Fiorella Mannoia

Festival Como: tra gli ospisti The Kolors e Fiorella Mannoia –


Al Festival Como tra i primi ospiti pop della kermesse estiva che si terrà presso il centro lombardo a partire dal prossimo giugno, la band di Stash Fiordispino The Kolors  e Fiorella Mannoia che si esibiranno nelle serate del 14 e 15 luglio, con biglietti già in prevendita in tutti i canali abilitati. La partecipazione di Fiorella Mannoia al Festival Como si terrà nell’ambito del tour a supporto di Combattente e che si protrarrà fino all’estate inoltrata con un’ultima data all’Arena di Verona, è prevista per il 14 luglio ed i ticket per la data comasca sono già presenti su TicketOne e suddivisi per settori.

Tra gli ospiti già annunciati anche i The Kolors, che saranno sul palco dell’evento il 15 luglio a partire dalle 21,30. La band capitanata da Stash Fiordispino sta per tornare con What happened last nighe, in rilascio il 21 aprile che anticipa il nuovo disco di inediti atteso per la seconda metà di maggio. È questa la prima data ufficiale del prossimo tour della band.

Sia Fiorella Mannoia che i The Kolors sabato 22 aprile saranno ospiti di Maria De Filippi ad Amici16. – con Fiorella Mannoia – tornerà a calcare il palco di Amici 2017, il talent che li ha resi famosi.

Redazione

 

RAI RADIO2: RADIO2 SOCIAL CLUB Fiorella Mannoia, Simone Cristicchi e J-Ax


fiorella-mannoia
Radio2 Social Club, l’unico club di musica live della radiofonia italiana, dà il via ad una settimana densa e intensa di musica dal vivo e ospiti d’eccezione. Condotto da Luca Barbarossa e Andrea Perroni, a partire da lunedì 14 novembre con il ritorno negli studi di Radio2 di Fiorella Mannoia, per una puntata di grande musica live insieme al suo compagno di musica e parole Barbarossa. Martedì 15 novembre sarà la volta di Simone Cristicchi, già ospite di Radio2 Social Club in diverse occasioni. Mercoledì 16 novembre è la volta di un ospite molto atteso: il rapper J-Ax per il suo “Imperfetto equilibrio”. Giunto alla sua ottava edizione, la seconda in versione quotidiana, Radio2 Social Club è in onda dalle 14.30 alle 16.00, dal lunedì al venerdì. Il programma è on air sulle frequenze di Radio2, sulla App di Radio Rai e in streaming su http://www.radio2.rai.it.

Loredana Berté e Fiorella Mannoia contro la violenza sulle donne insieme a: Alessandra Amoroso, Noemi, Emma, Elisa, Irene Grandi, Paola Turci, Gianna Nannini, Patty Pravo e tante altre…


Amiche-in-Arena-la-scaletta-770x470.jpg

Amiche in Arena nasce da un’idea di Loredana Bertè  di organizzare un concerto tutto al femminile rivolto a incentrare l’attenzione contro la violenza sulle donne una delle maggiori piaghe della nostra società. Con Fiorella Mannoia nell’inedito ruolo di direttore artistico,una serata in  musica in compagnia delle voci più interessanti del panorama italiano per un evento benefico a favore delle donne con lo scopo di sostenere i centri violenza e l’associazione  – Donne in Rete contro la violenza. Ovviamente grande è s tata l’adesione all’iniziativa e tante sono le cantanti che hanno accettato l’invito di Loredana Bertè a salire sul palco dell’Arena di Verona  il 19 Settembre. Alessandra Amoroso, Noemi, Emma, Elisa, Irene Grandi, Paola Turci, Gianna Nannini, Patty Pravo e tante altre, un cast eccezionale pronto ad alternarsi nella splendida cornice dell’anfiteatro romano. Un concerto imperdibile sulle note del repertorio di 40 anni di carriera di Loredana Bertè e tante altre sorprese pronte a far sentire la loro voce contro la violenza sulle donne.

