Televisione

CS_Su Canale 5 la finalissima di “Tu si que vales”


Gran Finale per la sesta fortunatissima edizione di “Tu si que Vales” (programma campione di ascolti della stagione tv) che chiude i battenti di stagione con la nona puntata in onda sabato 14 dicembre in prima serata su Canale 5.

Sono 16 i finalisti (se ne conoscono solo 4) che si contendono il premio in palio del valore di 100 mila Euro in gettoni d’oro. A decretare il vincitore è il pubblico sovrano che attraverso tre modalità di voto sceglie il proprio preferito attraverso SMS  al numero 477.000.4; attraverso  l’App Mediaset Play o attraverso  il sito ufficiale http://www.wittytv.it
Oltre al premio per il grande talento immancabile il premio da consegnare ad uno dei tre finalisti della amatissima Scuderia Scotti (viaggio a Dubai).
Terzo riconoscimento è quello messo a disposizione dal brand Tim del valore di 30 mila Euro in gettoni d’oro assegnato dai giudici dello show: Maria De Filippi, Gerry Scotti, Teo Mammucari, Rudy Zerbi con Sabrina Ferilli.

In diretta dal Teatro 8 degli Studi Televisivi Titanus Elios sono Belen Rodriguez, Martin Castrogiovanni e Alessio Sakara a condurre la gara.

Produce Fascino P.g.t. per Mediaset.  Regia di Paolo Carcano e Andrea Vicario.

L’appuntamento con “Tu si que Vales” è per l’autunno 2020.

Redazione

CS_#RAI1 12 DIC 2019, 21:25 Io ricordo Piazza Fontana In onda in prima serata giovedì 12 dicembre


(none)
Cinquant’anni di dolore, di ricerca della verità, di depistaggi, di processi senza colpevoli. Cinquant’anni dalla bomba alla Banca Nazionale dell’Agricoltura di piazza Fontana a Milano: 17 morti e 88 feriti, il 12 dicembre 1969. Una storia che Rai Fiction e Aurora tv fanno rivivere nella docu-fiction di Francesco Miccichè “Io ricordo Piazza Fontana”, in onda giovedì 12 dicembre – giorno dell’anniversario – in prima serata su Rai1.
Un racconto che segue il filo della memoria di Francesca Dendena – interpretata da Giovanna Mezzogiorno – figlia allora diciassettenne di Pietro, una delle vittime della strage: “Quel giorno – ricorda – era stato a Crema, a un funerale, era in ritardo e si era seduto per ultimo al tavolo ovale sotto il quale era nascosta la valigetta con la bomba”. È lei, che è stata anche presidente dell’Associazione dei Familiari delle Vittime di Piazza Fontana e che è scomparsa nel 2010, a ripercorrere le tappe giudiziarie, e non solo, della storia che prende vita nelle immagini della docu-fiction: il giorno dei funerali, la prima pista investigativa – quella anarchica – i processi spostati a Catanzaro e a Bari, i viaggi, le speranze, gli appelli. Fino all’ultimo dolore e all’ultima beffa: la sentenza definitiva della Corte di Cassazione nel 2005 che attribuisce la strage al gruppo eversivo neofascista di Ordine Nuovo, ma dichiara non punibili i responsabili, Freda e Ventura, in quanto già definitivamente assolti anni prima. E le parti civili devono pagare le spese processuali.
Attraverso le immagini di repertorio, i ricordi di Francesca e le interviste ai protagonisti – tra passato e presente – rivivono anche i legami umani che da cinquant’anni uniscono in modo indissolubile i familiari delle vittime, la loro solidarietà, la diffidenza verso le istituzioni, la ricerca – ostinata – della verità. Tra loro, Carlo Arnoldi, Pietro Chiesa, Matteo Dendena, Paolo Dendena, Paolo Silva.
E ci sono le testimonianze di quanti hanno incrociato la storia della strage di piazza Fontana come il magistrato Guido Salvini che ha caparbiamente continuato a cercare la verità, riaprendo l’inchiesta; l’avvocato Federico Sinicato, uno dei legali di parte civile; il Prefetto Achille Serra, allora vicecommissario che intervenne per primo dopo la strage; e Martino Siciliano, esponente di Ordine Nuovo legato a Freda e Ventura. E ancora, Bruno Vespa, Giampiero Mughini, lo storico Aldo Giannuli, e Fortunato Zinni, impiegato della Banca sopravvissuto allo scoppio della bomba.

