Maria De Filippi

MARIA DE FILIPPI: “Non so se Milly è davvero ossessionata dall’Auditel … “Pensavo vincesse già con la semifinale, ma non è accaduto. Sono certa che accadrà con la finale”.


mariad

Maria De Filippi risponde alla domande di Domenico Naso in una intervista per Il Fatto Quotidiano. Flemmatica, precisa e concisa  passa  dal caso Morgan alla sfida con Ballando con le Stelle, dal web “tarocco” al rapporto dettagliato del rapporto che la lega a RTL e al suo presidente Suraci, per finire a raccontare le dinamiche televisive. Riportiamo alcune parti interessanti della intervista “fiume” che spiegano il suo concetto su alcuni accadimenti che hanno recentemente animato i social e che la riguardano:

Su MorganMorgan per me non è un dente. La scelta di Morgan nasce l’anno scorso, da una provocazione che lui fa su Chi dopo Sanremo: “Chissà se Maria avrà mai il coraggio di invitarmi in un suo programma a cantare…”. E a questo punto sono io che lo cerco, vado a cena con lui e Rudy Zerbi che è suo amico, e oggettivamente rimango affascinata. Mi piaceva il suo modo di ragionare. Abbiamo parlato di tante cose e la mattina dopo lo chiamo chiedendogli di rivederci e lo inserisco nel serale dandogli il ruolo secondo me più giusto per lui, una sorta di giudice che poteva dire la sua sulle canzoni che cantavano i ragazzi o dare delle prove speciali. Finisce l’esperienza con soddisfazione di entrambi e a giugno lui mi chiede di fare il direttore artistico. Alla fine dico sì. È stata una mia scelta.

La rifarei mille volte. Sono un’istintiva, non mi preoccupo di quello che dice la gente. Nella stessa situazione la rifarei. Quando dico che è stato un mio fallimento, lo dico perché secondo me Morgan in un talent potrebbe dare moltissimo, ma nel ruolo di direttore artistico non è andata così quindi sì, è stato un fallimento per tutti e due. Per me perché non sono riuscita a fare emergere le chiavi secondo me più importanti di Marco, per lui perché sono sicura che sia dispiaciuto quanto me.

Su Morgan a BallandoQuando ho saputo che era a Ballando ho pensato: meglio così, perché lavora. E penso che per lui sia importante. 

Alla domanda “Lei al posto di Milly l’avrebbe invitato?” risponde: No, avrei aspettato un’occasione diversa e non avrei neanche giocato sull’equivoco della “verità”.

Sul concetto di “web tarocco”: …ho visto che fa figo essere in tendenza, avere tanti like e tanti commenti. Ma bisogna vedere se sono commenti che rispondono alla verità o sono fatti da un esercito di persone che deve commentare. Non è il massimo quando il web diventa tarocco, non porta niente a nessuno.   È come avere tanti like che poi non corrispondono alla verità. Questo web tarocco mi fa un po’ tristezza, soprattutto perché lo sport preferito in questo momento sembra essere il ricattino: vado sul web e sparo contro ma se mi arruoli smetto.

A proposito dell’articolo durissimo di Aldo Grasso su Milly Carlucci e sulla sua presunta ossessione degli ascolti che la porterebbero a fare dispetti alla De Filippi:  Grasso lo leggo sempre. Penso di detenere un record: so tutti gli articoli che scrive. Penso sia partito dal teaser sulla “verità” che creava l’equivoco sul caso Morgan. Non so se Milly è davvero ossessionata dall’Auditel: lei dice che Ballando non è paragonabile a C’è posta perché C’è posta è partito prima, che non è paragonabile ad Amici perché Amici è partito dopo. Quindi, se dovessi giudicare da quello che dichiara, direi che non è così attenta agli ascolti. Ripeto: giudicando da quello che dichiara. Dell’articolo mi è dispiaciuto il pezzo su di me. Da cinque anni a questa parte, ad Amici, cerco di non cavalcare le polemiche con la giuria. Ma quando ho letto quel pezzo ho capito di stare ancora sulle scatole a Grasso.