Loredana Bertè ha recentemente pubblicato una raccolta di successi  (prodotto da Fiorella Mannoia) in duetto con diverse colleghe, si presume quindi che la scaletta della serata preveda l’esibizione live  di:“Sei bellissima” in duetto con Alessandra Amoroso,Non sono una signora” con Emma, “E la luna bussò” con Elisa,Luna” con Paola Turci,Dedicato” con la rossa Noemi”, “Il mare d’inverno” con Fiorella Mannoia. E ancora: “La goccia” con Nina Zilli, “Mi manchi” con Patty Pravo,Buongiorno anche a te” con Irene Grandi e,  in corale,  “Amici non ne ho

L’evento sarà trasmesso prossimamente in prima serata in TV.

Redazione

MUSICA: FIORELLA MANNOIA IN USCITA IL 28 OTTOBRE CON ‘COMBATTENTE’ ANTICIPATO DAL SINGOLO OMONIMO CHE USCIRA’ IL 23 SETT.


“Combattente” è il nuovo album in studio di Fiorella Mannoia in uscita il prossimo 28 ottobre. Il disco sarà anticipato dal singolo omonimo ed è il primo della cantante ad essere composto di soli brani inediti. Tra le firme che hanno collaborato al progetto musicale: Ivano Fossati (già autore di alcuni importanti pezzi del repertorio della Mannoia), Fabrizio Moro, Giuliano Sangiorgi, Federica Abbate, Amara, Cheope, Bungaro e Cesare Chiodo. La stessa Fiorella Mannoia ha collaborato alla scrittura di alcuni brani del disco: tra questi anche “Perfetti sconosciuti”, la canzone che le ha permesso di vincere il Nastro d’Argento 2016 per la “Migliore canzone originale” nell’omonimo film diretto da Paolo Genovese. Queste le parole di Fiorella Mannoia che accompagnano la presentazione del progetto:

“Tutti combattiamo per un’idea, un amore, un’ingiustizia, un traguardo… In generale per il diritto di essere felici”.

Subito dopo la pubblicazione di “Combattente“, partirà per il tour di supporto al disco live nei più prestigiosi teatri italiani da dicembre. Dalle ore 16.00 di oggi, giovedì 15 settembre, nel circuito Ticket One e nei punti vendita autorizzati saranno in prevendita i biglietti del “Combattente il tour“. Queste le date:

1 dicembre – Bergamo (Teatro Creberg)
2 dicembre – Brescia (Teatro Pala Banco)
4 dicembre – Firenze (Teatro Verdi)
5 dicembre – Bologna (Teatro Europauditorium)
7 dicembre – Ancona (Teatro Delle Muse)
9 dicembre – Bari (Teatro Team)
10 dicembre – Cesena (Nuovo Teatro Carisport)
12 dicembre – Milano (Teatro Degli Arcimboldi)
15 dicembre – Padova (Gran Teatro Geox)
16 dicembre – Torino (Auditorium Del Lingotto)
17 dicembre – Sanremo (Teatro Ariston)
20 dicembre – Livorno (Teatro Goldoni)
22 dicembre – Roma (Auditorium Parco Della Musica)

Fiorella,  presto tornerà anche sul grande schermo nel film di Michele Placido “7 Minuti”, nelle sale dal 3 novembre, in cui recita il ruolo di una delle protagoniste.

Redazione

ANTONELLA LO COCO: in radio da venerdì 13 maggio, con “Non ho più lacrime” scritto e prodotto da Fiorella Mannoia.


ant.jpg

Da venerdì 13 maggio, in rotazione radiofonica Non ho più lacrime (etichetta Oyà – distribuzione A1 Entertainment), il nuovo brano di Antonella Lo Coco, (XFactor5 ndr) scritto appositamente per lei e prodotto da Fiorella Mannoia (autrice del brano insieme a Cesare Chiodo e Bungaro, produttrice del brano insieme a Carlo Di Francesco).

