news

#MUSICA/ Raf e Umberto Tozzi di nuovo insieme 30anni dopo “Gente di mare”: E’ online il video del nuovo singolo “Come Una Danza” | GUARDA VIDEO|


3 RAF TOZZI TOUR

E’ online il videoclip ufficiale del   nuovo singolo “Come Una Danza “ che segna il grande ritorno di Raf e Umberto Tozzi insieme! il grande ritorno di una storia in comune, di una complicità davanti e dietro le quinte, 30 anni dopo “Gente di Mare”.
Buona visione !!

 

Come una danza testo Raf Umberto Tozzi

Quanto tempo tra le dita
ti ho cercato con un’app
mi scrivi come stai
rispondo non saprei
non è questo qui
il mondo che vorrei
Non ci fermiamo mai
a pensare che
la vita continua anche senza noi
Tra bufere e sirene
con le mani piene
di sogni e di un amore infinito

Perché l’amore è più forte delle paure
perché sogniamo tutti sotto lo stesso cielo
e i sogni sanno attraversare ogni confine

Come una danza nella notte
lentamente crescerà

In questo grande labirinto
amico mi ritroverai
è l’apparenza che
ci persuade ma
è la sostanza poi
che conta per noi
Che siamo perfetti
con i nostri difetti
eroi nel silenzio senza gloria
Attraverseremo altri fuochi e tempeste
e finalmente impareremo dai nostri errori
e il tempo guarirà tutte le nostre ferite

non so quando ma so che arriverà

Come una danza nella notte
lentamente crescerà
Come una danza nella notte
lentamente crescerà

 

 

Redazione

 

[COMUNICATO STAMPA] DANIELA PES VINCE IL ‘PREMIO DEI PREMI’ DELLA CANZONE D’AUTORE


DANIELA PES VINCE IL ‘PREMIO DEI PREMI’, LA CHAMPIONS LEAGUE DEI NUOVI CANTAUTORI

UN PODIO TUTTO AL FEMMINILE: AL SECONDO POSTO A PARI MERITO FEDERICA MORRONE E AGNESE VALLE

AL MEI DI FAENZA IL CONTEST CHE HA RIUNITO I VINCITORI DEI CONCORSI ITALIANI DI CANZONE D’AUTORE

È stata la sarda Daniela Pes a vincere il “Premio dei Premi” 2018, il contest che riunisce i vincitori dei concorsi italiani di canzone d’autore e world music intitolati ad artisti scomparsi.

L’evento si è tenuto sabato nell’ambito del Mei di Faenza ed ha visto un podio tutto al femminile. Infatti dietro la vincitrice, che rappresentava il Premio Andrea Parodi di Cagliari, si sono piazzate, a pari merito, Federica Morrone (in lizza il Premio Bianca d’Aponte di Aversa) e Agnese Valle(per il Premio Mario Panseri di Cairo Montenotte).

La serata è stata una occasione unica per vedere, tutti insieme, i migliori cantautori emergenti del nostro Paese, in quella che è stato definita la “Champions League” della nuova canzone d’autore.

Daniela Pes, vincitrice Premio dei Premi

Alla vincitrice numerosi bonus: un “immediate video” della propria canzone, realizzato da Marco Billeci, videomaker e giornalista di Gedi Digital, che sarà pubblicato su su repubblica.it; uno speciale su JamTV e una corposa intervista per il bimestrale “Vinile”. Ma per Daniela Pes ci sarà anche la possibilità di partecipare come ospite a “EdicolAcustica” di Grosseto e al Festival Internazionale della Sardegna Città di Uta.

A Federica Morrone invece è andato il premio speciale dell’Officina della Musica e delle Parole di Milano, consistente in una borsa di studio del valore di euro 1500.

Nel Premio dei Premi, ideato e diretto da Enrico Deregibus e Giordano Sangiorgi, si sono fronteggiati anche Salvario in rappresentanza del Premio Pierangelo Bertoli, Lisbona per il Premio Bindi, i Yosh Whale per il Premio Buscaglione, La Quadrilla per il Premio Alberto Cesa/Folkest, Luchi per il Premio Ciampi, i Mislead per il Premio Augusto Daolio, Giulio Wilson per il Premio Bruno Lauzi e gli Helena per il Premio Manente.