Sulla collocazione di Amici in palinsesto al sabato sera?
La scelta di mandare in onda il programma al sabato è di Publitalia. È una collocazione che non amo e credo che durante la settimana sarebbe più adatto. Sono tre anni che ci provo ma non ce la faccio perché Publitalia vende il pacchetto “De Filippi” per tutti i sabati, tutto l’anno. Spero che prima o poi il sabato sera andrà in onda qualcun altro…

Sulle frecciate contenute nella lettera scritta in occasione del rientro di Emma ad Amici:

C’era un accenno polemico a chi prende Amici in un modo diverso da quello che è. Amici c’è da sedici anni e di ragazzi ne sono passati tanti. C’è chi ha avuto la fortuna di realizzarsi come cantante (i ballerini quasi tutti) e chi no. D’altra parte, i cantanti non nascono come funghi. E non è un caso che i grandi nomi della musica italiana siano ancora, da decenni, sempre gli stessi: Laura Pausini, Giorgia, Tiziano Ferro. Già che ci sono dentro anche Mengoni, Amoroso, Emma, Noemi e Annalisa è un risultato enorme. Amici non può essere una onlus. È un programma televisivo che per un anno, e in questo ha più fortuna di X Factor perché c’è una parte oggettivamente scolastica, ti dà tutti gli strumenti per realizzarti. Ma tu devi avere qualcosa in più per farti scegliere dalla gente. Hai talento, ovviamente, altrimenti non saresti entrato, ma deve esserci l’unicità di quel talento. È come quando ricevi i commenti tarocchi sul web. Ti possono esaltare ma lo sai che sono tarocchi. Quando vai in mezzo alla gente non l’hai mica pagata, e al concerto non fai sold out.

Sui rapporti con le radio, come è nata la collaborazione con RTL e Suraci

Dico tutta la verità, non ho nessun problema e sfido chiunque a smentirmi. Siamo ai tempi di Alessandra Amoroso con Immobile, tempi in cui nessuna radio passava i pezzi dei ragazzi di Amici. Io chiamo Linus pregandolo di sentire il disco di Alessandra. Linus ascolta e mi dice: “Non mi piace”. Chiamo Rds nella persona di Eduardo Montefusco, perché Maurizio aveva lavorato per loro e lo conoscevo. Gli chiedo di ascoltare i pezzi e mi risponde che non sono in linea con l’EarOne. Le radio non passavano un ragazzo di Amici neanche sotto tortura perché secondo loro non funzionavano. Consideravano i talent come i discografici di allora: la feccia della feccia. Arriviamo all’edizione con Emma. Al serale sono invitati anche i giornalisti e tra loro c’è Luca Dondoni (giornalista de La Stampa e conduttore di un programma su RTL, ndr) che durante il programma smanetta con il cellulare e mi dice: “Mi ha scritto Suraci e ha intenzione di passare ‘Calore’ di Emma”. Il primo passaggio avviene, dunque, su RTL. L’anno successivo io impazzisco, per gusti personali, per i Modà e li invito ad Amici. Non so che i Modà sono della casa discografica di Suraci ma da lì si crea un rapporto: Emma finisce a Sanremo con i Modà, poi Emma discute con Suraci e per un po’ di tempo RTL passa solo i Modà e non Emma nonostante il pezzo lo abbiano cantato insieme. Prima che Suraci si avvicini ad Amici, cerco di instaurare un rapporto con 105 e facciamo una sorta di accordo che prevede che passi gli inediti dei ragazzi. Il problema è che più che gli inediti, mandavano in onda le interviste a me. Suraci si presenta proponendo gli inediti dei ragazzi abbinati a un concorso e io dico sì. A questo punto, Suraci ha la possibilità di passare i brani di Amici. Fine. Ma tra me e Suraci non c’è mai stato un contratto o un euro, niente di tutto ciò. Adesso che Piersilvio ha preso 105, Mediaset si è spostata su 105 e ovviamente anche Amici. Questa è la storia vera. Non c’è nulla in mezzo. Del tipo che Suraci non ha mai fatto un regalo di Natale a me e io non l’ho mai fatto a lui. Zero.

Differenza tra sistema Rai e sistema Mediaset
È completamente diverso. Mi è sembrato che a Mediaset ci sia più libertà di contenuto. È anche giusto, visto che la Rai è servizio pubblico e dunque c’è una struttura burocratica che a Mediaset non c’è. Anche solo i passaggi che devi seguire per fare una cosa sono molto di più rispetto ai passaggi che dobbiamo fare noi. (non immagina un suo futuro in Rai, dichiara di stare bene dove si trova ndr)

Cosa si aspetta  dallo scontro finale con Milly Carlucci e con l’ultima puntata di Ballando con le stelle
Io penso che debba vincere Ballando, visto che è la finale. Così magari Milly è felice. Anzi no, visto che lei i dati non li guarda. Pensavo vincesse già con la semifinale, ma non è accaduto. Sono certa che accadrà con la finale.