“Fiorella ha dato voce con le sue parole e con una forte linea melodica, a quello che sentivo di raccontare al pubblico. Il nostro incontro è stato una sorpresa per me e collaborare con lei è stato illuminante ed estremamente costruttivo… la sua influenza artistica mi ha permesso di aprire dei canali emozionali nuovi e di cominciare questo nuovo percorso musicale con determinazione. Sono davvero onorata di questa collaborazione con Fiorella, artista che stimo da sempre” racconta la musicista sicialiana ma emiliana di adozione, mentre Fiorella Mannoia dalla sua pagina Facebook riconoscendo in Antonella le qualità per occupare uno spazio nel mondo musicale,  si rimette al giudizio del pubblico: “Mi piace mettere a disposizione di giovani artisti l’esperienza di questa mia lunga carriera . Antonella secondo me ha tutte le qualità per occupare uno spazio nel panorama musicale italiano. Io ci credo e abbiamo deciso di tuffarci in questa nuova avventura. Come sempre il giudizio sta a voi“.

Questo il video da oggi in esclusiva su VeVo

Redazione

FIORELLA MANNOIA INDIGNATA CONTRO L’AUTOCRATE” RENZI PER IL MANCATO CAPODANNO AL CIRCO MASSIMO


 

fiorella mannoia-2

Eh, sì, la Fiorella Mannoia ha trovato il modo di (m)annoiarci anche con le sue recriminazioni per l’esibizione “andata in fumo” a Roma, al Circo Massimo, nella prossima notte di San Silvestro, sfogando tutta la sua delusione, la Vigilia di Natale, sul suo Facebook “Voglio avvertire tutti che il concerto di Capodanno a Roma è saltato, non chiedetemi perché, anche se un’idea ce l’ho. Approfitto per augurarvi una notte serena. Buon Natale!

Il coro di simpatizzanti per la sua causa di tradita ed “esclusa” si è subito fatto sentire, con adesioni di “peso”, molte provenienti dai sostenitori del Movimento 5 Stelle, nelle cui file la cantante sarebbe recentemente, si dice, transitata, allontanandosi, dopo anni, dalle posizioni del Pd (e qui sta il punto!), fra i messaggi di partecipazione, quello del senatore Maurizio Santangelo e del deputato Angelo Tofalo (entrambi del raggruppamento di Grillo), quest’ultimo si è fatto sentire proprio sui “social” ”Un’idea la tengo anch’io. Se in questo bel paese che si chiama Italia hai il coraggio di esprimere liberamente le tue idee e se queste per caso sono in contrasto con il sovrano di turno (ndr allusione alle presunte smanie autocratiche del Presidente del Consiglio) …. allora a Capodanno a Roma non puoi cantare, gli uomini del re sono ovunque e ci ascoltano … inizia a parlare piano”.

Ma la responsabilità di questa improvvisa “cacciata” è da imputarsi solo a Matteo Renzi, o c’è dell’altro, forse, sondando il terreno, si è scoperto che la signora non entusiasma più così tanto la gente o magari ha stancato?Chissà, certo alcuni suoi comportamenti, non molto tempo fa, hanno provocato dissensi persino fra i più “duri e puri”, nelle sue schiere da sempre, esplicitati sulle pagine del suo profilo ufficiale, che vertevano sul suo esagerato presenzialismo nelle trasmissioni di Maria De Filippi, ma più ancora non le si perdonava il reiterato accostamento a Alessandra Amoroso e Emma in duetti canori in pubblico, ritenuto “dequalificante” per un’artista della sua portata e con una carriera pluridecennale come la sua. E non meno discutibile è risultata la sua apparizione, in grado di creare malumori, dell’estate dell’anno scorso (19/07/2014), quando è stata ospite, assieme a Frankie H-Nrg, a “Una notte per Caruso”, trasmessa in prima serata da Rai1, dove ha cantato, con il “rapper” (c’è da riconoscere, uno dei migliori nel suo genere), il brano “Non è un film”, un manifesto e aggressivo “atto d’accusa” al popolo italiano, ritenuto indifferente alle richieste di solidarietà dei molti migranti in cerca di una nuova patria, di seguito qualche stralcio “Questo non è un film e le nostre belle case non corrono il pericolo di essere invase/non è un’armata aliena sbarcata sulla terra non sono extraterrestri che ci dichiarano guerra” e via in crescendo “Dalla Transilvania non arrivano vampiri ma badanti … dalla Bielorussia solo carne da ‘lap dance’ scappano per soddisfare vizi e sfizi nostri/loro son le prede e noi siamo i mostri … e se loro son gli avanzi noi siam peggio dei maiali pronti a divorare a sazietà”, se doveva essere un messaggio volto a sensibilizzare l’opinione pubblica e a scuotere, con termini vibranti, le coscienze, il contesto in cui è stato lanciato era sicuramente dei meno indicati, non uno spettacolo riservato ai frequentatori dei “centri sociali”, ma una trasmissione che avrà riunito la consueta platea “generalista” composta per lo più da famiglie e tante persone nella terza età, che non deve aver gioito euforicamente sentendosi “brutalizzata” da espressioni come “mostri” e “maiali”, soprattutto alla luce del fatto che, come è noto, tanti nostri connazionali non si sono mai tirati indietro se si trattava di dare un contributo “tangibile” a iniziative benefiche a favore degli “ultimi” di più continenti.