Ognuno di loro ha eseguito un brano proprio ed una cover di un protagonista della musica italiana, in una sorta di passaggio di testimone. Ad esempio Daniela Pes ha proposto “Carne”, di un personaggio di rilievo della scena indipendente degli ultimi anni come Iosonouncane, mentre Federica Morrone ha cantato “Mi sono innamorato di te” di Luigi Tenco e Agnese Valle “Un paese di gente bambina” di Mario Panseri. Ma si sono ascoltate anche canzoni di Niccolò Fabi, Fabrizio De André, CCCP, Francesco De Gregori, Piero Ciampi, Mina, Pierangelo Bertoli, Fred Buscaglione.

A presentare lo stesso Deregibus insieme alla cantautrice Roberta Giallo, che era stata la vincitrice della scorsa edizione e che si è anche esibita in chiusura di serata.

A salire sul palco in veste di ospiti ci sono stati anche Mauro Ermanno Giovanardi (a cui è andato un premio speciale del Mei) e il duo composto da Roberto Angelini e Rodrigo D’Erasmo che ha presentato un omaggio a Nick Drake. Ad inizio serata spazio anche per la giovane band Il generatore di tensione, presentata dalla Fondazione Lucio Dalla.

Il “Premio dei Premi” era dedicato ai 40 anni del disco “Pigro” di Ivan Graziani, omaggiato dal cantautore triestino Cortellino.

Media-partner dell’evento, insieme a JamTV e Vinile, è Radio Popolare, che trasmetterà la serata nelle prossime settimane.

A decidere il vincitore è stata una folta giuria composta da:

Gio Alajmo (spettakolo.it)

Maria Amato (Assoc. Indipendenti Australia)

Marco Bisconti (MBM management)

Andrea Bolognini (Osteria delle dame)

Francesco Bommartini (Arena di Verona)

David Bonato (Davvero comunicazione)

Chiara Callegari (Ciao Radio)

Alessandra Cappellacci (Vinile)

Federica Carlino (NoiseSymphony)

Luca D’Ambrosio (Musicletter)

Guido de Beden (Rete dei Festival)

Chiara Ferrari (Patria indipendente)

Luca Fornari (ATCL)

Walter Giacovelli (Musplan)

Jonathan Giustini (Cartadamusica)

Paolo Gresta (Parallel Vision)

Tommaso Grotto (Kopjra)

Luca Guidobaldi (Nctm)

Paolo Masini (Mibact e Casa del cantautore)

Marco Mori (Producer)

Stefano Negrin (La Cupula Music)

Mattia Pace (manager)

Nello Pappalardo (Globus)

Alex Pierro (JamTv)

Paolo Prato (RadioinBlu)

Adila Salah (NoiseSymphony)

Michele Scuffiotti (EdicolAcustica)

Daniele Sidonio (Recensito)

Tino Silvestri (Officina della Musica e delle Parole)

Paolo Talanca (Fatto quotidiano)

Barbara Urizzi (Radio Capodistria)

Giulia Zichella (L’Isola che non c’era)

Redazione

Backstreet Boys, crolla struttura prima di un concerto: feriti 14 fan


Backstreet Boys, crolla struttura prima di un concerto: 14 feriti

L’ingresso della struttura che avrebbe dovuto ospitare un concerto dei Backstreet Boys  a Thackerville, nell’Oklahoma ha ceduto a causa di una tempesta e 14 fan sono  sono finiti all’ospedale. Lo staff aveva iniziato a far evacuare gli spettatori visto le pessime condizioni del tempo ma circa 150 persone in fila “non hanno ascoltato gli avvertimenti”, nonostante ci fosse una pioggia battente e soffiassero venti a circa 130 chilometri orari.

Kevin Richardson, uno dei componenti dei Backstreet Boys, poco prima aveva twittato che la band si sarebbe aspettato un concerto sold-out con circa 12mila partecipanti, successivamente  ha comunicato che il concerto è stato cancellato a causa della tempesta e dei fan feriti.

Redazione

RisorgiMarche porta in trionfo Jovanotti


Un oceano di gente in festa: RisorgiMarche porta in trionfo Jovanotti - VIDEO

Oggi pomeriggio. Domani vi racconto. Intanto grazie RisorgiMarche!“: così sul suo profilo Lorenzo Jovanotti, subito dopo la conclusione del suo concerto all’Abbazia di Roti di Matelica. Una foto che dice molto più di mille parole: una folla oceanica ha accompagnato il concerto: giovani, meno giovani, famiglie intere fin da questa mattina si sono date appuntamento sulla suggestiva spianata che ha accolto il concerto, malgrado il gran caldo, a tratti insopportabile. Da una prima stima si parla di  15 – 20mila persone presenti all’Abbazia di Roti, per arrivare poi ad un dato più aggiornato che supera  50mila presenze.

Jovanotti, accompagnato da Saturnino, Riccardo Onori, Leo di Angilla e Gianluca Petrella, ha dato vita a un concerto fatto di vecchi e nuovi  successi di fronte a una folla entusiasta. La seconda edizione della manifestazione ideata da Neri Marcorè chiude quindi col botto che già guarda con rinnovato entusiasmo alla prossima dell’estate 2019.  

Redazione

MUSE: Matt Bellamy fonda con Graham Coxon dei Blur una Beatles Tribute Band!


 bellamycoxon9-3-18Nei giorni scorsi si era sparsa la voce che Matt Bellamy dei Muse e Graham Coxon dei Blur avrebbero accompagnato Roger Daltrey degli Who in un concerto benefico per il Teenage Cancer Trust. L’evento si terrà alla Royal Albert Hall di Londra il prossimo 22 marzo e il prezzo dei biglietti, già disponibili all’acquisto, va dalle 38 sterline ad un massimo di 2774 sterline. Ma la vera notizia, in realtà, era un’altra: vale a dire che Bellamy e Coxen si esibiranno con la loro appena nata tribute band dei Beatles, la Dr. Pepper’s Jaded Hearts Club Band! “Sono molto felice di esibirmi con Matt Bellamy nella mia serata per il Teenage Cancer Trust alla Royal Albert Hall il prossimo 22 marzo“, ha dichiarato Daltrey, come riporta NME: “Matt porterà con sé la sua Dr. Pepper’s Jaded Hearts Club, che include Graham Coxon dei Blur, per suonare alcuni classici dei Beatles. È il loro primo concerto nel Regno Unito e sarà una cosa molto divertente!”.

 

Redazione

TV, ALBA PARIETTI: LUCARELLI MI HA CHIESTO 258MILA EURO? CONTRO QUERELO E CHIEDO IO RISARCIMENTO (video)


 
 alba-parietti-e-selvaggia-lucarelli_1291633
Selvaggia Lucarelli mi ha chiesto 258mila euro, ma io ovviamente controquerelo e il risarcimento lo chiedo io”. A parlare è Alba Parietti, oggi al programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. “In tribunale ci sono andata solo per questioni di vita o di morte, ora purtroppo mi toccherà andarci, non so quanto ho speso di avvocati e perdite di tempo su una cosa per me assurda.” Va detto che a ‘Ballando con le Stelle’ tra voi due sono volate parole forti…”Quello era uno show tv, la Lucarelli fa quello di mestiere. Questa storia è ridicola”.
 

Amy Winehouse, “My Own Way” pubblicata demo inedita scritta dalla cantante a 17 anni


Amy Winehouse, pubblicata demo inedito My Own Way

A quasi sette anni di distanza dalla sua morte, è stata pubblicata online la demo di un brano inedito di Amy Winehouse dal titolo My Own Way. Si tratta di un pezzo che la voce di Back To Black scrisse nel 2001, quando era solo diciassettenne, e due anni prima  del suo disco di debutto Frank. 

A decidere la pubblicazione della demo è stato il produttore e autore dei primi anni di carriera dell’artista londinese Gil Cang: “Ho esaminato la cosa per molto tempo. Mi ci sono imbattuto di nuovo la scorsa settimana e ho pensato: la metto a disposizione così le persone possono ascoltarla”. Di seguito trovate proprio la demo di My Own Way.

da Rtl 102.5

Premio Amnesty Italia: quale sarà la canzone dell’anno? le dieci nomination


PREMIO AMNESTY ITALIA: QUALE SARA’ LA CANZONE DELL’ANNO?

LE DIECI NOMINATION: BRUNORI SAS, CAPAREZZA, CLEMENTINO, DECIBEL, GHALI, JOVANOTTI, LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA, LO STATO SOCIALE, ERMAL META, MIRKOEILCANE

Amnesty International Italia e Voci per la Libertà annunciano le dieci canzoni candidate quest’anno al Premio Amnesty International Italia, il prestigioso riconoscimento riservato a brani sul tema dei diritti umani pubblicati da big della musica italiana nell’anno precedente.

Sono in lizza (qui in ordine alfabetico per artista): “L’uomo nero” di Brunori Sas, “L’uomo che premette” di Caparezza,Deserto” di Clementino,Gli anni del silenzio” dei Decibel,Ora d’aria” di Ghali, “Affermativo” di Jovanotti,Stelle marine” de Le Luci della centrale elettrica,Socialismo tropicale” de Lo Stato Sociale,Vietato morire” di Ermal Meta,Stiamo tutti bene” di Mirkoeilcane.

Il riconoscimento, nato nel 2003 nell’ambito del festival Voci per la libertà – Una Canzone per Amnesty, viene assegnato da una giuria specializzata (composta da giornalisti, conduttori radiofonici e televisivi, referenti di Amnesty e di Voci per la Libertà). Le dieci canzoni finaliste sono invece scelte da Amnesty e Voci per la libertà da un’ampia rosa di segnalazioni giunte dal pubblico e dagli addetti ai lavori. Il vincitore del Premio Amnesty International Italia 2018 sarà ospite nella nuova edizione di Voci per la libertà – Una Canzone per Amnesty, che quest’anno si svolgerà dal 19 al 22 luglio a Rosolina Mare (Rovigo).

Ecco l’albo d’oro del Premio:

2003 “Il mio nemico” di Daniele Silvestri

2004 “Pane e coraggio” di Ivano Fossati

2005 “Ebano” dei Modena City Ramblers

2006 “Rwanda” di Paola Turci

2007 “Occhiali Rotti” di Samuele Bersani

2008 “Canenero” dei Subsonica

2009 “Lettere di soldati” di Vinicio Capossela

2010 “Mio zio” di Carmen Consoli

2011 “Genova Brucia” di Simone Cristicchi

2012 “Non è un film” di Frankie Hi-Nrg MC e Fiorella Mannoia

2013 “Gerardo nuvola ‘e Povere” di Enzo Avitabile e Francesco Guccini

2014 “Atto di forza” di Francesco e Max Gazzè

2015 “Scendi giù” di Alessandro Mannarino

2016 “Pronti a salpare” di Edoardo Bennato

2017 “Ballata triste” di Nada

 Redazione

26/01/2018 – 20:30 #RAI1: PRIMAFESTIVAL Conduce Sergio Assisi con il contributo di Melissa Greta Marchetto


Torna il “PrimaFestival“, un notiziario flash quotidiano per non perdersi nulla e arrivare pronti alla 68esima edizione del Festival di Sanremo. Le canzoni e i cantanti, gli ospiti e lo show, i gossip e le polemiche, tutto questo e molto altro anima i 5 minuti della striscia quotidiana del PrimaFestival, l’unico programma all-news interamente dedicato all’evento sanremese, in onda da venerdì 26 gennaio fino alla serata finale del 10 febbraio alle 20.30 circa su Rai1 dalla Sala Biribissi del Casinò di Sanremo. Il conduttore Sergio Assisi propone ogni sera anticipazioni, ospiti, incontri inattesi, curiosità e contributi esclusivi, mentre Melissa Greta Marchetto (voce di Rai Radio2) in collegamento dalla sua postazione multimediale informa il pubblico sui contenuti che animano i social, le tendenze e i trend e gli scoop. “PrimaFestival” è firmato da Andrea Boin e Walter Santillo, la regia è di Elisabetta Pierelli.
Redazione

CARLO CRACCO SI E’ SPOSATO CON RITO CIVILE CELEBRATO DAL SINDACO DI MILANO SALA – Lapo Elkann, testimone dello sposo


cracco

Carlo Cracco ha detto sì. Lo chef stellato ha sposato al Palazzo Reale di Milano, con rito civile, la sua compagna Rosa Fanti, a cui è legato da oltre dieci anni e da cui ha avuto due figli. A celebrare il rito è stato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Gli sposi sono arrivati a Palazzo Reale in auto: per lui abito scuro e papillon, per lei abito bianco lungo con paillettes, profondo spacco e scarpe color oro a tacco alto. La cerimonia, a porte chiuse, è stata per pochi intimi. Tra gli altri, oltre ai familiari più stretti, alcuni volti vip come Camila Raznovich, conduttrice di Kilimangiaro, e Lapo Elkann, che ha fatto da testimone allo sposo e che ha realizzato alcuni progetti con lo chef stellato ed ex conduttore della trasmissione Masterchef. (ANSA).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: