CS_Carlo Conti conduce la sesta puntata di “Tale e Quale Show”


Su Rai1, undici protagonisti dello spettacolo nei panni dei big della musica

(none)

Dopo gli ottimi ascolti e le tantissime interazioni social di una settimana fa, il nuovo appuntamento con “Tale e Quale Show”, il varietà di punta di Rai1 condotto da Carlo Conti andrà in onda venerdì 22 ottobre alle 21.25. Anche in questa sesta puntata gli 11 protagonisti (per la precisione 13, tenendo conto del “trio” dei Gemelli di Guidonia) si immedesimeranno nei big della musica nazionale e internazionale, coprendo un arco temporale lungo 60 anni. Sette giorni fa i vincitori di puntata sono stati i Gemelli di Guidonia grazie a una perfetta interpretazione dei New Trolls con ‘Quella carezza della sera’ (per loro si tratta del terzo successo fino a questo momento). Seconda piazza per Dennis Fantina-Brian Johnson, terzi a pari merito Stefania Orlando-Blondie e Pierpaolo Pretelli-Irama. La classifica provvisoria vede ora in testa i Gemelli di Guidonia, seguiti da Deborah Johnson e Dennis Fantina. 
A tre settimane dalla fine del varietà, i punti in palio sono davvero fondamentali. Ecco gli accoppiamenti: Francesca Alotta onorerà il ricordo di Mia Martini, Deborah Johnson avrà le sembianze di Shirley Bassey, Federica Nargi imiterà Romina Power, Stefania Orlando si metterà nei panni di Cher, Alba Parietti sarà Amanda Lear, Dennis Fantina si immedesimerà in Riccardo Cocciante, i Gemelli di Guidonia proveranno il poker con Il Volo, Biagio Izzo interpreterà Angelo Branduardi, Simone Montedoro se la vedrà con Julio Iglesias, Pierpaolo Pretelli si metterà nei panni di Cesare Cremonini e Ciro Priello farà rivivere il mito di Michael Jackson. Chi riuscirà a laurearsi campione di puntata convincendo in primis Loretta Goggi, Giorgio Panariello, Cristiano Malgioglio e il quarto giudice a sorpresa? Ma si dovranno convincere anche i propri compagni d’avventura, visto che come sempre ogni artista avrà la possibilità di arricchire la classifica dando la propria preferenza al collega che vorrà premiare (senza dimenticare la possibilità di ‘auto-votarsi’). Anche il pubblico a casa avrà voce in capitolo, perché quest’anno i telespettatori possono esprimere le proprie preferenze tramite gli account Facebook e Twitter: le tre esibizioni più ‘acclamate’ da casa porteranno ai tre interpreti rispettivamente 5, 3 e 1 punto. Al termine di ciascuna puntata il punteggio complessivo più alto decreterà il vincitore di puntata; la classifica generale, data dalla somma dei voti di ciascuna puntata, porterà invece all’elezione del vincitore finale, che sarà proclamato “Campione di Tale e Quale Show 11”. Come da prassi, tutte le 11 interpretazioni saranno dal vivo accompagnate dall’orchestra diretta dal maestro Pinuccio Pirazzoli.Il dietro le quinte ricopre un ruolo fondamentale per il varietà: un team di professionisti, composto da costumisti, truccatori, parrucchieri, e coreografi, segue per tutta la settimana le “evoluzioni” degli Artisti, insieme ai “vocal coach” Maria Grazia Fontana, Dada Loi, Matteo Becucci, Antonio Mezzancella e alla “actor coach” Emanuela Aureli. È diventato oramai fisso l’appuntamento con gli “imitatori del web” che saranno protagonisti anche in quest’occasione grazie ai video amatoriali che arrivano in redazione. E proprio gli “imitatori del web” (quelli bravissimi, quelli bravi e quelli… un po’ meno bravi) saranno prossimamente protagonisti di ‘Tali e Quali’. “Tale e Quale Show” è su Facebook e Twitter con l’hashtag #taleequaleshow. Il sito ufficiale è www.taleequaleshow.rai.it 

Redazione

CS_Terzo appuntamento con “Doc – Nelle tue mani”


Nel cast Luca Argentero, Matilde Gioli, Pierpaolo Spollon

(none)