 Redazione

#RAI2 11 DIC 2019, 21:20 Salemme il bello…della diretta! Dall’Auditorium Rai di Napoli 3 appuntamenti live con il teatro di Vincenzo Salemme


(none)
Sarà “Di mamma ce n’è una sola” la prima delle tre commedie con cui Vincenzo Salemme inaugurerà su Rai2, l’11 dicembre in prima serata, una speciale stagione teatrale per la tv: “Salemme il bello… della diretta!”. Sarà un’occasione inedita per vedere in scena l’arte di uno dei più importanti esponenti del teatro italiano, degno erede della grande tradizione “scarpettiana”. Una diretta televisiva che offrirà ai telespettatori (assieme al pubblico in sala) la possibilità di sedersi in prima fila e di godersi il “reality del teatro”: la magia dell’interpretazione dal vivo sul piccolo schermo.
Di mamma ce n’è una sola” è una commedia scritta, diretta e interpretata da Vincenzo Salemme, con Maurizio Casagrande. L’opera  che quest’anno festeggia i suoi 20 anni, è uno spettacolo sulle finzioni e sui paradossi, dove si mescolano dialetti diversi, dal napoletano arcaico a quello dell’entroterra campano, dalla parlesia (linguaggio codice dei musicisti napoletani) a vocaboli di fantasia. Nel cast insieme a Salemme, anche Ombretta Ciccarelli, Teresa Del Vecchio, Gino Monteleone, Andrea Di Maria, Mirea Flavia Stellato, Sergio D’Auria, Vincenzo Borrino, Franco Cortese, Massimo Andrei, Luana Pantaleo.  Scene e costumi di Francesca Romana Scudiero, musiche di Antonio Boccia.
Gli altri due appuntamenti saranno: il 18 dicembre con “Sogni e bisogni” e il 25 dicembre con “Una festa esagerata”.
Sogni e bisogni”, rappresentata per la prima volta nel 1995 ed è una vera commedia dell’arte, una favola che parte da un presupposto surreale: il distacco di un… attributo dal corpo del proprio “padrone”. Nel cast Andrea Di Maria, Massimo Andrei, Teresa Del Vecchio, Antonio Guerriero, Sergio D’Auria, Adele Pandolfi, Biancamaria Lelli, Luana Pantaleo.
Una festa esagerata”, datata 2016, racconta in chiave realistica e divertente il lato oscuro e grottesco dell’animo umano con l’obiettivo non solo di strappare risate, ma anche di invitare le persone al dialogo e al rispetto reciproco. Una commedia che nel 2018 è diventata anche un film. Nel cast Antonio Guerriero, Antonella Cioli, Giovanni Ribò, Vincenzo Borrino, Teresa Del Vecchio, Sergio D’Auria, Mirea Flavia Stellato, Massimo Andrei.
Redazione

CS_#RAI1 09 DIC 2019, 21:25 I Medici. Nel nome della famiglia |La Santa Sede


(none)
Dopo il successo delle prime due serate, lunedì 9 dicembre va in onda su Rai1 alle 21.25 la terza puntata de “I Medici”.
Nel primo episodio dal titolo La Santa Sede, Sisto IV è morto. Lorenzo e Clarice si recano a Roma per tentare di influenzare l’elezione del nuovo Papa, ma devono confrontarsi con le trame di Riario che mira a far eleggere suo cugino Raffaele, grazie a complotti interni alla Curia. I Medici troveranno un’inaspettata alleata in Caterina Sforza, moglie di Riario, ma la vittoria finale verrà raggiunta non senza sacrifici. Il nuovo Papa Cybo, eletto grazie al denaro e all’influenza dei Medici, infatti, si rivela difficile da controllare e la parte avuta da Lorenzo nella sua elezione provoca la rabbia di Savonarola, che difende l’idea di una Chiesa guidata da Dio e non dalla politica.
Nel secondo episodio intitolato Un uomo senza importanza, mentre Lorenzo comincia a mostrare i primi sintomi di una grave malattia che lo ucciderà, i suoi nemici politici decidono di attaccarlo mettendo in dubbio la solidità della Banca Medici, che in effetti si regge grazie al denaro sottratto in passato alle finanze cittadine. Per coprire la perdita ed evitare la rovina, Lorenzo rischia di entrare in conflitto con la città di Sarzana, da cui proviene il suo consigliere Bernardi (di cui si scoprirà un fosco passato). Nel frattempo, Tommaso Peruzzi, un tempo ardente sostenitore di Lorenzo, scopre le magagne della banca Medici.  Deciso a coprire uno scandalo che potrebbe portare all’esilio dei Medici, Bernardi cerca di convincere Lorenzo ad eliminare Tommaso.
Redazione

CS_”ACCA” è la canzone vincitrice della 62esima edizione dello ZECCHINO D’ORO!


“ACCA”

È IL BRANO VINCITORE DELLA 62ESIMA EDIZIONE

DEL FESTIVAL DI CANZONI PER BAMBINI PIÙ AMATO D’ITALIA!

DSC00479

Una prima serata su Ra1 per la finale del 62° Zecchino d’Oro, che ha visto 2.482.000 spettatori scegliere la musica per bambini e che ha decretato “Acca”, brano di Flavio Careddu, Irene Menna e Alessandro Visintainer interpretato da Rita Longordo – 8 anni, Bussana di Sanremo (IM) – vincere questa edizione.

Dopo una battaglia all’ultima nota, condotta da Antonella Clerici e Carlo Conti, l’ambito premio musicale è stato conferito da una giuria eccezionale: accanto a 20 bambini dai 8 ai 12 anni, hanno ascoltato e votato le canzoni in gara Laura Chiatti, Luciana Littizzetto, Claudia Gerini, Stefano De Martino, Ficarra e Picone e Giovanni Allevi.

Tanti gli ospiti che si sono susseguiti sul palco, dai Les French Twins, gemelli illusionisti, ad Alberto Urso, tenore che ha duettato con il Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni, e Benji & Fede, giovani molto amati dal pubblico che hanno letteralmente incendiato l’Unipol Arena.

Un ospite speciale anche per quanto riguarda la solidarietà, che da sempre accompagna lo Zecchino d’Oro: Gaetano Curreri, che ha donato ad Antoniano il brano “Più amore” per sostenere “Operazione Pane”, campagna attiva fino al 14 dicembre 2019 al fine di sostenere 15 mense francescane che ogni anno mettono in tavola oltre 400mila e aiutano persone e famiglie che vivono in condizioni di grave disagio sociale avviando per loro percorsi di inserimento sociale, sanitario e lavorativo. “Più Amore”, presente nella compilation del 62° Zecchino d’Oro, vede unirsi alle voci di Gaetano Curreri e del Coro dell’Antoniano quelle di Mario Biondi e Amara.

In chiusura di trasmissione, con gli sms inviati al 45588, è stata raggiunta la quota di 120.000 pasti donati.

Redazione

Esordio vincente per “I Medici” che sfiora il 20% di share | In netto distacco ‘Live – Non è la d’Urso’ col 14,4% di share


Risultati immagini per i medici

Partenza vincente per la terza stagione di “I Medici” nella prima serata di ieri, lunedì 2 dicembre: con 4 milioni 404mila telespettatori la serie dedicata alla storia della famiglia fiorentina è stata la trasmissione più vista del prime time. Lo share è arrivato a circa il 20%, l’1,4 in più rispetto all’esordio della scorsa stagione. Con 113mila interazioni, inoltre, è stato il programma più commentato sui social, al netto degli eventi sportivi.

Su Canale 5  ‘Live – Non è la d’Urso’ anche se il leggero rialzo rispetto alla scorsa settimana, è rimasto fermo a 2.288.000 spettatori e il 14.4% di share.

Redazione

 

CS_Al via su Canale 5 la seconda edizione di “All Together Now”


La musica e il divertimento ancora protagonisti su Canale 5. Da mercoledì 4 dicembre 2019 torna in prima serata sulla rete ammiraglia Mediaset, “All Together Now”. Alla guida dello show musicale, prodotto da Endemol Shine Italy, Michelle Hunziker con J-Ax, nelle vesti di capitano dell’incredibile giuria, composta da 100 personaggi.

Infatti, a giudicare le performance dei concorrenti, scelti dal direttore artistico e regista Roberto Cenci, c’è un Muro Umano di cantanti, esperti del mondo della musica e volti noti dello spettacolo.

La temibile giuria valuta e commenta a microfoni aperti e senza freni la presentazione, il look, la simpatia e, naturalmente, l’esibizione canora degli aspiranti cantanti. Solo chi riesce a entusiasmare ed emozionare il Muro ha la possibilità di proseguire il suo percorso ad “All Together Now”. Ogni volta che un giudice si alza e canta, attribuisce il proprio voto al concorrente. Ottiene il punteggio maggiore chi riesce a coinvolgere il maggior numero di giudici e chi raggiunge quota 100 accede direttamente alla finale.

