteranno ai vari concerti dei Pooh. Sempre secondo i dati forniti del portale, attualmente la data più gettonata è quella del 10 di giugno a Milano (81,8% delle vendite del site), seguita dal concerto nella Capitale (12,1%) e dalla seconda data milanese (6,1%). Milano, Roma, Torino, Bergamo, Brescia e Firenze sono le città che vantano le maggiori percentuali di ricerca e acquisto di biglietti.

by Ponyo