Carlo Conti

Gigi D’Alessio a Radio Dj: Non si possono far giudicare Al Bano o D’Alessio da una che fa la blogger,che capisce di trucco…


dalessioGigi D’Alessio è rimasto davvero contrariato dalla eliminazione della sua canzone nella quarta serata del festival e ritorna ancora sull’argomento  della giuria di qualità e sullo “zero” che l’ha lasciato fuori dalla finale . Lo ribadisce a Porta a Porta e ancora a Radio Dj in risposta a Linus Direttore di Radio Dj anche lui in giuria,  che ammette: “la giuria avrebbe dovuto essere “composta in maniera più proporzionata al target sul palco, invece era abbastanza giovane nel gusto musicale, forse un po’ troppo moderna. Ci voleva qualche personaggio radiofonico più vicino a Gigi e Al Bano” aggiungendo, però, che anche il pubblico aveva un po’ abbandonato D’Alessio (“Io ero convinto che la sua base lo avesse portato in finale e se non è successo dovrebbe portare Gigi a fare una riflessione“,

D’Alessio, però non ci sta e interviene in diretta rispondendo con numeri alla mano a Linus: “Se leggi i dati il pubblico c’è stato, è lo zero della giuria che non mi fa passare. È una formula aritmetica, se prendo due 6 e uno 0, la media è 4; se leggi i dati, il pubblico mi ama, e per me è una garanzia. Solo col televoto ho preso il 5,63%, se prendo un punto di percentuale dalla giuria di qualità io passo. Io rispetto Linus – e continua -, e ho detto che nella giuria ci sono alte competenze, ma non puoi mettermi la Placido che sono 30 anni che prova a fare la cantante e non c’è riuscita. Per me una giuria di qualità deve essere di qualità. Deve essere equilibrata. Ad esempio se chiamiamo Linus bisogna mettere anche Radio Italia. Non si possono far giudicare Al Bano o D’Alessio da una che fa la blogger, che capisce di trucco, noi abbiamo studiato musica non siamo stati in un centro estetico»  Ma lo dico perché se no a Sanremo i Big non ci vanno più“.

Arriva anche la replica di Carlo Conti che evidenzia le difficoltà che incorrono nella scelta dei componenti della giuria:
«Una delle cose più complicate a Sanremo è la composizione della giuria di esperti perché anche i direttori d’orchestra hanno legami con alcuni artisti e ci sono delle radio che hanno dei vincoli discografici e di etichette. Io ho cercato di mettere equilibrio e un tocco di modernità. Greta Menchi ha portato un’altra visione, ma quando metti in giuria Rita Pavone, Moroder, Andrea Morricone, Paolo Genovese credo che si vada a controbilanciare. Sarebbe stato grave se per tutelare alcuni miei amici avessi fatto una giuria completamente sbilanciata dall’altra parte».
Redazione

Maria De Filippi a proposito della Giuria di Qualità a Sanremo: “Che mettano la faccia non solo in televisione ma dicano anche per chi hanno votato…


confsanAnche la 67a edizione del Festival di Sanremo tra clamori e polemiche può essere archiviata, ma tra i tanti giudizi a posteriori rilasciati sulla più importante kermesse canora naturalmente incuriosisce particolarmente quello di Maria De Filippi  espresso nel corso di una intervista prima del sua partenza per Roma in cui  fa un bilancio della esperienza sanremese:

Sul  Festival:  Il festival è “l’unico vero evento della tv italiana” ma vissuto da dentro anche “un grande frullatore“…“Dicono tutti che il festival è difficile, mi sono detta: proviamo. Mi sono messa alla prova su una cosa che era lontana da me. Ma mai pensavo che potesse essere così. Per quanto ci eravamo preparati e avevamo provato con Carlo, qui entri in un frullatore che ad un certo punto non sai nemmeno più dove sei“, e ancora: “Io ho portato a Sanremo me stessa e ho cercato di stare al servizio dell’unico vero evento che c’è in tv, che è il festival”.