Nello specifico, nel Muro di “All Together Now” ci sono: Le Donatella, Fernando Proce, Mietta, Simona Bencini, Silvia Mezzanotte, Cizco, Alma Manera, Ronnie Jones, Marco Ligabue, Alessia Fabiani, Melita Toniolo, Ginta, Ben Dj, Timothy Cavicchini, Palla e Chiatta, Giancarlo Genise, Surry, Nathalie, Space One, Antonella Lo Coco, Serena Menarini, Mariana Rodriguez, Miriam Della Guardia, Leonardo Monteiro, Ketty Passa, Veronica Rega, Davide Papasidero, Valentina Parisse, Samantha Fantauzzi, Luca Valenti, Marcella Ovani, le Karma B, Morena Marangi, Chiara Canzian, Andrea Cardillo, Elisa Scheffler, Giorgio Vanni,  Senhit, Chantal Sisto, Lucya, Sonia Addario, Akira Manera, Mariateresa Amato, Bido Bè, Barbara Bonanni, Eleonora Bruno, Luca Buttiglieri, Alessandra Buzzi, Brigida Cacciatore, Susanna Caira, Benedetta Caretta, Claudia Casciaro, Francesca Ceci, Titti Cerrone, Valeria Colombo, Beatrice De Do, Fabio2U, Mirkaccio, Claudio Di Cicco, Sherrita Duran, LaRomAntica, Jonathan Heitch, Susanna Gecchele, Emma Gordon, Valeria Iaquinto, Marco Iecher, Fabio Ingrosso, Ylenia Iorio, Elio Irace, Veronica Kirchmajer, Letizia Liberati, Irene Lo Cuoco, Davide Locatelli, Maruska Starr, Marc Mari, Marika Voice, Forlenzo Massarone, Manuel Meli, Gigi Miseferi, Davide Misiano, Marcello Morini, Giorgia Moschini, Ylenia Oliviero, Giulio Pangi, Valeria Parlato, Carlo Piazza, David Pironaci, Ludovica Russo, Sara Sartini, Danila Satragno, Serena Savasta Andrea Scarcella, Valentina Shanti, Melissa Sylla, Sunymao, Alessia Tavian, Isotta Tomazzoni, Marta Torre.

Immancabili grandi ospiti: Iva Zanicchi, Anna Tatangelo, Benji&Fede, Cristiano Malgioglio e tanti altri.

“All Together Now” è anche digital: su Mediaset Play (sito, app gratuita per tutti i sistemi operativi, smart tv abilitate) è possibile seguire le puntate in diretta streaming, rivedere i momenti più divertenti e conoscere meglio giudici e cantanti grazie a una serie di video inediti. I profili social di Mediaset Play, inoltre, coinvolgono gli utenti con curiosità, foto e backstage esclusivi. Radio 101 è l’emittente radiofonica partner del programma.

Redazione

#RAI1 01 DIC 2019, 21:25 Pezzi unici Il rapporto tra Vanni e i ragazzi avanti tra alti e bassi


(none)
Terzo appuntamento con la fiction di Cinzia Th Torrini “Pezzi unici”, in onda su Rai1 domenica 1 dicembre alle 21.25 e interpretata da Sergio Castellitto, Irene Ferri, Fabrizia Sacchi,  con la partecipazione di Giorgio Panariello, e l’amichevole partecipazione di Loretta Goggi. Il rapporto tra Vanni e i suoi Pezzi unici, i ragazzi che ha preso a lavorare con lui, va avanti tra alti e bassi. In particolare, Vanni si è affezionato a Lapo, il più irascibile, ma anche quello che dimostra maggiore talento per l’artigianato. Quando Linda, la madre del giovane, esce dalla comunità a cui era affidata per disintossicarsi e torna nella sua vita, Lapo entra in crisi. E con lui Valentina, la sua ragazza, e gli altri Pezzi Unici: hanno tutti paura che Linda possa scoprire il loro segreto…
Redazione