Torna su Rai1 in prima serata alle 21.25, giovedì 27 gennaio, “Doc – Nelle tue mani”, la fiction tratta da una storia vera, raccontata in “Meno dodici” di Pierdante Piccioni e Pirangelo Sapegno con le nuove vicissitudini del dottor Andrea Fanti, primario del reparto di Medicina Interna del Policlinico Ambrosiano, al quale un colpo di pistola ha cancellato dodici anni di memoria. Nel primo episodio della terza puntata, Doc si trova in diretta competizione con il nuovo primario e si prende diversi rischi, ma ne approfitta per coinvolgere e aiutare anche Agnese, che, a causa dell’inchiesta in corso, ha dovuto lasciare l’incarico di direttore sanitario e tornare a fare il medico. Intanto Carolina, in perenne scontro con i genitori e affascinata dalla personalità del chirurgo Edoardo Valenti, valuta l’ipotesi di entrare nel suo reparto, mentre il nuovo medico, Damiano, invita Giulia a un vernissage. Nel secondo episodio mentre tra Doc e il chirurgo Valenti scoppia una piccola guerra a causa di Carolina, Doc deve affrontare il caso di un ragazzo con genitori molto presenti ed è costretto a mettersi in discussione come padre. Intanto Gabriel ed Elisa seguono il difficile caso di uno chef stellato un po’ troppo aggressivo, che diventa l’occasione per affrontare il loro passato insieme. Sentendosi esclusa dal gruppo, Alba accetta un compito molto particolare da Cecilia e Riccardo si accorge che rischia di perderla. 

redazione

CS_Su Canale 5 Speciale TG5 «Racconta anche per noi»


Giovedì 27 gennaio, in seconda serata, su Canale 5, va in onda lo Speciale TG5 «Racconta anche per noi». A cura di Claudio Fico e realizzato da Roberto Olla, l’approfondimento della testata diretta da Clemente J. Mimun ospita le voci di Edith Bruck e Sami Modiano.

Quando furono catturati dai nazisti, Bruck e Modiano erano appena due ragazzi. «Se sopravvivi racconta anche per noi», chiedevano gli altri deportati, ridotti a scheletri dal lavoro massacrante. Edith e Sami hanno raccolto il loro appello e si sono dedicati ai giovani, per raccontare la realtà del genocidio compiuto nel cuore dell’Europa. 

In occasione del Memory Day della Shoah, Edith Bruck e Sami Modiano hanno affidato al Tg5, pagine inedite delle loro testimonianze. Il loro desiderio, anche in questo periodo difficile, è raggiungere attraverso lo schermo proprio quegli amati ragazzi e tutte le loro famiglie.

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Non mi lasciare”


Vittoria Puccini nei panni del vice questore Elena Zonin

(none)

Elena Zonin (Vittoria Puccini) è un vice questore della Polizia, specializzata in crimini informatici, che vive e lavora a Roma e da anni indaga su una rete di pedofili responsabile del rapimento e del traffico – sul dark web – di minori. Nel terzo appuntamento di “Non mi lasciare”, in onda su Rai1, lunedì 24 gennaio alle 21.25, Elena va alla Casa Famiglia che ospitava Angelo e la psicologa che si occupava di lui lo descrive come un ragazzino forte nonostante l’apparenza. Elena, invitata da Giulia, sua amica d’infanzia ed ora moglie di Daniele, partecipa alla festa di compleanno del loro primogenito, Emilio. Senza farsi notare, però, lascia la festa e parte per Roma. Qui incontra suo figlio Diego, che sta attraversando la prima crisi amorosa adolescenziale. Giulia intanto scavando nel passato di Elena scopre qualcosa di inaspettato… 
Elena ed i suoi sono finalmente riusciti ad entrare nella chat incriminata e, nascondendosi sotto un profilo falso, riescono a ottenere un filmato di Angelo nel luogo in cui è prigioniero. Scoprono dove si trova ma il carceriere riesce a fuggire con Angelo prima del loro arrivo. Grazie a quello che trovano nel casale riescono a scoprire che anche il carceriere è cresciuto in un orfanotrofio. Nell’orfanotrofio ormai abbandonato, Elena trova i documenti che cercava, ma sulla strada del ritorno la sua auto non risponde più ai comandi…

redazione

CS_Paola Turci e Cecilia Strada tra gli ospiti de “La versione di Fiorella”


Con Fiorella Mannoia

(none)

Nella puntata de “La versione di Fiorella” in onda lunedì 24 gennaio alle 23.20 su Rai3, saranno ospiti di Fiorella Mannoia: Paola Turci, Cecilia Strada, Lillo e Greg e Diego De Silva. “La versione di Fiorella” è una produzione Rai3 e Friends&Partners

