vittorio brumotti

Brumotti e la sua troupe aggrediti nel quartiere Zen di Palermo con uno sparo, lancio di sassi e di un blocco di cemento e minacce di morte


Oggi pomeriggio a Palermo Vittorio Brumotti e la sua troupe sono stati aggrediti durante un’inchiesta sulla droga. L’inviato di Striscia la notizia si trovava nel quartiere Zen per documentare come avviene e da chi è gestito lo spaccio di stupefacenti, quando verso le 16.00, appena usciti dall’auto, lui e i suoi collaboratori sono stati insultati, minacciati di morte e aggrediti con lancio di sassi da un folto gruppo di abitanti del quartiere. La troupe di Striscia è rientrata nell’auto blindata per ripararsi dagli aggressori, quando all’improvviso il tetto dell’auto è stato sfondato da un pesante blocco di cemento lanciato da un piano alto di una casa e la portiera è stata perforata da un colpo di arma da fuoco, pare di calibro 12 (lo sta esaminando la Polizia). Brumotti e i suoi collaboratori sono riusciti a mettersi in salvo solo grazie all’intervento della Polizia e dei Carabinieri e non hanno riportato ferite. Il servizio andrà in onda prossimamente su Striscia la notizia.

Redazione

Vittorio Brumotti aggredito: preso a pugni in faccia nel Savonese


brumotti

19 agosto 2015

Brutta esperienza per l’inviato di “Striscia la notizia” e campione di Bike trial, Vittorio Brumotti, e suo padre, malmenati mentre cercavano di sedare una lite tra due gruppi di automobilisti.

Fatto: Martedì sera Vittorio Brumotti insieme al padre percorreva in bicicletta un tratto di provinciale nel Savonese ,scortati da un gruppo di amici in macchina, quando con gli occupanti di un’altra macchina (forse stranieri) è nato un diverbio forse a causa della bassa velocità con cui procedeva il “gruppo” Brumotti e dalle parole si è passati ai fatti e i due “ciclisti” sono stati presi a calci e pugni. Soccorsi con l’automedica e i militi della Croce Bianca di Borghetto Santo Spirito arrivati con due ambulanze e poi trasportati all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure sono stati ricoverati in ospedale  con il  codice giallo e medicati.

“Sto bene, non odiate gli stranieri!” –  Brumotti ha voluto comunque tranquillizzare i suoi sostenitori postando in mattinata due interventi su Twitter. In uno mostra la sua foto con l’occhio tumefatto. In entrambi cerca di rassicurare sulle sue condizioni di salute e invita la gente a non odiare gli stranieri. “Sono cose che capitano”.