Unicef

CS_”Prodigi – La musica è vita”


La Rai a fianco di UNICEF per i bambini

(none)

Torna, per il quinto anno, l’appuntamento su Rai1 con “Prodigi La musica è vita”, la prima serata dedicata al talento e alla solidarietà realizzata in collaborazione con UNICEF ed Endemol Shine Italy. La conduzione di questa edizione, in onda mercoledì 17 novembre alle 21.20, dal Teatro 1 di Cinecittà World, sarà di Serena Autieri, già al timone della quarta edizione, e di Gabriele Corsi. 
I protagonisti della serata saranno, anche in questa occasione, nove giovanissimi talenti nella danza, nel canto e nella musica, tra i10 e i 16 anni, accompagnati nelle loro esibizioni dall’orchestra giovanile “Sesto Armonico”, diretta dal Maestro Matteo Parmeggiani. A giudicare le performance dei piccoli artisti sarà una giuria composta da sei celebrità del mondo dello spettacolo e dell’arte: Malika Ayane e il Goodwill Ambassador dell’UNICEF Italia Peppe Vessicchio per il canto, Ermal Meta e Laura Marzadori, primo violino dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, per la musica, e Samantha Togni e Luciano Cannito per la danza. Guest star della giuria, inoltre, un amico speciale di Prodigi, Flavio Insinna, già conduttore delle precedenti edizioni del programma. Saranno loro, i giurati, ad eleggere i tre finalisti per ogni categoria – musica, danza, canto -, mentre il vincitore assoluto, al quale andrà una borsa di studio offerta dall’UNICEF Italia, sarà eletto dalla giuria tecnica, composta da cento esperti nel campo delle tre categorie. A consegnare il premio Carmela Pace, Presidente dell’UNICEF Italia, che ricorderà anche il 75° anniversario della nascita dell’UNICEF. 
La serata, oltre alle esibizioni di danza, canto e musica dei nove prodigi, vedrà l’alternarsi di diversi ospiti e di momenti di solidarietà per l’UNICEF. Sarà presente l’Ambasciatore UNICEF Italia Lino Banfi, che racconterà, insieme al Portavoce dell’UNICEF Italia Andrea Iacomini e ad Alessandra Pacifico della Polizia di Stato, l’esperienza con i bambini profughi dell’Afghanistan presso un campo di accoglienza a Roma – dove si sono recati Banfi insieme a Roberto Mancini, Goodwill Ambassador dell’UNICEF Italia. E ancora, ci sarà la Goodwill Ambassador dell’UNICEF Italia Alessandra Mastronardi, che parlerà del programma di accoglienza dell’UNICEF a Gaziantep, in Turchia, a soli 100 km da Aleppo, per assicurare alloggi e protezione ai profughi siriani e garantire alle bambine e ai bambini il percorso scolastico. A Gaziantep vivono oltre 230.000 bambine e bambini profughi sotto i 18 anni, tra cui Eye e Leme, due bambine di cui verrà raccontata la storia, entrambe con la passione per la musica, che beneficiano del programma di Conditional Cash Transfers for Education che l’UNICEF promuove per sostenere le famiglie e assicurare l’iscrizione e la frequenza regolare alla scuola delle bambine e dei bambini. Sul palco ci sarà anche Regina De Dominicis, Rappresentante UNICEF in Turchia. Si affronterà, poi, anche il tema delle famiglie affidatarie, grazie alla storia di Cristian, un ragazzo di origini albanesi che, grazie ai suoi genitori affidatari, è riuscito a realizzare il sogno di danzare. Per raccontare la sua storia, è andato a Cernusco sul Naviglio il testimonial dell’UNICEF Italia Stefano De Martino, mentre sul palco di “Prodigi” ci sarà il Direttore Generale dell’UNICEF Paolo Rozera. Nel corso della serata, inoltre, anche Clementino farà una sua dedica ai bambini e porterà sul palco la storia di Angela, una bambina che ama ballare l’hip hop e che frequenta la Casa di Vetro di Forcella a Napoli, dove si svolgono i Laboratori Forcella Brilla LAB, una formula sperimentale proposta da “Il Cielo itinerante” con l’UNICEF e l’Associazione Amici di Carlo Fulvio Velardi ONLUS e L’Altra Napoli Onlus, per promuovere le pari opportunità̀ e offrire a bambine e bambini importanti sollecitazioni, sia dal punto di vista delle materie scientifiche e tecnologiche (STEM), sia portandoli a contatto con la musica e l’arte. Interverrà anche Ersilia Vaudo, astrofisica dell’ESA. Saliranno sul palco, poi, anche Roy Paci e Christopher Goddey, in arte Chris Obehi, per una storia che arriva da Palermo, la città dove Chris è arrivato nel 2015, ancora minorenne, in fuga dalla Nigeria. Oggi ventunenne, Chris ha iniziato a raccontare il suo vissuto con la chitarra e, nel 2020, è entrato in contatto con l’UNICEF come maestro di chitarra in un programma di sviluppo delle competenze e partecipazione. Con loro anche Anna Riatti, Coordinatrice del Programma in Italia dell’Ufficio UNICEF per l’Europa e l’Asia Centrale. Infine, il videomessaggio di un amico dell’UNICEF: Ultimo, Goodwill Ambassador dell’UNICEF Italia, in missione in Mali.  

I fondi raccolti dall’UNICEF durante “Prodigi – La Musica è vita” sosterranno i programmi contro la malnutrizione dei bambini e per combattere il COVID- 19. I telespettatori potranno sostenere l’UNICEF donando 2 euro al 45525 con SMS da cellulare Wind Tre, TIM, Vodafone, Poste Mobile, Iliad e CoopVoce; 5 euro al 45525 con chiamata da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile; 5 o 10 euro al 45525 con chiamata da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb; sarà possibile anche effettuare una donazione regolare di 9 euro mensili telefonando al numero verde 800 07 06 06. 

Prodigi – La musica è vita è un programma di Rai1, realizzato in collaborazione con UNICEF ed Endemol Shine Italy, scritto da Emanuele Giovannini, Leopoldo Siano, Ermanno Labianca, Emiliano Ereddia, Francesco Valitutti. La Direzione Artistica è di Peppe Vessicchio. La regia è di Maurizio Pagnussat.    

Redazione

Il 25 novembre Matteo MArkus Bok sarà protagonista (unico artista italiano) del 14° Gala dell’Unicef che si terrà a Colonia in Germania.


MATTEO MARKUS BOK

bok.jpg

Il 25 novembre il giovane talento italo-tedesco

sarà protagonista (unico artista italiano) del 14° Gala dell’Unicef

che si terrà a Colonia.

Dopo i successi dei concerti a Francoforte e Stoccarda, il 25 novembre il giovane talento Matteo Markus Bok sarà il protagonista (e unico artista a rappresentare l’Italia), del 14° Gala dell’Unicef che si terrà al Maritim Hotel di Colonia (ore 19.00 – ingresso 150,00 euro).

Matteo salirà sul palco e interpreterà “Caruso”, “All of me” e insieme ad un noto artista tedesco canterà “Allelujah”, in memoria del cantautore Leonard Cohen, e chiuderà l’evento insieme ad artisti provenienti da tutto il mondo. L’evento verrà ripreso e andrà in onda sulla tv tedesca ZDF.

Il 3 dicembre, inoltre, Matteo sarà protagonista con altri quattro ragazzi che hanno partecipato a The Voice Kids all’evento di beneficenza che si terrà a Berlino, “EIN HERZ FÜR KINDER”, in diretta sulla tv ZDF a partire dalle 20.15.

Attualmente il giovane artista ha pubblicato un EP “È diventata primavera” che include anche i quattro brani che hanno portato Matteo alla finale del talent tedesco “The Voice Kids Germany”. Con l’acquisto della sua t-shirt personalizzata, in omaggio il suo primo EP, disponibile online (si può acquistare QUI o direttamente ai suoi live.

L’Ep contiene: E’diventata primavera, Mmmbop, California gurls, A chi mi dice, Caruso, Lego house & Thinking out loud(medley).

Oltre ad essere cantautore, Matteo è anche ballerino e attore, è stato scritturato come protagonista (interpreterà Scrooge) per il Musical Christmas Carol che sarà presentato in diversi teatri italiani tra cui il teatro Manzoni di Milano nel periodo natalizio (a breve verranno comunicate le date).

Per maggiori informazioni: Facebook, Twitter, YouTube e Instagram ufficiali di Matteo Markus BoK

Redazione

Tiziano Motti Eurodeputato rocker,scala l’hit parade (VIDEO)


 motti_tiziano_ufs--400x300

Il mondo musicale ha un ricco ventaglio di artisti su cui indirizzare l’attenzione secondo i propri gusti musicali. Ma chi ha detto che solo i Big meritino attenzione? Noi siamo del parere che ci siano molti talenti ancora “non esplosi”  che al pari dei Big la meritino e, come avrete notato, ci piace parlarne. Che senso avrebbe parlare di chi  ha macchine da guerra alle spalle che garantiscono il successo? C’è già chi ne parla a “iosa” foraggiati da notizie di prima mano  da management di comunicazione e stampa tra i più prestigiosi appartenenti alle diverse “scuderie”. Noi  parliamo di chi ci “ispira”  e per questo diamo spazio, oltre che ad alcuni Big (scelti a nostro gusto) anche a chi Big lo deve ancora diventare, purchè  naturalmente abbia un progetto discografico interessante in promozione. Ebbene fra questi progetti c’è quello di un “personaggio” insolito per ruolo. Si tratta di Tiziano Motti,  imprenditore nel settore della raccolta pubblicitaria, deputato europarlamentare, promotore di tante iniziative a scopo di beneficienza e di una fondazione che porta il suo nome  che, nella sua poliedricità, fa pure il cantante e l’autore di brani rock/pop.

mottiLo scorso maggio ha pubblicato il suo primo CD “Siamo tutti Assolti”, stampato e distribuito da Universal Music Italia, che nelle prime due settimane di uscita si è classificato al 17esimo posto nella classifica italiana degli album più venduti. Recentemente Tiziano Motti è stato anche promotore e ideatore di “We Write” il premio letterario  per dare voce agli studenti degli istituti superiori della provincia di Reggio Emilia in cui è nato e ancora risiede e che ha premesso ad alcuni di loro di guadagnarsi una borsa di studio, vedendo pubblicato il proprio lavoro sul giornale locale e in internet –  alla serata – organizzata al Palasport di Reggio Emilia, hanno partecipato ben oltre cinquemila studenti.

Il suo singolo, ‘La verità’ tratto dal CD, che per certi versi ricorda l’ultimo Vasco Rossi, spopola in Rete e acquistando il disco si contribuisce a un opera di solidarietà a Telefono Azzurro, Unicef Italia e La Caramella Buona. L’europarlamentare ha già garantito, al di là delle vendite, “20 mila euro alle tre associazioni, a cui contribuirà personalmente per la quota che integrerà le vendite fino al raggiungimento di tale minimo per l’erogazione alle associazioni”.

Insomma è intenzione di Tiziano Motti  di usare la musica come collante e mezzo di comunicazione con i giovani per superare il pregiudizio politico…. Che dire? Complimenti all’On.le!