uscite discografiche

C.S._LIGABUE: in radio il nuovo singolo “POLVERE DI STELLE”| Online il video del brano. Al via il 14 giugno dallo Stadio San Nicola di Bari lo “START TOUR 2019”!


LIGABUE

IN RADIO IL NUOVO SINGOLO

“POLVERE DI STELLE”

luciano ligabue_foto di ray tarantino_b

ONLINE ANCHE IL VIDEO DEL BRANO

estratto dall’ultimo ALBUM D’INEDITI

 “START”

AL VIA IL 14 GIUGNO DALLO STADIO SAN NICOLA DI BARI

 “START TOUR 2019”

Da venerdì 24 maggio, é in radio “POLVERE DI STELLE”, il nuovo singolo di LIGABUE estratto da “START”, dodicesimo disco d’inediti della sua carriera, già certificato platino (dati diffusi da FIMI/GfK Italia) e disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle piattaforme streaming.

E’  online anche il video di “Polvere di stelle”, per la regia di Paolo Monico e la produzione di CrossMediaFilms (Marco Salom). Il video è visibile al seguente link: https://youtu.be/PS_oZP_xRL0.

Questa la tracklist del disco “START” (Zoo Aperto/F&P Music Hub/Warner Music), prodotto da Federico Nardelli: “Polvere di stelle”, “Ancora noi”, “Luci d’America”, “Quello che mi fa la guerra”, “Mai dire mai”, “Certe donne brillano”, “Vita morte e miracoli”, “La cattiva compagnia”, “Io in questo mondo”, “Il tempo davanti”.

Il 5 giugno Ligabue verrà premiato all’Arena di Verona, in occasione dei Music Awards.

Mancano ormai 3 settimane allo “START TOUR 2019” che vedrà LIGABUE in concerto nei principali stadi d’Italia con un grande show, a partire dallo Stadio San Nicola di Bari il 14 giugno!

Con lui sul palco LUCIANO LUISI (tastiere, cori), MAX COTTAFAVI (chitarre), FEDERICO POGGIPOLLINI (chitarre elettriche, cori), DAVIDE PEZZIN (basso) e IVANO ZANOTTI (batteria, percussioni).

Queste le date del tour, prodotto da Riservarossa e Friends & Partners: 14 giugno allo STADIO SAN NICOLA di Bari; 17 giugno allo STADIO SAN FILIPPO di Messina; 21 giugno allo STADIO ADRIATICO di Pescara; 25 giugno allo STADIO ARTEMIO FRANCHI di Firenze; 28 giugno allo STADIO SAN SIRO di Milano; 2 luglio allo STADIO OLIMPICO di Torino; 6 luglio allo STADIO DALL’ARA di Bologna; 9 luglio allo STADIO EUGANEO di Padova; 12 luglio allo STADIO OLIMPICO di Roma.

I biglietti per le date dello “START TOUR 2019” sono disponibili su TicketOne.it, nei punti vendita e nelle prevendite abituali (info su www.friendsandpartners.it).

Redazione

C.S._FUORI OGGI “Siamo Stati L’America” Il primo album di CANNELLA Per Honiro Rookies e il videoclip del singolo “Maggio”


FUORI OGGI

“Siamo Stati L’America”

Il primo album

di

CANNELLA 

E da oggi online il video del singolo “Maggio”

Per Honiro Rookies

https://lnk.to/SiamoStatiLAmerica

Esce oggi , venerdì 24 Maggio, su tutte le piattaforme streaming e in digital download “Siamo Stati l’America”, il primo album di Cannella per Honiro Rookies.
“Siamo Stati L’America” è  un progetto che ha preso vita oltre due anni fa in maniera del tutto indipendente  – così Cannella racconta il suo primo album. E’ un disco intimo, dentro c’é tutto il mio mondo, la mia quotidianità, la mia città e le persone che mi circondano.  Spero che ascoltarlo sia un po’ come affacciarsi sulla mia vita, che poi é
una vita come tante altre ed é facile rispecchiarcisi. L’ho scritto con sincerità, non ho sentito la necessità di romanzare il mio vissuto, la semplicità con cui vengono raccontate le cose è sicuramente il punto di forza  di “Siamo Stati l’America” ed è anche, l’aspetto di cui vado maggiormente fiero. 
In questi due anni  – continua Cannella – ho chiuso alcuni capitoli della mia vita e se ne sono aperti altri, ho avuto modo di vivere tanto, di trovarmi in situazioni che mi hanno fatto male ma senza le quali non avrei scritto certe canzoni, quest’album si può dire che racchiude un po’ tutto. Ho avuto la possibilità di essere notato da Honiro, la mia attuale etichetta, di lavorare con persone che hanno creduto nel progetto tanto quanto me, di prendere parte a una manifestazione come Sanremo Giovani e spero tante altre cose ancora.
Le produzioni sono state lavorate da Matteo Costanzo e Prod by Enemies, che hanno valorizzato le canzoni nel migliore dei modi senza calpestare le mie idee e le mie influenze, sono riusciti a capirmi e a capire le mie esigenze musicali. Mi sono sempre fidato delle loro iniziative e della loro creatività ed il risultato ci ha lasciato tutti soddisfatti, sono stati dei compagni di squadra indispensabili. 
Questa la tracklist di “Siamo Stati l’America”:
Campo Felice, Di Cuore, Chiara, Siamo Stati L’America, Nei Miei Ricordi, Spazzolino, Maggio, Rose Rosse, Stupida Che Sei, Val Di Fassa, Venerdì (Live sul GRA).
Campo Felice 
Campo Felice la scrissi in un periodo in cui ascoltavo molte canzoni Folk, ero fissato con le robe acustiche, in particolar modo con Feeling Whitney di Post Malone e diverse canzoni di Bon Iver e Damien Rice. Nel brano ci sono tanti elementi che rimandano al mondo folk/ indie folk, ricordo che prima di registrare le chitarre con Matteo Costanzo ci siamo sentiti tutti i brani che stavo ascoltando in quel periodo, volevo che entrasse nel viaggio tanto quanto me e sono contento di come sia venuta fuori. Campo Felice, inoltre, é la traccia che apre il disco, é una scelta insolita perchè spesso con la canzone di apertura si punta a dare la giusta carica, io invece ho voluto fare il contrario.
Di Cuore 
Di Cuore é il pezzo per cui provo più simpatia, è una canzone triste che ho scritto col sorriso, non emerge solo l’aspetto ironico ma é sicuramente una delle poche volte in cui non mi prendo troppo sul serio. Era un periodaccio e volevo provare a parlare con leggerezza delle mie disgrazie, anche con un po’ di autoironia e sono contento di esserci riuscito. É una canzone che mi ha sempre dato sollievo, anche per come si conclude forse, la trovo liberatoria.
Chiara 
Chiara é un brano che si concentra su una figura esterna a me, di solito le mie canzoni parlano sempre di cose che mi riguardano in prima persona, questa volta no. Chiara é un nome casuale, mi piaceva come suonava e quindi l’ho scelto, la persona alla quale
mi sono ispirato si chiama diversamente. Non è una storia né un racconto, mi sono semplicemente fermato ad osservare ed ho descritto una persona, con i suoi aspetti negativi e quelli positivi, i dettagli impercettibili e le cose più facili da notare, le ombre e le luci, é un ritratto che cerca di essere più fedele possibile alla realtà. Chiara è un brano che a livello di sound rimanda molto alla musica inglese a cavallo tra gli anni novanta e il duemila, di quel periodo amo tantissimo i primi lavori dei Coldplay, che a loro volta sono un po’ figli dei Radiohead, gli Oasis, gli U2, tutti gruppi che ascolto molto e che hanno influenzato la mia musica e questo brano.
Siamo Stati l’America 
Siamo Stati l’America é la title track del disco, un pezzo che si discosta da tutti gli altri a livello di sound, non ci sono strumenti suonati, solo synth. É stato uno degli ultimi che ho scritto, la mia prima collaborazione con Prod by Enemis con i quali ho lavorato direttamente in studio, di solito io scrivo per fatti miei e in studio arrangiamo, stavolta musica e parole sono nate contemporaneamente durante una sessione. É un brano esplosivo al contrario degli altri, penso che dia un valore aggiunto al progetto per la diversità, appunto. Il titolo é la frase chiave, il filo conduttore che lega un po’ tutti i brani del disco, l’amore che non é altro che una guerra e noi siamo stati l’America, la nazione guerrafondaia per eccellenza. Non poteva che essere il titolo dell’album.
Nei Miei Ricordi 
Nei Miei Ricordi è forse la canzone a cui sono maggiormente affezionato, quest’anno mi ha permesso di esibirmi sul palco di Sanremo Giovani, é uno di quei brani che sono felice di aver scritto io. Inizialmente era una canzone piano e voce prodotta da Costanzo, poi sono subentrati anche qui i Prod By Eneimes ed é stata trasformata in quello che é attualmente. Nella sua semplicità l’ho sempre ritenuta una perla del mio repertorio, mi piace tantissimo il gioco di tempi che uso nel ritornello, parlando al futuro di cose che potevo fare solo in un tempo passato, nei miei ricordi appunto, è esattamente come mi sentivo in quel momento, confuso, ancorato alle cose passate. Ho espresso a parole uno stato d’animo difficile da spiegare, non era scontato che ci riuscissi.
Spazzolino 
Spazzolino é la canzone che nel disco non doveva esserci, l’ho scritta a giochi fatti, avrei potuto tenerla per un eventuale progetto futuro ma così non è stato. Il titolo non doveva essere spazzolino, si chiamava “Niente di me”, poi un mio amico scherzando mi ha detto di chiamarla così ed io l’ho fatto veramente.  É un brano che mette in risalto degli aspetti di me che nel quotidiano tendo a nascondere: la paura della solitudine, di perdere qualcosa che hai sempre dato per scontato, il bisogno di una figura che mi dia attenzioni. Chi mi conosce sa quanto io tenda a dare un’immagine di me completamente opposta, é un brano che mette in risalto le mie debolezze.
Maggio 
Maggio é il pezzo più estivo del disco anche se c’é un contrasto netto tra il sound ed il contenuto del brano. L’ho scritta in uno dei momenti più brutti della mia vita ma ho scelto di arrangiarla così, forse per allontanare un po’ quel dolore. Quando parte mi mette subito allegria, se mi soffermo sulle parole sicuramente mi rimanda a quel periodo però adoro il fatto che la produzione sia tutto l’opposto. Non sono un amante della musica raggae, ma qui sicuramente ci sono anche delle sonorità che rimandano a quel mondo lá, é un genere di musica che mette di buon umore, ti fa muovere, quindi mi sembrava la scelta più giusta per quello che avevo in mente. É nata come un esperimento ma ad oggi penso sia una delle canzoni più azzeccate del disco.
Rose Rosse 
Rose Rosse è un altro brano che non parla di me in prima persona, però in questo caso c’é molto di me. É uno storytelling che ha come protagonista una ragazza che soffre di ansia e attacchi di panico, si impegna per un futuro che non sa se realmente vuole, ha problemi in casa e non si sente capita dalla famiglia, quindi passa molto tempo da sola. Ci sono tante cose in comune con la mia storia, solo che parlarne in terza persona mi é venuto più semplice, é come se avessi raccontato buona parte della mia vita vissuta peró da una ragazza immaginaria. In generale mi riesce sempre meglio scrivere di donne, non so per quale motivo. La produzione é cambiata tante volte, alla
fine ne ho scelta una minimale che accompagna la narrazione senza interferire troppo.
Stupida che sei 
Stupida che sei é un brano leggero, fresco ed orecchiabile, di quelli che ogni tanto ci vogliono per spezzare. Parla di una relazione partita un po’ per caso, tra sbronze e sesso in camere d’albergo, di un rapporto preso alla leggera che diventa qualcosa di più, cosa che spesso succede senza rendersene conto. Quando dó della stupida ad una ragazza innamorata in realtà sono preso quanto lei, evito il confronto perché definire le cose mette paura e non é così necessario, mi fa comodo sentire meno responsabilità.
Val Di Fassa 
Val Di Fassa é la canzone più triste del disco, ha un sound molto originale, nel ritornello Matteo Costanzo ha inserito di sua iniziativa delle chitarre bellissime e quando le ho sentite me ne sono innamorato, in Italia di cose così non se ne trovano facilmente. Il brano é un viaggio introspettivo, mi sono completamente lasciato andare, magari ho scritto anche qualcosa di troppo, cose che ad oggi vedo in maniera differente, dettate dal momento. É una fotografia di quel periodo, stavo veramente così e sicuramente avevo una visione dei fatti alterata, ero schiavo di un legame nocivo che non sapevo neanche perché stessi portando avanti. Ad oggi risentirla mi fa bene, mi fa tenere a mente che é meglio stare da soli anziché male in due.
Venerdì 
Venerdì a livello di testo é una di quelle che ho più a cuore, l’ho sempre paragonata ad un quadro pieno di colori e sfumature, ho utilizzato molte immagini e quando la sento mi riporta sempre a quel periodo, uno dei più strani della mia vita. Ci ho messo tanto a scriverla, é stata la prima volta che ho lasciato una canzone in sospeso e l’ho scritta un po’ alla volta, é stata una grande fatica ma anche di grande aiuto, probabilmente per i temi molto personali che ho toccato. Il brano inizialmente era stato prodotto, poi in un secondo momento abbiamo girato un video in cui la suonavamo live sul GRA, una versione nata per essere caricata solo su Youtube ma che alla fine ho inserito nel disco, scartando quella prodotta.
Link video “Maggio”  : https://youtu.be/d8_Tu34fRSw

C.S._NOMADI: il 31 maggio esce il nuovo concept album MILLEANNI. Contiene una versione inedita cantata da AUGUSTO DAOLIO del brano “Ma Noi No”


Immagine storia relativa a NOMADI MILLE ANNI tratta da Agenzia ANSA

NOMADI 
il 31 maggio esce
MILLEANNI
il nuovo concept album con una versione inedita di
Ma Noi No” cantata da 
AUGUSTO DAOLIO

Il 31 Maggio esce “MILLEANNI”, il nuovo album dei NOMADI (Edizioni e Produzioni I Nomadi / distribuzione Artist First), da oggi in preorder in edizione limitata autografata in formato cd e vinile:https://musicfirst.it/708-nomadi-milleanni

MILLEANNI”, volutamente un concept album, contiene undici brani.

Tutte le canzoni sono legate da un filo, le tematiche trattate sono di attualità e rispecchiano il momento che stiamo vivendo, sia quelle scritte negli anni settanta, sia quelle più recenti.

La vera rarità del disco è la canzone “Ma Noi No”, qui pubblicata in un’inedita versione cantata da Augusto Daolio: un provino registrato nel 1989 con una parte del testo diversa da quello pubblicato nel 1992.

Due sono i brani inediti: la tile track “Milleanni” (singolo che ha anticipato l’album, il cui video ufficiale è disponibile sul canale YouTube dei Nomadi – https://www.youtube.com/watch?v=Q5ZSQJ6jrGY) e “L’Orizzonte di Damasco”. Le altre canzoni della tracklist attraversano il repertorio dei Nomadi dal 1973 sino ai giorni nostri. Il brano finale dell’album è stato pensato e realizzato solo strumentale.