Maria De Filippi  ha poi avuto parole di ringraziamento per Giancarlo Leone ex direttore di Rai1 ,ora consulente per il Festival, rivelando che è stato determinante per la sua scelta di fare Sanremo e  poi  la sua ammirazione per  la “coesione” trovata Rai :  “Si pensa sempre che la Rai sia un carrozzone, da posto fisso, invece non è vero. Ho trovato una squadra molto unita, appassionata, coesa, concentrata sull’evento. Lo dico proprio perché porto una casacca diversa: forse dovremmo anche imparare da questa coesione. Il festival è al centro di un grande gioco di squadra: durante tutta la settimana, quando accendi la tv, trovi programmi che parlano del festival ad ogni ora“,
Sui dati d’ascolto non si sofferma: “Stamattina non ho visto i dati, ho dormito. Ieri sera ho pensato che era finito e che sarà sarà…”. Ma aggiunge: “Sono contenta per Carlo. È stato un compagno generoso, eravamo abbastanza complementari. E mi rassicuravano da matti i suoi ‘ci penso io’. Mi dava serenità. Prima del festival mi ha detto: ‘vedrai che sarà una passeggiata!’ e ho pensato che mi prendesse in giro. Oggi posso dire che è una passeggiata stancante ma una passeggiata“.

Sulla  musica dice: “Ho capito che di musica bisogna parlare dopo un po’. Sarei una matta se dicessi che i brani del festiival mi sono piaciuti tutti. Ve ne dirò cinque che mi sono piaciuti, tenendo fuori i ‘miei’ artisti, quelli che arrivano da ‘Amici'”, sottolinea. “Mi è piaciuta Fiorella, ho cantato Gabbani, mi è piaciuto moltissimo Ermal, mi è piaciuto Bravi. E mi è piaciuto moltissimo Moro”.

Poi usa il ‘caso Mannoia’ per dare un messaggio alla musica italiana: “Ho trovato la Mannoia bravissima e coraggiosa a venire al festival. Se questo è il festival della canzone italiana, dovrebbero venirci tutti i cantanti importanti, anche a rischio di perdere con uno dei talent. Se vuoi rappresentare la canzone italiana, rappresentala. La musica italiana va oltre il festival. Il festival andando in tv è necessariamente un compromesso con la tv. Ma Sanremo non può essere il Telegatto, dove tutti ricevevano i premi per avere i personaggi in platea”.

Sulle Giurie sostiene fermamente:”Abbiamo detto per anni che il televoto è appannaggio dei bimbi-minkia, abbiamo messo la giuria di qualità e io sono d’accordo che la giuria di qualità renda noto come ha volatoChe ci metta la faccia!” Insomma invoca lo stop al voto di qualità “segreto”, e aggiunge:Che mettano la faccia non solo in televisione ma dicano anche per chi hanno votato. Sono esperti? Vediamo come operano in campo musicale? !!

Redazione

FESTIVAL DI SANREMO2017: TRIONFA FRANCESCO GABBANI, SECONDA FIORELLA MANNOIA E TERZO ERMAL META- CLASSIFICA – PREMI E ASCOLTI


 

fr

 

 Questa 67 edizione di Sanremo, presentata da Carlo Conti e Maria De Filippi  si potrebbe definire il Festival delle sorprese che ha mantenuto un linea di coerenza fino alla sua conclusione che ha visto  trionfare inaspettatamente  Francesco Gabbani con “Occidentali’s Karma” riservando il secondo posto alla superfavorita fino alla fine Fiorella Mannoia e il terzo posto a Ermal Meta  con “Vietato Morire” che le ha ‘soffiato’ anche il premio della Critica “Mia Martini”, lasciando a Che Sia Benedetta il Premio della della Sala Stampa radio&tv “Lucio Dalla” e il Premio “Bardotti” quale miglior testo. Tra gli altri premi, al brano di Albanodi rose e di spine” è andato il premio per il miglior arrangiamento.

Tra gli ospiti della serata finale Zucchero che apre la finalissima di Sanremo, prima, e regala poi un momento musicale toccante con l’omaggio all’amico scomparso Pavarotti, intonando, con un duetto virtuale, «Miserere». Standing ovation per lui. E ancora Maurizio Crozza che è sceso sul palco a ricevere gli applausi nei panni del senatore Ratti, i Ladri di Carrozzelle, musicisti disabili, che “stravedono per la vita”,  Rita Pavone premiata con “Premio Città di Sanremo” per i suoi 50anni di carriera si è emozionata ed ha emozionato cantando “Cuore” e nel ricevere una standing ovation ha ironizzato   “A 72 anni ancora me la cavo bene a cantare…“. Ancora, dopo 14 anni  Enrico Montesano, Geppi Cucciari  con una scontata simulazione di “C’è posta per te”che fa sedere sul divanetto proprio la De Filippi e  Alvaro Soler che fa ballare la platea con la sua hit “Sofia”

Tra le particolarità di questo Sanremo ancora  Maria De Filippi che sceglie di non scendere le scale: “L’ho fatto per rispetto al pubblico, le scale bisogna saperle anche scendere…”,

I 16 big si esibiscono uno dopo l’altro accompagnati dagli auguri  di un video-messaggio di un collega-amico.

