Giorno: marzo 15, 2017

#ISOLA DEI FAMOSI: Raz e Paola è “amore vero”


degan-barale-905

Felice, emozionato e commosso così è apparso Raz Degan alla vista della sua “bionda”, Paola Barale, e nonostante il modello israeliano sia stato nominato e messo in sfida ancora una volta dagli altri naufraghi non sembra darsene pena tutto preso dalla sua “sorpresa” arrivata sull’Isola solo per lui. L’incontro tra i due è stato sicuramente il momento che più ha catalizzato l’attenzione del pubblico nella puntata di ieri piuttosto “litigarella” (con Samantha De Grenet presa di mira da Degan in Palapa e da Rocco Siffredi in studio), che riponeva in questo incontro grandi aspettative su un possibile ritorno di fiamma tra i due che hanno passato una notte insieme  mentre gli altri naufraghi sono a festeggiare in un’ altra isola. Queste le loro parole pronunciate dai due nel confessionale da cui si evince, nonostante si siano lasciati da tempo, un sentimento forte, sincero ed inesauribile.

Trovare Paola con me è un miracolo, è un regalo caduto dal cielo. È proprio una stella cadente, è incredibile“, ha spiegato Raz Degan nel confessionale. Come risulta dai daytime pubblicati dalla produzione, l’ex modello israeliano si è mostrato piuttosto premuroso e preoccupato con lei: “Amore sistemo tutto veloce e poi sono tutto tuo. Metti le scarpe amore, è pieno di coralli. Metti qualcosa, fai attenzione. Passiamo la notte davanti al fuoco, che bello. Che regalo bionda. Adesso ti faccio un castello”.

Raz Degan, in un altro confessionale si è lasciato prendere dall’emozione e ha espresso anche qualche parola tenera per la sua ex: “Con Paola abbiamo girato il mondo. Per 14 anni, siamo stati insieme e abbiamo fatto dei viaggi memorabili. Eravamo in tutti i continenti. Sono contento di stare con lei come ai vecchi tempi. Dopo di lei non ho avuto un’altra donna, un’altra compagna. Il rispetto è rimasto e anche l’amore. Ne sono sicuro. Averla qua con me è un sogno, soprattutto dopo il mese che ho passato da solo”.

Anche Paola Barale è apparsa molto felice di trascorrere la notte con lui: “Ti devo dire cento cose, ma non me le ricordo…guarda le stelle, è bellissimo”. In confessionale, anche lei ha ribadito l’amore che la lega al suo ex fidanzato: “Con lui, in questa situazione, mi sento completamente sicura, protetta e anche coccolata. È stato, è e sarà sempre il grande amore della mia vita, ma un amore che è andato oltre, che si è trasformato, un amore vero”.

Redazione

DECIBEL: al via il 17 marzo da Castelleone (CR) il “NOBLESSE OBLIGE – In Tour”, dieci tappe in tutta Italia per presentare il nuovo disco “NOBLESSE OBLIGE” (rilasciato venerdì 10 marzo)


1977 – 2017

A DISTANZA DI 40 ANNI
LA REUNION DELLO STORICO GRUPPO PUNK DI ENRICO RUGGERI

Decibel_ph Riccardo Ambrosio_b.jpg

“NOBLESSE OBLIGE – In Tour” IN TUTTA ITALIA!

 Al via il 17 marzo dal Teatro del Viale di Castelleone (CR)

Venerdì 10 marzo è uscito il nuovo album

“NOBLESSE OBLIGE”

con 11 brani inediti e 2 grandi successi

 

Partirà il 17 marzo dal Teatro del Viale di Castelleone (CR) il “NOBLESSE OBLIGE – In Tour”: 10 tappe in tutta Italia in cui i DECIBEL, pionieri italiani del punk, presenteranno dal vivo il loro album “NOBLESSE OBLIGE”.