CS_”Che tempo che fa Ospite in esclusiva Andrea Bocelli


(none)
Domenica 1 dicembre, alle ore 21 su Rai2, nuovo appuntamento con Che Tempo Che Fa di Fabio Fazio, con Luciana Littizzetto e Filippa Lagerbåck, preceduto alle ore 19.40 da Che Tempo Che Farà, con i divertenti sketch di Mago Forest e Raul Cremona e con l’inviato speciale Gigi Marzullo. Ospiti della puntata: in esclusiva Andrea Bocelli, candidato ai Grammy Awards 2020, che propone in anteprima mondiale tv “Return to love (Christmas Version)” in una speciale e inedita versione, brano contenuto nella versione in duetto con Ellie Goulding nel nuovo album “Sì Forever (The Diamond Edition)”; il maestro Riccardo Chailly, che il 7 dicembre inaugurerà la nuova stagione del Teatro alla Scala di Milano con la “Tosca” di Puccini con la regia di Davide Livermore; Ficarra e Picone, al cinema dal 12 dicembre con “Il Primo Natale”, sesta pellicola del duo siciliano che porta i comici 2000 anni nel passato, pochi giorni prima della nascita di Gesù; lo scrittore Roberto Saviano; l’attore Enrico Brignano con un monologo inedito. E poi ancora: gli organizzatori delle “Sardine” Mattia Santori, Roberto Morotti, Giulia Trappoloni e Andrea Garreffa, movimento che sta animando le principali piazze italiane con flash mob; la squadra di calcio dell’Agazzanese, tra cui il portiere Saidou Oumar Daffe, recentemente vittima di insulti razzisti dagli spalti di un match di Eccellenza; la giornalista Concita De Gregorio, in libreria con “Il tempo di guerra” che racconta della generazione di cui nessuno parla, ossia i trentenni di oggi; il climatologo e divulgatore scientifico Luca Mercalli; Alba Parietti, nelle librerie con “Da qui non se ne va nessuno”, l’autobiografia con cui ripercorre 50 anni della sua vita privata. A chiudere la serata, Che Tempo Che Fa – Il tavolo con Nino Frassica, Mago Forest, Gigi Marzullo. Ospiti Cochi e Renato, una delle coppie più longeve e amate della comicità italiana, e Iginio Massari, il maestro pastry chef che ha appena pubblicato il libro “Il miglior pasticcere del mondo”. Al tavolo torna anche Alba Parietti insieme al figlio Francesco Oppini.
Redazione

CS_Al via su Retequattro «Confessione Reporter» con Stella Pende Al centro del primo appuntamento, il brivido del gioco tra i giovanissimi


Da domenica 1° dicembre – con quattro appuntamenti, in seconda serata, su Retequattro – torna Stella Pende: le inchieste di «Confessione Reporter» arrivano così alla 13esima edizione.

La giornalista apre la puntata leggendo «l’ultima lettera che Fausto ha scritto ai suoi genitori, prima di suicidarsi. Fausto dice di essere prigioniero e che il suo carcere è il gioco d’azzardo».
Per anni – prosegue Pende – eroina, cocaina e pillole sono state le responsabili di tante delle vite spezzate per ragazzini e ragazzine. Oggi le comunità di recupero hanno dovuto organizzarsi per coprire l’emergenza dei malati di gioco, spesso adolescenti e giovanissimi dai 16 ai 27 anni».

«Ma cosa è diventata la vita di un adolescente, rapito da questa malattia che pare inguaribile? Come si fa ad aiutarlo e a fargli ritrovare l’anima? E poi, che giro d’affari ruota intorno al gioco in Italia? È vero che la nostra è la nazione che gioca di più in Europa?», si chiede l’inviata.

L’inchiesta di «Confessione Reporter» compie un viaggio per capire la nuova droga del Millennio. La prima tappa è la struttura di Botticella, accanto a San Patrignano, costruita per ospitare 70 ludopatici, fra i quali molti giovani. Giovani che hanno accettato di parlare del loro abisso e della loro rinascita. Storie da brivido, ma piene di speranza. Tra i testimoni, anche Cesare Guerreschi, l’uomo che prima di tutti, nel 1996, ha capito la gravità della ludopatia.

Per capire quali siano le diverse terapie da adottare per aiutare questi ragazzi prigionieri del brivido del gioco, il programma ha incontrato anche Giorgio Cerizza, psichiatra e psicologo, padre di una terapia rivoluzionaria: dopo una prima fase in cui il ragazzo viene ricoverato nell’Ospedale Santa Marta, a Rivolta d’Adda, il medico ospita i ragazzi in appartamenti dove «dividono la vita, da soli, dove ognuno è l’aiuto dell’altro. Dove il lavoro fuori è obbligatorio».

La serata chiude con il ritratto di una donna che, famosa nella sua terra, ha deciso di dedicare una parte importante della sua vita agli altri, ai poveri, ai dimenticati, alla pace e alla giustizia per i più deboli. É africana ed il suo nome è Akothee. È la show girl più famosa del Kenya: si dedica alle genti del Lago Turkana, torturate dalla siccità, dalla fame e dalle malattie.

«Confessione Reporter» è un programma di Stella Pende, a cura di Sandra Magliani, realizzato da Videonews.

Redazione