TV

CS_A “Quarto Grado” la sentenza della cassazione per Veronica Panarello e le indagini per la morte di Peppe Lucifora


 

Venerdì 22 novembre, alle ore 21.25, su Retequattro, nuovo appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.
Il programma a cura di Siria Magri torna sulla morte di Lorys Stival, il bambino di 8 anni di Santa Croce Camerina (Ragusa), ucciso il 29 novembre 2014.
Per il delitto è stata condannata in secondo grado a 30 anni di reclusione la madre Veronica Panarello (la sentenza aveva confermato l’esito del processo di primo grado).
In giornata, con la decisione della Cassazione, è attesa l’ultima parola della Giustizia. La difesa della donna punta su due argomenti: il disturbo della personalità e il concorso di terzi.
Al centro della puntata anche il caso di Peppe Lucifora, il cuoco di Modica trovato senza vita nella propria casa, lo scorso 10 novembre. L’autopsia ha chiarito che l’uomo è stato ucciso ed è morto per asfissia, provocata meccanicamente. Ma le indagini, anche per il mancato ritrovamento dello smartphone del 57enne siciliano, risultano quanto mai complicate.
I RIS di Messina, nei prossimi giorni entreranno nell’appartamento dell’uomo, per cercare nuove tracce, scansionarne il tablet e conoscerne gli ultimi contatti.
Per segnalazioni, sempre attivi centralone e account Facebook e Messenger del programma.
• FACEBOOK e MESSENGER: https://www.facebook.com/quartogrado;
• QUARTOGRADERS:  #quartogrado, per commenti, opinioni, domande;
• INSTAGRAM: @quartogradotv, https://www.instagram.com/quartogradotv;
• MAIL: quartogrado@mediaset.it;
• CENTRALONE: 02/30309010.
Redazione

CS_”Stati generali” Tra gli ospiti della prima puntata Dario Argento, Marco Mengoni, Stefano Mancuso e Jane Birkin


(none)

Serena Dandini convoca gli STATI GENERALI e torna su Rai3 con sei puntate in prima serata da giovedì 21 novembre alle 21.20. In un clima assembleare, il programma mette in scena tra fantasia, satira politica e di costume e incursioni nella realtà, la situazione del nostro Paese in questo tumultuoso passaggio tra il 2019 e il 2020.

Tra gli ospiti d’eccezione della prima puntata Dario Argento in un monologo sulla paura e Marco Mengoni che giocherà con la resident band e con Neri Marcorè. Sul suo celebre divano, Serena Dandini intervisterà il neurobiologo di fama internazionale Stefano Mancuso e una vera e propria icona degli anni 60: la magnifica Jane Birkin.

Tra i personaggi fissi Martina Dell’Ombra (Federica Cacciola), la conduttrice sovranista; Neri Marcorè che, al suo ritorno alla satira politica, ci porta il messaggio di buon augurio del premier Conte e le ritrovate, secretatissime Stories di Andreotti. Lucia Ocone è Guga, in collegamento dal Paleolitico; Cinzia Leone spiega la manovra economica coi toni apocalittici della sua mitica signorina Vaccaroni; Edoardo Ferrario, nei panni del sondaggista Massimo Stima, ci tiene aggiornati sugli umori del popolo italiano, e Germana Pasquero, nelle vesti di Franca Leosini, darà un’anticipazione delle sue nuove Storie Maledette.

The Pills ci portano “Ai confini de tipo adesso”, con storie paradossali da un presente distopico, Natalino Balasso propone gli umori del NordEst, le breaking news sono affidate al TG Lercio.

Ospiti musicali i The Scissionisti, in cui alcuni potrebbero riconoscere Elio e le Storie Tese, mentre i maestri Legge e Bacchelli (Elio e Rocco Tanica) ci condurranno in una surreale riscoperta della musica classica. La sigla finale sarà improvvisata da Elianto

Redazione

CS_”Il Collegio” I 20 collegiali seguiranno per la prima volta lezioni separate: i ragazzi nella lezione


(none)

Nella quinta puntata de “Il Collegio”in onda martedì 19 novembre alle 21.20 su Rai2, il Preside, i docenti e i collegiali ascolteranno il rapporto redatto dall’ispettore scolastico. Il Preside, su tutti, ne rimarrà estremamente contrariato e, per cercare di migliorare la condotta dei propri collegiali e il loro profitto, deciderà di sperimentare il metodo dell’educazione separata.
Nella lezione di canto i ragazzi si cimenteranno con un grande successo di Lucio Dalla, mentre in quella di arte le ragazze dovranno imparare ad utilizzare il walkman, oggetto di culto per tutti i ragazzi degli eighties e scopriranno la pittura automatica, un tipo di espressione artistica molto particolare.
Nonostante tutto, il Preside si troverà a dover dirimere una delle liti più feroci mai avvenute all’interno del Collegio tra due studenti.
La gita con pernottamento offrirà finalmente l’occasione per cambiare aria e per stabilire un contatto molto diretto con la natura. La sera, infatti, intorno al fuoco, i collegiali si lasceranno andare alle emozioni parlando di felicità.
Purtroppo, però, gli umori e le situazioni cambieranno in fretta e i collegiali si troveranno di nuovo a dover affrontare una scelta difficile che rischierà di dividere la classe.

Redazione

 

CS_RAI 3 18 NOV 2019, 23:10 “Prima dell’alba” Lo spopolamento in Molise, un sacerdote sotto scorta, la falconeria nel Parco della Majella, la metropolitana milanese



(none)
Lunedì 18 novembre alle 23.10 su Rai3 va in onda l’ultimo appuntamento di “Prima dell’Alba” il programma on the road alla scoperta dell’Italia notturna, quella di chi comincia a vivere quando gli altri vanno a dormire.
Il viaggio di Salvo Sottile comincia nel paese di Pescopennataro in Molise, piccolo centro di 200 abitanti, per la maggior parte ultrasessantacinquenni, che rischia di scomparire a causa dello spopolamento. Qui incontra il sindaco Carmen Carfagna, che si prende cura del suo paese non solo occupandosi delle normali mansioni d’amministrazione ma anche gestendo in prima persona i servizi essenziali come il controllo dei lampioni o la raccolta dell’immondizia. Non tutti però abbandonano il paese: c’è chi, come Brunella, un’artista di ceramiche, ha scelto di tornare a Pescopennataro per stabilire qui la propria attività.
Salvo si dirige poi a Grottarossa nel Lazio per conoscere Don Antonio, un prete di strada che ha fatto dell’aiuto agli ultimi la propria missione di vita. Il suo obiettivo è quello di togliere dalle piazze di spaccio giovani in difficoltà, costretti e assoggettati dal mondo della droga. Il prete, minacciato dalla criminalità organizzata, da quattro anni vive sotto scorta e nel 2012 ha fondato la comunità Don Giustino, che oggi ha sede nella casa confiscata del boss della Banda della Magliana Salvatore Nicitra. Qui Salvo conosce una realtà dove abitano una ventina di ragazzi salvati dalla strada che, grazie a Don Antonio, hanno non solo una casa ma anche un’occupazione.
Il viaggio prosegue nella bellezza dell’abbazia medievale di San Liberatore a Majella nel cuore del Parco della Majella. Qui Salvo incontra il falconiere Maurizio, che lo introduce al mondo dei volatili notturni spiegandogli come ci si prende cura di questi animali e facendogli fare una prova di falconeria proprio all’interno della storica abbazia.
Dopo una visita sul set di un film erotico per scoprire il dietro le quinte del cinema hard insieme all’ex attore e regista Francesco Malcom, Salvo termina il suo viaggio notturno a Milano per incontrare i dipendenti ATM, la società che gestisce la metropolitana meneghina, che ogni giorno trasporta milioni di persone attraverso i suoi 193 km. Di notte qui lavorano circa 50 operai su 15 cantieri, compiendo operazioni complicate e pericolose che possono essere svolte solo interrompendo la corrente che alimenta la metro. Di notte, infatti, a passare sono solo i treni molatori che rettificano i binari dalla pressione che quotidianamente subiscono. Al ritorno in superficie, ad attendere Salvo c’è la fredda nebbia autunnale di Milano che lo costringe, per questa volta, a immaginare solamente l’alba che si nasconde dietro le nubi milanesi.
Redazione

CS_Su Canale 5 arriva “Conto alla rovescia”, il nuovo quiz show condotto da Gerry  


Uno studio avveniristico caratterizzato da un enorme ledwall sul quale il tempo scorre inesorabile. Un format originale italiano, in prima visione assoluta.

Da lunedì 18 novembre, tutti i giorni alle ore 18.45, arriva “Conto alla rovescia”, il nuovo quiz condotto da Gerry Scotti.

In ogni puntata cinque concorrenti, oltre a sfidarsi tra loro, dovranno combattere contro un nemico comune e spietato: il tempo. Cultura generale, nervi saldi, strategia e soprattutto velocità saranno le qualità fondamentali per eliminare gli avversari e scalare il montepremi.

Un maxi schermo posto alle spalle dei concorrenti indicherà il count down che loro, però, non avranno la possibilità di visualizzare. Il giocatore che sarà di mano quando il conto alla rovescia arriverà a zero verrà eliminato.

Le quattro manches di gioco – PASSO O CHIUDO, LE ECCEZIONI, SEMBRA IERI, I VASI COMUNICANTI – saranno alternate da altrettanti CONTO ALLA ROVESCIA, che stabiliranno chi tra gli sfidanti sarà eliminato e chi procederà nel gioco.
Il concorrente che avrà superato tutte le fasi precedenti affronterà il TIME OUT, round finale dal ritmo serrato e dalle forti emozioni, in cui in 3 minuti il giocatore dovrà dare 20 risposte esatte.

Il campione di “Conto alla rovescia” potrà vincere oltre 100.000 euro a puntata e tornare a difendere il suo titolo.

“Conto alla rovescia”, il gioco in cui bisogna correre più del tempo, è un format originale di Banijay Italia e Rti.

Per partecipare al casting di “Conto alla rovescia” è possibile scrivere all’indirizzo http://www.banijayitalia.it/contoallarovescia

Redazione

CS_”Domenica in” Tra gli ospiti della puntata Giorgio Panariello e Gigliola Cinquetti


(none)

La decima puntata di “Domenica In”, in onda il 17 novembre, alle 14:00 su Rai 1, in diretta dagli Studi ‘Fabrizio Frizzi’ di Roma e condotta da Mara Venier, si aprirà con una ampia intervista all’attore e comico Giorgio Panariello, protagonista insieme a Sergio Castellitto della nuova serie tv “Pezzi unici”, in onda per sei puntate su Rai1 da domenica 17 novembre, per la regia di Cinzia Th. Torrini.
Gigliola Cinquetti, una delle cantanti italiane più amate ed apprezzate anche all’estero, vincitrice di due Festival di Sanremo, racconterà la sua lunga e fortunata carriera per poi esibirsi, accompagnata dall’ orchestra diretta dal maestro Stefano Magnanensi, con alcuni dei suoi successi.
Fabio Volo, attore e scrittore di successo, interverrà per parlare del suo ultimo romanzo dal titolo “Una gran voglia di vivere”.
Ancora spazio alla musica con Stash e i The Kolors, che presenteranno il loro nuovo singolo dal titolo “Los Angeles”.
L’attore Cesare Bocci, il popolare Mimì Augello del “Commissario Montalbano”, sarà intervistato da Mara Venier insieme alla sua compagna Daniela Spada per parlare della loro bellissima storia d’amore e del libro scritto dalla coppia, dal quale è stata tratta una commedia teatrale di successo in tour nei teatri italiani.
Nel corso della puntata ci sarà anche uno spazio dedicato alla città di Venezia, colpita in questi giorni da una eccezionale inondazione che ha provocato due vittime e danni incalcolabili alla città lagunare, messa letteralmente in ginocchio dal fenomeno dell’acqua alta. La regia è di Roberto Croce.

 Redazione

CS_”Il Collegio” Dalle lezione di audiovisivi, all’integrazione razziale, al pacifismo di John Lennon


(none)
Sarà ricca di imprevisti e di sorprese la quarta puntata de “Il Collegio”, in onda martedì 12 novembre alle ore 21.20 su Rai2.
Una lezione di audiovisivi sull’uso di una telecamera VHS – tecnologia diffusa negli anni ’80 – sarà l’occasione per un’uscita al parco zoologico e la realizzazione di un reportage.
Non mancheranno i temi importanti: nelle lezioni di Inglese si parlerà di integrazione razziale partendo da”bony and Ivory” di Paul McCartney e Stevie Wonder; nell’ora di musica, cantare “Imagine” di John Lennon porterà aria di pacifismo, mentre in classe si discuterà anche di femminismo.
Ma le sorprese per i venti collegiali non finiscono qui: un professore, infatti, si assenterà e, al suo posto, arriverà una supplente. Inoltre, verrà annunciata la “Giornata dello Studente” e, per la prima volta, il collegio sarà visitato da un Ispettore Scolastico.  Cosa comporterà l’ispezione per l’istituto e per gli studenti?
Il Collegio Convitto di Celana di Caprino Bergamasco, in provincia di Bergamo, dove anche quest’anno il programma è ambientato è una struttura, nata nel 1579 per volontà di San Carlo Borromeo. Funzionava come collegio maschile e femminile e come istituto scolastico per i semi-convittori e per gli studenti esterni. Erano presenti circa 1.000 studenti di cui 700 vivevano all’interno. Tra gli studenti più noti ci fu anche Papa Roncalli.

CS_#RAI2 “Stasera tutto è possibile” Ultimo appuntamento con Stefano De Martino


(none)
Stefano De Martino conduce,  lunedì 11 novembre, alle 21.20 su Rai2, la puntata finale di questa stagione di successo di “Stasera tutto è possibile”, il comedy show realizzato in collaborazione con Endemol Shine Italy che, in queste settimane, ha registrato ottimi ascolti, allungandosi anche di una puntata. Tema del nono e ultimo appuntamento sarà la Musica, con ospiti: Biagio Izzo, Francesco Paolantoni, Maurizio Casagrande, Antonio Giuliani, Max Giusti, Fatima Trotta, Le Donatella, Benedetta Valanzano e Jenny De Nucci. Un’altra serata di festa all’Auditorium Rai di Napoli, senza vincitori né vinti, con tanto divertimento e risate assicurate. Tanti come sempre i giochi che si avvicenderanno nel corso della puntata, tra balli, canti, mimi, fino agli ormai celebri sketch nella mitica Stanza inclinata. Con loro sul palco la mascotte del programma, il Panda “animato” dal ballerino Egon Polzone. Stasera tutto è possibile tornerà poi con due puntate che faranno rivivere al pubblico il “meglio di” questa edizione.
Redazione

CS_ Rai per il 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino


(none)
Il crollo di un muro, la fine di un’era. A trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino, il 9 novembre 1989, Rai racconta quei giorni con una programmazione dedicata su tutte le reti e testate tv e sul web.
Sabato 9 novembre, Rai1 inizierà a parlarne in “Unomattina in famiglia” alle 8.45, mentre sarà ‘Passaggio a Nord Ovest’ – condotto da Alberto Angela a partire dalle 15.00 – a proporre ai telespettatori un approfondimento attraverso documenti storici e testimonianze dirette dei protagonisti. In primo piano la storia di quel muro, nato nella notte tra il 12 e il 13 agosto del 1961: un evento che ha separato il mondo e l’Europa in due blocchi fino al suo abbattimento, avvenuto 28 anni dopo. Grazie a una grafica in HD, inoltre verrà ricostruita la “geografia” delle due barriere che dividevano la Germania dell’Est dalla Germania dell’Ovest fino al 1989.
Rai2 ha già iniziato a raccontare la caduta del muro di Berlino da lunedì 4 novembre in “Povera patria”, alle 00.15, mentre ne ‘I fatti vostri’ di venerdì 8 novembre (ore 11.10) si ritornerà sul tema con storie raccontate dal vivo. Importante l’appuntamento con il Tg2 Dossier di sabato 9 novembre alle 23.30, che sarà interamente dedicato alla nascita (e alla caduta) del muro di Berlino.
Su Rai3, in “Quante storie” in onda mercoledì 6 novembre alle 12.45, Ezio Mauro presenterà il suo libro ‘Anime gemelle – Cronache dal muro di Berlino’. Sulla stessa rete – venerdì 8 novembre alle 15.25 – il documentario de ‘La Grande Storia’ dal titolo ‘La caduta del muro di Berlino’ ricostruirà la giornata del 9 novembre 1989. E sarà ancora Rai3 a proporre, alle 21.15, il documentario di Rai Cinema condotto da Ezio Mauro che racconterà la storia del Muro di Berlino, indagando su quello che ha significato quella striscia di cemento e filo spinato lunga 155 chilometri nella vita delle persone comuni, ma anche nella politica internazionale. Le proposte di Rai3 sull’anniversario del crollo del Muro, il 9 novembre, termineranno con il documentario ‘Il giorno della libertà: a 30 anni dalla caduta del muro di Berlino’, in onda a mezzanotte e trenta.
Nella prima serata di Rai Movie, invece, spicca il film vincitore dell’Oscar 2007, alle 21.10: “Le vite degli altri” con la regia di Florian Henckel von Donnersmarck. A seguire il lungometraggio ‘La scelta di Barbara’.
Per Rai Cultura, Rai Storia già da domenica 3 novembre dedica alla ricorrenza uno spazio quotidiano, alle 19.00, con “Vento dell’Est” che racconta gli eventi che riportarono la democrazia in Polonia, Ungheria, Germania Est, Bulgaria, Romania e in Urss. Un’epopea ricostruita grazie al materiale Rai, per rivivere la cronaca di quegli storici cambiamenti del 1989. Il 6 novembre alle 17.00 è la volta di ‘’09/11/1989 Il giorno in cui cadde il muro’, e, lo stesso giorno alle 21.10 ‘L’ombra del muro’, un doc in due parti che si sviluppa a partire dagli anni della costruzione del Muro di Berlino nel 1961, fino all’abbattimento 28 anni dopo. Nella prima parte – “Vite recluse” – il documentario ruota intorno al sistema carcerario della DDR mentre nella seconda – “Vite spiate” – racconta la vita a Berlino ai tempi del Muro. Spazio alla ricorrenza anche in “Il giorno e la Storia”, in onda più volte durante la giornata dell’anniversario.
Ancora ricordi, ricostruzioni e storie di vita vissuta tra l’11 e il 15 novembre con l’inizio della nuova stagione di “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura condotto da Paolo Mieli in onda alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. Le prime cinque puntate sono dedicate al trentennale della caduta del muro di Berlino: a partire da quel fatidico novembre del 1989 in Germania, il racconto approfondisce le storie di cinque Paesi per i quali quel passaggio ha significato la fine di un’epoca e l’inizio di una fase completamente nuova, con tutte le speranze e le contraddizioni che l’hanno caratterizzata. Ospiti di Paolo Mieli saranno i professori Giovanni Sabbatucci, Krystyna Jaworska, Ernesto Galli Della Loggia, Marcello Flores e Adriano Roccucci.
Sempre sabato 9 novembre, Rai5 porta i telespettatori a teatro per “Il Muro – Die Mauer” in prima visione alle 21.15. Uno spettacolo che si snoda attraverso reali testimonianze frutto di un’inchiesta giornalistica sul campo. Ampio spazio alla ricorrenza sul portale RaiCultura.it che, in occasione del 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino realizzerà uno “speciale” con Rai Teche e materiali d’archivio, articolato in tre sezioni dedicate al Crollo del Muro e alle rivolte a Est: a Budapest, a Praga, e in Polonia.
Tutte le testate giornalistiche della Rai dedicheranno un ampio spazio alla ricorrenza nelle diverse edizioni di Tg e Gr. L’edizione di venerdì 8 novembre di ’Telegram’, su Rainews24 alle 18, è condotta da Berlino dal direttore Antonio Di Bella mentre il 9 novembre viene proposta in onda una edizione speciale dello stesso programma.
L’offerta online di RaiPlay, infine, propone già “Berlino ’89, cronache dal crollo”, un’antologia tratta dalle Teche Rai, e – tra il 6 e l’8 novembre – il film in nomination all’Oscar 2006 “La caduta: gli ultimi giorni di Hitler”, una selezione di pellicole sul secondo conflitto mondiale, e la serie tv tedesca “The Same Sky” che racconta una storia di spionaggio nella Berlino ancora divisa dal muro.
Redazione

#CANALE5 A “Verissimo” in esclusiva assoluta Silvia Toffanin incontra Adriano Celentano


 
Sabato 2 novembre appuntamento con Verissimo da non perdere.

Lui è un protagonista indiscusso della storia della musica, del cinema e della tv italiana e dal 7 novembre tornerà su Canale 5 con il suo attesissimo show. In esclusiva, durante la puntata di Verissimo, Silvia Toffanin farà un’incursione negli studi dove si stanno svolgendo le prove di ‘Adrian’. Da questa visita a sorpresa nascerà un incontro speciale con il grande Adriano Celentano.

Inoltre, tra gli ospiti di Verissimo: Gabriella Pession, protagonista della nuova serie ‘Oltre la soglia’, in onda su Canale 5, lo chef a 7 stelle Bruno Barbieri, Iva Zanicchi e Melissa Satta.

Verissimo è anche sul web con un sito ricco di contenuti inediti, video e curiosità: http://www.verissimo.it

Redazione