 

LA CLASSIFICA riserva più di una sorpresa  sovvertendo i pronostici che vedevano Fabrizio Moro, la superfavorita Fiorella Mannoia e Paola Turci sul podio.

Eccola:- Clementino è 16esimo, Alessio Bernabei 15esimo, 14esima è Chiara, 13esimo è Marco Masini, 12esima Lodovica Comello, Michele Zarrillo è 11esimo, decimo è Samuel, nona è Bianca Atzei, ottava Elodie, settimo è Fabrizio Moro, sesto è Sergio Sylvestre, quinta è Paola Turci, quarto è Michele Bravi. Il televoto si riapre per Fiorella Mannoia, Ermal Meta e Francesco Gabbani.

A vincere la 67esima edizione del Festival di Sanremo è inaspettatamente Francesco Gabbani con Occidentali’s Karma, quindi  secondo posto per Fiorella Mannoia con “Che tu sia benedetta” e terzo gradino del Podio per Ermal Meta con “Vietato morire”.

Merita menzione il quarto posto di Michele Bravi, che alla sua prima partecipazione al Festival  con “Il Diario degli errori” ha convinto la giuria ed è la  vera rivelazione di questa 67a edizione della kermesse.

Analisi degli ASCOLTI come rilevato da TvBlog:  La sfida dell’access time vede al comando la curva del Festival di Sanremo che scorre fra il 30 ed il 40% di share con la curva di Striscia la notizia che resiste stoicamente sopra la linea del 10% di share.

Prime time con la curva di Rai1 con la serata finale del 67° Festival della canzone italiana che si porta nella corsia che va dal 50 al 60% di share, crescendo poi fin verso il 70% con picco in seconda serata dell’80% di share durante la proclamazione del vincitore dopo l’una.

Il picco in valori assoluti alle ore 22:19 con 15.183.000 telespettatori durante l’intervento di Maurizio Crozza.

Francesco Gabbani rappresenterà l’Italia al prossimo Eurovision Song Contest: “Per me è un trionfo già aver avuto la possibilità di condividere il palco con Fiorella Mannoia – commenta Gabbani a caldo – non me l’aspettavo questa vittoria. Magari in un angolino del mio cuore ci speravo, ma non me l’aspettavo proprio. Devo ancora realizzare. Sono molto gioioso…“.

Note: Paola Turci ritornava dopo 16 anni di assenza…se ci fosse una giustizia divina,Sanremo l’avrebbe dovuto vincere  lei con la sua “Fatti bella per te” su misura per il Festival, gran bel testo. gran bel ritmo pop-rock e gran bella performance.

Redazione

 

#SANREMO2017 4^ SERATA : I BIG E LE NUOVE PROPOSTE IN GARA – MODALITA’ DI VOTAZIONE


Questa sera alle 20:35 su RaiUno nuovo appuntamento con Sanremo 2017 giunto alla quarta serata e condotto dalla coppia Carlo Conti e Maria De Filippi. Questa sera i cantanti Big  ancora in gara, si riesibiranno.

Tra i Big, invece, ecco i 20 ancora in gara, tra cui i quattro ripescati nel mini-torneo di ieri:

-Al Bano –  Di rose e di spine
-Elodie – Tutta colpa mia
-Paola Turci  – Fatti bella per te
-Samuel – Vedrai
-Fiorella Manno – che sia benedetta
-Michele bravi – il diario degli errori
-Fabrizio Moro – Portami via
-Giusy Ferreri – Fatalmente male
-Gigi D’Alessi – la prima stella
-Ron – l’ottava meraviglia
-Ermal Meta – Vietato morire
-Michele Zarrillo – Mani nelle mani
-Lodovica Comello – Il cielo non mi basta
-Sergio Silvestre – Con te
-Clementino – Ragazzi fuori
-Alessio Bernabei – Nel mezzo di un applauso
-Chiara – Nessun posto è casa mia –
-Bianca Atzei – Ora esisti solo tu

Francesco Gabbani – Occindentali’s Karma

Marco Masini – Spostato di un secondo

Si sfideranno inoltre i quattro finalisti delle nuove proposte, da cui uscirà il vincitore della categoria. Ecco chi sono i cantanti in gara tra i Giovani:

Francesco Guasti – Universo
Leonardo Lamacchia – Ciò che resta
Maldestro – Canzone per Federica
Lele – Ora mai

 

Cambia anche la modalità di votazione. Innanzitutto, vengono azzerate le votazioni precedenti. Voterà la Giuria di esperti (per un peso del 30%), la Giuria demoscopica (anch’essa per un peso del 30%) ed il televoto (per un peso del 40%). Le ultime quattro classificate saranno escluse dalla gara.