Tracklist:

MILLE ANNI

NON AVRAI

CON ME O CONTRO DI ME

L’ORIZZONTE DI DAMASCO

LA STORIA

BIANCHI E NERI

RUBANO LE FATE

NOI

MAMMA GIUSTIZIA

MA NOI NO (versione inedita, cantata da Augusto Daolio nel 1989)

IL PAESE (strumentale)

 Redazione

C.S._Patty Pravo: “Pianeti” è il nuovo singolo in radio da venerdì 24 maggio


 

ARTISTA
PATTY PRAVO
TITOLO
PIANETI
ETICHETTA
MUSEO DEI SOGNATORI
RADIO DATE
24/05/2019
 

PATTY PRAVO
A partire dal 24 maggio sarà in rotazione radiofonica
“Pianeti”,
nuovo singolo estratto dall’album “Red”.
In contemporanea uscirà il videoclip.

A partire dal 24 maggio sarà in rotazione radiofonica“Pianeti”secondo singolo estratto dal nuovo album di Patty Pravo, “RED”, uscito su etichetta “Museo dei Sognatori” (produzione esecutiva di Marco Rettani, autore, tra l’altro di alcuni brani del disco) e distribuito da Believe. In contemporanea uscirà su YouTube il videoclip.

Il brano è stato scritto da Giovanni Caccamo“E se il tempo finisse? racconta il cantautore di origini siciliane– Quanti errori ha commesso l’umanità? Oggi però possiamo ancora meravigliarci allargare le braccia in una notte stellata, alzare lo sguardo e sentirci parte dell’universo, figli di tutti i pianeti, figli di un segreto più grande di noi; capire che siamo il senso del tempo, parte di un progetto di vita. In fondo però nonostante tutto, nonostante la grandezza che ci ha generato, nonostante la natura che ci sovrasta, guardandoci allo specchio, siamo “Solo noi”, uomini e donne in viaggio”.

Il 22 giugno al Teatro Ariston di Sanremo si terrà l’ultima data del “Red Tour” (prodotto da Color Sound) che ha fatto tappa a Bergamo, Milano, Torino, Bologna, Bassano, Trento, Bari, Legnano, Mestre, Napoli.

Red” è composto da 10 canzoni inedite, tra cui Un Po’ Come La Vita”(la canzone in gara al festival di Sanremo, scritta da Marco Rettani, Diego Calvetti, Briga, e Zibba e interpretata insieme allo stessoBriga), a cui hanno partecipato comeautori Giuliano Sangiorgi con il pezzo “Dove eravamo rimasti”, Ivan Cattaneo con una struggente lirica da subito entrata nel cuore di Patty: “La carezza che mi manca”. Nella track-list dell’album anche il brano “Io so amare così”, un regalo lasciato personalmente in eredità a Nicoletta dall’amico di una vita: Franco Califano. Poi altri autori come il giovane talentuoso Giovanni Caccamo con “Pianeti”, Diego Calvetti (che si è occupato della produzione artistica del Disco), Marco Rettani (con l’etichetta indipendente, Museo dei Sognatori, è “salito” sul palco del Festival di Sanremo “Big” con Patty Pravo e “Giovani” con Francesca Miola, vincitrice di Area Sanremo. Rettani è autore tra l’altro di Pausini, Noemi, Amoroso, Nomadi, Le Deva), Zibba, Antonio Maggio con “Padroni non ne ho”, Fulvio Marras. Un album magistralmente prodotto e interamente arrangiato dal Maestro e amico di Patty Pravo: Diego Calvetti, registrato nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2018 prevalentemente presso gli studi del produttore a San Giminiano (Si). Nel disco trova posto anche un personale ed etereo omaggio dell’artista ad un brano che proprio quest’anno compie 50 anni (1969 / 2019); canzone che in tutti questi 50 anni non è mai uscita dalla scaletta dei concerti live di Patty Pravo: “Il Paradiso”di Battisti e Mogol.

Redazione 

C.S._FUORI OGGI “TUTTO APPOSTO” IL NUOVO SINGOLO DI IVAN GRANATINO & D-ROSS, CONTENUTO NELLA QUARTA SERIE DI GOMORRA, IN RADIO E DIGITAL STORE


“TUTTO APPOSTO”

IVAN GRANATINO & D-ROSS

Foto IVAN GRANATINO.jpg

da venerdì 17 maggio in radio e digital store

(Napule Allucca distr. Believe)Believe)

Il singolo “Tutto apposto” è scritto dallo stesso Ivan Granatino, Rosario Castagnola e dal cantante dei Foja, Dario Sansone e prodotto da D- Ross.
Tutto apposto” è un brano dalle sonorità urban trap, che si pone come obiettivo, il risveglio delle coscienze, ciò che può andare bene per noi non è detto che possa andare bene per chi vive dall’altra parte del mondo. “Tutto apposto” ricalca un gergo lessicale tipicamente napoletano, come da consuetudine per un artista che si nutre del suo territorio come Ivan, e lo proietta in un universo mondo di possibilità e di scelte che spesso anziché rendere le cose facili le peggiorano. Fingiamo che sia “tutto apposto” anche quando non lo è. Il brano è inserito nella quarta serie di Gomorra in onda su Sky Atlantic.
Per Ivan Granatino tornare a far parte della colonna sonora di Gomorra, dopo esserci stato nella prima serie con ‘A storia e Maria’ brano con Franco Ricciardi, sancisce a poche settimane di distanza dal successo del singolo “Me llama“, l’entrata a pieno titolo nel panorama musicale italiano. Il videoclip, con la regia di Luciano Filangieri e la sceneggiatura di Luca Delgado. è stato girato a San Giovanni a Teduccio in via Taverna del Ferro, nel cosiddetto “bronx”, davanti al murales di Jorit raffigurante Diego Armando Maradona, ed è dedicato al comitato di lotta “Taverna del ferro” che ha collaborato alle riprese. Link video;www.youtube.com/watch?v=MFTkmTExPPQ  
Bio:
Ivan Granatino nasce a Caserta nel 1984. Il suo stile va dall’hip hop all’R&B, dalla musica dance al rock. Nel 2014 il grande palcoscenico di “The Voice of Italy” su Rai2 offre al giovane rapper la possibilità di farsi conoscere dal grande pubblico e farsi apprezzare dalla giuria nel team di J-Ax.  L’ultimo album di Ivan Granatino è “Ingranaggi” prodotto dalla sua stessa etichetta, Napule Allucca, da cui sono stati  estratti i  singoli “Annarè”, remake della hit di Gigi D’Alessio, e “Vitamì”. Nel 2019 con il singolo “Me llama” insieme a Bl4ir, raggiunge 2 milioni di visualizzazioni.
Redazione

C.S.#MUSICA: ASA – “The Beginning” è il nuovo singolo della cantautrice nigeriana che anticipa l’album in uscita in autunno


ASA

The Beginning” è il singolo che segna il ritorno della cantautrice nigeriana che in autunno pubblicherà il nuovo album

Un elegante mix di pop e canzone d’autore

Guarda il video:
https://youtu.be/r-8IMK0V3sk

ASA è tornata.
Bùkólá Elemide, la cantautrice nata a Parigi e cresciuta in Nigeria, annuncia oggi il suo ritorno con la pubblicazione del singolo “The Beginning” – accompagnato dal video visibileQUI

Dopo i successi di canzoni come “Fire on the mountain” o “Be my man” – ormai diventati dei classici – e dopo il suo ultimo album Bed of stone (2014) torna il timbro inconfondibile della cantautrice ASA con un sound che ancora una volta punta dritto al cuore con suoni delicati ma potenti allo stesso tempo.

La voce di ASA torna come quella di un’anima gemella che se ne era andata da troppo tempo ormai ma che, finalmente, è tornata. Le sue melodie riempiono il cuore con le sue parole che possono sia confortare che “hurt like dagger“.
Questo primo brano accompagna l’annuncio della pubblicazione del prossimo album della cantautrice, previsto per il prossimo autunno con l’etichetta francese Wagram. 

Il video è stato diretto dalla giovane regista cino-americana Daisy-Zhou.

Redazione

C.S._ENRICO NIGIOTTI: da oggi in radio e in digitale il nuovo singolo “NOTTURNA”. Al via dal 14 giugno le date estive del “Cenerentola tour”.


Enrico Nigiotti Cover singolo Notturna_b

ENRICO NIGIOTTI 

DA OGGI IN RADIO IL NUOVO SINGOLO

“NOTTURNA”

  

AL VIA DAL 14 GIUGNO LE DATE ESTIVE DEL

CENERENTOLA TOUR

 

Da oggi, venerdì 10 maggio, è in radio e disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “NOTTURNA”, il nuovo singolo del cantautore ENRICO NIGIOTTI(https://smi.lnk.to/Nigiotti_Notturna).

Notturna” è un brano dal ritmo estivo e coinvolgente in cui Enrico Nigiotti attraverso parole semplici racconta l’emozione e l’amore di una notte di passione. Un sentimento che l’essere umano non può smettere di provare.

«“Notturna” identifica quel lato sanguigno presente dentro ognuno di noi – spiega Enrico Nigiotti – quel desiderio che ti prende e che non riesci a trattenere… “Notturna” ha il viso di uomo ma allo stesso tempo il viso di donna: “Notturna” siamo tutti noi».

Inoltre, dal 14 giugno partono le date estive del “Cenerentola Tour”, la nuova avventura live in cui Enrico Nigiotti sarà sui palchi delle più suggestive location estive italiane per presentare i brani del suo ultimo progetto discografico “Cenerentola e altre storie…” (Sony Music Italy).  

Accompagneranno l’artista i musicisti Andrea Torresani (direzione musicale, basso/contrabasso), Andrea Polidori (batteria), Mattia Tedesco (chitarre elettriche e acustiche) e Fabiano Pagnozzi (Tastiere e piano)

Queste le prime date estive del “Cenerentola Tour”:

14 giugno – Piazza Del Comune, FABRIANO (AN);

23 giugno – Campo Sportivo (corso Mazzini), GIOVE (TR);

29 giugno – Carroponte, MILANO;

3 luglio – Piazza Della Repubblica, ORTONA (CH);

7 luglio – Festival Musicastelle, VALSAVARENCHE (AO);

19 luglio – Galleria Porta Di Roma, ROMA;

21 luglio – Lagorai D’Incanto, VALSUGANA (TN);

3 agosto- Effetto Venezia, LIVORNO;

10 agosto – Teatro Della Laguna, ORBETELLO (GR).

E il tour continua…

Radio Partner del tour è RTL 102.5

Il tour è una produzione di Massimo Levantini per 1Day; per info e biglietti: www.unoday.it.

Enrico Nigiotti, classe ‘87, è un cantautore livornese. Dopo alcune importanti esperienze televisive e affiancato dalla storica manager Adele Di Palma (Fabrizio De André, Ivano Fossati, Gianna Nannini e molti altri),  Enrico Nigiotti compone due brani per il film “La pazza gioia” per il regista pluripremiato Paolo Virzì e nel 2017 partecipa alle selezioni dell’undicesima edizione di X Factor alle quali si presenta con “L’amore è”, brano che entra subito al primo posto nella Viral Italia e al secondo della Global Viral di Spotify e che lo porta fino alla finale del programma conquistando il disco di platino. I testi e la musica di Enrico hanno emozionato anche artisti di calibro internazionale con i quali sono nate diverse collaborazioni. Nel 2015 il cantautore livornese apre le date italiane del “Big Love Tour” dei Simply Red, mentre nel 2018 apre il concerto al Circo Massimo di Roma diLaura Pausini, per cui ha firmato il brano “Le due finestre”, contenuto nel nuovo disco “Fatti sentire”, che ha trionfato ai LATIN GRAMMY AWARDS nella categoria “Best Traditional Pop Vocal Album“. Nello stesso periodo scrive per Eros Ramazzotti il brano “Ho bisogno di te”, incluso nell’album “Vita ce n’è”. Il 14 settembre pubblica il suo nuovo album “Cenerentola”, anticipato dal brano Complici” in duetto con Gianna Nannini, con la quale già nel 2015 aveva collaborato aprendo il suo tour “Hitalia.Rocks”. “Complici” è diventata subito una hit radiofonica, tra i dieci brani più trasmessi dalle radio, e si è aggiudicata il disco d’oro. Nel 2019 partecipa alla 69° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Nonno Hollywood”, conquistando il 10° posto in classifica, il Premio Lunezia per Sanremo e il disco d’oro. Di recente ha pubblicato l’edizione speciale del suo ultimo album di inediti “Cenerentola e altre storie…” presentato con grande successo in tour teatrale in aprile.

 Redazione

C.S._RENATO ZERO: dal 1° novembre in tour nei principali palasport italiani (prevendite aperte da domani), a ottobre esce il nuovo album “ZERO IL FOLLE”


RENATO ZERO

DAL 1° NOVEMBRE IN TOUR NEI PALASPORT DI TUTTA ITALIA

(biglietti in prevendita dalle ore 11.00 di domani)

A OTTOBRE ESCE IL NUOVO ALBUM DI INEDITI

ZERO IL FOLLE

Folle è chi sogna, chi è libero, chi provoca, chi cambia.

Folle è chi rifiuta le regole e l’autorità, alimentando i desideri nascosti di chi lo giudica e segretamente vorrebbe assomigliargli. Folle è chi non si vergogna mai e osa sempre, per rendere eterna la giovinezza.

Folle è RENATO ZERO.

L’artista italiano più rivoluzionario di sempre sta per tornare a stupire la sua gente con UN NUOVO TOUR dal 1° novembre nei principali palasport italiani con un grandioso show nel quale, oltre ad attingere dal suo storico repertorio, presenterà dal vivo anche il nuovo album di inediti, in uscita a ottobre, “ZERO IL FOLLE” (Tattica).

I biglietti saranno disponibili in prevendita dalle ore 11.00 di domani, giovedì 9 maggio, sul sito ufficiale di Renato Zero(www.renatozero.com), sul sito Vivaticket.it e nei punti vendita autorizzati Vivaticket. RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale del tour.

Renato Zero commenta:

«Scommettiamo che il tempo non ci tange? Che la ruga non ci sfiora?

Che il sogno ci sostiene e la musica ci adora?

Siamo folli Impenitenti.

Siamo Alunni e Professori.

Siamo Principi e Corsari.

Siamo Giovani Maturi.

Scommettiamo che non ci fermerà nessuno?»

e così continua:

«Il folle esprime il rifiuto di ogni autorità e si alimenta dei desideri nascosti di chi lo giudica e segretamente vorrebbe assomigliargli.

La Storia l’hanno fatta i folli: Gesù, Galileo, Mozart, Martin Luther King, John Lennon, Pasolini, Steve Jobs.

Non vergognarsi mai e osare tutto, per rendere eterna la giovinezza.

L’elogio alla follia 500 anni dopo ha parole nuove e incontra il pentagramma. Perché, 500 anni fa come oggi, nessuna società, nessun legame potrebbe essere gradevole o duraturo se gli uni con gli altri non ci lusingassimo vicendevolmente col miele della follia».

Queste tutte le date di “ZERO IL FOLLE IN TOUR”, prodotte e organizzate da Tattica:

1 novembre – PALAZZO DELLO SPORT di ROMA

3 novembre – PALAZZO DELLO SPORT di ROMA

4 novembre – PALAZZO DELLO SPORT di ROMA

6 novembre – PALAZZO DELLO SPORT di ROMA

14 novembre – Mandela Forum di FIRENZE

15 novembre – Mandela Forum di FIRENZE

18 novembre – Grana Padano Arena di MANTOVA

19 novembre – Grana Padano Arena di MANTOVA

23 novembre – Vitrifrigo Arena di PESARO

24 novembre – Vitrifrigo Arena diPESARO

7 dicembre – Modigliani Forum di LIVORNO

8 dicembre – Modigliani Forum di LIVORNO

14 dicembre – Pala Alpitour di TORINO

15 dicembre – Pala Alpitour di TORINO

21 dicembre – Unipol Arena di BOLOGNA

22 dicembre – Unipol Arena di BOLOGNA

11 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO

12 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO

18 gennaio – Palaseledi EBOLI

19 gennaio – Palaseledi EBOLI

23 gennaio – Palafloriodi BARI

25 gennaio – Palafloriodi BARI

Il disco “ZERO IL FOLLE”, che uscirà ad ottobre, è stato realizzato a Londra con la produzione e gli arrangiamenti di Trevor Horn(produttore di Paul McCartney, Rod Stewart, Robbie Williams) con cui Renato Zero torna a collaborare dopo l’album “Amo” del 2013.

  1. Un allora diciassettenne Renato Zero pubblica il suo primo 45 giri: “Non basta sai”/“In mezzo ai guai”. Dopo più di 50 anni, oltre 500 canzoni e 45milioni di dischi venduti,Renato Zero continua a stupire e rinnovarsi costantemente.

Redazione

C.S._FIORELLA MANNOIA: AL VIA DAL TEATRO VERDI DI FIRENZE IL “PERSONALE TOUR” E DA VENERDÌ 10 MAGGIO IN RADIO IL NUOVO SINGOLO “IL SENSO”.


FIORELLA MANNOIA

 

AL VIA  DAL TEATRO VERDI DI FIRENZE IL  

“PERSONALE TOUR”

Fiorella Mannoia_

 

DA VENERDÌ 10 MAGGIO IN RADIO IL NUOVO SINGOLO

“IL SENSO”

 Parte oggi, martedì 7 maggio, dal TEATRO VERDI di Firenze il “PERSONALE TOUR” di Fiorella Mannoia, il tour che la vedrà protagonista sui palchi dei maggiori teatri italiani e di alcune delle più suggestive e magiche location estive della penisola per presentare dal vivo i brani tratti dal suo nuovo progetto discografico “PERSONALE” e i suoi maggiori successi.

Inoltre, da venerdì 10 maggio arriva in radio il “SENSO”, nuovo singolo scritto da Zibba e Giulia Anania ed estratto dal disco “PERSONALE”.  

Queste le date di “PERSONALE TOUR”, prodotto e organizzato da Friends & Partners (calendario in aggiornamento):

7 maggio al Teatro Verdi di Firenze

8 maggio al Teatro Regio Parma

11 maggio all’Auditorium Del Lingotto di Torino

12 maggio al Gran Teatro Morato di Brescia

14 maggio al Teatro Degli Arcimboldi di Milano

15 maggio all’ Europauditorium di Bologna

17 maggio al Teatro Rossetti di Trieste

18 maggio al Gran Teatro Geox di Padova

20 maggio al Nuovo Teatro Carisport di Cesena

23 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma

25 maggio al Teatro Team di Bari

27 maggio al Teatro Augusteo di Napoli

11 luglio all’Arena Derthona di Tortona (Alessandria)

8 luglio al Teatro Romano di Verona (Festival Verona Folk)

13 luglio al Castello Visconteo di Vigevano (Pavia)

16 luglio al Cortile del Belvedere di S. Leucio (Caserta)

21 luglio a Pontechianale (Cuneo) all’interno della rassegna Suoni del Monviso (inizio concerto ore 12.00)

22 luglio al Teatro Romano di Aosta (Festival Aosta Classica)

27 luglio all’Arena della Regina di Cattolica (Rimini)

29 luglio alla Cavea – Auditorium Parco della Musica di Roma

3 agosto in Piazza Cattedrale a Oristano (Festival Dromos)

5 agosto all’Arena della Versilia di Cinquale (Massa Carrara)

6 agosto all’Arena Parco Centrale di Follonica (Grosseto)

8 agosto all’Arena B. Gigli di Porto Recanati (Macerata)

9 agosto al Teatro D’Annunzio di Pescara

11 agosto in Piazza Duomo a Lecce

16 agosto in Piazza Libertà a Ragusa

17 agosto al Teatro Antico di Taormina (Messina)

19 agosto al Teatro Verdura di Palermo

22 agosto alla Summer Arena di Soverato (Catanzaro)

25 agosto al Fossato del Castello di Barletta (Bari)

5 settembre in Piazza dei Signori a Vicenza

3 ottobre al Teatro Degli Arcimboldi di Milano

5 ottobre al Teatro Colosseo di Torino

7 ottobre al Teatro Augusteo di Napoli

15 ottobre al Teatro Carlo Felice di Genova

16 ottobre al Teatro Ponchielli di Cremona

18 ottobre al Teatro Verdi di Firenze

22 ottobre al Teatro Creberg di Bergamo

24 ottobre al Teatro Ariston di Sanremo

27 ottobre all’ Europauditorium di Bologna

I biglietti per le date del tour sono disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei punti vendita autorizzati (per info www.friendsandpartners.it).

Disponibile in versione CD, in vinile e in digitale “PERSONALE”, il nuovo album di Fiorella Mannoia, è composto da 13 brani, 13 storie che raccontanoconsapevolezze prese di coscienzariflessioni su se stessi, sull’umanità, sulla vita e sui sentimenti, in tutte le loro sfaccettature, e molto altro ancora. Preziosa e variegata la scelta degli autori: Federica Abbate, Giulia Anania, Amara, Luca Barbarossa (autore di un brano in romanesco), Bungaro, Antonio Carluccio (autore e interprete di un duetto con Fiorella in dialetto napoletano), Cheope, Cesare Chiodo, Marialuisa De Prisco, Ivano Fossati, Daniele Magro, Rakele, Zibba e la stessa Fiorella Mannoia.

L’album è anche – come dichiara l’artista – una «piccola e umile “personale”», da cui il titolo. A rafforzare il racconto delle canzoni, infatti, trovano spaziofotografie realizzate da Fiorella in varie parti del mondo. Una passione, quella della fotografia, che l’artista ha recentemente approfondito e condiviso sui social network.

«Essere appassionati di qualcosa è la più grande fortuna che si possa avere. Non c’è età per scoprire nuove passioni – racconta Fiorella – io ho scoperto da poco quella della fotografia. Oggi esce il nuovo album che è anche la mia piccola e umile personale. Ho voluto abbinare a ogni brano uno scatto realizzato nel corso di viaggi, di incontri, di momenti imprevedibili. Perché le fotografie raccontano prima di tutto delle storie, esattamente come le canzoni».

Questa la tracklist di “PERSONALE”: “Il peso del coraggio”, “Imparare ad essere una donna”, “Riparare”, “Smettiamo subito”, “L’amore è sorprendente”, “Il senso”, “Un pezzo di pane”, “Penelope”, “Resistenza”, “Anna siamo tutti quanti”, “Carillon”, “L’amore al potere” e “Creature” (Bonus Track Canzone Sospesa con Antonio Carluccio).

Redazione

#MUSICA: C.S._”Cartagena” è il titolo del brano nato dalla collaborazione tra Ivana Spagna e Jay Santos, in rotazione radiofonica e in digital download a partire dal 10 maggio.


“Cartagena”

è il titolo del brano nato dalla collaborazione tra

Ivana Spagna e Jay Santos,

in rotazione radiofonica e in digital download

a partire dal 10 maggio.

Il singolo sarà accompagnato dal videoclip.

Venerdì 10 maggio sarà in rotazione radiofonica e disponibile in digital download “Cartagena” di Jay Santos and Spagna (etichetta Artist First), scritto insieme a Valenzuela Garzon German Felipe e Giorgio Spagna. Il singolo sarà accompagnato dal videoclip, in uscita a breve.

Ivana Spagna racconta così come è nata “Cartagena”: “un giorno mio fratello Theo, mentre stavamo lavorando all’album nuovo che uscirà a ottobre/novembre, mi dice ‘Ho una base da farti sentire che mi sembra forte’. L’abbiamo sentita insieme, ed effettivamente funzionava. Gli ho detto che ci avremmo dovuto lavorare, che avremmo dovuto buttare giù la melodia. Un giorno ci siamo messi e abbiamo buttato giù la melodia, che è l’inciso proprio di Cartagena. Lo faccio sentire al mio manager Ugo Cerruti che mi conferma la forza del brano, e mi consiglia la persona giusta a cui farlo ascoltare: Davide Ippolito, dj e produttore milanese. Abbiamo preso un appuntamento e siamo andati da Davide, una persona con un’energia pazzesca che fa due mila cose in contemporanea, e gli è subito piaciuto il pezzo. Mi ha detto che sarebbe stato bello se lo avessi cantato in coppia con Jay Santos, e che ci avrebbe pensato lui a farci incontrare. Davide ha organizzato tutto, ci siamo trovati a Milano sempre nel suo studio con Jay Santos e il suo manager Stefano Pugnali. Jay ha sentito il pezzo e gli è piaciuto, tanto da volerci lavorare su. Così abbiamo iniziato la collaborazione anche a distanza, Jay mandava a Teo e a me le parti, abbiamo lavorato insieme. Jay è pazzesco, un grande professionista, cura tutto fino all’ultimo, ha un grande energia e voglia di fare. Insomma, abbiamo fatto il pezzo, adesso abbiamo appena finito il video, mi sono divertita tantissimo con Jay, sono stata benissimo”.

“Ho conosciuto Ivana insieme a Davide Ippolito nello studio di Milano – spiega Jay Santos – mi hanno fatto ascoltare il brano ‘Cartagena’ e al primo ascolto ho capito che era una bomba e che bisognava iniziare subito a lavorarlo con il ritmo latino e reggeton, ma già al primo ascolto era molto orecchiabile e ho iniziato a lavorarlo insieme a Mike Marino il mio produttore di Madrid e in meno di tre giorni, abbiamo chiuso e completato il brano a Milano. È stato un piacere lavorare con Ivana, una grande artista, una bella persona, di cuore e sono felice di condividere con lei questa canzone!”

Redazione