TV

CS_The Mule


Giovedì 19 maggio, in prima serata su Canale 5, appuntamento con “The Mule”, capolavoro del 2018 diretto e interpretato da Clint Eastwood.

Un anziano orticoltore, disperato per la propria situazione finanziaria, accetta di lavorare come corriere di droga per un cartello messicano. Le sue operazioni gli portano soldi facili, ma attirano l’attenzione di un agente della DEA.

LO SAPEVATE CHE:

Il film è basato su una storia vera scritta da Sam Dolnick del New York Times.

La pellicola nel complesso dei paesi in cui è uscita nei cinema ha incassato ad oggi $ 97,924,689.

Le riprese del film sono cominciate il 4 giugno 2018 tra Atlanta e Augusta in Georgia. Molte scene sono state girate a Las Cruces nel Nuovo Messico.

Cast: Clint Eastwood, Bradley Cooper, Michael Peña, Andy Garcia e Alison Eastwood.

CS_”Ultima fermata”


Mercoledì 30 marzo in prima serata su Canale 5 secondo appuntamento “Ultima Fermata” condotto da Simona Ventura.

Al centro del programma, prodotto da Fascino Pgt, l’amore di alcune coppie alle prese con disguidi, malcontenti e vere e proprie crisi. I protagonisti, infatti, concedono alle proprie relazioni l’ultima chance appunto per capire se proseguire insieme o dividere le loro strade per sempre. 

CS_”Volevo fare la Rock Star”, seconda stagione


Con Giuseppe Battiston, Valentina Bellè, Angela Finocchiaro, Emanuela Grimalda

(none)

Secondo appuntamento con “Volevo fare la Rock Star”, la serie in onda su Rai 2 mercoledì 30 marzo alle 21.20, con Giuseppe Battiston, Valentina Bellè, Angela Finocchiaro, Emanuela Grimalda e Anna Ferzetti e la regia di Matteo Oleotto. Una coproduzione Rai Fiction e Pepito Produzioni.
Nel primo episodio i preparativi della festa a sorpresa per le gemelle avvicinano Olivia e Francesco, rendendoli complici come ai vecchi tempi. Il piano di riconquista di Olivia sembra andare a gonfie vele, se non fosse che l’uomo si presenta alla festa con Silvia. Olivia non si dà ancora per sconfitta. Come se non bastasse, Nice rincara la dose facendola sentire di nuovo inadeguata. Alla festa Antonio si riavvicina ad Eros che è in crisi con Fabio.
Nel secondo Olivia vuole tornare alla normalità e lasciarsi tutto alle spalle: scuola, amore e sogni nel cassetto. Non è quello che vuole l’ignara Silvia, che la segue come un’ombra per convincerla a tornare a studiare. Mentre continua l’altalena dei sentimenti tra Eros e Fabio, le ragazze fanno segretamente il test d’ingresso ad una scuola privata e quando Olivia lo scopre sono guai seri. Intanto Francesco viene preso dall’angoscia per i risultati della TAC e le cose tra lui e Olivia degenerano.

redazione

 

CS_”Bentornato papà”, in prima visione


Una famiglia alle prese con la malattia

(none)

Il dramma di una famiglia messa alla prova dalla malattia. Lo racconta il film diretto da Domenico Fortunato, “Bentornato papà”, in onda in prima visione mercoledì 2 marzo alle 21.25 su Rai 1. Franco, dopo un importante colloquio di lavoro a Roma, torna nella sua casa in Puglia dove lo aspettano la moglie Anna e la figlia Alessandra. Con lui c’è Andrea, il figlio che vive nella Capitale e vuole farsi strada nel mondo della musica. Ma proprio quando arriva la conferma di aver ottenuto il prestigioso incarico, Franco ha un ictus: una tragica sorpresa che sconvolge la sua vita e quella dei suoi cari, ma che diventa per tutti un momento di crescita interiore. Nel cast Donatella Finocchiaro, Domenico Fortunato, Giorgio Colangeli, Dino Abbrescia.

Redazione

CS_Su Canale 5 la serie-evento “Sissi”


Martedì 4 gennaio, in prima serata su Canale 5, secondo appuntamento con la serie evento “Sissi”. 