La “disavventura” occorsa alla Mannoia in relazione al Capodanno romano non dovrebbe destare tanto scalpore e soprattutto potrebbe non essere un episodio isolato destinato a coinvolgere lei sola, quando si diventa assidui nei palazzi del potere politico per ragioni di convenienza e vantaggio personale, abitudine invalsa anche a tanti suoi colleghi, è inevitabile che poi, nel momento in cui si cerca di svincolarsi da certe “gabbie” costrittive, ci sia un prezzo da pagare, il successo che passa attraverso scorciatoie, “servo encomio” e distribuzioni di favoritismi è sempre un’arma a doppio taglio, a farne le spese è la stessa espressione artistica, che, asservita al mero propagandismo “di parte”, viene meno alla sua “universalità” di respiro e di fruizione e al principio di libertà che, invece, ne dovrebbe, in ogni caso, essere ispiratore irrinunciabile.

by Fede

Alessandra Amoroso “ritrova” la voce e collabora al nuovo disco di Loredana Bertè prodotto da Fiorella Mannoia


amorman

La voce di Alessandra Amoroso, costretta ad un periodo di riposo in seguito a un’operazione alle corde vocali, è tornata! A testimoniarlo una clip accompagnata dalla dicitura:  “Disco di Loredana. Alessandra… Bentornata Voce!”. Infatti è in lavorazione  l’album di Loredana Berté prodotto da Fiorella Mannoia, a cui la cantante prenderà parte come anticipa un video  postato dalla Mannoia su Facebook che ritrae Alessandra Amoroso con le cuffie in uno studio di registrazione mentre intona il successo della Berté “Amici non ne ho”.

Alessandra ha condiviso il video scrivendo “Sorpresa!” e, in un post successivo, ha pubblicato una foto, visibile su radioitalia.it, in cui si diverte a fare espressioni buffe con Fiorella. Nei giorni scorsi, la Mannoia ha diffuso una clip che la mostra intenta a cantare a sua volta “Amici non ne ho”, con il messaggio: “Disco di Loredana. Ora tocca a me. Abbiamo quasi finito, sarà bellissimo!”.

Al nuovo lavoro di Loredana, che celebrerà i suoi 40 anni di carriera, stanno collaborando molte altre artiste italiane come Emma, Paola Turci, Irene Grandi, Noemi, Bianca Atzei, Nina Zilli, Antonella Lo Coco e Aida Cooper. L’album raccoglierà i grandi successi della Bertè con l’aggiunta di due inediti: uno sarà “Il mio funerale” mentre l’altro, dal titolo ancora sconosciuto, porterà la firma di Luciano Ligabue.

by Ponyo

FIORELLA MANNOIA CONTRO PIPPO BAUDO E PUPO SUI “TALENT”, O PIUTTOSTO …CONTRO SE STESSA?