OSPITI: ritorna Virginia Raffaele  e poi ci sarà  Luca Zingaretti, in occasione dei nuovi episodi de Il Commissario Montalbano . Tra gli ospiti musicali, Robin Schulz e Giorgio Moroder, oltre a Peppe Vessicchio, che quest’anno si gode il Festival seduto in platea . Presente anche Gaetano Moscato, l’uomo che, nella tragedia di Nizza del luglio scorso, ha perso una gamba per salvare i suoi nipoti.

Redazione

 

GLI ASCOLTI DEL FESTIVAL: TERZA SERATA, CONTI SUPERA SE STESSO Uno share vicino al 50 per cento. Ancora bene il Dopofestival


sanremo-festival-stasera

La miglior terza serata di Carlo Conti e l’ascolto più alto dal 2011: sono stati 10 milioni 420 mila, con uno share del 49.68 per cento, i telespettatori che hanno seguito su Rai1 la terza serata del 67° Festival della Canzone Italiana. La prima parte – dalle 21.19 alle 23.54 – ha fatto registrare 12 milioni 751 mila spettatori (share del 49.74 per cento). La seconda parte – dalle 23.59 all’1.13 – è stata vista da 5 milioni 403 mila spettatori con uno share del 49.18 per cento. Il picco di ascolto è stato di 15 milioni 578 mila spettatori alle 21.52, mentre quello di share è stato del 55.11 per cento all’1.12.
Ancora bene il “Dopofestival”: la prima parte in onda dall’1.13 all’1.34, è stato visto da 2 milioni 291 mila spettatori con uno share del 41.03 per cento, la seconda – dall’1.43 all’1.59 – ha avuto un ascolto di 1 milione 350 mila e uno share del 34.31 per cento. “Sanremo start”, dalle 20.49 alle 21.14, è stato seguito da 9 milioni 544 mila spettatori (share del 33.97 per cento), “Prima Festival” da 7 milioni 450 mila spettatori (share del 27.88 per cento).
Ancora grande riscontro per il Festival. I video più visti nella giornata di ieri sono stati l’intera Seconda Serata del Festival con 229.000 media views e un tempo di visione medio di 49 minuti, L’esibizione di Francesco Gabbani (Occidentali’s karma) con 102.000 media views e un tempo medio di visione di 2 minuti, l’intera Prima Serata del Festival con 93.000 media views e un tempo di visione medio di visione di 36 minuti. Nel prime time Rai1 è stata la rete più seguita con 12 milioni 085 mila telespettatori e il 42.54 per cento di share.
Netto successo Rai, in prima serata, in seconda e nell’intera giornata. Nel prime time le tre reti Rai hanno ottenuto il 55.47 per cento di share con 15 milioni 758 mila spettatori. In seconda serata lo share Rai è stato del 58.25 per cento. Nell’intera giornata lo share Rai è stato del 46.34 per cento.
Ascolti rilevanti per le trasmissioni di Rai1 dedicate al Festival. “Uno Mattina” ha avuto il 20.27 per cento di share e 1 milione 079 mila spettatori. Sempre su Rai1 “La vita in diretta” è stata seguita nella seconda parte da 2 milioni 425 mila persone con il 17.78 per cento di share.
Per quanto riguarda il prime time delle altre reti Rai, su Rai2 “La notte di Voyager” ha avuto 586 mila spettatori con il 3 per cento di share, mentre su Rai3 il film “Il fondamentalista riluttante” è stato seguito da 704 mila ascoltatori con il 2.59 per cento di share.
Redazione

SANREMO 2017: dato di ascolto e successo social della seconda serata – BIG e OSPITI TERZA SERATA – GIOVEDI 9 FEBBRAIO


SANREMO-FESTIVAL-STASERA.jpg

Dato di ascolto e successo social

La seconda serata della 67esima edizione del Festival di Sanremo ha tenuti  incollati davanti alla TV 11 milioni e 374 mila spettatori, pari ad uno share del 50.4%. Carlo Conti e Maria De Filippi hanno di fatto già raggiunto un record, quello del miglior risultato degli ultimi 12 anni.