L’opera – titolo originale “Sisi” – è incentrata sulla figura dell’Imperatrice Elisabetta, resa indimenticabile dai film con Romy Schneider, che in questa rilettura è interpretata dall’emergente attrice svizzero-americana Dominique Devenport, affiancata dal tedesco Jannik Schümann nel ruolo dell’Imperatore Franz.

Pop star e influencer del suo tempo, Sissi è un’icona che sembra avere ancora molti follower: a iniziare da Lady D e Charlène di Monaco, da Soraya a Sua Maestà Imperiale Masako, fino alla volitiva Duchessa di Sussex.
Dal primo film muto del 1920 alla serie-evento che oggi ne racconta la storia – in chiave moderna, con un grande budget, girata on field tra Baviera e Baltico -, i protagonisti sono due giovani amanti, combattuti tra desideri personali e lotte di potere politico. E Sissi, in particolare, è una ribelle ante litteram che coltiva con energia le proprie passioni e inclinazioni.

Al debutto sulla piattaforma RTL+, lo scorso 12 dicembre, Sisi ha battuto tutti i record di ascolto: è l’esordio di maggior successo di sempre per una serie televisiva, in Germania.
La Sissi-mania attraverserà poi la vecchia Europa a partire dal 23 dicembre su TF1, in Francia, per proseguire il 28 su RTL, l’austriaca ORF e l’italiana Canale 5. Il successo è confermato dalla vendita dei diritti di trasmissione del titolo in oltre 120 paesi, da Beta Film.

redazione

CS_Ultimo appuntamento con “Il Collegio”


Esami in vista per i giovani concorrenti del docu-reality ambientato nel 1977 

(none)

Si conclude la sesta edizione de “Il Collegio”, con l’ultimo appuntamento in onda martedì 14 dicembre, alle 21.20, su Rai2. Per i ragazzi del docu-reality gli esami di terza media sono ormai alle porte. 
L’ultima settimana in Collegio vedrà salire l’ansia per gli esami e per superarli gli studenti si dovranno impegnare, grazie anche al Professor Maggi che li aiuterà in un ripassone finale. Intanto i sorveglianti prepareranno una sorpresa per i ragazzi in vista della fine della loro permanenza e il preside il discorso di inaugurazione degli esami, che infonderà la giusta dose di carica e fiducia. Sarà l’ultima volta in cui i ragazzi varcheranno la soglia della propria aula. L’ultima e la decisiva: inizieranno gli esami scritti. Uscire a un passo dal diploma sarebbe un epilogo amaro, difficile da sopportare per chiunque. 
Il Collegio, docu-reality realizzato da Rai2 in collaborazione con Banijay Italia è basato sul format internazionale “Le Pensionnat – That’ll teach’em” di cui la Rai ha acquisito i diritti.  
È un programma scritto da Luca Busso, con Marco Migliore, Elia Stabellini, Laura Cristaldi, Emanuele Morelli, Annalisa Gambino, Stefania Piancone; con la regia di Fabrizio Deplano. 


CS_Ecco i 12 ‘apprendisti’ del talent “Voglio essere un mago!”

Dal 21 settembre in prima serata su Rai2

(none)

Sta per avere inizio una grande avventura in un suggestivo e fiabesco castello dove tutto è possibile: “Voglio essere un mago!” – il nuovo reality-talent prodotto da Rai2 in collaborazione con Stand by me, da un’idea di Cristiana Farina e Ennio Meloni – in onda dal 21 settembre per cinque prime serate avrà come protagonisti 12 “teen wizard” provenienti da tutta Italia, d’età tra i 14 e i 19 anni. I ragazzi scelti per questa edizione sono: Pasquale Guercia (16, Salerno); Luca Funzione (18, Sarzana – SP); Giulia Serafin (17, Treviso); Giuseppe Capitolino (15, Cleto – CS); Marco Loffredo (17, Napoli); Silvia Lollino (18, Varese); Giulia Mangialomini (16, Castelvetrano -TP); Giorgio Andolfatto (16, Torino); Elettra Tercon (17, Ferrara); Christian Ceresera (18, Brescia); Daniel Motta (17, Villasanta – MB); Matilde Carioli (14, Bergamo). Questi giovanissimi “apprendisti” hanno caratteri e personalità diverse ma sono accomunati da un’unica grande passione: l’arte della magia. Saranno divisi in tre casate –  le Volpi Rosse, le Piume D’Oro e gli Abisso Blu – studieranno e perfezioneranno le arti magiche, si sfideranno per superare gli esami ed evitare la bocciatura: solo alcuni di loro conquisteranno il diploma di mago, e il migliore si aggiudicherà la bacchetta d’oro. Ma ben presto anche i “Babbaloni” busseranno alle porte del Castello. Chi sono? Giovani influencer estranei al mondo della magia ma veri e propri “maghi dei social”. Intanto, è già iniziato il toto-nomi sul web per svelarne le identità. Dal 9 settembre sarà disponibile online la pagina RaiPlay  dedicata al programma, https://www.raiplay.it/programmi/voglioessereunmago/, dove si potranno vedere in esclusiva le storie dei giovani maghi protagonisti, i loro sogni e le loro aspettative; una sfida per acquisire capacità tecniche e artistiche, ma soprattutto  per imparare a vedere le difficoltà come un’occasione per migliorarsi e superare i propri limiti.