fiorella-mannoia-alessandra-amoroso-620x350

E’ ancora guerra sui “talent show”, o meglio, si è scatenata la tipica polemica post-ferragostana che serve a ingannare i “tempi morti” di attesa prima del fischio d’inizio della stagione televisiva, quando di materiale su cui dissipare chiacchiere ne basterà e persino avanzerà. In primo piano sono le affermazioni di due conduttori, uno dei quali è addirittura un “pezzo di storia tv” databile come contemporaneo dell’invenzione del tubo catodico, si tratta di Pippo Baudo, senza freni, quando lo si interroga sui prodotti da “talent”, ecco cos’ha detto di recente (28/8/2015) “Credo che abbiano una vita effimera perché non hanno ossatura … E’ una follia pensare che programmi del genere possano mietere un talento alla settimana … Il pericolo gravissimo è la creazione di illusi e insoddisfatti … un problema morale”, negli stessi giorni, anche il collega Pupo (Enzo Ghinazzi) non ha risparmiato strali a questo “format”, forse perché suo, da più edizioni, è l’arduo compito di rilanciare l’asfittico “festival” di Castrocaro, che da tempo non riesce a imporre giovani promesse della canzone, queste le sue parole “La mia opinione (ndr sui ‘talent’) molto serenamente, non è positiva… Non esiste un ‘talent’ per le canzoni e per gli autori. L’avidità e il cannibalismo della tv sono arrivati a uccidere la creatività degli autori”, d’altra parte non ha mai fatto mistero di questa sua avversione, si può citare anche una sua intervista al vetriolo dell’anno scorso (10/02/2014) “Non guardo i ‘talent show’ perché non mi piacciono. Ad oggi non hanno creato una ‘star’ internazionale … Si sentono canzoni subdole …”.

All’opposizione si colloca quella che pare la più appassionata “paladina” della generazione di cantanti usciti dai “talent”, Fiorella Mannoia, che dice di nutrire sincera stima per loro, al punto di aver duettato o collaborato con alcuni vincitori di “Amici” come Emma Marrone e Alessandra Amoroso – da lei invitate a esibirsi come ospiti al suo concerto del 07 settembre all’”Arena” di Verona, anche se la seconda sarà impossibilitata per un intervento appena subito alle corde vocali- e poi Moreno e Deborah Iurato e infine, “star” di “XFactor” come Noemi e Chiara Galiazzo. La “big” romana (04/04/1954), 61 primavere, inoltre, ultimamente si è persino presa la briga di rispondere a una sua “fan” che, delusa, sul profilo Facebook, le ha chiesto come mai volesse mischiare la sua “meravigliosa carriera artistica con gente come Emma e la Amoroso”, così ha replicato la Mannoia in persona “Non vedo perché si debba essere spietati con giovani cantanti e fargli pagare di essere usciti dai ‘talent’, in fondo è solo questo che non gli si perdona … Diamo tempo a questi giovani di crescere …”, in apparenza belle parole, indulgenti, incoraggianti, da persona “attempata” e saggia, che ormai certi traguardi li ha già raggiunti e può permettersi il lusso di accogliere serenamente i nuovi arrivati ancora in cerca del loro “posto al sole”, ma fino a che punto “sentite” e veritiere? Confrontate con certe sue dichiarazioni precedenti di sapore “esterofilo” (ndr riprese dai “blog” il 04/11/2014) non convincerebbero del tutto “Non è giusto che per avere successo si debba passare esclusivamente dai ‘talent show’… Avremmo bisogno anche di programmi televisivi di musica live come il bellissimo programma francese ‘Taratata’ che da anni noi musicisti italiani guardiamo con la bava alla bocca: chiunque è passato da lì, da Annie Lennox a Elton John. C’è un palchetto anche per le nuove proposte …”, in pratica l’offerta di intrattenimento musicale dei nostri cugini d’Oltralpe sarebbe migliore della nostra e così pure la capacità di dare un’adeguata ribalta a degli sconosciuti talenti?Quindi, a ben interpretare i suoi detti, anche lei starebbe “sbavando” per un’ospitata in quello “show” o così sembrerebbe e allora come mai si è “accontentata” di apparizioni, l’ultima risalente al 23 maggio di quest’anno, ad “Amici” di Maria De Filippi, dove, bisogna sottolineare, è sempre stata ricevuta con tutti gli onori e al “Coca Cola Music Summer Festival”, appuntamento estivo a forte tasso di “ex-talent”, che probabilmente sono ben lungi dal poter competere, in base ai suoi parametri qualitativi, con il programma francese, che per lei sarebbe il “non plus ultra”? E per quale motivo, allora, anziché fare coppia canora sul palcoscenico con Emma e la Amoroso, che pure sono garanzia di visibilità per chiunque le affianchi, anche “astri” un  po’ appannati, non pensa più “in grande” puntando direttamente ai sunnominati Annie Lennox e Elton John? ”Vite, Fiorella, la France n’attend que toi …”

by Fede

FIMI/GFK (week 44): negli album in vetta Fiorella Mannoia, nei singoli Valerio Scanu debutta in seconda posizione col nuovo singolo Parole di Cristallo.


Fiorella_cover_album_quadrata_media-300x300

La classifica Fimi/GfK  dal 27 ottobre al 2.11. 2014  (44 week) vede alla Top Ten degli album in vetta una NEW ENTRY: . Fiorella – Fiorella mannoia;  di seguito gli U2 – Songs of Innocence alla seconda posizione   Fedez con Pop-Hoolista alla terza posizione a concludere il podio. Poi ancora: Eros 30 – Eros Ramazzotti al 4° posto e al 5° – 1989 – Taylor Swift; al 6° Paolo Conte con Snob : altra NEW ENTRY  Nostalgia – Annie Lennox in  7ma posizione. Mentre Francesco Renga  con Tempo Reale perde  4 posizizoni e si piazza all‘ottavo; al nono troviamo Il padrone della Festa del trio Fabi, Silvestri e Gazzè, e conclude la Top Ten Cesare Cremonini con Logico al n.10.

enrique-iglesias-bailando-cover

Nei singoli, si ricorda che la classifica FIMI/GfK è integrata anche dei dati relativi allo streaming, pertanto domina in prima posizione  ancora Enrique Iglesias  con Bailando seguito da Parole di Cristallo di Valerio Scanu,  pubblicato appena il 28 di ottobre primo su iTunes in posizione stabile per una settimana che debutta  in Top Digital direttamente in seconda posizione; al n.3    SIA con Chandelier; 4. Prayer in C – Lilly Wood & The Prick feat. Robin Schulz; 5. All That Bass – Meghan Trainor; 6. Fade Out Lines – The Avener; 7. Geronimo – Sheppard; 8. Per non scappare mai più – Tiziano Ferro; 9. Dangerous – David Guetta feat. Sam Martin; 10. Shake It Off – Taylor Swift.

Concerto-evento di Pino Daniele all’Arena di Verona ospiti Emma, Renga, Elisa,Biondi, Mannoia, Ranieri


 

Pino-Daniele-suona-Nero-a-meta-all-Arena-di-Verona_h_partb

Emma Marrone sarà tra gli ospiti convocati da Pino Daniele oltre Fiorella Mannoia, Renga, Mario Biondi, Elisa,  Massimo Ranieri che parteciperanno  al suo concerto evento all’Arena di Verona del 1° settembre incentrato sulle canzoni di Nero a Metà, il terzo album dell’artista campano  che ne ha consacrato il talento, classificato dalla rivista Rolling Stone al diciassettesimo posto dei “100 album più belli di sempre” della musica italiana.

Pino Daniele sarà accompagnato sul suggestivo palco dell’ARENA DI VERONA dai musicisti della formazione originale del 1980 insieme all’orchestra sinfonica e alcuni degli amici che negli anni hanno arricchito e stimolato il suo percorso artistico.

Proprio per il progetto discografico di Nero a Metà Pino Daniele  ha ricevuto   in occasione dei Music Awards 2014  un premio speciale per essere stato l’autore dell’album che ha lasciato un segno nella storia della musica italiana.

emma-marrone

 

E… per quanto riguarda Emma che abbiamo citato in apertura di articolo ricordiamo che col suo EmmaLimitedEdition nella sua tappa all’Arena di Verona del 7 luglio scorso,   sbarcherà in seconda serata su Rai1 a metà settembre.