Redazione

AMICI16 ANTICIPAZIONI: RENATO ZERO quinto giudice – OSPITI: ARISA E LOREDANA BERTE’ – ESCE: COSIMO


amici-16-studio-serale-squadre-bianca-blu-29-aprile

Amici16 sesto appuntamento: Il quinto giudice che affiancherà Ermal Meta, Ambra Angiolini, Eleonora Abbagnato e Daniele Liotti sarà Renato Zero che ritorna ad Amici dopo l’esperienza dell’edizione del  2015, rimasta nella memoria per i battibecchi con Emma anche in quella edizione  direttore artistico.

Tra gli ospiti alcuni ritorni, infatti ci saranno Arisa e Loredana Berté  che ha ricoperto nelle scorse edizioni il ruolo di giudice. Ritorna anche, dopo essere stato ospite nella quarta puntata,  Roberto Saviano, che già nella quarta puntata era salito sul palco di Amici con un monologo sul cyberbullismo e sulla libertà di pensiero dedicato alla poetessa Anna Achmatova.

Dalle anticipazioni in rete si scopre  anche il nome dell’eliminato della serata: Cosimo Barra dei blu che nel ballottaggio con Shady, cantane della Squadra Bianca, ha la peggio ed esce da Amici

Considerato che a restare in gioco dopo l’uscita di Cosimo restano due ballerini  Andrea e Sebastian è probabile che già nella settima puntata verrà incoronato il vincitore della categoria danza.

Redazione

AMICI16: MARIA DE FILIPPI INTERVISTA RAZ DEGAN “…Il vero te, lo puoi vedere anche ad occhi chiusi”.


raz-degan-1-770x430

Sabato 22 aprile Raz Degan è stato ospite e quinto giudice della quinta puntata di Amici16 . L’attore israeliano, è apparso molto interessato e concentrato sulle  esibizioni degli ragazzi emozionandosi in particolare per Sebastian e Andreas (rispettivamente ballerini della squadra bianca e blu) e per Thomas (cantante  della squadra bianca) che l’ha letteralmente strabiliato per completezza artistica e bravura nonostante la giovanissima età (17 anni) tanto da definirlo già un “professionista”. L’ex modello oggi attore e produttore è stato poi eccezionalmente  intervistato da Maria De Filippi in maniera insolita e originale semplicemente sottoponendogli all’attenzione alcuni oggetti riguardanti la sua vita, ne è venuta fuori una intervista, per niente banale ma profonda nella semplicità delle sue risposte. Eccola:

Maria D.F. gli mostra una Clessidra e Raz dice:

Il tempo è prezioso. Siamo nati in un mondo in cui il tempo è già sacrificato dalla nascita. Io sono Nato per Vivere. Come mai non ho più tempo per me? Dobbiamo rinnovare il tempo, il mondo.

Si passa al cellulare:

Nei vecchi tempi la comunicazione era qualcosa di più telepatico. Questo oggetto ci assorbe tutto il tempo, dobbiamo saperlo usare. Non essere suoi schiavi.

Si continua con una bambolina vestita da sposa:

Il matrimonio può essere anche una galera. La persona non è un oggetto. Appartiene alla mia anima, viva la libertà delle donne.

Si va avanti con un trullo, tipica abitazione pugliese(in cui Raz vive)

Adoro il mio trullo, per chè trovo pace e serenità. E’ il mio rifugio e mi viene in mente il mio cane Max, ormai non c’è più. Forse un giorno lo rivedrò

E’ la volta del Biberon:

Siamo nati tutti della stessa sostanza. La madre divina di tutti noi. Il latte rappresenta la vita. Diamo forza a tutti i bambini che non hanno Latte in questo mondo.

Arriva lo Specchio:

Lo specchio preferisco guardalo il meno possibile. Perché vedi solo il riflesso di te. Il  vero te,  lo puoi vedere  anche ad occhi chiusi.

Due oggetti fondadamentali per Raz, la Bandana e la Valigia

Per la prima dice:

Rappresenta la libertà. Non voglio dimenticare il dolore che ho provato facendo il militare, dove non avevo libertà di niente. Io non volevo farlo. Mettere la bandana mi ricorda che sono LIBERO.

La valigia, infine rappresenta la voglia di esplorare il mondo, di visitarlo, di viverlo.

Redazione

AMICI16: lettera di benvenuto di Maria De Filippi ad Emma piena di gratitudine ma anche di “frecciate” in riferimento alle critiche che la stanno colpendo..