Primo estratto dall’album è “MY MY GENERATION”, il nuovo singolo in radio e in digitale. Un ritmo incalzante sottolinea quella che si candida ad essere la grande sorpresa del 2017: un brano fuori da ogni schema, il passato che diventa futuro, la generazione del rock che colpisce ancora. Tra suoni vintage e slogan cantati la canzone si conclude citando tutti i numi tutelari del punk. I Decibel ci sono mancati: finalmente ritornano a segnare la strada.

“NOBLESSE OBLIGE” arriva a 40 anni dalla nascita dei DECIBEL, fondati tra i banchi di scuola del Liceo Berchet di Milano nel pieno della diffusione del punk in tutto il mondo, da Enrico Ruggeri e gli amici Silvio Capeccia e Fulvio Muzio.

L’album, disponibile in tutti i negozi da  venerdì 10 marzo e contiene 11 tracce inedite e 2 vecchi successi della bandcioè “Contessa” e una versione in inglese del brano “Vivo da Re”.

«“NOBLESSE OBLIGE” non nasce come operazione-nostalgia, è un album nuovo di zecca con un sound inimitabile, senza sequenze pre-registrate e senza i soliti suoni elettropop: sul palco Silvio Capeccia suona solo tastiere d’epoca, dal mellotron al minimoog fino al mitico organo Vox Continentalracconta Enrico RuggeriIl terzo protagonista sarà Fulvio Muzio, chitarrista innovativo oggi più di allora. Con noi sul palco anche la super band che ha collaborato all’album, Lorenzo Poli al basso, Massimiliano Agati alla batteria e Paolo Zanetti alla chitarra. Da Contessa alle nuove canzoni, ci sono tutti i presupposti per un evento storico».

Queste le prossime date confermate del tour, che vedrà salire sul palco la band nella sua formazione originale composta da ENRICO RUGGERI e i suoi ex compagni di liceo SILVIO CAPECCIA e FULVIO MUZIO: il 17 marzo a Castelleone – Cr (Teatro del Viale); il 18 marzo a Pomezia – Rm (Club Duepuntozero); il 25 marzo a Perugia (Teatro Morlacchi); il 28 marzo a Torino (Club Le Roi); il 29 marzo a Asti (Teatro Palco 19); l’8 aprile a Genova (Teatro della Tosse); il 10 aprile a Milano (Teatro della Luna); il 26 aprile a Bologna (Teatro Il Celebrazioni); il 18 maggio a Bergamo (Teatro Creberg); il 19 maggio a Nova Gorica (Casinò Perla).

 Redazione

NESLI “SE GUARDI IL CIELO” Il nuovo singolo in radio dal 17 marzo


Nesli

NESLI 2017.jpg

SE GUARDI IL CIELO

Il nuovo singolo in radio dal 17 marzo

Sarà in radio da venerdì 17 marzo il nuovo singolo di Nesli  “SE GUARDI IL CIELO ” tratto dall’album “KILL KARMA la mente è un’arma ”uscito il 10 febbraio 2017 su etichetta Universal/GoWild prodotto da Brando.

Attualmente impegnato su Sky Uno con il programma “Celebrity MasterChef”,  il nuovo spin-off del cooking show più amato della televisione.

Nesli ha superato con coraggio e determinazione il guado del rap e ha intrapreso come un esigenza irrinunciabile un percorso artistico variegato, sperimentando sempre generi nuovi fino a costruirsene uno tutto suo. Da cantautore “storto”, come si definisce lui stesso, simbolicamente Nesli ha ucciso il suo karma per aprire tutte “le gabbie creative” e abbattere così  tutte le ipocrisie che ci circondano.

“Ho imparato a cercare la mia strada, procedendo a tentoni  come un bambino… Ho sempre fatto scelte difficili, senza mai aggrapparmi a cliché. La spiritualità in contrasto con la realtà che spesso ci circonda   è per me la vera fonte di ispirazione,  quello che sei tu te lo porti dentro mentre il cuore ti dice restae la mente ti grida "vai" perché tu non sei solo . Se guardi il cielo …Tu non sei solo mai.

Redazione