Redazione

CS_”Grande Fratello Vip”


Lunedì 24 gennaio, in prima serata su Canale 5 nuovo appuntamento con “Grande Fratello Vip”, il reality show prodotto da Endemol Shine Italy e condotto da Alfonso Signorini, con Adriana Volpe e Sonia Bruganelli nel ruolo di opinioniste.
Tra conferme e abbandoni, incomprensioni, sentimenti e forti emozioni la vita nella Casa di Cincittà prosegue per i “vipponi” che vivono questa esperienza unica con l’obiettivo di vincere il montepremi da 100 mila euro.

redazione

CS_”La Sposa”, secondo episodio 


Una storia di emancipazione nell’Italia degli anni ’60

(none)

Una giovane donna calabrese per garantire un futuro migliore alla sua famiglia decide di accettare il matrimonio per procura con un agricoltore vicentino e trasferirsi al Nord. Siamo nell’Italia, degli anni ’60, anni di grandi cambiamenti e di trasformazioni sociali in tutti i campi, dal costume alla politica. “La Sposa”, racconta tematiche attualissime: l’emancipazione femminile, la parità di genere, e il rispetto delle differenze socio-culturali. Al centro, una donna coraggiosa e forte, interpretata da Serena Rossi. Nel secondo episodio in onda su Rai1 domenica 23 gennaio alle 21.25, Maria riesce a conquistare la fiducia di Paolino e vuole che torni a scuola. Con l’aiuto di Carla, una sua amica bracciante con una forte coscienza politica, convince la maestra del paese a fargli sostenere l’esame per frequentare la terza elementare. Il lavoro di Maria procede tra il noccioleto e il mercato. Vittorio si rende conto delle grandi capacità della ragazza e inizia a darle incarichi sempre più importanti. Anche con Italo le cose sembrano andare meglio. Ma la faticosa routine al casale dei Bassi viene spezzata dal rinvenimento da parte di un cacciatore di un cadavere in fondo a una scarpata.

Redazione

CS_CLAUDIO BAGLIONI: LUNEDI’ 24 GENNAIO PARTE DAL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA IL TOUR “DODICI NOTE SOLO”, 60 DATE NEI TEATRI LIRICI E DI TRADIZIONE PIU’ PRESTIGIOSI D’ITALIA


APPASSIONANTE. ESCLUSIVO. UNICO.

IL GRANDE RITORNO DELLA GRANDE MUSICA LIVE:

60 DATE NEI TEATRI LIRICI E DI TRADIZIONE

PIÙ PRESTIGIOSI D’ITALIA

AL VIA LUNEDÌ 24 GENNAIO

da uno dei palcoscenici più importanti d’Europa

il TEATRO DELL’OPERA di ROMA

La musica, il più potente social network dell’umanità,

aiuta a ritrovarsi e unirsi, e a rendere il futuro

una casa bella, luminosa, aperta e finalmente degna di essere abitata”.

Claudio Baglioni

Dopo “Assolo”, “InCanto” e “DieciDita”, il grande ritorno dal vivo di CLAUDIO BAGLIONI, con il suo concerto più appassionante, esclusivo, unico: “DODICI NOTE SOLO”, un nuovo percorso d’arte nell’arte, che debutterà lunedì 24 gennaio da uno dei palcoscenici più importanti d’Europa: il Teatro dell’Opera di Roma.

DODICI NOTE SOLO” vedrà Claudio Baglioni – voce, pianoforte e altri strumenti – protagonista, insieme alle composizioni più preziose del suo straordinario repertorio, di un affascinante racconto in musica, suoni e parole, sui palchi di 60 teatri lirici e di tradizione più prestigiosi d’Italia.

“DODICI NOTE SOLO” segnerà il grande ritorno della musica dal vivo, la prima vera tournée nei teatri, un punto di inizio, un importante segnale di ripartenza, per tornare ad ascoltare, vivere e respirare l’emozione di un concerto.

Rianimare le nostre vite con la musica, dopo il lungo, difficile e doloroso silenzio imposto dalla pandemia – dichiara Claudio Baglioni – significa ritrovare noi stessi, il senso del nostro cammino e dello stare insieme”.