Dopo l’uscita plateale e discussa di Morgan che tante polemiche ha generato, Maria De Filippi accoglie Emma come nuovo coach della Squadra Bianca con una lettera scritta da lei e se Morgan nel ruolo di direttore artistico è stato da lei considerato come “un fallimento personale“, la lettera per il ritorno di Emma Marrone nel ruolo di coach, è piena di affetto, ammirazione e gratitudine e.. non priva di frecciatine nemmeno tanto velate alle critiche e a chi critica il programma e lei stessa. Giudicate voi…

L’ultima volta che ti ho scritto una lettera indossavi una tuta bianca e piangevi perché scartavi il tuo primo disco. In questi anni hai vinto tanti dischi d’oro, ci sono stati i tour, hai duettato con i più grandi artisti, ma tu non sei mai cambiata, sei sempre forte, onesta, vera, fragile. Tu da questo programma hai avuto quel che dovevi avere dato il talento che hai, ma a differenza di alcuni che fanno la cosa più facile del mondo e accusano noi dei loro mancati successi senza chiedersi se un talento lo hanno, ti sei sentita in dovere di restituirci quel che secondo te ti è stato dato.

Grazie per essere qui, perché so che ci sei e ci sarai sempre e scusami se a volte non ti trattiamo con il rispetto che merita chi ha avuto tanti riconoscimenti come te, è che noi ti vediamo sempre come la Emma con la tuta bianca che rispettava anche il lavoro delle signore delle pulizie. Nessuno dimentica l’immagine di te che rifacevi i letti di tutti e facevi risplendere i pavimenti della casetta. Grazie ancora per tutto quello che fai e credimi, a questo programma non devi nulla, ha solo fatto vedere alle persone da casa il tuo talento… Sono certa che tu hai dato molto di più ad Amici che Amici a te.

La gratitudine per chi è passato da Amici è rara, ma la gratitudine è rara nella vita in generale, è questo a cui siamo abituati, ed è raro incontrare persone come te, per cui grazie ancora. Ti prometto che per tutti noi di Amici d’ora in poi non sarai più la piccola Emma con la tuta bianca ma solo Emma che è una grande cantante, ma anche una grande donna”.

“Non voglio entrare nel merito di quello che è successo, non mi riguarda, se sono qua è perché indipendentemente dalla vostra richiesta io sento di poterlo fare bene perché prima di essere qui sono stata lì al posto del ragazzi. Per me la musica è una vocazione e per questo mestiere sacrificherei tutto, il che non vuol dire svendersi. Finché potrò trasmettere a questi ragazzi giovani l’anima e il rispetto, lo farò sempre”.

AMBRA ANGIOLINI: una voce fuori dal coro, Morgan?: “Morgan fa quello che fa ogni giorno su se stesso, destruttura tutto e tutti. – Thomas tra le sue preferenze.


amb

40 anni appena compiuti e Ambra Angiolini , l’ex ragazza di Non è la Rai diventata attrice, ancora scossa dopo la morte dell’autore tv Gianni Boncompagni, a cui deve il suo lancio nel mondo dello spettacolo e televisivo, nel corso di una intervista rilasciata a TvSorrisi e Canzoni, parla della sua esperienza come giudice ad Amici ammettendo di trovarsi perfettamente a suo agio:  “Mi sto divertendo perché in fondo mi sento una ‘mariana’ proprio come tutti quelli che seguono e amano ogni giorno i suoi programmi. Mi appassionano le storie delle persone e le trame che si intrecciano e in questo programma ce ne sono tantissime”.

Mostra poi di essere una voce fuori dal coro nel sostenere la buona fede di Morgan nelle sue esternazioni : “Morgan fa quello che fa ogni giorno su se stesso, destruttura tutto e tutti. I ragazzi sono molto giovani, spesso non riescono a mettere insieme i pezzi. Per questo motivo, in queste ultime settimane li ho sentiti un po’ persi” condividendone poi anche  il  pensiero sulla poca umiltà dei ragazzi  che si sentono già arrivati, nonostante non abbiano concluso ancora nulla.

Ammette di preferire Thomas   Bocchimpani tra i ragazzi della Scuola perchè: “In Thomas, vedo un ragazzo magnifico che nonostante le difficoltà rimane in piedi. Le nuove generazioni sono straordinarie, crescono di settimana in settimana. I giovani hanno bisogno di essere ascoltati, non demoralizzati. La difficoltà dei talent è quella di proporre dei ragazzi in un mercato che è già saturo. Ai miei tempi bastava essere un po’ speciali: oggi bisogna essere unici”.

Ma le preferenze del pubblico televisivo e social, tutte o quasi in questa edizione vanno verso Riccardo Marcuzzo vero favorito ad aggiudicarsi Amici 2017.