Redazione

CS_Su Canale 5 la miniserie “Gloria”


Il 6 e il 7 settembre, in prime-time, in onda su Canale 5 la miniserie «Gloria». 

Adattamento di Keeping Faith, che il Guardian ha definito una «Big Little Lies trasferita nel Galles rurale», la serie vede protagonista Cécile Bois (nota per Candice Renoir), che interpreta un avvocato madre di tre figli, la cui vita viene sconvolta dalla scomparsa del marito.

Ambientato nel dipartimento di Ille-et-Vilaine, in Bretagna, tra Saint-Malo e Cancale, il racconto ricco di suspence, intrecci e colpi di scena di «Gloria» si dipana tra le incantevoli spiagge di granito rosa caratteristiche dell’area. 

La coproduzione Quad Drama-TF1 rivisita il classico polar francese per offrire un thriller in cui personaggio principale, che perde gradualmente l’equilibrio e non si fida della polizia, e coprotagonisti celano un passato oscuro, fatto di segreti, pettegolezzi, litigi, problemi di soldi e doppie vite…

Trasmessa tra marzo e aprile di quest’anno dalla principale TV privata francese, «Gloria» ha ricevuto un ottimo riscontro in termini di critica e pubblico.

Redazione

CS_Mediaset Extra celebra i 30 anni di “Non è la RAI”


Il 9 settembre 1991 – 30 anni fa – nasceva “Non è la RAI”, storico programma Mediaset grazie al quale il suo ideatore, Gianni Boncompagni, ha rivoluzionato il linguaggio televisivo italiano. 

Mediaset Extra celebra la ricorrenza con una maratona di nove ore, in onda domenica 5 settembre, dalle ore 8.00 alle 17.00, in cui verranno ri-proposte puntate mai (ri)viste prima. Un’inedita intervista a Irene Ghergo – storica autrice e collaboratrice di Boncompagni, che ricorda il teen-show, autentico fenomeno di costume degli anni Novanta ed oltre – impreziosisce l’iniziativa. 

La prima puntata di “Non è la RAI” è stata trasmessa, in diretta, il 9 settembre del 1991, dallo Studio 1 del Centro Palatino di Roma. 
Al centro del varietà pomeridiano – andato in onda per quattro edizioni, prima su Canale 5 e, successivamente, su Italia 1 – alcune giovanissime ragazze, che si esibivano in giochi telefonici, balletti e canzoni. 
A cura di Boncompagni, tutte le scenografie e, soprattutto, la regia.
La prima stagione fu condotta da Enrica Bonaccorti, la seconda da Paolo Bonolis e le ultime due da Ambra Angiolini.

“Non è la RAI” è stato il primo programma d’intrattenimento quotidiano delle allora Reti Fininvest. Ha lanciato una serie di personaggi, oggi impegnati nel mondo del teatro, della musica, del cinema e della televisione.
Lì hanno iniziato le proprie carriere artistiche, Claudia Gerini, Romina Mondello, Sabrina Impacciatore, Lucia Ocone, Nicole Grimaudo, Antonella Mosetti, Alessia Mancini, Alessia Merz, Miriana Trevisan, Laura Freddi, Yvonne Sciò, Antonella Elia, Veronika Logan, Maria Monsè…

Redazione