Il Festival di Sanremo continua a volare sui social: la seconda puntata ha generato 6,7 milioni di interazioni totali su Instagram, Facebook e Twitter nelle 24 ore di ieri. Nelle prime due giornate l’evento Festival ha generato in totale su Facebook, Twitter e Instagram 15,5 milioni di interazioni.
In particolare su Twitter ha registrato 415 mila interazioni. Gli utenti Twitter che hanno partecipato ieri sera sono stati 66 mila.
La parola più twittata di Sanremo si conferma, anche nella seconda puntata, #Maria (28 mila), l’hashtag più utilizzato, con 333 mila ricorrenze è quello ufficiale #sanremo2017, mentre l’utente “vip” della serata è @MarroneEmma e il tweet più rilanciato è di @michele_bravi.
Gli account ufficiali del Festival di Sanremo su Facebook e Instagram, invece, hanno generato rispettivamente 322 mila e 51 mila interazioni.
Su Instagram la foto che ha raccolto il maggior numero di like è quella di Michele Bravi dietro le quinte.
Grande riscontro del Festival anche su RaiPlay: i Vod hanno raggiunto, solo nelle 24 ore di ieri, il milione e 900 mila di media views, registrando un più 148 per cento rispetto al 2016. Nel dettaglio i video più visti nella giornata di ieri sono stati l’intera Prima Serata del Festival con 350.344 media views e un tempo di visione medio di 50 minuti, l’esibizione di Fiorella Mannoia con 316.605 media views e un tempo medio di visione di 1 minuto e mezzo, e la clip di Ricky Martin con 179.265 media views e un tempo medio di visione di 4 minuti.
Sanremo 2017 | Terza serata 9 febbraio: Cantanti Big e cover

Stasera i 16 Big si esibiranno sulle cover di grandi successi della musica italiana.

Al Bano – Pregherò
Alessio Berbabei – Un giorno credi
Chiara – Diamante  con Mauro Pagani al violino
Elodie – Quando finisce un amore
Ermal Meta -Amara terra mia
Fabrizio Moro – La classe calcistica del 68
Fiorella Mannoia – Sempre e per Sempre con Danilo Rea
Francesco Gabbani – Susanna
Gigi d’Alessio -L’immensità
Lodovica Comello – Le mille bolle blu
Marco Masini – Signor Tenente
Michele Bravi – La stagione dell’amore
Michele Zarrillo – Se tu non torni
Paola Turci – Un’emozione da poco
Samuel – Ho difeso il mio amore
Sergio Sylvestre – Vorrei la pelle nera con i Soul System

Non si esibiranno con la cover (in quanto a rischio eliminazione) e canteranno quindi il loro pezzo sanremese in questo ordine:

Ron, l’ottava meraviglia

Raige e Giuilia Luzi, Togliamoci la voglia

Bianca Atzei, Ora esisti tu

Clementino, Ragazzi Fuori

Giusy Ferreri, Fatalmente male

Nesli e Alice Paba, Do retta a te

Sanremo 2017, terza serata 9 febbraio: Nuove proposte

I quattro giovani che si esibiranno stasera per la categoria Nuove Proposte sono (in ordine di apparizione a partire dalle 20.45 circa):

Maldestro – Canzone per Federica
Tommaso Pini – Cose che danno ansia;
Valeria Farinacci, Insieme;
Lele – Ora Mai

Sanremo 2017, terza serata 9 febbraio: Ospiti

Apertura con il Piccolo Coro dell’Antoniano “Mariele Ventre” per celebrare i 60 anni dello Zecchino d’Oro. Superospite Mika in una serata che ha per protagonisti i bambini, con l’Orchestra de Instrumentos Reciclados de Cateura, dal Paraguay. Attesa anche l’ostetrica che ha fatto nascere oltre 7600 bambini, Maria Pollacci, Marco Galliani e Alessandro Gasmann  presentano il film Beata ignoranza. Presenti anche Luca e Paolo e la cantante LP (Laura Pergolizzi) con la sua hit Lost on You. Si aggiungono ancora Annabelle Belmondo (nipote di Jean Paul) e Anouchka Delon  (figlia di Alain).

Redazione

FESTIVAL DI SANREMO: il resoconto della prima serata 7 Febbraio – Dato di ascolto e curiosità social – Ordine di uscita artisti Mercoledì 8 FEBBRAIO


sanre

L’edizione 2017 del Festival di Sanremo si apre con l’esibizione di 11 dei 22 brani dei Campioni in gara. Sul palco dell’Ariston è il turno di Giusy Ferreri, Fabrizio Moro, Elodie, Ludovica Comello, Fiorella Mannoia, Alessio Bernabei, Al Bano, Samuel, Ron, Clementino ed Ermal Meta.

Solo 8 canzoni tra queste accederanno alla serata di venerdì, mentre le altre 3 andranno nel “girone eliminatorio”. Il giudizio sarà affidato per metà al televoto e per metà alla Sala Stampa.

I Big che passano il primo turno e si esibiranno venerdì sono Alessio Bernabei, Samuel, Ermal Meta, Elodie, Ludovica Comello, Al Bano, Fabrizio Moro, Fiorella Mannoia

A rischio eliminazione sono: Clementino, Ron e Giusy Ferreri che non parteciperanno alla serata delle cover.

Tra gli ospiti di questa serata spiccano Tiziano Ferro, Ricky Martin e Diletta Leotta.

Dato di ascolto della prima puntata: Per la 67a edizione del Festival di Sanremo condotta da Carlo Conti e Maria De Filippi partenza col botto: 50,37% di share con 11.374.000 spettatori, Dal 2005 non veniva superato il 50% di share. La performance di Tiziano Ferro ha incollato alla tv 14,7 milioni per uno share del 48,8%, mentre il picco di ascolti si è registrato sulla presentazione di Elodie introdotta da Raoul Bova (16.132.000 alle 21,40) e il picco di share si è avuto alla fine dell’esibizione dell’energico Ricky Martin (57,12% alle 23,51).

Il podio con le percentuali dei voti attribuiti (stampa+televoto) :   1) Mannoia col 25%  2)Moro 21% 3) Elodie 18% (al quarto posto Ermal Meta). Le meno votate Giusy Ferreri e Lodovica Comello con un 0,9%

Curiosità social: L’ospite della prima giornata del Festival che ha ottenuto più conversazioni su Twitter è Tiziano Ferro con 18.036 tra mention e retweet. L’artista è stato inoltre più di 200.000 volte ricercato su Google durante tutta la giornata.

Altra curiosità: #Sanremo2017 ha raggiunto il picco tra le 21,34 e le 21,25 con 5.053 tweet al minuto, quando Maria De Filippi si è seduto sulla scalinata.

OGGI MERCOLEDI 8 FEBBRAIO LA SECONDA SERATA

ORDINE DI USCITA ARTISTI – 

CAMPIONI
Bianca Atzei
Marco Masini
Nesli e Alice Paba
Sergio Sylvestre
Gigi D’Alessio
Michele Bravi
Paola Turci
Francesco Gabbani
Michele Zarrillo
Chiara
Raige e Giulia Luzi.
NUOVE PROPOSTE
Marianne Mirage
Francesco Guasti
Braschi
Leonardo Lamacchia

Bene…Preparatevi alla seconda serata su Rai1 direttamente dall’Ariston di Sanremo!

Redazione

 

 

FESTIVAL DI SANREMO 2017 – Eventi Collaterali Sanremo Città della Musica “Tutti cantano a Sanremo”


FESTIVAL DI SANREMO 2017 – Eventi Collaterali

Sanremo Città della Musica

“Tutti cantano a Sanremo”

sanre.png

Per l’edizione 2017 del Festival della Canzone Italiana, Sanremo sarà più che mai la “Città della Musica” con spettacoli, eventi, mostre, proiezioni, installazioni e iniziative culturali realizzate in ben 10 diverse location sparse per la città.

Una strategia coordinata di comunicazione racconterà i palchi, le iniziative, le esposizioni e le installazioni d’arte integrate nel progetto “Sanremo Città della Musica durante la settimana del Festival.

Tutti gli eventi in programma sono promossi dal Comune di Sanremo (Assessorato al Turismo, Cultura e Manifestazioni) e sono coordinati dalla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo che si avvale della direzione organizzativa e logistica di iCompany (www.i-company.it) che curerà anche la comunicazione.

Di rilievo è anche la presenza di importanti sponsor e sostenitori come TIM, SIAE e NUOVO IMAIE che supporteranno la realizzazione degli eventi di Sanremo Città della Musica durante il Festival di Sanremo 2017, ed anche la collaborazione dei principali organizzatori delle rassegne cittadine (Rock in The Casbah, Zazzarazzazz, Bravo Jazz, Unojazz – Festival internazionale del Jazz e Premio Tenco).

NUOVOIMAIE sostiene il progetto, rafforzando il suo impegno in favore dei giovani artisti, continuando un percorso già avviato da diversi anni accanto ai nuovi talenti  del panorama musicale italiano. “Sanremo Città della Musica” rappresenta il luogo ideale per la collecting che tutela i diritti degli artisti interpreti esecutori.

 FESTIVAL DI SANREMO 2017 – EVENTI COLLATERALI – LE LOCATION:

 R) TEATRO ARISTON – RED CARPET

All’ingresso dell’Ariston, nella adiacente via Mameli, viene allestito un Red Carpet sul quale gli artisti sfilano per l’accesso al Teatro.

1) PIAZZA COLOMBO – MAIN STAGE e VILLAGGIO RADIO

Il luogo più centrale della città, ospiterà il Main Stage sul quale sono previste esibizioni quotidiane a partire da martedì 7 e fino a sabato 11 febbraio, dalle 17 alle 19.30.

2) PALAFIORI – CASA SANREMO

Ubicato nel cuore di Sanremo, a due passi dal Teatro Ariston, il Palafiori ospita Casa Sanremo, evento giunto alla sua decima edizione.

3) PIAZZA EROI SANREMESI – ACOUSTIC STAGE

Da giovedì 9 a sabato 11 febbraio ospiterà l’Acoustic Stage con concerti previsti dalle 16 alle 18.30.

4) PALAZZO NOTA – MUSEO DELLA CITTA’ – MOSTRA FOTOGRAFICA

Il museo cittadino ospiterà una mostra fotografica dal titolo: “IL FESTIVAL IERI E OGGI. UNA STORIA PER IMMAGINI”

5) PIAZZA BRESCA – VISUAL STAGE

Piazza Bresca è il vero cuore marinaro della città. La piazza sarà illuminata in modo creativo per dare “ulteriore luce” alla movida festivaliera.

6) FORTE DI SANTA TECLA – MOSTRA / RAI DIGITAL/ RADIO DUE

Il Forte ospiterà le installazioni di “CLAUDIO VILLA – il Reuccio in mostra” e sarà inoltre sede di RADIO 2 IN THE CLUB, eventi, showcase e dirette radio organizzate e curate da Radio 2 e Rai Digital.

7) CASINO’ SANREMO – EVENTI

Sede di diversi eventi, galà, presentazioni e trasmissioni RAI durante il Festival 20107, il Casinò ospiterà in particolare l’evento: “LA STAMPA PER IL FESTIVAL: UN AMORE COSI’ GRANDE”. CON VITTORIO DE SCALZI E UN OMAGGIO A CLAUDIO VILLA”

8) PORTO VECCHIO – VILLAGGIO RADIO

Ospiterà il VILLAGGIO delle RADIO con le postazioni di alcune delle principali radio italiane presenti al Festival di Sanremo.

9) CLUB TENCO – MOSTRA

La sede del Club Tenco ospiterà “CIAO LUIGI”, LA MOSTRA DEDICATA A LUIGI TENCO”

10) VILLA ORMOND – RAI

Per l’edizione del Festival 2017, RAI trasmetterà proprio da Villa Ormond alcune delle principali trasmissioni collaterali (Dopo Festival, La vita in diretta, ecc.)

ALTRE INFO SU: www.sanremocittamusica.com

Redazione

 

RAI1: LE COVER DELLA 67ma EDIZIONE DI SANREMO


conti-min.jpg

Sul palco di Sanremo accanto alle novità c’è spazio come sempre anche per i ricordi. Nella terza serata del 67° Festival, giovedì 9 febbraio, prevista l’interpretazione-esecuzione di 16 cover. Le performance saranno votate con sistema misto: del pubblico, tramite televoto e della giuria della sala stampa. Alla cover che risulterà più votata sarà assegnato un premio. Di seguito, l’elenco delle 22 cover, di cui solo 16 saranno eseguite (6 artisti, infatti, nella serata di giovedì saranno impegnati a interpretare il proprio brano nel “torneo a girone eliminatorio”):

•             Al Bano – Pregherò
•             Bianca Atzei –  Con il nastro rosa
•             Alessio Bernabei – Un giorno credi
•             Michele Bravi – La stagione dell’amore
•             Chiara – Diamante
•             Clementino – Svalutation
•             Lodovico Comello – Le mille bolle blu
•             Gigi D’Alessio – L’immensità
•             Elodie – Quando finisce un amore
•             Giusy Ferreri – Il paradiso
•             Francesco Gabbani – Susanna
•             Fiorella Mannoia – Sempre e per sempre
•             Marco Masini – Signor tenente
•             Ermal Meta – Amara terra mia
•             Fabrizio Moro – La leva calcistica della classe ’68
•             Nesli e Alice Paba – Ma il cielo è sempre più blu
•             Raige e Giulia Luzi – C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling       Stones
•             Ron – Insieme a te non ci sto più
•             Samuel – Ho difeso il mio amore
•             Sergio Sylvestre – La pelle nera
•             Paola Turci – Un’emozione da poco
•             Michele Zarrillo – Se tu non torni