Redazione 

AD AMICI DI MARIA DE FILIPPI VENTI DI GUERRA: DOPO MORGAN LA “BOMBA” DI VALERIO SCANU


Venti di guerra su Amici di Maria De Filippi, dopo l’evidente calo di audience della sedicesima edizione e le “dichiarazioni” di  Morgan recentemente defenestrato dal programma su richiesta ufficiale della squadra bianca di cui era coach (ora capitanata in sostituzione da Emma ndr) che mettono in discussione le dinamiche del programma  e minano la credibilità della ideatrice e  conduttrice, accusati di farsa e decisioni prese a tavolino, arriva la “bomba” di Valerio Scanu! A mezzo di lettera aperta,  l’ex talent, secondo classificato ad Amici8 nel 2010 chiarisce la sua posizione sulle recenti polemiche che hanno animato il web in questi giorni  a seguito delle dichiarazioni e accuse di Morgan e che hanno generato l’alzata di scudi di tutto l’entourage della De Filippi in sua difesa. Polemiche  rese più “accese” dal tweet del cantante di Per tutte le volte che attualmente impegnato su Rai1 come occhio indiscreto e conduttore della parte social di Ballando con le stelle di Milly Carlucci: “Ma tutte queste leccate di culo, secondo voi, vi riserveranno un posto in paradiso??? #jesuisMaria”  a cui ha prontamente ha risposto l’inossidabile defilippiano Rudi Zerby, con un twitt al vetriolo:  “Questo rosicare da cantante fallito ha proprio rotto i cogli0ni. Fatti una vita”. 

Nella nota (riportata integralemente) Valerio Scanu chiarisce, puntualizza e avverte i ragazzi di belle speranze che ripongono nel talent show il segreto del successo di non farsi illusioni perchè: se non entri nelle grazie giuste l’anno dopo SEI FINITO!!!

Insomma Maria… C’è Posta per te da parte del tuo ex “amico” Valerio Scanu:

“AMICI mi ha dato la possibilità, dopo tanti anni di piano bar (avevo 11 anni e mio padre si caricava decine di kg di strumentazioni sulle spalle per farmi mettere in tasca qualche soldo e per farmi fare quello che mi faceva star bene), dopo “Canzoni sotto l’albero” e dopo la vittoria a “Bravo Bravissimo”, di arrivare al grande pubblico. È stata una grande scuola sotto ogni punto di vista, un’esperienza unica che porterò sempre nel cuore e dove ho potuto confrontarmi con grandi professionisti, “coach” preparati, competenti che erano lì accanto a me a guidarmi, a formarmi a 360 gradi nel canto, nella recitazione e nel ballo..

Solo per citarne alcuni: Peppe Vessicchio, Luca Jurman, Gabriella Scalise, Fabrizio Palma, Grazia De Michele, Pino Perris, Fioretta Mari, Steve Lachance ecc. I bei tempi dove il rispetto e l’educazione erano alla base, dove si studiava veramente e si chiacchierava poco e mi dispiace troppo che i nuovi allievi non godano più di questa grande opportunità ma siano solo numeri allo sbaraglio di un programma di cui non sono più i protagonisti.

Molti hanno scritto che sputo nel piatto dove ho mangiato e, quindi, puntualizzo: devo la mia grande popolarità al talent e a Maria ma essere schiavo a vita per riconoscenza, anche no. Dopo Amici nessuno mi ha regalato nulla, mi sono rimboccato le maniche e ho dovuto lottare con sudore e sacrifico anche contro Maria stessa per poter dire e scrivere: oggi sono ancora qui dopo 8 anni nel pieno della mia attività di cantautore, musicista e produttore discografico con la mia Natyloveyou.

Continua il cantante sardo:Ho letto tanti post a difesa del programma e ci sta, ma cerchiamo di essere realisti e meno ipocriti perché sappiamo bene tutti che se non entri nelle grazie giuste l’anno dopo SEI FINITO!!! È ormai un circolo vizioso: c’è chi sale e chi scende dal carro, raccogli e prendi tutto ciò che Amici ti può dare, e ti da tanto, ma poi sei tu artefice del tuo destino, del tuo futuro da artista e da essere umano perché, finito il programma, non c’è più spazio per te. 

Abbiate un po’ di dignità e di coerenza, capisco che avere il coraggio di esporsi con veridicità non è da tutti, capisco che basta uno schiocco di dita della De Filippi o di qualcuno dei suoi per ritrovarvi per strada ma non lasciate passare il messaggio che Amici è l’opportunità della vita, che ti cambia la vita per sempre, la scuola dove i tuoi sogni diventano realtà perché a mezzanotte la carrozza diventa zucca e ti ritrovi con la scarpetta di cristallo che non potrai più indossare non appena i riflettori su di te si saranno spenti e… avanti il prossimo! “

P.s: Non voglio essere al posto di nessuno, né invidio qualcuno perché la mia libertà non ha prezzo… Se oggi voglio pubblicare un album lo faccio e se non voglio, me ne vado in vacanza! Sono pronto a vivermi ogni tipo di esperienza televisiva e non, libero di esprimermi come cantante, ballerino, attore, conduttore, imitatore e ben venga tutto ciò che possa arricchirmi. Io non ho padroni.

Per concludere, l’unica Maria Regina e Immacolata non sta in Via Tiburtina..”

Che la battaglia stia per trasformarsi in guerra? Lo sapremo presto…

Redazione 

 

#Amici16: Anticipazioni della 5a puntata. Ospiti musicali: The Kolors e Fiorella Mannoia – Giudice a sorpresa: Raz Degan


Assodato che Emma  è la coach della Squadra Bianca, dopo Morgan, la quinta puntata del serale di #Amici 16 è iniziata con un filmato amarcord che ha ripercorso le tappe della della cantante salentina nel talent show di Canale 5. Maria De Filippi ha ricordato e sottolineato poi agli “allievi” della squadra Bianca che la coach per loro sarà soltanto Emma “la cantante”. La gara è iniziata con Andreas Muller dei “Blu” che ha ballato sulle note dei The Kolors. Emma decide di rispondere con l’interpretazione di squadra di una canzone di Elisa (‘A modo tuo‘). La performance viene apprezzata dai giudici che assegnano il punto ai bianchi. Nella seconda sfida, spazio ai ballerini, con Sebastian che danza sulle note di ‘Vietato Morire‘ di Ermal Meta. Mentre la performance di Cosimo dei blu su un “cha cha cha” non convince  la giuria che premia   nuovamente la squadra capitanata da Emma.

Viene annunciato  in studio il giudice a sorpresa. In un primo momento era stata anticipata la presenza in studio di Stefano Accorsi ma Maria De Filippi  introduce in studio  #Raz Degan (neo vincitore dell’Isola dei Famosi) che viene accolto da un’autentica ovazione. Dopo la sfida tra Sebastian e Andreas Muller è la volta di Mike Bird e Riccardo Marcuzzo che si guadagna  il punto permettendo ai blu di accorciare le distanze dai Bianchi. La prima manche se l’aggiudicano i bianchi  grazie anche a Thomas protagonista di un applaudito duetto con Fiorella Mannoia.

Elisa ha deciso di mandare Cosimo in proposta di eliminazione. La seconda manche è iniziata al termine di un simpatico siparietto con Raz Degan.

A vincere la gara  alla fine sono i Blu capitanati da Elisa. Emma manda al ballottaggio Thomas, ma prima del voto dei giudici, interviene Elisa che chiede di parlare con Emma dietro le quinte. Al rientro in studio  le due coach propongono di non procedere ad alcuna eliminazione per la puntata, proposta che viene accolta da Maria De Filippi  e dalla Produzione.

Tra gli ospiti già citati  anche e Ozark Henry e i comici Luca e Paolo,

Ovviamente nel corso del programma non sono mancati riferimenti e frecciatine ne confronti di Morgan, il cui passaggio evidentemente non è stato indolore.

Redazione

AMICI16: dopo la dichiarazione di Maria de Filippi in replica alle parole di Morgan arriva anche la denuncia di Mediaset per diffamazione…


mormaria

Che l’uscita di Morgan da Amici16 avrebbe avuto delle conseguenze a suon di botta e risposta era prevedibile, un pò meno prevedibile la scelta di Maria De Filippi notoriamente “defilata” in caso di polemiche di scendere in campo in prima persona. Capita così che alle parole e alle dichiarazioni di Morgan sui social e riportate da vari siti  e quotidiani, Maria intervenga con un’altra dichiarazione ma senza entrare nel merito della polemica. Eccola :

Fino ad ora resisto nell’intento di non farmi influenzare dalle nefandezze che, come da altri previsto, sono uscite puntualmente dalla bocca di Morgan. Continuo a pensare a lui come ad un uomo pieno di doti elevate e rare e non voglio mortificare la mia intelligenza, entrando in ‘lite’ e stilando una lista di accuse. Annoierei chi le cose già le sa e mi direi da sola alcune ovvietà tipo ‘non lo sapevi prima di invitarlo che Morgan dà sempre fuoco a tutto, per il solo gusto di farlo?’. Sì, lo sapevo e, come detto, ho sbagliato a credere che dandogli la libertà potesse trovare finalmente modo di far conoscere se stesso e le cose che sa. A me piacciono e avrei voluto condividerle. Poi però non mi va che nel fango ci finiscano i programmi, chi ci partecipa, il pubblico o i tanti che ci lavorano. Questo è il mio lavoro. Non scrivo poesie, non faccio musica, non suono nessuno strumento, ma non per questo mi sento colpevole.
E mentre ribadisco che non faccio tante belle cose non faccio nemmeno quello di cui annaspando Morgan ci accusa. Una settimana fa dichiarava coram populo che Amici è la libertà, che ad Amici ha potuto fare quello che da nessun’altra parte in precedenza aveva mai ottenuto di poter fare e poi ieri invece gridava al complotto, alla macchinazione e alla manipolazione. Noi il male, lui il bene. Però noi siamo sempre noi e qualcosa non torna. Spero tanto di non ritornare più su questa storia. I ragazzi ‘manipolatissimi’ hanno avuto un incontro con le agenzie stampa nazionali e hanno raccontato quello che volevano e come volevano, rispondendo a tutte le domande. Io non andrei oltre e auguro a tutti tanta serenità.

 concludendo poi con una precisazione:

Ultima nota solo per chi, astutissimo, ha visto negli ultimi avvenimenti la mera ricerca del dato d’ascolto: se fossi capace di orchestrare preventivamente tutto quello che è successo in questi giorni vorrebbe dire che ho poteri non umani…

Inutile dire che a conforto e in difesa della posizione della De Filippi e del suo programma,  tutta la sua “corte”  e non solo (da Elisa all’Amoroso passando per Boosta e la squadra Bianca e addirittura Stash e Sergio Sylvestre e alcuni della vecchia guardia come Zanforlin e altri) ha fatto, come si dice “quadrato” mentre Morgan è un fiume in piena e continua… “Maria è come la strega di Biancaneve”

https://www.youtube.com/watch?v=BsIUCwTawRY

a seguito delle dichiarazioni diffamatorie Mediaset ha divulgato un comunicato in cui annuncia l’azione legale per diffamazione nei confronti dell’ex Blue Vertigo:

«Mediaset ha dato mandato ai suoi legali di agire nei confronti di Marco Castoldi, in arte Morgan, per le gravi affermazioni diffamatorie rilasciate contro la Società negli ultimi giorni»

Redazione

AMICI16: MORGAN cambia idea su Maria De Filippi e passa da “Maria è la regina” a “…Lei mi fomentava per litigare …quindi è mobbing”


mormaria

La “lite” Morgan-De Filippi spopola sul Web a causa della sua uscita eclatante da Amici16 e dell’ancora più eclatante comunicazione scritta “di pugno” di Maria De Filippi che in via straordinaria  bypassando il suo ufficio stampa scrive un lungo comunicato in cui spicca la frase: «Sono purtroppo costretta a confermare le voci che annunciano l’uscita di Morgan da Amici. È vero e lo considero un mio fallimento. Peccato». 

Alle dichiarazioni della “regina” del talent è seguita, come era prevedibile, la versione dei fatti di Morgan attraverso la sua pagina social in cui l’ex leader dei Bluvertigo accusa Maria De Filippi e il programma di “falsi teatrini” e di clima intimidatorio nei confronti dei ragazzi, rinnegando l’esistenza di divergenze con gli stessi come scritto a conclusione del suo post sul social: “Ribadisco che non è vero delle divergenze coi ragazzi, è roba costruita, i ragazzi devono eseguire tutti i loro ordini peggio che militari. Io che so perché ci siamo guardati negli occhi e sussurrati “sono con te” non vedo l’ora di riabbracciarli quando saranno fuori dall’incubo. Fossi nei loro panni me la farei addosso letteralmente. Morgan”.

Insomma, una lite in piena regola fatta di critiche, accuse, rivendicazioni e rivelazioni pesanti che si distanziano nettamente dalle parole di un Morgan entusiasta rilasciate in varie interviste nel momento in cui approdava a Mediaset e quindi ad Amici e ricche di elogi sperticati rivolti alla De Filippi: “QUESTA SI’ CHE È UNA VERA SCUOLA” se non fosse per De Filippi la musica in tv sarebbe relegata chissà dove, ancora considerata come una cosa che fa abbassare gli ascolti. Lei è la più grande”, diceva in un’intervista a Repubblica e in cui nel contempo  sparava a zero su X FactorDa dove vengo io era proibito lavorare come si lavora qui, con libertà, seguendo i ragazzi come in una vera scuola. Quando si spegnevano le telecamere, tutti a casa…”e poi: “Trovo un vero tritacarne il meccanismo per cui se un ragazzo si iscrive al talent di fatto firma già un contratto. Da Maria non è così”. E ancora in una recentissima intervista a Verissimo: “Maria De Filippi è una persona intelligentissima, geniale e molto libera e soprattutto crea tutto lei al momento. Lei è come me, è una persona libera. È una donna molto curiosa, non è musicista ma è talmente appassionata di musica.Maria De Filippi è un po’ come Pasolini, dice quello che pensa. Ed è una caratteristica che fa di lei un alieno”.

Incoerenza o profonda delusione? E’ possibile che Morgan abbia potuto cambiare idea in un lasso di tempo brevissimo passando dall’elogio e l’ammirazione per la conduttrice di Amici all’accusa di  mobbing? “Maria De Filippi si è inventata e costruita televisivamente la lite. Lei mi fomentava per litigare con loro. Quindi… è mobbing”. “

Dove sta la verità?

Redazione

 

AMICI16: VIA MORGAN, i motivi divulgati direttamente da Maria De Filippi…


mormaria

E’ pomeriggio inoltrato quando le agenzie battono le parole di Maria De Filippi che in prima persona si fa carico di divulgare la notizia-bomba: dopo tre puntate del serale di Amici (che quest’anno arranca negli ascolti), Morgan il coach della Squadra Bianca, se ne va! Ecco i motivi dell’addio comunicati dalla stessa Maria de Filippi:

«Sono purtroppo costretta a confermare le voci che annunciano luscita di Morgan da Amici. È vero e lo considero un mio fallimento. Considero Morgan un artista a tutti gli effetti, un uomo pieno di cultura, pieno di ironia e di doppifondi (perché contengono tutto e il suo contrario), di conoscenza e di esperienza. È un musicista e sa tanto di musica, doti eccezionali per ricoprire, credevo, il ruolo di Coach capitanando una delle due squadre che si fronteggiano durante la fase serale di Amici. E ho sbagliato. Non nel riconoscergli queste prerogative perché le ha, ma perché ho creduto che potessero bastare, non valutando che avrebbe anche dovuto ricoprire un altro aspetto purtroppo altrettanto necessario: corrispondere alle esigenze dei ragazzi. Creare quel legame che porti i ragazzi in gara, a credere nel loro coach; far si che i ragazzi gli riconoscano le capacità di guida e di crescita come è giusto che sia in ogni rapporto costruttivo e mai impositivo. Questo non è successo. Anzi purtroppo è successo l’esatto contrario»

Continua la De Filippi: «La squadra ( Bianca, ndr) che Morgan ha capitanato è composta attualmente da quattro partecipanti e tre di loro hanno chiesto a noi una soluzione immediata, disposti – uno di loro con certezza – anche a lasciare il programma pur di non dover più avere obbligatoriamente Morgan come coach. Si sono sentiti non compresi, mai esaltati non nelle loro doti perché non sanno nemmeno se le hanno, ma nello spirito di entusiasmo inteso come tensione positiva, e di fiducia con cui si vorrebbe e dovrebbe affrontare il palco del serale e la gara. Amici è e vuole rimanere un programma che racconta al pubblico le vicende di alcuni ragazzi che hanno talento e che sperano di vederlo riconosciuto da chi fuori dal programma, potrà offrire loro un’occasione di far diventare quel che sognano, realtà. E io questo non posso tradirlo.

Dato lo stato dei fatti, e non volendo perdere una risorsa come Morgan, ho proposto ai ragazzi e a lui stesso, che la sua figura potesse rimanere a fare quello che spesso lui mi ha ricordato essere la miglior espressione di se: fare musica e parlare di musica. Svincolando lui dagli obblighi degli schemi che invece purtroppo servono a far andare avanti la macchina organizzativa. E svincolando loro, i ragazzi, dalla regola che vuole che il coach decida in accordo con la produzione, i brani da assegnare, i brani da schierare e le scelte di chi, in caso di perdita di partita, debba affrontare il ballottaggio e poi magari anche l’abbandono del programma».

 «Morgan non ha voluto incontrare né noi né ha voluto accettare l’invito a parlare lui direttamente con i ragazzi. Ha scelto di mandare un suo rappresentante con l’intento di spiegare ai ragazzi chi fosse davvero Morgan e quali qualità avesse da offrir loro. L’incontro tra il suo rappresentante e i ragazzi c’è stato e non ha sortito nessun cambio di visuale da parte loro.

Dopo una lunga e vana attesa di un incontro con gli autori e con chi gestisce la produzione tutto è degenerato. Da lui sono partiti gli insulti, le accuse, le teorie complottiste e persecutorie, fino alla ovvia e necessaria risoluzione degli impegni reciproci. Peccato. Morgan è e rimane una persona che ho stimato e che stimo per essere com’è. Tutti mi dicono che presto farà in modo che su di noi ricadano le più brutte nefandezze. Spero di no e laddove fosse, spero di continuare a rimanere salda nel mio pensiero su di lui». Conclude Maria De Filippi

Chi arriverà a sostituire Morgan? Emma? Amoroso? o chi?

Redazione