TV

CS_Mixer–Vent’anni di televisione


Dallo scandalo della P2 all’incubo atomico: il 1981

(none)

Valentino, Laura Biagiotti e Krizia, Eugenio Scalfari e Indro Montanelli, Maurizio Costanzo, Angelo Rizzoli, David Bowie, Franca Valeri, Massimo Troisi, Carlo Verdone, Diego Abatantuono. Sono loro i grandi protagonisti della seconda puntata di “Mixer – Vent’anni di televisione, in onda giovedì 19 gennaio in seconda serata su Rai 3 – e mercoledì 25 gennaio in prima serata su Rai Storia – in cui Giovanni Minoli, ripercorrendo la storia del suo rotocalco d’attualità che ha segnato un’epoca, si sofferma sul 1981.
Un periodo storico in cui scoppiò lo scandalo della P2: per affrontare il tema, vengono riproposti i “faccia a faccia” con Maurizio Costanzo, Angelo Rizzoli ed Eugenio Scalfari, il fondatore de La Repubblica, che si esprime anche sul ruolo del giornalismo, così come Indro Montanelli, che affronta, inoltre, il tema del fascismo e dell’attentato subìto nel 1977. Segue un serrato botta e risposta fra Minoli e l’anarchico Pietro Valpreda e, infine, con uno dei grandi protagonisti della moda italiana, Valentino, sul fascino, la seduzione e la moda femminile. E la moda firmata dalle donne è al centro anche di un servizio di costume di Pia Soli con gli incontri con le regine dello stile italiano Laura Biagiotti e Krizia. Arricchisce lo sguardo sulla società un servizio di Marcella Emiliani sull’incubo atomico e il traffico dell’uranio, con lo sfruttamento della Namibia e delle sue ricche miniere. 
Ricca la sezione dedicata allo spettacolo: in scaletta, un’intervista senza filtri firmata da Daniele Doglio a David Bowie con il suo coming out, e quelle in studio di Isabella Rossellini a Franca Valeri e ai nuovi comici, Massimo Troisi, Carlo Verdone e Diego Abatantuono.
Chiude la puntata Paolo Villaggio nei panni della sindacalista Gemma Pontini, sempre in prima linea sui diritti delle donne, delle mogli e delle lavoratrici.

“Aladdin” il live action. Nella versione italiana il sultano, padre di Jasmine, ha la voce di Gigi Proietti



(none)

Prima serata da Mille e una notte quella di martedì 27 dicembre su Rai1 che propone, in prima visione alle 21:25, il live action “Aladdin”, prodotto dalla Disney nel 2019 e diretto da Guy Ritchie, maestro indiscusso nella realizzazione di film ad alto budget. 
La trama rimanda al cartone animato del 1992 al quale il lavoro s’ispira: Aladdin, giovane ladruncolo che vive nella città di Agrabah, ai margini del deserto, s’innamora della principessa Jasmine che, estroversa e ribelle, sarebbe destinata per legge a sposare un uomo del suo stesso rango. Il perfido Jafar, Gran Visir di corte, progetta intanto di impossessarsi di una lampada magica che racchiude un genio in grado di esaudire tre desideri, e per recuperarla ottiene la collaborazione dello stesso Aladdin, lusingandolo con promesse di ricchezza. Ma il giovane scopre il segreto della lampada e fa amicizia con il genio stesso, che si pone al suo servizio. Jafar non si rassegna e farà di tutto per impossessarsi della lampada magica e ostacolare l’amore fra il giovane e la principessa.
Il lavoro di progettazione e produzione di questo film è stato imponente. Annunciato nel 2016, la Disney ha impiegato quasi tre anni per ultimare il progetto: la parte del genio data a Will Smith è stata solo l’inizio di una selezione lunga e laboriosa per individuare i due protagonisti, che nella strategia della Disney dovevano essere ancora sconosciuti al grande pubblico. La parte di Jasmine sarebbe stata assegnata a Naomi Scott, l’affascinante attrice britannica con ascendenze indiane che interpreta la principessa, solo dopo aver selezionato anche il protagonista maschile, e averla provata al suo fianco. Mena Massoud, allora esordiente sul grande schermo, fu scelto per interpretare Aladdin dopo oltre quattro mesi di casting. Per i due ruoli erano stati visionati oltre duemila provini.
Nella sua versione italiana il sultano, padre di Jasmine, è stato doppiato da Gigi Proietti.

CS_”Prossima fermata, Natale”


L’amore, un treno, e un viaggio nel tempo 

(none)

Tra magia natalizia e viaggi nel tempo: è il film di Dustin Rikert, con Lindsy Fonseca, “Prossima fermata, Natale”, in onda martedì 27 dicembre alle 21.20 su Rai 2, in prima visione assoluta.
La vita e le scelte di Angie sono state sempre improntate alla crescita professionale e al successo nel lavoro. La donna è diventata un chirurgo importante a New York, sacrificando però il lato amoroso della sua esistenza: nel momento di tornare a casa per trascorrere le feste con la sua famiglia d’origine, Angie comincia a chiedersi come sarebbero andate le cose se avesse deciso di sposare il suo ex ragazzo, Tyler, che nel frattempo è diventato famoso. Ma siamo a Natale, e il treno per casa la trasporterà magicamente nel passato, un passato nel quale Angie ha la possibilità di cambiare tutta la sua vita e scoprire che cosa (e chi) sia veramente importante per lei.
Il bivio fra vita amorosa e vita professionale è un grande classico dei film natalizi, qui interpretato con garbo da un gruppo di attori affiatati e in un’ambientazione fantastica e avvolgente. E il tema del viaggio nel tempo sembra aver intrigato particolarmente l’ufficio casting di questo film, nel quale ai giovani e pur bravi protagonisti del film sono affiancati Lea Thompson e Christopher Lloyd, cioè i due attori che insieme a Michael J. Fox hanno interpretato il più grande classico cinematografico sui viaggi nel tempo, “Ritorno al futuro”. 

CS_Mi casa es tu casa


Heather Parisi e Sam Ryder i primi ospiti di Cristiano Malgioglio

(none)

Tanti ospiti per cinque imperdibili appuntamenti in cui artisti anche internazionali e i telespettatori entreranno in un’atmosfera divertente, emozionante e irresistibilmente “almodovariana”. “Mi casa es tu casa” è il programma che segna il debutto alla conduzione di Cristiano Malgioglio, che aprirà letteralmente le porte di casa. La dimensione domestica e informale del programma permetterà di conoscere famosi personaggi dello spettacolo in modo intimo e profondo, arricchito da filmati dalle teche.. Prima puntata il 7 dicembre alle 21.20 su Rai 2 con ospite Heather Parisi, lei e Malgioglio, trascorreranno una giornata insieme, ripercorrendo i momenti più intensi, belli e divertenti della sua carriera. Un’occasione per scoprire alcuni aspetti inediti di Heather Parisi e non mancheranno le sorprese che regaleranno grandi emozioni. La storia d’amore tra Heather Parisi e l’Italia nasce alla fine degli anni Settanta, quando durante una vacanza nel nostro Paese viene notata e convocata per un provino con Pippo Baudo. Da lì, un percorso fatto di successi tra programmi televisivi e sigle iconiche entrate nella storia del nostro costume. Ospite internazionale della puntata il cantante inglese Sam Ryder, secondo classificato dell’edizione 2022 di Eurovision Song Contest con “Space Man”, che sarà protagonista a casa di Cristiano di un momento molto speciale.

redazionr

CS_La storia di Rocco Mangiardi a “Cose Nostre”


La ribellione dell’imprenditore alle cosche calabresi

(none)

“Cose Nostre” ripropone lunedì 1° agosto alle 23.15 su Rai1 la storia di Rocco Mangiardi, piccolo imprenditore calabrese che ha trovato il coraggio di denunciare i suoi estorsori. All’età di quattro anni Rocco segue la sua famiglia, emigrata a Torino in cerca di un lavoro che in Calabria non si trova e al nord cresce lontano dalle influenze criminali che nella sua Calabria condizionano pesantemente il territorio, ma quando torna e cerca il suo riscatto si trova subito a dover affrontare la dura realtà. Apre la sua attività di autoricambi a Lamezia Terme, una città che da decenni è teatro di crudeli e sanguinarie guerre tra cosche che si combattono per il controllo del territorio. In particolare nei primi anni 2000 la famiglia Giampà è impegnata in una spietata faida contro la famiglia Torcasio che lascia sul terreno una impressionante scia di vittime: una guerra che i Giampà devono finanziare e ben presto anche l’attività di Rocco finisce nel mirino. Mangiardi però non ci sta, si ribella e denuncia i suoi estorsori. Un gesto che consente di aprire una prima crepa nel muro di impunità che sembrava avvolgere il clan: grazie alla testimonianza di Rocco; infatti, il potente boss Pasquale Giampà detto “millelire” viene condannato insieme ad alcuni dei suoi killer più feroci. E’ l’inizio della fine per i Giampà, messi alle strette dalle inchieste che consentono alla magistratura di infliggere colpi decisivi alla struttura del clan. Rocco Mangiardi ha dimostrato che ribellarsi si può e la sua storia ne resta l’esempio migliore.

CS_The Mule


Giovedì 19 maggio, in prima serata su Canale 5, appuntamento con “The Mule”, capolavoro del 2018 diretto e interpretato da Clint Eastwood.

Un anziano orticoltore, disperato per la propria situazione finanziaria, accetta di lavorare come corriere di droga per un cartello messicano. Le sue operazioni gli portano soldi facili, ma attirano l’attenzione di un agente della DEA.

LO SAPEVATE CHE:

Il film è basato su una storia vera scritta da Sam Dolnick del New York Times.

La pellicola nel complesso dei paesi in cui è uscita nei cinema ha incassato ad oggi $ 97,924,689.

Le riprese del film sono cominciate il 4 giugno 2018 tra Atlanta e Augusta in Georgia. Molte scene sono state girate a Las Cruces nel Nuovo Messico.

Cast: Clint Eastwood, Bradley Cooper, Michael Peña, Andy Garcia e Alison Eastwood.

CS_”Ultima fermata”


Mercoledì 30 marzo in prima serata su Canale 5 secondo appuntamento “Ultima Fermata” condotto da Simona Ventura.

Al centro del programma, prodotto da Fascino Pgt, l’amore di alcune coppie alle prese con disguidi, malcontenti e vere e proprie crisi. I protagonisti, infatti, concedono alle proprie relazioni l’ultima chance appunto per capire se proseguire insieme o dividere le loro strade per sempre. 

CS_”Volevo fare la Rock Star”, seconda stagione


Con Giuseppe Battiston, Valentina Bellè, Angela Finocchiaro, Emanuela Grimalda

(none)

Secondo appuntamento con “Volevo fare la Rock Star”, la serie in onda su Rai 2 mercoledì 30 marzo alle 21.20, con Giuseppe Battiston, Valentina Bellè, Angela Finocchiaro, Emanuela Grimalda e Anna Ferzetti e la regia di Matteo Oleotto. Una coproduzione Rai Fiction e Pepito Produzioni.
Nel primo episodio i preparativi della festa a sorpresa per le gemelle avvicinano Olivia e Francesco, rendendoli complici come ai vecchi tempi. Il piano di riconquista di Olivia sembra andare a gonfie vele, se non fosse che l’uomo si presenta alla festa con Silvia. Olivia non si dà ancora per sconfitta. Come se non bastasse, Nice rincara la dose facendola sentire di nuovo inadeguata. Alla festa Antonio si riavvicina ad Eros che è in crisi con Fabio.
Nel secondo Olivia vuole tornare alla normalità e lasciarsi tutto alle spalle: scuola, amore e sogni nel cassetto. Non è quello che vuole l’ignara Silvia, che la segue come un’ombra per convincerla a tornare a studiare. Mentre continua l’altalena dei sentimenti tra Eros e Fabio, le ragazze fanno segretamente il test d’ingresso ad una scuola privata e quando Olivia lo scopre sono guai seri. Intanto Francesco viene preso dall’angoscia per i risultati della TAC e le cose tra lui e Olivia degenerano.

redazione

 

CS_”Bentornato papà”, in prima visione


Una famiglia alle prese con la malattia

(none)

Il dramma di una famiglia messa alla prova dalla malattia. Lo racconta il film diretto da Domenico Fortunato, “Bentornato papà”, in onda in prima visione mercoledì 2 marzo alle 21.25 su Rai 1. Franco, dopo un importante colloquio di lavoro a Roma, torna nella sua casa in Puglia dove lo aspettano la moglie Anna e la figlia Alessandra. Con lui c’è Andrea, il figlio che vive nella Capitale e vuole farsi strada nel mondo della musica. Ma proprio quando arriva la conferma di aver ottenuto il prestigioso incarico, Franco ha un ictus: una tragica sorpresa che sconvolge la sua vita e quella dei suoi cari, ma che diventa per tutti un momento di crescita interiore. Nel cast Donatella Finocchiaro, Domenico Fortunato, Giorgio Colangeli, Dino Abbrescia.

Redazione

CS_Su Canale 5 la serie-evento “Sissi”


Martedì 4 gennaio, in prima serata su Canale 5, secondo appuntamento con la serie evento “Sissi”. 

L’opera – titolo originale “Sisi” – è incentrata sulla figura dell’Imperatrice Elisabetta, resa indimenticabile dai film con Romy Schneider, che in questa rilettura è interpretata dall’emergente attrice svizzero-americana Dominique Devenport, affiancata dal tedesco Jannik Schümann nel ruolo dell’Imperatore Franz.

Pop star e influencer del suo tempo, Sissi è un’icona che sembra avere ancora molti follower: a iniziare da Lady D e Charlène di Monaco, da Soraya a Sua Maestà Imperiale Masako, fino alla volitiva Duchessa di Sussex.
Dal primo film muto del 1920 alla serie-evento che oggi ne racconta la storia – in chiave moderna, con un grande budget, girata on field tra Baviera e Baltico -, i protagonisti sono due giovani amanti, combattuti tra desideri personali e lotte di potere politico. E Sissi, in particolare, è una ribelle ante litteram che coltiva con energia le proprie passioni e inclinazioni.

Al debutto sulla piattaforma RTL+, lo scorso 12 dicembre, Sisi ha battuto tutti i record di ascolto: è l’esordio di maggior successo di sempre per una serie televisiva, in Germania.
La Sissi-mania attraverserà poi la vecchia Europa a partire dal 23 dicembre su TF1, in Francia, per proseguire il 28 su RTL, l’austriaca ORF e l’italiana Canale 5. Il successo è confermato dalla vendita dei diritti di trasmissione del titolo in oltre 120 paesi, da Beta Film.

redazione