Redazione

RAI1:67° FESTIVAL DI SANREMO In diretta dal Teatro Ariston il 7, 8, 9, 10 e 11 febbraio. Conducono Carlo Conti e Maria De Filippi – Modifiche al regolamento.


sanremoemaria.jpg
Terzo Festival targato Carlo Conti nella veste di Direttore artistico e conduttore.
Diverse e sostanziali le modifiche apportate al regolamento della prossima edizione che, come sempre, vedrà le canzoni al centro dell’evento.
La prima riguarda il numero dei Campioni in gara, che salgono a 22 rispetto ai 20 delle passate edizioni (per un totale di 30 artisti, con gli 8 della categoria Nuove Proposte).
Nelle prime 2 giornate del Festival (7 e 8 febbraio) si esibiranno 11 Campioni a sera: di questi, i primi 8 (dopo il voto della Giuria della Sala Stampa e del Televoto, che avranno un peso del 50% a testa) accederanno alla serata del venerdì (per un totale di 16 Campioni) mentre gli ultimi 3 classificati (per un totale di 6) si sfideranno il giovedì in un “torneo a girone eliminatorio”.
Nella terza, la cosiddetta serata “cover”, quindi, 16 Campioni eseguiranno delle proprie versioni inedite dei grandi successi della canzone italiana (l’interpretazione più votata riceverà un premio speciale) e gli altri 6 si sfideranno per accedere alla serata successiva (due di questi, infatti, saranno definitivamente eliminati).
Il venerdì sera, esibizione dei 20 Campioni ancora in gara, votati dalla Giuria di esperti (peso del 30%), dalla Giuria Demoscopica (30%) e dal Televoto (40%): le ultime 4 canzoni saranno definitivamente eliminate.
Nella serata conclusiva, sabato 11 febbraio, si esibiranno i 16 Campioni rimasti in gara per proclamare il vincitore del Festival.

Definito da Carlo Conti “un bouquet”, il cast artistico di questa 67ª edizione è stato scelto ancora una volta per il valore delle canzoni e la loro potenzialità rispetto al mercato, con una particolare attenzione al loro “appeal radiofonico”.
La scelta della Direzione artistica è stata quella di raccontare in maniera fedele i molteplici aspetti della musica popolare contemporanea, dando voce come sempre ai nuovi talenti e agli artisti già affermati del panorama italiano. Il risultato: un ventaglio di proposte musicali, provenienti dai più diversi generi, che porteranno sul palco dell’Ariston un emozionante racconto della musica italiana di oggi.

La gara delle Nuove Proposte avrà, invece, per protagonisti 8 cantanti e anche qui ci sarà un’importante novità: la sfida a 4 nella quarta serata.
Quattro si esibiranno mercoledì 8 febbraio e quattro giovedì 9 febbraio. I quattro più votati – due per ogni serata – accederanno alla quarta serata (venerdì 12 febbraio) in cui si sfideranno per aggiudicarsi la palma di vincitore della categoria Nuove Proposte.
Confermato, invece, il meccanismo di voto che viene declinato in quattro modalità diverse: Televoto (da telefonia fissa e mobile, come per i Campioni), Giuria della Sala Stampa, Giuria Demoscopica e Giuria di Esperti (i componenti di quest’ultima – musicisti, scrittori, personaggi del Cinema e dello Spettacolo – sono stati scelti per la competenza musicale, per l’attenzione alle parole dei testi e alla qualità delle singole esibizioni).

Il migliore testo in gara riceverà il “Premio Sergio Bardotti”, dedicato al celebre paroliere; il “Premio Giancarlo Bigazzi” sarà assegnato dai Maestri dell’Orchestra, invece, alla migliore musica.
Altra novità, un “Dopofestival” più lungo: quest’anno andrà in onda, da martedì 7 a sabato 11 febbraio, dopo tutte le serate del festival.
Il Festival di Sanremo è scritto da Carlo Conti, Ivana Sabatini, Leopoldo Siano, Emanuele Giovannini, Martino Clericetti, Riccardo Cassini, Mario D’Amico. Collaborazione artistica Giancarlo Leone.
La regia è di Maurizio Pagnussat e la scenografia è affidata a Riccardo Bocchini. Le luci sono di Mario Catapano.
Le biografie degli artisti in gara sono disponibili sul sito www.sanremo.rai.it.

Per visualizzare il comunicato stampa leggere qui.
Redazione
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: