Rai3

CS_#RAI3 12_FEB_2020, 21:20 Chi l'ha visto? Ospiti i genitori di Marco Vannini


(none)

Marina e Valerio, i genitori di Marco Vannini, saranno in studio ospiti di “Chi l’ha visto?” domani, mercoledì 12 febbraio, alle 21.20 su Rai3, per ringraziare tutte le persone che sono state loro accanto dopo la sentenza di Cassazione che ha rinviato a un processo d’appello bis la valutazione delle responsabilità di Antonio Ciontoli e dei suoi familiari.
“Volevo fermare Alessandro, il ragazzo che dava fastidio a mio figlio. Gli volevo dare una lezione”, dice Riccardo Menenti in un’intervista rilasciata al programma condotto da Federica Sciarelli. Menenti, condannato all’ergastolo per l’omicidio del giovane Alessandro Polizzi, è stato scarcerato per decorrenza dei termini il 20 gennaio scorso. La magistratura è poi intervenuta disponendo per lui l’obbligo di dimora, in attesa del terzo grado di giudizio.
Come sempre, nel corso della puntata, emergenze e dirette su casi di scomparsa. Per assistere al programma in diretta dallo studio: telefono 06.8262  o posta elettronica 8262@rai.it. 
Per contatti: facebook: http://www.facebook.com/chilhavisto/
twitter @chilhavistorai3  sito: http://www.chilhavisto.rai.it  
WhatsApp 345 313 1987     

CS_#RAI3 25_GEN_2020, 21:30 "Remember" Film sulla vendetta con insoliti protagonisti


(none)

Sabato 25 gennaio alle 21.30 Rai3 trasmette il film di Atom Egoyan “Remember” con Christopher Plummer, Martin Landau e Bruno Ganz. Remember è la storia ai giorni nostri di Zev, (il premio Oscar Christopher Plummer), che scopre che la guardia nazista che assassinò la sua famiglia circa 70 anni fa vive attualmente in America sotto falso nome. Malgrado le evidenti sfide che la scelta comporta, Zev decide di portare a termine una missione per rendere una giustizia troppo a lungo rimandata ai suoi cari, portandola a compimento con la sua stessa mano ormai tremolante. La sua decisione dà l’avvio a uno straordinario viaggio intercontinentale con conseguenze sorprendenti.

Redazione

#RAI3 04 DIC 2019, 21:20 “Chi l’ha visto”? Ospiti il papà e la mamma di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso a Roma


(none)
È il giorno di Anastasia: dopo tante bugie, cosa dirà al pm? In studio, mercoledì 4 dicembre alle 21.20 su Rai3, a “Chi l’ha visto?” il papà e la mamma di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso a Roma. La trasmissione condotta da Federica Sciarelli, raccoglie anche lo sfogo dei genitori di Martina Rossi, la ragazza che per sfuggire a un tentativo di stupro precipita dal terrazzo dell’albergo :“La prescrizione non può riguardare un omicidio. La facessero per i reati fiscali, non per mia figlia.”
Redazione

#Rai3: Speciale Amore Criminale Storia di Camilla


(none)

In occasione della “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” domenica 24 novembre, alle 21.25, Rai3 presenta uno Speciale di Amore Criminale, condotto da Veronica Pivetti e dedicato al ricordo di Camilla, uccisa dal suo ex compagno a 35 anni, vicino Bologna.

Camilla nasce ad Acquaviva delle Fonti (in provincia di Bari) ma si trasferisce a Bologna per amore di un ragazzo. Nel 2007 Camilla chiude quella relazione e per lavoro conosce un appuntato dei carabinieri. I due s’innamorano, vanno a vivere insieme in una villetta e nel 2008 mettono al mondo una bambina.

Il rapporto della coppia s’incrina a causa del comportamento di Claudio che umilia Camilla in continuazione. La donna, stanca della situazione, vuole lasciarlo, così si rivolge a un avvocato per chiedere l’affidamento della bambina.

È il 2 aprile 2011, tra le 6:00 e le 7:00 di mattina, quando Camilla viene uccisa dal compagno con numerosi colpi di forbice e martello. L’uomo, subito dopo l’omicidio, prende la figlia piccola e la porta dai suoi genitori. Poi va a costituirsi dalla Polizia di Faenza. Claudio è stato condannato con rito abbreviato, in via definitiva, a 16 anni di carcere.

CS_”Disonora il padre” Doppio appuntamento per raccontare una rivoluzione tutta femminile


(none)

Doppio appuntamento con il programma “Disonora il padre”, venerdì 22 e lunedì 25 novembre alle 23.15 su Rai3. Continua il racconto inedito di una rivoluzione tutta femminile. Nello speciale, che si articolerà in due puntate,  si esploreranno gli equilibri più intimi della mafia calabrese che ancora oggi si nutre di vecchi codici e riti arcaici. Nel viaggio on the road tra storie, interviste e numerosi documenti inediti di una nuova generazione di ‘Ndrangheta si racconterà come vivono le donne in queste famiglie: picchiate, rinchiuse, minacciate o uccise dai propri padri per non essere state fedeli ai loro mariti. La spinta verso l’emancipazione parte dai social networks: chattano e si innamorano, trovando la forza di rivolgersi alla giustizia per uscire dalla spirale criminale.
Le donne che hanno alzato il capo stanno mettendo a rischio la solidità della ‘Ndrangheta, il cui perno sono proprio i legami di sangue che ruotano intorno al ruolo delle “femmine”, in quanto custodi di una cultura criminale in cui l’onore dei padri vale più delle loro stesse vite, siano esse madri, mogli o figlie.
Le storie di queste donne che “disonorano” i padri scegliendo lo Stato al posto della mafia sono un grido di dolore, ma ancor più di speranza in questo mese di novembre in cui ricorre il decennale della morte di Lea Garofalo e la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Redazione

CS_”Stati generali” Tra gli ospiti della prima puntata Dario Argento, Marco Mengoni, Stefano Mancuso e Jane Birkin


(none)

Serena Dandini convoca gli STATI GENERALI e torna su Rai3 con sei puntate in prima serata da giovedì 21 novembre alle 21.20. In un clima assembleare, il programma mette in scena tra fantasia, satira politica e di costume e incursioni nella realtà, la situazione del nostro Paese in questo tumultuoso passaggio tra il 2019 e il 2020.

Tra gli ospiti d’eccezione della prima puntata Dario Argento in un monologo sulla paura e Marco Mengoni che giocherà con la resident band e con Neri Marcorè. Sul suo celebre divano, Serena Dandini intervisterà il neurobiologo di fama internazionale Stefano Mancuso e una vera e propria icona degli anni 60: la magnifica Jane Birkin.

Tra i personaggi fissi Martina Dell’Ombra (Federica Cacciola), la conduttrice sovranista; Neri Marcorè che, al suo ritorno alla satira politica, ci porta il messaggio di buon augurio del premier Conte e le ritrovate, secretatissime Stories di Andreotti. Lucia Ocone è Guga, in collegamento dal Paleolitico; Cinzia Leone spiega la manovra economica coi toni apocalittici della sua mitica signorina Vaccaroni; Edoardo Ferrario, nei panni del sondaggista Massimo Stima, ci tiene aggiornati sugli umori del popolo italiano, e Germana Pasquero, nelle vesti di Franca Leosini, darà un’anticipazione delle sue nuove Storie Maledette.

The Pills ci portano “Ai confini de tipo adesso”, con storie paradossali da un presente distopico, Natalino Balasso propone gli umori del NordEst, le breaking news sono affidate al TG Lercio.

Ospiti musicali i The Scissionisti, in cui alcuni potrebbero riconoscere Elio e le Storie Tese, mentre i maestri Legge e Bacchelli (Elio e Rocco Tanica) ci condurranno in una surreale riscoperta della musica classica. La sigla finale sarà improvvisata da Elianto

Redazione

CS_RAI 3 18 NOV 2019, 23:10 “Prima dell’alba” Lo spopolamento in Molise, un sacerdote sotto scorta, la falconeria nel Parco della Majella, la metropolitana milanese



(none)
Lunedì 18 novembre alle 23.10 su Rai3 va in onda l’ultimo appuntamento di “Prima dell’Alba” il programma on the road alla scoperta dell’Italia notturna, quella di chi comincia a vivere quando gli altri vanno a dormire.
Il viaggio di Salvo Sottile comincia nel paese di Pescopennataro in Molise, piccolo centro di 200 abitanti, per la maggior parte ultrasessantacinquenni, che rischia di scomparire a causa dello spopolamento. Qui incontra il sindaco Carmen Carfagna, che si prende cura del suo paese non solo occupandosi delle normali mansioni d’amministrazione ma anche gestendo in prima persona i servizi essenziali come il controllo dei lampioni o la raccolta dell’immondizia. Non tutti però abbandonano il paese: c’è chi, come Brunella, un’artista di ceramiche, ha scelto di tornare a Pescopennataro per stabilire qui la propria attività.
Salvo si dirige poi a Grottarossa nel Lazio per conoscere Don Antonio, un prete di strada che ha fatto dell’aiuto agli ultimi la propria missione di vita. Il suo obiettivo è quello di togliere dalle piazze di spaccio giovani in difficoltà, costretti e assoggettati dal mondo della droga. Il prete, minacciato dalla criminalità organizzata, da quattro anni vive sotto scorta e nel 2012 ha fondato la comunità Don Giustino, che oggi ha sede nella casa confiscata del boss della Banda della Magliana Salvatore Nicitra. Qui Salvo conosce una realtà dove abitano una ventina di ragazzi salvati dalla strada che, grazie a Don Antonio, hanno non solo una casa ma anche un’occupazione.
Il viaggio prosegue nella bellezza dell’abbazia medievale di San Liberatore a Majella nel cuore del Parco della Majella. Qui Salvo incontra il falconiere Maurizio, che lo introduce al mondo dei volatili notturni spiegandogli come ci si prende cura di questi animali e facendogli fare una prova di falconeria proprio all’interno della storica abbazia.
Dopo una visita sul set di un film erotico per scoprire il dietro le quinte del cinema hard insieme all’ex attore e regista Francesco Malcom, Salvo termina il suo viaggio notturno a Milano per incontrare i dipendenti ATM, la società che gestisce la metropolitana meneghina, che ogni giorno trasporta milioni di persone attraverso i suoi 193 km. Di notte qui lavorano circa 50 operai su 15 cantieri, compiendo operazioni complicate e pericolose che possono essere svolte solo interrompendo la corrente che alimenta la metro. Di notte, infatti, a passare sono solo i treni molatori che rettificano i binari dalla pressione che quotidianamente subiscono. Al ritorno in superficie, ad attendere Salvo c’è la fredda nebbia autunnale di Milano che lo costringe, per questa volta, a immaginare solamente l’alba che si nasconde dietro le nubi milanesi.
Redazione

CS_RAI 3 06 NOV 2019, 21:20 “Chi l’ha visto”? La puntata si occuperà del caso di Ylenia Carrisi


(none)
A “Chi l’ha visto?” l’invecchiamento di Ylenia Carrisi, la figlia di Al Bano e Romina, scomparsa a New Orleans nel 1993. E, sui social, il messaggio della mamma Romina Power: “Ylenia è nata nel mese di Novembre. Aveva 23 anni quando è scomparsa. Non ho mai abbandonato la speranza di poterla riabbracciare. So che da allora è sicuramente cambiata, ma se qualcuno riconoscesse una donna che somiglia a questa ragazza, per favore contattatemi. Grazie, e condividete se potete”. Di questo di occuperà Federica Sciarelli nella puntata in onda domani,  mercoledì 6 novembre alle 21.20 Rai3.

Per contatti: facebook: http://www.facebook.com/chilhavisto/
twitter @chilhavistorai3  sito: http://www.chilhavisto.rai.it
WhatsApp 345 313 1987

#RAI3 31 OTT 2019, 21:20 “A raccontare comincia tu” Raffaella Carrà incontra Loretta Goggi


(none)
Giovedì 31 ottobre, alle 21.20 su Rai3, secondo appuntamento con “A raccontare comincia tu…”, il programma condotto da Raffaella Carrà e dedicato alle speciali interviste con i grandi protagonisti del nostro tempo.
Anche questa settimana Raffaella entrerà in punta di piedi nei luoghi cari all’ospite di puntata, per dare vita ad un incontro emozionante, un viaggio tra pubblico e privato che svelerà la parte più intima e personale di una vita passata sotto i riflettori. Un racconto lungo il fiume dei ricordi, tra filmati e curiosità inedite, dove la storia del protagonista spesso si intreccia con quella della conduttrice, sul palco e nella vita.
Dopo l’esordio con l’istrionico Renato Zero, sarà la volta di un altro talento straordinario: Loretta Goggi. Artista tra le più versatili e dall’eleganza senza tempo, la Goggi ripercorrerà con Raffaella i momenti più belli della sua intensa carriera e quelli più difficili della sua vita privata.

Ispirato al format spagnolo Mi Casa Es La Tuya, e prodotto da Rai3 in collaborazione con Ballandi Arts, “A Raccontare Comincia Tu” è un programma di Raffaella Carrà, Sergio Iapino e Giovanni Benincasa. Scritto da Raffaella Carrà, Giovanni Benincasa, Salvo Guercio e Caterina Manganella. Produttore esecutivo Ballandi Arts Luca Catalano. Produttore esecutivo Rai3 Adriana Sodano. Regia di Sergio Iapino e Luca Granato. Direzione artistica Sergio Iapino.

Redazione

CS_#RAI3 31 OTT 2019, 21:20 “A raccontare comincia tu” Raffaella Carrà incontra Loretta Goggi


(none)
Giovedì 31 ottobre, alle 21.20 su Rai3, secondo appuntamento con “A raccontare comincia tu…”, il programma condotto da Raffaella Carrà e dedicato alle speciali interviste con i grandi protagonisti del nostro tempo.
Anche questa settimana Raffaella entrerà in punta di piedi nei luoghi cari all’ospite di puntata, per dare vita ad un incontro emozionante, un viaggio tra pubblico e privato che svelerà la parte più intima e personale di una vita passata sotto i riflettori. Un racconto lungo il fiume dei ricordi, tra filmati e curiosità inedite, dove la storia del protagonista spesso si intreccia con quella della conduttrice, sul palco e nella vita.
Dopo l’esordio con l’istrionico Renato Zero, sarà la volta di un altro talento straordinario: Loretta Goggi. Artista tra le più versatili e dall’eleganza senza tempo, la Goggi ripercorrerà con Raffaella i momenti più belli della sua intensa carriera e quelli più difficili della sua vita privata.

Ispirato al format spagnolo Mi Casa Es La Tuya, e prodotto da Rai3 in collaborazione con Ballandi Arts, “A Raccontare Comincia Tu” è un programma di Raffaella Carrà, Sergio Iapino e Giovanni Benincasa. Scritto da Raffaella Carrà, Giovanni Benincasa, Salvo Guercio e Caterina Manganella. Produttore esecutivo Ballandi Arts Luca Catalano. Produttore esecutivo Rai3 Adriana Sodano. Regia di Sergio Iapino e Luca Granato. Direzione artistica Sergio Iapino.

Redazione