Le dodici note – aggiunge Claudio – l’alfabeto del più universale, profondo e poetico dei linguaggi, costituiscono la chiave per comprendere noi stessi, gli altri e rendere il futuro una casa bella, luminosa, aperta e finalmente degna di essere abitata”.

Aveva ragione – conclude Baglioni – quel filosofo che sosteneva che la vita, senza musica, sarebbe un errore. La ripartenza del nostro Paese, allora, significa anche rimediare a questo “errore”, ritrovarsi e ritrovarci, grazie all’energia del più potente social network della storia dell’umanità: la musica”.

Queste le date di “DODICI NOTE SOLO”prodotte e organizzate da Friends & Partners:

24 gennaio 2022: ROMA – TEATRO DELL’OPERA

25 gennaio 2022: PARMA – TEATRO REGIO

27 gennaio 2022: MANTOVA – TEATRO SOCIALE

28 gennaio 2022: RAVENNA – TEATRO ALIGHIERI

29 gennaio 2022: FORLÌ – TEATRO FABBRI

31 gennaio 2022: ANCONA – TEATRO DELLE MUSE

01 febbraio 2022: SENIGALLIA (AN) – TEATRO LA FENICE

02 febbraio 2022: FERMO – TEATRO DELL’AQUILA

03 febbraio 2022: ASCOLI PICENO – TEATRO VENTIDIO BASSO

05 febbraio 2022: SAN SEVERO (FG) – TEATRO VERDI

06 febbraio 2022: BRINDISI – TEATRO VERDI

07 febbraio 2022: LECCE – POLITEAMA GRECO

09 febbraio 2022: TARANTO – TEATRO ORFEO

10 febbraio 2022: BARI – TEATRO PETRUZZELLI

12 febbraio 2022: PESCARA – TEATRO MASSIMO

14 febbraio 2022: TORINO – TEATRO REGIO

15 febbraio 2022: SAINT VINCENT (AO) – PALAIS

17 febbraio 2022: ASTI – TEATRO ALFIERI

18 febbraio 2022: CREMONA – TEATRO PONCHIELLI

20 febbraio 2022: VENEZIA – TEATRO MALIBRAN

22 febbraio 2022: NOVARA – TEATRO COCCIA

23 febbraio 2022: COMO – TEATRO SOCIALE

24 febbraio 2022: BRESCIA – TEATRO GRANDE

26 febbraio 2022: LA SPEZIA – TEATRO CIVICO

27 febbraio 2022: PRATO – POLITEAMA PRATESE

28 febbraio 2022: FERRARA – TEATRO COMUNALE

01 marzo 2022: FIRENZE – TEATRO DELLA PERGOLA

03 marzo 2022: MESSINA – TEATRO VITTORIO EMANUELE

04 marzo 2022: PALERMO – TEATRO MASSIMO

05 marzo 2022: CATANIA – TEATRO BELLINI

07 marzo 2022: REGGIO CALABRIA – TEATRO CILEA

08 marzo 2022: CATANZARO – TEATRO POLITEAMA

09 marzo 2022: COSENZA – TEATRO RENDANO

11 marzo 2022: AVELLINO – TEATRO CARLO GESUALDO

13 marzo 2022: ISERNIA – AUDITORIUM UNITÀ D’ITALIA

15 marzo 2022: PERUGIA – TEATRO MORLACCHI

16 marzo 2022: SPOLETO (PG) – TEATRO NUOVO G. MENOTTI

17 marzo 2022: AVEZZANO (AQ) – TEATRO DEI MARSI

19 marzo 2022: SASSARI – TEATRO COMUNALE

20 marzo 2022: NUORO – TEATRO ELISEO

21 marzo 2022: CAGLIARI – TEATRO LIRICO

24 marzo 2022: GROSSETO – TEATRO MODERNO

25 marzo 2022: MONTECATINI – TEATRO VERDI

26 marzo 2022: PISTOIA – TEATRO MANZONI

28 marzo 2022: GENOVA – TEATRO CARLO FELICE

29 marzo 2022: LIVORNO – TEATRO GOLDONI

30 marzo 2022: LUCCA – TEATRO DEL GIGLIO

02 aprile 2022: VERCELLI – TEATRO CIVICO

04 aprile 2022: VERONA – TEATRO FILARMONICO

05 aprile 2022: UDINE – TEATRO NUOVO G. DA UDINE

06 aprile 2022: TRIESTE – TEATRO ROSSETTI

09 aprile 2022: TRENTO – TEATRO SOCIALE

10 aprile 2022: BERGAMO – TEATRO DONIZETTI

13 aprile 2022: BOLOGNA – TEATRO COMUNALE

14 aprile 2022: MODENA – TEATRO COMUNALE LUCIANO PAVAROTTI

15 aprile 2022: PISA – TEATRO VERDI

19 aprile 2022: CESENA – TEATRO ALESSANDRO BONCI

20 aprile 2022: PIACENZA – TEATRO MUNICIPALE

21 aprile 2022: TREVISO – TEATRO COMUNALE DEL MONACO

23 aprile 2022: PORDENONE – TEATRO VERDI

Per tutte le info sulle date del tour e circuiti di vendita: servizioclienti@friendsandpartners.it, tel: 02.4805731, www.friendsandpartners.it.

CLAUDIO BAGLIONI E L’ARTE DELLA MUSICA NEI LUOGHI D’ARTE

L’incontro tra Baglioni e i grandi teatri e luoghi d’arte italiani è tutt’altro che occasionale ed ha radici antiche. Già alla fine degli anni Novanta, infatti, l’artista avverte l’esigenza di aggiungere bellezza a bellezza, portando l’arte della canzone d’autore negli spazi, le architetture e i paesaggi più belli e ricchi di storia, fascino e suggestione del nostro Paese.

“Assolo” (1986) un concerto straordinario che nessun artista – né italiano né internazionale – aveva mai realizzato prima né ha mai realizzato dopo: tre ore di musica, completamente dal vivo, nelle quali Claudio Baglioni – grazie all’utilizzo di tecnologie innovative (un’interfaccia digitale che, per la prima volta, permetteva di collegare computer e strumenti musicali) – attraverso un pianoforte digitale e una “chitarra-midi”, suonava – contemporaneamente – tastiere, campionatori, batterie e percussioni elettroniche, bassi elettrici, chitarre e sequencer, creando sonorità e atmosfere inedite e affascinanti. Un one-man-show che ha cambiato il concetto stesso di concerto dal vivo, immortalato in un triplo album live e un libro di spartiti (“Assolo non solo”, edito da Rusconi) nel quale computer e software di scrittura musicale trascrivevano, fedelmente, tutte le parti suonate dal vivo di Baglioni.

Il 13 agosto 2000, dall’Anfiteatro romano di Pompei, debutta “Acustico: sogno di una notte di note”, un tour di più di venti date, che toccherà, tra gli altri, il Teatro Greco di Taormina, la Valle dei Templi di Agrigento, il Tempio di Hera a Selinunte, il Teatro dei Templi di Paestum, il Teatro Romano di Verona e di Benevento, gli scavi di Ostia antica.

Nella primavera 2001, è la volta di quello che resterà il tour più lungo e intenso dell’intera carriera artistica di Baglioni: “InCanto tra pianoforte e voce”, nel quale il musicista – accompagnato, per la prima volta, soltanto da un gran coda – si esibirà sui palcoscenici dei più importanti teatri lirici e di tradizione del nostro Paese, a simboleggiare l’incontro tra la musica popolare del presente e la musica popolare del passato, come la grande Opera italiana. Tra i sessanta teatri lirici e di tradizione nei quali quell’InCanto andrà in scena, il Bellini di Catania, il Carlo Felice di Genova, il Regio di Parma e di Torino, il Massimo di Palermo, il Teatro dell’Opera di Roma e il San Carlo di Napoli che, per la prima volta, verrà concesso per un concerto di musica leggera.

La passione di Baglioni per i grandi teatri italiani vivrà, poi, una tappa particolarmente emozionante, la sera della vigilia dell’Epifania 2002. Dalle rovine del Teatro Petruzzelli di Bari, infatti – in diretta tv per la prima serata di Raiuno – Baglioni interpreterà “Per Incanto e per amore”, un inedito messaggio di speranza per la ricostruzione di uno dei più importanti teatri italiani, quasi completamente distrutto da un incendio doloso, dieci anni prima e, all’epoca, non ancora ricostruito. Lo stesso teatro nel quale, trent’anni prima, Baglioni aveva interpretato uno dei suoi primi successi, “Notte di Natale”, brano che avrebbe segnato l’inizio del suo bellissimo e fortunatissimo cammino musicale.

