videoclip

[COMUNICATO STAMPA] “Un altro giugno73” è il nuovo brano/videoclip del cantautore Mico Argirò


“UN ALTRO GIUGNO73”
è il nuovo singolo/videoclip di
MICO ARGIRÒ

Mico Argirò - Un altro Giugno73.jpg

«“Giugno ‘73” è una canzone di De André che racconta della fine di un amore; io non credevo che la mia storia fosse “Un altro Giugno73”, invece lo era»

Dopo la pubblicazione dell’album “Vorrei che morissi d’arte” e del videoclip “Il Polacco” (oltre 119mila visualizzazioni) torna sulla scena il cantautore Mico Argirò con il brano “Un altro Giugno73”.

«“Un altro Giugno73” racconta le varie fasi di una storia d’amore, strofe scritte a distanza di anni che si concludono nel modo peggiore possibile. Un’evoluzione negativa del rapporto che, inevitabilmente, porta ad un abbandono finale, attraverso città diverse, momenti di semplice bellezza e senso di assenza. È una canzone molto intima, parla di me e della mia vita… c’è la mia storia d’amore finita, c’è De André, c’è il Cilento e ci sono Milano e Roma, ci sono gli strumenti che ho sempre usato, WhatsApp, la stazione e i suoi suoni, le birre. Ho scelto di farla uscire come singolo senza un album intero a seguirla perché racconta di un evento specifico della mia vita: è una cosa a sé stante e personale. Anche come sound. “Un altro Giugno73” è nata in modo diverso dal mio solito: era uno dei tanti brani dei quali scrivi una strofa e lo lasci lì, incompleto, un foglio per tre quarti bianco. Ho scritto, poi, le altre strofe a distanza di vario tempo, anni, dalla prima. Nel frattempo, la storia d’amore era prima cambiata, poi naufragata. È un “in progress” reale, non costruito, e mi piace, soprattutto dato che in genere scrivo di getto, seguendo una emozione o una suggestione dell’attimo».

Il videoclip è girato nella stazione ferroviaria abbandonata di un piccolo paese del Cilento (Torchiara, in provincia di Salerno) e attori sono due bambini (Emilio e Cristina Marrocco): il bambino diventerà un adulto ma, all’incontro tanto atteso con la bambina, rimarrà soltanto il vuoto. La regia del videoclip è di Ciro Rusciano, già regista de “Il Polacco”.

«Il videoclip nasce da una mia idea, sviluppata poi da Ciro Rusciano. Mi piaceva che la fase positiva della storia d’amore fosse rappresentata da bambini e quella finale da un istante di assenza, di sospensione. La stazione abbandonata ha un significato personale e si lega a un altro mio brano, “Saltare”, contenuta nel vecchio disco, “Vorrei che morissi d’arte”. Come luoghi dove girare il videoclip ho scelto il Cilento, la stazione è quella in disuso di Torchiara (SA); l’ho scelta perché il Cilento è casa mia e, per quanto mi trovi a viaggiare e vivere a Milano, rimane al centro del mio essere».

Al brano (registrato, missato e masterizzato da Ivan Malzone) partecipano i musicisti Giampietro Marra (percussioni), Gaetano Pomposelli (chitarra classica), Raffaele Agostino (piano), Letizia Bavoso (flauto traverso) e Giuseppe Iaccarino (basso).

«Devo dire che ho la fortuna di collaborare con grandi artisti, musicisti che sanno prestarsi a raccontare le storie della mia vita. Un grazie importante devo dirlo a Ivan Malzone, il fonico, con il quale sto facendo una crescita particolare e che sa stare dietro alle mie idee assurde (e ai miei orari/luoghi). Il sound del brano è acustico, un classico folk da musica d’autore, una sonorità che credo abbia ancora una validità oggi, che permette alle emozioni e al testo di passare in una certa maniera. Attualmente sto sperimentando generi diversi, come ho sempre fatto, ma questo brano doveva essere vestito così: chitarre, flauto, percussioni, piano. Unica peculiarità in “contrasto” con il genere sono i suoni ambientali della stazione ferroviaria, una cosa che già avevo usato in un altro mio brano, “Saltare”, e che hanno un significato personale (oltre a un concetto di suono che vada al di là dei semplici strumenti musicali o la voce)».

“UN ALTRO GIUGNO73” SU YOUTUBE
https://www.youtube.com/watch?v=BTExY3mWrIo&feature=youtu.be

Redazione

[Comunicato Stampa] ROULETTE CINESE:  ESCE OGGI IL VIDEO DI “LOL”IL TERZO SINGOLO ESTRATTO DALL’ALBUM “LP (Elle Pi)”


ROULETTE CINESE
ESCE OGGI IL VIDEO DI “LOL”
IL TERZO SINGOLO CONTENUTO NELL’ALBUM
“LP (Elle Pi)”
il recente lavoro discografico pubblicato dalla SOTER
e distribuito da Believe Distribution Service

Clicca qui per vedere il video

Il videoclip di LoL (realizzato da Alchemical Body – che vede alla regia e al montaggio il videomaker Gianluca Zenone e alla fotografia la visual-artist Simona Giuggio – per Roulette Cinese) narra di un viaggio che parte dall’interno e attinge frammenti del passato per edificare nuovi possibili percorsi di un presente autentico, alla ricerca di un probabile equilibrio tra “razionale” ed “emozionale”.

Un percorso di ricerca estetica e concettuale site-specific, dove gli artisti coinvolti hanno realizzato una testimonianza di quella che è stata una sorta di performance concettuale, seguendo un flusso esperienziale suggerito dal contesto e dall’unione delle personalità che si sono messe in gioco.
Uno show senza pubblico che ha privilegiato la cattura dell’invisibile nel visibile.

“Viviamo illusioni che diventano ideali radicati al punto da divenire modelli che soffocano la realtà e occultano i nostri veri bisogni. A volte il “non fare” permette di riflettere sul vero senso delle azioni, generando percorsi legati alle intuizioni del proprio inconscio e trascendendo ogni forma morale di pragmatismo, spronandoci ad agire nel presente contingente (un presente dove “tutto è mutabile e niente è prevedibile”)”. (Joe Raggi)

I Roulette Cinese, sono una band di Vercelli che mescola sapientemente pop ed elettronica e da un buon ventennio sono un progetto aperto ad ogni contaminazione artistica, fra musica e teatro. L’album ‘LP (Elle Pi)’ è stato concepito come due facciate di un lp, contiene un duetto con Luca Urbani ed è prodotto artisticamente da Joe Raggi, frontman del progetto ‘Roulette Cinese’ e da Cristian Milani già collaboratore per Ermal Meta, Dolcenera, Francesco Sarcina, Ron, Max Pezzali, Mario Venuti, Mauro Ermanno Giovanardi, Raf, Enrico Ruggeri, Carmen Consoli e tantissimi altri.
Nel disco, oltre a Joe Raggi (Voce, Synth), Eugenio Nicolella (Chitarre, Synth, Programmazione), Emanuele Peluffo (Basso) e Cristian Milani (Programmazione), hanno collaborato anche: Betty Cembrola (Voce), Edo Gennaro (Synth, Campionamenti), Luca Urbani (Voce, Synth, Programmazione) e Giampaolo Diacci (Synth, Programmazione).
Attualmente, continuano il tour di concerti promozionale e le date sono aggiornate sulla pagina ufficiale Facebook: http://www.facebook.com/roulettecinese

Redazione

MUSICA: è uscito il videoclip del nuovo singolo di ULTIMO “SOGNI APPESI” – GUARDA VIDEO


ULTIMO

Ultimo

“SOGNI APPESI”

il nuovo video

https://youtu.be/WI54tFj3lmw

 

E’ online sul canale di Honiro “SOGNI APPESI” il nuovo video di ULTIMO .

” Ho scritto questo brano per racchiudere il senso di incomprensione che ho provato – dichiara Ultimo. A volta mi rinchiudo e mando tutto all’aria e allontano anche le persone che mi vogliono bene. E’ un pezzo che risalta le mie debolezze, come quasi tutti i miei brani. L’ho scritto per chi ha perso la fiducia in se stesso”.

“Sogni appesi” rappresenta un deciso e consapevole passo verso se stessi. Ultimo è abile nel raccontare le proprie sensazioni ed esperienze attraverso parole semplici e dirette che mostrano una personalità profonda nel raccontare il vissuto in prima persona.

Ultimo si esibirà live il prossimo 8 luglio al Mercato di Testaccio – Roma ore 21.00

Niccolò Moriconi, in arte Ultimo, nasce a Roma il 27 Gennaio 1996. Studia pianoforte dall’età di 8 anni presso il conservatorio di musica S.Cecilia di Roma. Inizia a scrivere le sue prime canzoni dai 14 anni: il suo stile nel corso degli anni si evolve in un connubio fra la musica cantautoriale e quella hip hop.Nel 2016 vince il contest più importante per gruppi e solisti emergenti di musica hip hop italiana promosso dalla Honiro, vince e inizia, nel marzo 2017, la sua collaborazione con la Honiro con il singolo d’esordio intitolato “Chiave”

Il 26 Maggio scorso, Ultimo, ha aperto, con grande successo di pubblico e critica, il concerto di Fabrizio Moro al Palalottomatica di Roma.

Redazione 

Giorgio Faletti : il nuovo singolo e video da Anche dopo che tutto si è spento – GUARDA VIDEO


fa

GIORGIO FALETTI 

“Le Donne di Perez” 

Il nuovo singolo e il videoclip

 

Il nuovo singolo da “Anche dopo che tutto si è spento”, l’album postumo di Giorgio Faletti contenente brani inediti e i suoi maggiori successi,  su etichetta iCompany/Orlantibor (distribuito da Sony Music),  è una traccia dai sapori latino americani sin dal titolo: “Le Donne di Perez”.   La canzone mette insieme un particolare mix tra dolcezza e malinconia che anche il giovane team di videomaker guidati da Paolo Strippoli (classe 1993, ideatore e regista del video relativo) ha riprodotto in una serie di immagini che hanno come protagonista il mare e il ricordo.

“Le Donne di Perez racconta una sottile nostalgia, il videoclip tenta di restituirla  attraverso quadri in cui manca la figura umana. E’ il racconto di un giorno d’estate, il racconto di un’assenza. E’ il nostro piccolo omaggio a Giorgio Faletti”, dichiara il giovane regista che ha scelto come location il litorale di Santa Marinella sul mar Tirreno.  Località non priva di suggestioni anche cinematografiche per via della villa sul mare, presente in una delle inquadrature del video nella quale vissero Roberto Rossellini e Ingrid Bergman.

Roberta Bellesini Faletti commenta così la genesi della canzone: “figlia dell’estate 2013, ne cattura il calore e ci porta lontano come solo la scrittura di Giorgio sa fare”.  Spiega ancora la moglie di Giorgio: “Le donne di Perez sono un risveglio di nostalgie sopite in un mix di suggestioni che vanno dall’esotismo sudamericano alle sfumature mediterranee. La musica, come una sirena, attraeva Giorgio in maniera sensuale ovunque si trovasse… Le sonorità sudamericane non hanno fatto eccezione e il brano è figlio di questa fascinazione”.

Redazione

ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI: da oggi è ONLINE il VIDEO del BRANO “Streets of Surrender (S.O.S.)”scritta con Bono e ispirata agli attentati parigini avvenuti esattamente un anno fa


Da oggi, domenica 13 novembre, è disponibile online il videoclip di “Streets Of Surrender (S.O.S.), brano scritto a quattro mani da Zucchero “Sugar” Fornaciari e Bono e ispirato agli attentati che hanno colpito Parigi esattamente un anno fa.

Il brano annovera anche la partecipazione  di Mark Knopfler alla chitarra.

Il video di “Streets Of Surrender (S.O.S.)” è online al seguente link : http://vevo.ly/DR2ojx

Non dobbiamo mai permettere che l’odio prenda il sopravvento, dichiara Zucchero in merito a “Streets Of Surrender (S.O.S.), brano definito da Bono come un inno contro l’odio e a favore della libertà.

Redazione

NEWS | TeodasiA: ecco il lyric video di “Release Yourself”. Due special guest per il tour con gli Anvil


unnamed-2TeodasiA: ecco il lyric video di “Release Yourself”. Due special guest per il tour con gli Anvil
News
E-Grapes
11 November 2016
E’ un lyric video quello che accompagna il primo singolo scelto dai TeodasiA per il loro fortunato ultimo album “Metamorphosis”, entrato nella top ten italiana (#2 classifica rock e #9 classifica assoluta) degli album digitali più venduti su Amazon durante la prima settimana di uscita.

Si tratta di “Release Yourself”, una fra le tracce hard rock nella caleidoscopica raccolta che vede la voce del versatile frontman Giacomo Voli esprimersi in brani che spaziano dal pop al folk passando per epic metal, industrial e techno.

Guarda il lyric video di Release Yourself
https://youtu.be/RjKiWNM3N5s

Interessante line-up per le date italiane insieme agli Anvil: si aggiunge il batterista Jacopo Tini (batterista dei Sonohra e nella colonna sonora del film Narnia) che sostituirà Francesco Gozzo; quest’ultimo prenderà posto alle tastiere.
Special guest, in duetto con Voli, la cantante dei Temperance, Chiara Tricarico, già ospite su Metamorphosis nel brano Two Worlds Apart. La Tricarico si esibirà con i TeodasiA nelle ultime due date del tour:
unnamed (3).png

Anvil + Teodasia
16.11.2016 Exenzia – Prato
17.11.2016 Jailbreak – Roma
18.11.2016 Centrale – Erba, CO
19.11.2016 Revolver Club – San Donà, VE
20.11.2016 Dagda – Borgo Priolo, PV

To stream or download these materials, follow this link:
https://egrapespromotion.haulix.com/Media/Link?h=czP3C1Q9JGWOEFU7/VQSSw==

“Lì”: L’ARTE DI VIVERE SOSPESI NEL VIDEOCLIP DI MOLLA – CONCERTI DI AGOSTO – Video


Il cantautore Molla nel videoclip della canzone “Lì” racconta la fatica e la gioia di vivere “sospesi” per amore dell’arte

mol.jpg

Il cantautore pugliese Molla (Luca Giura) presenta il nuovo videoclip per la canzone “”, secondo singolo attualmente in rotazione radiofonica, estratto dal suo ultimo album 365 (prodotto da Auand Records col supporto di Puglia Sounds e distribuito da Believe e Goodfellas).

Il videoclip al link: https://youtu.be/DuBzL5d131U è ideato e realizzato dallo stesso Molla, in collaborazione con la compagnia di danza aerea-contemporanea Eleina D di Vito Cassano e Claudia Cavalli di Castellana Grotte (BA). Sullo schermo si racconta la condizione “vertiginosa” dell’artista, tanto edificante ed emozionante, quanto faticosa e pericolosa: si vive come chi danza sospeso nell’aria attaccato ad una corda, nella gioia del volo quasi libero insieme al costante senso di pericolo di cadere giù, sia quando si agisce sotto gli occhi degli spettatori, sia quando si prova da soli in una stanza insonorizzata e cieca.

Fuori da ogni metafora Molla – come la maggior parte dei suoi colleghi – vive esattamente in questa vertigine, imparando nel tempo, con l’esperienza e l’amore per la propria arte a trasformare dolorose cadute in splendidi volteggi.

Proprio con la presentazione del brano ““, Molla si è aggiudicato il Premio Cantautori Bitonto Suite nel 2015. Il sapore pregiato da classico brano cantautorale è stato riconosciuto anche dalla giuria del Premio Lunezia 2016, ammettendo Molla in finale per eseguire dal vivo la canzone a Massa Carrara alla fine di luglio. Da allora il brano è apprezzato e trasmesso da moltissime radio di calibro nazionale.

 MOLLA: “Sono andato con il treno a Castellana Grotte per vedere le prove di questi ballerini magnifici della compagnia Eleina D. di Vito Cassano e Claudia Cavalli. La compagnia di danza aerea-contemporanea nasce nel 2011 dalla volontà di amalgamare la spettacolarità della danza aerea con la sensibilità del gesto che offre la danza contemporanea. Ho pensato al dolore, al sudore, alla fatica di danzare aggrappati ad una corda, il dolore alle mani, i lividi durante le prove, il rischio che c’è in quello che si fa ma un minuto dopo la gioia, la voglia di salire fino in cima, il saper rendere una danza così dolorosa e difficile uno spettacolo per tutti e ho associato tutto questo a me e alla canzone “Lì” attraverso la rappresentazione del ballerino Roberto Vitelli. Nel video ci siamo solo io e lui e che giochiamo e lottiamo con la nostra passione stessa.”

 CREDITS VIDEO:

Regia e montaggio: MOLLA (Luca Giura) – riprese: MICHELE BATTILOMO – video editing: ARMANDO VELLUSO – riprese backstage: FEDERICA DANZI – styling: AMBRA SUSCA – danzatore: ROBERTO VITELLI

PROSSIMI CONCERTI DI AGOSTO:

25 agosto – Frequenze Mediterranee a Miglionico (MT)

26 agosto – Cellamare Music Festival a Cellamare (BA)

27 agosto – Boamundus Festival a Canosa di Puglia (BAT) 

CONTATTI:

Sito Web ufficiale: www.mollamusica.com

Facebook: www.facebook.com/mollamusica

Twitter: https://twitter.com/molla

Instagram: https://www.instagram.com/mollamusic

Redazione

“IO VIVRO’ (SENZA TE)” di VALERIO SCANU é il singolo italiano più venduto della settimana


VALERIO SCANU con “IO VIVRO’ (SENZA TE)”

entra al #7 posto della classifica dei singoli,

confermandosi il brano italiano più venduto della settimana.

valer

Mentre il brano “Finalmente piove” presentato a Sanremo 2016 (a 4 mesi dall’uscita è ancora in Top20 su iTunes) si candida, dopo la certificazione oro, a quella di platino, il nuovo singolo di Valerio Scanu “Io vivrò (senza te)” uscito lo scorso 28 maggio, questa settimana si attesta in #7 posizione come più alta nuova entrata nella classifica dei singoli digitali. 

fi

Il videoclip della cover di Battisti/Mogol, con la regia di Fabrizio Cestari invece, in soli dieci giorni, ha superato il milione di visualizzazioni. 

Valerio, dopo il debutto lo scorso 24 aprile all’Auditorium della conciliazione di Roma dove ha registrato il tutto esaurito, continua il suo tour estivo.

Tra le date da segnalare, quella di domenica 28 agosto nella prestigiosa cornice del Teatro Romano di Verona. Prevendite già aperte su ticketone.it

Tutte le altre date sui social ufficiali dell’artista.

http://www.twitter.com/valerio_scanu
http://www.facebook.com/valerioscanu
http://www.youtube.com/valerioscanuofficial
http://www.instagram.com/valerio_scanu
http://www.valerioscanuofficial.com

Redazione 

@Valerio_Scanu – il nuovo singolo #ioVivrò “ritrova” la popolarità e balza subito primo nella classifica di ITunes


E’ inutile dire ma omologarsi alla massa vuol dire essere uno dei tanti, per distinguersi bisogna avere il dono dell’originalità  e il coraggio di “osare”  peculiarità che a quanto pare a Valerio Scanu  non mancano. E’ uscito ieri venerdì 27 maggio il nuovo singolo del cantautore tratto dall’album di inediti #FinalmentePiove (NatyLoveYou ndr), Io Vivrò (senza te) rifacimento della cover di Lucio Battisti del 1968 che accompagnato da una geniale visione futuristica del relativo videoclip rilasciato sempre ieri su VEVO, per la regia di Fabrizio Cestari, nel trasportare l’ascoltatore in un ambientazione desertica e ipnotica, in cui alloggia l’idea dell’ Amore Universale, senza barriere e senza tempo che pure in una proiezione avveniristica mantiene inalterato il dolore del distacco, richiama l’attenzione dell’ascoltatore sulla grande melodia della canzone e sulla interpretazione vocale di grande intensità fedele allo stile di Valerio Scanu.

È veramente un bell’omaggio a questa canzone nata in un periodo caratterizzato dal più importante rinnovamento generazionale che il secolo scorso abbia mai visto e che nella versione attualizzata in chiave elettropop  e grazie all’estrosità di  Valerio Scanu  “rivive” rinnovando la sua popolarità.

Il  singolo Io vivrò di Valerio Scanu all’esordio ha subito raggiunto la vetta della classifica di #iTunes scavalcando di netto famose hit .

Redazione

 

 

 

 

“L’amore merita”: Simonetta Spiri, Greta Manuzi, Verdiana Zangaro e Roberta Pompa insieme cantano l’Amore Universale per sostenere la libertà e l’uguaglianza – Da oggi in radio


SIMONETTA SPIRI, GRETA MANUZI,

VERDIANA ZANGARO E ROBERTA POMPA

greta

insieme per sostenere la libertà e l’uguaglianza,

cantano l’Amore Universale.

“L’amore merita”

Esce oggi il brano ed il videoclip in tutte le piattaforme di streaming e download

Simonetta Spiri, Greta Manuzi, Verdiana Zangaro e Roberta Pompa insieme per un progetto musicale importante, “L’amore merita” (brano in uscita oggi in digital download per New Music International/Dischi dei Sognatori), in sostegno di temi fondamentali quali la libertà e l’uguaglianza di tutte le persone di fronte l’amore in un momento sociale e culturale così delicato per l’Italia.

Quattro giovani artiste, quattro ragazze con personalità, esperienza, provenienze e diversità che si ritrovano unite, solidali e fiere nel ribadire ancora una volta, una volta di più, attraverso la musica, la libertà di ognuno di noi di fronte alle scelte dell’amore.

L’idea di questo progetto nasce da Simonetta Spiri che insieme a Luca Sala (co-autore del brano “Non è l’infernoche ha portato Emma alla vittoria del Festival di Sanremo nel 2012) e Marco Rettani (autore per Mondadori del romanzo di successo, “Non lasciarmi mai sola”, con prefazione di Patty Pravo) ha scritto questo brano. Simonetta ha coinvolto le altre tre colleghe Verdiana, Roberta e Greta con le quali è legata da amicizia e stima artistica. Un percorso artistico personale importante, quattro musiciste seguite ed amate dal proprio pubblico, a cui si rivolgono per far arrivare il loro messaggio di libertà e amore.

“L’amore merita” esce in concomitanza con il decimo compleanno di “Gay Help Line“, www.gayhelpline.it, contact center -numero verde 800-713-713 antiomofobia e antitransfobia, che ha accolto con entusiasmo questa iniziativa legandosi moralmente al progetto con empatia e supporto.

Il videoclip, volutamente lineare, quasi monocromatico, a tratti si tinge con colate, schizzi e gocce di colori che rappresentano l’arcobaleno ma anche l’Amore, la Speranza, l’Amicizia in ogni sua sfaccettatura attraverso il sentimento per eccellenza: L’AMORE che MERITA, qualunque colore o persona lo rappresenti. Eccolo

Redazione