vittorio grigolo

CS_VITTORIO GRIGÒLO sarà tra i protagonisti di “A RIVEDER LE STELLE”, lunedì 7 dicembre al TEATRO ALLA SCALA di Milano (in onda su Rai 1, Radio 3 e Raiplay)


VITTORIO GRIGÒLO

Lunedì 7 dicembre tra i protagonisti di  

“A riveder le stelle”

al Teatro alla Scala di Milano

in onda su Rai 1, Radio 3 e Raiplay a partire dalle ore 17.00

A Milano, lunedì 7 dicembre 2020, VITTORIO GRIGÒLO calcherà il palco del Teatro alla Scala in occasione del concerto “A riveder le stelle”. Per la prima volta nella sua storia, sarà un concerto ad aprire la stagione dell’iconico teatro. L’evento è stato annunciato il 25 novembre 2020 dal Sovrintendente e Direttore del teatro Dominique Meyer, dal Direttore Musicale M° Riccardo Chailly, dal Regista Davide Livermore e dall’Amministratore Delegato della Rai Fabrizio Salini.

“A riveder le stelle” è la serata di musica e danza con cui il Teatro alla Scala, nonostante la chiusura dei teatri e il perdurare dell’emergenza sanitaria, conferma il suo Sant’Ambrogio grazie alla collaborazione con Rai Cultura, che la trasmetterà su Rai 1, Radio 3 e Raiplay a partire dalle ore 17.00.

Un cast d’eccezione composto dalle voci più grandi del nostro tempo sarà a Milano per testimoniare la sua vicinanza a cantanti, ballerini, professori d’orchestra, artisti del coro, tecnici di scena, sarti, scenografi e tutti quei lavoratori colpiti duramente dalla pandemia.

«Ricordo ancora la mia prima volta alla Scala, come fosse oggi, quella sensazione di adrenalina che si poteva tagliare con il coltello. Io avevo solo vent’anni e quel palco davanti ai miei occhi, pronto a darti gloria oppure divorarti in un attimo. Oggi, dopo tanti anni e tante stagioni gloriose, mi ritrovo qui pazzo di gioia, a celebrare questo 7 dicembre sotto una luce diversa, una luce di rivalsa, di rinascita. La musica rimane il baluardo della mia vita e fonte di felicità per molte persone che come me non ne possono fare a meno. Sarà un’apertura della Scala diversa, davvero speciale e storica, dove tutti insieme canteremo al mondo “We are the Opera”!» afferma Vittorio Grigòlo.

Formato

Si inizia da estratti di opere di Giuseppe Verdi per continuare con Gaetano Donizetti, Giacomo Puccini, Georges Bizet, Jules Massenet, Richard Wagner e Gioachino Rossini, mentre le musiche dei balletti sono di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Davide Dileo, Erik Satie e Giuseppe Verdi.

Le arie d’opera e i momenti di danza saranno collegati e contestualizzati da testi recitati da attori, a significare la continuità tra le arti già indicata dal titolo che riprende “e quindi uscimmo a riveder le stelle”, il celebre verso con cui si chiude l’Inferno della Divina Commedia, nel settecentesimo anniversario della scomparsa di Dante Alighieri.   

Grigòlo condividerà il palco con altri artisti che hanno collaborato in passato con il Teatro alla Scala.

Il concerto verrà trasmesso su Rai 1, condotto da Milly Carlucci, a cui si affiancherà per la prima volta Bruno Vespa.

Redazione

NOTA INFORMATIVA: OLTRE 4 MILIONI DI TELESPETTATORI IERI SERA SU RAI1 PER L’INNO DI MAMELI CANTATO DA VITTORIO GRIGOLO ALL’INTERNO DELL’ARENA DI VERONA.


L’esibizione del tenore internazionale VITTORIO GRIGOLO all’interno dell’ARENA DI VERONA, andata in onda su RAI1 ieri sera, martedì 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica Italiana, ha registrato il 20.56% di share con 4 milioni 649mila telespettatori.

Vittorio Grigolo ha interpretato “IL CANTO DEGLI ITALIANI”, l’Inno di Goffredo Mameli e Michele Novaro, nell’Arena di Verona (senza pubblico),

«Sono felice per questo grande risultato di share. Io e il Sindaco Federico Sboarina abbiamo caldamente voluto Vittorio Grigolo per questo omaggio all’Italia che è partito dall’Arena di Verona con la volontà di rappresentare per tutto il Paese la forza di reagire, di non avere paura e di sperare sempre in un futuro migliore. Vittorio Grigolo dentro l’Arena sembrava veramente un gladiatore, è riuscito a trasformare l’Inno in un vero e proprio canto di coraggio. Grazie alla Rai per la fiducia» dichiara Gianmarco Mazzi, amministratore delegato della società Arena di Verona S.r.l. e direttore artistico dell’Arena di Verona per i concerti “live” e gli eventi TV.

L’Inno è stato eseguito in una versione orchestrata e diretta dal Maestro Diego Basso. Supervisione Tony Renis.

Da un’idea di Gianmarco Mazzi Federico Sboarina, Sindaco di Verona e Presidente della Fondazione Arena di Verona.

Regia di Gaetano Morbioli, progetto audio di Maurizio Parafioriti, organizzazione Cecilia Baczynski, realizzazione Arena di Verona S.r.l.

Redazione