“Dieci Dita”, dieci serate, per altrettanti straordinari “incontri ravvicinati”, con la storia personale e artistica di una delle voci più intense e amate della storia della musica popolare italiana. Un racconto inedito, in prima persona, ricco di riflessioni e aneddoti, in un’alternanza di momenti leggeri e poetici, seri e ironici, sul palco di uno dei più importanti spazi progettati e realizzati per la musica, della Capitale: l’Auditorium Parco della Musica, dove – per tre anni di seguito (2011-2013) – durante le festività natalizie, Claudio Baglioni si è esibito dal vivo, da solo, per dieci serate consecutive, accompagnato esclusivamente da pianoforte e chitarra, facendo registrare un’impressionante e ineguagliata serie di trionfali sold-out.

Da allora a oggi, la musica di Baglioni non ha mai smesso di far risuonare di sé i più importanti e prestigiosi teatri, anfiteatri, luoghi e spazi d’arte del nostro Paese, com’è accaduto all’Arena di Verona, nel settembre 2018, con il tour “Al Centro”, quando – per la prima volta nella sua storia – uno dei più grandi e meglio conservati anfiteatri romani ha ospitato uno spettacolo musicale con il palco nel cuore della sua ellissi centrale e il pubblico a occupare tutti i posti dell’intera cavea. Non solo musica, ma un vero spettacolo a 360°, sia in senso fisico che artistico – trasmesso in diretta tv da Raiuno – nel quale scenografie, coreografie e movimenti scenici innovativi incarnavano l’incontro e la fusione di musica, danza, mimica e teatro.

Ultima, ma solo in ordine di tempo, la realizzazione e registrazione, presso il Teatro dell’Opera di Roma, di “In questa storia che è la mia”, l’opera-concerto tratta dall’omonimo e ultimo album di inediti di Baglioni, disponibile sulla piattaforma ITsART e presentata nell’ambito dell’ultima edizione della Festa del Cinema di Roma. Spettacolo eccezionale non solo nell’ideazione ma soprattutto nella realizzazione. In tempi normali, infatti, non sarebbe mai stato possibile dar vita a un’opera che trasforma in ambiente scenico ogni spazio – retropalco, palchi, golfo mistico, platea, foyer, camerini e corridoi – del Teatro nel quale va in scena. Per “In questa storia che è la mia” artista, orchestra, coro e parte del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, musicisti, vocalist, danzatori, performer e acrobati animano ogni angolo della struttura, illuminando di sé, oltre al palcoscenico, tutti quegli spazi che, solitamente, non sono luoghi di rappresentazione.

Tutto questo, in attesa dell’estate 2022, per rilanciare – dalle Terme di Caracalla di Roma, dal Teatro Greco di Siracusa e dall’Arena di Verona – la stagione dei grandi concerti, con “Dodici note: concerto per voce, solisti, orchestra e coro”, un concerto di pop-rock sinfonico, che spazierà dalle sonorità della grande orchestra classica con coro lirico a quelle di una poderosa big band con voci moderne. Un insieme – a volte sperimentale, a volte tradizionale – nel quale si fonderanno i molteplici linguaggi musicali alla cui base ci sono, appunto, 12 note: i 12 mattoncini con i quali riedificare, in luoghi simbolo di bellezza e arte millenaria e universale, una casa virtuale di musica e parole.

CLAUDIO BAGLIONI E “TUTTI QUI collezione 2021”… LA RACCOLTA DEFINITIVA CON TUTTI I SUOI GRANDI SUCCESSI!

Il 14 gennaio è uscito il triplo vinile “TUTTI QUI collezione 2021, Vol. 2”, che completa la versione LP della raccolta definitiva TUTTI QUI collezione 2021”. Sono già disponibili infatti, dal 10 dicembre, la versione digitaleil triplo CD e il primo triplo vinile “TUTTI QUI collezione 2021, Vol. 1.L’opera, con 45 indimenticabili successi di uno dei più grandi protagonisti della storia della musica italiana, è impreziosita da fotografie inedite.

A distanza di 16 anni dal primo “Tutti Qui”, con i più celebri brani del cantautore dal 1967 al 2005, la raccolta “TUTTI QUI collezione 2021” (Sony Music Legacy) si presenta come versione aggiornata e arricchita, uno straordinario racconto di una carriera costellata di capolavori che hanno segnato intere generazioni (https://smi.lnk.to/tuttiquibaglioni), con brani come “Questo piccolo grande amore”, “Strada facendo”, “Mille giorni di te e di me”, “Avrai”, “E tu come stai”, Cuore di aliante”, “Sabato pomeriggio”. Questa imperdibile raccolta contiene anche quattro brani estratti dal suo ultimo album di inediti “In questa storia che è la mia”: “Uomo di varie età”, “Mal d’amore”, “Io non sono lì” e “Dodici note”.

redazione

CS_”Amici”


Domenica 23 gennaio, su Canale 5 alle ore 14:00, Maria De Filippi conduce un nuovo appuntamento con “Amici“, il talent show più popolare del piccolo schermo giunto alla sua ventunesima edizione.

I percorsi degli allievi che vivono la scuola prendono sempre più forma tra duro lavoro, sfide e tante emozioni. A seguirli e a valorizzare i loro talenti c’è la squadra di professori di canto e ballo formata da: Lorella Cuccarini, Rudy Zerbi, Anna Pettinelli, Alessandra Celentano, Veronica Peparini e Raimondo Todaro. Grazie ai loro insegnamenti alcuni allievi potranno calcare l’importante palcoscenico del serale e trasformare il proprio sogno in realtà.

Anche nel corso di questa puntata non mancheranno grandi ospiti e tanto divertimento.

Redazione

CS_HARRY STYLES: le date italiane sold out del suo Love On Tour sono riprogrammate il 25 luglio 2022 a Bologna e il 26 luglio 2022 a Torino! Il suo album “FINE LINE” è da oltre 100 settimane consecutive nella TOP 100 della classifica degli album più venduti!


La superstar internazionale vincitrice di un Grammy Award

HARRY STYLES

ANNUNCIA LA RIPROGRAMMAZIONE DEL TOUR 2022!

RICALENDARIZZATI GLI SHOW SOLD OUT

DI BOLOGNA E TORINO

25 LUGLIO 2022 · BOLOGNA, UNIPOL ARENA

26 LUGLIO 2022 · TORINO, PALA ALPITOUR

WOLF ALICE

special guest delle due date italiane

IL SUO ALBUM “FINE LINE”

certificato 2X PLATINO in Italia

e con PIÙ DI 7 MILIARDI di stream

È DA OLTRE 100 SETTIMANE CONSECUTIVE nella TOP 100

DELLA CLASSIFICA FIMI/GfK DEGLI ALBUM PIÚ VENDUTI!

La superstar internazionale HARRY STYLES torna in Italia! Le date italiane sold out del suo Love On Tour, previste originariamente all’Unipol Arena di Bologna il 12 febbraio 2022 e al Pala Alpitour di Torino il 13 febbraio 2022, sono riprogrammate rispettivamente il 25 luglio 2022 a Bologna e il 26 luglio 2022 a Torino.

Harry Styles ha annunciato la ricalendarizzazione del suo tour mondiale con l’aggiunta di nuovi appuntamenti in tutto il mondo. Styles darà il via al suo tour in 32 città con tre nuovi show negli stadi del Regno Unito a giugno, e 4 stadi in Europa. Il tour continuerà poi a luglio nel resto d’Europa, per concludersi alla fine dell’anno in America Latina.

Special guest delle due nuove date italiane sarà la band inglese Wolf Alice.

Per gli spettacoli inglesi sarà presente Mitski, Arlo Parks a Dublino e Koffee in tutti gli show in America Latina.

I biglietti degli show italiani acquistati in precedenza resteranno validi per le nuove date, ma solo nella medesima location e città in cui si era scelto di andare (non sarà pertanto possibile assistere al concerto in un’altra città o venue diversa da quella indicata sul biglietto o sull’email di conferma dell’acquisto). Il tour seguirà le misure locali di pubblica sanità come anche i protocolli indetti nelle venue per ciascuno spettacolo. I fan sono esortati a visitare i siti web delle venue locali per conoscere i dettagli e i requisiti richiesti in materia di salute e sicurezza.

Gli show del suo Love On Tour, posticipati a causa della pandemia, sono partiti finalmente nel settembre 2021 da Las Vegas. Harry si è esibito in oltre 40 spettacoli per tutti gli Stati Uniti d’America alla fine dell’anno scorso, riscuotendo enorme successo e ottime recensioni da fan e critici.

FINE LINE (Columbia Records/Erskine Records) è il secondo album di HARRY STYLES e conta più di 7 MILIARDI di stream e certificato 2X PLATINO in Italia. L’album ha superato le 100 settimane consecutive nella Top 100 della classifica FIMI / GfK TOP OF THE MUSIC degli album più venduti!

L’album, inserito da Rolling Stone nella lista dei 500 migliori album, contiene 12 brani, tra cui le HIT MONDIALI: “Lights Up” (più di MEZZO MILIARDO di stream e certificato ORO in Italia), che ha raggiunto la Top 5 della classifica globale di Spotify“Adore You” (1,3 MILIARDI di stream e certificata ORO in Italia) che ha conquistato la Top 3 della classifica Globale di Spotify e la Top 20 dell’Airplay radiofonico in Italia“Falling” (più di MEZZO MILIARDO di stream e certificata ORO in Italia), “Watermelon Sugar” (2 MILIARDI di stream e certificata DOPPIO PLATINO in Italia) che ha raggiunto la Top 10 dell’Airplay radiofonico in Italia e primo singolo di Harry Styles ad aggiudicarsi la #1 della classifica Billboard Hot 100, e infine “Golden” (più di MEZZO MILIARDO di stream e certificata ORO in Italia) che ha raggiunto la Top 3 dell’Airplay radiofonico in Italia.

Nel 2021 l’artista ha vinto numerosi riconoscimenti: Fine Line” è stato premiato nella categoria “Favorite Pop/Rock Album” agli AMA (American Music Awards), come “International Album of the Year” ai Juno Awards e Harry ha vinto nella categoria “Best International Artist” agli ARIA Music Awards.

L’artista ha poi aperto, con il singolo “Watermelon Sugar”, la 63° edizione dei Grammy Awards e ha vinto nella categoria “Best Pop Solo Performance”.

redazione

CS_AKA 7EVEN: in gara tra i BIG del FESTIVAL di SANREMO, durante la serata delle cover canterà “CAMBIARE” di ALEX BARONI con ARISA!


 IN GARA TRA I BIG DELLA

72^ EDIZIONE DEL FESTIVAL DI SANREMO

CON IL BRANO “PERFETTA COSÌ”

AKA 7EVEN  

DURANTE LA SERATA DELLE COVER CANTERÀ 

 “CAMBIARE” DI ALEX BARONI

CON ARISA

AKA 7EVEN, in gara tra i BIG della 72^ edizione del Festival di Sanremo con il brano “PERFETTA COSÌ” (Columbia Records Italy/Sony Music Italy), si esibirà sul palco dell’Ariston venerdì 4 febbraio, durante la serata dedicata alle cover, in duetto con ARISA, tra le più eleganti e inconfondibili voci del panorama musicale italiano, che di certo non ha bisogno di presentazioni. Insieme canteranno “Cambiare” di Alex Baroni, tra i brani più iconici del cantautore, a cui l’artista è particolarmente legato.  

“‘Cambiare’ – commenta Aka 7evenè un brano a cui tengo moltissimo e con cui sono cresciuto. In generale, tutte le canzoni di Alex Baroni hanno fatto sì che scoprissi la mia passione per il canto e questa in particolare è stata una delle prime che io abbia mai cantato. È un onore grandissimo quindi per me cantarla sul palco dell’Ariston con Arisa, una persona che ammiro tantissimo come artista e come persona: è un’emozione grandissima poter collaborare di nuovo con lei, che ho avuto la fortuna di incontrare nel mio percorso ad Amici, e averla al mio fianco come ospite per una serata così importante”. 

A proposito del duetto, Arisa racconta: Mi ricordo benissimo quando Alex Baroni presentò ‘Cambiare’ sul Palco dell’Ariston, 25 anni fa: una voce incredibile, un pezzo potente. Sono felice di interpretare una canzone di questo calibro e ancora più felice di farlo con accanto Luca, sarà un duetto incredibile.”

Dopo aver conquistato pubblico e critica con la sola forza della sua musica, aver vinto agli MTV EMAs 2021 come Best Italian Act, aver pubblicato la sua prima autobiografia dal titolo “7 vite” a soli 21 anni, Aka 7even è pronto per fare il suo debutto sul palco più ambito della musica italiana!

“Quando Amadeus ha annunciato il mio nome tra i partecipanti del Festival – commenta Aka 7even non potevo credere alle mie orecchie: l’Ariston è il palco più prestigioso d’Italia, un traguardo davvero importante e questo Festival è il coronamento di un anno incredibile. Sono già elettrizzato all’idea di poter cantare il mio brano lì dove ho visto negli anni passare artisti che hanno fatto la storia.”

redazione